Successfully reported this slideshow.
Il sacrobosco deimostri diBomarzo
Il Parco dei Mostri di Bomarzo, noto anche comeBosco Sacro nasce nel 1552 come "Villa delle Meraviglie".  E’ un complesso ...
Il Parco dei Mostri è dominato dalla possente mole delPalazzo Orsini.
. . . Voi che pel mondo gite errando vaghi di         veder meraviglie alte et stupende           venite qua ove tutto vi ...
Varcato l’ingresso del     Parco si     incontrano due sfingi.Tu ch’entri qua pon mente,parte a parte, e dimmi poi setante...
Progettato dagli architetti Pirro Ligorio, JacopoBarozzi da Vignola ed altri successori.  E’ un labirinto di simboli di ma...
PiantadelParco.      Il percorso suggerito è in senso antiorario, prendendo a destra    dopo le Sfingi, ed iniziando la vi...
Ercole che squarta Caco
UnenormeTartaruga sul cuidorso poggia unafigura femminileammantata.
Fontana con il trionfo di Pegaso
Ninfeo  Le nicchie dovrebbero accogliere le personificazioni dei 5sensi,purificati, riordinati e raffinati dalle Grazie e ...
Le treGrazie
Le Ninfe
Venere (o  ninfa) che  guida un drago  alatoPier FrancescoOrsini, detto VicinoOrsini (1523-1585),Duca di Bomarzo.
Un teatro a ricordare la tragedia e la commediadella vita
Nella Casa pendente è riportato il detto: “ Quiescendo animus fitprudentior ergo”
Piazza dei vasi, con iscrizioni.
In fondo alla piazza dei vasi:Nettuno (o Plutone) seduto.
Ninfa dormiente oppure la bella addormentata nel bosco .
Drago assalito da altre belve.
Forse uno dei gruppi più belli di tutto ilgiardino:    Lelefante, la torre, la guida ed il legionario.
Una grande Cerere, sembra presiedere alla nascitadi un bimbo tenuto a testa in giù da due tritoni.
L’Orco, “ogni pensiero vola”
Il Cantaro Il grandevaso gigantedel giardino. Il vasodellaSapienza ?
Panca etrusca"Voi che pel mondo gite errando, vaghi di veder maraviglie alte etstupende, venite qua, dove son faccie horre...
Cerbero. Il cane a tre teste famelico guardianodellInferno.
Proserpina, altra statua degli inferi.
Spiazzo pianeggiante, con pigne e ghiande decorative.
Orsi araldici.
Sirena (o Echidna ) e i due leoni
L’alata Furia.
Il tempietto.  In stile dorico e di forma ottagonale con un portale ornato da ungrande timpano vuoto. Il soffitto è decora...
Panoramica del Tempietto.   Realizzato verso la fine dei lavori del Parco, fu dedicato daVicino allamatissima moglie Giuli...
Il cosiddetto Mausoleo. Struttura forse ispirata aduna tomba etrusca,volutamente rappresentato inrovina.                  ...
Le erme:  sono sculture poste su un pilastro cheraffigurano una testa umana e una piccolaparte del busto.  Nel bosco di Bo...
Di fianco all’uscita: Un Orco (o Proteo) ed il Mappamondo consopra il Castello Orsini in miniatura a significare la potenz...
E ancora:                    Una panca     Giove Ammone               Ariete dal vello doro
Dopo la morte di Vicino Orsini nessuno si curò piu’ di questogioiello di arte manieristica che dopo secoli di abbandono e’...
FineBy   Sal           Franz Liszt – Liebestraum                (sogno d’amore).
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Il Parco dei Mostri di Bomarzo

1,061 views

Published on

Un grande misterioso parco rinascimentale composto da moltissime figure di mostri sopratutto mitologici. Non lontano da Viterbo, centro Italia.

