Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

UTENSILI E ATTREZZATURE Giugno 2012

1,725 views

Published on

SERRAGGIO e CONTROLLO

LA GARANZIA DI UN PRODOTTO COMPLESSO DIPENDE IN GRANDE MISURA DAL SUO ASSEMBLAGGIO.
SE NELL’ASSEMBLAGGIO VENGONO UTILIZZATI GIUNTI A VITE, IL SERRAGGIO CORRETTO E CONTROLLATO PROLUNGA LA DURATA DEL PRODOTTO E NE GARANTISCE LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ.

Published in: Technology
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

UTENSILI E ATTREZZATURE Giugno 2012

  1. 1. TRUCCHI & CONSIGLI g Marco Corradini SERRAGGIO e CONTROLLO I n questo articolo ci occuperemo solo de- rispondenze al progetto dello strumento, le LA GARANZIA DI UN PRODOTTO gli utensili a uso manuale escludendo i procedure per il controllo della taratura. Per COMPLESSO DIPENDE IN sistemi di serraggio assistiti che avreb- ottenere un’efficace operazione di serraggio GRANDE MISURA DAL SUO bero bisogno di una trattazione lunga e approfondita. Se avete in casa un arma- controllato dei giunti a vite, occorre identifi- care quale azione vogliamo eseguire in tre fa- ASSEMBLAGGIO. dio guardaroba ad ante, le cerniere sono si possibili: SE NELL’ASSEMBLAGGIO avvitate con non meno di 3 viti per cernie- Fase1: Misurare il valore della coppia di ser- raggio. ra; il frullatore, la lavatrice, il frigorifero VENGONO UTILIZZATI GIUNTI A ne contengono un numero molto elevato; Fase 2: Serrare con controllo di coppia in pro- VITE, IL SERRAGGIO CORRETTO E il telefonino che utilizzate, ne contiene almeno duzione. un decina di dimensioni microscopiche. Se os- Fase 3: Controllare la taratura degli strumen- CONTROLLATO PROLUNGA servate le ali di un aeroplano è pieno di viti con ti dinamometrici delle fasi 1 e 2. LA DURATA DEL PRODOTTO impronte molto particolari. Le auto moderne presentano giunti a vite strategici, ma ormai Serraggio controllato affidabile E NE GARANTISCE anche il serraggio di una fascetta per mani- Consideriamo solo il caso di momento tor-UTENSILIeATTREZZATURE g iug no 2012 LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ. cotti, può costituire un elemento di sicurezza cente in Nm senza la combinazione coppia- e di durevolezza del veicolo. Obiettivo fonda- angolo che avrebbe bisogno di una trattazio- mentale quindi è scegliere lo strumento adat- ne approfondita separata. Prendiamo in esa- to per la lavorazione che dobbiamo eseguire, me un caso pratico. farne un uso corretto, e tenere sotto control- Partiamo dal giunto a vite (per esempio di ti- lo la taratura che sia riferibile ai campioni pri- po rigido) e ipotizziamo di aver progettato il mari nazionali. Per la scelta dello strumento serraggio con una vite con dado per mecca- si deve fare riferimento alla norma di settore nica M6 con testa esagonale e di classe di re- UNI-EN-ISO 6789 di dicembre 2004 che de- sistenza 5,6. Questo tipo di vite opera corret- finisce gli strumenti dinamometrici a mano, tamente quando venga utilizzato il suo effet- i requisiti e i metodi di prova per verificare le to elastico che è il 70% del momento torcen-18
  2. 2. TRUCCHI & CONSIGLI ve, quali presettaggio di strumenti dinamome- Classificazione strumenti trici di Tipo II presettabili senza scala; verifi- La norma classifica gli strumenti nel Tipo I e Tipo II che integriamo nelle fasi di ca iniziale e finale delle sequenze di serraggi, identificazione dello operazioni da eseguire: per misurare la variazione di prestazione de- Fase a) Tipo I: Attrezzi dinamometrici con indicatore gli strumenti e controllo periodico di taratura • Classe A: chiave, barra di torsione o di flessione degli strumenti dinamometrici. • Classe B: chiave, corpo rigido, con scala o quadrante o lettura digitale • Classe C: chiave, corpo rigido e misurazione elettronica • Classe D: giravite, con scala o quadrante o lettura digitale Taratura certificata • Classe E: giravite, con misurazione elettronica Gli strumenti dinamometrici di Tipo II preset- tabili senza scala sono molto diffusi nelle pro- Fase b) Tipo II: Attrezzi dinamometrici con preregolazione duzioni con bassi momenti torcenti che sono • Classe A: chiave, regolabile, graduata o con lettura digitale • Classe B: chiave, a coppia fissa anche i più critici. Pur essendo definiti “a scat- • Classe C: chiave, regolabile non