Dipartimento Patrimonio Architettonico e Urbanistico LA PROGRAMMAZIONEREGIONALE CALABRESE IN   CAMPO AMBIENTALE      2007/...
I principi di intervento della                 programmazione 2007-2013                                     2007-►   Compl...
La semplificazione del processo di            programmazione► Riduzione delle tappe della programmazione (abolizione del C...
Gli Obiettivi Strategici della nuova                   programmazione►   Convergenza:    Convergenza: sostenere lo svilupp...
I Documenti Strategici della   programmazione 2007-2013                   2007-Documento Strategico    Documento Strategic...
I Documenti Strategici della     programmazione 2007-2013                     2007-Linee Guida per l’elaborazione del Quad...
Il Quadro StrategicoNazionale 2007-2013          2007-
Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013                                   2007-►   definisce la strategia che ogni Stato ...
Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013                                   2007-►   la strategia per il 2007-2013 assume 4...
Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013                                2007-I Programmi Operativi Regionali►   sono lo st...
Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013                               2007-►   Programmi Operativi Regionali “Competitivi...
Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013                               2007-►   Programmi Operativi Regionali “Competitivi...
Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013                                  2007- I Programmi Operativi Nazionali           ...
Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013                               2007-►   Programmi Operativi Interregionali        ...
Il Programma operativo interregionale “Energie rinnovabili e risparmio energetico” 2007 2013LObiettivo generale del Progra...
Il Programma Operativo     Regionale FESR       2007-       2007-2013
Il POR Calabria FESR 2007-2013                                  2007-► e’ stato approvato dalla Commissione Europea con de...
Il POR Calabria FESR 2007-2013                                 2007-L’obiettivo globale del POR Calabria di:L’obiettivo   ...
Il POR Calabria FESR 2007-2013                                  2007-Priorità di intervento:►   Asse   I – Ricerca Scienti...
L’Asse III - AmbienteObiettivi specifici:►   Aumentare la dotazione, l’efficienza e l’efficacia dei segmenti del servizio ...
ASSE III – AMBIENTE – RISORSE IDRICHE        Obiettivi Operativi                               Linee di Intervento        ...
ASSE III – AMBIENTE - Difesa del Suolo, Tutela delle Coste,                         Prevenzione dei Rischi Naturali e Prot...
ASSE III – AMBIENTE - Gestione dei Rifiuti        Obiettivi Operativi                             Linee di Intervento     ...
ASSE III – AMBIENTE – Bonifica dei Siti Inquinati        Obiettivi Operativi                     Linee di Intervento      ...
ASSE III – AMBIENTE – Sostenibilità Ambientale delle Politiche di                             Sviluppo e Monitoraggio Ambi...
ASSE III – AMBIENTE – Disposizioni finanziarie                                                  Ripartizione Indicativa   ...
I progetti di sviluppo regionale per il territorio provincialeI Progetti per il Territorio della Provincia di REGGIO CALAB...
I programmi a gestione diretta                 per l’Ambiente►   CIP (Programma quadro per la competitività e    l’innovaz...
