N 11 2010

1,256 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,256
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

N 11 2010

  1. 1. arcireport s e t t i m a n a l e a c u r a d e l l ’ A r c i www.arci.it anno VIII - n. 11 report@arci.it 23 marzo 2010 Un voto per Il 28 marzo andiamo alle urne segnare la svolta per rimettere a posto il Paese L'intero Governo schierato in piazza a un comizio elettorale è la misura dell'agitazione che pervade la destra alla vigilia del voto. Vogliono fare di queste elezioni l'ennesimo referendum sul capo perché sentono il vento cambiare e hanno paura di perdere. Ma l'adu- nata del popolo devoto non ha funzionato: una triste fiera della demagogia e del populi- smo, solite invettive contro sinistra e magi- strati, niente che parlasse ai problemi reali del Paese. Allora, quando il gioco si fa duro, ecco in soccorso la crociata delle gerarchie vatica- ne contro le sinistre del peccato. Il fatto è che il consenso della destra scric- chiola. Queste elezioni sono un'occasione preziosa per segnare la svolta, per reagire alla sfiducia e alla rassegnazione. Certo, il voto da solo non basta, il cambiamento ha bisogno della spinta della mobilitazione socia- le. Il grande successo del corteo romano in difesa dell'acqua bene comune e la folla che ha manifestato a Milano contro le mafie e l'il- (pagina 2) legalità sono segnali incoraggianti in questo senso. E' possibile mettere in moto le tante energie buone del Paese per legittimare nel governo dei territori istituzioni più forti e intel- Il Tribunale Russell condanna i Paesi Ue ligenti, protagoniste di un federalismo virtuoso e non squilibrato, capaci di restituire centrali- Il 30 marzo, in occasione della Giornata zionale e interno dell'Unione europea in tà alle comunità locali e all'azione pubblica in della Terra in Palestina, che commemora merito alla salvaguardia dei diritti umani nome del bene comune. l’uccisione di sei giovani palestinesi da del popolo palestinese. Il 10 marzo il I governi regionali possono fare scelte impor- parte delle forze di sicurezza israeliane nel Parlamento europeo ha votato a favore del tanti. Favorire percorsi partecipativi e relazio- 1976, in tutto il mondo si terranno iniziative Rapporto Goldstone che denuncia i crimini ni virtuose coi corpi intermedi della società; in solidarietà con il popolo palestinese, per di guerra compiuti a Gaza durante l'opera- investire sull'educazione e la cultura; rafforza- re il sistema di welfare a garanzia dell'univer- il boicottaggio, il disinvestimento e le san- zione Piombo fuso. salismo dei diritti; promuovere inclusione e zioni a carico di Israele. Intanto il Premier israeliano Benjamin coesione sociale, contrastare discriminazioni Intanto, la prima sessione internazionale Netanyahu non recede dalla decisione di e razzismo; operare per la tutela dell'ambien- del Tribunale Russell sulla Palestina, che estendere gli insediamenti in territorio te, la lotta all'inquinamento e lo sviluppo di si è svolta a inizio marzo a Barcellona, ha palestinese. Lo ha ribadito in questi giorni, energie rinnovabili; puntare su uno sviluppo riconosciuto gli Stati membri della Ue mentre si trova in visita negli Stati uniti. economico sostenibile che valorizzi le risorse responsabili di aver violato il diritto interna- (pagina 6) del territorio; preservare i beni comuni dalla mercificazione e dalla logica del profitto; con- trastare la criminalità organizzata e promuo- IN 200MILA A DIFESA DEI BENI COMUNI IL MAGAZZINO PARALLELO vere la legalità democratica. Un grande corteo è sfilato il 20 marzo A Cesena un magazzino sfitto da Ci sono tanti buonissimi motivi per capire che per le vie della Capitale dieci anni è diventato un circolo il voto è un'occasione da non perdere. (pagina 3) (pagina 10) il Lampadiere ANCHE NELLA POLITICA QUELLA DI BERLUSCONI È UNA CONCEZIONE PROPRIETARIA. NON CI SONO CITTADINI CHE PEN- SANO, RIFLETTONO, SONO INCERTI. NO. C'È IL SUO RECINTO CON IL SUO ELETTORATO CHE LA SINISTRA TENTA DI RUBAR- GLI. ALLA STESSA LOGICA CORRISPONDE IL MODO DI COMMENTARE I FISCHI E LE CONTESTAZIONI CUI È SOGGETTO ORMAI SEMPRE PIÙ FREQUENTEMENTE TRANNE CHE NON SI RINCHIUDA IN QUALCHE TEATRO. QUELLI SONO DELL'ALTRO RECIN- TO QUELLO COMUNISTA. NON DUBITA (O MEGLIO FA FINTA DI NON DUBITARE) CHE CI SONO CITTADINI SENZA UNA ETI- CHETTA PARTITICA CHE TROVANO INSOPPORTABILE IL SUO MODO PREPOTENTE DI ESERCITARE IL POTERE, DI RITENERSI AL DI SOPRA DELLE LEGGI E DI FARSI GLI AFFARACCI SUOI.
  2. 2. arci elezioniregionali arcireport 2 Elezioni: basterà a Berlusconi la promessa di eliminare il cancro in tre anni? Speriamo di no! aranno circa 41 milioni i cittadini ita- caffè a un certo punto si è reso conto che ni. Nella Lombardia si dà per certa la riele- S liani che il 28 e 29 marzo sono chia- mati ad eleggere il Presidente e i consiglieri di 13 regionali italiane. Si voterà le cose avevano preso una piega poco ras- sicurante e quindi in quanto ‘uomo del fare’, della libertà e dell’amore ha agito: via zione di Roberto Formigoni, così come nel Veneto quella dell’attuale ministro dell’A- gricoltura Luca Zaia. Con lui la Lega per la anche in 4 province per il rinnovo delle qualunque dibattito politico dalla tv. prima volta nella storia della Repubblica amministrazioni e in 463 comuni, otto dei L’informazione politica solo nei telegiornali potrebbe conquistare la Presidenza di una quali capoluoghi, fra i quali Mantova, Lodi, e qui l’opposizione va ‘cucinata’ perbene Regione. Ugualmente certa appare la vitto- Venezia, Macerata, Chieti, Andria. sacrificando i fatti alle opinioni. ria del Centrosinistra in Emilia-Romagna, Ma non c’è dubbio che sulla consultazione Infine il 22 marzo in extremis è arrivato il Toscana, Marche e Umbria. regionale si concentra l’attenzione degli ‘soccorso rosso’ del Cardinale Bagnasco e Fra quelle in cui l’esito appare abbastanza schieramenti politici. Ancora un anno fa della Conferenza episcopale. scontato ci sono la Calabria e la Campania Berlusconi erano sicuro di fare di questa Basterà per recuperare? Molti ne dubitano. che verrebbero conquistate dal Centro- scadenza l’occasione per una definitiva Ed è assai probabile che se il risultato elet- destra. sua ‘consacrazione come uomo della prov- torale per il centrodestra non sarà di- Ma le regioni dove lo scontro e più incerto videnza’ e quindi di aver mano libera per sastroso sarà merito della Lega, data in e che alla fine orienteranno l’opinione su governare da sovrano al di sopra delle crescita negli ultimi sondaggi tanto da con- chi ha vinto e chi ha perso sono il leggi e della stessa Costituzione. tendere in Veneto e in Lombardia il prima- Piemonte, la Liguria, il Lazio e la Puglia. Gli eventi di questi ultimi mesi – la crisi to al Pdl. Un successo che alcuni nel parti- economica, gli scandali della Protezione to di Berlusconi temono quasi quanto la vit- civile, le dichiarazioni di pentiti di mafia e le toria della sinistra. ROMA sue private frequentazioni, per citarne solo Nelle scorse elezioni, delle 13 regioni chia- notizieflash alcuni – hanno di molto incrinato quella mate al voto, 11 andarono al centro sinistra Il 25 marzo presso la sala Ilaria Alpi speranza. A questo si aggiungano le lace- (Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna, To- della sede dell’Arci nazionale razioni interne alla stesso Pdl che hanno scana, Marche, Umbria, Lazio, Campania, verrà trasmessa alle 21 la diretta di raggiunto livelli che talvolta sconfinano nel Puglia, Basilicata, Calabria) e 2 al centro- Annozero da Bologna nell’ambito dell’iniziativa Rai per una notte grottesco. Berlusconi attraverso i sondaggi destra (Veneto, Lombardia). mattutini che gli vengono serviti insieme al Ma vediamo quali sono ad oggi le previsio- Parlamentari... ‘Rai per una notte’: l’Arci invita le sue sedi e non solo a promuovere e organizzare la visione All'articolo 6 della legge 361 del 1957 si La Fnsi e l'Usigrai promuovono l'appunta- All'appuntamento, che sarà ripreso anche legge: «Sono eleggibili a deputati gli eletto- mento Rai per una notte organizzato al da Rainews24, parteciperanno fra gli altri ri che abbiano compiuto il venticinquesimo PalaDozza di Bologna da Michele Santoro Marco Travaglio, Vauro, Giovanni Floris, anno di età entro il giorno delle