Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Content marketing su LinkedIn

578 views

Published on

Il processo in 7 step, dalla strategia alla misurazione, per fare content marketing su LinkedIn. Suggerimenti e best practice su come utilizzare al meglio i formati editoriali. Come utilizzare LinkedIn Publisher.

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Content marketing su LinkedIn

  1. 1. CONTENT MARKETING SU LINKEDIN Webinar Relatore: Leonardo Bellini 1 settembre ore 14.30
  2. 2. Leonardo Bellini Digitalmarketinglab.it LinkedinForBusiness.it Scrivetemi a: info@linkedinforbusiness.it
  3. 3. Prima di iniziare • Domande? Sì, dedicherò gli ultimi 10 minuti a rispondere • Registrazione? Sì, ti invierò le istruzioni via email • Feedback? Mandami i tuoi commenti e suggerimenti per i prossimi webinar
  4. 4. Perché pubblicare su LinkedIn?
  5. 5. Linkedin è il SN preferito per distribuire contenuti • l 96% dei B2B Marketer USA utilizza LinkedIn come il principale canale di content marketing • il 61% di essi lo trovano molto efficace.
  6. 6. La migliore Piattaforma di Publishing per il B2B
  7. 7. L’importanza delle Pagine aziendali • L’80% degli utenti LinkedIn afferma che desidera connettersi con le aziende su LinkedIn • I Buyer sono per il 50%+ più propensi ad acquistare da aziende che seguono su LinkedIn 7
  8. 8. Un dato di fatto • 83% dei consumatori nutre sentimenti “positivi”, riguardo un’azienda dopo aver letto contenuto personalizzato • 90% dei consumatori trova il custom content utile e li spinge a entrare in azione [DemandMetric, 2015]
  9. 9. Tre cose da fare (o da pensare) prima di partire....
  10. 10. 1. Parti dal tuo Profilo, dai tuoi obiettivi dalle tue competenze ed esperienze
  11. 11. 2. Pensa al tuo cliente/lettore ideale • A quali contenuti è maggiormente interessato? • Quali contenuti riterrà utili? • Quali problemi andrai a risolvere?
  12. 12. 3. Definisci un tua strategia editoriale (creation & curation) • Mostra la tua expertise • Scrivi di ciò che conosci, di cui sei esperto • Immagina chi coinvolgere nella Discussione che il tuo contenuto dovrebbe generare
  13. 13. CONTENT MARKETING STRATEGY Definire una content marketing strategy su LinkedIn
  14. 14. Prima di partire… • Perché il tuo team di digital Marketing dovrebbe investire su LinkedIn? • Chi intendi attirare e ingaggiare? • Hai definito le tue Buyer Personas? • Quali Metriche e Kpi per misurare i ritorni?
  15. 15. 1. Comprendi i tuoi obiettivi • Incremento brand awareness • Aumento reputazione e Thought leadership • Personal branding • Più lead e clienti… • Maggiore soddisfazione e clienti ripetuti • …..
  16. 16. 2. Definisci le Buyer Personas • È la rappresentazione del tuo cliente ideale • Prima di vendere vuoi conoscere: • con chi stai parlando • Come dovresti parlare con lei • Quali sono i contenuti per loro più utili e di valore?
  17. 17. https://blog.kissmetrics.com/wp- content/uploads/2015/09/persona-profile-graphic.png
  18. 18. 3. Verifica il livello organizzativo • Come la tua azienda usa i social media? • È parte integrante del marketing? • Come il tuo team di marketing usa i social media? • Quali tattiche di content marketing sembrano funzionare?
  19. 19. 4. Assegna i ruoli • La composizione del tuo Content marketing team è cruciale • 2 ruoli chiave: • Content Curator • Content Creator
  20. 20. Definisci ruoli e attività • Chi sarà il responsabile per la pubblicazione sulla Pagina aziendale? • Quale gruppo/i creerai su LinkedIn? • A quale/i ti iscriverai e parteciperai? • Quante volte al giorno posterai su LinkedIn?
  21. 21. 5. definisci una content strategy • È fondamentale per alimentare le conversazioni e la costruzione della credibilità del tuo brand e dei tuoi dipendenti • Non limitarti ai messaggi commerciali o auto- referenziali
  22. 22. Content Strategy Canvas https://www.empiricalproof.com/canvas/
  23. 23. https://www.mindmeister.com/503201808/content-creation-process
  24. 24. 3 step per creare il tuo piano editoriale
  25. 25. Segui la Regola 4-1-1 (Joe Pulizzi) • 4 contenuti utili scritti da altri (content curation) • 1 soft promotion: • Link a webinar aziendale • Ebook download • Infografica • 1 hard promotion: • Richiesta di demo • Richiesta di preventivo Joe Pulizzi, CMI Founder Permette di costruire fiducia ed educare la tua audience
  26. 26. Segui la regola 4-1-1 • 4 post educational o di intrattenimento • 1 post promozionale soft (Promozione di un evento) • 1 post promozionale hard (“guarda questa demo”)
