Interfacce Multi-Touch e Apprendimento Candidato : Stefania Fantinelli Matr. 3017772 Relatore : Chiar.mo Prof. Domenico Fr...
Touch-screen e multi-touch <ul><li>1971: Prima tavoletta sensibile al tocco. </li></ul><ul><li>2001: Multi-touch. </li></u...
L’apprendimento <ul><li>Modificazione durevole del comportamento. </li></ul><ul><li>Neuroplasticità. </li></ul><ul><li>Esp...
In campo educativo <ul><li>Apprendimento  percettivo-motorio . </li></ul><ul><li>Apprendimento  simbolico-ricostruttivo . ...
Apprendimento percettivo-motorio <ul><li>Modalità innata. </li></ul><ul><li>Input-output con l’esterno. </li></ul>Immagine...
LIM lavagna interattiva multimediale <ul><li>Kit base: lavagna, proiettore, computer. </li></ul>Immagine: David Muir, via ...
Modello dell’Apprendimento Multimediale, Mayer <ul><li>Doppia codifica  (Paivio). </li></ul><ul><li>Carico cognitivo  (Cha...
Vantaggi del multi-touch nell’apprendimento <ul><li>Assenza di leadership nel gestire il lavoro. </li></ul><ul><li>Ambient...
Generazioni digitali <ul><li>Nativi digitali. </li></ul><ul><li>Baby-touch. </li></ul>Immagine: Mads Boedker.
E-book reader <ul><li>Dispositivo di lettura per libri in versione digitale. </li></ul><ul><li>Nuove azioni sul testo. </l...
La dislessia è un disturbo dell’apprendimento di origine neurobiologica <ul><li>Differenti possibilità di sostegno per dis...
Vantaggi dell’apprendimento a distanza <ul><li>Condivisione delle risorse. </li></ul><ul><li>Accesso all’istruzione per tu...
Digital-Divide <ul><li>Differenza di accesso alle tecnologie dovuta a condizioni sociali, economiche, geografiche. </li></...
Diritto di accedere alla Rete Internet nella Costituzione Italiana <ul><li>“ Tutti hanno eguale diritto di accedere alla R...
<ul><li>Progressivo passaggio dalla modalità di apprendimento simbolico-ricostruttivo a quella di tipo percettivo-motorio....
Le tecnologie multi-touch facilitano l’apprendimento per i giovani e offrono nuove e più flessibili occasioni di apprendim...
Grazie per l’attenzione! Immagini: Apple, InteractiveScape, Direzione Didattica 1º Circolo - Pontecorvo (FR), One Laptop P...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Interfacce Multi-Touch e Apprendimento