elezioni». il 25 marzo alle 21. L'Arci raccoglie il loro Daniele Luttazzi, Morgan, il Trio Medusa. Proprio tutti? No. Recita infatti l'articolo invito a sostenere e promuovere la serata Ci sarà anche un'intervista registrata a successivo: «non sono eleggibili a) i depu- utilizzando ogni possibile strumento di dif- Roberto Benigni. tati regionali o consiglieri regionali; b) i pre- fusione. «In questo periodo - si legge in La serata sarà in onda anche su Skytg24, sidenti delle Giunte provinciali; c) i sindaci una nota inviata a tutte le strutture dell'as- Repubblica tv, Rainews24, Youdem, Tele dei Comuni con popolazione superiore ai sociazione dal Presidente nazionale Paolo Lombardia, Napoli Tv, Antenna Sud, Tele 20.000 abitanti» e poi ancora altre figure Beni - stiamo assistendo a episodi molto Studio, Quinta e Sesta Rete, Canale 6, pubbliche. gravi volti a limitare la libertà di informazio- Antenna Tre, È Tv, Rete sette, Tv centro Ma perché allora in Parlamento ci sono ne e di espressione nel nostro Paese. Marche, Tele regione, Tvr-Voxson, Atv7 e consiglieri regionali, presidenti di province, Dopo il blocco dei programmi televisivi di tante altre emittenti da Trento a Bari. E poi sindaci di comuni con popolazione superio- approfondimento politico e una sentenza Radio popolare, Radio Città futura, re ai 20mila abitanti? Non lo sapete? È del Tar che dà ragione al ricorso de La7 e Ecoradio, Novaradio, Radio Nostalgia. chiaro no! La legge dice che una di quelle Mediaset, la Rai continua a non permette- Trasmetterà l'evento anche Current Tv, il figure non può essere eletta al Parlamento. re la messa in onda di Ballarò, Annozero e canale italiano del network globale di Ma dice forse la legge che uno che è elet- Porta a Porta». scambio di informazioni fondato da Al to in Parlamento non possa poi essere Nella nota si invitano tutte le sedi dell'as- Gore, ex Vicepresidente degli Stati uniti, chiamato a svolgere quelle funzioni? No sociazione ad attivare il maggior numero di premio Oscar per il documentario ecologi- che non lo dice. E allora! punti di ascolto e visione della trasmissio- sta Una scomoda verità e Premio Nobel Ma chi è che ha stabilito che la legge va ne (organizzare serate di visione collettiva per la Pace 2007. «Current racconta le sto- interpretata in questo modo? La Corte nei circoli, appuntamenti di piazza di visio- rie che altri non raccontano. Ecco perché costituzionale, la Cassazione? Ma no! I ne della trasmissione tramite Sky o web, siamo orgogliosi di diffondere un importan- rappresentanti del popolo, i parlamentari attivare finestre web sui siti per la trasmis- te programma d'informazione come stessi che nell'interpretazione dei criteri di sione in streaming, coinvolgere radio e Annozero, specie nel momento in cui altri eleggibilità sono insindacabili. web radio per la diretta ecc.). canali non lo fanno» ha dichiarato Al Gore. n. 11 23 marzo 2010
  3. 3. arci benicomuni arcireport 3 In 200mila sfilano in corteo per le vie di Roma per l’acqua pubblica e la difesa dei beni comuni Ospitiamo questa settimana un contributo di Paolo Carsetti del Forum italiano dei Movimenti per l’acqua Il mondo ha sempre abato 20 marzo 200mila persone lezza che quanto si vuole imporre sull’ac- più sete S hanno deciso di scendere in piazza a Roma per ribadire che l'acqua è un diritto umano universale, deve essere qua e in ciascun territorio è solo un tassel- lo di un quadro molto più ampio che riguar- da tutti i beni comuni, attraversa l’intero Una persona su 4 non ha accesso all´acqua potabile e tra vent´anni il numero degli asse- pubblica e che i beni comuni vanno tutela- pianeta e vuol mettere sul mercato la vita tati raddoppierà. Una persona su 3 non ha a ti. Erano presenti i tanti comitati costituiti delle persone. L’acqua nell'ultimo decennio disposizione impianti fognari. Cinque milioni di da cittadine e cittadini, c'erano le lavoratri- è divenuta sempre più appetibile a quanti persone muoiono ogni anno per malattie lega- ci e i lavoratori dei settori che garantiscono vogliono fare profitti: perché gestire l’acqua te alla mancanza di acqua pulita, di questi 1,8 che tutti possano usufruire dei servizi vuol dire gestire un servizio che non cono- milioni sono bambini. È il quadro della sete nel essenziali, c'erano le associazioni di pro- sce crisi economica (tutti ne avranno sem- mondo come emerge dal rapporto del Cipsi, il mozione sociale, quelle ambientaliste, le pre bisogno per vivere); perché gestire Coordinamento di iniziative popolari di solida- organizzazioni per la cooperazione inter- l’acqua vuol dire gestire un servizio che rietà internazionale, presentato alla vigilia nazionale, i sindacati, le diocesi e l'asso- non ha rischio d’impresa (i profitti sono della Giornata mondiale dell´acqua che si è ciazionismo cattolico, le associazioni dei garantiti per legge); perché gestire l’acqua celebrata il 22 marzo. consumatori, i centri sociali, gli enti locali vuol dire gestire un servizio in condizioni di A 60 anni dalla Dichiarazione universale dei rappresentati da decine di Sindaci e le monopolio, infatti non esiste concorrenza diritti dell´uomo che definisce l´acqua «un forze politiche. Il centro storico di Roma è sul servizio idrico, l’acqua è per definizione diritto umano universale», l´oro blu è diventa- stato attraversato da un fiume di persone un monopolio naturale. to una merce molto particolare, che muove gli che con determinazione, in modo allegro, L’esperienza collettiva, plurale e partecipa- eserciti e arma i conflitti in quella parte del colorato, variegato hanno voluto ribadire tiva manifestatasi in piazza, che fa riferi- mondo in cui conquistare una fonte significa tutta la propria contrarietà alla mercifica- mento in particolar modo al Forum italiano zione dell'acqua e dei beni comuni. dei Movimenti per l'acqua è il segno più guadagnarsi il diritto alla sopravvivenza. Tutte e tutti accomunati dalla consapevo- evidente di una realtà vasta e diffusa, di un L´avanzata della desertificazione sta infatti movimento vero e radicato nei territo- rendendo invivibili zone fino a ieri abitate e nel ri che ha già conseguito una vittoria marzo scorso è stato lanciato l´allarme: un sul piano culturale: non esiste più quarto della produzione alimentare mondiale potrebbe perdersi entro il 2050 anche a causa Dove c’è, l’acqua nessun rappresentante di alcuna forza politica, nè di centro-destra nè della scarsità di acqua. Che nasce da due fat- viene usata male di centro-sinistra, che abbia ancora il tori: la sovrappopolazione e il cattivo uso. coraggio di rivendicare la necessità Nell’area mediterranea la domanda di acqua In Italia consumiamo 293 litri di acqua al giorno per abi- della privatizzazione dell'acqua, al è raddoppiata negli ultimi 50 anni e i consumi tante: più di Belgio, Germania e Spagna, meno di contrario vengono sempre più spes- aumenteranno del 25% entro il 2025. Nei Norvegia e Svizzera. Oltre all´acqua che utilizziamo c´è so usati eufemismi quali privatizza- paesi industrializzati il consumo è di 30-50 poi quella che buttiamo via. Gli sprechi maggiori sono zione della gestione o liberalizzazio- volte in più rispetto a un paese povero; il 12% legati a un sistema agricolo che consente di pagare a ne del servizio idrico. della popolazione usa l’85% delle risorse. quota fissa invece che a consumo, ma 104 litri di acqua La manifestazione del 20 marzo, al giorno per abitante (il 27% di quella prelevata) si per- oltre a essere stato un importante ed dono nel viaggio verso le case. unificante momento di lotta, pone L’Italia è al terzo posto mondiale nel consumo di acqua con intelligenza e determinazione la minerale (il milione di Tir che la trasporta consuma ogni questione della democrazia parteci- li, dall'altra le cittadine e i cittadini possono pativa, segnala un nuovo protagoni- impedirlo mettendo una firma sulla richie- anno 665 mila tonnellate di petrolio e produce 910mila smo e volontà di contare da parte sta di referendum e votando ‘sì’ quando, tonnellate di anidride carbonica) ma non un servizio delle comunità locali ovvero l’inalie- nella prossima primavera, saranno chia- idrico adeguato: un terzo dei cittadini non può fidarsi nabile diritto di tutte e tutti a decidere mati a decidere. È una battaglia di civiltà. sempre del