Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Uso critico del “libro di testo” <ul><li>Quella che segue è un’attività finalizzata all’avvio di un approccio corretto ai ...
Introduzione <ul><li>L’ambito in cui ci muoveremo è quello della scuola primaria, ed in particolare quello di una classe t...
Compito degli alunni <ul><li>Studiare un dato capitolo del cosiddetto “sussidiario”. </li></ul><ul><li>Individuare all’int...
Come procedere <ul><li>Nello studio dei testi scelti per l’attività sottolineare a matita le parole chiave ed annotare al ...
Valutazione <ul><li>Il frutto del lavoro degli alunni sarà valutato come “non sufficiente”, “sufficiente”, “più che suffic...
Considerazioni finali <ul><li>L’attività di avvio degli studenti ad un uso corretto dei libri di testo favorisce l’acquisi...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Uso critico libri_di_testo_webquest_s_fenizia

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Uso critico libri_di_testo_webquest_s_fenizia

  1. 1. Uso critico del “libro di testo” <ul><li>Quella che segue è un’attività finalizzata all’avvio di un approccio corretto ai cosiddetti “libri di testo”, che a volte sono percepiti come portatori di un valore assoluto in relazione al “programma” disciplinare e, addirittura, alla stessa conoscenza che si può avere della realtà. </li></ul><ul><li>Uno dei principali obiettivi educativo cui può tendere tale attività consiste nell’acquisizione di una competenza che possiamo indicare come “uso critico dei libri di testo”. </li></ul>
  2. 2. Introduzione <ul><li>L’ambito in cui ci muoveremo è quello della scuola primaria, ed in particolare quello di una classe terza. </li></ul><ul><li>Attualmente, gli alunni di casse terza primaria in Italia possono contare su vari libri di testo. Qui ci riferiremo solo a quello che un tempo veniva chiamato “sussidiario” e che oggi viene indicato come relativo alle “discipline”. </li></ul>
  3. 3. Compito degli alunni <ul><li>Studiare un dato capitolo del cosiddetto “sussidiario”. </li></ul><ul><li>Individuare all’interno dello stesso libro altre parti nelle quali si parla di argomenti correlati al precedente ed evidenziare eventuali ripetizioni o incongruenze. </li></ul><ul><li>Individuare, in altre fonti (eventualmente fornite dal maestro), informazioni che possano confermare, precisare o contraddire il contenuto dei testi precedenti. </li></ul>
  4. 4. Come procedere <ul><li>Nello studio dei testi scelti per l’attività sottolineare a matita le parole chiave ed annotare al margine della pagina i rimandi alle altre pagine individuate nel libro nelle quali si parla di argomenti correlati al precedente (per es. il cosiddetto “dizionario delle discipline”, che – nel caso del sussidiario in uso nella classe in questione – è presente alla fine di ogni sezione disciplinare). </li></ul><ul><li>Procedere in modo analogo per le altre pagine individuate. </li></ul><ul><li>Individuare in altre fonti (eventualmente fornite dal maestro), informazioni che possano confermare, precisare o contraddire il contenuto dei testi precedenti. </li></ul><ul><ul><li>Per le altre fonti vedi: http://it.wikipedia.org/ </li></ul></ul>
  5. 5. Valutazione <ul><li>Il frutto del lavoro degli alunni sarà valutato come “non sufficiente”, “sufficiente”, “più che sufficiente” in base ai seguenti criteri: </li></ul><ul><ul><li>Completezza ed essenzialità dell’individuazione delle parole chiave. </li></ul></ul><ul><ul><li>Pertinenza, precisione e completezza dei rimandi ad altre pagine del “sussidiario” o di altre fonti, e dell’argomentazione delle proprie scelte. </li></ul></ul>
  6. 6. Considerazioni finali <ul><li>L’attività di avvio degli studenti ad un uso corretto dei libri di testo favorisce l’acquisizione di un atteggiamento consapevole, “critico” nello studio. </li></ul><ul><li>L’attività si presta ad essere realizzata anche in riferimento a temi interdisciplinari, il che può favorire anche l’acquisizione di una migliore “unitarietà del sapere”. </li></ul><ul><li>* * * </li></ul>

    Be the first to comment

    Login to see the comments

Views

Total views

461

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

32

Actions

Downloads

2

Shares

0

Comments

0

Likes

0

×