Relazione Sistemi

407 views

Published on

Presentazione di sistemi per la scuola

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
407
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Relazione Sistemi

  1. 1. Per sistema operativo intendiamo quindilinsieme dei componenti software che hanno ilduplice scopo di gestire le risorse hardware esoftware del computer, e fare da interfaccia tralutente e lhardware.Assieme al processore, con cui è strettamentelegato, costituisce la cosiddetta piattaforma delsistema di elaborazione.
  2. 2. L’intero sistema può essere suddiviso in strati ,dove il livello inferiore è rappresentato dall’hardware, per poi susseguirsi sei diversi livelli. Essi sono :Il nucleo (o kernel);La gestione della memoria;La gestione delle periferiche;I file system;La shell dei comandi;E infine i programmi applicativi;
  3. 3. I primi Sviluppo di Nascita diElaboratori Unix e Fedora Core1elettronici, einvenzione dei concetto diTransistor OpenSource1945 1969 2003La Nascita dell’ InformaticaModerna 1955-1965 1991 Nascita dei primi Linux: sistemi Operativi Il primo progetto OpenSource Clicca qua per Andare
  4. 4. LA NASCITA DEI PRIMI ELABORATORI ELETTRONICI AVVENE FRA IL 1945 EIL 1955. ESSI OCCUPAVANO STANZE INTERE,ERANO COSTOSI,ED ESSENDOFATTE DI VALVOLE TERMOIONICHE SI GUASTAVANO MOLTO FACILMENTE
  5. 5. Tra il 1955 e il 1965, grazie alla rivoluzionaria invenzione del transistorgli elaboratori (chiamati mainframe) divennero abbastanza affidabili dapoter essere costruiti e venduti in serie, anche se erano comunquemacchine grosse e costosissime tanto che gli unici acquirenti possibilierano ancora una volta i Centri di Calcolo, le Università e le banche.
  6. 6. Torna al menù
  7. 7. DAI PRIMI ANNI 60 SI EBBE UNA PRIMA APPARIZIONE DEL SISTEMAOPERATIVO, CIOE’ COLUI CHE FA DA INTERMEDIARIO FRA LA MACCHINAE LE PRIME PERIFERICHE.
  8. 8. Nel 1962 Venne sviluppato MULTICS congiuntamente dal MIT, dallaGeneral Electric e dai Bell Laboratories, ed era in grado di supportarecentinaia di utenti in time-sharing. Se da un lato esistevano questisupercomputer dallaltro negli stessi anni vi fu lo sviluppo deiminielaboratori, dei quali un importante esponente fu il PDP-1 del 1961che costava "solo" 120.000 $ (cioè il 5% del prezzo di un IBM 7094) e cheebbe un gran successo. Per questi sistemi vennero progettati appositisistemi operativi, il più famoso dei quali fu senza dubbio UNIX.
  9. 9. Torna al menù
  10. 10. Unix è stato progettato nei Bell Laboratories (AT&T Corp.). Il primo sistema operativo che può definirsi a tutti gli effetti come "Unix" fu sviluppato da Ken Thompson nel 1969 per poter eseguire un programma chiamato "Space Travel" che simulava i movimenti del sole e dei pianeti, così come il movimento di una navicella spaziale che poteva atterrare in diversi luoghi.Lo sviluppo di Unix si deve in parte aun progettoprecedente, Multics, abbandonatoben presto dalla direzione dei BellLaboratories perché ritenuto troppocomplesso.
  11. 11. Il sistema operativo Unix può essere riassunto in base alle seguenti caratteristiche: · Multiutente; · Multiprogrammato; · Gestione della memoria virtuale; · Portabile; · Aperto; · Ambiente di sviluppo per programmi scritti in "C“;
  12. 12. AT&T permise che il codice sorgente di Unix venisse distribuitogratuitamente per fini di studio presso le università di tutto ilmondo.In breve tempo si formò una comunità mondiale a livello universitarioincentrata sullo sviluppo di nuove componenti e applicazioni per Unix.Grazie a questo processo, nel corso degli anni settanta videro la lucele prime sette versioni del sistema operativo.
  13. 13. In informatica, open source (termine inglese che significa sorgente aperta)indica un software i cui autori (più precisamente i detentori dei diritti) nepermettono, anzi ne favoriscono il libero studio e lapporto di modifiche daparte di altri programmatori indipendenti. Questo è realizzato mediantelapplicazione di apposite licenze duso.
  14. 14. Nei primi periodi degli anni ottanta moltiprogrammatori si rifiutarono di lavorare peruna società privata. Stallman che era uno diessi fondò nel 1985 la Free SoftwareFoundation (FSF), una organizzazione senzafini di lucro per lo sviluppo e la distribuzione disoftware libero. In particolare sviluppò unsistema operativo completo, compatibile conUNIX, ma distribuito con una licenza libera. Sitratta del progetto GNU, acronimo distinguersida UNIX, ovvero "GNUs Not UNIX". «Lobiettivo principale di GNU era essere software libero. Anche se GNU non avesse avuto alcun vantaggio tecnico su UNIX, avrebbe avuto sia un vantaggio sociale, permettendo agli utenti di cooperare, sia un vantaggio etico,rispettando la loro libertà.»
