Malattie tropicali   non-infettive                  Dr. Dino Sgarabotto          Malattie Infettive e Tropicali        Azi...
Cardiologia tropicale•   Malattia reumatica•   Ipertensione arteriosa•   Cardiomiopatia congestizia•   Endomiocardiofibros...
Malattia reumatica RAA• Quasi scomparsa nei paesi industrializzati• Si presenta con cardite nel 90% dei casi e  determina ...
Valvulopatia reumatica• Per lo più insufficienza mitralica e stenosi  mitralica• Tuttavia la prevalenza andrebbe corretta ...
Ipertensione arteriosa• 25-35% della popolazione di età e avanzata• Più frequente nelle donne rispetto agli  uomini; più p...
Diagnostica per ipertensione arteriosa• Ricontrollare la Pressione Arteriosa• Esame urine per valutare se presenti protein...
Semeiotica dello scompenso cardiaco• Edemi declivi, crepitii polmonari bibasali  posteriori, epatomegalia a margine  arrot...
Elementi di terapia•   Riposo a letto e dieta senza sale•   Uso della digossina alla giusta dose•   Diuretici ev. invece c...
Endomiocardiofibrosidell’Africa Orientale• Eziologia ignota, si associa a eosinofilia• Epidemiologia ignota in Etiopia• Ri...
Casi pubblicati di endomiocardiofibrosidal 1950 al 2006
Cardiomiopatia congestizia• Decisamente più diffusa rispetto  all’endomiocardiofibrosi• Dilatazione ventricolare con scars...
Epidemiologia della cardiomiopatia• Frequenza doppia nei maschi rispetto alle  femmine (al di sopra dei 30 anni; ma non al...
Clinica della cardiomiopatia• Prevalgono i segni dello scompenso dx rispetto  a quello sx che è più caratteristico della  ...
Terapia della miocardiopatia• Riposo, dieta senza sale , diuretici e digossina• Alimentazione adeguata ed eliminazione  de...
Malattie ematologiche• L’anemia sideropenica e l’anemia  megaloblastica sono i due disturbi  ematologici più comuni• Pover...
Anemia sideropenica• Anemia ipocromica microcitica (esame dello  striscio di sangue) in assenza di una malattia  infettiva...
Emazia a bersaglio
Cause di anemia sideropenica• Cause comuni sono: perdite ematiche  eccessive al parto o mestruazioni abbondanti  o entramb...
Anemia megaloblastica• Il deficit di vit B12 è raro in Africa mentre è  più comune il deficit di folati• La vit B12 è pres...
Anemia megalobl. nutrizionale• Deficit di folati: anziani inglesi poveri che  vivono di the, pane e burro• Deficit di vit ...
Anemia megaloblasticaassociata alla gravidanza• Di solito dopo il parto, nel puerperio o durante  l’allattamento• Durante ...
Porfiria cutanea tarda• Lesioni sul dorso delle mani e ai piedi (bolle e  cicatrici) e atrofia della punta delle dita• Ipe...
Porfiria cutanea tarda
Coma ipoglicemico indotto dall’alcool• Nel mondo occidentale la causa più comune di coma  ipoglicemico è il sovradosaggio ...
Bibliografia• Bukhman G, Ziegler J, Parry E. Endomyocardial Fibrosis: Still  a Mystery after 60 Years. Plos neglected trop...
Malattie tropicali non infettive
Malattie tropicali non infettive
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Malattie tropicali non infettive

999 views

Published on

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
999
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Malattie tropicali non infettive

