Muscato, seminario castelbuono

522 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
522
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Muscato, seminario castelbuono

  1. 1. INDICAZIONI PER IL CURRICOLO E CITTADINANZA ATTIVA Castelbuono (PA) 24 luglio 2012Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 1
  2. 2. Riflettiamo insieme Cittadinanza attiva : riconoscere accanto ai diritti e doveri, poteri e responsabilità  accompagnare i giovani in percorsi di realizzazione concreta di tutela dei diritti  fornire loro conoscenze e strumenti  Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 2
  3. 3. Un passo indietro   D.P N. 104 del 12/02/1985 «Nuovi programmi .R. per la scuola elementare»   I PARTE: «Educazione alla convivenza democratica»   …La scuola sollecita gli alunni a divenire consapevoli delle proprie idee e responsabili delle proprie azioni…   ...ha il compito di sostenere l’ alunno nella progressiva conquista della sua autonomia di giudizio, di scelte e di assunzioni di impegni e nel suo inserimento attivo nel mondo delle relazioni interpersonali.Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 3
  4. 4. Finalità istituzionali della scuola Far acquisire i saperi e le Promuovere competenze lo sviluppo sociale essenziali a tutti i   affermare la cultura giovani per un della legalità consapevole esercizio  diffondere la dei diritti di cittadinanza attiva cittadinanza   prevenire e contrastare la violenza dentro e fuori la scuola.Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 4
  5. 5. Compito della Scuola   Promuovere la cultura della cittadinanza attiva e della legalità, attraverso esperienze di democrazia praticata   Favorire la prevenzione di comportamenti violenti, attraverso lutilizzo di strumenti e tecniche democratiche   Istruzione ed educazione: leve per dare possibilità di futuro, premessa per ogni percorso partecipativo, di democrazia e di responsabilizzazione. “Formare l’uomo e il cittadino”Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 5
  6. 6. Soggetti   Alunni   Adulti   docenti   Siamo tutti coinvolti perché siamo tutti in cammino, alla ricerca, dentro il flusso della conoscenza e della formazione, che non è mai completa in quanto dura tutta la vita.Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 6
  7. 7. Consiglio per la cooperazione europea nel settore dellistruzione e della formazione- 12 maggio 2009 ( ET 2020) 4 obiettivi strategici 1. fare in modo che lapprendimento permanente e la mobilità divengano una realtà; 2. migliorare la qualità e lefficacia dellistruzione e della formazione; 3. promuovere lequità, la coesione sociale e la cittadinanza attiva; 4. incoraggiare la creatività e linnovazione, compresa limprenditorialità, a tutti i livelli dellistruzione e della formazione.Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 7
  8. 8. Dal quadro strategico per la cooperazione europea nel settore dellistruzione e della formazione del Consiglio d’Europa “L’obiettivo della cooperazione europea dovrebbe essere quello di sostenere lulteriore sviluppo dei sistemi di istruzione e formazione degli Stati membri che sono volti a garantire: a) la realizzazione personale, sociale e professionale di tutti i cittadini; b) una prosperità economica sostenibile e loccupabilità, promuovendo nel contempo i valori democratici, la coesione sociale, la cittadinanza attiva e il dialogo interculturale “Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 8
  9. 9. Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 9
  10. 10. Indicazioni Nazionali per il curricolo 2012: principi, obiettivi e profilo dello studente in uscitaDirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 10
  11. 11. Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo 2012 - Principi e finalità Mobilità sociale Formazione della persona Capacità e merito per le pari opportunità La scuola come fattore di sviluppo Curricolo Standard relativi alla qualità Parole - chiave … Libertà di insegnamento Autonomia funzionale Sistemi di valutazione e Norme comuni per controllo obiettivi generali e specifici di apprendimentoDirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 11
  12. 12. Dalle “Indicazioni Nazionali” e dalle “Indicazioni per il curricolo” alle “Indicazioni nazionali per il curricoloDirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 12
  13. 13. Obiettivo di fondo della scuola Formare saldamente ogni persona sul piano cognitivo e culturale per affrontare l’incertezza e la mutevolezza degli scenari culturali e professionali, presenti e futuri.Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 13
  14. 14. Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo 2012 – Il profilo in uscita Possesso delle Autonomia e otto competenze chiave senso di responsabilità Padronanza della lingua italiana Esprimersi in due lingue europee Utilizzazione delle Rispetto delle regole Cosa non deve Tecnologie comunicative mancare… Utilizzazione di una lingua europea Possesso di conoscenze nell’uso delle tecnologie di base e di nozioni dell’informazione e della comunicazione Interpretazione della realtà Originalità e spirito Impegno in ambito attraverso la logica di iniziativaespressivo e artistico matematicaDirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 14
  15. 15. Coloriamo il nostro futurodai contenuti…alle regole dai saperi …alle scelte dai modelli formativi … al senso esistenziale dall’ esperienza …alla riflessionedal confronto …alla crescita dal… al… Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 15
  16. 16. Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 16
  17. 17. Dirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 17
  18. 18. GRAZIE PER LA CORTESE ATTENZIONEDirigente Scolastico Prof.ssa G. Muscato 18

×