LA GESTIONE DELLE RISORSE                   UMANE                      GRUPPO: I ChiamattiALUNNI: Cristiano Francesco Paol...
Organizzazione del lavoro Funzione = fattore lavoro Oggetto = razionale impiego delle risorse umane e  coordinamento del...
Modelli organizzativi “tradizionali”: STRUTTURA GERARCHICA o LINEARE = basata su  principio dell’unicità di comando = ogn...
Occorre: adeguata STRUTTURA ORGANIZZATIVA = (di  un’az.) efficace STILE OPERATIVO = insieme di regole vari livelli di A...
IL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO E LE SUE FORME CONTRATTUALI 3 tipi di rapporto:  o rapporto di lavoro autonomo  o rappo...
LA CLASSIFICAZIONE DEI LAVORATORISUBORDINATI I. DIRIGENTI II. QUADRI III. IMPIEGATI IV. OPERAI V. Accanto ad ogni cat...
 Fonti normative dei rapporti di lavoro:  loro fondamento nella Costituzione seguono ordine  gerarchico:  • Costituzione ...
I CONTRATTI DI LAVORO: 1. I contratti di lavoro = stipulati tra le rappresentanze dei lavoratori e quelle dei datori di la...
GESTIONE DEL PERSONALE : POLITICHE DELPERSONALE E I LORO OBIETTIVI Gestione risorse umane = insieme di decisioni;• Obiett...
Realizzazione obiettivi : Caratteristiche  dell’azienda(dimensione, prodotti,  ecc.); Situazione del mercato lavoro ; S...
LA PIANIFICAZIONE DELLE RISORSE UMANE E LE SUE FASIEfficace gestione del personale = accurato processo di  programmazione ...
Piano operativo           le fasi:1. Fabbisogni di personale;2. Analisi delle disponibilità   interne;3. Formulazione di u...
RICERCA, SELEZIONE, ASSUNZIONE   DEL PERSONALEASSUNZIONE: tempo indeterminato; tempo determinato.   Atto di assunzione :...
RICERCA, SELEZIONE, ASSUNZIONE  DEL PERSONALE L’accoglienza ; L’inserimento ; Due tipi di contratto :  - il contratto d...
- Il contratto di inserimento:• Giovani età compresa tra i 18 e i 29;• Lavoratori di età non superiore ai 32 anni ;• Lavor...
 1. La formazione :  - Le conoscenze specifiche  - Le abilità e le applicazioni che servono a svolgere il  lavoro nel mod...
ESTINZIONE DEL RAPPORTO DI    LAVOROPrincipali cause: Dimissioni del lavoratore; Licenziamento individuale; Pensionamen...
AMMINISTRAZIONE DEI RAPPORTIDI LAVOROInsieme delle attività riguardanti: Liquidazione delle retribuzioni spettanti ai lav...
Il servizio del personale = compiti svolti da un apposito servizio del personale;interno o esterno all’azienda     2 tipi ...
Contabilità del personale = Ufficio del personale : Adempimenti previdenziali e fiscali ; Raccolta e aggiornamento dei d...
Dati del personale “caricati” in:Archivio anagrafico del personale ;Archivio tabelle contrattuali;Archivio delle tabell...
LIBRI OBBLIGATORILa legislazione soc. impone alle az. :1. LIBRO UNICO DEL LAVORO Cod. fisc., qualifica e livello di inqua...
La tenuta e la conservazioneavviene con uno dei 3 sistemi:Elaborazione e stampa meccanografica;A stampa laser;Su suppor...
FORME E ELEMENTI DELLE RETRIBUZIONI La retribuzione : - Per il datore di lavoro = costo della produzione; - Per il lavora...
Retribuzione corrente:Elementi quelli che vengono liquidati al termine di ogni periodo di paga.1.La retribuzione        ba...
La retribuzione differita :ma in specifiche circostanze:1. La gratifica natalizia o 13mensilità ;2. Altre mensilità aggiu...
LE ASSICURAZIONI SOCIALI Assicurazioni soc. obbligatorie = art. 38 Cost. << tutti i  lavoratori devono essere assicurati ...
INPS = (1935) ente di diritto pubblico. Gestioni:1. Assicurazione obbligatoria per l’invalidità,     vecchiaia e superstit...