APQTutela e Risanamento Ambientale per il Territorio della Regione Calabria                          28 giugno 2006 Nell’a...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La Programmazione Regionale Calabrese In Campo Ambientale 2007 2013 [S.Barresi]

839 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
839
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La Programmazione Regionale Calabrese In Campo Ambientale 2007 2013 [S.Barresi]

  1. 1. Dipartimento Patrimonio Architettonico e Urbanistico LA PROGRAMMAZIONEREGIONALE CALABRESE IN CAMPO AMBIENTALE 2007/2013 a cura del Dr. Salvatore Barresi Dr. “Attività di Ricerca Economico-Territoriale” Anno 2008
  2. 2. I principi di intervento della programmazione 2007-2013 2007-► Complementarità, coerenza e conformità (complementarità rispetto alle politiche nazionali; nazionali; coerenza con le politiche e le attività comunitarie; conformità alle disposizioni comunitarie; del trattato); trattato);► Programmazione (gli obiettivi dei Fondi vengono perseguiti nell’ambito di una programmazione pluriennale); pluriennale);► Partenariato (con istituzioni, parti economiche e sociali, altri organismi appropriati); appropriati);► Intervento sussidiario e proporzionale; proporzionale;► Gestione concorrente (del bilancio comunitario tra gli Stati Membri e la Commissione); Commissione);► Cofinanziamento (degli interventi e partecipazione dei Fondi commisurata alla gravità dei problemi); problemi);► Addizionalità (dei contributi dei Fondi rispetto alle spese strutturali pubbliche o equivalenti di uno Stato membro); membro);► Valutazione (come elemento cardine della qualità, efficacia e coerenza degli interventi); interventi);► Parità tra uomini e donne; donne;
  3. 3. La semplificazione del processo di programmazione► Riduzione delle tappe della programmazione (abolizione del CdP); CdP)► Soppressione della suddivisione in zone eligibili a scala infraregionale; infraregionale;► Riduzione a tre degli obiettivi strategici; strategici;► Integrazione delle iniziative comunitarie URBAN e EQUAL e delle Azioni Innovative nelle priorità dei PON o POR; POR;► Finanziamento dei PO nell’ambito di un unico fondo (FESR o FSE); FSE);► Gestione finanziaria più flessibile (pagamenti in base a “priorità”); “priorità”);► Gestione finanziaria condivisa (maggiore responsabilità agli Stati Membri e alle Regioni); Regioni);► Estensione al Fondo di Coesione delle norme in vigore per i Fondi Strutturali e della programmazione pluriennale; pluriennale;
  4. 4. Gli Obiettivi Strategici della nuova programmazione► Convergenza: Convergenza: sostenere lo sviluppo e la creazione di posti di lavoro negli Stati Membri e nelle Regioni meno sviluppate. L’obiettivo interessa le Regioni sviluppate. che con un PIL pro capite inferiore al 75% della media dell’UE. Sino al 2013 è 75% dell’UE. previsto un sostegno temporaneo per coloro che usciranno per effetto statistico, in Italia la Basilicata è in phasing out; out;► Competitività regionale e occupazione: anticipare e promuovere il occupazione: cambiamento al di fuori delle Regioni in ritardo di sviluppo. Sono interessate le sviluppo. Regioni non più ammissibili all’obiettivo “Convergenza” che fruiranno di un sostegno transitorio a carattere decrescente, in Italia la Sardegna si trova in phasing in ;► Cooperazione territoriale ed europea: promuovere uno sviluppo europea: armonioso ed equilibrato del territorio dell’Unione. L’obiettivo intende dell’Unione. intensificare la cooperazione a tre livelli: cooperazione transfrontaliera; transfrontaliera; cooperazione a livello delle zone transnazionali; reti di cooperazione e di transnazionali; scambio di esperienze sull’intero territorio dell’Unione Europea. Europea.
  5. 5. I Documenti Strategici della programmazione 2007-2013 2007-Documento Strategico Documento Strategico Documenti StrategiciPreliminare Nazionale Mezzogiorno Preliminari Regionali Documento Strategico Nazionale Negoziato con la Commissione Europea Quadro Strategico Nazionale – QSN
  6. 6. I Documenti Strategici della programmazione 2007-2013 2007-Linee Guida per l’elaborazione del Quadro Strategico Nazionaleper la politica di coesione 2007 – 2013 (elaborate in sede diConferenza Unificata Stato-Regioni, Città e Autonomie Locali) Stato- Quadro Strategico Nazionale (QSN) QSN) PON Quadro Strategico Regionale (QSR) POR
  7. 7. Il Quadro StrategicoNazionale 2007-2013 2007-
  8. 8. Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 2007-► definisce la strategia che ogni Stato Membro intende perseguire relativamente agli obiettivi della politica di coesione; coesione;► dà formalmente avvio alla fase di programmazione degli interventi dei Fondi Strutturali per il periodo 2007-2013 negli Stati Membri; 2007- Membri;► prevede una convergenza programmatica tra la politica regionale nazionale (realizzata con le risorse del Fondo FAS, Intesa Istituzionale di Programma e Accodi di Programma Quadro) e la politica comunitaria (realizzata con il fondo coesione); coesione);► sostituisce il Quadro Comunitario di Sostegno (QCS) e i Documenti unici QCS) di programmazione (DOCUP), rappresentando un documento politico di DOCUP), riferimento per l’elaborazione dei Programmi Operativi (PO); PO)► viene attuato attraverso Programmi Operativi Regionali e, per le Regioni dell’Obiettivo “Convergenza” e per l’area del Mezzogiorno, attraverso cinque Programmi Operativi Nazionali con contributo comunitario del FSE e due Programmi Operativi Interregionali con il contributo del FESR. FESR.