rubinetto, solo l´85% delle case è collegato e a partecipare alla gestione dell’ac- Nessuno si deve sentire escluso. alle fogne e soltanto il 70% delle acque vengono depu- qua e dei beni comuni, del territorio e Perché l’acqua deve stare fuori dal merca- rate. Per chiudere in modo virtuoso il ciclo dell´acqua dell’energia, della salute e del benes- to e i profitti fuori dall'acqua! Perchè come servono 60 miliardi di euro in 30 anni. Come trovarli? Il scrive Vandana Shiva: «La crisi dell’acqua sere sociale. governo ha varato una legge che forza la mano verso Questa manifestazione non è il punto è una crisi ecologica che ha cause com- una privatizzazione spinta. La risposta è stata una di arrivo di un percorso ma solo una merciali ma non soluzioni di mercato». mobilitazione crescente e bipartisan che si sta allar- tappa. Infatti a metà aprile prenderà Perchè l’acqua insieme agli altri beni gando su tutto il territorio. In Veneto, Friuli ed Emilia avvio una grande raccolta di firme comuni sono il legame inscindibile che ci Romagna sono partite le campagne a difesa per tre referendum che chiedono l'a- unisce, che fonda una comunità. Perchè dell´acqua del sindaco. In Lombardia 7 paesi dell’alta brogazione delle norme che hanno dove ci sono beni comuni c’è comunità, Valcamonica hanno dichiarato una ‘guerra di resisten- privatizzato l'acqua. Se da una parte dove c’è comunità c’è partecipazione, dove za’ alla linea Formigoni. In Toscana è stato lanciatla si vuole consegnare definitivamente c'è partecipazione c'è democrazia. campagna L´acqua in brocca. l’acqua ai privati e alle multinaziona- Info: www.acquabenecomune.org n. 11 23 marzo 2010
  4. 4. arci migranti arcireport 4 ‘Una serata contro il razzismo’ conclude la settimana di mobilitazione dell’Arci e Feltrinelli a concluso le iniziative della setti- Piazza Vittorio. Quattordici chilometri di Promenade humaine, storia in versi di un H mana antirazzista promossa da Arci e Feltrinelli Una serata contro il raz- zismo, alla Feltrinelli libri e musica dell’Ap- fughe, speranze, sogni, «14 maledetti chi- lometri» per costruire un nuovo destino. Con il compositore musicista Rocco De albero deforme, è messa in evidenza dal- l’interpretazione scenica di Giulia Fossà e dalla grande esperienza e sensibilità del pia, a Roma. Fenomeno troppo a lungo e Rosa – direttore artistico di una originale musicista Roberto Bellatalla. Il suo con- colpevolmente sottovalutato, il razzismo, manifestazione, Ethnicus - accompagnato trabbasso, che ci introduce in echi ritmici mascherato spesso da discriminazione, dalla voce di Martin Kongo e Pasquale anche di altri paesi, ci anticipa un progetto nella nuova Italia multietnica c’è, eccome. Laino al sax, il pubblico si è ritrovato in un fortemente voluto dalla Fossà: portare in Allo spettacolo, al quale hanno preso parte universo sonoro senza pregiudizi e preclu- scena il suo spettacolo Nudo&Crudo, pro- scrittori e artisti, ha assistito un pubblico sioni. Poi Maksim Cristan, autore di un seguire l’esperienza di lavoro di tre anni di numeroso, tanto più se si considerano gior- romanzo dal titolo esplicito Fanculo pen- radio, brutalmente cancellati dal nuovo no e ora, una domenica alle ore 21. siero, radici ben piantate nella sua cultura potere aziendale di RadioRai. Un’idea La conduzione è stata affidata alla giornali- croata, ha presentato una parte del suo costruita sul rapporto fra persone e libri, sta e film-maker Giulia Fossà, che ha subi- reading in giro per l’Italia, ispirato ai nostri animato dalla passione, dalla capacità di to lanciato in apertura un racconto di maestri della parola: Pier Paolo Pasolini, indignarsi, dall’amore per i diritti civili. A Amara Lakhous – ricordate il romanzo Gaber, Benni. E proprio di Gaber ha narra- presto. I nove monologhi del collettivo tea- Scontro di civiltà per un ascensore a to la vicenda del naufrago salvato dal trale Voci del deserto hanno ribadito un sogno. Uno spirito di accoglienza sottoli- bisogno di giustizia fra persone diverse. neato ancora dal video e dalle musiche di È forte l’attualità del monologo di Gramsci ROMA De Rosa, e poi da un giovane autore dal (1917), «Odio gli indifferenti, credo che notizieflash nome straniero, ma italiano di fatto e di vivere voglia dire essere partigiani. I romeni in Italia tra rifiuto e diritto, Roan Johnson, autore di Prove di L’indifferenza è parassitismo e vigliacche- accoglienza è il titolo del volume felicità a Roma Est. Un mondo dove entra- ria, non è vita». Così Gramsci: parole che sarà presentato il 25 marzo no in contatto, si conoscono e si incontra- sagge per superare le grandi difficoltà della alle 10 presso l’Accademia di Romania di Valle Giulia, no ragazzi italiani e giovani donne stranie- società contemporanea, sottolineate con promosso da Caritas Romania e Italia re, nel segno di una grande precarietà. vigore da un finale tutto in musica. Una poesia, del grande Mario Luzi, Info: www.facebook.com/nudoecrudo L’appello a sostegno di Avni Er Al Cafè Liber giornalista turco detenuto nel Cie di Bari film sui migranti È stato promosso da diverse organizzazio- costretti a vivere i detenuti arrestati o con- Il Cafè Liber di Torino presenta Liberevisio- ni nazionali e locali un appello al Governo dannati per motivi politici «i quali vengono ni, rassegna di film che, seppure con stili e italiano a sostegno di Avni Er, il giornalista sottoposti a durissime condizioni di vita narrazioni distanti tra di loro, parlano dei turco che da circa tre settimane è trattenu- all’interno delle carceri di ‘tipo F’, dove l’u- migranti. Dopo la proiezione il 16 marzo de to nel Cie di Bari. A seguito della sua tilizzo di trattamenti disumani e degradan- La schivata di Abdel Kechiche che ha aper- richiesta di asilo politico, la scorsa settima- ti, il ricorso alla tortura fino alla morte rap- to il ciclo, il 23 marzo è stata la volta di na è stato ascoltato dalla competente presentano pratiche di uso quotidiano Cose di questo mondo di Michael Winter- Commissione territoriale che dovrà deci- secondo quanto costantemente denuncia- bottom. La prossima proiezione in pro- dere se accogliere o rigettare la richiesta. to dalle organizzazioni internazionali gramma, prevista per martedì 30 marzo, Contro Avni pendono due ordini di arresto Amnesty international e Human right sarà District9 di Neill Blomkamp. Pur in contumacia emessi dall’autorità giudi- watch nonchè dall’Associazione per i diritti essendo un film di fantascienza, vuole pro- ziaria turca: se dovesse essere espulso umani turca (IHD). In Turchia la semplice porre una metafora degli alieni come verso la Turchia, sarebbe immediatamente manifestazione delle proprie opinioni politi- immigrati, creature provenienti da un altro arrestato e condotto in carcere. Avni Er è che, ove le stesse siano difformi da quelle pianeta, costretti a vivere stipati in una colpevole solo di aver svolto nel corso espresse dal regime vigente, comporta la baraccopoli (per l’appunto il Distretto 9), degli anni una puntuale denuncia delle vio- immediata carcerazione preventiva e l’ap- trattati come animali, dove regnano caos e lazioni dei diritti umani e della libertà di plicazione di sanzioni detentive». Si chiede anarchia e da cui ogni tanto scappano informazione in Turchia. All’appello hanno quindi che venga applicata la normativa facendo incursioni in città, che non portano aderito associazioni quali Arci, Asgi, internazionale a tutela dei diritti umani rati- altro che risentimento e xenofobia nella Libera, il Cir, rappresentanti di organizza- ficata e resa esecutiva in Italia e che «Avni popolazione locale. Ultimo film del ciclo zioni come il Cnca, Sos razzismo, Centro Er non venga espulso e che gli sia garan- sarà Nuovo mondo di Emanuele Crialese, Astalli, Save the children, Banca etica. tita ogni forma di tutela con il rilascio di un la storia della famiglia Mancuso, che rap- «Esprimiamo preoccupazione per la sua permesso di soggiorno che gli permetta di presenta quella di tanti italiani immigrati vicenda e per l’eventuale trasferimento in evitare la morte e ricostruirsi una vita digni- all’inizio del ‘900, descrivendone lo smarri- Turchia e temiamo per la sua vita» - si tosa in Italia, sulla base dei principi affer- mento e le speranze. Per tutte le proiezio- legge nel testo. Nell’appello, tra l’altro, mati dalla Costituzione e dai trattati e dalle ni, l’ingresso è gratuito con tessera Arci. vengono ricordate le condizioni in cui sono convenzioni internazionali ovunque vigen- Info: www.cafeliber.it n. 11 23 marzo 2010
