Botricello comune globale [progetto esecutivo] vers.3

1,324 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,324
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Botricello comune globale [progetto esecutivo] vers.3

  1. 1. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” PROGETTO SCHEDE INTERVENTI Regione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” Delibera di Giunta Regionale n. 149 del 25/2/2003 Decreto Dirigenziale n. 10245 del 12/07/2007 Convenzione tra Regione Calabria e Comune di Botricello del 02/08/2007 – Rep. N. 13214 Redatto a cura del Project Manager Dr. Salvatore Barresi Pagina 1 di 38
  2. 2. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” Indice Premessa 3 1. IL CONTESTO SOCIO ECONOMICO 4 2. IL PROGETTO “BOTRICELLO COMUNE GLOBALE” 4 3. GLI OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO 5 4. LA FILOSOFIA DEL PROGETTO 6 5. PANORAMICA DEL PROGETTO 7 6. QUADRO SINOTTICO DEL PROGETTO 8 7. TECNOLOGIE DA ADOTTARE 9 8. SCHEMA INTERVENTO ESECUTIVO PROGETTO “BOTRICELLO GLOBALE” 10 9. 1° INTERVENTO - INNOVAZIONE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 11 9.1 PROGETTO (1) - COMUNE: INFORMATIZZAZIONE DEL MUNICIPIO E DEI SERVIZI AL CITTADINO - PROGETTO DECENTRAMENTO PROTOCOLLO INFORMATICO. 9.2 PROGETTO (2) - BILANCIO SOCIALE COMUNALE E BILANCIO PARTECIPATIVO - DEMOCRAZIA 15 CITTADINANZA DIGITALE. 9.3 PROGETTO (3) - LABORATORIO DI DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA – CONSULTA TERRITORIALE 16 9.4 PROGETTO (4) - COMITATO PER LA PROGRAMMAZIONE E LO SVILUPPO LOCALE. PIANO INTEGRATO 17 PER LA E-GOVERNANCE NELLA GESTIONE DEL TERRITORIO. 10 2° INTERVENTO - INNOVAZIONE NEL SOCIALE 18 10.1 PROGETTO (1) – I CITY: UNA CITTÀ VIRTUALE PER COSTRUIRE IDENTITÀ. 10.2 PROGETTO (2) - BIBLIOTECA COMUNALE DIGITALE 20 10.3 PROGETTO (3) - E-LEARNING: ATTIVITÀ FORMATIVA. CORSI PER DISABILI SENSORIALI. 22 10.4 Progetto (4) - RETE COMUNALE WI-FI 23 11 3° INTERVENTO - INNOVAZIONE NELLA ECONOMIA LOCALE 27 11.1 PROGETTO (1) - E-TURISMO: IMPLEMENTARE E MONITORARE EFFICACI POLITICHE PER IL TURISMO E LA QUALITÀ DELLA VITA. 11.2 PROGETTO (2) - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LOCALE 28 11.3 PROGETTO (3) - GIOVANI OGGI 29 11.4 Progetto (4) - INCUBATORE VIRTUALE 30 12 STRUTTURA ORGANIZZATIVA 32 12.1 TEMPISTICA – CRONOPROGRAMMA 36 13. QUADRO FINANZIARIO DEL PROGETTO 38 Pagina 2 di 38
  3. 3. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” Premessa Il progetto “Botricello Comune Globale” ha l’obiettivo di elaborare strumenti che consentano la partecipazione alla decisione delle politiche pubbliche da parte dei cittadini e delle forze economiche e sociali del territorio. Luso delle tecnologie di rete serve a favorire la partecipazione con ruoli decisionali. Nel progetto la partecipazione non è mai intesa come attività priva di contenuti decisionali o come attività fine a se stessa. Il tema dell’e-democracy, ovvero la partecipazione dei cittadini alla vita delle istituzioni, sta assumendo sempre di più particolare rilevanza nell’evoluzione dell’e-government nazionale. Nelle nostre società si moltiplicano le occasioni e la necessità di un rapporto costante e più diretto, di confronto e di collaborazione fra istituzioni pubbliche e soggetti privati nella ricerca di dare nuove dinamiche partecipative e decisionali. L’introduzione di nuove forme di partecipazione dei cittadini, in particolare, è riconosciuta come un importante elemento del processo di ammodernamento delle istituzioni democratiche e di inclusione sociale. Il livello locale è particolarmente promettente per il sostegno di tale processo di rinnovamento, data la caratteristica prossimità tra istituzioni locali e cittadini e la possibilità di un controllo ravvicinato sui processi decisionali e sui loro effetti. Il Comune di Botricello - Provincia di Catanzaro – utilizzando un finanziamento della Regione Calabria a valere del POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” – “Progetto Botricello Comune Globale” si è posto l’obiettivo di coordinarsi per presentare un progetto articolato secondo due componenti: - una componente tecnologica, una sorta di “soluzione per l’e-democracy”, composta da un software di piattaforma, una metodologia per l’implementazione e la gestione, un modello organizzativo di sistema, progettata e realizzata secondo caratteristiche standardizzate e piattaforme open-source; - una parte applicativa, atta a determinare l’innovazione ed il potenziamento di processi partecipativi, attraverso l’individuazione di ambiti e contenuti di particolare rilevanza e significatività per i processi di crescita dell’amministrazione e del territorio del Comune di Botricello. Il “Progetto Botricello Comune Globale”, iniziato formalmente il 25/2/2003 con la Delibera di Giunta Regionale n. 149 e in seguito con Decreto Dirigenziale n. 10245 del 12.07.2007 e successiva convenzione tra Regione Calabria e Comune di Botricello del 2 agosto 2007 prevedendo la conclusione entro il 31/11/2008 dovrà raggiungere i risultati per l’ottimizzazione della produttività dell’amministrazione municipale, la modernizzazione del sistema di servizi per i cittadini e per gli operatori economici; l’implementazione di servizi per aumentare i consumi privati e pubblici nei settori del turismo, della cultura e del commercio con l’impiego delle tecnologie informatiche, la implementazione di piazze telematiche per l’avvio di job- creation e avvio di modelli innovativi che saranno accompagnati e preceduti da interventi sperimentali sul campo. Pagina 3 di 38
  4. 4. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” 1. IL CONTESTO SOCIO ECONOMICOIl Comune di Botricello appartiene alla provincia di Catanzaro e dista 35 chilometri dal capoluogo,sorge a 19 metri sopra il livello del mare, conta 4.586 abitanti e ha una superficie di 15,2 chilometriquadrati per una densità abitativa di 301,71 abitanti per chilometro quadrato.Botricello sorge in una zona ricca di bellezze naturalistiche nel cuore della Costa degli Aranci,Il nome potrebbe derivare dal greco Bothros, ovvero fosso, tanto per non dimenticare che in questoangolo di Calabria la storia è Magno greca.Nel suo territorio è presente una necropoli del V sec. dC., altre testimonianze storiche con la torrecostiera detta "Tagliacarne", di cui restano significativi ruderi.Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 4.586 abitanti distribuita in1.593 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,88 componenti.Sul territorio del Comune sono presenti 84 attività industriali con 223 addetti pari al 23,35% dellaforza lavoro occupata, 136 attività di servizio con 207 addetti pari al 21,68% della forza lavorooccupata, altre 130 attività di servizio con 287 addetti pari al 30,05% della forza lavoro occupata e10 attività amministrative con 238 addetti pari al 24,92% della forza lavoro occupata.Risultano occupati complessivamente 955 individui, pari al 20,82% del numero complessivo diabitanti del comune.Botricello confina a nord con il comune di Andali, a ovest con il comune di Cropani, ad est confinacon il comune di Belcastro e a sud è attraversato dal fiume Crocchio e si trova in una zonatipicamente calda ricca di vegetazione xerofila.Il Comune si estende per quasi quattro chilometri lungo la costa jonica attraversato dalla stradastatale 106, importante nodo di comunicazione che collega Catanzaro e Crotone, dove insistono unalunga sequenza di attività artigianali che hanno decretato lo sviluppo di Botricello.L’economia di Botricello è legata principalmente allagricoltura ed allallevamento legata allavendita di prodotti caseari locali e nella produzione del pane di grano e dei dolci tradizionali.L’attività turistica si è sviluppata negli ultimi anni con un incremento della ricettività facendoregistrare un flusso turistico pari a 25mila presenze annue. 2. IL PROGETTO “BOTRICELLO COMUNE GLOBALE”La crescente diffusione delle nuove tecnologie nella Pubblica Amministrazione rende necessarioinstaurare un rapporto sempre più diretto e collaborativo con i cittadini.Tale obiettivo è perseguibile fornendo a questi ultimi lopportunità di essere sempre più partecipialle decisioni e scelte pubbliche. È in questo contesto che nasce le-democracy.Essere cittadini nella società dellinformazione non significa solo poter accedere ai servizi di unaPA più efficiente, capace di disegnare i propri servizi sui bisogni degli utilizzatori (e-government), Pagina 4 di 38