  9. 9. Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 2007-► la strategia per il 2007-2013 assume 4 macro-obiettivi all’interno dei quali 2007- macro- sono state definite 10 priorità tematiche Macro- Macro-obiettivi Priorità di riferimentoa) Sviluppare i circuiti della conoscenza Priorità 1 – Miglioramento e valorizzazione delle risorse umane Priorità 2 – Promozione, valorizzazione e diffusione della ricerca e dell’innovazione per la competitivitàb) Accrescere la qualità della vita, la Priorità 3 – Uso sostenibile e efficiente delle risorse ambientalisicurezza e l’inclusione sociale nei territori per lo sviluppo Priorità 4 – Inclusione sociale e servizi per la qualità della vita e l’attrattività territorialec) Potenziare le filiere produttive, i servizi Priorità 5 – Valorizzazione delle risorse naturali e culturali pere la concorrenza l’attrattività per lo sviluppo Priorità 6 – Reti e collegamenti per la mobilità Priorità 7 – Competitività dei sistemi produttivi e occupazione Priorità 8 – Competitività e attrattività delle città e dei sistemi urbanid) Internazionalizzare e modernizzare Priorità 9 – Apertura internazionale e attrazione di investimenti, consumi e risorse Priorità 10 – Governance, capacità istituzionali e mercati concorrenziali e efficaci
  10. 10. Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 2007-I Programmi Operativi Regionali► sono lo strumento attraverso il quale viene attuata la parte prevalente della strategia del QSN; QSN;► sono monofondo, quindi sono finanziati o con il contributo del monofondo, FESR o con il contributo del FSE; FSE;► sono articolati per macroarea: macroarea: Competitività e occupazione (a sua volta articolata in programmi delle Regioni del Centro-Nord e programmi delle Regioni Centro- Mezzogiorno); Mezzogiorno); Convergenza. Convergenza.
  11. 11. Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 2007-► Programmi Operativi Regionali “Competitività regionale e occupazione – Centro-Nord” Centro- POR POR FESR POR FSE Emilia Romagna x x Friuli Venezia Giulia x x Lazio x x Liguria x x Lombardia x x Marche x x P.A. Bolzano x x P.A. Trento x x Piemonte x x Toscana x x Umbria x x Valle d’Aosta x x Veneto x x
  12. 12. Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 2007-► Programmi Operativi Regionali “Competitività regionale e occupazione – Mezzogiorno” POR POR FESR POR FSE Abruzzo x x Molise x x Sardegna ST x x► Programmi Operativi Regionali “Convergenza – Mezzogiorno” POR POR FESR POR FSE Basilicata ST x x Calabria x x Campania x x Puglia x x Sicilia x x
  13. 13. Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 2007- I Programmi Operativi Nazionali PON CONVERGENZA PON PON PROGRAMMI NAZIONALI FAS FESR FSEPon Sicurezza per lo sviluppo xPon Ambienti per l’apprendimento x Pnm Istruzione xPon Competenze per lo Sviluppo xPon Ricerca e competitività x Pnm Ricerca e competitività xPon Reti e mobilità x Pnm Reti e mobilità xPon Governance e Assistenza Tecnica x Pnm Governance AT e AS xPon Governance e Azioni di Sistema x PON COMPETITIVITA’ REGIONALE E PON OCCUPAZIONE FSEPon Azioni di Sistema x
