Il lavoro sommerso progetto provincia di crotone (1a) s. barresi 2009

423 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
423
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il lavoro sommerso progetto provincia di crotone (1a) s. barresi 2009

  1. 1. promuovere una politica per l’emersione, se non nel contesto diIL LAVORO SOMMERSO una più ampia strategia, di una generale opzione sistemica diSalvatore Barresi (*) sviluppo per il Mezzogiorno. Il sommerso è un fenomeno daiOggi, nel dibattito sul rilancio economico del Mezzogiorno, un caratteri eterogenei e se si vuole immaginarne una soluzioneruolo importante viene assegnato alle politiche volte a stimolare non si può fare a meno di una politica capace di coordinare,l’emersione del sommerso. Linsieme delle attività economiche armonizzare, tenere le fila di un autentico piano di sviluppo. Uncondotte in modo illegale o che hanno finalità illegali e/o attività piano di sviluppo capace di rispondere alle esigenze deleconomiche legali condotte in modo non controllabile e non territorio ed alla velocità dei mutamenti locali e globali. Conrilevabile dalle autorità pubbliche, rappresentano una zona questo opuscolo si vuole informare i giovani sul lavorogrigia molto estesa di portata patologica, soprattutto laddove e sommerso e sulle nuove modalità di connessione tra assettomeno radicato il principio di legalità. È importante riaprire una sociale e sviluppo economico locale. La Provincia di Crotone,stagione per costruire interventi di incentivazione all’emersione l’Assessorato al Lavoro sta tentando, già da alcuni anni,e di repressione di coloro che continuano a evadere il politiche locali per superare l’atteggiamento di tolleranza delpagamento delle tasse e dei contributi sociali. Questo dibattito sommerso e eliminare gli ostacoli alle esperienze di sviluppopone, però, tre quesiti fondamentali: Perché il sommerso è concertato, responsabilizzando gli attori locali e promuovendo istato sin qui tollerato? Sotto quali condizioni possono politiche soggetti di impresa, ma, in particolare, valorizzando il capitaledi repressione del sommerso contribuire ad aumentare umano.l’efficienza del sistema produttivo e a migliorare ilfunzionamento del mercato del lavoro? Sono queste condizionioggi presenti nel Mezzogiorno d’Italia? È chiaro che nel breveperiodo, bisogna agire sulle determinanti della convenienzaeconomica dell’irregolarità (aumentare i controlli e l’effettivitàdella sanzione, diminuire la pressione fiscale sul lavororegolare) e sulle problematiche che derivano dall’espansione diquei fenomeni che creano i presupposti per la diffusionedell’irregolarità. E sul lungo periodo, necessità di una politica ditipo integrato, che affianchi alle misure, solitamente utilizzateper ridurre il ricorso al lavoro di tipo irregolare, particolari azioni (*) Sociologo Economista, Consulente di Direzione nella PA. Docente avolte a sostenere lo sviluppo economico e sociale, il contratto in Scienze Umane. Ricercatore e cultore della materia di Disciplinemiglioramento delle condizioni di vita e la promozione del Economiche all’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Direttore del Centro Pastorale per lo Sviluppo dellArcidiocesi di Crotone - S. Severina.territorio. Ritengo, altresì, opportuno che le politiche per Diacono permanente esperto in Dottrina Sociale della Chiesa. Giornalista el’emersione del lavoro irregolare siano ricomprese nel più Saggista di politiche economiche e sociali.ampio contesto di quelle per l’occupazione, anche perché ilsommerso, purtroppo, è ovunque, è non ha alcun senso
  2. 2. Indice PREMESSAPremessaIl Lavoro sommerso La Commissione Provinciale per l’emersione del lavoro non regolare di Crotone, intende apportare un contributi divulgativoStruttura del sommerso nel sensibilizzare i giovani interlocatori, alle problematiche delDiritti civili e sociali garantiti al lavoratore lavoro sommerso. Il piccolo volume informativo è stato redatto con l’obiettivo diFonti legislative fornire ai giovani un’informazione più dettagliata sul lavoroFonti contrattuali e sindacali sommerso e sugli argomenti ad esso correlati. Data la sensibilità e la complessità dell’argomento trattato si è cercatoIl contratto individuale di lavoro di semplificare la materia, evidenziando da un lato i diritti civili eMansioni, qualifica e categoria sociali garantiti al lavoratore da parte dell’ordinamento giuridico Italiano, dall’altro, si è identificato l’aspetto patologico delIl Contratto individuale di