  5. 5. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”ma anche poter partecipare in modo nuovo alla vita delle istituzioni politiche (e-democracy),tenendo conto della trasformazione in atto nelle relazioni fra attori pubblici e privati (governance).Nel mondo odierno diviene necessario promuovere una società dellinformazione nella quale ibenefici sociali ed economici possano essere allargati a tutti.Nasce così lesigenza di contrastare il divario digitale con misure che favoriscano laccessotelematico ai servizi: si potrà così ottenere il rafforzamento della partecipazione dei cittadini allavita istituzionale, ora parte integrante del processo di innovazione che, Italia come allestero, si stasviluppando negli ultimi anni.Il progetto presentato dal Comune di Botricello, in collaborazione con la Regione Calabria, è statodenominato “Botricello Comune Globale” e prevede la soluzione di alcune problematiche legatealla precondizioni della partecipazione dei cittadini alla società dellinformazione. 3. GLI OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTOGli obiettivi generali del Progetto sono quelli di colmare il divario digitale tra la popolazione,integrare banche dati dai contenuti affidabili alle quali sarà favorito laccesso e favorire sinergie tra idiversi uffici della PA e delle imprese artigianali, commerciali e turistiche.Le tempistiche previste prevedono uno sviluppo del progetto in 1 anno e 8 mesi, suddivisi in 3macro-fasi: • progettazione (1 mese), nella quale sarà analizzato il contesto di riferimento e saranno gettate le basi per limplementazione del sistema; • realizzazione (14 mesi), nella quale verranno implementati: un 1° INTERVENTO relativo alla INNOVAZIONE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE; un 2° INTERVENTO relativo alla INNOVAZIONE NEL SOCIALE e un 3° INTERVENTO specifico per l’INNOVAZIONE NELLA ECONOMIA LOCALE; • verifica e monitoraggio (5 mesi), nel quale le funzionalità elaborate verranno promosse e ne verrà valutato lutilizzo.L’obiettivo che si propone è quello che si raggiunga il più alto livello di coinvolgimento deicittadini, anche se la partecipazione on-line dei cittadini è spesso negativamente condizionata dallascarsa diffusione dellaccesso telematico.Infatti, risulta essenziale approfondire la conoscenza del territorio su cui lavora e coinvolgere icittadini su 3 livelli: informazione; consultazione; partecipazione attiva, adottando tecnologie che sidifferenziano a seconda del livello di interazione con gli utenti dei servizi che esse offrono: livelloinformazione; livello di consultazione - Sistema Informativo Territoriale in grado di collocare sulterritorio tutte le informazioni ad esso riferibili (GIS/SIT e WEBGIS); livello partecipazione attivao dialogo con i cittadini - servizio che consenta di accedere via web al SIT (Sistema InformativoGeografico) e di partecipare alla formazione dei dati in esso contenuti (esempio: il cittadinopotrebbe avere la possibilità di evidenziare, sul portale del Comune, dove, quando e quale problemasta insorgendo in un determinato punto della città).Lobiettivo di rilevante importanza che si intende raggiungere con questo progetto innovativo di e-democracy e di e-governament è rendere accessibile a chiunque gli strumenti tecnici attraverso iquali fornire il proprio contributo alla società dellinformazione: per utenti disabili: previstesoluzioni hardware apposite (con mouse e tastiere predisposti) che saranno collocati in sedi prive di Pagina 5 di 38
  6. 6. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”barriere architettoniche; per soggetti tecnologicamente svantaggiati: previste soluzioni specifiche dicollegamento al web server del Comune con linea a bassa velocità.Modalità attraverso le quali sarà possibile la partecipazione ed il coinvolgimento di cittadini edinterlocutori: - forum di raccolta delle informazioni utili, alle più rilevanti di queste verrà data risposta (rendendo, però, il più trasparente possibile le ragioni di scelta di delle comunicazioni a cui è stata data risposta); - verbali sintetici redatti dai i decisori, nei quali saranno rese disponibili tutte le informazioni concernenti le politiche ambientali oggetto di discussione; - sistema GIS che consentirà di visualizzare il territorio e le problematiche relative ad ogni suo punto; - lista delle FAQ a cui decisori dovranno far fronte; - form su web per la raccolta di informazioni circa il gradimento della specifica soluzione adottata.Dal punto di vista tecnologico: - realizzazione di sistemi innovativi di telecomunicazione nelle sedi amministrative comunali. - acquisizione, normalizzazione e validazione delle principali banche dati comunali mediante sistemi SIT/GIS. - predisposizione di strumenti di partecipazione ed interazione tra Comune e cittadino attraverso il web e mediante sportelli appositamente predisposti.I cittadini saranno invitati a partecipare alle scelte politiche in merito: - alla fiscalità locale; - alle scelte di trasformazione urbanistica; - alla redazione dei piani del verde pubblico mediante segnalazioni dirette di necessità di manutenzione ordinaria e straordinaria sul verde esistente e segnalazioni di rimozione di ostacoli alla viabilità (copertura segnali, semafori...); - alla redazione del piano del traffico, del commercio e di ogni altro strumento di pianificazione politico-amministrativa.La consultazione, e la conseguente partecipazione attiva, dei cittadini sarà fruibile, oltre che viaweb, anche mediante sportelli appositamente predisposti presso le sedi del partenariato(associazioni professionali e di categoria), del comune e delle aziende municipalizzate e mediantetotem (chioschi), strumenti solidi ed affidabili che saranno a disposizione dellintera cittadinanza.Il progetto prevede anche unadeguata promozione dello stesso ai cittadini tramite sia gli strumentipiù tradizionali (poster, quotidiani locali...) sia quelli innovativi (come e-mail, newsletter, sitoweb...), verrà, inoltre, data alta visibilità al progetto allinterno di locali di istituzioni ed associazionicoinvolte e nei loro siti web. 4. LA FILOSOFIA DEL PROGETTOUnamministrazione pubblica che garantisca la qualità dei servizi, elimini sprechi e inefficienze, diacertezze ai diritti dei cittadini e contribuisca a creare un ambiente favorevole alla competitività delleimprese è una priorità assoluta per il Comune. Pagina 6 di 38
  7. 7. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”Il piano di azione previsto dal Progetto “Botricello Comune Globale” tiene conto di queste esigenzecon i seguenti obiettivi prioritari:1. aumentare lefficienza degli uffici pubblici attraverso una semplificazione degli adempimentiamministrativi e la reingegnerizzazione dei processi per conseguire maggiore efficacia e risparmi dispesa;2. garantire a tutti laccesso alla rete e migliorare la qualità dei servizi per i cittadini e le imprese, inparticolare attraverso una maggiore cooperazione tra amministrazioni e interoperabilità dei sistemi;3. accrescere la partecipazione dei cittadini alla formulazione delle politiche pubbliche, migliorarela trasparenza della gestione e misurare la qualità dei servizi offerti dalla PA;4. contribuire tramite un Comune più moderno ed efficiente a creare un ambiente più favorevolealla crescita e alla competitività del sistema produttivo, turistico e dei servizi. 5. PANORAMICA DEL PROGETTOIl Comune di Botricello - Provincia di Catanzaro – utilizzando un finanziamento della RegioneCalabria a valere del POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per larealizzazione di progetti pilota di sul territorio calabrese” – “Progetto Botricello Comune Globale”.Il “Progetto Botricello Comune Globale”, iniziato formalmente il 25/2/2003 con la Delibera diGiunta Regionale n. 149 e in seguito con Decreto Dirigenziale n. 10245 del 12.07.2007 e successivaconvenzione tra Regione Calabria e Comune di Botricello del 2 agosto 2007 conclusione è previstail 31/11/2008.Il progetto “Botricello Comune Globale” prevede la realizzazione di un prodotto-servizio comemodello per la realizzazione, l’avviamento e lo sviluppo di comunità locali on line, pannel, reti dicittadini, su tematiche sociali, economiche, urbanistiche e culturali per l’e-democracy e neparticolare: - l’ottimizzazione della produttività dell’amministrazione municipale; - la modernizzazione del sistema di servizi per i cittadini e per gli operatori economici; - l’implementazione di servizi per aumentare i consumi privati e pubblici nei settori del turismo, della cultura e del commercio con l’impiego delle tecnologie informatiche; - la implementazione di piazze telematiche per l’avvio di job-creationLo sviluppo del progetto prevede la realizzazione di tre componenti/prodotti: - un software di piattaforma per lo sviluppo e la gestione dei servizi di community e e- democracy; - una metodologia per l’implementazione e gestione di attività/iniziative di e-democracy; - un vademecum “modello organizzativo” di gestione del servizio.Sotto il profilo prettamente tecnologico si prevede, in prima istanza, che tale modello metterà adisposizione: - una piattaforma applicativa opensource sviluppata con criteri standard atti a facilitarne il riuso a basso costo, ad alta portabilità e flessibilità; Pagina 7 di 38
