Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Rete AUMIRE, Mirella Paglialunga, Alessia Quadrini, Clara Cavalieri, I linguaggi della creatività per il miglioramento della cultura

142 views

Published on

Rete AUMIRE, Mirella Paglialunga, Alessia Quadrini, Clara Cavalieri, I linguaggi della creatività per il miglioramento della cultura

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Rete AUMIRE, Mirella Paglialunga, Alessia Quadrini, Clara Cavalieri, I linguaggi della creatività per il miglioramento della cultura

  1. 1. I linguaggi della creatività per il miglioramento della cultura Ogni bambino è un’artista. Il problema è poi come rimanere un’artista quando si cresce. P. Picasso Palermo, 30 maggio 2018
  2. 2. Scuola secondaria di I^ «E. Mestica» Scuola Primaria San Marone Scuola dell’Infanzia «Cipì» Scuola dell’Infanzia «Lo Scoiattolo» Scuola Primaria Santa Maria Apparente Scuola dell’Infanzia «La Coccinella» ISTITUTO COMPRENSIVO «VIA TACITO» Civitanova Marche Coordinamento Au.Mi.Re.
  3. 3. Lingue e linguaggi: una rete di colori Murales… che passione!!! Fantastica arte… in tutte le sue forme Scuola dell’infanzia OBIETTIVI DI PROCESSO Progettare e utilizzare strumenti per la metacognizione finalizzati allo sviluppo delle potenzialità di ciascuno. Attuare una didattica per gruppi di lavoro, eterogenei e/o omogenei con la presenza di tutor d'aula: alunni e/o docenti. Coordinamento Au.Mi.Re.
  4. 4. DESTINATARI: scuola dell’infanzia - tutte le sezioni scuola primaria - gruppi del laboratorio comunicativo-espressivo scuola secondaria - tutte le classi terze TEMPI DI ATTUAZIONE: scuola dell’infanzia - intero anno scolastico scuola primaria - n.4 settimane, per un totale di ore 60 scuola secondaria - primo quadrimestre ideazione e progettazione dell’opera secondo quadrimestre posa in opera del lavoro Le attività si sono svolte in orario curricolare, per piccoli gruppi eterogenei per livello. La scuola secondaria ha attivato anche un laboratorio extracurricolare. RISORSE: docenti di classe/sezione docenti del potenziamento docenti dei laboratori opzionali manipolativi-espressivi docenti Educazione Artistica Scuola Secondaria 1° Grado personale ATA PROGETTO ARTE E IMMAGINE Coordinamento Au.Mi.Re.
  5. 5. Infanzia Primaria Secondaria di I^ Scegliere materiali e strumenti in relazione al progetto da realizzare Scoprire l’esistenza di più linguaggi per esprimersi Esprimere la propria creatività e le proprie emozioni attraverso il linguaggio verbale e non […] Percepire le potenzialità espressive di materiali e tecniche diverse […] Acquisire una manualità appropriata agli strumenti utilizzati Sviluppare il senso estetico Interagire e cooperare nel piccolo gruppo per fini comuni Imparare a leggere le opere d’arte e rafforzare la preparazione culturale Comunicare attraverso un nuovo linguaggio iconico e nuove sperimentazioni tecniche Acquisire sensibilità e consapevolezza nei confronti del patrimonio artistico […] Cooperare per una progettazione comune Conoscere la tecnica del murales Capacità di leggere e comprendere le immagini e le creazioni artistiche dell’Arte Ravennate-Bizantina PROGETTO ARTE E IMMAGINE - OBIETTIVI Coordinamento Au.Mi.Re.
  6. 6. PROGETTO ARTE E IMMAGINE - ATTIVITÀ Infanzia Primaria Secondaria di I^ Produzioni grafico-pittoriche e plastiche attraverso l’uso di tecniche diverse Attività finalizzate alla condivisione di spazi e tempi e alla negoziazione di regole comuni  Uso e manipolazione di materiale vario  Produzioni con materiali di riciclo e occasionali  Espressione corporea e musicale (cantare, suonare, muoversi insieme)  Realizzazione di oggetti per il mercatino della solidarietà  Dipingere, disegnare, ritagliare, incollare, decorare e creare  Osservazione guidata di opere d’arte e riproduzione in modo personale delle stesse *immagini  Uso e manipolazione di materiali vari (Das, pongo, pasta sale, sabbia ecc) Step 1 - Fase ideativa dei Murales • Conoscenza del genere di pittura murale e delle diverse tecniche di realizzazione • Ideazione e realizzazione di disegni inerenti la tematica del Progetto Step 2 - Fase organizzativa dei Murales (docenti) • Scelta dei disegni realizzati dai bambini • Preparazione della matrice • Riproduzione della matrice sulle superfici Step 2 - Fase organizzativa dei Murales (alunni) • Sperimentazione della composizione