  14. 14. Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 2007-► Programmi Operativi Interregionali PROGRAMMI NAZIONALI PO INTERREGIONALI POIN INTERREGIONALI FAS CONVERGENZA FESR MEZZOGIORNO Poin Energie rinnovabili e risparmio x Pnim Energia rinnovabile x energetico Poin Attrattori culturali, naturali e x Pnim Cultura e turismo x turismo
  15. 15. Il Programma operativo interregionale “Energie rinnovabili e risparmio energetico” 2007 2013LObiettivo generale del Programma consiste nel valorizzare il potenzialenaturale e socioeconomico dell’area Convergenza collegato all’aumento dellaquota dell’energia rinnovabile prodotta ed al risparmio energetico.Gli obiettivi specifici riguardano la produzione di energia da fonte rinnovabile ela promozione dell’efficienza energetica.Il Programma Interregionale Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico siarticola in tre Assi prioritari:a. Asse I: Produzione di energia da fonti rinnovabilib. Asse II: Efficienza energetica ed ottimizzazione del sistemac. Asse III : Assistenza Tecnica e azioni di accompagnamento.L’obiettivo specifico dell’Asse I è promuovere e sperimentare forme avanzatedi interventi integrati e di filiera finalizzati all’aumento della produzione dienergia da fonti rinnovabili.L’obiettivo specifico dellAsse II è promuovere l’efficienza energetica e ridurregli ostacoli materiali e immateriali che limitano l’ottimizzazione del sistema.Lobiettivo specifico dellAsse III consiste nel migliorare l’efficienza e la qualitàdel Programma.
  16. 16. Il Programma Operativo Regionale FESR 2007- 2007-2013
  17. 17. Il POR Calabria FESR 2007-2013 2007-► e’ stato approvato dalla Commissione Europea con decisione c(2007) 6322 del 07/12/2007;► la strategia e gli obiettivi del POR Calabria sono coerenti con gli Orientamenti Strategici Comunitari, il Quadro di Riferimento Strategico Nazionale, gli obiettivi della strategia di Lisbona del marzo 2005 e il Piano Nazionale di Riforma (PICO), con le Politiche Nazionali e Regionali per lo sviluppo;► la strategia del POR Calabria si inserisce nelle scelte formulate dalla programmazione unitaria regionale, adottate con la predisposizione del Documento Strategico Regionale Preliminare 2007-2013.
  18. 18. Il POR Calabria FESR 2007-2013 2007-L’obiettivo globale del POR Calabria di:L’obiettivo di:“Sostenere lo sviluppo e la crescita del sistema economico al fine della convergenza con i livelli medi di sviluppo dell’UE, mobilitando le potenzialità endogene regionali tramite il miglioramento della competitività ed attrattività del sistema territoriale e la diversificazione e innovazione delle strutture produttive. produttive.”viene perseguito in un ottica di: di:► concentrazione delle risorse; risorse;► promozione delle pari opportunità; opportunità;► consolidamento del ruolo del partenariato istituzionale e sociale; sociale;► rafforzamento della governance assicurata a tutti i livelli. livelli.
  19. 19. Il POR Calabria FESR 2007-2013 2007-Priorità di intervento:► Asse I – Ricerca Scientifica e Innovazione Tecnologica;► Asse II – Energia;► Asse III – Ambiente;► Asse IV – Qualità della vita e inclusione sociale;► Asse V – Risorse naturali, culturali e turismo sostenibile;► Asse VI – Reti e collegamenti per la mobilità;► Asse VII – Sistemi produttivi;► Asse VIII – Città, aree urbane e sistemi territoriali;► Asse IX – Assistenza tecnica e cooperazione interregionale.
