Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

L’esperienza del Comune di Milano come capofila dell’ATEM Milano 1

L'intervento di Paolo Simonetti, Vice Direttore Generale Area Territorio Comune di Milano, presentato al convegno Servizi a rete Tour 2015

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Related Audiobooks

Free with a 30 day trial from Scribd

See all
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

L’esperienza del Comune di Milano come capofila dell’ATEM Milano 1

  1. 1. Milano L’esperienza del Comune di Milano come capofila dell’ATEM Milano1 Annalisa Capilli Funzionario Amministrativo Direzione Generale Paolo Simonetti Vice Direttore Generale Area Territorio
  2. 2. L’ A.TE.M. Milano 1  È il secondo ATEM più grande d’Italia in termini di bacino d’utenza (1.582.013 abitanti al 2010), a fronte di sette comuni di medie e grandi dimensioni complessivamente serviti.  L’ATEM Milano 1 è stato individuato dalla Regione tra gli ATEM “pilota” e, in tale veste, ha collaborato con la Regione stessa ad individuare gli aspetti più significativi e le criticità della procedura, proponendo anche modifiche ed integrazioni alla normativa nazionale.  Al fine di intraprendere tutte la attività propedeutiche e coordinare gli adempimenti connessi all’indizione della gara è stato istituito un gruppo di lavoro interno al Comune di Milano che ha svolto un ruolo di cabina di regia, già a partire dal 18 settembre 2012, data in cui sono stati convocati per la prima volta i comuni dell’Ambito.
  3. 3. Il Gruppo di Lavoro integrato Il Gruppo di Lavoro integrato a cui hanno preso parte i referenti di ciascun Comune dell’A.TE.M. ha condotto un percorso condiviso al fine di:  coordinare le attività finalizzate all’analisi tecnica, alla ricognizione e alla valutazione degli impianti di distribuzione del gas naturale insistenti sul territorio, coinvolgendo le diverse competenze necessarie, comprese quelle urbanistiche;  curare i rapporti con gli attuali gestori del servizio di distribuzione del gas naturale al fine di determinare lo stato di consistenza e il valore degli impianti ai fini della gara;  pianificare e coordinare le attività necessarie all’aggregazione dei Comuni facenti parte dell’ ATEM e predisporre gli atti e avviare la gara per l’individuazione del nuovo gestore.
  4. 4. La Convenzione per l’esercizio associato del servizio  i Sindaci dei Comuni facenti parte dell’ATEM hanno sottoscritto una Convenzione per la gestione associata del servizio con cui regolare i rapporti tra gli enti. In tale atto è stato formalizzato il ruolo del Comune di Milano quale Stazione appaltante e controparte unica del futuro nuovo contratto di servizio, conferendo allo stesso la relativa delega.  La Convenzione prevede un Comitato di Monitoraggio, di natura tecnica, composto da un rappresentante per ciascun Ente, con funzioni di indirizzo per la definizione degli obiettivi comuni e di supporto al Comune di Milano nelle sue funzioni di Stazione appaltante e gestore del nuovo contratto di servizio, unico per tutti i comuni dell’ATEM.  Il Comitato garantisce la partecipazione di tutti i Comuni alle decisioni riguardanti la procedura di gara e la gestione del servizio, attraverso l’adozione di un sistema di maggioranze qualificate e ponderate in relazione all’estensione della rete di distribuzione del gas esistente in ciascun Comune, anche mediante l’applicazione di opportuni correttivi al fine di ampliare la rappresentatività dei Comuni di minori dimensioni.
  5. 5. Il metodo di lavoro E’ stata attuata una metodologia di lavoro tale da garantire lo svolgimento delle attività necessarie alla predisposizione degli atti di gara, in maniera congiunta per tutti i Comuni dell’ambito attraverso:  conferimento di un incarico congiunto, ad un unico soggetto, finalizzato al supporto nella valutazione delle reti e degli impianti di distribuzione del gas naturale;  incontri periodici con i Comuni dell’ATEM, con cadenza serrata, finalizzati ad allineare i comuni sullo stato di avanzamento del lavoro, fornire tutte le informazioni sull’attività svolte, in corso e in programmazione, incontrare le società distributrici attuali, ecc.;  una piattaforma “cloud” a cui hanno accesso tutti i Comuni facenti parte dell’ATEM, indispensabile ad inviare e consultare la documentazione condivisa, formulare quesiti e ricevere informazioni in maniera rapida e semplice;  pianificazione delle attività: l’organizzazione del lavoro ha previsto determinati step al termine dei quali sono state redatte le relazione periodiche sullo stato di avanzamento del progetto.
  6. 6. Le tematiche affrontate  L’esperienza svolta in questo ATEM ha costituito, per i soggetti coinvolti nel processo, un vero e proprio banco di prova operativo. Infatti prima delle recenti proroghe intervenute ad opera del MiSE, l’ATEM Milano 1 era tenuto a procedere alla redazione del bando entro giugno 2013.  Il susseguirsi nel corso degli ultimi due anni di numerosi interventi legislativi di integrazione/modifica della normativa nazionale ha comportato la necessità di adeguare e rivedere percorsi già in fase di completamento.  Al fine di rispettare le tempistiche imposte e al contempo l’impegno preso, il Gruppo di Lavoro ha dovuto così interfacciarsi con le istituzioni preposte alla gestione e all’indirizzo del processo, segnatamente la Regione Lombardia e, tramite questa, il MiSE e l’AEEGSI.
  7. 7. Indirizzi per le Linee Guida • Si è data la priorità alla sicurezza degli impianti, alla possibilità di accesso alla distribuzione nelle parti centrali dei Comuni (dove è più alta la presenza di centrali a gasolio), alla sostenibilità e all’efficienza energetica anche in coerenza con le programmazioni inerenti ulteriori servizi a rete (quale in primo luogo, lo sviluppo della rete di teleriscaldamento). • Sono state enucleate dai Piani di Governo del Territorio dei Comuni dell’ATEM tutte le aree di sviluppo urbanistico superiori ai 5.000 mq pianificate e in corso di attuazione. • Tutti i dati sono stati raccolti con ArcWiew, software GIS utilizzato per il PGT del Comune di Milano, e predisponendo apposite tavole tematiche.
  8. 8. Prossime attività  Chiusura della fase di negoziazione con i gestori uscenti sul valore industriale residuo degli impianti di distribuzione del gas naturale rideterminato nel rispetto delle Linee Guida.  Ultimazione e conseguente approvazione degli atti di gara.  Pubblicazione del bando entro l’11 luglio 2015, come disposto da ultimo dal D.L. n. 192/2014 convertito con modificazioni in Legge n. 27/2015 (c.d. Decreto Milleproroghe).

    Be the first to comment

    Login to see the comments

L'intervento di Paolo Simonetti, Vice Direttore Generale Area Territorio Comune di Milano, presentato al convegno Servizi a rete Tour 2015

Views

Total views

1,007

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

177

Actions

Downloads

0

Shares

0

Comments

0

Likes

0

×