  8. 8. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” - la metodologia di installazione, avvio e personalizzazione delle piattaforma (documentazione tecnica, manualistica di amministrazione e utilizzo); - un modello di amministrazione/gestione ad uso dell’amministratore/responsabile locale (organizzazione locale, azioni/attività di sostenibilità).La piattaforma metterà a disposizione una serie di servizi in rete per gestire, organizzare e crearearee di partecipazione, coordinare e cooperare nella analisi e realizzazione di iniziative civili, edanimare il dibattito politico e sociale locale, basati sui consueti strumenti messi a disposizione daInternet: e-mail, mailing list, newsletter, newsgroup, forum, chat etc. correlati a funzioni dicomunicazione, analisi e informazione verso canali tradizionali (media locali, posta, bollettinicartacei).La costruzione e la manutenzione del modello spetta al Comune di Botricello attraverso un appositoteam group interno/esterno, che svilupperà e gestirà il progetto nell’ambito del costituendo CentroSviluppo Servizi per il Territorio.La Regione Calabria, inoltre, curerà la definizione di un Piano di Comunicazione complessivodell’iniziativa, e individuerà alcuni strumenti di autovalutazione e auditing realizzativi. Infine,curerà il monitoraggio complessivo del progetto. 6. QUADRO SINOTTICO DEL PROGETTO Scelta della soluzione possibile Emersione e Individuazione Definizione Scelta della Implementazione Gestione Monitoraggio Valutazione definizione dei delle soluzioni delle soluzioni soluzione problemi su cui alternative possibili AREE intervenire e individuazione dell’arena degli attoriAmbiente e Territorio X X X X X X X XAttività economiche e produttive X X X X X X X XCultura e beni culturali X X X X X X X XTurismo X X X X X X X XSport e tempo liberoFamiglia, interventi sociali, fasce X X X X X X X Xdeboli, pari opportunitàScuola e formazione professionale X X X X X X X XLavoro e libere professioniSanità X X X X X X X XTrasporti e mobilità X X X X X X X XUrbanistica e lavori pubblici X X X X X X X XAttività istituzionali X X X X X X X XTributi e tasse localiAltro X X X X X X X X Pagina 8 di 38
  9. 9. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” 7. TECNOLOGIE DA ADOTTARE Tipo di Tecnologia Descrizione Tecnologia per l’informazione Ambiente di content management: strumenti per la gestione di informazioni di tipologia: • News • Newsletter • Eventi Ambiente di e-collaboration: strumenti per la gestione di funzionalità di: • Weblog (cittadino come information e content provider) Tecnologia per il dialogo Ambiente di content management:, strumenti per la gestione di funzionalità: • CRM - Trouble ticketing segnalazioni via mail; Ambiente di e-collaboration: strumenti per la gestione di funzionalità di: • Forum • Mailing list • Chat • Weblog Tecnologia per la consultazione Strumenti per la consultazione: • Questionari accessibili anche via portale vocale • tecnologie di costruzione di panel rappresentativi della cittadinanza e del tessuto associativo al fine di impiantare sistemi CATI per la realizzazione di forme di ascolto attivo Altre opzioni tecnologiche Ambiente di content management: strumenti per la gestione di informazioni di tipologia: • authoring Ambiente di e-collaboration: strumenti per la gestione di funzionalità di: • Agenda • Rubrica • Notifica eventi (email, SMS) • Document management o Editing condiviso o Versioning Strumenti simulazione multimediale degli scenari ai fini della comunicazione: • Web based • Stand-alone Pagina 9 di 38
  10. 10. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” 8. SCHEMA INTERVENTO ESECUTIVO PROGETTO “BOTRICELLO GLOBALE” 1° INTERVENTO 2° INTERVENTO 3° INTERVENTO INNOVAZIONE NELLA INNOVAZIONE NEL INNOVAZIONE NELLA PUBBLICA SOCIALE ECONOMIA LOCALE AMMINISTRAZIONE Progetto (1) Progetto (1) Progetto (1) COMUNE: Informatizzazione iCity: una città virtuale per e-Turismo: implementare e del Municipio e dei Servizi al costruire identità. monitorare efficaci politiche Cittadino Realizzazione, mediante l’utilizzo per il turismo e la qualità della della rete di Ambienti di vita. apprendimento e costruzione Tutto a portata di mouse. collaborativi, di una città digitale con Sistema di gestione e prenotazione spazi dedicati alla riflessione sul sé, delle risorse della città. Possibilità in sia lungo una dimensione temporale tempo reale di visualizzare le (il presente e il futuro) sia lungo la disponibilità ed eventualmente dimensione sociale del confronto con prenotare: laltro. • Dove dormire nelle varie Sviluppare identità digitali nella strutture (alberghi, villaggi, scuola: "chi sono", "chi sarò" ,"Noi ecc.); siamo / come mi vedono gli altri • Dove mangiare(ristorante, /come io vedo gli altri". bar, pizzeria, ecc.) • Cosa fare (itinerari, eventi, ecc.) • Servizi vari (sanitari, pubblica utilità, ecc.) (1) "Totem informatici" postazione fissa ubicata in alcuni posti strategici (Stazioni, aeroporti) provvisti all’interno di apparecchiature elettroniche (spesso un PC) con software multimediali ed accesso alla rete internet. (2) Punti di accesso, chioschi informativi per accedere ai diversi servizi della Pubblica Amministrazione locale erogati per via telematica. (3) Segnaletica digitale: schermi a touchscreen da parete o pavimento in grado di offrire al tempo stesso visualizzazione e interattività ai servizi e alle informazioni o annunci pubblicati Progetto (2) Progetto (2) Progetto (2) Bilancio Sociale Comunale Biblioteca Comunale Digitale Centro di Documentazione Bilancio Partecipativo Realizzazione di una biblioteca digitale di Locale documenti rappresentativi della tradizione storica e culturale di Botricello. Essa dovrà facilitare la navigazione permettendo di svolgere ricerche bibliografiche semplici e avanzate, orientarsi attraverso un indice per argomenti o scegliere un particolare percorso tematico. Quest’ultimo intende offrirsi al lettore, dal curioso al bibliofilo, come una “passeggiata” virtuale all’interno di un insieme coerente di opere per approfondire la conoscenza dello spirito di un luogo o di un’epoca nei suoi aspetti storici, politici, artistici e letterari. Biblioteca fisica: Sala PC connessa alla rete e al database (che può essere pubblicato in rete) della biblioteca digitale. Progetto (3) Progetto (3) Progetto (3) Laboratorio di Democrazia e-learning: attività formativa Giovani Oggi: Spazio Partecipativa (rivolta a utenti adulti, studenti Telematico con molteplici universitari, studenti delle funzioni: costituire il punto di Pagina 10 di 38
  11. 11. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” superiori, insegnanti, ecc.). snodo per accedere alle Corsi per disabili sensoriali. informazioni e ai servizi on line rivolti ai giovani attualmente esistenti (fungendo da portale per i giovani di Botricello); offrire uno spazio per l’attuazione dell’e-democracy per i giovani. Progetto (4) Progetto (4) Progetto (4) Comitato per la RETE COMUNALE WI-FI INCUBATORE VIRTUALE: programmazione e lo sviluppo installazione x numero di Un sistema di servizi elocale. Piano integrato per la e- ripetitori installati Wi-fi che strumenti personalizzati, forniti governance nella gestione del permetterà ai dispositivi di sulla rete Internet che favorisca territorio comunicare tra di loro il processo di creazione di realizzando una rete libera da nuove imprese. infrastrutture. Pagina 11 di 38
