Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
16-10-02 Il tutor online
1 - Definizione del tutor online
Lessico di base: chi è il tutor? <ul><li>Docente (lt.  doceo ) </li></ul><ul><li>enfasi  </li></ul><ul><li>sull’insegnamen...
Le componenti del “sistema tutor” Perno del processo didattico Gestione studenti (classi virtuali) Gestione attività didat...
Aree di competenza <ul><li>IL TUTOR E’ </li></ul><ul><li>un docente (scuola o università) </li></ul><ul><li>un professioni...
2 - Il ruolo del tutor nell’e-learning
I diversi ruoli <ul><li>Facilitatore di processo supporta (a- e sincronicamente) gli studenti nel percorso  che devono svo...
Il tutor facilitatore Facilitatore all’apprendimento Gli studenti accedono ai contenuti a prescindere dalla “presenza” del...
Tutor di contenuto e di sistema Studenti  Tutor di contenuto Tutor di sistema Supporto all’apprendimento Supporto organizz...
Il ruolo del tutor di contenuto Il tutor di contenuto è il punto di riferimento  dei propri studenti Gestisce le attività ...
Il ruolo didattico… Contenuto Interazione Ruolo didattico Tempi di comunicazione Strumenti di comunicazione Risorse multim...
… e il ruolo gestionale Classe Gestori Ruolo gestionale Monitoraggio Coordinamento Produzione di materiali aggiuntivi Pers...
3 -  Le conoscenze, abilità,  competenze del tutor online
Identikit delle competenze <ul><li>PEDAGOGICA  (facilitazione dell’apprendimento) </li></ul><ul><li>SOCIALE   (incentivazi...
I 5 assi di competenza Organizzazione Monitoraggio  Interazione Tecnologia Contenuto Tutor
Competenze minime Conoscenza della tecnologia (utilizzo e funzionalità degli strumenti) Conoscenza del  progetto (obiettiv...
Competenze di gestione/organizzazione Organizzazione delle attività di classe Attività sincrone e asincrone. Preparare i m...
Entrambi richiedono di definire con chiarezza scopi e obiettivi che il gruppo si propone di conseguire col lavoro congiunt...
Organizzare l’apprendimento collaborativo <ul><li>&quot;…è qualunque attività in cui due o più persone lavorano insieme pe...
Cosa comporta l’apprendimento collaborativo? <ul><ul><li>enfasi sulla  costruzione della conoscenza  anziché sulla sua rip...
Competenze del tutor e ‘reazioni’ dello studente <ul><li>Il tutor </li></ul><ul><li>conosce i contenuti   e sa come trasme...
5 regole d’oro <ul><ul><li>Preparazione   conoscenza del contenuto e del formato, in modo da contestualizzare le singole a...
Approfondimento Ricordiamoci che: <ul><li>applicazione immediata dei contenuti appresi </li></ul><ul><li>applicazione post...
4 - Criticità della figura del tutor online
Criticità della figura del tutor online Carico di lavoro (ruolo didattico + gestionale) Organizzazione  delle attività onl...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Il tutor online

1,501 views

Published on

Contributo del Politecnico di Milano sulla figura del "Tutor online" e Tutor di e-learning
pubblicato per il corso di formazione SLOOP2desc.