  1. 1. Malattie tropicali non-infettive Dr. Dino Sgarabotto Malattie Infettive e Tropicali Azienda Ospedaliera di Padova
  2. 2. Cardiologia tropicale• Malattia reumatica• Ipertensione arteriosa• Cardiomiopatia congestizia• Endomiocardiofibrosi dell’Africa Orientale
  3. 3. Malattia reumatica RAA• Quasi scomparsa nei paesi industrializzati• Si presenta con cardite nel 90% dei casi e determina valvulopatia prima dei 20 anni• La prevalenza di valvulopatia reumatica fra i 10 e i 15 anni è fra il 7 e 11 per 1000 ragazzi: Come in Europa e USA prima della scoperta della penicillina• Spesso la tonsillite streptococcica si complica con cardite reumatica senza artrite migrante
  4. 4. Valvulopatia reumatica• Per lo più insufficienza mitralica e stenosi mitralica• Tuttavia la prevalenza andrebbe corretta sottraendo le altre cause di insufficienza mitralica (es.: Marfan, prolasso mitralico)• Fattori di rischio: povertà, malnutrizione, case inadeguate e sovraffollate (4 o più figli)• Penicillina V e penicillina benzatina come terapia e come profilassi• Medicina preventiva scolastica!!
  5. 5. Ipertensione arteriosa• 25-35% della popolazione di età e avanzata• Più frequente nelle donne rispetto agli uomini; più precocemente rispetto a noi• La cardiopatia ipertensiva è al terzo posto dopo la cardiomiopatia congestizia e la valvulopatia reumatica• Le complicanze dell’ipertensione sono: incidenti cerebrovascolari (42%), scompenso cardiaco (35%) ed uremia (25%), ma l’infarto è molto raro (2% in Sud Africa)!
  6. 6. Diagnostica per ipertensione arteriosa• Ricontrollare la Pressione Arteriosa• Esame urine per valutare se presenti proteine ed emazie come segno di sofferenza renale• Dieta senza sale e senza caffè• La terapia farmacologica continuativa è difficile da fare per i costi e per la costanza necessaria• Farmaci: diuretico, alfametildopa, betabloccante, calcioantagonisti
  7. 7. Semeiotica dello scompenso cardiaco• Edemi declivi, crepitii polmonari bibasali posteriori, epatomegalia a margine arrotondato e dolente• Vene giugulari turgide pulsanti da distinguere da una pulsazione arteriosa; se le vene giugulari sono turgide ma non pulsanti potrebbe esserci anche una massa mediastinica• Presenza e dimensioni dell’itto della punta (assente nella pericardite)
  8. 8. Elementi di terapia• Riposo a letto e dieta senza sale• Uso della digossina alla giusta dose• Diuretici ev. invece che per os• Individuare eventuali fattori aggravanti: endocardite infettiva, polmonite, pleurite e non idrotorace, tireotossicosi o mixedema
  9. 9. Endomiocardiofibrosidell’Africa Orientale• Eziologia ignota, si associa a eosinofilia• Epidemiologia ignota in Etiopia• Riguarda bambini e giovani adulti• Cardiopatia restrittiva prevalentemente del cuore dx• Senza un’ecocardio è difficile da differenziare da una pericardite costrittiva post-TBC che di solito interessa gli adulti
  10. 10. Casi pubblicati di endomiocardiofibrosidal 1950 al 2006
  11. 11. Cardiomiopatia congestizia• Decisamente più diffusa rispetto all’endomiocardiofibrosi• Dilatazione ventricolare con scarsa ipertrofia muscolare e assenza di fibrosi• Insufficienza mitralica e tricuspidalica secondarie• Trombosi murale atriale e ventricolare con possibilità di embolismi• Congestizia significa difetto di pompa sistolica; le forme ipertrofiche e restrittive sono rare
  12. 12. Epidemiologia della cardiomiopatia• Frequenza doppia nei maschi rispetto alle femmine (al di sopra dei 30 anni; ma non al di sotto per la miocardiopatia postpartum da cui non si distingue)• Eziologia idiopatica con contributi di malnutrizione e di etilismo spesso non evidenti nel singolo caso
  13. 13. Clinica della cardiomiopatia• Prevalgono i segni dello scompenso dx rispetto a quello sx che è più caratteristico della cardiopatia ipertensiva• Edemi declivi talora fino agli inguini e talora perdita di liquido dalla cute delle gambe• Fibrillazione atriale (e ritmo di galoppo) con un polso debole e pressione differenziale solo di 10-20 mm Hg• Itto della punta ingrandito ma non cospicuo come nella cardiopatia ipertensiva
