Guida turistica sulla danimarca

1,936 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,936
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
323
Actions
Shares
0
Downloads
17
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Guida turistica sulla danimarca

  1. 1. GUIDA TURISTICASULLA DANIMARCA@vepepaco
  2. 2. Avete mai sognato di fare un fantastico viaggio inDanimarca… Ecco la guida che fa per voi!!Qui troverete tutte le informazioni necessarie pervisitare e vivere al meglio la vostra vacanza!!Sommario:Pag. 3 CartinaPag. 4 Notizie generali - posizione e territorioPag. 5 Come arrivarePag. 6 PopolazionePag. 7 MorfologiaPag. 8 Aspetti istituzionaliPag. 9-10-11 Clima, flora, faunaPag. 12 Viaggiando per le cittàPag. 13-14-15-16-17 CopenaghenPag. 18-19 BillundPag. 20-21 StoriaPag. 22 Piatti tipiciPag. 23 Lo sportPag. 24 Cultura ed eventiPag. 25 Shopping in DanimarcaPag. 26 Itinerari e gite …Pag. 27 Qualche video per concludere …
  3. 3. NOTIZIE GENERALILa Danimarca (Danmark), ufficialmente Regno Unito diDanimarca, è uno Stato membro dellUnione europea. Posta anord della Germania, la Danimarca è lo stato più piccolo e piùmeridionale della Scandinavia.La capitale è Copenaghen.Lunica terra con cui confina è quella tedesca; si affaccia sul MarBaltico e sul Mare del Nord.La Danimarca appartiene ufficialmente alla Scandinavia, ma nonalla penisola scandinava; è composta principalmente dallapenisola dello Jutland, che si protende dal nord della Germania, eda numerose piccole isole a cui, generalmente, ci si riferiscechiamandole "larcipelago danese".Il Regno di Danimarca estende il controllo anche sullaGroenlandia e sulle isole Faer Oer o Foroyar, entrambe territoriche godono di unampia autonomia e sono governati daparticolari leggi secondo un sistema federale.
  4. 4. COME ARRIVARE…La Danimarca è facile da raggiungere con svariati mezzi.Esistono collegamenti efficienti e ottime vie di comunicazione.Il mezzo più rapido e abbastanza economico grazie allecompagnie low cost, è laereo. Il traffico aereo è quasi tuttoconcentrato sullaeroporto di Copenhagen Kastrup. Icollegamenti tra laeroporto Kastrup e la Stazione centrale diCopenhagen sono assicurati da treni, taxi e autobus. Il tragittoè breve e la frequenza dei mezzi di trasporto ottimale.In nave è possibile raggiungere la Danimarca dallaGermania. Durante i mesi estivi in Danimarca fanno scalo lenavi da crociera dirette nei mari del nord.In auto o moto i collegamenti per la Danimarca sono buoni,con ampi tratti autostradali che attraversano la Germania.Dal 1998 l’isola di Fyn è collegata allisola su cui sorgeCopenhagen da un ponte piuttosto lungo per attraversare ilquale si paga un pedaggio.Il viaggio in autobus è un po faticoso dallItalia, si puòutilizzare la Eurolines.
  5. 5. POPOLAZIONELa popolazione danese conta poco meno di 5 milioni e mezzo diabitanti e la densità media per chilometro quadrato e di 123abitanti.I danesi rappresentano più del 90% della popolazione (gli altrisono svedesi, tedeschi, nuovi immigrati); sono personesorridenti e spontanee, amano la loro terra e la trattano conmolto rispetto.Ovunque sarete i benvenuti! Si prospetta un incontro conabitudini e mentalità differenti e con un accentuato senso civicoche si esprime nei rapporti di tutti i giorni e nei rapporti con leistituzioni pubbliche.Gli aspetti che colpiscono di più il viaggiatore sono senzaltro ilrispetto verso la natura, lo sport praticato comunemente, ilsenso civico, lo humour, lassenza di condizionamenti modaioli,la possibilità di una vita sociale per tutti, il numero di bambinibellissimi e biondissimi!!Gli abitanti hanno un tenore di vita tra i più alti d’Europa.