  12. 12. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” 9. 1° INTERVENTO - INNOVAZIONE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PROGETTO (1) - COMUNE: INFORMATIZZAZIONE DEL MUNICIPIO E DEISERVIZI AL CITTADINO - PROGETTO DECENTRAMENTO PROTOCOLLOINFORMATICO.Le Finalità del progetto: Acquisizione evoluzione software per adeguamento alle normative AIPAdel Protocollo ed Archivio ed integrazione con firma digitale e modulo “Fascicoli AIPA”;.1) Collegamento alle postazioni di lavoro per visualizzazione da parte dei dipendenti delprotocollo/archivio; - possibilità di acquisizione del documento esclusivamente in formato elettronico; - creazione da parte dell’Ufficio Protocollo dei fascicoli virtuali secondo le regole AIPA, accessibili da parte di tutti gli uffici.2) Analisi e digitalizzazione dei flussi di documentazione interna strutturata: - Verifica del modello organizzativo vigente e sua riorganizzazione al fine di determinare le modalità ed i referenti per la trasmissione del documento informatico da parte del Protocollo.3) Gestione flussi documentali ed utilizzo firma digitale, ovvero firma elettronica.4) Creazione Area Organizzativa Omogenea presso il Settore P.M.B) Servizi e Uffici coinvolti nel progetto.Sono coinvolti nel progetto i seguenti Servizi ed Uffici del Comune: - Protocollo Generale - Segreteria Generale - CED - I Settori (Gruppo) - Comitato di Direzione - Giunta ComunaleC) Output e caratteristiche del progetto:1) Analisi tecnologica preventiva: - 1/a – Verifica compatibilità del software con l’obbligo normativo di decentrare la numerazione del protocollo. - 1/b – Verifica soluzioni tecnologiche e stima dei costi di implementazione e sicurezza. - 1/c – Definizione eventuale di una ipotesi di sviluppo tecnologico.2) Realizzazione percorsi formativi - 2/a) Formazione all’utilizzo del nuovo sistema di gestione Protocollo/Archivio . Pagina 12 di 38
  13. 13. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” - 2/b) Formazione del personale appartenente all’Ufficio Protocollo per l’avvio dell’utilizzazione del software. - 2/c) Formazione degli operatori presso i vari uffici per l’utilizzo e la visualizzazione del protocollo/Archivio e le modalità di acquisizione di documenti e la creazione dei fascicoli.3) Definizione proposta organizzativa: - 3/a) Analisi dell’attuale modello organizzativo che consente la trasmissione dei documenti cartacei dal Protocollo agli uffici. - 3/b) Ipotesi di riorganizzazione basata su due opzioni: o Accentramento al Dirigente ovvero agli stessi “Centri di imputazione “ attuali della trasmissione dei documenti informatici; o Decentramento di punti di ricevimento della documentazione secondo una diversa logica, basata anche su una definizione puntuale dei punti di destinazione in rapporto a differenti elementi oggettivi: ad es: per Settore - per servizio e U.O.C. per singolo operatore per materia. - 3/c) Definizione ipotesi organizzativa per la gestione della documentazione in uscita dal Comune per le seguenti fattispecie: Documenti cartacei, Documenti informatici con firma elettronica o digitale.4) Definizione modalità operative per utilizzo firma digitale in entrata e uscita. - 4/a) – Ipotesi operative basate in due opzioni: o Gestione firma digitale ed elettronica basata su trasmissione diretta da parte del firmatario (dopo aver acquisito la protocollazione del documento). o Gestione firma elettronica e digitale basata su trasmissione da parte dell’Ufficio Protocollo del documento già firmato e protocollato. - 4/b) – definizione modalità gestionali per il ricevimento, la protocollazione e la trasmissione del documento pervenuto al Protocollo con firma elettronica dall’esterno.5) Verifica e definizione di una prima bozza di analisi dei flussi documentali limitataall’accertamento del primo destinatario del documento, utilizzando il sistema informatico.6) Definizione di una ipotesi organizzativa per le gestione del Modulo “Fascicoli AIPA”. - 6/a) Organizzare la struttura per consentire una fascicolazione a diversi livelli: solo Dirigenti, P.O., Capi Servizio, Responsabili UOC, ovvero a tutti i dipendenti. - 6/b) Attribuzione all’Ufficio Protocollo della funzione iniziale di caricamento della classificazione del documento sia in entrata che in uscita.7) Stesura ed approvazione di in Manuale di Gestione.8) Sperimentazione dell’uso del nuovo software per quanto concerne la trasmissione di documentiin entrata solo in formato elettronico e sperimentazione del modulo “Fascicoli AIPA”.9) Individuazione dell’Area Organizzativa Omogenea Polizia Municipale per la creazione di unosportello decentrato. - 9/a) Formazione del Personale dell’A.O.O. del Settore Polizia Municipale. - 9/b) Sperimentazione della protocollazione presso l’Area Organizzativa Omogenea. - 9/c) Verifica problematiche. Pagina 13 di 38
  14. 14. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”10) Analisi per definizione di una –riorganizzazione dell’Archivio di deposito presso la sedeMunicipale in rapporto all’accentramento della documentazione cartacea. - 10/a) Analisi preventiva del carico cartaceo in entrata derivante dal nuovo software - 10/b) Censimento locali disponibili - 10/c) Progettazione nuovo utilizzo spazi - 10/d) Proposta organizzativaD) Esclusioni:Il progetto non prevede allo stato attuale il decentramento e la creazione di altre aree omogenee el’implementazione del work flow completo del documentoE) Relazioni:Il progetto si interrelaziona con i seguenti progetti: - Realizzazione Sito internet; - Realizzazione Sito intranet; - Sperimentazione Firma digitale;F) Vincoli:I vincoli individuati sono i seguenti: - Complessità della gestione dei documenti informatici; - Cultura informatica degli operatori comunali; - Carichi di lavoro dei dipendenti nei vari Settori coinvolti nel progetto;G) Rischi: - Incertezza del quadro normativo sull’utilizzo della firma digitale. Pagina 14 di 38
  15. 15. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” PROGETTO (2) - BILANCIO SOCIALE COMUNALE E BILANCIOPARTECIPATIVO - DEMOCRAZIA CITTADINANZA DIGITALE.Obiettivo del progetto è favorire la partecipazione dei cittadini, sia in forma privata che associata, alprocesso democratico, attraverso: - il coinvolgimento della cittadinanza nella definizione delle politiche locali legate agli interventi sociali, culturali e del tempo libero, come primo passo verso l’attuazione del bilancio partecipativo; - l’aumento della diffusione dell’ICT sul territorio comunale, rendendo disponibili punti pubblici di accesso telematico, finalizzati in questa prima fase a dialogare con l’Amministrazione Comunale in relazione alle politiche locali evidenziate; - la creazione di una rete telematica stabile tra i cittadini e l’Ente Comunale, incrementando le funzionalità del portale comunale con aree di comunicazione e di presentazione di documenti e atti e rafforzando il ruolo delle Associazioni presenti sul territorio come interlocutrici dei processi decisionali.Il Progetto prevede la sperimentazione del: - Bilancio Partecipativo, che si occupa di distribuzione di risorse - per lo più generate dalle tasse dei cittadini - e presenta, quindi, un forte valore simbolico nella gestione del denaro; - Bilancio Sociale, che rappresenta la certificazione di un profilo etico agli occhi della comunità di riferimento; - Scuola e Formazione Professionale, in ragione del fatto che la comunità territoriale di riferimento direttamente coinvolta è un interlocutore che l’Amministrazione Provinciale deve soddisfare direttamente per quanto riguarda la Formazione Professionale e la gestione degli Istituti di Istruzione Superiore; - Progetto educativo (educare alla partecipazione), a partire dalla considerazione di come la democrazia rappresentativa, traghettata verso la democrazia partecipativa, richieda nuove consapevolezze civiche; - Sviluppo tecnologico per rendere possibile, in tema di innovazione, la partecipazione nel processo decisionale delle Associazioni di Categoria, delle Scuole, delle Istituzioni Pubbliche e dei Cittadini, attraverso un confronto di idee, programmi e progetti di innovazione. I prodotti saranno: - Piattaforma tecnologica del progetto costituita da tre componenti fondamentali: o sistema di collaborazione; o sistema di gestione dei contenuti; o portale Web; sistema di voto elettronico; metodologia di rilevazione statistica (definizione del campione, analisi e produzione di dati statistici) di accredito dei pareri e un’interfaccia utente che permetterà di inserire i dati di altre analisi ed ottenere sintesi statistiche. - Regolamento per la predisposizione del Bilancio partecipativo; - Area pubblica ed area riservata sul sito Internet comunale, che riunisca gli strumenti di informazione, dialogo e partecipazione e per l’attivazione di tavoli di lavoro virtuali ed un circuito interno di comunicazione; - manuale operativo di utilizzo e gestione dell’Area Bilancio partecipativo; - attività formativa e di accompagnamento; - CD per il riuso del modello. Pagina 15 di 38