graduata to“, in realtà il movimento di serraggio produ- • Classe D: giravite, regolabile, graduato o con lettura digitale ce uno scivolamento che ha lo scopo di elimi- • Classe E: giravite, a coppia fissa • Classe F: giravite, regolabile non graduato nare l’interferenza dell’ “effetto scatto”. L’ar- • Classe G: chiave, barra di flessione regolabile, graduata gomento «strumenti a scatto e strumenti a scivolamento» ha necessità di essere appro- Fase c) Banchi torsiometrici per il controllo di taratura della fase a e b fondito in una sessione a parte, data la com- plessità della tecnologia degli strumenti stes- te che produce l’effetto di deformazione pla- strumenti altamente versatili. Gli strumenti di- si. Tutti gli strumenti dinamometrici devono stica. Questo dato viene fornito dalle tabel- namometrici presettabili – senza scala – ven- essere dotati di un certificato di taratura o di le relative alle viti. In questo caso il momen- gono utilizzati nelle sequenze di serraggi co- un rapporto di prova con validità prevista se- to torcente di massima efficacia è di 3,2 Nm. stanti; presentano il vantaggio di essere prere- condo la norma e con riferibilità a campioni L’azione è misurare il valore durante il serrag- golati evitando così che persone diverse pos- primari nazionali e/o internazionali; i campio- gio. Per questo scelgo un utensile di Tipo I con sano intervenire nella regolazione. L’operazio- ni primari devono appartenere a un circuito campo di misura 0.8-4 Nm. ne di regolazione viene abitualmente eseguita che agisca in Mutuo Riconoscimento tra Isti- Quando utilizziamo la chiave dinamometrica dal Responsabile Tarature che utilizza un ban- tuti di Accreditamento – come l’EAL. La pe- dobbiamo fare attenzione che approssiman- co torsiometrico (fase c sopraindicata). Il ban- riodicità di taratura è normalmente indica- doci al valore di serraggio evidenziato dall’in- co torsiometrico ha diverse funzioni applicati- ta dal Costruttore e deve essere conforme a dicatore a lancetta, la velocità del movimento quanto previsto dalla norma, ovvero 1 anno o sia lenta e costante. Questo vale ancor di più 5000 cicli di serraggio. I certificati di taratu- quando si utilizzino strumenti dinamometrici ra e i rapporti di prova devono essere letti in a scatto. Lo scatto deve essere uno e la veloci- ogni specifica tecnica riportata per poter es- tà del movimento immediatamente prima del- sere utilizzati a correggere i risultati dei va- lo scatto deve essere bassa. Il tempo di ese- lori di serraggio. Anche in questo caso l’ar- cuzione dello scatto, secondo la norma UNI- gomento presenta complessità tecniche che EN-ISO 6789, deve essere compreso tra 0,5 e richiede un intervento informativo accurato 4 secondi. Tornando all’esempio, letta la mi- per poter spiegare il corretto utilizzò delle in- sura, la registreremo per poter passare tale formazioni riportate nei certificati/rapporti di valore al trattamento dei dati (normalmente prova. Ricordiamo comunque 3 semplici re-UTENSILIeATTREZZATURE g iug no 2012 statistico).Nel caso invece di produzione con gole per utilizzare correttamente strumenti serie di serraggi controllati utilizzeremo pre- dinamometrici: conservare lo strumento co- feribilmente utensili di Tipo II (fase b), discri- DATI TECNICI me un delicato strumento di misura, preferi- minando utensili dinamometrici con scala re- bilmente in un cofanetto o comunque al riparo golabili o presettati senza scala. Mediamente a unire pezzi tra loro da eventi ambientali che possano deteriorar- Gli utensili dinamometrici con scala regolabi- assemblati sono: lo; ove possibile, scaricare la molla di rego- le vengono impostati prima dell’uso con il van- • Giunti a vite per il 30% lazione al termine del ciclo di utilizzo per evi- taggio di una immediata regolazione dei valo- • Saldature per il 30% tare l’effetto “memoria”; diminuire la velocità • Colle per il 20% ri e con la possibilità di scaricare la molla di- di rotazione quando si è in prossimità del mo- • Chiodi e rivetti per il 10% namometrica al termine del’uso evitando co- • Anelli di tenuta per il 10% mento torcente impostato, e soprattutto ese- sì l’effetto “memoria” della medesima. Sono guire UN solo serraggio (mai più di uno). ■20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

×