  27. 27. Definisci il tuo tono di voce • Mostra il lato umano del brand • Adotta un tono professionale su LinkedIn • Scegli gli attributi dalla lista qui accanto
  28. 28. 6. Definisci il contenuti per le Personas • Crea una lista di almeno 5 macro-temi di interesse per le tue Buyer Personas • Se vendi sedie: 1. Ergonomia 2. Resistenza 3. Flessibilità 4. Durata 5. convenienza
  29. 29. Scomponi i sotto-temi • Per ciascun tema, fai brainstorming con i commerciali e il marketing per scomporre in sotto temi • Marketing digitale • Email marketing • Social media marketing • Mobile marketing • Search engine marketing
  30. 30. Seleziona le tipologie e le fonti Tipi di fonti: •Blog •Video •Pubblicazioni di settore •Fonti di news (Google news) •Testate online Una piattaforma di content curation ti permette di selezionare le fonti principali • Ti permette anche di eliminare fonti e parole che vorresti evitare Crea un elenco di parole da Evitare (stop-Words)
  31. 31. SpidWit.com – Content Curation Email alert per pubblicare contenuti in tema
  32. 32. Installa Pocket.com – Chrome extension
  33. 33. Crea Stream su Hootsuite per monitorare conversazioni per parola chiave
  34. 34. Crea Liste su Twitter
  35. 35. Mapping Content /Personas [Trap.it] Mappa i contenuti adeguati per ciascuna Buyer Persona. Inserisci l’Url dei contenuti già disponibili
  36. 36. Scrivi per tutti gli stadi del Funnel Content Marketing crea coinvolgimento, fiducia attraverso la veicolazione di messaggi di rilievo
  37. 37. Tieni conto del viaggio del tuo Follower • Pubblica contenuti differenti per ciascun stadio del funnel dei tuoi Company Follower 37 [Trap.it]
  38. 38. 6. Crea un content calendar § Che cosa possiamo creare? (own branded content) § Quale contenuti possiamo condividere? (external content) § Chi è il responsabile per quel tipo di contenuti? § Quando alcuni argomenti specifici sono di maggiore interesse? § Chi sarà il responsabile del follow-up?
  39. 39. Organizza il calendario • Update quotidiani: scegli un argomento /tipologia per ciascun giorno della settimana • Conversazioni quotidiane: • Scegli degli update che siano interessanti per la tua audience • Partecipa alle conversazioni nei Gruppi
  40. 40. Ottimizza i contenuti per desktop e Mobile • 47% del traffico su LinkedIn arriva da Mobile • I company update da Mobile possono generare un engagement rate fino 5 volte superiore 40
  41. 41. 7. Tieni conto delle Best Practices • 1 status update da lunedì a venerdì • Crea status update di almeno 25 parole • Posta la mattina fino a mezzogiorno • Evita la sera e i weekend • Condividi insight di settore • Condividi Listicles o Top Content Un tuo status update raggiunge mediamente il 20% dei tuoi follower
  42. 42. A cosa sono interessati gli utenti LinkedIn • 60% sono interessati a news di settore • 53% sono interessati a news di aziende • 43% sono interessati e nuovi prodotti e servizi
  43. 43. La lunghezza ideale del tuo status update dipende dalla target Audience (B2B o B2C) [Buffer Blog, 2015]
  44. 44. Posta nei giorni centrali della settimana Posta da martedì a giovedì, la mattina (7-8), attorno alle 12 o nel pomeriggio (17-18) 44
  45. 45. • Reach: quanti leggono i tuoi post? Quanti visualizzano il tuo Profilo • Engage: quanti e chi interagisce con i tuoi contenuti? Sono il tuo cliente ideale? • Convert: quanti cliccano e atterrano alla tua landing page? quanti si iscrivono alla tua newsletter e diventano tuoi clienti? Analizza i risultati, le metriche per il funnel
  46. 46. I formati editoriali su Linkedin
  47. 47. LinkedIn Content types Individual Status update LinkedIn Pulse LinkedIn Groups Discussions Slideshare Brand Company Update Showroom update Career Page Sponsored update Direct sponsored update
  48. 48. 6 formati editoriali • Status update • Company update • Post lunghi su LinkedIn Publisher • Sponsored Updates • Discussioni nei Gruppi • LinkedIn Slideshare Sulla pagina aziendale e vetrina puoi pubblicare e promuovere Company update
  49. 49. Come scrivere status update efficaci
  50. 50. Per un individuo: • Un tuo follower ha 81% di probabilità in più di aprire la tua InMail rispetto a un Non Follower Per un’azienda: • Il 71% dei follower di un Brand sarebbe interessato a lavorare in quella azienda Perché i LinkedIn Status updates [LinkedIn Blog, dic. 2015]
  51. 51. • Scrivi pensando ai benefici, non descrivere le caratteristiche del tuo prodotto 1. Spiega come puoi essere di aiuto alla tua audience