lavoro mercato del lavoro, ossia, il lavoro sommerso.Organi di Vigilanza ( decreto Legislativo 124/04) L’approccio multi-disciplinare e dinamico apportato avrà il primario obiettivo di fornire ai giovani delle quinte classi degliIl sistema di tutela della salute e della sicurezza sul Istituti Scolastici di II grado della Provincia di Crotone, spuntilavoro di riflessione sul mercato del lavoro.Le associazioni sindacali Dialogare con i giovani, confrontarsi con loro è l’obiettivo principale di questa Commissione per l’Emersione del LavoroIl processo di lavoro non Regolare di Crotone.Procedimento conciliativo presso le DirezioniProvinciali del Lavoro ( ex art. 410 c.p.c.)L’arbitrato 2
  3. 3. IL LAVORO SOMMERSO 2. lavoro grigio la mancanza delle tutele/diritti per i lavoratori è parziale ( il lavoratore presta la propria attività lavorativa avendo sottoscritto un contratto diIl lavoro sommerso viene definito alla stregua di qualsiasi lavoro, ma non vengono applicate tutte le clausoleattività retribuita lecita di per sé ma non dichiarata alle Autorità contrattuali, esempio minore retribuzione, orari di lavoropubbliche, tenendo conto delle diversità dei sistemi giuridici non conformi al C.C.N.L. ecc…).vigenti nei Paesi membri. Negli ultimi anni, le modifiche I lavoratori in nero risultano collocabili in due aree dilegislative nel campo del diritto del lavoro è risultata molto appartenenze:intensa, incoraggiata dallo sviluppo di nuove formeoccupazionali sempre più flessibili, sia rispetto all’orario di 1. una prima, a tempo parziale o ridotto, comprendentelavoro sia rispetto a nuove tipologie di contratto. lavoratori che scelgono volontariamente di entrarvi effettuando lavoro in nero come ore di straordinario,In tale contesto, è cresciuta l’esigenza da parte degli utilizzatori come secondo lavoro in altra impresa, per incrementaredi disporre di informazioni diversificate sul fenomeno un reddito già disponibile, ( salario principale, pensioni),dell’occupazione, in grado di cogliere la reale complessità del generando situazioni di carattere collusivo tra lavoratorimercato del lavoro nel nostro paese e la sua evoluzione nel ed imprese. Infatti, il salario nero comporta unatempo. evasione di versamenti fiscali ed oneri sociali, suddivisiA Tal fine si sono stimate due tipologie di posizioni lavorative: in qualche modo tra imprese e lavoratori.quelle regolari (emerso) e quelle non regolari (sommerso). 2. una seconda area, di lavoratori in nero a tempo pieno comprende: lavoratori immigrati e soprattuttoSi definiscono regolari le prestazioni lavorative svolte senza il clandestini la cui scelta è la necessità, trattandosirispetto della normativa vigente in materia giuridico fiscale e dell’unica modalità accessibile per ottenere o mantenerecontributiva, quindi non osservabili direttamente presso le un rapporto di lavoro, ( sempre con l’aspettativa diimprese e le Istituzioni. successive regolarizzazioni e stabilizzazioni); lavoratoriIl lavoro sommerso (irregolare) si può definire come: ”qualsiasi esplulsi dal lavoro regolare e nella necessità diattività retributiva, lecita di per sé, ma non dichiarata alle mantenere un reddito. Anche occupandosi in attività nonautorità pubbliche, con la conseguente mancanza di congrue alla loro formazione precedente per le quali iltutele/diritti per i lavoratori”. A seconda della presenza o loro potere contrattuale è divenuto nullo; lavoratricimeno nel rapporto di lavoro, di tutele/diritti del lavoratore donne per le quali il loro potere contrattuale è divenutosi identificano due forme di lavoro sommerso: nullo; lavoratrici donne per le quali l’inserimento nel mondo del lavoro regolare risulta non possibile a causa 1. Lavoro nero: la mancanza delle tutele/diritti per i di situazioni personali( famiglia) o sociali sfavorevoli; lavoratori è totale ( il lavoratore presta la propria attività giovani per cui l’ingresso nel mondo del lavoro è ristretto lavorativa senza aver sottoscritto alcun contratto e ad occupazioni in nero o in condizioni irregolari. senza garanzia per malattia e/o infortunio) 3
