Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

Rassegna Stampa Lombardi Project.pdf

Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Loading in …3
×

Check these out next

1 of 27 Ad
Advertisement

More Related Content

Recently uploaded (20)

Advertisement

Rassegna Stampa Lombardi Project.pdf

  1. 1. La Vedetta attualità 6 APRILE 2007 “L’accoglienza deve essere quotidiana, gratuita e solidale” lettera al direttore Riceviamo e pubblichia- mo il seguente comunicato stampa a firma della prof.ssa Maria Angela Mulè e dell’ing. Roberto Di Cara: “In relazione a notizie circolate su una forte somma pervenuta all’Associazione Centro 3P, la prof.ssa Maria Angela Mulé e l’ing. Roberto Di Cara tengono a precisare che dal 30 giugno 2006 non fanno più parte dell’Associazione Centro 3P e sottolineano la distan- za dalle iniziative di questa associazione compreso quanto fatto senza la loro espressa conoscenza ed approvazione. Per quanto riguarda la somma di cui si parla, se trattasi del contributo di circa 130 mila euro richie- sto dall’Associazione Centro 3P per l’attività di accoglienza immigrati, precisiamo quanto segue: - abbiamo partecipato a quella iniziativa prestando gratuitamente il nostro impegno quotidiano, facendoci carico, quando ne è stato necessario, del- l’acquisto di carne, tonno, pane, acqua e quant’altro e coprendo personalmente, quando è stato necessario, le spese mediche di qual- che immigrata, mentre gran parte degli attuali soci del Centro 3P, durante tutto il periodo degli sbar- chi e degli affidi, è rimasta lontana dall’impegno di accoglienza quotidiano, gratuito e solidale; - non condividiamo l’e- rogazione del contributo da parte del governo per un’attività segnata dalla gratuità, dalla solidarietà collettiva e dalla pochezza delle prestazioni, ritenen- dolo: a) ipocrita nella richiesta in quanto non si può spac- ciare per gratuito un inter- vento per il quale si richie- de un contributo; b) immorale nella forma in quanto non è giustificato il contributo di circa €. 64 al giorno per immigrato per un’attività che non ha richiesto alcuna spesa da parte dell’Associazione; c) illegittimo nella moti- vazione, in quanto se è pur vero che il contributo è previsto da disposizioni ministeriali, l’accoglienza è stata attuata con l’impegno gratuito di quanti vi hanno partecipato e con il contri- buto di singoli cittadini e dell’amministrazione comunale che hanno forni- to cibo e vestiario (usato). Non condividiamo la motivazione del “bene” da fare con questi soldi, rite- nendo che il bene si fa con il proprio impegno, con le proprie rinunce, con i pro- pri soldi e non con quelli della collettività (ed il con- tributo statale lo rappre- senta). Riteniamo, in ogni caso, immeritato questo contri- buto e ne chiediamo con diritto, essendo stati pro- tagonisti di quell'attività, la restituzione al Governo. Vogliamo sperare che l'Associazione Centro 3P renda pubblica la cifra richiesta e, nel caso, se rice- vuta per l'accoglienza e, se decidesse di non restituire i soldi, come ha utilizzato o intende utilizzare questi soldi. Licata 6 marzo 2006 Maria Angela Mulè Roberto Di Cara” Una precisazione della prof.ssa Mulè e dell’ing. Di Cara su un contributo al Centro 3P di 130 mila euro da parte del Governo TRA FINZIONE E REALTÀ PERICOLO EPIDEMIA A LICATA DI CAMILLO VECCHIO N on si placano gli effetti di un male- fico morbo che sta tormentando la vita della laboriosa popolazione della città della Sicilia sud-occidentale, chiama- ta Gela, nel periodo del- l’ellenizzazione, poi Phintia e dopo Alicata ed ora Licata. E’ una malattia assai fastidiosa che stimola il “gratta-gratta”, malattia estremamente contagiosa e dannosa anche alla psi- che. I praticanti, ammalati, assumono atteggiamenti grotteschi che rispecchia- no le origini dell’homo erectus (scimmia); sem- brano tutti vittime della tarantola. E’ un male che si mani- festa improvvisamente, che stimola il sofferente a grattare continuamente, scatenando concupiscen- ze di possesso del vello d’oro e dell’Eldorado. Considerato lo stato epidemico il Sindaco della città ha chiesto ai mini- steri deputati alla tutela della salute pubblica e all’ordine pubblico, il loro immediato intervento per i provvedimenti del caso. Anche il Presidente della Repubblica è stato informato sui fatti che tri- bolano la popolazione licatese che rischia dis- gregazioni familiari sti- molando separazioni e divorzi. E’ stata istituita per il disbrigo delle pratiche di divorzio, un apposito gruppo di lavoro, per evi- tare l’accumulo eccessivo di arretrato presso gli Uffici di Piazza Gondar. Il civico consesso è in seduta straordinaria e permanente per stabilire l’entità dei soccorsi. Il consigliere comunale Ognibene ha chiesto di adottare per Licata prov- vedimenti straordinari e dichiarare lo stato di pubblica calamità. Da tutto il mondo stan- no giungendo convogli di generi di prima necessità e medicinali. Un ponte aereo è stato stabilito dai Paesi dell’Est europeo (Romania e Ungheria – u poviru unn’aviva e limosina faci- va). La commissione for- mata