Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
I logaritmi furono introdotti
da Nepero all'inizio del 1600, e trovarono
subito applicazione nelle scienze e
nell'ingegner...
NEPER
O
• John Napier, noto come Giovanni Nepero o,
più spesso, semplicemente Nepero (1550 –
1617), è stato un matematico,...
EULERO
Leonhard Euler, noto in Italia come Eulero (1707 –
1783), è stato un matematico e fisico svizzero.
È noto per esser...
Eulero
introdusse
moltissime
notazioni in uso
ancora oggi, per
primo usò la
lettera e per
indicare la base
dei logaritmi
n...
Poiché e non è
esprimibile
come frazione o
come numero
decimale
periodico, ha
una espressione
con 55 cifre
decimali di cui...
• In matematica, il logaritmo di un numero in una data base è
l'esponente al quale la base deve essere elevata per ottener...
Le proprietà
• Il logaritmo di un prodotto e' uguale alla somma dei
logaritmi dei singoli fattori. loga(b·c) = loga b + lo...
Alice Pomes
Noemi Attanasio
Annachiara Piccinni
I logaritmi pomes-piccinni-attanasio
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

I logaritmi pomes-piccinni-attanasio

60 views

Published on

presentazione sui logaritmi

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

I logaritmi pomes-piccinni-attanasio

  1. 1. I logaritmi furono introdotti da Nepero all'inizio del 1600, e trovarono subito applicazione nelle scienze e nell'ingegneria, soprattutto come strumento per semplificare calcoli con numeri molto grandi, grazie all'introduzione di tavole di logaritmi. La prima di esse fu completata da Henry Briggs nel 1617, subito dopo l'invenzione di Nepero. Successivamente, furono scritte altre tavole con diversi scopi e precisione.
  2. 2. NEPER O • John Napier, noto come Giovanni Nepero o, più spesso, semplicemente Nepero (1550 – 1617), è stato un matematico, astronomo e fisico scozzese, celebre per l'introduzione del logaritmo naturale. • Non era un matematico di professione, bensì un ricco proprietario terriero scozzese di nobile famiglia. Nepero stesso ci informa di aver studiato i logaritmi per venti anni, fino a pubblicare nel 1614 la Descrizione della regola meravigliosa dei logaritmi.
  3. 3. EULERO Leonhard Euler, noto in Italia come Eulero (1707 – 1783), è stato un matematico e fisico svizzero. È noto per essere tra i più prolifici di tutti i tempi e ha fornito contributi storicamente cruciali in svariate aree tra cui la teoria dei numeri. Sembra che Pierre Simon Laplace abbia affermato "Leggete Eulero; egli è il maestro di tutti noi". Eulero è stato senz'altro il più grande fornitore di "denominazioni matematiche", offrendo il suo nome a una quantità impressionante di formule, teoremi, metodi, criteri, relazioni, equazioni.
  4. 4. Eulero introdusse moltissime notazioni in uso ancora oggi, per primo usò la lettera e per indicare la base dei logaritmi naturali, una costante molto importante per via delle sue applicazioni in diversi campi. A suo nome quindi è ricordata questa notazione matematica. Si può supporre che e fu scelto perché iniziale della parola esponenziale.
  5. 5. Poiché e non è esprimibile come frazione o come numero decimale periodico, ha una espressione con 55 cifre decimali di cui ricordiamo le prime sei: 2,71828. In ambito internazionale e viene chiamato numero di Eulero, in Italia delle volte numero di Nepero.
  6. 6. • In matematica, il logaritmo di un numero in una data base è l'esponente al quale la base deve essere elevata per ottenere il numero stesso. • logab = x tale che ax = b • Per esempio log101000 = 3 poiché bisogna elevare 10 alla terza potenza per ottenere 1000. • I logaritmi possono anche essere negativi (a differenza della base a e dell'argomento b)
  7. 7. Le proprietà • Il logaritmo di un prodotto e' uguale alla somma dei logaritmi dei singoli fattori. loga(b·c) = loga b + loga c • Il logaritmo di un quoziente e' uguale alla differenza dei logaritmi dei singoli fattori. log a/b = log a – log b • Il logaritmo di una potenza e' uguale al prodotto dell'esponente per il logaritmo della base (la base e' riferita alla potenza, non al logaritmo) log an = n log a
  8. 8. Alice Pomes Noemi Attanasio Annachiara Piccinni

×