Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Essere adolescenti: che paura!

36 views

Published on

L’importanza del dialogo terapeutico tra adolescenti, famiglia ed esperti.

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Essere adolescenti: che paura!

  1. 1. (Essere) Adolescenti: che paura! L’importanza del dialogo terapeutico tra adolescenti, famiglia ed esperti.
  2. 2. La paura
  3. 3. Risposta neurofisiologica che viene attivata in situazioni ambientali problematiche che richiedono una reazione rapida dell’organismo (Galati, 2002).
  4. 4. Gli adolescenti e le loro paure
  5. 5. La paura è l’emozione più provata dai ragazzi in quanto si combina perfettamente con le incertezze e le insicurezze così tipiche proprio di questa età
  6. 6. Spesso gli adolescenti provano queste emozioni e sensazioni che ben si legano con la paura: Rabbia Senso di abbandono e di non riconoscime nto Frustrazione Sofferenza Bisogno e pietà
  7. 7. Per gli adolescenti la paura ha un duplice oggetto
  8. 8. 1. Da un lato è interna e riguarda l’individualità del soggetto, il rapporto con se stesso 2. Dall’altro riguarda l’esterno e il rapporto con gli altri
  9. 9. La Paura dentro di sé: • Di non essere nulla • Di non contare niente per gli altri • Di non essere come gli altri • Di vivere una vita senza senso o di non vivere • Di venire condizionati nel pensiero e nelle azioni
  10. 10. Tale paura provoca un vissuto di impotenza Reazioni depressive, di isolamento e ritiro Reazioni aggressive, di sopraffazione e controllo dell’altro
  11. 11. La Paura fuori da sé: • L’altro è una minaccia, è pericoloso, non ti puoi fidare, può danneggiarti • Nei casi più estremi la mia sopravvivenza dipende dalla mia capacità di renderti inoffensivo
  12. 12. POTERE = elemento che tiene insieme l’identità, derivato dalle influenze della cultura e della società PRENDERE IL POTERE È FONDAMENTALE, ANCHE ATTRAVERSO LA DISTRUZIONE DELL’ALTRO COMPORTAMENTI ANTISOCIALI
  13. 13. Da dove nascono le paure degli adolescenti? Dai valori della cultura e della società
  14. 14. La cultura occidentale industriale: Esalta la violenza, il sospetto, la competizione, l’individualismo, l’estetica, la performance, la scaltrezza, il consumismo e la paura del diverso. • Individualista • Competitiva Fattore di rischio per la già fragile psicologia adolescenziale
  15. 15. Le paure della società
  16. 16. La “Società” teme di perdere il controllo sui cittadini Tale perdita di controllo può portare: Disgregazione Sovvertimento dell’ordine costituito
  17. 17. Non deve essere sottovalutato il potere criminogenetico delle disuguaglianze In assenza di mezzi uguali per tutti, la violenza diviene lo strumento per sentirsi alla pari degli altri
  18. 18. Le paure della famiglia
  19. 19. La paura è anche nella famiglia, che teme il caos provocato dalla dirompenza delle spinte adolescenziali e dalle manifestazioni di autonomia, le quali possono portare alla disgregazione di quanto costruito per sé e per i figli È in gioco la trasmissione dell’Eredità: Dei valori Delle aspettative / conoscenze / ricchezze
  20. 20. L’angoscia di fondo è la MORTE DELLA FAMIGLIA Congiunturale: per distruzione o implosione Nel progetto, nel futuro: la non immortalità della famiglia
  21. 21. Come la famiglia fronteggia le proprie paure derivanti dall’adolescenza? • Con atteggiamenti eccessivamente repressivi e rigidi: espulsione • Con atteggiamenti eccessivamente seduttivi: dipendenza e infantilizzazione
  22. 22. Le paure degli esperti
  23. 23. • Paura degli utenti • Bisogno di legittimazione dagli invianti e dalla società
  24. 24. Come difesa gli esperti ricorrono alle “Tecniche”
  25. 25. Come interagiscono tra loro le paure di adolescenti, famiglia, società ed esperti?
  26. 26. Le paure della famiglia sui ragazzi • Eccessiva rigidità: i ragazzi si vivono come cattivi, indegni, sbagliati ma anche fragili ed impotenti • Eccessiva collusione e seduttività: i ragazzi si vivono come onnipotenti e perdono la capacità di reggere le frustrazioni, di lavorare e di impegnarsi
  27. 27. Le paure della società sui ragazzi • Se la società teme ed espelle i ragazzi più devianti ma anche innovativi aumenta la delinquenza, la rabbia, la distruttività e diminuisce la fiducia nel futuro, la creatività, la partecipazione: ciò porta alla morte della società (atto suicida della società) • Se la società teme di perdere i ragazzi e diviene poco normativa, si perde l’ordine, la chiarezza e il contenimento. Anche in questo caso aumentano rabbia, distruttività e assenza di partecipazione/identificazione. Diminuisce la creatività e la fiducia.

×