Educazione sanitaria per immigrati

598 views

Published on

educazione sanitaria per immigrati

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Educazione sanitaria per immigrati

  1. 1. Salute, immigrazioneSalute, immigrazione e povertàe povertà malattie infettive in Italia e nel Venetomalattie infettive in Italia e nel Veneto Dr. Dino SgarabottoDr. Dino Sgarabotto Malattie Infettive e TropicaliMalattie Infettive e Tropicali Azienda Ospedaliera di PadovaAzienda Ospedaliera di Padova
  2. 2. Seneca a Lucillo. Lettera 47, 1-2 Servi Sunt, immo homineS!Servi Sunt, immo homineS! Servi Sunt, immo contubernaleS!Servi Sunt, immo contubernaleS! Servi Sunt, immo humileS amici!Servi Sunt, immo humileS amici! Servi Sunt, immo conServi, SiServi Sunt, immo conServi, Si cogitaveriS tantumdem incogitaveriS tantumdem in utroSque licere fortunae!utroSque licere fortunae! Sono schiavi, sono uomini innanzitutto! Sono schiavi, ma vivono nella tua stessa casa! Sono schiavi, ma sono tuoi umili amici! Sono schiavi, o meglio sono i tuoi compagni di schiavitù, se pensi la fortuna ha lo stesso potere su di loro e su di noi!
  3. 3. Primi 6 Aggregati Clinici di Diagnosi relativi ai ricoveri in DH nel 1998 in I talia I mmigrati non-residenti I mmigrati residenti I taliani Aborto indotto 56% Aborto indotto 27% Chemio/ radioterapia 5,3% HI V 5,4% HI V 3,8 Aborto indotto 3,8% TBC 2,9% TBC 2,3% Tumori benigni 3,1% Che mio/ radioterapia 2% Epatite 1,7 Epatite 1,9 Anemia 1,8% Che mio/ radioterapia 1,7% HI V 1,6% Gravidanza complicaz 1,3% Tumori benigni 1,6% TBC 0,2%
  4. 4. Diagnosi di ricovero in DH più frequenti in Veneto Primi 6 Aggregati Clinici di Diagnosi relativi ai ricoveri in DH nel 1999-2001 in Veneto I mmigrati Veneti Aborto indot to 51-69% I nterventi sul cristallino 6% Che mio/ radioterapia 2-4% Aborto indotto 6% Rimozione viti ortopedia 1-3% Che mio/ radioterapia 5% HI V 2% Decompressione tunnel carpale 3% Epatiti 1% I ntervent i per ernia addominale 3% I nt erventi per ernia addominale 1-2% Legat ura e st ripping venerdì 3%
  5. 5. Morbilità degli immigrati intesa come ricoveri in DH • L’interruzione volontaria di gravidanza sono molto più comuni sia rispetto agli Italiani che ai Veneti • TBC e HIV sono più frequenti sia rispetto agli Italiani che ai Veneti • Epatite è più frequente rispetto ai Veneti ma non agli Italiani
  6. 6. Mortalità degli immigrati • Esaminare le cause di morte (mortalità) rispetto alle malattie che determinano il ricovero (morbilità) semplifica il problema sanitario e permette di dare delle priorità • Esaminare le cause di morte violenta significa enucleare quelle socialmente più rilevanti e meno suscettibili di una pianificazione sanitaria propriamente detta
  7. 7. Mortalità immigrati in Veneto 1996-1998 Cause di mort e I mmigrat i Venet i Trum at ismi ed avvelenament i 47% 5% Malat t ie del sist ema circolat orio 26% 42% Dist urbi psichici 7% 2% Malat t ie dell’apparat o respirat orio 5% 6% Tumori 4% 31% St at i morbosi m al definit i 4% 1% Malat t ie delle ghiandole endocrine, nut rizione, m et abolism o e dist urbi imm unit ari 3% 3% Malat t ie del sist ema nervoso 2% 2% Malat t ie del sist ema ost eomuscolare e connet t ivo 1% 0% Malat t ie dell’apparat o digerent e 1% 5% Malat t ie infet t ive e parassit arie 0% 1%
  8. 8. Morte Violenta negli immigrati in Veneto 1996-1998 Cause di morte violenta I mmigrati Veneti I ncidenti stradali 69% 33% Altre cause 15% 14% Cadute accidentali 8% 31% Omicidio 6% 1% Suicidio 1% 19% Avvelenamenti accidentali 0% 1% Altri incidenti da trasporto 0% 1% Altri incidenti da fuoco e incendi 0% 1%
  9. 9. Conclusioni: Morbilità e Mortalità degli Immigrati nel Veneto • Interruzione volontaria della gravidanza (IVG) e Gravidanza/parto sono più frequenti negli immigrati • Traumi cranici sono più frequenti negli immigrati • Affezioni broncopolmonari un po’ più frequenti fra gli immigrati in Italia ma non nel Veneto • TBC e HIV sono più frequenti negli immigrati • Epatite è più frequente rispetto ai Veneti ma non agli Italiani • Morte per traumatismi (incidenti stradali e omicidi) e per disturbi psichici è più frequente fra gli immigrati
  10. 10. Priorità di intervento • Aborto/IVG • Maternità • Incidenti stradali • Problemi psichici • Condizioni igienico-sanitarie (attenzione alle malattie infettive emergenti e riemergenti)