2010

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Il tutor online

  1. 1. 16-10-02 Il tutor online
  2. 2. 1 - Definizione del tutor online
  3. 3. Lessico di base: chi è il tutor? <ul><li>Docente (lt. doceo ) </li></ul><ul><li>enfasi </li></ul><ul><li>sull’insegnamento </li></ul><ul><li>tutor (lt. tueor: difendere, proteggere ) </li></ul><ul><li> enfasi sul sostegno </li></ul><ul><ul><li>gestore del processo didattico e facilitatore della conoscenza </li></ul></ul><ul><ul><li>(ruolo legato alla didattica, ma anche al supporto) </li></ul></ul>Vs Insegnamento tradizionale: centrato sul docente che trasferisce il suo sapere ai discenti Insegnamento online: centrato sul rapporto docente – discente e discente – sapere Vs <ul><li>Nell’e-learning il docente / tutor stimola lo studente a diventare autonomo, responsabile e a partecipare alla costruzione del sapere </li></ul>
  4. 4. Le componenti del “sistema tutor” Perno del processo didattico Gestione studenti (classi virtuali) Gestione attività didattiche Valutazione Monitoraggio Autonomia metodologica Vincoli di formato e di comunicazione
  5. 5. Aree di competenza <ul><li>IL TUTOR E’ </li></ul><ul><li>un docente (scuola o università) </li></ul><ul><li>un professionista esperto di settore </li></ul><ul><li>un soggetto in formazione (dottorando, ricercatore…) </li></ul>Accesso privilegiato alla piattaforma Gestione, monitoraggio e valutazione delle attività Stretto collegamento con i gestori del corso Riprogettazione del formato Area tecnologica Area didattica Area gestionale Area progettuale
  6. 6. 2 - Il ruolo del tutor nell’e-learning
  7. 7. I diversi ruoli <ul><li>Facilitatore di processo supporta (a- e sincronicamente) gli studenti nel percorso che devono svolgere, dando indicazioni relative alla metodologia d’apprendimento </li></ul><ul><li>Facilitatore del contenuto facilita la comprensione del contenuto del corso da parte dello studente </li></ul><ul><li>Comunicatore interagisce costantemente con la classe ponendosi come punto di riferimento cui rivolgersi per questioni legate ai contenuti, ai processi e all’ansia dello “studente remoto” </li></ul><ul><li>Valutatore fornisce il riscontro e la validazione del lavoro dei discenti in base a livelli di riferimento prestabiliti </li></ul><ul><li>Consulente consiglia individualmente lo studente per fargli trarre il massimo dal corso </li></ul><ul><li>Progettista progetta dei compiti online da proporre agli studenti </li></ul><ul><li>Tecnologo attua scelte tecnologiche che migliorano l’ambiente di apprendimento </li></ul><ul><li>Gestore amministra la propria classe coniugando autonomia didattica e vincoli di formato </li></ul>
  8. 8. Il tutor facilitatore Facilitatore all’apprendimento Gli studenti accedono ai contenuti a prescindere dalla “presenza” del tutor Compito del tutor: agevolare l’assimilazione di contenuti trasmessi agli studenti attraverso formati multimediali
  9. 9. Tutor di contenuto e di sistema Studenti Tutor di contenuto Tutor di sistema Supporto all’apprendimento Supporto organizzativo Questioni didattiche Questioni organizzative Casi specifici Omogeneità del servizio Circolazione informazioni di progetto
  10. 10. Il ruolo del tutor di contenuto Il tutor di contenuto è il punto di riferimento dei propri studenti Gestisce le attività sincrone e asincrone Segue e monitora il percorso di ogni studente della sua classe Collabora con i colleghi e con la struttura Ruolo didattico Ruolo gestionale
  11. 11. Il ruolo didattico… Contenuto Interazione Ruolo didattico Tempi di comunicazione Strumenti di comunicazione Risorse multimediali Interruzione della distanza fisica Costanza di un punto di riferimento