di diverse gamme di colori con i colori primari • Sperimentazione di differenti tecniche di coloritura, sfumature, pittura multidimensionale e tridimensionale • Uso di pennelli di diversa grandezza per la campitura su superfici orizzontali Step 3 - Fase esecutiva di pittura Murales • Condivisione di spazi e tempi e negoziazione di regole comuni. • Pittura dei paesaggi preparati sulle superfici • Controllo dello svolgimento del lavoro attraverso il confronto con la matrice realizzata  Attività percettivo-visive: osservare e descrivere gli elementi formali presenti in opere musive e murales  Riconoscere i codici e le regole compositive presenti nelle opere d’arte  Creazione di composizioni espressive, creative e personali.  Produzione di elaborati per ideare e progettare il mosaico/murales con materiali e tecniche grafiche diversi.  Sperimentazione dell’utilizzo integrato di più codici, tecniche e strumenti della comunicazione per creare messaggi espressivi Fase esecutiva Step 1: progetto grafico dei pannelli Step 2: realizzazione delle opere Step 3: montaggio delle opere sulla parete Coordinamento Au.Mi.Re.
  7. 7. Giochi con i colori nelle scuole dell’infanzia Coordinamento Au.Mi.Re.
  8. 8. “Papaveri” di Claude Monet Pieter Cornelis Mondriaan Coordinamento Au.Mi.Re.
  9. 9. «Girasoli» di Vincent Van Gogh Coordinamento Au.Mi.Re.
  10. 10. Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare Coordinamento Au.Mi.Re. Scuole primarie
  11. 11. Artisti all’opera Coordinamento Au.Mi.Re.
  12. 12. Lavori conclusi Coordinamento Au.Mi.Re.
  13. 13. Coordinamento Au.Mi.Re.
  14. 14. Coordinamento Au.Mi.Re.
  15. 15. Coordinamento Au.Mi.Re.
  16. 16. Documentazione Coordinamento Au.Mi.Re.Scuola secondaria di primo grado Guarda il video
  17. 17. Lingue e linguaggi: una rete di colori Tra il dire e il mare Tra palco e realtà Scuola dell’infanzia OBIETTIVI DI PROCESSO Progettare e utilizzare strumenti per la metacognizione finalizzati allo sviluppo delle potenzialità di ciascuno. Attuare una didattica per gruppi di lavoro, eterogenei e/o omogenei con la presenza di tutor d'aula: alunni e/o docenti. Coordinamento Au.Mi.Re.
  18. 18. DESTINATARI: scuola dell’infanzia - tutte le sezioni scuola primaria - tutte le classi terze (organizzate in gruppi sezione e gruppi laboratorio) scuola secondaria - tutte le classi (organizzate in gruppi sezione e gruppi laboratorio extracurricolare) TEMPI DI ATTUAZIONE: intero anno scolastico Le attività si sono svolte in orario curricolare, per piccoli gruppi eterogenei per livello. La scuola secondaria ha attivato anche un laboratorio extracurricolare. RISORSE: docenti di classe/sezione docenti del potenziamento personale ATA esperti esterni: Consulente musicale Consulenti teatrali Esperti della Polizia Postale di Macerata Esperti dell’ASUR collaborazione con l’Ente Locale PROGETTO TEATRALE Coordinamento Au.Mi.Re.
  19. 19. Infanzia Primaria Secondaria di I^  Esprimere la propria creatività e le proprie emozioni attraverso il linguaggio verbale e non  Scoprire l’esistenza di più linguaggi per esprimersi  Sviluppare il piacere della fruizione di opere musicali e artistiche  Utilizzare il corpo, la voce e gli strumenti per imitare, riprodurre, inventare suoni, ritmi e melodie  Conoscere se stessi e gli altri per favorire l’interazione tra pari e adulti.  Conoscere e utilizzare codici comunicativi diversi.  Sviluppare la creatività e la fantasia attraverso la ricerca di soluzioni personali e originali.  Esprimere il valore dei fondamentali principi di cittadinanza mediante una molteplicità di linguaggi.  Promuovere la conoscenza del mare come elemento fondamentale del proprio territorio e della propria cultura. o Favorire nell'alunno la maturazione dell’identità personale:  Potenziare il rispetto e la stima di sé e dell’altro  Promuovere la partecipazione attiva  Promuovere la consapevolezza dell’importanza del proprio ruolo all’interno di un gruppo  Sperimentare lo strumento del dialogo come mezzo per risolvere i conflitti  promuovere l'apprendimento meta-cognitivo  valorizzare le potenzialità di ognuno. o Conoscere i pericoli della rete, promuovendo atteggiamenti adeguati per farne un uso corretto o Coinvolgere le famiglie nel processo formativo e offrire loro una eventuale consulenza PROGETTO TEATRALE - OBIETTIVI Coordinamento Au.Mi.Re.