  15. 15. Benché Internet avesse visto la luce già negli annisettanta, è soltanto agli inizi degli anni novanta, con ladiffusione del protocollo HTTP che Internet cominciò adessere diffuso.Allinizio degli anni novanta, il progetto GNUnon aveva ancora raggiunto il suo obiettivoprincipale, mancando di completare il kernel del suosistema operativo (HURD). Ma fu questo anche il periodoin cui su internet circolava il codice di un kernel elaboratoda uno studente,da adattare a un sistema GNU/UNIX.Stiamo parlando del kernel LINUX.
  16. 16. Torna al menù
  17. 17.  La storia iniziò nel 1991 quando Linus Torvalds sviluppò un Kernel da adattare in un sistema GNU/Unix. Nel 1992 esce la prima versione la 0.12 che si presenta già relativamente stabile e in grado di supportare un pò di hardware. 1994:Esce la versione definitiva Linux 1.0. Nascono RedHat, Debian e SUSE. 1996:Esce la versione 2.0. Nasce la mascotte di Linux: TUX, il pinguino più famoso del mondo. 2003Linux ha indubbiamente conquistato un ruolo fondamentale tra i più diffusi sistemi operativi, a fianco di Microsoft e Apple.
  18. 18. Linux è un Sistema Operativoaffidabile, veloce, sicuro, gratuito.Ma è anche un Sistema Operativo multi-tasking, time-sharing, multiutente a memoriaprotetta.
  19. 19. I maggiori distributori dell’ambiente grafico di Linux sono:
  20. 20. Open Suse Linux Mint Fedora Ubuntu Debian
  21. 21. In informatica la shell (o terminale) è la parte di un sistema operativoche permette agli utenti di interagire con il sistemastesso, impartendo comandi e richiedendo lavvio di altri programmi. Esempio di un terminale
  22. 22. cmp Confronta due file, byte per byte.cat Concatena i file o li visualizza.mkdir Crea una directory.rm Elimina file.wc Conta righe, parole e caratteri.Whereis Comando di ricerca.date Visualizza o imposta la data.finger Visualizza informazioni sugli utenti.kill Termina un comando in esecuzione.cal Visualizza il calendario.
  23. 23. LsMvCpSudoChmod
  24. 24. Ls: é un comando che elenca informazioni su file ed il contenuto delledirectory.Sintassi:ls [opzioni] [file_o_directory1 …]Tra le opzioni significative vi sono:-a: Include nellelenco anche i file e directory il cui nome inizia per punto (che, perconvenzione, non sono normalmente mostrati).-d: Elenca le proprietà delle directory specificate come parametri invece di elencare il lorocontenuto . Mv: è un comando che serve per spostare file.Sintassi:mv file_da_spostare directory_di_destinazione
  25. 25. Cp: é un comando che serve per copiare file.Sintassi: cp [opzione] file_da_copiare directory_di_destinazioneOpzioni:-p: mantiene, se possibile, gli attributi del file;-v: attiva la modalità verbose, che visualizza in output quello che ilsistema ha fatto in seguito al nostro comando.Sudo: è un comando che permette di eseguire altri programmiassumendo lidentità (e di conseguenza anche i privilegi) di altri utenti. Sintassi: sudo [opzioni] [variabile1=valore1 …] Opzioni: -u: assume lidentità di utente invece che quella di root. -l: elenca i comandi che lutente corrente può eseguire tramite sudo.
  26. 26. Chmod: è un comando che modifica i permessi di file e directory.Sintassi: chmod [destinatario dei permessi]=[permessi] nomefilePermessi:r = lettura;w = scrittura; x = esecuzione;
  27. 27. Torna al menù
  28. 28. FEDORA è una distribuzione GNU/Linux curata dal Progetto Fedora, un progettoOpen Source sponsorizzato da Red Hat.Fedora è indicata per qualsiasi utilizzo poiché contiene tutti glistrumenti per lavorare in ambiente server, ma allo stessotempo è un sistema operativo USER-FRIENDLY.Il progetto di Fedora nacque dalla iniziativa di WarrenTogami, che necessitava di creare pacchetti RPM PackageManager di elevata qualità per Red Hat Linux.La prima release, Fedora Core 1, fu rilasciata il 5 novembre2003 ed integrava ancora il Kernel Linux 2.4.Unimportante versione è la Fedora Core 5 sui supporti diinstallazione sono presenti sia KDE che Gnome, oltre adunampia scelta di applicazioni essenziali comeOpenoffice,Gimp,Firefox.L’odierna versione di Fedora è la 16.0.
  29. 29. Utilizzare Yum è molto semplice. La sintassi è:yum comando [pacchetto1] [pacchetto2] [...]Ad esempio se volessimo installare un pacchetto, dovremmoeseguire: «yum install nomepacchetto»Questo calcolerà tutte le dipendenze e procederà conlinstallazione.Analogamente:«yum remove nomepacchetto»Rimuoverà il pacchetto scelto.Per aggiornare con facilità tutto il sistema si può usare:«yum update»Che provvederà anche qui a calcolare tutte le dovute dipendenze.
  30. 30. Torna al menù
  31. 31. Relazione realizzata da:

×