  20. 20. L’Asse III - AmbienteObiettivi specifici:► Aumentare la dotazione, l’efficienza e l’efficacia dei segmenti del servizio idrico in un’ottica di tutela della risorsa idrica e di integrazione del sistema di gestione per tutti gli usi;► Prevenire e mitigare i rischi da frana, esondazione, erosione costiera e rischio sismico per garantire la sicurezza e l’incolumità della popolazione, degli insediamenti e delle infrastrutture e per determinare le necessarie precondizioni per lo sviluppo sostenibile del territorio e per la tutela e valorizzazione delle risorse acqua e suolo;► Accrescere la capacità di offerta, efficacia e efficienza del servizio di gestione dei rifiuti, rafforzando i unottica di integrazione le filiere a esso collegate;► Restituire all’uso collettivo le aree compromesse da inquinamento, valorizzando le opportunità di sviluppo imprenditoriale e garantendo la tutela della salute pubblica e delle risorse ambientali;► Garantire la sostenibilità ambientale delle politiche di sviluppo attraverso l’utilizzazione di adeguati strumenti normativi, di programmazione e pianificazione, di monitoraggio e controllo, di informazione e partecipazione.
  21. 21. ASSE III – AMBIENTE – RISORSE IDRICHE Obiettivi Operativi Linee di Intervento Beneficiari Azioni per il completamento, Regione Calabria, ladeguamento e il riefficientamento dei Sorical SpA 3.1.1.1 sistemi di offerta di sovrambito a scopi Enti o Soggetti Concessionari o multipli compresi i grandi schemi e gli Affidatari o Gestori di Infrastrutture e Promuovere luso acquedotti di adduzione alle reti. reti. Servizi Pubblici o di Pubblica Utilità. Utilità. ottimale della risorsa Regione Calabria, idrica per scopi multipli Amministrazioni Provinciali, Provinciali,3.1.1 Azioni per il completamento, incrementando e Autorità di Ambito (ATO) e relativi riequilibrando la dotazione ladeguamento, il riefficientamento e Soggetti Gestori idrica per i diversi usi. usi. lottimizzazione delle infrastrutture 3.1.1.2 Consorzi di Bonifica idriche degli ATO del Servizio Idrico Enti Locali Integrato (reti di distribuzione idrica, reti Enti o Soggetti Concessionari o fognarie, depuratori). depuratori). Affidatari o Gestori di Infrastrutture e Servizi Pubblici o di Pubblica Utilità. Utilità. Regione Calabria, Sostenere il risparmio Amministrazioni Provinciali, Provinciali, idrico, la riduzione delle Sorical SpA perdite, il recupero e l’uso Azioni per la riduzione delle perdite e3.1.2 3.1.2.1 Autorità di Ambito (ATO) e relativi di fonti idriche alternative per il recupero dei volumi non utilizzati. utilizzati. Soggetti Gestori a beneficio degli utenti Consorzi di Bonifica dei diversi comparti. comparti. Enti Locali
  22. 22. ASSE III – AMBIENTE - Difesa del Suolo, Tutela delle Coste, Prevenzione dei Rischi Naturali e Protezione Civile Obiettivi Operativi Linee di Intervento Beneficiari Azioni per il monitoraggio e la sorveglianza dei corsi d’acqua e Realizzare il 3.2.1.1 lacquisizione di conoscenza continua sul3.2.1 riefficientamento del sistema reticolo idrografico regionale. regionale. idraulico. idraulico. Azioni per la rimozione di condizioni di Regione Calabria 3.2.1.2 criticità lungo i corsi d’acqua. d’acqua. Autorità di Bacino. Bacino. Amministrazioni Provinciali, Azioni di consolidamento per la Enti Locali 3.2.2.1 mitigazione del rischio da frana. frana. Enti o Soggetti Concessionari o Azioni per la messa in sicurezza di aree Affidatari o Gestori di Infrastrutture e 3.2.2.2 Servizi Pubblici o di Pubblica Utilità. Utilità. a rischio di esondazione. esondazione. Mitigare il rischio da frana, Università, Enti Pubblici di Ricerca,3.2.2 esondazione ed erosione Azioni per la messa in sicurezza di aree Centri di Ricerca Pubblici e Privati, costiera e di sisma. sisma. a rischio di erosione costiera e per il Parchi Scientifici e Tecnologici. Tecnologici. 3.2.2.3 ripascimento e la ricostituzione delle spiagge. spiagge. Azioni per ladeguamento sismico di 3.2.2.4 infrastrutture e edifici pubblici. pubblici. Azioni per potenziare il sistema regionale Regione Calabria 3.2.3.1 di previsione e prevenzione dei rischi. rischi. Amministrazioni Provinciali, Provinciali, Enti Locali Enti o Soggetti Concessionari o Potenziare il sistema Affidatari o Gestori di Infrastrutture e regionale di previsione e Servizi Pubblici o di Pubblica Utilità. Utilità.3.2.3 prevenzione dei rischi e Azioni per potenziare il sistema regionale Enti e Amministrazioni Centrali gestori migliorare la capacità di 3.2.3.2 per la gestione delle emergenze. emergenze. di servizi con sedi nel territorio gestione delle emergenze. emergenze. regionale. regionale. Università, Enti Pubblici di Ricerca, Centri di Ricerca Pubblici e Privati, Parchi Scientifici e Tecnologici. Tecnologici.