  16. 16. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” PROGETTO (3) - LABORATORIO DI DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA –CONSULTA TERRITORIALEIl progetto si propone di favorire la partecipazione dei cittadini, sia in forma privata che associata, alprocesso democratico, attraverso:- costituzione della Consulta Territoriale che crei un rapporto con altre strutture associative e con ilComune, tramite uno strumento telematico per svolgere operativamente la regolare attività dipartecipazione - e tramite il potenziamento di sedi opportunamente attrezzate; - la promozione di un maggiore coinvolgimento della cittadinanza tramite l’apertura di accessi telematici dislocati sul territorio, con particolare attenzione alle categorie svantaggiate, ed il conseguente aumento della diffusione dell’ICT sul territorio comunale; - la diffusione di un’adeguata informazione pro-attiva su alcune specifiche tematiche, per garantire nei cittadini la formazione di una competenza che consenta loro di interagire in modo costruttivo; - implementazione di Botricello Multimedia System (sistema multicanale di comunicazione con i cittadini) in un sistema unico di comunicazione e consultazione.I prodotti saranno: - Piattaforma telematica costituita da un’area pubblica aperta a tutti i cittadini e da un’area riservata di interazione tra Consulte, Comune e altre associazioni partner; - installazione del sistema multicanale Botricello Multimedia System; - apertura di sedi operative/Internet Point; - erogazione di percorsi di accompagnamento e corsi di formazione. Pagina 16 di 38
  17. 17. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” PROGETTO (4) - COMITATO PER LA PROGRAMMAZIONE E LO SVILUPPOLOCALE. PIANO INTEGRATO PER LA E-GOVERNANCE NELLA GESTIONE DELTERRITORIO.Il progetto si pone due primari obiettivi istituzionali:- facilitare e rendere più partecipate le procedure per l’approvazione del Piano per laprogrammazione e lo sviluppo locale legato al PTCP della Provincia di Catanzaro;- raccogliere indicazioni e proposte per la definizione e l’aggiornamento del piano regolatorecomunale.A questi si aggiunge come obiettivo derivato la diffusione e la condivisione dei nuovi orientamentilegislativi in merito alla gestione e al governo del territorio (es. Unione dei Comuni e ProgettazioneIntegrata Territoriale).I prodotti da utilizzare: - Metodologie di sviluppo di processi di e-democracy; - sistema informatico per consultazione e comparazione delle cartografie di riferimento; - piattaforma per il monitoraggio del processo di approvazione e di organizzazione delle osservazioni. Pagina 17 di 38
  18. 18. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”10 2° INTERVENTO - INNOVAZIONE NEL SOCIALE10.1 PROGETTO (1) – I CITY: UNA CITTÀ VIRTUALE PER COSTRUIRE IDENTITÀ.Il progetto si propone di costruire una città virtuale iCity da avviare durante gli scolasticianimandosi automaticamente.I soggetti da coinvolgere in questo percorso sono universitari, ricercatori, studiosi, docenti e,soprattutto studenti di diversi ordini scolastici (dalla scuola dellinfanzia in su).Parteciperanno al progetto i bambini della scuola primaria e i ragazzi della scuola secondaria diprimo grado di Botricello.Il progetto mirerà a stimolare sviluppo dellidentità in rete attraverso la costruzione di spaziinterattivi ed attività collaborative, sia on che off-line.Per realizzare questo obiettivo generale, il progetto dovrà essere articolato intorno a tre differentitopic: a) chi sono b) chi sarò c) noi siamo - come mi vedono gli altri /come io vedo gli altri.La traccia, da elaborare dal gruppo di ricerca, tenendo conto del contesto locale, dovrà permettere dipassare, attraverso brainstorming e progressivi affinamenti, da una definizione generica del progettoa compiti precisi da svolgere in classe.Sviluppare identità digitali nella scuola.Una sfida importante del progetto sarà quella di verificare se e come fosse possibile affrontare untema complesso come quello dellidentità in rete con bambini/e a livello di scuola dellinfanzia.Gli insegnati dovranno mettere in rete vari momenti legati al progetto creando un luogo aperto e conaccesso non vincolato da password, dove le famiglie hanno avuto modo di vedere ladocumentazione delle varie attività.I materiali prodotti durante il progetto dovranno essere inseriti su sistema così da rendere tuttoimmediatamente visibile ai partner di progetto.I materiali e i disegni realizzati da bambine/i dovranno essere inseriti nel sistema e poi in seguitoriportati negli spazi tridimensionali di iCity.La visione dei materiali farà nascere un confronto tra i docenti ed anche una "prima reciprocaconoscenza" tra gli studenti delle diverse scuole.I materiali condivisi in rete hanno un ruolo da ponte e/o di oggetto transazionale, per rintracciare lapropria identità e per metterla in comunione con altri.Considerando letà dei componenti il gruppo classe acquista maggiore valore linsieme dei materialiposti in esame poiché questi costituiranno anche la "memoria" del processo di analisi.Le vari fasi di lavoro ipotizzate saranno: Pagina 18 di 38
  19. 19. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”- Dalla classe alla rete. Largomento "chi sono" permetterà una ricognizione degli elementi chedeterminano lidentità personale, dando modo di tracciare perimetri personali e inserire gli elementiche meglio rappresentano lIO di bambine/i per, poi, poterli confrontare con quelli degli altri.- Costruzione e selezione da parte di ciascun partecipante di materiali adeguati alla rappresentazionedi sé nello spazio virtuale. Avviare il punto di riflessione in classe guidato da una traccia percorsaindividualmente: "Dato che lavoreremo in un mondo virtuale con, persone, a distanza collegatetramite il computer, persone che non potremo mai incontrare faccia a faccia, prepariamo insieme delmateriale che possa far capire loro chi sei…"In iCity ciascun partecipante avrà la possibilità di scegliere un proprio avatar ed un personalenickname attraverso i quali congiungersi con la propria personale descrizione e presentazione di sé.I materiali inseriti nel sistema verranno successivamente utilizzati dagli studenti per costruire edificientro i quali ritrovare e condividere disegni realizzati in classe, foto e simboli rappresentativi diaspetti comuni e/o di differenza.In questo modo, i partecipanti al progetto avranno la possibilità di tornare indietro a "rivedere" imateriali inclusi nello spazio individuale, destinati alla descrizione identitaria. Pagina 19 di 38
  20. 20. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”10.2 PROGETTO (2) - BIBLIOTECA COMUNALE DIGITALERealizzazione di una biblioteca digitale di documenti rappresentativi della tradizione storica eculturale di Botricello.Essa dovrà facilitare la navigazione permettendo di svolgere ricerche bibliografiche semplici eavanzate, orientarsi attraverso un indice per argomenti o scegliere un particolare percorso tematico.Quest’ultimo intende offrirsi al lettore, dal curioso al bibliofilo, come una “passeggiata” virtualeall’interno di un insieme coerente di opere per approfondire la conoscenza dello spirito di un luogoo di un’epoca nei suoi aspetti storici, politici, artistici e letterari.Biblioteca fisica: Sala PC connessa alla rete e al database (che può essere pubblicato in rete) dellabiblioteca digitale.Il concetto di biblioteca digitale non va confuso con quelli, correlati ma distinti, di bibliotecavirtuale e di biblioteca ibrida.La biblioteca ibrida è quella nè completamente analogica nè completamente digitale, sia dal puntodi vista delle raccolte documentarie che da quello della gestione e dei servizi.La biblioteca virtuale è qualcosa di connesso in qualche modo alle risorse informative digitali, madifficilmente identificabile in modo più preciso, tanto da essere compatibile con un ampio ventagliodi significati.La biblioteca digitale costituisce al tempo stesso un caso particolare di biblioteca virtuale (tanto chetalvolta i due termini vengono impropriamente utilizzati come sinonimi) e il caso limite dibiblioteca ibrida in cui documenti analogici e procedure e servizi manuali siano ridotti a zero.L’accesso a collezioni e servizi della biblioteca digitale del Comune di Botricello potrà avvenireattraverso varie strade: - Online, via internet (ovvero oggi prevalentemente, ma non esclusivamente, via web), senza alcuna restrizione, tariffazione o registrazione, collegandosi da postazioni dislocate ovunque (case, uffici, scuole, biblioteche, ecc.) solo per i residenti del Comune. - Online, via internet, da qualunque postazione, ma con “sbarramenti” che possono andare dalla semplice registrazione a fini statistici alla tariffazione una tantum per ogni singola interrogazione, passando attraverso l’accesso riservato solo a determinati utenti tramite password personale. - Online, via internet, ma esclusivamente da postazioni autorizzate, generalmente ma non necessariamente dislocate in determinati edifici dell’ente che gestisce la biblioteca digitale stessa e riconosciute automaticamente dal sistema. - Online, via rete locale, esclusivamente da postazioni collegate fisicamente con i non troppo distanti server (o juke-box di cd e dvd) della biblioteca digitale. - Offline, senza alcun tipo di rete, attraverso computer isolati dislocati nel settore multimediale o digitale di una biblioteca tradizionale, su cui vengono di volta in volta caricate memorie portatili contenenti piccole parti della biblioteca digitale, conservate in magazzino e quindi distribuite dal personale oppure collocate “a scaffale aperto” e quindi direttamente accessibili agli utenti.Ma nel progetto l’azione più ambiziosa sarà il cosiddetto “web semantico”, che non è un worldwide web nuovo e alternativo a quello oggi esistente, ma il sogno di rendere la struttura che già Pagina 20 di 38