  6. 6. MORFOLOGIALa Danimarca ha 400 isole, 90 delle quali abitate. Le isolemaggiori sono Sjælland (o Zealand), Fyn (o Funen), Falster,Lollan e Barnholm.Le coste sono più di 7000 km, sono frastagliate ecaratterizzate da numerose insenature e baie.Il rilievo risulta poco elevato, i dislivelli raggiungono i 50metri mentre le massime elevazioni non toccano i 200 metri.La scarsa presenza di rilievi fa sì che la Danimarca non abbiaun vera e propria rete fluviale sebbene ci sia una grandeabbondanza di laghi, il maggiore tra i quali è l’Arreso.
  7. 7. ASPETTI ISTITUZIONALILa Danimarca è una monarchia costituzionale,la cui regina è Margherita II in carica dal 1940.La Danimarca è suddivisa in 5 regioni,che al loro interno contengonocomplessivamente 98 comuni.Le cinque regioni sono:Hovedstaden (Hillerod), Sjælland (Soro),Syddanmark (Vejle), Midtjylland (Viborg),Nordiylland (Aalborg).Simbolo della Regina
  8. 8. CLIMA, FLORA E FAUNALa Danimarca ha un clima temperato marittimo (atlantico) contendenza continentale soprattutto nella parte orientale.Gli inverni, non particolarmente freddi, fanno registraretemperature medie di 0°C, mentre le estati, generalmente piùfresche, mantengono temperature medie che si aggiranoattorno ai 16°C.La piovosità, con una media di 170 giorni di pioggia allanno, siconcentra soprattutto nei mesi tra settembre e novembre.Il vento in Danimarca è costante, nei mesi invernali vi sonoforti venti, meno frequenti nei mesi estivi.Ovunque ci sono campi coltivati, mucche, pecore e cavalli liberial pascolo e boschi di faggi e brughiere a fare da sfondo.Una parte del territorio presenta paludi e dune,soprattutto nello Jylland occidentale, e sulledune crescono delle particolari rose selvatichedi colore bianco e rosa, molto belle da vedere.Una rosa selvatica
  9. 9. Un vero spettacolo sono i campidi colza che in primavera fiorisconocolorando di giallo il paesaggio.Attualmente cè grande attenzioneper le problematiche ambientali e si è cercato di recuperareparte dellambiente e di restituirlo al suo aspetto originario.Il 14% circa del territorio danese è tutelato in qualche forma,e circa un terzo delle aree protette appartiene alle categorieIUCN (Unione Mondiale per la conservazione della natura).Ci sono tre parchi nazionali: il Thy (in Nordjylland), il MolsBjerge (in Midtjylland) e il Vadehavet (in Syddanmark).Un campo di colzaParco Vadehavet Parco Thy
  10. 10. Una cicogna biancaUn cignoOrsi, lupi, cinghiali non ci sono più poiché è venuto a mancare illoro ambiente naturale; restano cervi, caprioli, daini, volpi,scoiattoli.Tra gli uccelli, numerosi quelli acquatici sulla costa occidentaledello Jylland, diffusi anatre, garze, corvi, passeri, cigni. Il cigno ètra laltro uno dei simboli della Danimarca, reso famososoprattutto dalla storia di Andersen; è presente nei laghetti diogni città. Sui tetti di Ribe si possono vedere ancora le cicognebianche.La Danimarca è stato il primo paese a creare il ministero perlambiente e a Copenhagen ha sede lagenzia europea perlambiente.
  11. 11. VIAGGIANDO PER LE CITTA’…Le cittá piú importanti sono: Aalborg, Aarhus (con duesplendidi musei), Esbjerg, Faaborg, Odense (la cittadina dellefiabe sull’isola di Fyn, città natale di Hans Christian Andersen),Ribe, Silkeborg, Vejle, Thisted, Fredericia (una cittadina danesein miniatura ricostruita con cura e con attenzione ai dettagliarchitettonici e storici) e la capitale Copenaghen. Sono tuttelocalitá che contano con una popolazione compresa tra ilmezzo milione di abitanti, come Copenaghen, ed i centomilaabitano di Aalborg.Tutte queste cittá sono molto interessanti, offrono attrazioniculturali e naturalistiche.Il Ponte di Oresund, che unisce Copenaghen con Malmöe, laCittá Vecchia di Aarhus ed i paesaggi nei dintorni di Odensesono solo alcuni esempi di luoghi che meritano di essere visti.