  4. 4. STRUTTURA DEL SOMMERSO • Normativo mancanza dell’iscrizione nel Per una maggiore chiarezza nell’analisi del fenomeno, può registro delle imprese, non formalizzazione essere opportuno dotarsi di una griglia concettuale di lettura dei rapporti di lavoro subordinati presso le del fenomeno, individuando le dimensioni rispetto alle quali strutture pubbliche depurate, non rispetto una determinata realtà produttiva o lavorativa può definirsi delle condizioni imposte dal C.C.N.L. sommersa. • Contributivo: mancato adempimento degli 1. Sotto il profilo strutturale è possibile individuare degli obblighi assicurativi e previdenziali; aspetti di indivisibilità che costituiscono le condizioni • Retributivo: mancata trascrizione nel libro di base per il ricorso ad irregolarità sotto il profilo paga ( retribuzione di fatto) o registrazione giuridico-formale: In questo caso, l’indivisibilità di una retribuzione superiore a quanto dell’attività svolta si configura con riferimento alle effettivamente percepito ( doppia busta paga dimensioni: o l’erogazione di fuoribusta).Fisico/territoriale la maggiore/minore visibilità del luogo fisicoin cui viene svolta l’attività. Infatti las mancanza di un luogofisico di lavoro o la sua invisibilità incentiva fortemente il ricorso Sulla base delle fattispecie rispetto alle quali l’attività puòal lavoro sommerso. risultare sommersa e del livello di invisibilità, è stata costruita una tipologia che individua quattro profili di impresa.Di prodotto: maggiore/minore visibilità del prodotto. Il rischio disommerso diminuisce quando il prodotto dell’attività è destinato • Impresa sommersa: rientrano in questa fattispecie dialla vendita diretta mentre aumenta se si tratta di un sommerso totale, tutte quelle attività legate a prestazionisemilavorato, destinato all’assemblaggio: di lavoro individuale, nelle quali l’oggetto dell’attività legate a prestazioni di lavoro individuale, nelle qualiDi mercato maggiore/minore visibilità dell’attività nel mercat. Al l’oggetto dell’attività è la prestazione di un servizio ( altacrescere dell’invisibilità di mercato ( es. perché si lavora per invisibilità del prodotto del lavoro), che non richiede ungrossisti) aumentano i rischi di immersione. luogo di lavoro fisso e stabile e la cui clientela di 2. Sotto il profilo giuridico – formale, relativo cioè destinazione è privata. Possono essere ricompresse in all’esistenza di irregolarità nello0 svolgimento tale tipologia tutte le attività connesse alla dell’attività lavorativa, l’invisibilità tende a realizzarsi ristrutturazione e ai servizi di manutenzione legati rispetto ai seguenti sistemi: all’edilizia, ai servizi di cura e assistena alla persona svolti a domicilio. Le condizioni strutturali dell’attività • Fiscali : Totale assenza di partita IVA e contribuiscono sicuramente a rendere conveniente il mancata dichiarazione fiscale o ricorso ricorso all’irregolarità totale sotto il profilo fiscale, occasionale a sottofatturazione o ad altre contributivo, retributivo e formale. Si tratta, generalmente forme di evasione. di piccole imprese non registrate nel Registro imprese 4
  5. 5. impedisce anche l’apertura della posizione previdenziale essere venduto ad imprese terziste. Saltuariamente e assicurativa sia per il titolare che per i dipendenti. l’impresa è anche presente su piccola scala con un marchio proprio. L’attività viene svolta in luoghi visibili,• Impresa quasi sommersa: configura un tipo di attività anche se raramente rispetta i requisiti previsti dalla sotto il profilo giuridico formale molto simile alla precedente, ma differente con riferimento alle condizioni Legge 626/96 in materia di sicurezza Il profilo strutturali di svolgimento. In genere l’attività ha per dimensionale dell’impresa semi sommersa è una oggetto la produzione di un manufatto o di un variabile molto importante; il numero medio di addetti si semilavorato destinato ad entrare nel mercato attraverso aggira tra le 5 e 20 unità. L’Azienda è registrata nel figure intermedie che “ piazzano” il prodotto presso Registro imprese e generalmente la maggioranza dei aziende terziste, negozi, mercati, venditori ambulanti. Al dipendenti, assunta con regolare contratto di lavoro. basso livello di visibilità del prodotto e dell’azienda nel L’azienda è registrata all’Inps. Tuttavia, sono mercato, si accompagna l’immersione territoriale, ampiamente diffuse forme di irregolarità sotto il profilo determinata, diversamente dalla prima fattispecie, dalla fiscale, normativo e contributivo quali il ricorso più o volontà di nascondersi ( l’attività richiede infatti un luogo meno sistematico dell’evasione fiscale, il non rispetto del fisico per essere svolta, ma questo viene contratto Collettivo Nazionale di lavoro, la doppia busta intenzionalmente occultato). Rientrano in tale tipologia paga o la dichiarazione di un numero di giornate molti tipi di lavorazioni di carattere artigianale ( tessile, lavorative