Published in: Travel
  • Be the first to comment

Il Parco dei Mostri di Bomarzo

  1. 1. Il sacrobosco deimostri diBomarzo
  2. 2. Il Parco dei Mostri di Bomarzo, noto anche comeBosco Sacro nasce nel 1552 come "Villa delle Meraviglie". E’ un complesso unico al mondo nella sua particol a rità. Le decorazioni del Parco dei Mostri di Bomarzo sisostanziano in grandi statue e sculture in peperinointegrate alla perfezione nella natura del bosco. Il Parco dei Mostri di Bomarzo fu fatto costruire dalprincipePier Francesco Orsini detto Vicino "sol per sfogare ilcore " , presumibilmente tra il 1552 ed il 1580. Lo chiamò Sacro Bosco e lo dedicò a sua moglie, GiuliaFarnese. Numerose le iscrizioni che accompagnano il visitatorelungo il percorso, e le sedute disposte lungo litinerarioche ne fanno un luogo di passeggio e di meditazione. Avanzamento automatico
  3. 3. Il Parco dei Mostri è dominato dalla possente mole delPalazzo Orsini.
  4. 4. . . . Voi che pel mondo gite errando vaghi di veder meraviglie alte et stupende venite qua ove tutto vi parla d’amore e d’arte . . . L’ingresso al Bosco Sacro La stele di Vicino Orsini
  5. 5. Varcato l’ingresso del Parco si incontrano due sfingi.Tu ch’entri qua pon mente,parte a parte, e dimmi poi setante meraviglie sien fatte peringanno o pur per arte.Chi con ciglia inarcate e labbrastrette non va per questo loco,manco ammira, le famose delmondo moli sette.
  6. 6. Progettato dagli architetti Pirro Ligorio, JacopoBarozzi da Vignola ed altri successori. E’ un labirinto di simboli di matrice alchemica mistia statue gigantesche e creature mostruose. Scienziati storici e filologi hanno fatto diversitentativi per spiegare il labirinto, ma la sua verachiave di lettura resta ancora celata nel mistero. Medaglia con l’effige di Pier Francesco Orsini, detto Vicino Orsini (1523-1585), Duca di Bomarzo
  7. 7. PiantadelParco. Il percorso suggerito è in senso antiorario, prendendo a destra dopo le Sfingi, ed iniziando la visita con il gruppo di Ercole e Caco.
  8. 8. Ercole che squarta Caco
  9. 9. UnenormeTartaruga sul cuidorso poggia unafigura femminileammantata.
  10. 10. Fontana con il trionfo di Pegaso
  11. 11. Ninfeo Le nicchie dovrebbero accogliere le personificazioni dei 5sensi,purificati, riordinati e raffinati dalle Grazie e dalla praticadell’adepto. Tali “sensi” sono accompagnati dai versi:
  12. 12. Le treGrazie
  13. 13. Le Ninfe
  14. 14. Venere (o ninfa) che guida un drago alatoPier FrancescoOrsini, detto VicinoOrsini (1523-1585),Duca di Bomarzo.
  15. 15. Un teatro a ricordare la tragedia e la commediadella vita
  16. 16. Nella Casa pendente è riportato il detto: “ Quiescendo animus fitprudentior ergo”
  17. 17. Piazza dei vasi, con iscrizioni.
  18. 18. In fondo alla piazza dei vasi:Nettuno (o Plutone) seduto.
  19. 19. Ninfa dormiente oppure la bella addormentata nel bosco .
  20. 20. Drago assalito da altre belve.
  21. 21. Forse uno dei gruppi più belli di tutto ilgiardino: Lelefante, la torre, la guida ed il legionario.
  22. 22. Una grande Cerere, sembra presiedere alla nascitadi un bimbo tenuto a testa in giù da due tritoni.
  23. 23. L’Orco, “ogni pensiero vola”
  24. 24. Il Cantaro Il grandevaso gigantedel giardino. Il vasodellaSapienza ?
  25. 25. Panca etrusca"Voi che pel mondo gite errando, vaghi di veder maraviglie alte etstupende, venite qua, dove son faccie horrende elefanti, leoni,orsi, orche et draghi"
  26. 26. Cerbero. Il cane a tre teste famelico guardianodellInferno.
  27. 27. Proserpina, altra statua degli inferi.
  28. 28. Spiazzo pianeggiante, con pigne e ghiande decorative.
  29. 29. Orsi araldici.
  30. 30. Sirena (o Echidna ) e i due leoni
  31. 31. L’alata Furia.
  32. 32. Il tempietto. In stile dorico e di forma ottagonale con un portale ornato da ungrande timpano vuoto. Il soffitto è decorato con i gigli Farnese e lerose degli Orsini.
  33. 33. Panoramica del Tempietto. Realizzato verso la fine dei lavori del Parco, fu dedicato daVicino allamatissima moglie Giulia Farnese e fu probabilmenteil suo Mausoleo.
  34. 34. Il cosiddetto Mausoleo. Struttura forse ispirata aduna tomba etrusca,volutamente rappresentato inrovina. Nel timpano sono scolpite alcune immagini a bassorilievo.
  35. 35. Le erme: sono sculture poste su un pilastro cheraffigurano una testa umana e una piccolaparte del busto. Nel bosco di Bomarzo se ne contanocinque, oggi sistemate sul viale dingresso asinistra delle sfingi. In origine erano collocate su alti pilastriche raggiungevano i cinque metri.
  36. 36. Di fianco all’uscita: Un Orco (o Proteo) ed il Mappamondo consopra il Castello Orsini in miniatura a significare la potenza delCasato.
  37. 37. E ancora: Una panca Giove Ammone Ariete dal vello doro
  38. 38. Dopo la morte di Vicino Orsini nessuno si curò piu’ di questogioiello di arte manieristica che dopo secoli di abbandono e’stato salvato (1954) dal solito oblio e restaurato per la gioia diintellettuali e scrittori, artisti e turisti che vengono da tutto ilmondo per ammirare questo museo allaperto. Distanze: Roma 105 Km Viterbo 21 Km Civita di Bagnoregio 36 Km Autostrada A1: Uscita Attigliano, poi direzione Bomarzo Altre info su: Foto ed info dal web http://www.parcodeimostri.com/
  39. 39. FineBy Sal Franz Liszt – Liebestraum (sogno d’amore).

×