da luminari della Neurologia ha stabilito che fonte del male è da ricercarsi in un diabolico gioco che consulta sata- niche alchimie. Tantissime casalinghe e uomini chi scoli vasci, alcuni professionisti ed anche giovanotti fanno ressa nei locali delle rivendite di tabacchi e nelle ricevitorie per il miraggio di diventare miliardari, dissipando però beni mobili ed immobili, accendendo ipoteche. Ammirevole l’aiuto delle nazioni frontaliere del Mare non più Nostrum. Anche Sua Santità il Papa nell’Angelus ha voluto ricordare il caso Licata raccomandando la moderazione nel gioco. Probabile una sua venuta a Licata. Il mondo ebraico, addi- rittura, si è unito ai pale- stinesi dimenticando la secolare rivalità, accor- dandosi nel rispetto delle reciproche pratiche reli- giose. Comunque i contatti continuano ad essere curati e si invitano gli scommettitori alla mode- razione generale conside- rato che il Gratta e vinci non ha fatto arricchire nessuno, lasciando alla loro coscienza la parteci- pazione al gioco, nella considerazione che co joca e gioca arresta chi causi spunnati, i sacchetti vacanti e senza muglieri. cell. 333/1037986 e-mail: angelo-castiglione@tele2.it realizzazione siti web ANGELO CASTIGLIONE VILLA REGINA ELENA Interventi e potature inopportune hanno creato gravi danni all’unico polmone verde cittadino L'Amministrazione comu- nale ha deciso e predisposto l'avvio delle procedure neces- sarie per la sistemazione gene- rale della villa comunale “Regina Elena”. Una conferma in tal senso è data dall'assessore comunale ai lavori pubblici e verde, geom. Matteo Re a seguito del sopral- luogo effettuato dal prof. Pietro Pavone, responsabile dell'Istituto Botanico di Catania. “Dal sopralluogo è emerso - sono le testuali parole dell'as- sessore - che numerosi ficus nel tempo sono stati maltrattati con potature e pulizie sbaglia- te. Parte di queste piante sono, comunque, recuperabili, men- tre alcune rischiano l'abbatti- mento. In ogni caso è nostra intenzione ripristinare l'im- pianto botanico esistente all'in- terno della villa comunale Regina Elena, e tal fine il Comune ha già dato incarico ad una ditta di effettuare una potatura primaria che sarà avviata la prossima settimana. Inoltre, abbiamo già predispo- sto un piano di intervento per la sistemazione dei viali, delle aiuole, del gazebo, dei parchi giochi. Il tutto al fine di rende- re sicura la struttura e, allo stesso tempo, riportarla all'an- tico splendore”. Intanto abbiamo appreso che sarà la Ditta Giardin Flor di Sciacca ad eseguire i lavori di “manutenzione ordinaria di giardini, parchi, alberi e verde attrezzato di proprietà comuna- le”. Infatti si è aggiudicata i lavori tra le due ditte parteci- panti alla gara espletatasi mediante procedura negoziata, per un importo di € 69.461,22, presentando un ribasso dell'1,15% sull'importo a base d'asta. L LU UT TT TO O I IN N C CA AS SA A G GU UZ ZZ ZO O L'amico Totò Guzzo e la sua famiglia sono stati colpiti da un gravissimo lutto. Lo scorso 27 marzo, infatti, a Torino, dove si era trasferito nei primi anni settanta, ad appena 62 anni, è mancato il fratello Peppe Guzzo dopo lunga e sofferente malattia. Anche se l'abbiamo da lungo tempo perso di vista, ricordiamo Peppe come un giovane robusto, piacevole, scherzoso e pieno di vita. A Totò, nostro affezionato lettore, e a tutta la fami- glia esprimiamo il nostro più profondo e sincero cor- doglio con le più sentite condoglianze della Direzione e della Redazione de la Vedetta. NUOVO CIMITERO DI SANT’OLIVA L’opera aggiudicata alla Costeferr e alla Lombardi Lo scorso trenta gennaio il Dipartimento dei LL. PP. Del Comune ha assegnato alla Associazione Temporanea di Imprese, formata dalla Costeferr e dalla Lombardi Project di Campobello di Licata l'incarico di realizzare colo progetto di finanza il nuovo cimitero di Licata in contrada Sant'Oliva, a nord di Licata, così come previsto dal PRG e laddove si era già sul punto di realizzarlo negli anni sessanta. Un progetto approvato e finanziato, i terreni espropriati e le opere anche appaltate. Ma i proprietari fecero ricorso al Tar contro la pro- cedura espropriativi e non solo ebbero ragione e riavuto indietro i loro terreni, ma ebbero anche riconosciuto un indennizzo di svariate centinaia di milioni. L'Ati ora dovrà provvedere alla redazione del relativo progetto che dovrà passare al vaglio degli organi preposti e ricevere i previsti permessi. I costi dell'opera saranno interamente sostenuti da privati che una volta realizzati i loculi e le sepolture di vario tipo provvederanno a venderli. Alcune precisazioni Il Dott. Vincenzo Pezzino ci tiene a precisare che anche l’UNITRE assieme alla FIDAPA ha organizzato la presenta- zione del pubblicando libro “Il raccomandamento e i chicchi tostati”. Il Dott. Domenico Falzone, invece, a proposito dell’interro- gazione dell’on. Franco Piro dal titolo Strada Statale 115 ..., pubblicata a pag. 5 del numero di marzo, precisa che l’on. Franco Piro è Componente Direzione Nazionale della Margherita, eletto nell’Ulivo alla Camera dei Deputati.