  21. 21. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”conosciamo non solo un luogo dove si trovi facilmente e velocemente tutto cìò che vi si cerchi madove addirittura sarà possibile affidare agli strumenti di ricerca il compito di verificare la validitàdei contenuti informativi recuperati, di metterli in relazione fra loro e di dedurne ulterioriinformazioni, ricerche investimenti finanziari).Alla base del progetto l’azione Semantic Web BiDiBo (Biblioteca Digitale Botricello) vi è unaduplice assunzione: l’idea che sia possibile aggiungere, in maniera semplice, coerente, pertinente esufficientemente standardizzata, metadati semantici a gran parte dell’informazione primaria inseritain rete, e l’idea che questi metadati semantici siano a loro volta suscettibili di essere gestiti,analizzati e aggregati in maniera utile e funzionale attraverso l’impiego ‘intelligente’ di appositiagenti software”.Un terzo, fondamentale, elemento del progetto sono le ontologie ovvero delle strutture logiche,imparentate coi thesauri e gli schemi di classificazione diffusi in ambito bibliotecario, chedovrebbero collegare fra loro in modo esplicito e formalizzato tutti i concetti e i termini relativi a undeterminato ambito, facilitando allo stesso tempo il compito di chi deve assegnare metadati aidocumenti primari e di chi tali metadati deve sfruttare per individuare i documenti primari chesoddisfano le sue esigenze. Pagina 21 di 38
  22. 22. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”10.3 PROGETTO (3) - E-LEARNING: ATTIVITÀ FORMATIVA. CORSI PER DISABILI SENSORIALI.Il progetto e-learning realizzerà una piattaforma operativa per un sistema educativo e formativorivolto a utenti adulti, studenti universitari, studenti delle superiori, insegnanti, ecc. residenti nelComune di Botricello o che lavorano in aziende pubbliche e private che gravitano nell’areacomunale.Il progetto prevederà:- l’utilizzo della connessione in rete per la fruizione dei materiali didattici e lo sviluppo di attivitàformative basate su una tecnologia specifica, detta "piattaforma tecnologica" (LearningManagement System, LMS);- l’impiego del personal computer (eventualmente integrato da altre interfacce e dispositivi) comestrumento principale per la partecipazione al percorso di apprendimento;- un alto grado di indipendenza del percorso didattico da vincoli di presenza fisica o di orariospecifico;- il monitoraggio continuo del livello di apprendimento, sia attraverso il tracciamento del percorsoche attraverso frequenti momenti di valutazione e autovalutazione;- la valorizzazione di: multimedialità (effettiva integrazione tra diversi media per favorire unamigliore comprensione dei contenuti); interattività con i materiali (per favorire percorsi di studiopersonalizzati e di ottimizzare lapprendimento); interattività umana (con i docenti/tutor e con glialtri studenti - per favorire, tramite le tecnologie di comunicazione in rete, la creazione di contesticollettivi di apprendimento).Il progetto e-learning sfrutterà le potenzialità rese disponibili da Internet per fornire formazionesincrona e/o asincrona agli utenti, che possono accedere ai contenuti dei corsi in qualsiasi momentoe in ogni luogo in cui esista una connessione online. Pagina 22 di 38
  23. 23. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”10.4 Progetto (4) - RETE COMUNALE WI-FIIl Progetto Wi-Fi di “Botricello Comune Globale” nasce dall’esigenza di valorizzare al massimo iservizi comunicativi e potenziali del territorio con l’installazione di un numero di ripetitori installatiWi-fi che permetterà ai dispositivi di comunicare tra di loro realizzando una rete libera dainfrastrutture in un ottica di sviluppo e ammodernamento del territorio comunale.L’obiettivo del progetto è quello di creare una rete civica, con tecnologia Wireless mista a intranetCablate esistenti e quelle previste dal progetto risulta essere una soluzione reale e fattibile.L’infrastruttura della rete è posta alla base dell’intera realizzazione del progetto,si ritiene comunqueintervenire creando un sistema CRM Comunale, attualmente inesistente.Con l’ammodernamento dei sistemi informativi si tenderà ad istituire la centralità del cittadinoutente nell’azione amministrativa avendo come obiettivo l’erogazione online di informazionitempestive e trasparenti.I sistemi di workflow saranno utilizzati anche per la gestione dell’iter delle pratiche ai fini delladefinizione dei flussi e per garantire l’adeguato livello informativo sull’iter delle stesse.Nell’ottica di migliorare i rapporti fra cittadini e Amministrazione si intende attivare lasperimentazione di un sistema di “Customer Relationship Management” (CRM) Comunale.Con questo progetto saranno interessati tutti i settori della Pubblica Amministrazione, nonché tutti icittadini e le imprese. indietro nella comunità europea. Pagina 23 di 38
  24. 24. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”Con la creazione di tale infrastruttura ci saranno innumerevoli benefici e i servizi offerti sia aicittadini che alle imprese, considerando con particolare attenzione l’accesso agevolato a internetcon tariffe popolari, servizi di telefonia VOIP con conseguente abbattimento dei costi dell’attualebolletta del telefono tradizionale, possibilità di offerta di connettività per le strutture alberghierecittadine e quelle della zona turistica costiera stimolando e agevolando il flusso dei turisti in tutti iperiodi dell’anno, oltre al fatto che è possibile connettersi anche all’aperto permettendo per esempiodi sfruttare le spiagge ed altri luoghi pubblici.Altra importante azione sarà quella di abbattere il costo per la comunicazione all’interno della retecittadina.Apposite tessere per i non residenti (turisti) consentiranno di chiamare gratuitamente la pubblicaamministrazione e i numeri utili della zona e non, come ad esempio gli alberghi o le strutturesanitarie, Ristoranti, Pub, Croce Rossa, ASL, Chiese, Scuole, Sportelli di Tele-InformazioneTuristica, ect.A questo servizi verranno aggiunti altri del tipo consulenza informatica, servizi di tele-sorveglianzasia pubblici che privati, servizi gestionali per le imprese, tele-corsi di formazione, siti web,assistenza informatica.Il Portale offrirà anche una vetrina web alle PMI e microimprese presenti nel territorio,promuovendo i prodotti locali e le attività turistiche, fornendo in un disegno di insieme una buonaimmagine di competitività.La realizzazione del progetto prevede l’installazione di antenne di ultima generazione capaci dicoprire vaste aree e diffondere il segnale anche a distanze notevoli, consentendo così la fornitura delsegnale anche in quelle zone scoperte.La realizzazione del progetto rappresenterebbe una boccata d’ossigeno alla preoccupante situazioneoccupazionale della comunità, saranno indispensabili nuove figure professionali per la gestione del Pagina 24 di 38
