Successfully reported this slideshow.

Magazzino

15,965 views

Published on

Published in: Business

Magazzino

  1. 1. Il magazzino e le scorte <ul><li>La logistica aziendale </li></ul><ul><li>Il magazzino </li></ul><ul><li>Organizzazione e logistica di magazzino </li></ul><ul><li>Le scorte di magazzino </li></ul><ul><li>La logistica integrata e la supply chain </li></ul>
  2. 2. La logistica aziendale Secondo l’AILOG (Associazione italiana di logistica) la logistica rappresenta l’insieme delle attività organizzate,gestionali e strategiche che governano nelle aziende i flussi dei materiali dell’acquisto delle materie presso i fornitori fino alla consegna dei prodotti finiti ai clienti e al servizio post-vendita. La logistica aziendale è quella parte della gestione che si occupa di collegare in modo razionale ed efficiente le fasi di acquisizione dei fattori della produzione, di svolgimento del processo di trasformazione tecnico-economica e di distribuzione del prodotto finito .
  3. 3. La logistica aziendale assume oggi un ruolo centrale nella catena produttiva e distributiva aziendale ponendosi come attività di collegamento tra le altre aree dell’impresa. <ul><li>La logistica aziendale comprende: </li></ul><ul><li>La gestione degli acquisti e dei </li></ul><ul><li>servizi accessori; </li></ul><ul><li>La gestione della programmazione </li></ul><ul><li>dell’approvvigionamento, della </li></ul><ul><li>produzione e degli spazi aziendali; </li></ul><ul><li>la gestione dello stoccaggio e della </li></ul><ul><li>consistenza del magazzino; </li></ul><ul><li>La gestione degli imballaggi e della </li></ul><ul><li>spedizione ai clienti. </li></ul>
  4. 4. <ul><li>Le finalità della logistica </li></ul><ul><li>La logistica assume oggi un ruolo molto importante nella catena produttiva e distributiva aziendale,in quanto si pone come attività di collegamento tra le altre aree dell’impresa al fine di massimizzare l’efficienza dell’intero sistema. </li></ul>Soddisfazione dei clienti Contributo sociale Riduzione dei costi L e finalità sono: <ul><li>Consegna tempestiva </li></ul><ul><li>Risposta rapida al cliente </li></ul><ul><li>Breve tempo di evasione </li></ul><ul><li>Riduzione scorte in eccesso </li></ul><ul><li>Riciclo </li></ul><ul><li>Ambiente pulito </li></ul><ul><li>Restituzione degli scarti </li></ul><ul><li>Alleggerimento del traffico </li></ul><ul><li>Riduzione scorte </li></ul><ul><li>Attività a costi bassi </li></ul><ul><li>Imballaggio semplice </li></ul><ul><li>Esternalizzazione </li></ul>
  5. 5. Il magazzino Il Magazzino è parte centrale della logistica aziendale in quanto contribuisce allo svolgimento dei processi decisionali e operativi volti a garantire il puntuale approvvigionamento della struttura produttiva e distributiva, consentendo il continuo rifornimento al mercato di sbocco.
  6. 6. Il termine magazzino è possibile attribuire due significati diversi: il primo fa riferimento alle caratteristiche specifiche e fisiche delle scorte,mentre il secondo evidenzia il problema della loro gestione. <ul><li>Il magazzino svolge la fondamentale funzione di </li></ul><ul><li>raccordo tra gli acquisti dell’impresa e i suoi processi </li></ul><ul><li>di trasformazione tecnico-economica, garantendo: </li></ul>Quale funzione svolge il magazzino? La continuità del processo produttivo e la tempestività nel soddisfare i bisogni dei clienti. La separazione dei processi dell’attività aziendale.
  7. 7. MAGAZZINO: scorte e struttura logistica <ul><li>Sotto l’aspetto fisico con il termine magazzino si individuano: </li></ul><ul><li>Le scorte (stock) di materie, merci, semilavorati e prodotti finiti presenti nell’azienda per essere utilizzati o venduti; </li></ul><ul><li>Le strutture (fabbricati, attrezzature, materiali vari, accessori) e il personale in grado di ricevere, custodire e consegnare le scorte. </li></ul><ul><li>Sotto l’aspetto gestionale il magazzino pone all’impresa significativi problemi di: </li></ul><ul><li>Gestione degli spazi generali e specifici; </li></ul><ul><li>Qualifica e motivazione del personale addetto alla ricezione, allo stoccaggio e all’utilizzo delle scorte. </li></ul>
  8. 8. Il magazzino nelle imprese commerciali <ul><li>Le imprese commerciali non effettuano la trasformazione tecnica delle merci, limitandosi al più a modificarne l’aspetto esteriore per la presentazione al cliente.Esse svolgono una trasformazione economica dei beni, attraverso la loro conservazione e distribuzione. </li></ul>