  52. 52. Nel tuo status update aggiungi: • Un link -> 2x engagement rate • Una foto -> +98% comment rate • YouTube Video -> +75% share rate 2. Aggiungi elementi multimediali
  53. 53. Expert Tip Aggiungi un’immagine con un link, invece di usare l’immagine piccola che proviene dall’articolo linkato. Solo Link Immagine + breve descrizione con Link
  54. 54. La tua pagina aziendale non è una conversazione unidirezionale, interagisci con la tua audience: • Fai domande su temi di cui sono esperti o una forte opinione • Rispondi ai commenti sul tuo feed (domande, osservazioni, critiche…) 3. Trova nuovi modi per ingaggiare la tua audience sulla tua Pagina aziendale
  55. 55. Scrivi su temi di tua pertinenza • se c’è una news attinente pubblica e condividi l’opinione dell’azienda sul fatto o news • Commenta ciò di cui le persone stanno parlando ora e stanno pensando a quel fatto 4. Non fossilizzarti sul tuo calendario. Fai diventare le News un tuo amico
  56. 56. Segui i temi di attualità e di settore che riguardano il tuo business e pubblica contenuti di commento
  57. 57. • Ci sono dei tuoi post che hanno funzionato meglio di altri? • La tua audience ha mostrato di preferire alcuni update sugli altri? • Analizza le metriche dei tuoi post (per company update e LinkedIn Pulse) • Rivedi la tua strategia editoriale e scrivi update che la tua audience ama… 5. Testa, testa e continua a testare
  58. 58. Sii conciso, applica le regole del giornalismo Inserisci all’inizio il succo del contenuto, applica la piramide invertita • Non usare tutti i 600 caratteri a disposizione • Scrivi un titolo efficace (sotto i 70 caratteri) e • un testo breve genera maggiore engagement
  59. 59. Inserisci una chiara call to action Inserisci un invito all’azione e un link per approfondire. IBM usa read come Url shortener Includere un link può portare fino a 2x l’engagement
  60. 60. Pubblica post con link pubblica post con link; i post con link ottengono fino al 45% in più di engagement
  61. 61. Fai delle domande Stuzzica l’engagement e i commenti, poni delle domande nei tuoi status update Avvia una conversazione di rilievo per la tua audience
  62. 62. Includi un’immagine Quando puoi includi sempre un’immagine o rich media (video o presentazione) La dimensione ideale per un’immagine di uno sponsored update è 800 X 400
  63. 63. Posta un video su YouTube Inserisci un link ad Video pubblicato su YouTube; aumenta del 75% il tasso di condivisione
  64. 64. Crea un Post lungo su LinkedIn 6 Imposta il linguaggio in inglese per visualizzare questa icona
  65. 65. 3 strategie per LinkedIn Pulse 1. scrivere su Pulse una intro, un abstract e poi rimandare al Blog per la lettura integrale 2. Scrivere su Pulse post lunghi, completi e distinti da quelli del Blog (con call to action verso il blog) 3. Scrivere su Pulse di temi di altra natura, non trattati sul tuo Blog La risposta vincente è la 2!
  66. 66. 6 consigli per il tuoi Post su LinkedIn • Scrivi su ciò che conosci, le tue opinioni, le tue esperienze • Scrivi spesso (3-4 company update al giorno) • Ricorda la tua audience, mantieniti nella sfera professionale. Non sei su Facebook • Scegli con cura il titolo: chiaro, breve e non ingannevole • Attribuisci, evidenzia crediti e fonti • Condividi (invia ad amici, condividi nei gruppi, condividi su Twitter, Facebook, Pinterest…)
  67. 67. 5 motivi per scrivere post lunghi 1. Raggiungere un pubblico professionale, internazionale, business oriented 2. Incrementare la tua immagine e reputazione (personal branding) 3. Rendere dinamico e più ricco il tuo Profilo LinkedIn 4. Farsi trovare da chi usa la ricerca avanzata su LinkedIn 5. apparire nelle SERP di Google
  68. 68. Corso LinkedIn for Business 2 days Milano, 10-11 ottobre 2016 Prezzo Early Bird: 397 € (fino a 10 SETTEMBRE) http://bit.ly/CorsoLFB2Days
  69. 69. Corso Online LFB – 7 webinar http://bit.ly/CorsoOnlineLFB Prezzo Early Bird 127€: (fino a 20 SETTEMBRE)
  70. 70. Corso LinkedIn for Business 1 day Milano, 9 novembre 2016 Prezzo Early Bird: 197€ (fino a 10 OTTOBRE) http://bit.ly/CorsoLFB1day
  71. 71. Acquista il libro=> • 35% di sconto e spese di spedizione gratuite • Codice promozionale: LINKEDIN http://www.webintesta.it/prodotto/come-usare-linkedin-per-fare-business/
  72. 72. Prenota una call gratuita http://linkedinforbusiness.it/contatti/prenota-una-call-gratuita/
  73. 73. www.Linkedinforbusiness.it @DMLAB leonardobellini@dml.it Prossimo Webinar: Social Selling con LinkedIn 8 settembre 14.30

×