  5. 5. arci legalità arcireport 5 Alla Giornata della memoria tanti i cittadini e i parenti delle vittime. Il Comune la ignora ilano, 19 marzo, il cielo plumbeo rete di Libera, a difendere questa giornata: milanesi, in tanti, non può dirsi lo stesso M non promette nulla di buono per il giorno successivo, quello del cor- teo per la Giornata della memoria e del- una parte della maggioranza governativa vorrebbe cancellarla, proponendo come Giornata nazionale la data di questo o dei loro rappresentanti. Il cartellone degli eventi di marzo di fronte al Comune è l’em- blema di questa indifferenza: fra concerti l’impegno. Alle condizioni climatiche però, quell’omicidio, quasi a voler spaccare un jazz e la Stramilano, manca solo la dentro il centro San Fedele, dove si ritro- fronte unito in 15 anni di marce attraverso Giornata della memoria. Nel pomeriggio in vano circa 500 familiari delle vittime di l’Italia. Quasi a non comprendere che il tanti partecipano ai seminari fra cui quello mafia, non ci pensa davvero nessuno. primo giorno di primavera le rappresenta dell’Arci al circolo Corvetto, su La rappre- Si vive un momento di dolore privato dove proprio tutte le vittime. Le parole di Franco sentazione sociale del razzismo, tema il tempo si scioglie nei racconti; i nomi La Torre (figlio di Pio) non lasciano spazio quanto mai da sviscerare, anche in occa- diventano fondamentali: Rosario, Paolo, a fraintendimenti: «Se il Parlamento la sione della tanta confusione mediatica sui Renata, Francesco tornano ad essere solo voterà, il 21 marzo sarà per legge la fatti di Rosarno. I pullman e i treni iniziano dei loro familiari, non il sindacalista o il giu- Giornata della memoria e dell’impegno, se a lasciare Milano, in qualcuno magari, si dice che sono stati cronaca e poi storia, ma non la voterà lo sarà lo stesso». Milano, 20 starà cantando Luci a San Siro: «Ti vorrei padri, madri, figli. Nella veglia laica si marzo, la pioggia arriva puntuale sin dal dire ma questa gente intorno a noi che avverte come le vittime siano uguali, sono mattino ma non ferma nessuno degli oltre cosa fa? Fa la mia vita, fa la tua vita…». tutte «assenze apparecchiate per cena». centomila presenti giunti da tutta Italia. Il Info: cobianchi@arci.it C’è l’invocazione di una giustizia spesso corteo è lunghissimo, piazza Duomo si negata ma ciò che più si avverte è la voglia riempie mentre i nomi delle vittime di mafia di cercare nell’altro la forza dell’impegno. vengono scanditi da coloro che si alterna- ILARIA & MIRAN Per dirla con le parole della giovane figlia no sul palco. In piazza volti noti e non, in notizieflash di Silvia Ruotolo: «una giornata dove cia- molti hanno sul petto l’adesivo stampato 20 marzo 2010: 16 anni fa a Mogadiscio scuno si sente più forte», o impara ad dall’Arci, ci sono bandiere di associazioni, venivano barbaramente uccisi Ilaria andare in profondità con meno paura, striscioni di scuole e scout, questa gente il Alpi e Miran Horvatin, due giornalisti in Somalia che raccontavano come racconta il figlio di Giorgio Ambrosoli. suo esperanto lo ha già imparato, ha la lin- quello che accadeva in quel Paese. In apertura di assemblea, l’appello di don gua comune della partecipazione e della Giustizia non è ancora fatta Ciotti, in particolare alle associazioni della legalità democratica. Ci sono i lombardi e i CAMPI DI LAVORO 2010 A Molfetta nasce il presidio di Libera Periodo Località Scadenza a Milano l’Osservatorio sociale mafie 30/04-9/05 Corleone 30 marzo In tutta Italia, si moltiplicano le iniziative in Giancarlo Siani la sala del Comune dedi- 10-16/05 Corleone 30 marzo favore della legalità. cata ai cronisti (vedi articolo a pagina 8). A Molfetta dal 29 marzo sarà aperto a tutti A Milano nasceva proprio nei giorni scorsi 17-25/05 Corleone 30 aprile i cittadini il presidio di Libera, promosso l'Osservatorio sociale mafie, presentato 7-21/06 Corleone 30 aprile dalle dodici associazioni cittadine: l’Agesci, da Cgil, Arci, Legambiente e altre sigle. 21-28/06 Serravalle Pt 30 aprile il circolo Arci Il cavallo di Troia, l’associa- L'Osservatorio sarà gestito da una costi- zione culturale Teatremitage, l’Auser, tuenda associazione che, oltre alle orga- 23/06-7/07 Corleone 30 maggio l’Azione cattolica, la Casa per la pace, la nizzazioni sindacali e associazioni impe- 9-23/07 Corleone 30 maggio casa editrice La meridiana, Legambiente, gnate nel promuoverla, resterà aperta ad 10-18/07 Cecina (LI) 30 aprile la libreria Il ghigno, il Liberatorio politico, il altre adesioni e avrà sede presso la Fillea punto pace Pax Christi, il Masci don Tonino Cgil in via Montenero 17 a Milano. Nel Melito Porto 25-31/07 30 maggio Bello. La sede provvisoria, inaugurata comitato scientifico ci sarà, tra gli altri, il Salvo (RC) alcuni giorni fa, è presso i locali della par- presidente di Libera Don Luigi Ciotti. 26/07-3/08 Corleone 30 maggio rocchia Cuore Immacolato. L’obiettivo è «Un'iniziativa necessaria - dicono i promo- Melito Porto quello di favorire la nascita di un collega- tori - poiché indagini e condanne docu- 1-8/08 30 maggio Salvo (RC) mento stabile tra il maggior numero di mentano che a Milano e in Lombardia le gruppi e di cittadini per promuovere una mafie sono presenti. Secondo gli esperti i 10-18/08 Corleone 15 luglio rinnovata cultura di cittadinanza responsa- loro affari, in particolare della 'ndrangheta, 21/08-4/09 Corleone 15 luglio bile basata sui principi della Costituzione vanno a gonfie vele, e si sviluppano in 6-20/09 Corleone 15 luglio per prevenire fenomeni di diffusione di ille- ambiti diversi, dalla finanza allo smaltimen- galità. «Molto spesso si discute delle mafie to dei rifiuti. Una situazione sottostimata 10-24/09 Corleone 15 luglio degli altri, ma quasi mai ci si sofferma a dalle istituzioni che mentre fondano gran 22/09-6/10 Corleone 15 luglio riflettere sulla ‘mafia di casa nostra’ e sulle parte del loro consenso sull'allarme sicu- multiformi illegalità diffuse con cui la nostra rezza, sottovalutano il rischio di infiltrazioni 8-22/10 Corleone 15 luglio comunità è abituata a convivere», hanno nell'economia locale, restando viva la rap- dichiarato i promotori dell'iniziativa. presentazione che vede le mafie radicate Info: campidellalegalita@arci.it A Ferrara il 19 marzo è stata intitolata a in altre regioni». n. 11 23 marzo 2010
  6. 6. arci internazionali arcireport 6 Il Tribunale Russell per la Palestina riconosce le responsabilità degli Stati membri dell’Ue all’1 al 3 marzo a Barcellona si è del Consiglio di sicurezza dell’Onu che D svolta la prima sessione internazio- nale del Tribunale Russell per la Palestina (TRP) che ha riconosciuto i chiedeva il suo ritiro dai territori menziona- ti. Il TRP ha inoltre riconosciuto le azioni di- Sette anni fa moriva Rachel Corrie Paesi membri dell’Unione europea respon- scriminatorie commesse da Israele nei sabili di aver violato la legalità internazio- confronti della popolazione palestinese nei Il 16 marzo 2003, circa sette anni fa, Rachel nale e il diritto interno dell’Unione per quel territori israeliani e nei territori palestinesi Corrie, 23enne, volontaria dell’International che riguarda il rispetto della protezione dei occupati, in violazione della Convenzione solidariety movement, veniva uccisa a Rafah, diritti umani del popolo palestinese. La per la repressione e la punizione del crimi- nella striscia di Gaza, travolta da un bulldozer Giuria, composta da eminenti giuristi e ne di apartheid del 18 luglio 1976 che, pur israeliano di fabbricazione Usa. Rachel era in difensori dei diritti umani, ha ascoltato per non essendo vincolante per lo stato di piedi davanti al mezzo che avanzava per due giorni le relazioni di esperti internazio- Israele, non lo esonera dal rispettarla. distruggere una casa palestinese. Il militare nali e testimoni. Il Trp ha riconosciuto che Mantenendo l’assedio nella Striscia di che lo guidava non si fermò. Israele ha violato il diritto all’autodetermi- Gaza, Israele ha violato le disposizioni Proprio in questi giorni, il