  20. 20. PROGETTO TEATRALE - ATTIVITÀ Infanzia Primaria Secondaria di I^  Giochi e attività per l’accettazione di sé e dell’altro  Riconoscere il proprio corpo e rappresentare il corpo fermo e in movimento.  Giochi di gruppo, anche con l’uso di piccoli attrezzi  Attività specifiche per la scoperta e l’analisi delle emozioni  Letture e conversazioni guidate  Giochi per il controllo del gesto e valutazione del pericolo  Giochi di movimento accompagnati anche dalla musica  Giochi di movimento per la comunicazione espressiva, individuali e di gruppo FASE PROPEDEUTICA Giochi di ruoli Attività di improvvisazione Giochi di mimo e di imitazione Ascolto e riproduzione di ritmi e suoni Comunicazione attraverso il linguaggio corporeo Recitazione di filastrocche e scioglilingua per migliorare la dizione Attività per modulare la voce FASE IDEATIVA Strutturazione del canovaccio Ideazione e produzione di bozzetti per i costumi e la scenografia Scrittura della sceneggiatura FASE RAPPRESENTATIVA Candidature per il ruolo da svolgere nella rappresentazione Assegnazione delle parti Prove di drammatizzazione Coreografie Canti Realizzazione scenografie e costumi Assemblamento dello spettacolo Attività per gli alunni: o Informazione-formazione da parte dei promotori (Polizia Postale, Asur) o Attività di supporto educativo in classe per situazioni di disagio comportamentale. o Attivazione del laboratorio teatrale opzionale pomeridiano con l’esperto o Attivazione di percorsi nelle singole classi, con i docenti di diverse discipline sul tema “La rete: i pericoli e il corretto modo di utilizzarla” e realizzazione di elaborati sul tema o Allestimento e messa in atto di uno spettacolo teatrale al teatro Cecchetti di Civitanova o Allestimento di una mostra delle opere realizzate Supporto ai genitori Sportello di consulenza psico-pedagogica Interventi informativi della Polizia Postale Coordinamento Au.Mi.Re.
  21. 21. Attività nelle scuole dell’infanzia Coordinamento Au.Mi.Re.
  22. 22. Coordinamento Au.Mi.Re.
  23. 23. Coordinamento Au.Mi.Re. Da «La Gazzetta di Via Tacito» […] Sulla scena del Rossini si sono così avvicendate le gesta eroiche di ULISSE, ammaliato dalle misteriose sirene e salvato dai suoi prodi e fedeli marinai; poi è stata la volta di SCILLA, che da graziosa ninfa venne trasformata dalla terribile Circe in Cariddi; il viaggio è quindi proseguito sulla rotta di COLOMBO, navigatore visionario, che per primo varcò la soglia di un mondo ancora sconosciuto e inesplorato e infine è stata la volta del misterioso CAPITANO NEMO che, al timone del leggendario Nautilus, intraprese un viaggio fantascientifico percorrendo, non visto, agli occhi del mondo, 20000 Leghe sotto i mari. FU SOGNO O REALTÀ? Questa la domanda che Jules Verne consegnava ai suoi lettori e che ciascun spettatore ha fatto propria quella sera, assistendo alla meravigliosa performance dei nostri piccoli, grandi attori. E per quanto riguarda i viaggiatori moderni? Ora si naviga sulle onde del web, in tempo reale, ma sospinti ancora dalla stessa volontà di conoscere e dal desiderio di vivere in un mondo migliore, sorretti dalla fiducia nell’uomo e nel futuro… E come suggeriva Steve Jobs «L’IMPORTANTE È AVERE IL CORAGGIO DI SEGUIRE SEMPRE IL NOSTRO CUORE, LA NOSTRA CURIOSITÀ E L’INTUIZIONE…ESSI SANNO DOVE CONDURCI.» […] Scuole primarie
  24. 24. Coordinamento Au.Mi.Re.
  25. 25. Coordinamento Au.Mi.Re. Gli alunni sono i destinatari e insieme i realizzatori concreti del progetto stesso, che mira a sviluppare al massimo tutte le loro potenzialità, fornendo opportunità educative e favorendo la socializzazione. Tutti i materiali prodotti sono frutto delle personali elaborazioni e rielaborazioni, da parte degli studenti, degli stimoli condivisi nei momenti laboratoriali-didattici relativi al progetto stesso. Scuola secondaria di primo grado
  26. 26. Coordinamento Au.Mi.Re. …
  27. 27. Coordinamento Au.Mi.Re. Guarda lo spot
  28. 28. Lingue e linguaggi: una rete di colori Si Fa Coro Orchestra che passione FaRe Band Scuola dell’infanzia OBIETTIVI DI PROCESSO Progettare e utilizzare strumenti per la metacognizione finalizzati allo sviluppo delle potenzialità di ciascuno. Attuare una didattica per gruppi di lavoro, eterogenei e/o omogenei con la presenza di tutor d'aula: alunni e/o docenti. Coordinamento Au.Mi.Re.
  29. 29. Coordinamento Au.Mi.Re.

×