Web:  the nextrevolution?          1
Barack Obama 2008     La campagna elettorale di Obama: l’operazione sul     web è denominata “Tripla O” Obama ‘s Online   ...
Cina 2010 - oggiQuasi 500 milioni di Cinesi sono online, e più di un quarto forma la popolazione dei social       network....
Egitto 2011    #egypt, #jan25 e #jan28 sono gli ashtag    utilizzati su Twitter per documentare il susseguirsi    degli ev...
Libia 2011                                                    «Gli squadroni della morte di Gheddafi                      ...
La politica Italiana ai tempi del web 2.0
Beppe GrilloIl fenomeno del Movimento 5 Stelle nasce, cresce e vive nella Rete.Il Web è infatti fine e mezzo del “partito”...
Eventi storici web
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Eventi storici web

470 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
470
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Eventi storici web

  1. 1. Web: the nextrevolution? 1
  2. 2. Barack Obama 2008 La campagna elettorale di Obama: l’operazione sul web è denominata “Tripla O” Obama ‘s Online Operation. Cris Hughes, uno dei co-fondatori di Facebook, è arruolato come consulente nella task force on-line per occuparsi del social networking: con il solo Facebook la raccolta è di 5,4 milioni di dollari. Da quelle parti erano fortemente convinti che l’unico medium capace di far riprendere il controllo del governo agli americani fosse internet. Il vero successo di Obama non è stato parlare ai supporter ma farli comunicare tra loro e mobilitarli nel mondo reale. Le parole d’ordine sono: comunicare, coivolgere 2
  3. 3. Cina 2010 - oggiQuasi 500 milioni di Cinesi sono online, e più di un quarto forma la popolazione dei social network.La situazione particolare in cui vivono in Cina (un internet scudato dal grande ed evoluto firewall soprannominato Great Wall), si sono sviluppati diverse alternative ai nostri social network “occidentali”, proprio per colmare il vuoto creato dall’assenza di concorrenza.Chi non c’è: Google, Facebook, Twitter, Vimeo, Youtube Han Han, blogger, scrittore e opinion leader cinese. La sua linea critica anche in modo pesante, le autorità cinesi, ma senza mai prendere posizioni veramente radicali. Recentemente è stato accusato di aver cambiato approccio, moderando i toni dei suoi contenuti, tanto che altri blogger lo hanno accusato di aver scritto un “annuncio di lealtà al governo”. 3
  4. 4. Egitto 2011 #egypt, #jan25 e #jan28 sono gli ashtag utilizzati su Twitter per documentare il susseguirsi degli eventi e organizzarsi. I social network erano i canali di comunicazione fondamentali, almeno fino a quando sono risultati accessibili. Video Virale: Power to you di Vodafone 4
  5. 5. Libia 2011 «Gli squadroni della morte di Gheddafi stanno continuando a spargere sangue per le strade di Tripoli». Scrive intorno alle 9 di mattina lutente Kiran Joshi. «A Tripoli cè aria minacciosa», assicura Jon Williams, 35 secondi dopo il messaggio di Joshi. Quasi in contemporanea Novi scrive: «In molti cominciano ormai a paragonare Bengasi ad Auschwitz».Libia, un paese dove le autorità cercano di controllare e soffocare le libertà, nel momentodi maggior delicatezza e scompiglio le persone nelle strade pubblicano su Twitter quelloche stanno vivendo a Tripoli, tanto che anche la NATO usa i social network per monitorarela situazione. 5
  6. 6. La politica Italiana ai tempi del web 2.0
  7. 7. Beppe GrilloIl fenomeno del Movimento 5 Stelle nasce, cresce e vive nella Rete.Il Web è infatti fine e mezzo del “partito” che fa capo a Beppe Grillo, comparendo piùvolte all’interno del programma pubblicato online.Alexa fotografa per il sito di Beppe Grillo una vera e propria impennata:+30% nella giornata dell8 maggio 2012,+18% nell’ultima settimana,+72% nell’ultimo mese.Su Twitter 8

×