Contributi INPS:Calcolati in base al settore di attività e variano nel tempo. La base è la retribuzione globale.Dat. lav –...
INAIL:Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie  professionali. Si presenta la Denuncia di esercizio dov...
RITENUTE FISCALI & DETRAZIONI D’IMPOSTA Le retribuzioni dei lavoratori dipendenti sono soggette all’IRPEF.    La retribuzi...
TFR: determinazione e rilevazioneCalcolo: diritto del dipendente in caso di cessazione del  rapporto di lavoro nel seguent...
Anticipazioni: può essere richiesta dai lavoratori con  almeno 8 anni di servizio presso lo stesso datore di  lavoro, ma n...
Liquidazione: Costituisce un reddito  assoggettato a tassazione separata, al quale  si applica un trattamento tributario  ...
VOCI RELATIVE AL PERSONALE NEL BIL. D’ES. STATO PATRIMONIALE = voci che esprimono posizioni creditorie (  ATTIVO CIRCOLAN...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La gestione delle risorse umane

5,513 views

Published on

  • Be the first to comment

La gestione delle risorse umane

  1. 1. LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE GRUPPO: I ChiamattiALUNNI: Cristiano Francesco Paolo, Di Marzo Matteo, Vasto Giorgia
  2. 2. Organizzazione del lavoro Funzione = fattore lavoro Oggetto = razionale impiego delle risorse umane e coordinamento della loro azione; finalità : Compiti e mansioni da svolgere; Unità organizzative alle quali assegnare compiti e mansioni; Relazioni tra le varie unità organizzative; Livello responsabilità di ciascuna u.o .
  3. 3. Modelli organizzativi “tradizionali”: STRUTTURA GERARCHICA o LINEARE = basata su principio dell’unicità di comando = ognuno riceve ordini da un solo “capo”; STR. FUNZIONALE = si basa sull’elevata specializzazione dei capi di grado elevato o intermedio; STR. GERARCHICO-FNZIONALE = coniugare Unicità con Grado superiore; schema fondamentale quello Gerarchico.
  4. 4. Occorre: adeguata STRUTTURA ORGANIZZATIVA = (di un’az.) efficace STILE OPERATIVO = insieme di regole vari livelli di Autorità e di Responsabilità; STILE di DIREZIONE = due tipi di stile: Autoritario = organi di liv. superiore impongono ai sottoposti le proprie decisioni; Partecipativo = coinvolgimento dipendenti nel processo decisionale e sulla loro responsabilizzazioni.
  5. 5. IL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO E LE SUE FORME CONTRATTUALI 3 tipi di rapporto: o rapporto di lavoro autonomo o rapporto di collaborazione a progetto o rapporto di lavoro straordinario Gli elementi che caratterizzano il rapporto di lavoro subordinato sono: 1. Vincolo di subordinazione: il lavoratore deve svolgere la sua attività secondo gli ordini. 2. Collaborazione: rispetto dei diritti e degli obblighi che sorgono tra datore di lavoro e lavoratore. 3. Retribuzione: compenso spettante al collaboratore.
  6. 6. LA CLASSIFICAZIONE DEI LAVORATORISUBORDINATI I. DIRIGENTI II. QUADRI III. IMPIEGATI IV. OPERAI V. Accanto ad ogni categoria si collocano gli APPRENDISTI
  7. 7.  Fonti normative dei rapporti di lavoro: loro fondamento nella Costituzione seguono ordine gerarchico: • Costituzione stabilisce i principi generali sulla tutela dei lavoratori • Legge ordinaria principali diritti e obblighi • Leggi speciali • Decreti legislativi • Contratti collettivi nazionali • Contratti integrativi aziendali • Regolamenti interni • Gli usi e le consuetudini applicati in mancanza di legge
  8. 8. I CONTRATTI DI LAVORO: 1. I contratti di lavoro = stipulati tra le rappresentanze dei lavoratori e quelle dei datori di lavoro. Costituiti da : parte normativa e parte economica 2. La contrattazione collettiva : accordi integrativi aziendali. 3. Contratti individuali : stipulati direttamente. Durata : - tempo determinato - tempo indeterminato
  9. 9. GESTIONE DEL PERSONALE : POLITICHE DELPERSONALE E I LORO OBIETTIVI Gestione risorse umane = insieme di decisioni;• Obiettivi delle politiche del personale: Attivazione politica retributiva Adozione di particolari sistemi ( comunicazione e informazione ); Miglioramento del “fattore lavoro” ; Organizzazione di servizi sociali a favore dei dipendenti ( asili nido, circoli ricreativi, ecc.)