1,337 views

Published on

Presentazione per la discussione della Tesi di Laurea dal titolo "Interfacce Multi-Touch e Apprendimento".
Tesi in Informatica, Corso di Laurea in Scienze Psicologiche, Facoltà di Psicologia, Università degli Studi "Gabriele d'Annunzio" di Chieti - Pescara.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,337
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Nel 1971 viene creata la prima tavoletta sensibile al tocco che ha posto le basi per i successivi sviluppi della tecnologia touch. Nel 2001 viene brevettata la prima tavoletta multi-touch. Ed è nel 2007 che viene distribuito l’iphone come primo prodotto multi-touch di massa.
  • Si verifica in seguito ad una modificazione durevole del comportamento, per effetto di una interazione con l’ambiente. Avvengono modificazioni anche a livello cerebrale: neuroplasticità è la base della formazione di nuovi ricordi. Infine è strettamente correlato all’esperienza e all’attenzione che si presta allo stimolo in questione.
  • 1. Il soggetto sfrutta i cinque sensi operando attivamente sulla realtà. 2. Avviene mediante rappresentazione o descrizione verbale dello stimolo ed è quello necessario alla comprensione di un testo scritto.
  • Non richiede grandi risorse ed il soggetto opera per tentativi ed errori. Inoltre si verifica un continuo scambio di input e output con l’esterno caratteristico anche delle interfacce touch-screen.
  • Uno dei dispositivi touch-screen più usati in ambito scolastico; il kit base è composto di lavagna, proiettore e computer. Il proiettore può essere integrato nella lavagna e si avrà dunque una retroproiezione che è anche la soluzione ottimale
  • Alla LIM sono applicabili i principi del modello. 1.Vengono usati canali diversi per elaborare informazione visiva e uditiva. 2.Un carico eccessivo di informazioni danneggia l’apprendimento, per cui l’ideale sarebbe integrare testo e figure. 3. Che viene richiesta allo studente il quale infatti deve operare una selezione del materiale in entrata, organizzarlo ed integrarlo con conoscenze già acquisite.
  • Grazie a sperimentazioni, soprattutto in Gran Bretagna. Rapporti peer-to-peer sono facilitati in quanto non è più un solo studente a gestire il lavoro su un computer ma più persone possono interagire sulla stessa superficie. L’ambente scolastico si fa più stimolante e sappiamo che situazioni emotivamente coinvolgenti rendono più veloce e piacevole l’apprendere.
  • A proposito di studenti Con l’espressione nativi digitali ci si riferisce alla generazione di nati dal 1980 in poi: sono cresciuti con un contatto costante con le tecnologie ed hanno sviluppato diverse interconnessioni sinaptiche. Apprendono in modo più percettivo e meno simbolico. I baby-touch fanno esperienza diretta del mondo, si parla di learning by doing e mettono in atto ciò che sosteneva Aristotele: Ciò che dobbiamo imparare a fare, lo impariamo facendolo.
  • Ad esempio è possibile ingrandire le dimensioni del carattere a proprio piacimento, integrare dizionari multilingua o anche apporre annotazioni e appunti. Rappresenta anche un valido supporto per strategie compensative dedicate a soggetti dislessici.
  • Il dispositivo effettua sintesi vocale in tempo reale e svolge anche la funzione di magnifier adattandosi a qualsiasi tipologia di testo. Incrementare l’utilizzo di queste tecnologie significa anche dare un contributo alla lotta per la tutela dell’ambiente e rappresenta inoltre un vantaggio economico. Si parla di diminuzione dei costi anche per quanto riguarda l’apprendimento a distanza.
  • Flessibilità di tempo e spazio per gli utenti. Avere a disposizione contenuti multimediali e quindi più facilmente assimilabili. E si verifica un fenomeno definito intelligenza connessa: per cui le persone, da qualunque posto si trovino danno il proprio contributo ad un processo di pensiero comune. Tutto questo è possibile da quando l’uso di Internet è divenuto di massa; ma attualmente le condizioni di accesso alla Rete non sono uguali per tutti.
  • Il grafico illustra come in Itallia la differenza sia marcata soprattutto tra Nord e Sud.
  • Durante l’Internet Governance Forum del 2010 Stefano Rodotà ha lanciato la proposta di inserire il diritto di accedere alla rete Internet nella nostra costituzione, redigendo appositamente un nuovo articolo.
  • Interfacce Multi-Touch e Apprendimento