  12. 12. COPENAGHEN E I SUOI DINTORNICopenaghen venne fondata dal vescovo Absalom, è un luogofavoloso dai mille risvolti e in continua evoluzione.Copenhagen è nel nostro immaginario la sirenetta che emergedall’acqua gelata, i canali nei quali si rispecchiano le case dallefacciate alte e colorate, le biciclette ordinate che sfreccianosulle piste ciclabili, l’effervescente vita culturale e sociale chesi rinnova nelle piazze e nelle strade... E’ bello girovagarenelle vie a piedi o con le biciclette.
  13. 13. Residenza reale ecambio della guardiaVi sono moltissime attrazioni e i luoghi da visitare. Il CastelloAmalienborg, residenza della famiglia Reale di Danimarca, è unaltro dei simboli della città: si affaccia su di una piazza conquattro bellissimi edifici nobiliari costruiti tra il 1749 ed il 1760.Anche qui si svolge il cambio della guardia, ogni giorno alle 12.00e quando la Regina Margherita è presente è innalzata labandiera. Il Rosenborgh Slot è la residenza reale estiva checustodisce i gioielli della corona. Il castello è immerso in unosplendido parco, Kongens Have e ha alle spalle i Giardini Botanici.
  14. 14. Molto caratteristico è il portoturistico di Copenhagen, il Nyhavn,costellato da ristoranti e locali contavoli all’aperto. La città vecchia sisviluppa dentro Kongenshave,Ørstends Parken, Rådhuset eChristiansborg. Passeggiando nellazona di Christiansborg, storicasede del Parlamento, si puòammirare anche l’edificio dellaBorsa.La Sirenetta (quella della fiaba di Andersen)scruta il mare dal suo scoglio vicino alKastellet, una cittadella con bastioni efortificazioni oggi trasformata in parco.La statua della Sirenetta siede qui dal 1909 enel 1964 e nel 1998 ha subito l’attacco divandali che l’hanno per due volte decapitata.Porto antico diCopenaghen - Nyhavn
  15. 15. Merita una visita anche la Torre Rotonda,voluta nella seconda metà del ‘600 dal ReCristiano IV come osservatorio astronomico.Imperdibile il giro in barca dei canalida cui si gode una bella prospettiva dellacittà e delle nuove opere architettoniche,l’Opera e la Biblioteca Reale. L’edificio ingranito nero è chiamato Black Diamonde si specchia nelle acque, davvero unosplendido esempio di moderna architetturadanese.La città ospita numerosi musei, tra i quali il Nationalmuseet,museo di storia nazionale della Danimarca, la Ny CarlsbergGlyptotek, con collezioni di antichità, pittura e scultura, e loStatens Museum for Kunst, la Galleria nazionale danese.Torre Rotonda
  16. 16. Il parco dei divertimenti di Tivoli con i suoi Giardini è un’altraclassica meta di Copenhagen, ci sono teatri per grandi e piccini,ristoranti, orchestre che suonano musiche per tutti i gusti, ilpadiglione cinese, bar, fontane, vecchie giostre, carrozzoni e tantagente allegra.La strada dello shopping è lo Strøget,una via pedonale piena di negozi.Per gli appassionati di design bellolo Scandinavian Design Center, vicinoal Municipio con mostre di oggettidi design e spazio polifunzionale.Il quartiere del centro ospitail parlamento danese, il palazzo di Amalienborg, la sede centraledellUniversità, il municipio.Se volete un punto di vista alternativo sulla città potete optare perla passeggiata con i guardiani notturni che vi narreranno la storiadei vecchi edifici, dei quartieri storici della città e dei celebriabitanti che hanno vissuto a Copenhagen.Per i più temerari possibile anche la passeggiata con i fantasmi,alla scoperta di una Copenaghen buia e popolata da fantasmi,streghe e assassini.Stroget street