  23. 23. ASSE III – AMBIENTE - Gestione dei Rifiuti Obiettivi Operativi Linee di Intervento Beneficiari Azioni per incentivare le imprese all’introduzione di sistemi di gestione 3.3.1.1 ambientale all’interno dei processi industriali e dei servizi. servizi. Imprese e loro consorzi. Prevenire e ridurre la3.3.1 quantità e la pericolosità Azioni per ridurre la produzione e la 3.3.1.2 dei rifiuti prodotti. prodotti. pericolosità dei rifiuti speciali. speciali. Regione Calabria Azioni di informazione e 3.3.1.3 Amministrazioni Provinciali sensibilizzazione ambientale. ambientale. Enti Locali Azioni per l’adeguamento del sistema 3.3.2.1 impiantistico regionale dei rifiuti. rifiuti. Regione Calabria Amministrazioni Provinciali, Provinciali, Azioni per sostenere la raccolta Enti Locali Ottimizzare il sistema di 3.3.2.2 differenziata dei rifiuti. rifiuti. Enti o Soggetti Concessionari o gestione dei rifiuti e Affidatari o Gestori di Infrastrutture e attivare le filiere Azioni per sostenere il riuso, il riciclo e il 3.3.2.3 Servizi Pubblici o di Pubblica Utilità. Utilità.3.3.2 produttive connesse al recupero dei rifiuti. rifiuti. Università, Enti Pubblici di Ricerca, riutilizzo, reimpiego, Centri di Ricerca Pubblici e Privati, riciclaggio e recupero di Parchi Scientifici e Tecnologici. Tecnologici. materia ed energia. energia. Azioni per sostenere la gestione degli Società miste partecipate da Enti 3.3.2.4 Pubblici. Pubblici. imballaggi e dei rifiuti da imballaggi. imballaggi. Imprese e loro consorzi. consorzi.
  24. 24. ASSE III – AMBIENTE – Bonifica dei Siti Inquinati Obiettivi Operativi Linee di Intervento Beneficiari Azioni per l’attuazione del 3.4.1.1 Piano Regionale per la Regione Calabria Bonifica delle Aree Inquinate. Inquinate. Amministrazioni Provinciali, Provinciali, Enti Locali Azioni per l’attuazione del Enti e Amministrazioni Piano di Protezione Centrali gestori di servizi con dell’Ambiente, di sedi nel territorio regionale. regionale. 3.4.1.2 Decontaminazione, di Completare la bonifica Agenzia Regionale per la Smaltimento e di Bonifica ai dei siti contaminati per Protezione Ambientale fini della Difesa dai Pericoli recuperare alle (ArpaCal). (ArpaCal). derivanti dall’Amianto. dall’Amianto. opportunità di sviluppo Enti o Soggetti3.4.1 sostenibile le aree Concessionari o Affidatari o contaminate, anche a Gestori di Infrastrutture e tutela della salute Servizi Pubblici o di Pubblica pubblica e del Utilità. Utilità. territorio. territorio. Università, Enti Pubblici di Azioni per la bonifica dei Ricerca, Centri di Ricerca 3.4.1.3 Pubblici e Privati, Parchi fondali marini sotto costa. costa. Scientifici e Tecnologici. Tecnologici. Società miste partecipate da Enti Pubblici. Pubblici. Imprese e loro consorzi. consorzi.