  10. 10. Realizzazione obiettivi : Caratteristiche dell’azienda(dimensione, prodotti, ecc.); Situazione del mercato lavoro ; Sistema scolastico ; Legislazione in materia di lavoro ; Politiche dei sindacati ;
  11. 11. LA PIANIFICAZIONE DELLE RISORSE UMANE E LE SUE FASIEfficace gestione del personale = accurato processo di programmazione e controllo.Molto importante :• Crescente complessità organizzativa precisa determinazione numerico - qualitativa del personale occorrente;• Forte necessità di lavoratori qualificati ;• Costo del lavoro.
  12. 12. Piano operativo le fasi:1. Fabbisogni di personale;2. Analisi delle disponibilità interne;3. Formulazione di un “ piano del personale ” ;4. Verifica del piano del personale nel tempo .
  13. 13. RICERCA, SELEZIONE, ASSUNZIONE DEL PERSONALEASSUNZIONE: tempo indeterminato; tempo determinato. Atto di assunzione : - la data, la durata del periodo di prova e durata del rapporto di lavoro. - La sede di lavoro e l’orario di servizio. - Le mansioni da svolgere - Tutte le eventuali altri condizioni contrattuali. Lavoratore datore di lavoro proprio codice fiscale e: - Carta d’identità - La scheda anagrafica professionale - La documentazione necessaria - La dichiarazione delle detrazioni fiscali spettanti
  14. 14. RICERCA, SELEZIONE, ASSUNZIONE DEL PERSONALE L’accoglienza ; L’inserimento ; Due tipi di contratto : - il contratto di apprendistato che si divide in varie voci: 1. Apprendistato per l’esplentamento del diritto; 2. Apprendistato professionalizzante ; 3. Apprendistato per l’acquisto di un diploma o per i percorsi di alta formazione.
  15. 15. - Il contratto di inserimento:• Giovani età compresa tra i 18 e i 29;• Lavoratori di età non superiore ai 32 anni ;• Lavoratori con più di 50 anni di età ;• Coloro che non intendono riprendere o intraprendere un’attivitàlavorativa;• Donne di qualsiasi età ;• Persone affette da un grave handicap.
  16. 16.  1. La formazione : - Le conoscenze specifiche - Le abilità e le applicazioni che servono a svolgere il lavoro nel modo migliore - Gli atteggiamenti e i comportamenti relativi al proprio ruolo - Le emozioni e i sentimenti 2. L’addestramento = corretto processo di formazione : - Analisi dei bisogni di formazione - Progettazione dell’intervento - Realizzazione dell’attività formativa - Controllo dei risultati ottenuti - Azione di ritorno.
  17. 17. ESTINZIONE DEL RAPPORTO DI LAVOROPrincipali cause: Dimissioni del lavoratore; Licenziamento individuale; Pensionamento per raggiunti limiti di età; Morte del lavoratore; Cessazione dell’attività aziendale; Scadenza del termine nel contratto a tempo det.; Licenziamenti collettivi.Prime due cause = forme di recesso unilaterale, per volontà di una delle due parti.Licenziamenti collettivi = consistono in riduzioni di personale a causa di crisi, ristrutturazioni o conversioni dell’azienda.
  18. 18. AMMINISTRAZIONE DEI RAPPORTIDI LAVOROInsieme delle attività riguardanti: Liquidazione delle retribuzioni spettanti ai lavoratori dipendenti; Gestione dei rapporti con gli enti previdenziali e assistenziali e con l’Erario; Tenuta delle scritture elementari facoltative e obbligatorie relative al personale.Il servizio del personale = compiti svolti da un apposito servizio del personale; può essere interno o esterno all’azienda.