inferiore a quelle effettivamente lavorate. calzaturiero, oreficeria, lavorazioni pelli, falegnameria). • Impresa semi emersa: quest’ultima tipologia è quella La realtà tipo è quella di un laboratorio ubicato che più si avvicina alla condizione di regolarità nello generalmente in scandinati, garage o, molto svolgimento dell’attività d’impresa: Si tratta di un tipo di frequentamente nella stessa abitazione del titolare. La impresa di dimensioni variabili, in genere oltre i dieci dimensione media del laboratorio è di 2-3 addetti. dipendenti, la cui attività viene svolta in luoghi Generalmente il titolare apre la sola partita IVA; talvolta, normalmente in regola sotto il profilo di sicurezza degli a questa segue l’iscrizione dell’attività al Registro ambienti di lavoro. L’azienda produce generalmente con Imprese necessaria alla regolarizzazione della posizione marchio proprio sul mercato nazionale e il prodotto è previdenziale almeno del titolare. La manodopera è quindi destinato alla vendita diretta. E’ iscritta al registro invece occupata in modo del tutto irregolare. imprese e i dipendenti sono assunti con regolare• Impresa semi sommersa: rispetto alla precedente contratto di lavoro, in genere la loro posizione risulta tipologia, l’impresa semi-sommersa configura una realtà regolare sotto il profilo del versamento dei contributi imprenditoriale più strutturata. I settori in cui tale previdenziali e assicurativi. Esistono tuttavia irregolarità tipologia è più diffusa sono tessile, l’agroalimentare, il relative a fenomeni di evasione fiscale e retributiva: meccanico, la falegnameria; attività che hanno per sottofatturazione e pagamento di straordinari fuoribusta oggetto un prodotto generalmente finito destinato ad sono le modalità più diffuse. 5
  6. 6. DIRITTI CIVILI E SOCIALI GARANTITI AL LAVORATORE • Art. 36 “ Il lavoratore ha diritto ad unaA seguito dell’entrata in vigore della Costituzione Italiana retribuzione proporzionata alla quantità e qualitàcominciarono ad essere tutelati in maniera più incisiva i diritti del suo lavoro è in ogni caso sufficiente addei Lavoratori, infatti la stessa Costituzione rappresenta la fonte assicurare a sé e alla famiglia una esistenzaprincipale delle norme sul diritto del Lavoro, a cui sono da libera e dignitosa….”aggiungere le fonti soprannazionali e le fonti contrattuali e • Art. 37 “ La donna lavoratrice ha gli stessi dirittisindacali. e parità di lavoro, le stesse retribuzioni che1 Fonti sopranazionali spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l’adempimento della sua • Trattati internazionali; essenziale funzione familiare e assicurare alla • Convenzioni O.I.L. ( Organizzazione madre e al bambino una speciale adeguata internazionale del lavoro), rappresentano fonti protezione….” indirette, non potendo agire direttamente sugli • Art. 38 “ Ogni cittadino inabile al lavoro e ordinamenti giuridici interni degli Stati membri; sprovvisto dei mezzi necessari per vivere ha regolamenti e decisioni della Comunità Europea. diritto al mantenimento e all’assistenza” ( comma 1) La norma ha inteso sancire il diritto del2 Fonte Costituzionale lavoratore ad adeguate forme di previdenza ed • Art. 1 della Costituzione “ L’Italia è una assistenza sociale, nell’ambito del lavoro, Repubblica Democratica fondata sul lavoro”; rispetto della persona umana mettendo al sicuro il lavoratore stesso da quei rischi che possono • Art. 4 comma 1 della Cost. “ La Repubblica incidere sulla sua capacità lavorativa e sui riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e bisogni del suo nucleo familiare promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto comma 2 “ ogni cittadino ha il • Art. 39 La norma sancisce il diritto all’attività dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità sindacale, “ l’organizzazione sindacale è libera” , e la propria scelta, un’attività o una funzione che stabilendo il fondamentale principio della concorra al progresso materiale o spirituale della capacità dei sindacati registrati, di stipulare società” contratti collettivi di lavoro ( C.C.N.L.) vincolanti per tutti i lavoratori appartenenti alle categorie • Art. 35 sancisce al comma 3 che la Repubblica “ che essi rappresentano, anche se non iscritti ( promuove e favorisce gli accordi comma 3) internazionali intesi ad affermare e regolare i diritti del lavoro”. • Art. 40 “ Diritto di sciopero si esercita nell’ambito delle leggi che lo regolano”. 6