  25. 25. ASSE III – AMBIENTE – Sostenibilità Ambientale delle Politiche di Sviluppo e Monitoraggio Ambientale Obiettivi Operativi Linee di Intervento Beneficiari Garantire la Azioni per garantire la sostenibilità3.5.1 3.5.1.1 sostenibilità ambientale delle Regione Calabria ambientale delle politiche di sviluppo. sviluppo. Amministrazioni Provinciali, Provinciali, politiche di sviluppo. sviluppo. Enti Locali Enti e Amministrazioni Centrali gestori di servizi con sedi nel territorio regionale. regionale. Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ArpaCal). (ArpaCal). Enti o Soggetti Concessionari Completare e o Affidatari o Gestori di Azioni per completare e potenziare i sistemi Infrastrutture e Servizi potenziare i sistemi di3.5.2 di monitoraggio e 3.5.2.1 Pubblici o di Pubblica Utilità. Utilità. monitoraggio e conoscenza dello conoscenza dello Università, Enti Pubblici di stato dell’ambiente. dell’ambiente. stato dell’ambiente. dell’ambiente. Ricerca, Centri di Ricerca Pubblici e Privati, Parchi Scientifici e Tecnologici. Tecnologici. Società miste partecipate da Enti Pubblici. Pubblici. Imprese e loro consorzi. consorzi.
  26. 26. ASSE III – AMBIENTE – Disposizioni finanziarie Ripartizione Indicativa della Controparte Nazionale Contributo Controparte Finanziamento Tasso di Comunitario Finanzia Nazionale Totale Cofinanziamento (FESR) Finanziamento mentoAsse Prioritario Nazionale Nazional Pubblico e Privato (a) (b) =(c) + (d) (c) (d) (e) = (a) + (b) (f) = (a) / (e)AMBIENTE 179.894.403 179.894.403 179.894.403 0 359.788.806 50%
  27. 27. I progetti di sviluppo regionale per il territorio provincialeI Progetti per il Territorio della Provincia di REGGIO CALABRIA, che verranno individuati attraverso i Piani Settoriali vigenti o che dovranno essere aggiornati, sono relativi ai seguenti Settori: Settori: Turismo Sostenibile: Piano Regionale per il Turismo Sostenibile (incluso Piano di Marketing). Sostenibile: Marketing). Centri Storici: Piano Regionale “Individuazione dei Centri Storici della Calabria” Storici: Trasporti e Mobilità: Piano Regionale dei Trasporti. Mobilità: Trasporti. Infrastrutture Produttive: Piano Regionale delle Aree e delle Infrastrutture Produttive. Produttive: Produttive.I Dipartimenti Regionali, sulla base della normativa vigente e delle competenze assegnate ai differenti livelli istituzionali provvederanno entro la fine del mese di giugno 2008 ad individuare l’insieme dei Progetti da finanziare per ciascun territorio provinciale sulla base delle risorse disponibili nell’ambito del POR Calabria FESR 2007 – 2013 e del POR Calabria FAS 2007 – 2013. 2013.
  28. 28. I programmi a gestione diretta per l’Ambiente► CIP (Programma quadro per la competitività e l’innovazione)► CIP - EIE (Energie Intelligenti per l’Europa)► CIP - EIP: Innovazione e imprenditorialità► DCI 2007-2013 (Strumento per il finanziamento 2007- della cooperazione allo sviluppo)► ENPI 2007-2013 (Strumento europeo di 2007- vicinato e partenariato)► LIFE + (Strumento finanziario per l’Ambiente)
  29. 29. APQTutela e Risanamento Ambientale per il Territorio della Regione Calabria 28 giugno 2006 Nell’atto integrativo, stipulato il 3 luglio 2008, sono previsti interventi di risanamento ambientale in aree demaniali nei comuni della provincia di RC ed interventi di adeguamento delle discariche in alcuni Comuni.

×