  2. 2. Edilizia e Territorio, 28 Lug – 2 Ago 2008
  3. 3. Sei in: Home Page Comunicati Stampa della Giunta Regionale Proposte realizzazione Cispadana Sala Stampa Comunicati Stampa della Giunta Regionale Proposte realizzazione Cispadana (Bologna, 8 gennaio 2007) – Primo passo verso la realizzazione della Cispadana. In seguito all'avviso pubblico per la costruzione e gestione, mediante project financing, dell'autostrada regionale (dal casello di Reggiolo-Rolo sulla A 22 al casello di Ferrara Sud sulla A13), entro la data di scadenza fissata (2 gennaio 2007) sono arrivate agli uffici della Regione Emilia-Romagna sei proposte, presentate rispettivamente da: A.T.I Cintra Concesiones De Infraestructuras De Trasporte S.A. - Merloni Finanziaria Spa - Ferrovial Agroman S.A.; Mec Spa; Lombardi Project Srl; A.T.I. Autostrada Del Brennero S.P.A. - Coopsette soc. coop. - Pizzarotti & c. Spa - Cordioli & c Spa - Edilizia Wipptel Spa - Oberosler cav. Pietro Spa - Impresa di Costruzioni Geom. Collini Spa - Consorzio stabile Co.Seam Srl - Consorzio ravennate - Mazzi impresa generale di costruzioni; Società Autostrada Estense; A.T.I. Astaldi Spa - Società Italiana Per Condotte D'acqua Spa Ora sarà compito della Giunta regionale valutare le proposte e individuare quella maggiormente rispondente al pubblico interesse; successivamente verrà avviata - tenendo conto delle istanze dei territori interessati dall'opera - la gara pubblica per l'affidamento della concessione di costruzione e gestione dell'autostrada. / CV Ufficio per le Relazioni con il Pubblico, viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna, numero verde 800 66, 22, 00, e-mail urp@regione.emilia-romagna.it Pagina 1 di 1 Proposte realizzazione Cispadan... - ERMES Regione Emilia-Romagna 31/01/2007 http://www.regione.emilia-romagna.it/ermes/comunicati/visualizza.asp?id_comunicat...