  14. 14. Terapia della miocardiopatia• Riposo, dieta senza sale , diuretici e digossina• Alimentazione adeguata ed eliminazione dell’etilismo; niente lavori pesanti• Con questo trattamento la mortalità a 5 anni è 70%: la terapia con vasodilatatori che agiscono sul pre- e post-carico sono ancora lontani a venire per la gran parte della popolazione africana
  15. 15. Malattie ematologiche• L’anemia sideropenica e l’anemia megaloblastica sono i due disturbi ematologici più comuni• Povertà e scarsa nutrizione sono fattori predisponenti
  16. 16. Anemia sideropenica• Anemia ipocromica microcitica (esame dello striscio di sangue) in assenza di una malattia infettiva di lunga durata o di altra malattia cronica• Koilonichia e lingua liscia• Viene corretta con la somministrazione di ferro
  17. 17. Emazia a bersaglio
  18. 18. Cause di anemia sideropenica• Cause comuni sono: perdite ematiche eccessive al parto o mestruazioni abbondanti o entrambe• Parassitosi intestinali intense: teniasi, schistosomiasi, amebiasi e trichiuriasi• Diete vegetariane ad alto contenuto di fitati ed assenza di calcio, le uova sono scarse di ferro come il the
  19. 19. Anemia megaloblastica• Il deficit di vit B12 è raro in Africa mentre è più comune il deficit di folati• La vit B12 è presente nelle proteine animali e nel latte e non viene denaturata dalla cottura• I folati sono presenti soprattutto nei vegetali ma la cottura gli elimina completamente (100° C per 15 minuti)• Necessità quotidiane: 2-4 ug di Vit. B12 e 100-200 ug di acido folico
  20. 20. Anemia megalobl. nutrizionale• Deficit di folati: anziani inglesi poveri che vivono di the, pane e burro• Deficit di vit B12: vegani• Deficit di folati negli africani: vegetariani con dieta ristretta fatta solo di cibi cotti. Talora aggravata da recente fatto infettivo (gastroenterite, morbillo, tbc)
  21. 21. Anemia megaloblasticaassociata alla gravidanza• Di solito dopo il parto, nel puerperio o durante l’allattamento• Durante la gravidanza bisogna distinguere prima delle 36 settimane (sufficiente la terapia con acido folico) e dopo (necessita di trasfu- sione per non essere gia’ anemica al parto)• Nell’anemia grave c’è rischio di scompenso cardiaco quando si trasfonde• Dare sempre acido folico in gravidanza come profilassi dell’anemia
  22. 22. Porfiria cutanea tarda• Lesioni sul dorso delle mani e ai piedi (bolle e cicatrici) e atrofia della punta delle dita• Iperpigmentazione del volto con irsutismo degli zigomi• Evitare i fattori precipitanti: esposizione solare (mettere lozioni protettive) e alcool• Basse dosi di clorochina 1 compressa al dì• Ridurre l’emosiderosi con salassi periodici
  23. 23. Porfiria cutanea tarda
  24. 24. Coma ipoglicemico indotto dall’alcool• Nel mondo occidentale la causa più comune di coma ipoglicemico è il sovradosaggio insulinico o di farmaci ipoglicemizzanti orali; più raramente di un tumore pancreatico che produce insulina• Ipoglicemia può capitare anche dopo etilismo acuto• L’etilismo acuto è la causa più frequente di coma ipoglicemico al di fuori del diabete trattato• Di solito dopo un weekend a solo alcool senza mangiare: l’ipoglicemia ed il coma compaiono 12 ore dopo!!
  25. 25. Bibliografia• Bukhman G, Ziegler J, Parry E. Endomyocardial Fibrosis: Still a Mystery after 60 Years. Plos neglected tropical diseases 2008; 2: 1-7• Brink AJ and Weber HW: Endomyocardial fibrosis (EMF) of East, Central and West Africa compared with South African enomyocardiopathies. SA Med J 1966; 40: 455-460• Sliwa K, Damasceno A and Mayosi BM: Epidemiology and Etiology of Cardiomyopathy in Africa. Circulation 2005, 112:3577-3583• Hutt MRS: Epidemiology aspects of endomyocardial fibrosis. Postgraduate Med J 1983, 59: 142-144

×