  9. 9. Il magazzino nelle imprese industriali <ul><li>Nelle imprese industriali il magazzino ha la funzione di consentire lo svolgimento del processo tecnico-produttivo in modo indipendente dalla gestione degli approvvigionamenti e dalla domanda di mercato. </li></ul>In relazione alle diverse fasi di lavorazione dei beni, si distingue tra: <ul><li>Il magazzino delle materie prime, sussidiarie e di consumo; </li></ul><ul><li>Il magazzino dei semilavorati; </li></ul><ul><li>Il magazzino dei prodotti finiti. </li></ul>
  10. 10. MERCATO DI APPROVVIGIONAMENTO Prezzo Scelta dei fornitori Qualità in base a: Tempi di consegna modalità a tempi di pagamento Il magazzino deve garantire continuità nei processi di trasformazione tecnico-economica indipendentemente dagli andamenti dei mercati di approvvigionamento e di sbocco.Esso consente di sfruttare i momenti di congiuntura favorevole e di neutralizzare quelli di congiuntura negativa. IMPRESA COMMERCIALE MAGAZZINO MERCI Trasformazione economica IMPRESA iNDUSTRIALE MAGAZZINO MATERIE PRIME Magazzino prodotti finiti MERCATO DI SBOCCO
  11. 11. I magazzini dell’impresa <ul><li>La gestione del magazzino si effettua ricorrendo a tecniche specifiche e facendo ampio uso del supporto informatico in rete con i fornitori.Relativamente allo stoccaggio e alla gestione delle scorte all’interno dell’impresa si possono trovare le seguenti aree o zone: </li></ul><ul><li>Ricevimento delle merci; </li></ul><ul><li>Magazzino collaudo; </li></ul><ul><li>Magazzino centrale; </li></ul><ul><li>Magazzino materiali di consumo; </li></ul><ul><li>Magazzino spedizione. </li></ul>
  12. 12. RICEVIMENTO DELLE MERCI <ul><li>L’impresa destina generalmente uno spazio anche di notevoli dimensioni all’accettazione delle consegne da parte dei fornitori. </li></ul>
  13. 13. MAGAZZINO COLLAUDO <ul><li>Nelle imprese industriali, i materiale ricevuto è sottoposto Al controllo di qualità. </li></ul><ul><li>Si tratta in genere di un controllo a campione, Effettuato individuando una parte del lotto consegnato dal fornitore e sottoponendola alle necessarie verifiche. </li></ul>
  14. 14. MAGAZZINO CENTRALE <ul><li>È il magazzino destinato allo stoccaggio delle scorte, dal quale vengono prelevate le merci o i prodotti finiti per la vendita,oppure le materie prime per il processo tecnico di trasformazione. Si tratta del magazzino principale dell’azienda. </li></ul>
  15. 15. MAGAZZINO MATERIALI DI CONSUMO <ul><li>Vi sono depositati i materiali per lo svolgimento delle attività dei diversi uffici e reparti: I materiali di cancelleria, di manutenzione e di supporto all’attività produttiva. </li></ul>
  16. 16. MAGAZZINO SPEDIZIONE <ul><li>In esso si trovano container, casse e colli pronti per la spedizione o il ritiro da parte dei clienti. Questo magazzino è in genere affiancato da un reparto di imballaggio dei prodotti di spedizione e da un ufficio di controllo in grado di emettere i documenti per l’invio del prodotto finito. </li></ul>
  17. 17. Organizzazione e logistica di magazzino <ul><li>Le scelte che il management deve compiere per dotare l’ impresa di magazzini efficienti e funzionali si possono dividere in cinque aree di intervento. </li></ul>Le scelte del management L’ utilizzo degli spazi fisici dell’ azienda La movimentazione in azienda di merci e materiali L’ organizzazione degli spazi di magazzino Il sistema informativo La conservazione delle scorte
  18. 18. Utilizzo degli spazi fisici dell’azienda <ul><li>L’impresa può decidere di destinare al magazzino un’area di sua proprietà o può ricorrere a spazi o a risorse fornite da soggetti esterni. Più frequentemente l’impresa ricorre all’utilizzo dei depositi decentrati, gestiti da imprese specializzate nel trasporto e nel magazzinaggio. </li></ul> 
  19. 19. La movimentazione in azienda di merci e materiali <ul><li>L’insieme delle decisioni riguardanti lo spostamento fisico dei beni all’interno dell’impresa prende il nome di Material Handling il quale si riferisce ai seguenti ambiti: </li></ul><ul><li>Layout generale (la disposizione generale dell’impresa) e layout di magazzino; </li></ul><ul><li>Mezzi di trasporto interno (di tipo continuo o discontinuo); </li></ul><ul><li>Imballaggio. </li></ul>
  20. 20. Organizzazione degli spazi di magazzino <ul><li>Il personale di magazzino dispone di una “mappatura delle scorte” che vengono collocate su scaffalature numerate in modo progressivo e facilmente identificabile. </li></ul>