  4. 4. 10 - 15 novembre 2008 Supplemento al n. 44 - Anno XIII Concluso anche il concorso riservato agli under 35 per realizzare nuovi modelli di residenza cooperativa. Il vincitore è lo studio romano Demo architects che si è aggiudicato la gara «AAA Architetti cerca- si 2008» promossa da Confcooperative-Fe- derazione Lombardia. In un lotto della periferia di Milano Est, lo studio ha proposto la realizzazione di una piattaforma destinata a servizi che, rive- stita in lamiera, richiama visivamente le superfici dei blocchi industriali limitrofi. Quattro edifici a torre, simili per altezza e profondità alle vicine residenze Iacp, ritma- no l’area affacciandosi su una corte interna. Una soluzione flessibile dove il disegno dell’attacco a terra «mostra – secondo la giuria – un buon potenziale rispetto al rap- porto interno-esterno del complesso». Secondo classificato il team guidato da Lucia Paci, terzo lo studio -Scape. P.P. Aggiudicato al gruppo guidato da Dng-Zuanier con lo studio Glass l’intervento Ive da 50 milioni V enezia laboratorio del so- cial housing. Immobiliare Veneziana ha aggiudicato la gara d’appalto per rea- lizzare un intervento di edilizia residenziale non convenzionale in via Pertini, a Mestre. Sceglien- do questo progetto, dopo il piano di lottizzazione per un intervento in via Asteggiano (vedi «Progetti e Concorsi» n. 41/2008), la società controllata al 97% dal Comune di Venezia dà concretezza a un piano di residenza sociale pubblica da 50 milioni (con 159 appartamenti), che è parte di un’operazione più vasta che prevede quasi 1.500 alloggi. Questo comparto sarà pronto per la primavera del 2010. Il bando per la progettazione e la costruzione del lotto di via Pertini si distingue per il forte peso attribu- ito alla qualità del progetto, pari al 60 per cento. La gara si è chiusa con la vittoria della cordata guidata dall’impresa Dng Spa e Zuanier Associati, con Glass Architettura Urbanistica per la progettazione, stesso team di progettisti che lo scorso anno si è aggiudicato anche il concorso per la riconversione del- l’area ex Umberto I. Il progetto si articola in tre lotti, a forma di petti- ne, in un sistema denso ma in cui gli spazi verdi hanno un ruolo pre- ponderante. In ogni lotto è previsto un mix di torri, edifici in linea e corpi isolati. I tre sedimi edificabili sono articolati rispettivamente in 4, 5 e 6 unità edilizie, di un numero variabile di piani fuori terra e un garage interrato comune per cia- scun blocco. Un grande parco ricu- ce lo spazio con il rione Pertini e con il canale: dai volumi al paesag- gio naturale lo sviluppo è graduale. Le facciate sono caratterizzate da un’alternanza di spazi chiusi e aper- ti, logge, terrazze. Quattro le tipolo- gie di alloggi, da 45 a 90 mq di superficie. «Per noi – spiega Flavio Zuanier – è una realizzazione speri- mentale, a bassissimo livello di im- patto ambientale. Proprio per que- sto è un progetto che nella classifica- zione Casaclima ottiene la classe A. L’interesse per l’aspetto ambientale emerge dall’uso di materiali ricicla- bili, dalla presenza di pannelli foto- voltaici e solari, da soluzioni eco- compatibili». In questa nuova periferia di qua- lità il team vincitore prevede 159 appartamenti, un terzo dei quali verranno ceduti a Ive per l’immis- sione sul mercato del canone cal- mierato. «La richiesta del bando – spiegano gli architetti dello studio Glass – era di 4.170 mq: con il nostro progetto riusciamo a cedere all’Ive il 6,5% in più, per una super- ficie di 4.440 mq». Ive potrà così immettere sul mercato queste case con un affitto intermedio tra i valo- ri di mercato e i canoni sociali. «Finalmente entriamo nella fa- se attuativa del programma di so- cial housing – ha dichiarato Mara Rumiz, assessore alle Politiche abitative del Comune – ed è tanto più importante visto che coincide con un momento di particolare di- sagio abitativo nella nostra città. Quella di via Pertini è solo la prima risposta». PAOLA PIEROTTI Mestre, design per le case sociali Gara-modello per coniugare qualità e rispetto del budget Quello di Mestre è uno dei primi interventi di social housing aggiudicato attraverso una gara d’appalto che tiene conto in percentuale molto alta della qualità del progetto come «motore di ricerca» nella selezione del vincitore. Erano 5 i progetti in lizza: oltre al team vincitore le altre cordate vedono C+S (con società Housing via Pertini), Driusso (con Ormenese Costruzioni), Architer (con Nova