  12. 12. … e il ruolo gestionale Classe Gestori Ruolo gestionale Monitoraggio Coordinamento Produzione di materiali aggiuntivi Personalizzazione del Rapporto con gli studenti Aspetti organizzativi Il tutor L’organizzazione Predispone Gestisce Valuta Contenuti, tempi e carichi di lavoro Obiettivi (metaobiettivi) Target Supporto sui contenuti e processi
  13. 13. 3 - Le conoscenze, abilità, competenze del tutor online
  14. 14. Identikit delle competenze <ul><li>PEDAGOGICA (facilitazione dell’apprendimento) </li></ul><ul><li>SOCIALE (incentivazione delle relazioni umane tra gli studenti) </li></ul><ul><li>GESTIONALE (stesura delle regole e procedure per la discussione e lo sviluppo delle attività) </li></ul><ul><li>TECNICA (uso della tecnologia di supporto alle attività online) </li></ul><ul><li>COLLABORATIVA (condivisione di materiali, percezioni e informazioni con i colleghi e con la struttura) </li></ul>
  15. 15. I 5 assi di competenza Organizzazione Monitoraggio Interazione Tecnologia Contenuto Tutor
  16. 16. Competenze minime Conoscenza della tecnologia (utilizzo e funzionalità degli strumenti) Conoscenza del progetto (obiettivi, target, formato, calendarizzazione...) Organizzazione del proprio tempo (rapporto tra carico di lavoro e propria disponibilità) Formazione sul campo (conoscenza diretta delle dinamiche dell’e-learning) Conoscenza dei contenuti (esperto del settore)
  17. 17. Competenze di gestione/organizzazione Organizzazione delle attività di classe Attività sincrone e asincrone. Preparare i materiali adeguati e organizzare gli studenti Investire sul lavoro collaborativo e sull’interazione tra studente-e-studente Definire le scadenze Fornire delle regole agli studenti (alcune possono essere rinegoziabili) Crearsi una tabella di marcia per il monitoraggio, le attività e la valutazione
  18. 18. Entrambi richiedono di definire con chiarezza scopi e obiettivi che il gruppo si propone di conseguire col lavoro congiunto: il discente percepisce il proprio ruolo e contributo all’interno del gruppo e discute idee e punti di vista (autonomia e interazione collettiva) Premessa: cooperare vs collaborare Cooperazione e collaborazione: spesso usati come sinonimi, ma... collaborazione cooperazione
  19. 19. Organizzare l’apprendimento collaborativo <ul><li>&quot;…è qualunque attività in cui due o più persone lavorano insieme per esplorare un tema, migliorare le proprie abilità, sviluppare nuove idee.&quot; (Linda Harasim, 1995) </li></ul><ul><li>Nodi di decisione </li></ul><ul><ul><li>Obiettivi </li></ul></ul><ul><ul><li>Dimensioni (mediamente tra le 12 e le 15 persone) </li></ul></ul><ul><ul><li>Assortimento dei gruppi (profili dei discenti e loro omogeneità/disomogeneità - es. competenze pregresse, disponibilità orarie… ) </li></ul></ul><ul><ul><li>Valutazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Tempi di attuazione, fasi, sincronie e asincronie </li></ul></ul><ul><ul><li>Ruolo del docente / tutor = colui che agevola le opportunità di apprendimento e incoraggia a lavorare insieme </li></ul></ul><ul><ul><li>Ruoli dei pari (studenti) </li></ul></ul><ul><li>Ma prima di tutto... chiedersi sempre: il compito in questione si presta alla didattica collaborativa? </li></ul>
  20. 20. Cosa comporta l’apprendimento collaborativo? <ul><ul><li>enfasi sulla costruzione della conoscenza anziché sulla sua riproduzione; </li></ul></ul><ul><ul><li>assegnazione di compiti concreti , che diano la possibilità di contestualizzare le conoscenze, piuttosto che di astrarle; </li></ul></ul><ul><ul><li>temi assunti dal mondo reale , basati su casi di studio concreti e sulla risoluzione dei problemi (PBL - Problem Based Learning); </li></ul></ul><ul><ul><li>costruzione cooperativa della conoscenza attraverso le dinamiche dell’apprendimento collaborativo. </li></ul></ul>