  17. 17. .Legoland Billund, venne inaugurato il 7 giugno1968. Il parco si trova vicino alla fabbrica originaledei Lego e il secondo aeroporto danese piùtrafficato. Questo rende Legoland la più grandeattrazione turistica della Danimarca al di fuori diCopenaghen. I parchi Legoland, che da allora sonostate costruiti sono modellati su Legoland Billund.Il primo Legoland è stato costruito accanto allafabbrica di Lego che è stata fondata da Ole KirkChristiansen nel 1949. Suo figlio, Godtfred, harilevato lazienda di famiglia nel 1958. Nel 1968Godfredt ha deciso di aprire un Parco Legoland di14 acri per promuovere la sua attività. Il parco èdiventato un successo immediato e nel corso deglianni ha aggiunto molte giostre originali ed è statosuddiviso in nove specifici mondi a tema.BILLUND…
  18. 18. UN PO’ DI STORIA…La storia della Danimarca inizia con la colonizzazione della tribùdei Dani o Danesi, provenienti con probabilità dalla Svezia, intornoal 500 d.C. Il primo insediamento abitativo di tali tribù vennestabilito nello Jutland.Nell800 iniziò lepoca vichinga e il primo Re di cui si ha notiziaè Gorm Il Vecchio che regnò nella prima metà del X secolo.Altri eventi e periodi significativi nella storia della Danimarca sonorappresentati dalla Regina Margherita I La Grande cherealizzò lunione dei tre regni di Danimarca Svezia e Norvegia (lacosiddetta unione di Kalmar nel 1397). Sotto Margherita ci fu unlungo periodo di prosperità. Con Cristiano I salì al potere lafamiglia degli Oldenburg. Seguì il regno di Cristiano II, sotto ilquale la Svezia uscì dallunione nel 1523.La guerra dei Trentanni portò un conflitto tra Danimarca e Sveziache si concluse con gravi perdite di territorio da parte dellaDanimarca.Inizialmente neutrale nelle guerre napoleoniche, nel 1807, laDanimarca si trovò a combattere gli inglesi che distrussero laflotta danese e presero Copenhagen. Nel 1808 Danimarca si alleòcon la Francia di Napoleone, dovette affrontare russi e tedeschi aiquali nel frattempo si era unita la Svezia.
  19. 19. Nel 1814 la pace di Kiel sancì la perdita della Norvegia chela Danimarca dovette cedere alla Svezia.Nel 1864 la pace di Vienna concluse la guerra con austriacie prussiani e la Danimarca perse ulteriori territori.Nel 1944 lIslanda si separò dalla Danimarca, seguirono poinel 1945 ladesione allOnu, nel 1949 ladesione alla Nato enel 1953 lentrata in vigore della nuova Costituzione. Dal1973 La Danimarca fa parte dellUnione Europea anche senon ha ancora adottato leuro, rifiutato a seguito di unreferendum popolare.Nave Vichinga all’attaccoPadri fondatori della costituzionedanese
  20. 20. In Danimarca troverete i piatti tipici della cucina scandinava.Uno dei piatti più presenti nella gastronomia della Danimarca èil smørrebrød, una tartina di pane spalmata con del paté o condella salsa e servita con salumi, formaggio, verdure, caviale...Tra i piatti tipici troviamo anche delle ottime zuppe.Alcuni piatti tipici sono:- Fiskefars, una pastella di pesce macinato, burro, farina epanna, servito con delle patate bollite;- le Frikadeller, ottime polpette di carne fritte nel burro;- i Flæsk i kal, carne di maiale con cavolo;- Kogt torsk, merluzzo bollito;- il sild, laringa il pesce danese per eccellenza.I dolci danesi sono abbastanza semplici, il Æblekage (un dolcecon panna e mele), le Æbleskiver (ciambelle fritte spolveratecon zucchero), le Fløderand (un dolce a forma danello, ripienodi frutta cotta) il Jule risengrod (budino di riso alle mandorle),i Kranserkager (pasticcini di marzapane glassati).PIATTI TIPICI…
  21. 21. Lo sport in Danimarca è di casa. Gli abitanti praticanotanti sport differenti e si tengono in forma.I danesi amano frequentare le spiagge, cimentarsinel tennis e nelle battute di pesca. Le imbarcazioni neinumerosi porti turistici sono spesso utilizzate nellatradizionale gita di fine settimana. Altro sport moltofrequentato in Danimarca è il golf. Memorabili lepasseggiatea cavallo.Si muovono tutti in bicicletta, merito del territoriopianeggiante e soprattutto di più di 10.000 km di pisteciclabili. Le piste ciclabili sono davvero dappertutto,nelle città, nelle riserve naturali, nei boschi.Una curiosità: è frequente vedere nei giardinetti dellecase di città un tappeto elastico, si tratta di retimolleggiate.LO SPORT…