marghera e Guardaldo) e Rtp Ruggiero Lerario (con Costruzioni Torri). ■ CONCORSI Parte la gara per l’ospedale di Ancona – Aule per l’Università al posto del S. Andrea di Vercelli SERVIZI ALLE PAGINE 2E 5 Demo architects vince con le Coop ■ TRASFORMAZIONE URBANA Ferrara cambia con Behnisch e Politecnica: masterplan per sviluppare tre aree strategiche SERVIZIO A PAGINA 2 ■ PRIVATI & ARCHITETTURA Rinasce l’ex fonderia di Milano: l’archeologia industriale fa spazio a uffici e colline verdi SERVIZIO A PAGINA 3 ■ MATERIALI E TECNOLOGIE Abitazioni in classe A montate a secco con il sistema Constructure di Policase SERVIZIO A PAGINA 11 www.architetticercasi.eu www.demoarchitects.com AL PROGETTO 60 PUNTI SU 100 @ IDEE UNDER 35 ■ Nuovi alloggi per la periferia milanese
  5. 5. [/homepage.aspx] Cispadana in Project, sei cordate in pista (15/01/2007) Sei cordate si presentano come promotori per l'autostrada regionale Cispadana in Pf del valore di 1.100 mln di cui il 30% massimo di contributo pubblico. Di seguito l'elenco delle sei cordate. 1- Ati Cintra S.a, Merloni Finanziaria spa, Ferrovial Agroman S.a. 2- Mec spa. 3- Lombardi Project srl. 4-Ati Autostrada del Brennero spa, Coopsette, Pizzarotti & c. spa, Cordioli & c. spa, edilizia wipptel spa, Oberosler cav., Pietro spa, Collini spa, Consorzio stabile Co.seam srl, Consorzio ravennate, Mazzi costruzioni. 5- Società Autostrada Estense. 6- Ati Astaldi spa, Condotte. Fonte: Edilizia e Territorio 15-20 Gen 2007 >> Torna all'elenco [elenco-notizie-in-breve-1.htm] >> Stampa [javascript:self.print()] Cispadana in Project, sei cordate in pista http://www.infopieffe.it/notizie/cispadana-in-project--sei-cordate-in-pis... 1 di 1 21/02/2009 21.55
  6. 6. La Banca d’affari per la finanza pubblica e di progetto. .cerca .link .mappa sito .english .indietro .Eventi .Lavori e Carriere .Privacy .Trasparenza .Continuità Operativa .I Bilanci Focus Focus Dexia Crediop Financial Advisor per l'autostrada regionale Cispadana Dexia Crediop ha assistito l’ATI, guidata daAutobrennero S.p.A. e partecipata daPizzarotti, Coopsette ed altre imprese di costruzioni locali, nell’ambito della gara indetta dalla Regione Emilia Romagna per l’affidamento della concessione per la costruzione e gestione del collegamento autostradale tra Ferrara e l’Autostrada A22 del Brennero. Tutti i principali player del settore sono scesi in campo per contendersi la concessione. Alla scadenza del 2 gennaio 2007 hanno presentato offerte, oltre all’ATI assistita da Dexia Crediop, anche le cordate di ATI Cintra - Merloni Finanziaria - Ferrovial, Autostrada Estense (CMC, CMB,Impregilo, Gavio), l’ATI Astaldi - Condotte, Lombardi Project Srl e Mec S.p.A. L’affidamento della concessione avverrà sulla base della procedura ex art. 153 del Decreto Legislativo 163/2006 (Promotore). La nuova infrastruttura - Autostrada Cispadana - è considerata tra le opere prioritarie dal Piano Regionale dei trasporti 1998 - 2010. Non solo per quanto riguarda il territorio interessato, un’area ad alto tasso di sviluppo e con elevati volumi di traffico, ma anche come elemento di connessione tra i principali itinerari Nord - Sud del paese, vale a dire la A22 del Brennero e la A13 Bologna - Padova, cui sarà collegata direttamente. In questo modo verrà creato un collegamento alternativo al corridoio della via Emilia e lontano dai grandi centri abitati. La scelta della Regione di realizzare questo tratto con le caratteristiche di un’autostrada e con le modalità del project financing comporta vantaggi, sia sotto il profilo dei tempi di realizzazione ,sia delle risorse pubbliche da utilizzare, che non supereranno il 30% dell’importo complessivo, mentre il rimanente sarà a carico del soggetto privato, che avrà in gestione l’opera. L’ente pubblico, inoltre, sarà alleggerito dai successivi oneri legati all’attività di manutenzione. Secondo lo studio di fattibilità, richiesto dalla Regione, il costo complessivo dell’investimento ammonta a circa 1.100 milioni di euro. All’intervento in project financing, la Regione potrà, dunque, contribuire con una cifra non superiore al 30% dell’importo in 10 anni, il restante sarà a carico del gestore privato, che realizzerà l’opera e a cui andranno i proventi dei pedaggi. Si ipotizza il via ai cantieri dal luglio 2009 e la conclusione dei lavori nel dicembre 2014. Pagina 1 di 1 Dexia Crediop - Focus On 31/01/2007 http://www.dexia-crediop.it/ITA/infofocus.asp?idcard=%7B35653B09-C3F6-4114-A...
