Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Leader in mediazione

La nuova mediazione
civile e commerciale
l
ITER NORMATIVO
21 maggio 2008 - DIRETTIVA DELL’UNIONE EUROPEA 2008/52/CE: viene introdotto e definito in
Europa l’istitu...
LE NOVITA’

SPERIMENTAZIONE QUADRIENNALE

L’istituto della Mediazione obbligatoria ha natura
sperimentale: il ricorso alla...
LE NOVITA’
Esce dall’elenco la responsabilità da sinistri stradali, mentre viene
aggiunta alla responsabilità medica quell...
LE NOVITA’

COMPETENZA TERRITORIALE

le parti possono presentare istanza solo presso organismi
di mediazione presenti nel ...
LE NOVITA’

DURATA DEL PROCEDIMENTO

Il procedimento di mediazione ha una durata massima
stabilita dalla legge di tre mesi...
LE NOVITA’

INCONTRO PRELIMINARE
La procedura di mediazione può svolgersi solo a seguito del
consenso delle parti raccolto...
LE NOVITA’

AGEVOLAZIONI FISCALI
Tutti gli atti relativi al procedimento di mediazione sono esenti
dall’imposta di bollo e...
LE NOVITA’

MANCATA PARTECIPAZIONE
Dalla mancata partecipazione senza giustificato motivo al
procedimento di mediazione, i...
LE NOVITA’

IL RUOLO DELL’AVVOCATO
DALL’AGERE AL CAVERE
Per le materie che rientrano nell’obbligatorietà, le parti dovrann...
LE NOVITA’

IL GIUDICE
Il Giudice, anche in sede di appello, non si limita ad un
invito ma ha la possibilità di disporre c...
LO SVOLGIMENTO DEL PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE

La mediazione si introduce con una domanda
all’organismo nel luogo del giud...
La nuova mediazione: tutte le novità
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La nuova mediazione: tutte le novità

974 views

Published on

Il «Decreto del fare» n.69/2013, convertito in legge 98 del 9 agosto 2013, ha reintrodotto l’obbligatorietà del tentativo di mediazione per alcune controversie civili e commerciali: vediamo tutte le novità.