  25. 25. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”servizio di telefonia e di tele-gestione dei servizi offerti, nonché la richiesta di tecnici chiamati adoperare in caso di guasti o temporanei disservizi,garantendo un tempestivo intervento.L’intera struttura sarà predisposta per l’ interconnessione con i Comuni limitrofi, alcuni ancora prividi Adsl con la propensione a creare una rete Geografica Wan.Gli obiettivi generali che si intendono perseguire con l’iniziativa “Wi-fi BCG” sono: - Sburocratizzare e semplificare i procedimenti Amministrativi; - Riportare la centralità del cittadino utente nell’attività Istituzionale; - Stimolare l’interesse per le Tecnologie dell’Informazione e delle Comunicazioni; - Promuovere il territorio e l’economia locale attraverso l’utilizzo delle TIC; - Realizzare un ambiente per il marketing delle Risorse Territoriali; - Stimolare l’utilizzo di nuove forme di comunicazione (posta elettronica) - Nuove forme di pagamento (pagamenti on-line) offrendo servizi che consentano l’utilizzo di tali strumenti.I principali benefici attesi sono i seguenti: - ottimizzazione della produttività nella Pubblica Amministrazione Locale; - modernizzazione del sistema d’erogazione dei servizi per i cittadini e per gli operatori economici; - aumento dei consumi privati e pubblici attraverso le TIC nel settore turistico, culturale e commerciale grazie all’ampliamento della platea degli utenti; - qualificazione diffusa dei cittadini e riqualificazione di chi è già nel mondo del lavoro; - modernizzazione e miglioramento della fruibilità dei servizi offerti dalla pubblica amministrazione.Un altro aspetto rilevante relativo allo sviluppo dell’iniziativa riguarda gli impatti occupazionali siain termini diretti (gestione dei servizi previsti nel progetto) sia in termini di indotto a seguito di: - stimolo verso processi di sviluppo di nuove professionalità nella telematica e nella multimedialità; - innesco di processi di job-creation basati su nuovi servizi alle imprese ed ai cittadini, incentrati sulle attrezzature e sui servizi disponibili dalla attivazione delle iniziative; - creazione di un mercato indotto di sviluppo di “contenuti” e di relativi servizi. Pagina 25 di 38
  26. 26. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”Il progetto permetterà di creare una struttura in grado di offrire i seguenti servizi: - Provider WISP (WIRELESS INTERNET SERVICE PROVIDER) - Provider VOIP (Telefonia) - Servizi di HOSTING e HOUSING - Realizzazione siti web - Sviluppo e vendita soluzioni software personalizzate sia web che windows form. - Commercio elettronico - Servizi di mailing - Sistemi di pagamento online - Networking - Consulenza informatica e Assistenza clienti.Al sistema CRM Comunale, con i dovuti diritti e gli adeguati livelli di sicurezza, hanno accesso gliimpiegati comunali, attraverso la rete locale (intranet) e gli utenti esterni, attraverso la rete internet.Gli utenti esterni possono accedere, in modalità sicura e controllata, a sottoinsiemi di informazionidefinite in dettaglio caso per caso.Le reti wireless (o Wi-Fi) consentono, inoltre, di utilizzare tutti gli apparecchi collegati daqualunque punto di un ufficio o di una casa, anche dalle zone che era impensabile poterraggiungere.È possibile controllare la propria casella di posta elettronica o navigare in Internet con il portatile daqualunque punto della casa, senza bisogno di fare buchi nel muro né di installare cavi Ethernet,rimanendo sempre collegati, e soprattutto senza fili, garantendo il minimo intervento sull’ambiente,le antenne di dimensioni ridotte, rispettano la normativa europea che prevede una potenza ditrasmissione di massimo 20 dBm (decibel su milliwatt).Le reti wireless non utilizzano cavi e comunicano invece attraverso onde radio, proprio come itelefoni cordless. Il vantaggio di avere una rete wireless rispetto ad una rete cablata o fissa risiedenella libertà che questa offre di spostare i vari apparecchi senza doversi preoccupare della presenzadei cavi.Tra i principali benefici di una rete wireless vi sono senzaltro: la libertà di spostamento - è possibilelavorare ovunque, nessun limite imposto dalla presenza di cavi, installazione comoda e veloce,nessun bisogno di acquistare cavi, risparmio di tempo e nessun tipo di problema con i cavi, facilitàdi espansione.Nel progetto saranno previsti, sempre a garantire il minimo impatto ambientale, degli impiantifotovoltaci per l’alimentazione delle apparecchiature nelle zone prive di elettricità, come adesempio le antenne che garantiranno il collegamento fino a raggiungere le mete turistiche poste inmontagna a oltre 20 km di distanza. Pagina 26 di 38
  27. 27. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”11 3° INTERVENTO - INNOVAZIONE NELLA ECONOMIA LOCALE11.1 PROGETTO (1) - E-TURISMO: IMPLEMENTARE E MONITORARE EFFICACI POLITICHE PER IL TURISMO E LA QUALITÀ DELLA VITA.Il progetto E-Turismo si propone di implementare, attraverso luso di nuove tecnologie basate sullaICT, un innovativo modello di politica organica per il turismo, nelle cui scelte siano fondamentalil"ascolto" e le "indicazioni" provenienti dallambiente "ospitante" (cittadini e operatori economici).Tra gli obiettivi specifici del progetto E-Turismo, in termini di azioni per la partecipazione attivadei cittadini, si prevede di: - sondare il grado di conoscenza e di consapevolezza, tra gli operatori e tra i cittadini, del ruolo giocato dal turismo nella realtà comunale; - individuare punti di forza e punti di debolezza del sistema di accoglienza turistica locale attraverso le opinioni degli attori locali; - raccogliere opinioni ed indicazioni, tra gli operatori economici e i cittadini, su come migliorare il sistema di offerta turistica locale ed accrescere il numero di visitatori; - coinvolgere gli attori locali nella definizione degli obiettivi e delle scelte strategiche per una più efficace politica turistica; - monitorare costantemente, attraverso il giudizio di utenti-cittadini ed utenti-turisti, il grado di accoglienza turistica della realtà comunale.Il prodotto che il progetto intende realizzare è un portale per l’erogazione di servizi specifici rivoltia cittadini, associazioni e operatori economici, finalizzati al miglioramento della partecipazione allapolitica turistica promossa dall’Amministrazione comunale.Sistema di gestione e prenotazione delle risorse della città. Possibilità in tempo reale di visualizzarele disponibilità ed eventualmente prenotare: - Dove dormire nelle varie strutture (alberghi, villaggi, ecc.); - Dove mangiare(ristorante, bar, pizzeria, ecc.) - Cosa fare (itinerari, eventi, ecc.) - Servizi vari (sanitari, pubblica utilità, ecc.)Saranno realizzati, inoltre, sistemi e info point del tipo:(1) "Totem informatici" postazione fissa ubicata in alcuni posti strategici (Stazioni, aeroporti)provvisti all’interno di apparecchiature elettroniche (spesso un PC) con software multimediali edaccesso alla rete internet.(2) Punti di accesso, chioschi informativi per accedere ai diversi servizi della PubblicaAmministrazione locale erogati per via telematica.(3) Segnaletica digitale: schermi a touchscreen da parete o pavimento in grado di offrire al tempostesso visualizzazione e interattività ai servizi e alle informazioni o annunci pubblicati. Pagina 27 di 38
  28. 28. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”11.2 PROGETTO (2) - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LOCALEObiettivo del progetto è coinvolgere i cittadini, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, sia inqualità di singoli cittadini che come associazioni e gruppi, nella costruzione del Centro didocumentazione locale.La partecipazione è intesa sia come condivisione e partecipazione alla costruzione del progetto(obiettivi e finalità del Centro, ambito di attività, individuazione delle collaborazioni, promozione ecomunicazione) sia come partecipazione alla raccolta dei documenti, delle testimonianze e deglioggetti della cultura e dellidentità collettiva locale che faranno parte della collezione del Centro didocumentazione locale.Il progetto mira pertanto a raggiungere contestualmente un duplice obiettivo: - realizzare uno strumento di sostegno dell’identità culturale locale, mediante le funzioni documentarie proprie del Centro di documentazione locale; - coinvolgere, fin dalle fasi iniziali della progettazione del Centro, i cittadini di Botricello e dei Comuni limitrofi, sia intesi come risorse per la costruzione dell’identità locale e dello spazio istituzionale ad essa dedicato, sia intesi come destinatari dei servizi del Centro di documentazione, nelle fasi di decisionali che porteranno alla realizzazione del Centro di documentazione locale.Prodotti: - La piattaforma Web; - il logo del centro di documentazione; - il progetto del centro di documentazione. Pagina 28 di 38