  7. 7. Edilizia e Territorio, 28 Lug – 2 Ago 2008
  8. 8. Redazione | Pagina iniziale | Scrivici | RSS | Ricerca mercoledì 31 gennaio 2007 - Ore 22:07:53 - Visite ultima ora: 636 Visitatori oggi: 7753 - Visite totali: 13080593 home redazione agenda romagna news Prima pagina Forli Ravenna Rimini Cesena Bologna Emilia-Romagna 25ore La parola a voi meteo TUTTO IL METEO rubriche Formula Uno Viaggi e Culture Arte e letteratura Vino e dintorni GossipTv Week-end Cinema Internet METEO OROSCOPO VaiMatteo newsletter iscriviti cancellati Invia area riservata Aggiungi un commento all'articolo... www beautyfarmonline it Commenti - Annunci Google sei in news/Emilia-Romagna, data 08.01.2007, orario 15:50. MOBILITA' E TRASPORTI – Cispadana, sei le proposte presentate per la realizzazione dell’autostrada regionale. BOLOGNA - Primo passo verso la realizzazione della Cispadana. In seguito all'avviso pubblico per la costruzione e gestione, mediante project financing, dell'autostrada regionale (dal casello di Reggiolo- Rolo sulla A 22 al casello di Ferrara Sud sulla A13), entro la data di scadenza fissata (2 gennaio 2007) sono arrivate agli uffici della Regione Emilia-Romagna sei proposte, presentate rispettivamente da: A.T.I Cintra Concesiones De Infraestructuras De Trasporte S.A. - Merloni Finanziaria Spa - Ferrovial Agroman S.A.; Mec Spa; Lombardi Project Srl; A.T.I. Autostrada Del Brennero S.P.A. - Coopsette soc. coop. - Pizzarotti & c. Spa - Cordioli & c Spa - Edilizia Wipptel Spa - Oberosler cav. Pietro Spa - Impresa di Costruzioni Geom. Collini Spa - Consorzio stabile Co.Seam Srl - Consorzio ravennate - Mazzi impresa generale di costruzioni; Società Autostrada Estense; A.T.I. Astaldi Spa - Società Italiana Per Condotte D'acqua Spa. Ora sarà compito della Giunta regionale valutare le proposte e individuare quella maggiormente rispondente al pubblico interesse; successivamente verrà avviata - tenendo conto delle istanze dei territori interessati dall'opera - la gara pubblica per l'affidamento della concessione di costruzione e gestione dell'autostrada. Scardovi - Lugo (RA) - Mercerie & Fai da te a pochi passi ta te! www.scardovi.com Annunci Google Pubblica annunci qui Notizie Precedenti: TITOLO DATA ORARIO METEO - La nebbia condiziona la circolazione su strade ed autostrade 31-01-2007 20:56 PARMALAT - Difesa Bonici: ''Si rischia duplicazione processo e dilatazione tempi'' 31-01-2007 19:43 PARMALAT - Difesa Tanzi, non riunificare non migliora organizzazione processo 31-01-2007 19:35 CIMONE - Al via campionati italiani di sci della Protezione civile 31-01-2007 19:10 PARMA - Ospedale di Vaio, l'Ausl: i servizi non sono a rischio 31-01-2007 19:02 PARMA - Risparmio energetico e fonti rinnovabili, convegno a Palazzo Soragna 31-01-2007 18:57 ECONOMIA - Sinistri stradali, cambia la normativa. Cna perplessa 31-01-2007 18:36 REGGIO EMILIA - Partito il primo container con 4 tonnellate di tappi 31-01-2007 18:11 RIMINI - Regione e sviluppo rurale, Renzi (An) alla Regione: ''E' da rivedere' 31-01-2007 17:41 REGGIO EMILIA - A1 Milano-Napoli, tamponamento tra due mezzi pesanti e un'auto 31-01-2007 14:33 PARMA - Mostre, un omaggio ad Amedeo Bocchi 31-01-2007 14:13 PARMALAT - Gup respinge richieste di riunificazione processi 31-01-2007 13:55 Italia e Mondo Coppie di fatto, sì della Camera ma senza l'Udeur Caso Telecom, arrestati altri due funzionari Berlusconi chiede scusa: ''Veronica, perdonami'' tutte le news Emilia-Romagna 24 ore 20:56 METEO - La nebbia condiziona la circolazione su strade ed autostrade 20:37 F1 - Ferrari, Kimi Raikkonen fa un primo parziale bilancio dei test di Valencia 19:43 PARMALAT - Difesa Bonici: ''Si rischia duplicazione processo e dilatazione tempi'' 19:35 RAVENNA - L'economista Tito Boeri incontra la Cna tutte le news CARTUCCE.COM Acquista qui cartucce e toner compatibili o rigenerate per tutte le stampanti a prezzi mai visti!!! Ricerca Testo da cercare: Invia servizi Sondaggi Guerre in corso Ascolta la radio! Cinema Forum Link Agriturismi CNA News Inquilini Proprietari Infortunistica I nostri speciali Calendari 2007 Calendari 2006 Pagina 1 di 2 MOBILITA' E TRASPORTI – Cispadana, sei le proposte presentate per la realizzaz... 31/01/2007 http://www.romagnaoggi.it/showarticle.php?articleID=178715&section=news/Emilia-...