  7. 7. 2 FONTI LEGISLATIVE il proprio pensiero, nel rispetto dei principi della Costituzione e delle norme della presente legge” • Legge ordinaria e gli atti aventi forza di legge Decreti legge e decreti delegati) • Art. 7 SANZI0NI DISCIPLINARI comma 1 “ Le norme disciplinari relative alle sanzioni, alle • Codice civile Libro V del lavoro dall’art. 20060 agli infrazioni in relazione alle quali ciascuna di esse artt. 2642) art. 2104 c.c. DILIGENZA DEL può essere applicata ed alle procedure di PRESTATORE DI LAVORO ) “ Il prestatore di contestazione delle stesse”devono essere lavoro deve usare la diligenza richiesta dalla portate a conoscenza dei lavoratori mediante natura della prestazione dovuta, dall’interesse affissione in luogo accessibile a tutti. Esse dell’impresa e da quello superiore della devono applicare quanto in materia è stabilito da produzione nazionale “ Comma 2 deve inoltre accordi e contratti di lavoro ove esistono” comma osservare le disposizioni per l’esecuzione e per la 2 “ Il datore di lavoro non può adottare alcun disciplina del lavoro impartite dall’imprenditore e provvedimento disciplinare nei confronti del dai collaboratori di questo dai quali lavoratore senza avergli preventivamente gerarchicamente dipende” contestato l’addebito e senza averlo sentito a sua • Art. 2105 c.c. obbligo di fedeltà “ Il prestatore di difesa”. Comma 4 “ Fermo restando quanto lavoro non deve trattare affari per conto proprio o disposto dalla legge 15 luglio 1966 n. 604, non di terzi in concorrenza con l’imprenditore, né possono essere disposte sanzioni disciplinari che divulgare notizie attinenti all’organizzazione e ai comportano mutamenti definitivi del rapporto di metodi di produzione dell’impresa, ofarne in modo lavoro …” comma 8 “ Non può tenersi conto ad da poter recare ad essa pregiudizio”. alcun effetto delle sanzioni disciplinari decorsi due anni dalla loro applicazione” • Art. 2106 c.c. Sanzioni disciplinari “ L’inosservanza delle disposizioni contenute • Art. 8 DIVIETO DI INDAGINI SULLE OPINIONI “ nei due articoli precedenti può dar luogo e’fatto divieto al datore di lavoro, ai fini all’applicazione di sanzioni disciplinari, dell’assunzione, come nel corso dello svolgimento secondo la gravità dell’infrazione” ( vedi art. 7 del rapporto di lavoro,…. Di effettuare Legge 300/70 statuto dei lavoratori) indagini….sulle opinioni politiche, religiose o sindacali del lavoratore..” • Legge 300/70 “ Statuto dei Lavoratori”: • Art. 9 TUTELA DELLA SALUTE E • Art. 1 LIBERTA’ DI OPINIONE “ I lavoratori DELL’INTEGRITA’ FISICA “ I lavoratori hanno senza distinzione di opinione politiche, sindacali e diritto…di controllare l’applicazione delle norme di fede religiosa, hanno diritto nei luoghi dove per la prevenzione degli infortuni e delle malattie prestano la loro opera, di manifestare liberamente professionali” ; 7
  8. 8. • Art. 14 DIRITTO DI ASSOCIAZIONE E DI IL CONTRATTO DI LAVORO IL C.C.N.L. MANSIONE, ATTIVITA’ SINDACALE “ Il diritto di costituire QUALIFICA E CATEGORIA IL CONTRATTO INDIVIDUALE associazioni sindacali, di aderirvi e di svolgere DI LAVORO attività sindacale, è garantito a tutti i lavoratori Il codice civile, pur dettando una disciplina sistematica del all’interno dei luoghi di lavoro”. rapporto di lavoro negli articoli 2096 e seguenti, non dà alcuna • Art. 15 ATTI DISCRIMINATORI “ e’ nullo indicazione circa l’origine del rapporto ed in particolare sulla qualsiasi patto od atto diretto a : sua natura contrattuale. Dottrina e giurisprudenza sono comunque concordi nel sostenere la natura contrattuale del a) subordinare l’occupazione di un rapporto di lavoro subordinato, ponendo in evidenza che tale lavoratore alla condizione che aderisca natura va riconosciuta sul decisivo rilievo che il rapporto è ad una associazione sindacale ovvero pursempre costituito dall’incontro di volontà tra il datore di cessi di farne parte; lavoro ed il prestatore di lavoro. L’art. 2094 del codice civile b) licenziare un lavoratore, discriminandolo individua come prestatore di lavoro subordinato “ chi si obbliga nella assegnazione di qualifiche o mediante retribuzione a collaborare nell’impresa, prestando il mansioni, nei trasferimenti, nei proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la provvedimenti disciplinari, o recargli direzione dell’imprenditore”. altrimenti pregiudizio a causa della sua Requisiti essenziali del contratto di lavoro, così come in affiliazione o attività sindacale ovvero qualsiasi contratto, sono: la forma, la volontà e la causa. Il della sua partecipazione ad uno sciopero. contratto di