  29. 29. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”11.3 PROGETTO (3) - GIOVANI OGGISpazio Telematico con molteplici funzioni: costituire il punto di snodo per accedere alleinformazioni e ai servizi on line rivolti ai giovani attualmente esistenti (fungendo da portale per igiovani di Botricello); offrire uno spazio per l’attuazione dell’e-democracy per i giovani.Obiettivo del progetto è il coinvolgimento dei giovani nella definizione delle linee di sviluppo delterritorio, rendendoli partecipi nel dibattito e nella scelta di soluzioni progettuali e raccogliendonebisogni espliciti e latenti.La missione del progetto è quella di aumentare interesse e senso civico dei giovani, resposabilizzarlie abituarli alla dialettica democratica.Oltre ai giovani, saranno coinvolte le loro famiglie e le scuole e gli insegnanti.I temi su cui sperimentare liniziativa sono la futura destinazione di una specifica area urbana el’analisi della qualità della vita urbana dal punto di vista delle criticità legate alle politiche degliorari/tempi della città.La valorizzazione di esperienze passate positive costituisce un ulteriore valore aggiunto.Prodotti: Modelli di intervento; piattaforma tecnologica. Pagina 29 di 38
  30. 30. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”11.4 Progetto (4) - INCUBATORE VIRTUALEUn sistema di servizi e strumenti personalizzati, forniti sulla rete Internet che favorisca il processodi creazione di nuove imprese.Obiettivo del progetto è erogare un servizio che si gioca principalmente on line e non vincolalimprenditore ad una presenza fisica.Si erogheranno, inoltre, un sistema di servizi e strumenti personalizzati, forniti sulla rete Internetche favorirà il processo di creazione di nuove imprese.Attraverso lincubatore virtuale sarà possibile verificare la propria idea, elaborare il Business Plan,gestire lo start-up della nuova azienda ed accompagnarla sul mercato.Il progetto si rivolge a tutti coloro che vogliono cimentarsi nel trasformare la propria idea dibusiness in una vera impresa, con una focalizzazione rivolta al sostegno dellimprenditoriafemminile e della concreta attuazione delle pari opportunità.Grazie allincubatore gli utenti: - potranno trovare risposte immediate ai dubbi connessi allavvio di unattività imprenditoriale; - seguiranno un percorso di orientamento alla focalizzazione dellidea di impresa; - potranno redigere on line il proprio business plan e richiederne una valutazione; - avranno accesso alle news riguardanti le novità legislative e di finanza agevolata; - potranno rivolgere domande personalizzate ad un team di consulenti attivi alla Provincia di Catanzaro – Centro per l’Impiego.Il servizio sarà erogato dal Comune di Botricello in convenzione con il CpI di Cataznaro, malaccesso allincubatore virtuale sarà possibile dai siti: - Provincia di Catanzaro - Centro per l’Impiego - Comune di Botricello.Obiettivi del progetto sono: - sviluppare la cultura d’impresa attraverso un ambiente virtuale in cui le conoscenze e le competenze specifiche vengono raccolte, sviluppate, elaborate, patrimonializzate e rese disponibili in modo efficace; - mappare le opportunità per avviare una (micro) impresa promuovendo progetti d’impresa e fornendo le informazioni di base ai potenziali microimprenditori; - seguire ed accompagnare le (micro)imprese sia nella fase di progettazione che di avvio (start-up) delle attività.Lobiettivo generale è quello di creare e sostenere un contesto favorevole alla creazione e crescita dinuove attività economiche e di nuove forme di lavoro attraverso un più ampio accesso dei giovanimeridionali alle nuove professioni legate alle competenze ed alle opportunità delle “economia delweb”. Pagina 30 di 38
  31. 31. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese”In particolare, per quanto riguarda la creazione di una rete telematica permanente di assistenza perla creazione e lo sviluppo di nuove imprese, si intende sostenere una presenza maggiore e piùqualificata di imprenditori meridionali e neo-imprenditori nel campo del Web Business,proponendo, con lausilio di un incubatore virtuale, unassistenza attraverso la strutturazione diunofferta specialistica on-line/off-line.In particolare, lincubatore virtuale prosegue i seguenti obiettivi specifici:- Supporto alla individuazione e definizione di prodotti/mercati inerenti le tematiche del WebBusiness, in particolare per quanto concerne lindividuazione finale dei servizi da offrire in funzionedegli specifici segmenti di domanda ai quali ci si rivolge, costituiti da cittadini, imprese, pubblicaamministrazione;- Assistenza alla definizione del progetto dimpresa in particolare per quanto concerne il ricorso allepiù efficaci soluzioni tecnologiche, organizzative e di mercato in grado di accrescere le ricaduteeconomico-finanziarie e di sviluppo del business;- Analisi, valutazione del Progetto dImpresa ed assistenza alla individuazione degli eventuali canalifinanziari da reperire per sostenere linvestimento iniziale;- Messa a disposizione di uffici e relativa infrastruttura di rete dove eventualmente avviare la nuovainiziativa.Caratterizzazione dellincubatore virtualeRispetto ai servizi tradizionalmente offerti, lIncubatore di Web Business si caratterizza per iseguenti aspetti:- Possibilità di erogare lassistenza a distanza, attraverso specifici servizi di tele-assistenza, anchecon riferimento alla realizzazione di iniziative di formazione a distanza;- Tempestività dei servizi di assistenza e consulenza erogati direttamente dallo staff di del CpI dellaProvincia di Cz (la predisposizione del Business Plan e la valutazione finale con leventualeindividuazione dei capitali di investimento non deve superare i tre mesi di tempo);- Assistenza tecnologica specializzata tramite il ricorso a competenze informatiche e multimedialipresenti allinterno della struttura messe a disposizione sia nella fase di predisposizione del progetto,sia successivamente allo start up;- Messa a disposizione di unampia rete di conoscenze a livello nazionale ed internazionale allaquale ricorrere sia per la fase di messa a punto dellidea di business, sia per quanto concerne lapromozione dei servizi erogati in fase di start-up.Predisposizione di uno show-room telematico concernente la promozione delle iniziative avviate. Pagina 31 di 38
  32. 32. Botricello Comune GlobaleRegione Calabria POR 2000-2006 Misura 6.3 Società dell’Informazione “Piano per la realizzazione di progetti pilota di “e-democracy sul territorio calabrese” 1. STRUTTURA ORGANIZZATIVAQuadro di riferimento generaleL’obiettivo del progetto “Botricello Comune Globale”, rivolto non solo a realizzare delle iniziativedi e-democracy ma anche a realizzare una piattaforma ad alta ricusabilità, concorrerà a determinareuna certa complessità ed articolazione operativa che vede lo sviluppo tecnologico del progetto acompleto a carico del Comune insieme a tutte le attività applicative e di servizio.Pertanto si individuano tre livelli di responsabilità “operative-istituzionali”: il Comune di Botricelloche avrà il compito di progettare e realizzare lo strumento, la metodologia di implementazione eavvio e il modello organizzativo di riferimento; la Regione Calabria per il controllo e la verifica delprogetto; altre strutture private e pubbliche interessati all’utilizzo della soluzione che avranno ilcompito di “calarla sul territorio” per dare voce a comunità on line, coinvolgendo le realtà civili esociali localmente impegnate e indirizzandolo su alcuni temi ed i contenuti applicativi prescelti.L’impegno comune è quello di costruire, grazie ad un utilizzo ragionato dell’ICT, aree aperte di“dibattito” che siano anche luoghi di crescita civile e di libera circolazione di idee.Le strutture pubbliche e private coinvolte nel progetto dovranno definire e “dimostrare” ilrecepimento dello strumento e del modello organizzativo nell’ambito dei propri procedimentiamministrativi, nonché processi decisionali, chiarendo ulteriormente nel dettaglio, in fase esecutiva,i contenuti e le modalità che intendono attuare in merito a: - regole di partecipazione - coerenza dei processi attivati sul territorio con i processi interni alle amministrazioni; - attività specifiche di autovalutazione; - definizione del piano dei contenuti specifici di promozione ed eventuali ulteriori attività - specifiche di analisi della soddisfazione dell’utenza.Articolazione organizzativa – Ruoli professionaliAl fine di recepire e governare la complessità progettuale sopra esposta, in relazione agli obiettivi,alle attività e alla gestione futura dei servizi che verranno realizzati, la struttura organizzativa delprogetto prevede una articolazione per funzioni personali – Project manager, Projectleader/responsabili di sotto-progetto e responsabili di prodotto/servizio - integrate nell’ambito digruppi di lavoro connaturati da specifiche missioni. Pagina 32 di 38

×