  9. 9. AMBIENTE - Piano energetico, Confagricoltura ER: «Incentivare i micro impianti» 31-01-2007 10:17 REGIONE - 90 mln euro in 3 anni per piano energetico regionale 30-01-2007 20:03 MODENA - Cresce la fiducia dei piccoli imprenditori modenesi 30-01-2007 19:20 REGIONE - Allarme Lav su maltrattamenti mucche approda in regione 30-01-2007 18:18 ORTOFRUTTA - Coldiretti Emilia Romagna, bene disaccopiamento 30-01-2007 18:03 REGIONE - Interrogazione bipartisan su divieto di trasporto animali feriti 30-01-2007 17:54 MODENA - Smog, giovedi' blocco totale del traffico 30-01-2007 17:48 AGRICOLTURA - 5 mld euro per piano rurale 2007-2013 30-01-2007 17:42 AMBIENTE - Vatinno (Idv): ''Bene Emilia Romagna su piano per Kyoto'' 30-01-2007 17:24 ECONOMIA - Ecap cede ad Aeca attivita' formazione 30-01-2007 16:59 AMBIENTE - La Regione presenta il Piano energetico: la mappa degli interventi 30-01-2007 16:13 FERRARA - Effigi rinascimentali nella dimora di Marfisa in mostra 30-01-2007 16:05 MODENA - A Fiorano lo spettacolo dialettale ''Lascia stare i cani che dormono'' 30-01-2007 15:57 ARCHEOLOGIA - L'Emilia-Romagna in un volume 30-01-2007 15:39 TURISMO - Aeroporto Forlì, Strada vini e sapori e albergatori volano a Odense 30-01-2007 15:32 REGIONE - Salomoni (Fi): ''Nuovo piano rurale favorisce grandi aziende e cooperative'' 30-01-2007 15:08 BOLOGNA - Loreti (Prc): ''In provincia 55% di precari tra pubblico e privato'' 30-01-2007 14:54 REGIONE - Approvata legge per ridurre indennita' garante infanzia 30-01-2007 14:48 cliccando sui giorni del calendario qui a fianco potrai visitare lo storico delle notizie apparse sul nostro portale Copyright 2006 RomagnaOggi.it, testata registrata al Tribunale di Forlì (n. 13/04) del 23/4/04 - dir. Resp. Marco Di Maio visualizzazione consigliata 1024x768 Input2001 grafica e comunicazione, SOASI sviluppo software ? Gennaio, 2007 « ‹ Oggi › » sett Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom 1 1 2 3 4 5 6 7 2 8 9 10 11 12 13 14 3 15 16 17 18 19 20 21 4 22 23 24 25 26 27 28 5 29 30 31 Scegli la data Pagina 2 di 2 MOBILITA' E TRASPORTI – Cispadana, sei le proposte presentate per la realizzaz... 31/01/2007 http://www.romagnaoggi.it/showarticle.php?articleID=178715&section=news/Emilia-...
  10. 10. Torna al sito Forum dei Ds di Concordia s/S La piazza virtuale dei concordiesi Home | Lista utenti | Cerca | Registrati | Login Non sei loggato. Forum dei Ds di Concordia s/S / Di politica e attualità / Ultime vicende della Bassa e rappresentazione della realtà Scrivi una risposta Autore Messaggio Pagine: 1 2 Matteo Amministratore Registrazione: 26-05-2004 Messaggi: 159 Sono un po' scosso dalle ultime vicende. In questi giorni si accumulano sulla bassa varie vicende a sfondo ambientalista. Dai ripetitori, al deposito di gas, alle discariche, gli inceneritori, la cispadana. Tutti argomenti che meriterebbero di essere trattati singolarmente. Per ciascuno ci sono criticità ed opportunità e, come per tutte le cose, ci si può dividere in favorevoli e contrari. Ciò che mi lascia perplesso però è la strumentalizzazione che ne è venuta fuori in questi ultimi giorni. Si sono radunati tutti questi argomenti per portare avanti la tesi che la Bassa debba diventare una pattumiera. Soragni, il sindaco di Finale Emilia, dopo essersi divertito (con molto cattivo gusto) a criticare Mirandola perché lui è riuscito a fare la tangenziale e a piazzare i ripetitori, ha deciso di cavalcare pure quest'ultima ondata populista. Tanto che oggi, a leggere i commenti del sito del comitato della salute di rivara, viene considerato il Salvatore. Non importa che i vari comuni siano uniti. Il nostro soragni non si degna di presentarsi alla maggior parte delle riunioni. E si che sarebbe quello il luogo adatto a portare avanti le proprie battaglie. Lui no, lui scrive a Beppe Grillo. Il cui blog è il luogo di ritrovo di tutti i forcaioli rancorosi d'Italia. (Il commento medio sul blog di Grillo è: "viviamo in un paese di merda, spazziamoli via tutti"). Ebbene, scrive a Beppe Grillo e si diverte pure a colorire un po' la realtà. Spara cifre esagerate sui tumori polmonari nella bassa (che lui quantifica in un 20% in più) e, senza uno straccio di prova, accusa i ds di essere i mandanti di queste opere inquinanti. Non pago accusa la regione di aver trasformato la cispadana (strada di cui si parla da decenni) in una autostrada al solo