lavoro si costituisce mediante l’accordo delle c) Le disposizioni di cui al comma volontà ( consenso) dei contraenti ( datore di lavoro e precedente si applicano altresì ai patti o lavoratore), però l’autonomia negoziale delle parti, trova atti diretti a fini di discriminazione politica, molteplici limiti per finalità di tutela del contraente debole ( il religiosa, razziale, di lingua o di sesso, di lavoratore), sicchè la proposta del datore deve essere handicap, di età o basata corrispondente alle clausole previste dai Contratti Collettivi sull’orientamento sessuale o sulle Nazionali e di categoria, art. 2077 codice civile “ I contratti convinzioni personali.” individuali di lavoro tra gli appartenenti alle categoria alle quali si riferisce il contratto collettivo devono uniformarsi alle3 FONTI CONTRATTUALI E SINDACALI: disposizioni di questo. Comma 2 Le clausole difformi dai Contratto individuale di lavoro, nel quale l’accordo viene contratti individuali, preesistenti o successivi al contrattoraggiunto direttamente tra il singolo datore di lavoro e il collettivo, sono sostituite di diritto da quelle del contrattosingolo prestatore di lavoro, ( deve comunque sempre collettivo, salvo che contengano speciali condizioni piùcontenere i minimi di trattamento previsti dal C.C.N.L. e di favorevoli ai prestatori di lavoro”.categoria; 8
  9. 9. 2) Il livello di categoria IL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO Il contratto Nazionale di categoria ha il compito di fissare le (C.C.N.L.) condizioni minime di trattamento economico e normativo.La contrattazione collettiva è la complessa attività che le parti La contrattazione di categoria è un punto di riferimento e diinteressate dal conflitto svolgono seguendo modelli equilibrio: la sua funzione essenziale è quella di unire tutti iesplicitamente convenuti oppure prassi sedimentate nel tempo lavoratori e di generalizzare i risultati più avanzati conseguitidelineando determinate costanti di comportamento delle stesse dalla contrattazione aziendale.nel porre in essere la loro attività di produzione 3) Il livello aziendaleNormativa. Il contratto collettivo nasce come aziendale, agli inizi del secoloLa contrattazione collettiva è dunque riconducibile a modelli e si occupa principalmente dalla parte retributiva ( concordati diche tengonoi a pertuarsi, fino ad atteggiarsi a vere e proprie tariffa).regole che le parti si obbligano a seguire. Con l’affermarsi dei sindacati, la dimensione del contrattoAttualmente, la contrattazione collettiva si articola su tre livelli: collettivo coincide sempre più con il livello di categoria. • Livello interconfederale Mansione, qualifica e categoria. • Livello interconfederale Il rapporto di lavoro indica la relazione giuridica che intercorre tra il datore di lavoro ed il lavoratore, avente ad oggetto • Livello di categoria l’obbligo del lavoratore di eseguire mediante retribuzione, ls • Livello Aziendale prestazione lavorativa ( art. 2094 c.c. ) Il contenuto sostanziale della prestazione, è desumibile da una serie di indici formali e 1) Il livello interconfederale precisamente dalle mansioni, qualifiche e categorie. E’ un vero e proprio grado di contrattazione, che contiene Ai sensi dell’art. 2013 del codice civile e dell’art. 96 dellecomplete e specifiche discipline di determinati Istituti disposizioni di attuazione al codice civile, “ Il prestatore dicontrattuali. lavoro deve essere adibito alle mansioni per le quali è statoGli accordi interconfederali ( o concordati), sono da considerare assunto o a quelle corrispondenti alla categoria superiore checontratti collettivi a tutti gli effetti, in quanto ricercano una abbia successivamente acquisito ovvero a mansioni per le qualiregolamentazione complessiva dei vari aspetti del rapporto di è stato assunto o a quelle corrispondenti alla categorialavoro. superiore che abbia successivamente acquisito ovvero aLa contrattazione interconfederale è indirizzata verso obiettivi mansioni equivalenti alle ultime effettivamente svolte, senzarivendicativi di carattere generale, capaci di suscitare grandi alcuna diminuzione della retribuzione (…)”. Pertanto lemovimenti di massa mansioni indicano gli specifici compiti e le concrete attività per le quali il lavoratore è stato assunto. Le varie mansioni, 9