  11. 11. Cause di ricovero in Ospedale • Le malattie infettive non rientrano nelle prime 15 più frequenti cause di ricovero in Ospedale per gli immigrati • Di solito sono i traumi, la gravidanza e le sue complicanze, il parto e le sue complicanze, le affezioni broncopolmonari • TBC, HIV ed epatiti croniche sono più frequenti nella popolazione immigrata rispetto a quella italiana
  12. 12. Infezioni ed imigrazione • Sono patologie di importazione che si manifestano entro i primi due anni dall’arrivo in Italia • Problemi di comunicazione e di conseguente aderenza alla terapia • Problemi di organizzazione sanitaria per mantenere gli standard sanitari italiani anche nella popolazione di recente arrivo in Italia
  13. 13. TBC in Italia • La TBC è in costante riduzione: da circa 7000 casi/anno 10 anni fa alla metà attualmente • ¾ dei casi di TBC a Malattie Infettive è attualmente costituita da immigrati • ¼ dei degenti a Malattie Infettive è costituito da TBC, 1/10 delle degenze complessive con una degenza media di durata doppia o tripla rispetto al degente nonTBC e nonHIV: 20-27 giorni invece che 9-10 giorni • È più frequente negli immigrati dell’Est-Europa seguiti poi dagli africani
  14. 14. ITALIA 7/100.000
  15. 15. ITALIA
  16. 16. Germania 7/100.000
  17. 17. Francia 8/100.000
  18. 18. UK 14/100.000
  19. 19. Spain 20/100.000
  20. 20. USA 5/100.000
  21. 21. BrasileCase notifications 55/100.000
  22. 22. IndiaCase notifications 120/100.000
  23. 23. CinaCase notifications 75/100.000
  24. 24. Romania 138/100.000
  25. 25. Ucraina 68/100.000
  26. 26. RussiaCase notifications 105/100.000
  27. 27. Marocco 81/100.000
  28. 28. Case notifications 48/100.000 Nigeria
  29. 29. Senegal 88/100.000
  30. 30. Senegal
  31. 31. L’infezione da HIV/AIDSL’infezione da HIV/AIDS • Epidemia ancora fuori controllo in tutti i paesi non occidentali dove l’introduzione delle nuove terapie (Haart: associazione a tre farmaci antivirali) controlla l’Aids ma solo parzialmente la diffusione dell’infezione da HIV • I fenomeni migratori non sono alla base della diffusione dell’epidemia • Gli immigrati sono la nuova categoria a rischio di HIV dopo i drogati, gli omosessuali e gli eterosessuali con “promiscuità” sessuale
  32. 32. Infezione HIV a Dicembre 2006
  33. 33. Cina e infezione HIV 2003 2004 Adulti e Bambini 530.000 650.000 Stima per difetto 320.000 390.000 Stima per eccesso 880.000 1.100.000
  34. 34. India e infezione HIV 2003 2004 Adulti e Bambini 5.300.000 5.700.000 Stima per difetto 3.200.000 3.400.000 Stima per eccesso 8.800.000 9.400.000
  35. 35. Russia e infezione HIV 2003 2004 Adulti e Bambini 760.000 940.000 Stima per difetto 460.000 560.000 Stima per eccesso 1.300.000 1.600.000
  36. 36. Ucraina e infezione HIV 2003 2004 Adulti e Bambini 380.000 410.000 Stima per difetto 240.000 250.000 Stima per eccesso 550.000 680.000
  37. 37. Nigeria e infezione HIV 2003 2004 Adulti e Bambini 2.600.000 2.910.000 Stima per difetto 1.500.000 1.700.000 Stima per eccesso 3.800.000 4.200.000
  38. 38. Italia e infezione HIVItalia e infezione HIV
  39. 39. Distribuzione percentuale dei casi di AIDS per nazionalità geografica
  40. 40. Distribuzione dei casi di AIDS in adulti per categoria di esposizione e per anno di diagnosi
  41. 41. Uso di terapia antiretrovirali prima della diagnosi di AIDS conclamato
  42. 42. Uso di terapia antiretrovirali prima della diagnosi di AIDS conclamato per categorie di trasmissione
  43. 43. Persone che scoprono la loro HIV sieropositività alla diagnosi di AIDS
  44. 44. Epatiti croniche ed immigrazioneEpatiti croniche ed immigrazione • Epatite cronica B • Epatite cronica Delta • Epatite cronica C • L’epatite B in Africa è altamente endemica come in Cina • L’epatite C e Delta sono apparentemente più diffuse nell’Est-Europa
  45. 45. Epatite B nel mondo • 350 milioni di persone stimate affette da epatite B cronica • Situazione più grave in Africa, in Asia ed in Est-Europa • 12 milioni in USA • 15 milioni nell’Unione Europea • 123 milioni in Cina • 50 milioni in India
  46. 46. Epatite C nel mondo • 200 milioni di persone stimate affette da epatite C cronica • Situazione per lo più ignota in Africa, ma alta in Egitto e Camerum • 13 milioni in USA • 9 milioni nell’Unione Europea • 32 milioni nel SudEst asiatico
  47. 47. Misure preventive eMisure preventive e conclusioniconclusioni • Ruolo della vaccinazione antiepatite B nella popolazione italiana e nella popolazione immigrata • Ruolo del test HIV • Ruolo della intradermoreazione di Mantoux e della radiografia del torace • Accesso gratuito alla diagnosi e cura delle malattie infettive (senza ticket in futuro?)

×