  19. 19. Il servizio del personale = compiti svolti da un apposito servizio del personale;interno o esterno all’azienda 2 tipi di competenze:1. Di ordine organizzativa programmazione dei fabbisogni del personale2. Di ordine amministrativo riguardanti la liquidazione delle paghe e dei contributi sociali, le formalità connesse all’assunzione, la tenuta dei libri obbligatori, i rapporti sindacali, ecc.
  20. 20. Contabilità del personale = Ufficio del personale : Adempimenti previdenziali e fiscali ; Raccolta e aggiornamento dei dati per calcolo delle retribuzioni e del TFR; Liquidazione delle retribuzioni e degli oneri contributivi; Compilazione dei documenti originari ; Conservazione dei documenti ; Tenuta dei libri obbligatori.
  21. 21. Dati del personale “caricati” in:Archivio anagrafico del personale ;Archivio tabelle contrattuali;Archivio delle tabelle contributive e fiscali.
  22. 22. LIBRI OBBLIGATORILa legislazione soc. impone alle az. :1. LIBRO UNICO DEL LAVORO Cod. fisc., qualifica e livello di inquadramento contrattuale e data di assunzione; Retribuzione base, posizioni assicurative e previd.; Trattenute effettuate e detrazioni fiscali; Dati relativi agli assegni per il nucleo familiare.2. LIBRO DEGLI INFORTUNI;
  23. 23. La tenuta e la conservazioneavviene con uno dei 3 sistemi:Elaborazione e stampa meccanografica;A stampa laser;Su supporti magnetici.
  24. 24. FORME E ELEMENTI DELLE RETRIBUZIONI La retribuzione : - Per il datore di lavoro = costo della produzione; - Per il lavoratore = risorsa fondamentale per soddisfare i suoi bisogni Diverse le forme di retribuzione: 1. La retribuzione a tempo ; 2. La Retribuzione a cottimo : - conferimento al numero delle unità prodotte - conferimento a una certa produzione da effettuare in un dato tempo 3. La retribuzione a provvigione ; 4. La retribuzione con partecipazione agli utili.
  25. 25. Retribuzione corrente:Elementi quelli che vengono liquidati al termine di ogni periodo di paga.1.La retribuzione base: prevista dai contratti collettivi di lavoro;2. L’indennità di contingenza: elemento il cui importo periodicamente modificato ;3. Gli scatti di anzianità: aumenti previsti da molti contratti collettivi ;4. Il premio di produzione: incentivo collettivo ;5. Il superminimo individuale : elemento retribuzione previsto dal contratto individuale ;6. Le indennità varie: retribuzioni aggiuntive ;7. Il compenso per lavoro straordinario: lavoro straordinario.
  26. 26. La retribuzione differita :ma in specifiche circostanze:1. La gratifica natalizia o 13mensilità ;2. Altre mensilità aggiuntive:(quattordicesima, quindicesima);3. Trattamento di fine rapporto.
  27. 27. LE ASSICURAZIONI SOCIALI Assicurazioni soc. obbligatorie = art. 38 Cost. << tutti i lavoratori devono essere assicurati in caso di malattia, infortunio, disoccupazione involontaria …>> Costo = Contributi Previdenziali; il datore è obbligato a versare agli Istituti di Previdenza: Riscossione dei contributi previsti dalla legge; Erogazione delle prestazioni di loro competenza; Controllo degli adempimenti a carico dei dat. di lav.Sono gestite da: INPS e INAIL.
  28. 28. INPS = (1935) ente di diritto pubblico. Gestioni:1. Assicurazione obbligatoria per l’invalidità, vecchiaia e superstiti ( IVS );2. Ass. sociale conto la disoccupazione involontaria (DS);3. Cassa assegni x il nucleo familiare (CUAF) : NUCLEO FAMILIARE ; REDDITO DEL NUCLEO FAMILIARE4. L’assicurazione per l’assistenza malattia ;5. L‘ass. di maternità ;6. La cassa integrazione guadagni ( CIG ) ;7. Il fondo di garanzia del TFR;8. Fondo di Tesoreria x erogazione del TFR ai dipendenti del settore privato ;
  29. 29. Contributi INPS:Calcolati in base al settore di attività e variano nel tempo. La base è la retribuzione globale.Dat. lav – INPS – Denuncia mensile delle retribuzioni, con indicazione:Somme a DEBITO = contributi dovuti;Somme a CREDITO = anticipazioni x conto dell’INPS da parte dell’az.Va presentata in via telematica con il modello DM10/2.