  21. 21. La conservazione delle scorte <ul><li>Le scorte oltre ad essere collocate nelle scaffalature, vengono appoggiate su PALLET, piattaforme, pronte per il rapido prelievo e trasporto. L’utilizzo di questo consente la stabilità e la compattezza delle scorte; un rapido controllo di tipo quantitativo; un facile spostamento. </li></ul>   
  22. 22. Il sistema informativo <ul><li>Il sistema informativo costituisce il miglior supporto per la gestione del magazzino. I software gestionali più avanzati consentono al personale di tenere sotto controllo in tempo reale le scorte di magazzino, gli ordini, gli impegni per i diversi clienti etc. </li></ul>
  23. 23. Le scorte di magazzino <ul><li>Con il termine scorta si indica la quantità di materie, semilavorati e prodotti finiti , presente in magazzino in un certo momento, pronta ad essere utilizzata nel processo produttivo e distributivo. La gestione delle scorte richiede una precisa classificazione degli articoli e la loro codificazione, in modo che ogni bene venga individuato in modo certo e oggettivo sia all’interno che all’esterno dell’azienda. </li></ul>
  24. 24. La classificazione delle scorte <ul><li>La classificazione è il frazionamento delle scorte in classi omogenee. </li></ul><ul><li>La codificazione è l’attribuzione a ogni articolo di un “nome” che può essere un numero o un insieme di lettere e numeri che rende veloce e certa l’identificazione. </li></ul>
  25. 25. Logistica integrata <ul><li>Controllo degli sprechi </li></ul><ul><li>Tempestività nelle spedizioni </li></ul><ul><li>Limitazione dei costi operativi </li></ul><ul><li>Qualità del servizio </li></ul>La logistica integrativa è un sistema che le imprese hanno progressivamente sviluppato. Attraverso questo sistema è possibile ricercare la combinazione più razionale tra i settori dell’approvvigionamento, dello stoccaggio e dell’evasione degli ordini ricevuti dai clienti.
  26. 26. Supply chain <ul><li>Ha ampliato il concetto tradizionale di logistica. </li></ul><ul><li>Ha ottimizzato i rapporti gestionali con fornitori e clienti. </li></ul><ul><li>Può essere definita come un integrazione dei processi aziendali, che risale dall’utilizzatore finale, ai fornitori di materiali, prodotti, servizi, ed informazioni. </li></ul><ul><li>Può essere definita come un ciclo di logistica che si estende fino ai livelli ”Fornitura-Produzione-Vendite”. </li></ul>La supply chain (catena della fornitura) esprime l’idea di una rete di entità organizzative connesse, interdipendenti e operanti in modo coordinato: esse hanno come obiettivo quello di gestire, controllare e migliorare il flusso di materiali e informazioni che, partendo dai fornitori e dopo avere attraversato le fasi di approvvigionamento, trasformazione e distribuzione interni all’impresa, raggiungono i clienti finali. Cosa ci consente di fare la Supply Chain?
  27. 27. La supply chain ci consente di Aumentare la velocità di evasione degli ordini ricevuti Ridurre le scorte nella catena di approvvigionamento Creare un significativo Aggiunto a favore della clientela
  28. 28. Esternazione della logistica <ul><li>L’impresa affida a fornitori esterni la gestione operativa di una o più funzioni. </li></ul><ul><li>L’impresa che esternizza si pone come priorità quella della riduzione dei costi logistici. </li></ul><ul><li>L’impresa che esternizza la gestione </li></ul><ul><li>logistica punta a: </li></ul><ul><li>Liberare energie a favore della propria attività; </li></ul><ul><li>Fornire servizi più rapidi e puntuali sul mercato; </li></ul><ul><li>Garantirsi maggiore flessibilità operativa contenendo i costi; </li></ul><ul><li>Ridurre gli spazi aziendali destinati ai magazzini e gli investimenti relativi al capitale. </li></ul>
  29. 29. L’ Outsourcing della logistica <ul><li>Il rapporto con il cliente chiede una logistica completa e attiva in ogni fase del processo di servizio; </li></ul><ul><li>Riguarda tutte le categorie di fornitori dell’impresa che devono strutturarsi per soddisfare al meglio le richieste ricevute; </li></ul><ul><li>Le imprese di trasporto e di spedizione agiscono sempre più spesso come gestori dell’intera logistica delle imprese clienti. </li></ul>
  30. 30. <ul><li>Capitanio Alessia </li></ul><ul><li>Di Marco Lucia </li></ul><ul><li>Bernardini Vincenzo </li></ul><ul><li>Rossetto Eleonora </li></ul><ul><li>Tramet Erika </li></ul><ul><li>Pennacchia Bernardino </li></ul><ul><li>Negri Andrea </li></ul><ul><li>Classe 4^ Cp a.s. 2004/05 </li></ul><ul><li>Istituto Tecnico Commerciale “Vittorio Veneto” </li></ul><ul><li>Latina </li></ul>A cura di :

×