  21. 21. Competenze del tutor e ‘reazioni’ dello studente <ul><li>Il tutor </li></ul><ul><li>conosce i contenuti e sa come trasmetterli </li></ul><ul><li>organizza il lavoro collaborativo (e non) </li></ul><ul><li>degli studenti remoti (percorso, strumenti, utenti, personalizzazione... ) </li></ul><ul><li>conosce, calibra e comunica i carichi di lavoro (rapporto calendarizzazione/contenuti) </li></ul><ul><li>supporta il processo dei propri studenti , sia sui contenuti che sull’organizzazione </li></ul><ul><li>stimola la classe (dibattiti, confronti, riflessioni, approfondimenti, link... ) </li></ul><ul><li>osserva e interviene (controlla il processo) </li></ul><ul><li>si pone come punto di riferimento </li></ul><ul><li>monitora costantemente e raccoglie le informazioni (strumenti di gestione e presenza) </li></ul><ul><li>si coordina con i colleghi (confronto in itinere) </li></ul><ul><li>utilizza propriamente gli strumenti </li></ul><ul><li>Lo studente </li></ul><ul><li>è motivato </li></ul><ul><li>sa organizzare il proprio tempo in base ai ritmi di progetto e ai suoi impegni </li></ul><ul><li>conosce e calibra i carichi di lavoro (rapporto calendarizzazione/contenuti) </li></ul><ul><li>si tiene in contatto con i compagni , (socializzazione + lavoro collaborativo) </li></ul><ul><li>utilizza propriamente gli strumenti </li></ul><ul><li>rispetta la netiquette </li></ul><ul><li>rispetta le consegne (soprattutto se connesse a lavori di gruppo) </li></ul><ul><li>si appoggia al proprio tutor (non ha paura di fare domande e osservazioni) </li></ul><ul><li>supporta i compagni ( venendo in loro aiuto nel momento del bisogno) </li></ul><ul><li>... </li></ul><ul><li>... </li></ul>
  22. 22. 5 regole d’oro <ul><ul><li>Preparazione conoscenza del contenuto e del formato, in modo da contestualizzare le singole attività didattiche all’interno dell’intero percorso (consulta costantemente il calendario e prende visione dei contenuti in anticipo rispetto alla loro erogazione) </li></ul></ul><ul><ul><li>Interazione si collega alla classe quotidianamente per moderare le discussioni asincrone; negli appuntamenti sincroni prepara la struttura della comunicazione in base all’andamento dei propri studenti e alla loro tipologia (adulti, adolescenti, master ecc.) </li></ul></ul><ul><ul><li>Chiarezza definisce con chiarezza le regole e istruzioni per lo svolgimento delle attività del corso e le norme d’uso degli strumenti tecnologici </li></ul></ul><ul><ul><li>Proattività stimola gli studenti con domande, approfondimenti, richieste di feedback sulla loro situazione. Li invita a partecipare alle attività e a collaborare tra di loro (non si limita a fornire delle risposte!) </li></ul></ul><ul><ul><li>Monitoraggio monitora costantemente il livello di apprendimento degli studenti e i &quot;punti critici&quot; del corso, eventualmente ricalibrando i contenuti delle attività. Monitora sempre anche la classe dei tutor </li></ul></ul>
  23. 23. Approfondimento Ricordiamoci che: <ul><li>applicazione immediata dei contenuti appresi </li></ul><ul><li>applicazione posticipata dei contenuti appresi </li></ul><ul><li>Prospettiva temporale </li></ul><ul><li>cruciale </li></ul><ul><li>impatto limitato </li></ul><ul><li>Esperienza </li></ul><ul><li>intrinseca, legata alla soddisfazione per la capacità di svolgere un compito di cui si vede l’utilità per se stessi </li></ul><ul><li>estrinseca, legata al desiderio di ricevere un premio / riconoscimento esterno o evitare una punizione o una penalizzazione </li></ul><ul><li>Motivazione </li></ul><ul><li>Età adulta (andragogia) </li></ul><ul><li>Infanzia/adolescenza (pedagogia) </li></ul>
  24. 24. 4 - Criticità della figura del tutor online
  25. 25. Criticità della figura del tutor online Carico di lavoro (ruolo didattico + gestionale) Organizzazione delle attività online (collaborative) Coinvolgimento studenti Valutazione (qualitativa!) Costanza del monitoraggio

×