  30. 30. INAIL:Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Si presenta la Denuncia di esercizio dove si indica l’inizio dell’attività e si indicano la natura dei lavori che saranno svolti.Contributi:Interamente a carico del datore e calcolati in via provvisoria. Entro il 16/02 di ogni anno, l’az. deve versare:Conguaglio relativo all’anno precedente ;Premio provvisorio anticipato relativo all’anno in corso.Per il versamento unificato di contributi e tributi si compila il modello F24.Cessazione attività = comunicato entro il 16 del secondo mese successivo alla cessazione.
  31. 31. RITENUTE FISCALI & DETRAZIONI D’IMPOSTA Le retribuzioni dei lavoratori dipendenti sono soggette all’IRPEF. La retribuzione si calcola: 1. REDDITO MENSILE ; 2. Reddito Mens – ONERI DEDUCIBILI = Imponibile Fiscale; 3. Applicando all’imp. Fisc. Le aliquote IRPEF progressive x scaglioni di reddito annuo = IMPOSTA LORDA; 4. Importo netto della RITENUTA FISCALE = sottraendo le detr. d’imp. previste dalla legge; L’IRPEF, trattenuta mensilmente, è una ritenuta d’acconto; ogni anno devono effettuarsi i CONGUAGLI. Insieme va anche calcolata l’ADDIZIONALE REGIONALE. Troviamo anche l’ADD. COMUNALE, con regole complesse : Acconto pari al 30 % dell’importo + l’aliq. del Comune; Saldo a debito nell’anno successivo in un max di 11 rate. Detrazioni x carichi familiari = Coniuge; Figli; Altre persone a carico tra quelle indicate nell’Art. 433 C.C .
  32. 32. TFR: determinazione e rilevazioneCalcolo: diritto del dipendente in caso di cessazione del rapporto di lavoro nel seguente modo:1. Si calcola x ciascun anno di servizio una quota annua che può qualificarsi come quota capitale del TFR.2. Al 31/12 di ogni anno, le somme maturate fino al 31/12 dell’anno precedente e rimaste in az. non sono destinate ai fondi pensione ma vengono rivalutate.La quota annua viene poi diminuita dall’importo del contributo aggiuntivo per il fondo pensioni.La scelta in direzione della previdenza complementare e irrevocabile, può riguardare tutto il TFR maturando solo una parte di esso e può essere esplicita o tacita.
  33. 33. Anticipazioni: può essere richiesta dai lavoratori con almeno 8 anni di servizio presso lo stesso datore di lavoro, ma non > al 70 % di quanto maturato sino al gg della richiesta. Deve essere giustificata dalla necessità di: cure mediche straordinarie documentate dalle competenti strutture pubbliche; acquisto della prima casa di abitazione per sé o per i propri figli.
  34. 34. Liquidazione: Costituisce un reddito assoggettato a tassazione separata, al quale si applica un trattamento tributario particolare che prevede 2 momenti:1. una ritenuta provvisoria, operata dall’az. alla cessazione del rapporto di lavoro;2. una successiva riliquidazione dell’imposta da parte degli uffici finanziari.
  35. 35. VOCI RELATIVE AL PERSONALE NEL BIL. D’ES. STATO PATRIMONIALE = voci che esprimono posizioni creditorie ( ATTIVO CIRCOLANTE ) o debitorie ( PASSIVO : C = TFR; D = debiti) derivanti dai rapporti con il personale, con gli Enti di previdenza e con l’Erario. CONTO ECONOMICO = costi del personale che compaiono nell’area B = costi della produzione. Nel Bilancio in forma abbreviata 9c), 9d) e 9 e ) possono essere “raggruppate”, sommando i valori. NOTA INTEGRATIVA = evidenzia le variazioni intervenute nel corso dell’es. nell’ammontare dei debiti x il TFR; possono essere dovute a :1. accantonamento della quota di competenza x l’es.;2. utilizzi x trattamenti corrisposti ai dipendenti che hanno lasciato l’az.;3. utilizzi x anticipazioni sul TFR accordate ai dipendenti.Occorre anche indicare il num. medio dei dipendenti ripartito x categorie.

×