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

La nuova mediazione: tutte le novità

  1. 1. Leader in mediazione La nuova mediazione civile e commerciale
  2. 2. l ITER NORMATIVO 21 maggio 2008 - DIRETTIVA DELL’UNIONE EUROPEA 2008/52/CE: viene introdotto e definito in Europa l’istituto della mediazione civile e commerciale. Prime linee guida in materia di ADR 4 marzo 2010 – D.Lgs. 28/2010: recepimento della Direttiva europea 2008/52/CE ed introduzione in Italia della mediazione per la composizione dei conflitti tra soggetti privati relativi a diritti disponibili. Per alcune materie viene introdotta l’obbligatorietà del tentativo di mediazione. 4 novembre 2010 – D.M. 180/2010: linee guida del Ministero circa l’istituto della mediazione Il 24 ottobre 2012 la Corte Costituzionale ha annullato per eccesso di delega legislativa l'art. 5 comma 1 del D.Lgs. 28/2010 che introduceva l'obbligatorietà della mediazione civile prima di poter adire il giudice ordinario. 21 settembre 2013: con il «Decreto del fare» n.69/2013, convertito in legge 98 del 9 agosto 2013, viene reintrodotta l’obbligatorietà del tentativo di mediazione per alcune controversie civili e commerciali.
  3. 3. LE NOVITA’ SPERIMENTAZIONE QUADRIENNALE L’istituto della Mediazione obbligatoria ha natura sperimentale: il ricorso alla mediazione sarà d’obbligo solo per 4 anni. Compito del Ministero della Giustizia analizzarne l’andamento, i risultati e le problematiche.
  4. 4. LE NOVITA’ Esce dall’elenco la responsabilità da sinistri stradali, mentre viene aggiunta alla responsabilità medica quella sanitaria. MATERIE PER CUI E’ OBBLIGATORIO IL TENTATIVO DI MEDIAZIONE: condominio diritti reali divisioni successioni ereditarie patti di famiglia locazioni comodato affitto di aziende risarcimento di danno derivante da responsabilità medica e sanitaria e da diffamazione a mezzo stampa o con altro mezzo di pubblicità contratti assicurativi, bancari e finanziari.
  5. 5. LE NOVITA’ COMPETENZA TERRITORIALE le parti possono presentare istanza solo presso organismi di mediazione presenti nel luogo del giudice territorialmente competente per l’eventuale causa.
  6. 6. LE NOVITA’ DURATA DEL PROCEDIMENTO Il procedimento di mediazione ha una durata massima stabilita dalla legge di tre mesi, trascorsi i quali il processo può iniziare o proseguire.
  7. 7. LE NOVITA’ INCONTRO PRELIMINARE La procedura di mediazione può svolgersi solo a seguito del consenso delle parti raccolto in un incontro preliminare di programmazione. Solo lo svolgimento dell'incontro preliminare di programmazione è condizione di procedibilità (per le materie indicate) e deve svolgersi entro 30 giorni dal deposito dell'istanza. Quando il primo incontro di programmazione tra le parti e il mediatore si conclude con un mancato accordo, non è dovuto alcun compenso per l’organismo di mediazione.
  8. 8. LE NOVITA’ AGEVOLAZIONI FISCALI Tutti gli atti relativi al procedimento di mediazione sono esenti dall’imposta di bollo e da ogni altra spesa, tassa o diritto di qualsiasi specie e natura. Il verbale di accordo è esente dall’imposta di registro sino alla concorrenza del valore di 50.000 euro. In caso di successo della mediazione, le parti avranno diritto a un credito d’imposta fino a un massimo di 500 euro per il pagamento delle indennità complessivamente dovute all’organismo di mediazione. In caso di insuccesso della mediazione, il credito d’imposta è ridotto della metà.
  9. 9. LE NOVITA’ MANCATA PARTECIPAZIONE Dalla mancata partecipazione senza giustificato motivo al procedimento di mediazione, il giudice può desumere argomenti di prova nel successivo. Quando la mediazione è condizione di procedibilità della domanda giudiziale, il giudice condanna la parte costituita che non partecipa al procedimento senza giustificato motivo, al pagamento di una somma pari al contributo unificato.
  10. 10. LE NOVITA’ IL RUOLO DELL’AVVOCATO DALL’AGERE AL CAVERE Per le materie che rientrano nell’obbligatorietà, le parti dovranno essere assistite da un Avvocato durante le sessioni di mediazione L’accordo di conciliazione sottoscritto anche dagli avvocati di tutte le parti, ha efficacia di titolo esecutivo senza ulteriori passaggi. Gli avvocati sono mediatori di diritto ed hanno l’obbligo dell’aggiornamento professionale.
  11. 11. LE NOVITA’ IL GIUDICE Il Giudice, anche in sede di appello, non si limita ad un invito ma ha la possibilità di disporre che le parti si rivolgano ad un Organismo di mediazione per l’espletamento del tentativo. L’assolvimento di tale disposizione diviene condizione di procedibilità dell’azione anche in sede di appello.
  12. 12. LO SVOLGIMENTO DEL PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE La mediazione si introduce con una domanda all’organismo nel luogo del giudice territorialmente competente per la controversia, contenente l’indicazione dell’organismo investito, delle parti, dell’oggetto della pretesa e delle relative ragioni. Presentata la domanda presso l’organismo di mediazione, viene designato un mediatore ed è fissato un primo incontro di programmazione, in cui il mediatore verifica con le parti la possibilità di proseguire il tentativo di mediazione. Domanda e data dell’incontro sono comunicate all’altra parte. Le parti devono partecipare alla procedura di mediazione, già dal primo incontro, con l’assistenza di un avvocato Per la mediazione obbligatoria, il mancato accordo in sede di primo incontro di programmazione vale come tentativo di mediazione esperito ai fini della procedibilità dell’azione giudiziale.

×