governo israeliano, nazione del popolo palestinese così come della IV Convenzione di Ginevra del 12 sfidando anche gli Stati Uniti, conferma la sancito dalla Dichiarazione sulla garanzia agosto 1949, che vieta ogni forma di puni- costruzione di 1600 nuovi alloggi a Geru- di indipendenza dei paesi e dei popoli dal zione collettiva. salemme. Le voci sul progetto di divisione del- colonialismo e da tutte le risoluzioni del- Israele ha inoltre inflitto estesi e seri danni, la Spianata delle moschee, luogo sacro dei l’Assemblea generale delle Nazioni unite, in modo particolare ai civili e alle loro pro- musulmani, non si fermano e continuano gli che hanno ripetutamente affermato, dal ‘69 prietà, ed ha utilizzato metodi di combatti- in poi, il diritto del popolo palestinese mento vietati durante l’operazione Piombo scavi nel sottosuolo della Spianata. all’autodeterminazione. Inoltre, attraverso fuso a Gaza. Gli Stati membri dell’Unione La Tomba di Rachele a Hebron e la Tomba di l’occupazione dei territori palestinesi a par- europea sono stati riconosciuti responsabi- Rachele a Betlemme sono state incorporate tire dal luglio del 1967, e con il rifiuto di li della violazione delle disposizioni del nei siti del patrimonio culturale ebraico. lasciarli, Israele ha violato la risoluzione Trattato di Lisbona, compresi i principi fon- Gerusalemme è isolata dalla Cisgiordania. damentali della stessa Unione euro- I villaggi della resistenza nonviolenta palesti- pea, così come stabilito dall’articolo nese sono stati chiusi ermeticamente per 2, che afferma l’attaccamento «ai almeno sei mesi. A Barcellona, dall’1 al 3 Ban Ki-Moon: ‘inaccettabili valori del rispetto della dignità marzo, ha preso l’avvio il Tribunale Russell le sofferenze di Gaza’ umana, della libertà, della democra- zia, dell’uguaglianza, dello stato di sulle complicità e le responsabilità dell’Unione europea nell’occupazione e nelle violazioni Il Segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki- diritto e del rispetto dei diritti umani». del diritto internazionale in Palestina. Il 10 Moon, in visita nei giorni scorsi nella Striscia di Gaza, Gli Stati membri dell’Unione europea, marzo il Parlamento europeo ha votato a favo- in qualità di alte parti contraenti della re del rapporto Goldstone che denuncia i cri- ha definito «inaccettabili le sofferenze inflitte dal blocco Convenzione di Ginevra del 1949, mini di guerra compiuti a Gaza durante l’ope- israeliano alla popolazione civile palestinese, costretta sono stati riconosciuti responsabili di razione Piombo fuso. Il 30 marzo, Giornata a vivere in condizioni di degrado e senza futuro». essere venuti meno ai loro obblighi della terra in Palestina, presso la sala del Le Nazioni unite si aggiungono all’Unione europea e a fondamentali di garantire il rispetto di Parlamento Europeo a Roma a partire dalle gran parte dei Paesi occidentali nel chiedere di allevia- norme legali basilari che non posso- re le condizioni della popolazione. L’appello al governo 17, si terrà un incontro per discutere di questi no essere derogate, non reagendo e israeliano ad aprire i valichi è conseguente, ma per il due argomenti. Interverranno Gianni Tognoni non ponendo rimedio alle violazioni momento chi vive a Gaza dovrà accontentarsi di uno del Tribunale permanente dei popoli e Niccolò della Convenzione commesse da spiraglio. Fra le misure offerte da Netanyahu all’Autorità Rinaldi, Parlamentare europeo. Coordinerà Israele, e con ciò sono stati ritenuti palestinese per far ripartire il processo di pace c’è il responsabili di aver assistito Israele Luisa Morgantini. permesso di far entrare nella Striscia materiale da nelle sue violazioni della legalità costruzione sufficiente ad edificare 150 appartamenti. internazionale. Non molto se si considera che gli edifici danneggiati dai L’articolo 146 obbliga infatti gli Stati In conclusione, il TRP chiede all’Unione bombardamenti scatenati durante l’operazione Piombo membri dell’Unione europea ad europea e ai suoi Stati membri di imporre fuso si contano a migliaia, molti dei quali completa- «impegnarsi per adottare ogni misura le sanzioni necessarie al suo partner mente rasi al suolo. Ma il veto, motivato finora con l’ar- necessaria per stabilire efficaci san- Israele attraverso misure diplomatiche, gomento che il cemento e il ferro sarebbero serviti ai zioni penali contro le persone che commerciali e culturali, per porre fine miliziani di Hamas per costruire bunker e infrastrutture abbiano commesso, o abbiano dato all’impunità di cui ha beneficiato negli ulti- militari, è parzialmente caduto. Dopo giorni di crisi ordine di commettere, una delle gravi mi decenni. Nel caso in cui o l’Unione diplomatica e di violenze sul terreno, la diplomazia violazioni alla presente Convenzio- europea o i suoi Stati membri non mostras- sembra ripartire. Nel pacchetto di misure offerte per ne». Le relazioni degli esperti hanno sero determinazione, il Tribunale Russell spingere i palestinesi a riprendere il negoziato, oltre mostrato con evidenza forme attive e per la Palestina fa affidamento sulle cittadi- allo spiraglio per Gaza, vi sarebbe la liberazione di un passive di assistenza nelle presunte ne e ai cittadini d’Europa, perché esercitino certo numero di detenuti e l’accettazione che i colloqui violazioni di Israele da parte le pressioni necessarie in tutte le modalità indiretti vertano anche sui principali nodi irrisolti del dell’Unione europea e dei suoi Stati appropriate. conflitto (confini, rifugiati, Gerusalemme). membri. Info: www.russeltribunalonpalestine.org n. 11 23 marzo 2010
  7. 7. arci società arcireport 7 ‘Ospiti sgraditi’ in Valle d’Aosta i Giochi mondiali militari invernali. In particolare la Cina e l’Iran rotesta pacifica con bandiere del comitato organizzatore dei giochi. Ma gli scuola di sci di Gressoney-Saint-Jean. P Tibet e della pace davanti al palaz- zo della Regione Valle d’Aosta il 20 marzo, mentre era in corso il Forum Sport eserciti servono per fare la guerra, sotto- mettere e, in ultima analisi, uccidere. In un comunicato l’Arci regionale sottolinea: Per quanto riguarda l’Iran, l’Arci si chiede perché «nei giorni in cui gli scherani di uno Stato teocratico picchiano, torturano, per la pace, organizzato ad Aosta nell’am- «premettendo che, da pacifisti senza se e sequestrano e uccidono manifestanti e dis- bito dei Giochi mondiali militari invernali ai senza ma, sicuramente preferiamo dei mili- sidenti, Aosta dovrebbe essere orgogliosa quali partecipano circa 800 militari tra atle- tari che sciano o pattinano, anziché dei sol- di accogliere una delegazione militare ira- ti e tecnici provenienti da 42 Paesi. Alla dati che sparano e uccidono, esprimiamo niana?». E aggiunge: «Noi non chiediamo vigilia dell’inaugurazione dei giochi, l’Arci tutti i nostri dubbi sull’opportunità di una sanzioni che colpiscano il popolo iraniano, della Valle d’Aosta aveva diffuso un volan- manifestazione che assume come obietti- né tanto meno sciagurate guerre umanita- tino per esprimere il proprio dissenso verso vo ‘fare comprendere il formidabile ruolo rie, ma pretendiamo, da cittadini del i Giochi definiti ‘manifestazione ipocrita’ e delle Forze armate moderne al manteni- mondo, che non siano concessi onori e per annunciare la propria presenza all’i- mento della pace nel mondo attraverso lo ospitalità ai rappresentanti dei carnefici di naugurazione con le immagini delle vittime sport’ (così il Comitato organizzatore) e poi altri cittadini. La delegazione iraniana sarà della repressione in Iran e Cina. si fregia della partecipazione di militari di ospite non gradito, almeno fino a quando Gli eserciti servono a fare la pace: questo ‘Stati canaglia’ in materia di rispetto dei continueranno le persecuzioni nei confron- è il messaggio che tenta di far passare il diritti umani, come Cina e Iran». ti degli oppositori al Regime e fino a quan- Il comitato, in particolare rispetto alla pre- do non saranno restituiti ai loro amici e senza della Cina, ricorda come questo familiari». In particolare cita i casi di Mah- FIRENZE paese «censura il web, imprigiona i dissi- farid Mansourian e di Behrang Tonekaboni. notizieflash denti, occupa il Tibet e il suo cosiddetto La prima, interprete e ambientalista, dete- Il 25 marzo alle 18 si terrà