    1. 1. Interfacce Multi-Touch e Apprendimento Candidato : Stefania Fantinelli Matr. 3017772 Relatore : Chiar.mo Prof. Domenico Franco Sivilli Universit à degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti - Pescara _____________ Facoltà di Psicologia Corso di Laurea in Scienze Psicologiche Tesi in Informatica Titolo: Sessione Invernale Anno Accademico 2009/2010
    2. 2. Touch-screen e multi-touch <ul><li>1971: Prima tavoletta sensibile al tocco. </li></ul><ul><li>2001: Multi-touch. </li></ul><ul><li>2007: iPhone. </li></ul>Immagini: Elo Touchsystems,Tangent, 20th Century Fox, Apple.
    3. 3. L’apprendimento <ul><li>Modificazione durevole del comportamento. </li></ul><ul><li>Neuroplasticità. </li></ul><ul><li>Esperienza ed attenzione allo stimolo. </li></ul>Illustrazione: Cowan et al. Neuron.
    4. 4. In campo educativo <ul><li>Apprendimento percettivo-motorio . </li></ul><ul><li>Apprendimento simbolico-ricostruttivo . </li></ul>Illustrazione: Charles Schultz.
    5. 5. Apprendimento percettivo-motorio <ul><li>Modalità innata. </li></ul><ul><li>Input-output con l’esterno. </li></ul>Immagine: elaborazione del font ToyBox di P22 Foundry.
    6. 6. LIM lavagna interattiva multimediale <ul><li>Kit base: lavagna, proiettore, computer. </li></ul>Immagine: David Muir, via InnovaScuola.
    7. 7. Modello dell’Apprendimento Multimediale, Mayer <ul><li>Doppia codifica (Paivio). </li></ul><ul><li>Carico cognitivo (Chandler e Sweller). </li></ul><ul><li>Elaborazione attiva (Mayer). </li></ul>Immagine: Associazione Italiana Maestri Cattolici.
    8. 8. Vantaggi del multi-touch nell’apprendimento <ul><li>Assenza di leadership nel gestire il lavoro. </li></ul><ul><li>Ambiente scolastico stimolante. </li></ul>Immagine: Direzione Didattica 1º Circolo, Pontecorvo (FR).
    9. 9. Generazioni digitali <ul><li>Nativi digitali. </li></ul><ul><li>Baby-touch. </li></ul>Immagine: Mads Boedker.
    10. 10. E-book reader <ul><li>Dispositivo di lettura per libri in versione digitale. </li></ul><ul><li>Nuove azioni sul testo. </li></ul><ul><li>Strategie compensative. </li></ul>Immagine: Amazon.
    11. 11. La dislessia è un disturbo dell’apprendimento di origine neurobiologica <ul><li>Differenti possibilità di sostegno per dislessici e ipovedenti. </li></ul>Immagine: Intel in Healthcare.
    12. 12. Vantaggi dell’apprendimento a distanza <ul><li>Condivisione delle risorse. </li></ul><ul><li>Accesso all’istruzione per tutti. </li></ul><ul><li>Flessibilità di tempo e spazio. </li></ul><ul><li>Contenuti multimediali. </li></ul><ul><li>“ Intelligenza connessa”. </li></ul>Immagine: Securedge Networks.
    13. 13. Digital-Divide <ul><li>Differenza di accesso alle tecnologie dovuta a condizioni sociali, economiche, geografiche. </li></ul>Grafico: Osservatorio banda larga - Between, 2008.
    14. 14. Diritto di accedere alla Rete Internet nella Costituzione Italiana <ul><li>“ Tutti hanno eguale diritto di accedere alla Rete Internet, in condizione di parità, con modalità tecnologicamente adeguate e che rimuovano ogni ostacolo di ordine economico e sociale” </li></ul>Art. 21-bis, Costituzione Italiana (proposta) Immagine: Rhondda Cynon.
    15. 15. <ul><li>Progressivo passaggio dalla modalità di apprendimento simbolico-ricostruttivo a quella di tipo percettivo-motorio. </li></ul><ul><li>Nuove tecnologie di supporto alla dislessia e all’ipovisione. </li></ul><ul><li>Accessibilità ed usabilità anche per ipovedenti e anziani. </li></ul>Riassumendo
    16. 16. Le tecnologie multi-touch facilitano l’apprendimento per i giovani e offrono nuove e più flessibili occasioni di apprendimento per gli anziani. Video: YouTube.
    17. 17. Grazie per l’attenzione! Immagini: Apple, InteractiveScape, Direzione Didattica 1º Circolo - Pontecorvo (FR), One Laptop Per Child Project.

    ×