  10. 10. raggruppate tra loro secondo criteri di omogeneità Personale Ispettivoprofessionale, fanno corrispondere al lavoratore un certo Personale delle Direzioni Regionali e Provinciali del Lavoro,trattamento economico-normativo. L’insieme delle mansioni dell’INPS, INAIL ed ENPALSindividuano la qualifica del lavoratore ( status professionalelegalmente e contrattualmente stabilito in base al contenuto LE ASSOCIAZIONI SINDACALIdelle mansioni). In quello Italiano, a differenza di altri ordinamenti (ad es: quelloLe qualifiche sono a loro volta raggruppate in categorie, le francese o inglese), non vi è una definizione legislativa delquali costituiscono entità classificatorie più ampie comprendenti sindacato: in base, tuttavia alle formulazioni dottrinali ei vari livelli professionali. giurisprudenziali il sindacato può definirsi “ l’associazione libera e spontanea di singoli individui nel particolare status diORGANI DI VIGILANZA ( Decreto Legislativo 124/04) prestatori di lavoro subordinato o in quello di datori di lavoro; èDirezioni Regionali e Provinciali una associazione che rappresenta attraverso i suoi organi direttivi interni tutti gli individui che la compongono nella loroAssumono e coordinano, nel rispetto delle competenze affidate qualità di soci; è una associazione che agisce collettivamente alalle Regioni ed alle province, le iniziative di contrasto del lavoro fine di tutelare i comuni interessi professionali nei confronti deisommerso e irregolare e vigilano sui diritti civili e sociali dei soci, delle altre associazioni, di altri soggetti giuridici”,lavoratori.Aziende Sanitarie Locali ( ASL) L’articolo 39 della Costituzione sancisce, al primo comma, il principio della libertà di organizzazione sindacale. La mancataTutela e sicurezza nei luoghi di lavoro attuazione, dell’articolo 39 della Costituzione fa sì che ancoraCommissione Centrale di Coordinamento oggi le associazioni sindacali siano disciplinate dalla normativa di diritto comune e più precisamente dagli articoli 36,37 e 38 delSvolge soprattutto compiti di coordinamento tra le parti Codice Civile. Pertanto assumono lo status giuridico di enti diinteressate alla lotta contro il sommerso ( (INPS, INAIL, G. di fatto.Finanza, Agenzia delle entrate, Coordinamento delle Asl,Comitato Nazionale per l’Emersione del lavoro non regolare, L’espressione più importante dell’economia e della libertàrappresentanti dei datori di lavoro e dei lavoratori). sindacale è rappresentata dalla contrattazione collettiva costituita, come detto in precedenza, attività attraverso cui leCommissione Regionale di Coordinamento contrapposte organizzazioni dei datori di lavoro e dei lavoratoriCoordina sul territorio Regionale l’attività di vigilanza. determinano le condizioni di lavoro e risolvono i loro eventuali conflitti di interesse, nonché dallo sciopero, visto comeCles strumento di autotutela sindacale. Lo sciopero, si configuraConsiglio dei Presidenti dei comitati per il lavoro e l’emersione come una astensione (facoltativa) totale e concertata dal lavorodel sommerso. da parte di più lavoratori subordinati per tutela dei loro interessi collettivi.Commissione provinciale di Coordinamento 10
  11. 11. IL SISTEMA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA Il datore di lavoro è responsabile della protezione della salute eSICUREZZA SUL LAVORO della sicurezza dei lavoratori e della verifica delle attivitàDella salute e della sicurezza sul lavoro, e anche del rispetto intraprese in tal senso nell’organizzazione.delle disposizioni in materia di salute e sicurezza applicabili in Il datore di lavoro deve definire la responsabilità, gli obblighi e ibase alla legislazione e della normativa nazionali, è poteri delle persone incaricate di elaborare e di attuare i sistemiresponsabile il datore di lavoro, il quale svolge un ruolo di di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro, diprimo piano nelle attività relative alla salute e alla sicurezza sul garantirne l’efficacia e di realizzare gli obiettivi in questo ambito.lavoro . IL PROCESSO DEL LAVOROLa partecipazione dei lavoratori è un elemento essenziale del Nel momento in cui il rapporto istaurato tra il datore di lavoro esistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro il lavoratore presenti delle anomalie il legislatore italiano hanell’organizzazione. previsto diverse forme di componimento stragiudiziale eIl datore di lavoro è tenuto a vigilare affinché i lavoratori e i loro giudiziale del conflitto tra datore di lavoro e lavoratore.rappresentanti in materia di salute e sicurezza siano consultati, Procedimento conciliativo presso le Direzioni Provincialiinformati e formati su tutti gli aspetti relativi alla salute e alla del Lavoro (ex art. 