l’iniziativa Esercito Popolare ha sparato sul popolo nuta nella prigione Evin, a Teheran, dall’8 La lotta per la legalità. L’impegno che manifestava in piazza Tiennamen». febbraio. Il secondo, giornalista arrestato della Toscana. Intervengono, tra gli Fra l’altro, nei giorni immediatamente pre- insieme alla madre e a un collega all’inizio altri, l’europarlamentare Rita Borsellino e la Presidente provinciale cedenti l’inizio dei giochi, la delegazione di gennaio. di Arci Firenze Francesca Chiavacci cinese ha chiesto e ottenuto che fosse tolta Di loro non si hanno più notizie. la bandiera tibetana dal pennone della Info: patty_noir@libero.it A Ferrara la Sala stampa del Comune Verità e giustizia intestata al giornalista Giancarlo Siani per Giuseppe Uva Il Comune di Ferrara il 23 marzo ha orga- salute dell'informazione in città). Alle 20.30 Giuseppe Uva è morto in una stazione dei nizzato una giornata dedicata al tema della alla Sala Boldini c'è stata la proiezione del carabinieri a Varese il 14 giugno del 2008, Libertà d'informazione. Il momento centra- film Fortapàsc con la presenza in sala del cioè quasi due anni fa. A denunciare il caso le dell'iniziativa si è svolto alle 15.30 quan- regista Marco Risi. e a chiedere serie indagini su di esso è do la Sala stampa dell'Amministrazione Marco Risi e Libero De Rienzo, due degli stato l'ex parlamentare Luigi Manconi. comunale è stata intitolata a Giancarlo autori più indipendenti della sonnolenta Secondo la testimonianza di un amico Siani e ai martiri per la libertà d'informazio- scena cinematografica italiana, in questo della vittima, Alberto Biggiogero, i carabi- ne. Sono intervenuti il Sindaco Tiziano film hanno voluto raccontare la storia di nieri avrebbero persino rifiutato l'arrivo di Tagliani, l'Assessore alla cultura Massimo Siani che, anche grazie a questo film, è un'ambulanza chiamata di nascosto da lui, Maisto, i rappresentanti di Associazione ormai nota a tutti. fermato con Giuseppe Uva quella notte. Stampa Ferrara ed Emilia Romagna e Come è nata l'idea dell'Ufficio stampa del Biggiogero è stato lasciato in una stanza della Federazione nazionale della stampa. Comune, che ha allestito e reso operativa separata da quella in cui si consumava il Giancarlo Siani fu ucciso il 25 settembre una sala stampa ad uso dei giornalisti? calvario del povero trentenne, che secon- del 1985 a Napoli, sotto casa, nel quartie- «Abbiamo voluto creare un luogo - si legge do alcune ricostruzioni avrebbe avuto l'uni- re residenziale del Vomero. Aveva 26 anni in una nota dell’amministrazione comunale ca colpa di avere vissuto una storia di e come giornalista free lance aveva scava- - dotato di computer connessi a internet e amore con la moglie di un carabiniere, to nei malaffari della camorra e dei suoi di linee telefoniche, che può diventare par- forse di quella stessa caserma. Giuseppe intrecci con la politica. ticolarmente utile a quei giornalisti collabo- Uva e Alberto Biggiogero erano stati fer- Alle 16 nella sala Arengo si è tenuta la con- ratori delle testate locali che, per la natura mati in stato di ebbrezza verso le 3 di mat- ferenza sul tema Libertà di stampa: il dirit- della loro collaborazione, non hanno la tina da una volante dei carabinieri, mentre to di raccontare i fatti, le tutele, con Alberto possibilità di disporre di sedi lavorative». spostavano alcune transenne bloccando Spampinato (Ossigeno - Osservatorio na- Inoltre l'Ufficio stampa ha allestito all'inter- l'accesso a una strada del centro di Va- zionale sui cronisti sotto scorta e sulle noti- no della sala stampa un apposito spazio rese. Uno dei due carabinieri all'interno zie oscurate), Gian Pietro Testa (Il giornali- che raccoglie documentazione utile per gli della volante riconosce Uva, lo chiama per smo d'inchiesta: rischi e doveri) e Andrea operatori dell'informazione e per gli stu- nome e lo apostrofa così: «Uva proprio a te Botti, cronista de Il Carlino e Presidente denti. cercavo ora te la faccio pagare». Anche dell'Associazione Stampa Ferrara (La Info: ferrara@arci.it per Uva si chiede Verità e giustizia. n. 11 23 marzo 2010
  8. 8. arci ambiente arcireport 8 Due Amministrazioni comunali del cremonese mobilitate ‘Per un Po libero dal nucleare’ on è un adoratore del ‘dio Po’, ma assessore suo delegato, svolge periodica- N difensore dell’ecosistema del fiume e dei territori il sindaco di Motta Baluffi, comune di meno di mille abitanti mente le sue riunioni in forma pubblica con il compito prioritario di tenere informata la popolazione sull'evoluzione della situazio- Produrre e abitare sostenibile del cremonese. Per questo ha promosso e ne rispetto alle scelte energetiche e al costituito il Comitato Per un Po libero dal rischio di nuove centrali sul territorio. È cominciato il 18 marzo il corso di formazio- nucleare insieme a CreaFuturo, che riuni- Il Comitato si avvale della consulenza gra- ne Produrre e abitare sostenibile: riflessioni e sce 14 associazioni del territorio fra le quali tuita del coordinamento cremonese di pratiche tra Nord e Sud del mondo, organiz- l'Arci, la Cgil, le Acli e Legambiente. CreaFuturo e di quella di singoli esperti ed zato dall'Associazione universitaria per la Un'iniziativa che ha suscitato molto inte- è aperto alla partecipazione di altri Comuni cooperazione e lo sviluppo in collaborazione resse tanto da essere ripresa e arricchita che sono invitati a costruire strutture ana- con l'Università della Tuscia di Viterbo. La da un altro sindaco sempre del cremasco, loghe. Un invito rivolto anche ai territori prima lezione Verso una società di decresci- quello di Casalmaggiore. posti sulla sponda emiliana del fiume per ta? Un'analisi multidisciplinare è stata tenuta L'idea del comitato è stata lanciata a feb- un Patto tra comunità. dal professore Mauro Bonaiuti dell'Università braio da Giovanni Vacchelli, sindaco di A stimolare il sindaco ad avanzare la pro- di Modena e Reggio Emilia. C'è stato anche Motta Baluffi, in un'assemblea pubblica posta è stato il «rischio di imposizioni dal- l'intervento di una delegazione di esperti dallo nella sala del Consiglio comunale. «Con l'i- l'alto delle nuove centrali come previsto Swatziland sul tema delle risorse idriche. niziativa - ha detto il Sindaco - la battaglia dalla legge 99 del 2009 che contiene espli- Nelle giornate successive (dal 23 marzo al 26 per riprenderci il Po anche simbolicamente citamente le misure di commissariamento aprile, sempre dalle 16 alle 20 nell'aula fa un salto di qualità, ma siamo consape- per gli Enti locali che si rifiutassero di acco- voli che ne serviranno molte altre, così gliere sul loro territorio gli insediamenti Magna della Facoltà di Agricoltura dell'Univer- come sarà bene che ci sia al più presto su nucleari. Per questo è opportuno e urgen- sità della Tuscia) verranno affrontati questi questi temi una vera mobilitazione popola- te avviare un’attività preventiva sia di tipo temi: sovranità alimentare; permacultura; agri- re che può essere animata solo dalle gran- istituzionale sia di tipo culturale e informa- coltura biologica; politica agricola comunita- di associazioni politiche e sindacali». tivo a difesa dei diritti dei cittadini e delle ria; applicazioni del Protocollo di Kyoto e uso Il Comitato, presieduto dal Sindaco o da un popolazioni minacciate». di energie rinnovabili nel settore agroforesta- A seguito dell'iniziativa di Motta le; esperienze di co-housing ed eco villaggi in Baluffi, Claudio Silla Sindaco di Ca- Italia e in Scozia; uso efficiente e sostenibile salmaggiore - comune di poco meno delle risorse idriche in progetti di cooperazio- di 15mila abitanti - il 19 marzo ha ne Nord-Sud del mondo. A Bergamo sono sei proposto la costituzione di una rete Il corso si configura come un laboratorio per le Banche del tempo di autonomie locali che stringano un patto di collaborazione tra territori e confrontare teorie ed esperienze sui temi con- nessi alla sostenibilità ambientale, al rispar- L'Officina del tempo, associazione che riunisce le comunità per un sostegno strategico mio energetico, all'uso attento dell'acqua e del Banche del tempo presenti a Bergamo e in provincia, all'economia verde e Per un Po libe- suolo e all'utilizzo delle risorse rinnovabili. Si ha aperto uno sportello informativo: sarà dedicato