  22. 22. CULTURA ED EVENTIArte e architettura in Danimarca sono tali grazie ad una culturavivace, sicura e cosciente delle proprie risorse. Particolareinteresse anche per il design, per la scultura, la pittura, ilcinema, la letteratura (Hans Christian Andersen) e la musica (unodei più grandi musicisti fu Carl Nielsen).La Danimarca è al centro degli eventi e dei festivals di tutta laScandinavia. La Danimarca ospita numerosi eventi annuali, daigrandi concerti di musica come il famoso Festival di Roskilde, il piùgrande concerto rock di tutto il nord Europa si svolge a finegiugno e primi di luglio. Il Festival Jazz di Copenhagen si svolge aluglio e anima tutta la città. Il Festival di Tønder è ilmaggiore festival folkloristico della Scandinavia. Musica, culturadanese, sagre gastronomiche sono tipiche della tradizione danese.Il Cultural Harbour Festival si svolge, invece, in agosto nel porto diCopenaghen. Sempre nella capitale, la Design week si svolgeinvece a fine estate e rappresenta una vetrina di tutte le nuoveidee che cambieranno il nostro modo di abitare.
  23. 23. Copenaghen è una città a misura di shopping…La moda danese è in una fase di emozionante fermento e aCopenaghen si trovano tutti i più importanti marchi.In centro la “fashion street” si chiama Kronprinsensgade.Tipico ricordo della Danimarca è l’ambra o RAV... l’ "oro delNord", che si trova in tutte le gioiellerie della città. E’ unfossile, vetroso e trasparente, dentro il quale è possibileancora rintracciare insetti primitivi. Lambra nasce dallaresina che colando dal tronco degli alberi cade a terra.Veniva raccolta già nel periodo Neolitico, ed usata comeamuleto per propiziare la caccia. Allambra fu attribuita lacapacità di curare le malattie dello stomaco e della pazzia.Divenne addirittura la prima moneta degli uomini nordici.Un altra produzione di prestigio è sicuramente quella delleporcellane danesi, modellate e dipinte a mano,caratterizzate dal colore bianco e blu.SHOPPING IN DANIMARCA…
  24. 24. ITINERARI E GITE… Se volete scoprire la cultura della Danimarca, che si intreccia conradici vichinghe e fiabe di Andersen, con i castelli shakesperiani e ifestival musicali vi suggeriamo l’itinerario Møn–Odsherred–Odense–Fionia del Sud–Vejle–Ribe, un percorso alla scoperta delleradici storiche e delle suggestioni culturali della Danimarca dascoprire in almeno una settimana di tempo e l’itinerario Skagen–Sæby–Vejle–Fionia del Sud–Odense, da percorrere in 5 giorni. Se siete interessati ad un tour enogastronomico vi proponiamodue itinerari: Billund–Fionia del Sud–Odense–Odsherred–Møn, dafare in minimo 5 giorni, oppure Skagen–Sæby–Billund–Fionia delSud–Odense, di 7 giorni, per assaporare al meglio la gastronomiadanese, fare shopping gastronomico e scoprire i ristoranti, birrificie mercati più belli! Per gli amanti della natura, invece Møn–Odsherred–Fionia delSud è suggerito come il percorso ideale per scoprire in soli pochigiorni le bianche scogliere, le strepitose spiagge e dolci paesaggidanesi, mentre per chi ha a disposizione almeno una settimana ilpercorso consigliato è Skagen–Vejle–Billund–Ribe. Per trascorrere una vacanza in Danimarca e provare le piùsvariate esperienze in pochi giorni l’itinerario consigliato è Sæby–Billund–Ribe–Vejle–Odense, da percorrere in soli 3 giorni!
  25. 25. QUALCHE VIDEO PER CONCLUDERE… http://www.youtube.com/watch?v=Wcor-DrnInE(Video sull’energia rinnovabile) http://www.youtube.com/watch?v=aEFcETShJ5U(Copenaghen) http://www.youtube.com/watch?v=oZ5_CJLpW4s (I mari)

×