410 C.P.C.)sicurezza sul lavoro connessi al loro ambito professionale, tracui le misure di emergenza. Il tentativo di conciliazione è una fase prodromica ma necessaria del processo del lavoro. Il lavoratore o il datore diInoltre il datore di lavoro deve provvedere affinché i lavoratori e lavoro possono chiedere che venga discussa la materia deli loro rappresentanti in materia di salute e sicurezza contendere presso la Commissione di conciliazione istituita indispongono del tempo e delle risorse che consentano loro di seno alla Direzione Provinciale del lavoro. La richiesta puòpartecipare attivamente ai processi di organizzazione, di essere fatta direttamente dalle parti oppure da unapianificazione e attuazione, di valutazione e di azione, finalizzati organizzazione sindacale alla quale il lavoratore ( o il datore dial miglioramento del sistema di gestione della salute e della lavoro ) ha dato mandato.sicurezza sul lavoro. La commissione deve convocare entro dieci giorni le parti eE’ necessario inoltre che il datore di lavoro, se necessario, deve portare a termine il procedimento entro ed non oltre 60 giorniistituire un comitato per la salute e la sicurezza , che lavori (90 giorni nel caso di pubblico impiego). Il tentativo obbligatoriobene, e riconoscere i rappresentanti dei lavoratori in materia di di conciliazione può concludersi, positivamente con un accordosalute e di sicurezza, in conformità alla legislazione e alla che sani ogni elemento della materia del contenderepratica nazionale. (conciliazione), o negativamente con verbale di mancatoORGANIZZAZIONE accordo o di mancata comparizione delle parti interessate.Responsabilità e obblighi L’accordo si raggiunge normalmente con atto di transazione o rinuncia, ma non tutti i diritti del lavoratore possono essere oggetto di rinuncia; infatti alcuni diritti vengono definiti dallo 11
  12. 12. stesso legislatore indisponibili, cioè quelli che il lavoratore gode Si tratta di un Istituto che ha l’intento di favorire la composizionema sui quali non ha nessuna podestà. I diritti indisponibili sono stragiudiziale delle cause di lavoro, e di ridurre i tempi diad esempio: quello relativo al godimento delle ferie, al riposo, al gestione e risoluzione delle controversie. Quando il tentativo ditrattamento di fine rapporto ( TFR). conciliazione non riesce, o è decorso il termine, le partiFare Schema……… interessate possono concordare di deferire la risoluzione della controversia, anche con l’assistenza dell’organizzazioneNel caso di mancato accordo ( anche parziale) o di mancato sindacale alla quale aderiscono o abbiano conferito mandato,.espletamento si attiva l’azione giudiziaria. Tramite un legale alla decisione arbitrale. Il suo esperimento è condizionato alche provvederà a redigere il ricorso contenente motivi di fatto e preventivo consenso di entrambe le parti.motivi di diritto, e depositarlo presso la cancelleria del giudicedel lavoro. Il Giudice entro 5 giorni dal deposito fisserà la data L’arbitrato si distingue in rituale e irritale, la differenzadi udienza di comparizione delle parti (datore di lavoro e sostanziale consta nel fatto che l’arbitrato rituale develavoratore). Successivamente, terminato l’intero rito, il giudice osservare le norme di diritto mentre quello irritale utilizza loemetterà la sentenza con cui andrà a regolare la controversia. strumento della transazione dove le parti sostanzialmenteLa sentenza di primo grado è ricorribile in appello. Serve fanno reciproche rinunzie e concessioni al solo fine diaggiungere che è competente il giudice nella circoscrizione in raggiungere un equilibrato accordo.cui ha sede l’ufficio al quale il dipendente è in servizio. Con laprivatizzazione del rapporto di lavoro, entrambi le parti nellapubblica Amministrazione hanno obblighi paritari. Nei processidel lavoro, l’accertamento giudiziale della violazione del dirittocomporta, oltre al ripristino del diritto violato, il risarcimento deidanni subiti.I ricorsi per attività antisindacali possono essere presentatidalle organizzazioni sindacali che ritengono violato l’eserciziodelle libertà sindacali. Infatti, l’art. 28 della legge n. 300/70prevede i ricorsi avverso i comportamenti che mirano a limitareo impedire l’esercizio delle libertà sindacale o del diritto disciopero.Si tratta di un procedimento speciale, caratterizzatodalla rapidità del giudizio. In considerazione degli effetti, ilcomportamento antisindacale va accertato dall’ufficio vertenzedel sindacato con estremo rigore.L’ARBITRATO 12

×