a chi ro dal nucleare. analizzeranno le differenze tra le fonti energe- desidera associarsi a una banca del tempo ma anche Mentre il Sindaco di Motta Baluffi ha tiche tradizionali e quelle alternative mettendo dato vita a un comitato territoriale a confronto prassi diverse di gestione sosteni- a chi ne vuole aprire una nuova. Le banche attualmen- strutturato e aperto all'adesione di te sono sei: Bergamo centro, Longuelo, Conca Fiorita, bile delle risorse energetiche, con casi di stu- altri Comuni per il sostegno allo svi- Albino, Ponte San Pietro e ultima arrivata, quella aper- dio riguardanti progetti che hanno promosso e luppo delle energie rinnovabili e per ta nella sede dell'Arci. favorito lo scambio di conoscenze tra paesi contrastare il nucleare, la proposta di Le Banche del tempo sono degli istituti di credito un po' del Sud e del Nord del mondo. Casalmaggiore mira a creare attorno particolari che ribaltano il motto ‘il tempo è denaro’ in ‘il Info: www.aucs.it a questi stessi fini una rete di relazio- denaro è tempo’. ni più flessibile tra istituzioni locali, Chi si associa, invece di depositare soldi, deposita le anche fuori dal territorio provinciale, sue ore di disponibilità e le sue competenze, in cambio su obiettivi che saranno individuati Motta Baluffi, ma non vincola nessuno a far riceve un servizio di altrettante ore di un altro dei soci. nell'evoluzione dei processi in corso. parte di un Coordinamento permanente. Così, chi si offre per due ore a settimana per fare lavo- Si tratta insomma di dar vita a un Questo dovrebbe facilitare il coinvolgimen- ri di cucito, può in cambio avere qualcuno che per due Patto di consultazione e di collabora- to in alcuni momenti importanti anche di ore dà ripetizioni di inglese.. zione fra Enti locali, decidendo di comuni di medie o grandi dimensioni che «Obiettivo fondamentale di queste iniziative - spiega volta in volta le forme con le quali farebbero aumentare il peso politico e l'au- Donatella Paganoni Presidente di Officina del tempo - assumere iniziative comuni. Gli obiet- torevolezza delle rivendicazioni e propo- è quello di creare relazioni sociali all'interno dei quar- tivi sono gli stessi: sostegno all'eco- ste. tieri, magari anche tra soggetti che altrimenti non nomia verde che è la vera strada per Il rischio è infatti che i piccoli comuni ven- avrebbero modo di conoscersi. In un momento in cui la il futuro e contrarietà ad ogni ipotesi gano lasciati a loro stessi soprattutto di società è così frammentata questo può essere un di imposizione di nuove centrali fronte alla possibilità che i loro territori ven- modo per tessere nuove reti di conoscenza e rivitaliz- nucleari lungo l'asta del Po. gano individuati come siti 'idonei' per l'in- zare i quartieri». Questa rete si affianca ed è a sup- sediamento di nuove centrali nucleari. Info: www.officinadeltempo-bg.it porto del Comitato territoriale di Info: cremona@arci.it n. 11 23 marzo 2010
  9. 9. VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE ARCI CONTRIBUTIALDIBATTITO 9 Arcireport seguirà il percorso verso il Congresso nazionale che si terrà dal 15 al 18 aprile e ospiterà interventi e contributi al dibattito Rafforzare l’Arci nei territori, essere sempre più soggetti della ri-generazione delle comunità Un contributo di Mattia Palazzi eletto Presidente dell’Arci della CAMPIONI TOSCANI Lombardia al Congresso svoltosi lo scorso 13 marzo Al Congresso dell'Arci regionale della Tosca- na tenutosi il 12, 13 e 14 marzo scorso sono stati premiati i 'campioni regionali', cioè i cir- Arci della Lombardia al Congresso politiche regionali dell'associazione, ma L’ tenutosi a Como lo scorso 13 marzo ha mostrato la pluralità delle esperienze associative dell'associazione altresì di essere formate, ri-conosciute, condivise. Grazie al lavoro promosso in questi anni, in coli che si sono particolarmente distinti per la loro attività associativa. Sono il circolo Transilvania e il Centro sociale di aggregazio- ne Bellavista di Arezzo, il circolo Torrano di lombarda e insieme la volontà comune di primis da Flavio Mongelli, si sono determi- investire maggiormente sulla dimensione nate le condizioni di una positiva unità Carrara, il circolo Arci-Uisp e il Circolo della regionale, strutturandone le politiche e l'or- nell'Arci lombarda. La ricchezza dei model- legalità Arci Dalla parte buona della vita di ganizzazione, rafforzando la partecipazio- li associativi e una richiesta forte di politi- Cecina, il Centro adolescenti e giovani La ne dei Comitati alla definizione delle priori- che regionali sono il patrimonio sul quale Tribù di Grosseto, il circolo Cage di Livorno, il tà, delle alleanze sociali e culturali, di Terzo costruire un rinnovato lavoro collettivo e circolo Il Lampadiere di Lucca, il circolo Cip settore. una comune rappresentanza delle sfide Ciop di Massa, il circolo interculturale In questi anni, in Lombardia come nel terri- sociali e culturali nella nostra regione. Samarcanda di Piombino, l'associazione torio nazionale, sono cresciute nuove Spesso dal Governo delle destre in Re- L’Alba e il circolo Villamagna di Pisa, i circoli esperienze associative, nuovi quadri diri- gione Lombardia sono nate politiche mu- Ho Chi Minh, Bugiani e di Pieve di Nevole di genti i quali hanno innovato il modo di fare tuate poi dal Governo nazionale. Se pen- Pistoia, il circolo Gramsci e Matteotti e il cir- l' Arci in territori spesso difficili. siamo alla politica dei ‘buoni sociali’, alle colo Il Romito di Pontedera, l'associazione Queste esperienze richiedono non solo di politiche e ai provvedimenti discriminatori Frida - donne che sostengono donne di Ponte essere sempre più rappresentate nelle verso i cittadini immigrati, al tentativo di a Egola, il circolo Villa Sesta e l'Arci Blue Train mercatizzazione dei beni comuni, ci ac- Club di Siena, il circolo di Rignano sull'Arno di corgiamo come in questa Regione Valdarno, il circolo Le Tanacce della Versilia. CONGRES SI LOCALI vada costruita una forte alleanza socia- Ma oltre ai circoli sono stati premiati anche tre Si avvia verso la conclusione la tornata di congres- le e culturale per disegnare un'altra comitati territoriali: Empoli, Firenze e Prato. si e assemblee congressuali in vista del Congresso idea di società di lombarda fortemente A Firenze il riconoscimento è andato... perché Nazionale dell'Arci fissato dal 15 al 18 aprile a ancorata ai diritti sociali, capace di met- altrimenti ci sarebbero stati troppi circoli da Chianciano. In gran parte dei comitati territoriali e tere a valore le straordinarie risorse di premiare. A Empoli per aver escluso dai loca- regionali si è provveduto anche al rinnovo degli cittadinanza che ogni giorno offrono li dei circoli ogni gioco d’azzardo. A Prato per risposte originali e solidali al bisogno di le politiche di sistema delle Case del popolo organismi dirigenti. Nei prossimi numeri di accoglienza, di aggregazione, di lega- tra cui le buone pratiche realizzate a rete quali Arcireport daremo il quadro dei presidenti territo- mi sociali. il coordinamento dei Gruppi di acquisto soli- riali e regionali eletti. Di questo abbiamo discusso nella tavo- dale. Di seguito le date degli ultimi Congressi. la rotonda congressuale insieme alle CONGRESSI TERRITORIALI Acli, all' Auser, al Forum del Terzo set- 8 aprile - Varese. tore e a candidati alle elezioni regiona- li del Partito Democratico, della Fe- tori, essere sempre più soggetti della ri- 10/11 aprile - Cremona. derazione della Sinistra e di Sinistra, generazione della comunità; questa sfida è CONGRESSI REGIONALI Ecologia e libertà. prioritaria in una Regione che ha svilito le 24 marzo - Lazio. A partire dal Congresso nazionale, il autonomie locali a vantaggio di un nuovo nostro lavoro in Lombardia sarà teso a centralismo regionale fortemente caratte- 26/28 marzo - Sicilia. rafforzare l' alleanza e il confronto nel rizzato dallo strapotere della Lega Nord, 27 marzo - Piemonte. Terzo Settore e insieme a definire coor- sempre più protagonista nel Governo lom- 8 aprile - Basilicata. dinamenti regionali stabili e partecipati bardo. Anche per questo pensiamo che dal Info: presidenza@arci.it per rendere centrale il nostro lavoro Congresso Nazionale debba nascere un prima di tutto per i diritti dei migranti e modello di partecipazione alla discussione Per facilitare la partecipazione di delegati e sulla cultura. Sono tantissime e origina- politica dell'associazione, capace di valo- delegate che avessero l'esigenza di venire a li le iniziative culturali promosse da cir- rizzare i territori, di sostenerne gli sforzi e Chianciano per il Congresso nazionale dell'Arci coli e comitati, dobbiamo riuscire a le politiche. accompagnati dai figli sarà allestita un'attività comunicarle, a rendere visibile come La Lombardia intende concorrere a questo di baby garden. oggi nei circoli giovanili si incontrano il lavoro, mettendo a disposizione le proprie Si prega chi è interessato di comunicare per bisogno di aggregazione ed espressivi- esperienze e la volontà di essere protago- tempo le proprie esigenze così da consentire di predisporre il servizio nel modo migliore. tà giovanile con il riconoscimento nista di una nuova stagione dei diritti per Info: vacca@arci.it anche professionale di talenti e nuove una diversa Regione. competenze. Rafforzare l'Arci nei terri- Info: palazzi@arci.it n. 11 23 marzo 2010
  10. 10. arci rumoridaglispazi arcireport 10 A Cesena un vecchio edificio sfitto da dieci anni è diventato il circolo Magazzino Parallelo l circolo Arci Magazzino Parallelo di Centro per la Pace E. Balducci. A coordi- A Cesena il 25 marzo parte Radio Iperbarica. Una nuova avventura del Parallelo, una trasmissione radiofonica nare la presentazione e la discussione sarà Debora Guardigli. Il circolo è nato nel novembre del 2005 da Un riferimento per le associazioni interna al circolo, che potrà diventare col un gruppo di persone con l’idea, spiegano tempo una radio web. Per il momento due i promotori, di «creare uno spazio da con- Anche per la musica il Magazzino è punto di ore di trasmissione a cadenza mensile, dividere con altre associazioni o singoli riferimento per la qualità delle sue proposte con una selezione musicale accurata divi- individui che sentono il bisogno di uscire Accanto alla programmazione sostenuta da sa tra pezzi internazionali, nazionali e di dalle proprie case per cambiare il musicisti di fama nazionale e non solo, molto produzione locale. mondo!». E ci sono riusciti. spazio è dedicato ai gruppi giovani che si pro- La radio, condotta da Tensioattivo accom- L’impegno principale del Parallelo è rivolto pongono con le loro demo. La sala prove musi- pagnato in questa occasione da Fluxus, è ai temi ambientali: consumare meno e con- cali, inoltre, dà la possibilità a tanti ragazzi di aperta a collaborazioni: i narratori musicali sumare meglio; rifiutare la logica dell’usa e suonare, sperimentare e migliorarsi, tanto che possono trovare spazio all’interno del getta e recuperare ciò che è possibile recu- nel corso dell’anno sono state organizzate palinsesto. I gruppi locali che si vogliono perare per un ulteriore utilizzo alternativo e serate nelle quali protagoniste sono state le far ascoltare possono inviare i propri demo creativo; scegliere prodotti con meno im- giovani formazioni. Uno di questi appuntamen- a Tensioattivo: chissà, qualcuno potrebbe ballaggi e con un’origine etica; prediligere ti è tradizionalmente fissato al 30 aprile. poi fare un concerto vero e proprio al fonti energetiche con minore impatto sul- I materiali dell’Associazione (libri, riviste, stru- Parallelo. La trasmissione verrà registrata l’ambiente; informarsi per acquisire consa- menti musicali) sono a disposizione gratuita- e sarà possibile riascoltarla sul sito del pevolezza su ciò che si utilizza e si getta, Magazzino. mente di chiunque li richieda. Inoltre è sempre per adottare comportamenti quotidiani giu- Radio Iperbarica è l’ultima delle tante ini- sti e per lasciare pulita la strada dopo il in funzione una libreria in continua espansione ziative del Magazzino Parallelo che il 24 nostro passaggio. per lo Scambio libri: consegni un libro e ne porti marzo alle 18 ospita Giuliana Sgrena per Per quelli che frequentano il circolo non via un altro, tutto in modo libero e gratuito. Non discutere del suo libro Il ritorno dentro il sono affermazioni di principio ma pratica: è una biblioteca a prestito, ma un vero e pro- nuovo Iraq. L’appuntamento è organizzato «nei primi mesi di vita l’associazione – prio baratto di libri. insieme all’associazione Librarci e al spiega la Presidente Erika Brugnoli - è Gli spazi del circolo sono a disposizione di stata impegnata nella ristrutturazione associazioni e privati cittadini per attività socia- di quella che è la sua attuale sede, il li e culturali. Il Magazzino è anche punto di rife- Magazzino Parallelo: un vecchio edi- rimento per diverse associazioni del territorio che qui presentano le proprie iniziative, com’è C’è anche il ‘Piccolissimo ficio sfitto da dieci anni e lasciato al suo destino che è diventato un posto avvenuto per la Lega antivivisezione, il WWF mercato del biologico’ accogliente. Nella ristrutturazione si è cercato di utilizzare materiali di recu- Cesena che ha presentato in anteprima a Cesena il film The age of stupid, Amani (di Il Magazzino Parallelo è impegnato a diffondere i pro- pero, oggetti che in genere vengono Cesenatico), la Bottega del commercio equo, dotti locali e di stagione, biologici o comunque prove- gettati e che fanno ora parte dell’ar- l’associazione Papa Giovanni XXIII (di Rimini), nienti da piccole aziende artigianali. «L’obiettivo è met- redamento, delle pareti, delle attrez- Ingegneria senza frontiere, M.I.Z., Senso civi- tere in pratica ciò in cui crediamo, per cui la maggior zature del circolo». co Cesena, cooperativa sociale Mistya (Locri). parte dei prodotti alimentari che si servono al circolo ha E la cura dei locali del circolo conti- La programmazione del Magazzino Parallelo è questo tipo di provenienza» sottolinea uno dei soci. nua: «rendere una struttura ecologi- stata inserita nel calendario di Strade Blu, Dal giugno del 2008 il Magazzino Parallelo ha preso camente compatibile - aggiunge importante festival musicale che si svolge in Erika - in realtà non è semplice sia contatti diretti con alcuni agricoltori di prodotti biologici varie località della Romagna. dal punto di vista tecnico sia da quel- e ogni mercoledì con il Piccolissimo mercato del biolo- lo economico, ma con piccoli passi gico dà spazio a questi prodotti. In questa giornata il giorno dopo giorno riusciremo a com- circolo diventa una piazzetta d’incontro, mercato di binare qualcosa di buono Per il idee, prodotti biologici ed equo solidali. È possibile fare momento oltre al recupero di oggetti con laboratori, punti informativi, momenti una vera e propria spesa completa con prodotti sani e materiali vari, grazie ad un uno dei ludici e culturali, spettacoli e proiezioni. buoni e controllabili: vini Doc, olio extravergine di oliva, nostri soci, un piccolo spazio della Un rapporto corretto con l’ambiente riguar- carni, conserve, confetture e formaggi, frutta e verdura corte del circolo è illuminato con un da ovviamente anche il cibo e anche su di stagione, cibi sani a prezzi contenuti, con minori spo- pannello fotovoltaico e un paio di questo il circolo promuove interessanti ini- stamenti. È anche occasione per conoscere diretta- lampadine a led. Una cosa simbolica ziative (vedi articolo a lato). mente alcuni Gas (gruppi di acquisto solidale) di ma reale e tangibile per dimostrare «In tutto questo – commenta Giaime Cesena che periodicamente s’incontrano al circolo che chiunque può illuminare l’ingres- Barducci, uno dei dirigenti del circolo - si Oltre a questo, naturalmente, al circolo si svolgono so della propria abitazione con un capisce che, il Parallelo non è altro che un anche ad altre attività di tipo ricreativo - culturale per basso impatto ambientale». luogo di aggregazione dove tra un bicchie- favorire la socializzazione delle persone e l’aggrega- Altrettanto simbolicamente è stata re di vino, una birra, un concerto serio e zione basate sulla creatività artistica e sulla progettua- creata una giornata chiamata Festa uno di amici ‘scalcagnati’ si cerca comun- lità di carattere sociale e solidale e per sostenere forme del riciclo che si tiene in settembre que di vivere una vita ‘parallela’». artistiche locali e poco divulgate. (quest’anno sarà la terza edizione) Info: magazzinoparallelo.com n. 11 23 marzo 2010

×