scopo di far un favore alla legacoop. Solo quest'ultima affermazione meriterebbe che qualcuno prendesse gli opportuni provvedimenti. Sarebbe poi interessante sapere chi ha spinto per rendere la discarica che sorgerebbe a finale emilia una Mega-discarica. La risposta a questo quesito lo lascio a voi arguti segugi. Ebbene, la situazione che abbiamo adesso risulta essere: Soragni paladino della salute e della vita; sindaci della bassa, Ds, provincia, regione e legacoop colpevoli (o quantomeno conniventi) con un piano segreto per avvelenare tutti i cittadini (per ottenere quale vantaggio non si sa...). E soragni che si prepara al congresso provinciale della margherita supportato a furor di popolo dai suoi cittadini-discepoli. Non meritiamo di vivere nel territorio ed in una delle regioni meglio governate e ricche d'Italia se dobbiamo finire per fare queste figure da dilettanti. Matteo 06-01-2007 01:37:09 Sito internet Quota Miria Simpatizzante Registrazione: 20-11-2006 Messaggi: 4 Pur condividendo le preoccupazioni per il futuro del nostro territorio e esprimendo apprezzamento per le attività dei comitati per la tutela ambientale costituitisi a Massa e Rivara concordo con Matteo nell’esprimere disappunto per l’iniziativa attuata del sindaco Soragni. Il contenuto della lettera apparsa sul blog di Beppe Grillo mi ha stupito e amareggiato. Stupito perché definisce i DS unici sostenitori del progetto del famoso megadeposito di gas metano- ragione per la quale si sono costituiti i comitati - dopo che il consiglio dell’unione dei comuni modenesi dell’area nord aveva già votato all’unanimità un ordine del giorno nel quale si ribadiva la contrarietà al progetto. Amareggiato per le affermazioni offensive esplicitamente rivolte ai DS e per quelle che implicitamente lascia intendere ben riassunte dal commento di Beppe Grillo che asserisce: “i democristiani e i socialisti magari rubavano, ma avevano una strategia del consenso” Quando affermazioni di questo tenore sono rivolte da esponenti di partiti appartenenti all’opposizione nei confronti di chi governa si può considerare il fatto come normale dialettica politica. Ma se invece questa è l’opinione di un amministratore nei confronti di un alleato, con il quale condivide da anni il governo di una città e con il quale si sta apprestando a costituire un unico partito, allora il fatto mi preoccupa. Mi permetto poi, in merito all’appalto per la costruzione della Cispadana, di rendere note le pericolosissime cordate di cooperative citate da Soragni partecipanti alla gara: 1) A.T.I Cintra Concesiones De Infraestructuras De Trasporte S.A. - Merloni Finanziaria Spa - Ferrovial Agroman S.A.; 2) Mec S.P.A; Pagina 1 di 8 Democratici di Sinistra - Concordia s/S 31/01/2007 http://www.dsconcordia.it/punbb/upload/viewtopic.php?pid=822
  11. 11. 3) Lombardi Project Srl; 4) A.T.I. Autostrada Del Brennero S.P.A. - Coopsette soc. coop.- Pizzarotti & c. Spa - Cordioli & c Spa - Edilizia Wipptel Spa - Oberosler cav. Pietro SPA - Impresa di Costruzioni Geom Collini Spa - Consorzio stabile Co.Seam Srl - Consorzio ravennate - Mazzi impresa generale di costruzioni; 5) Società Autostrada Estense; 6) A.T.I. Astaldi S.P.A. - Società Italiana Per Condotte D'acqua S.P.A. Su sei raggruppamenti in gara solo in due figurano delle cooperative e questo mi auguro sia di conforto per coloro che vedono con astio l'attività imprenditoriale delle coop. Ultima modifica da Miria (09-01-2007 09:24:19) 09-01-2007 00:17:47 Quota against Visitatore Documento dell'Unione a parte, i Ds in effetti non sono stati troppo chiari sulla loro contrarietà al progetto. E mi riferisco agli esponenti in Regione. 09-01-2007 10:01:19 E-mail Quota Mattia Cavalieri Simpatizzante Registrazione: 19-11-2005 Messaggi: 17 Non disprezziamo troppo Grillo, tutti i torti non li ha in fondo...siamo un bel paese, ma...troppe cose vanno come non dovrebbero. Lui espone le sue idee chiare e tonde, prive di falsi moralismi e spara a 360°! Ciao a tutti! 09-01-2007 22:18:54 E-mail Quota Matteo Amministratore Registrazione: 26-05-2004 Messaggi: 159 Il falso moralismo nelle parole di Grillo c'è tutto. La sua tecnica: spalare merda contro tutto e tutti, facendo leva sugli istinti antipolitici e giustizialisti della gente per ottenere un demagogico consenso. Troppo facile dire che dovremmo riciclare tutto, andare ad idrogeno, rivoltare l'Italia come un calzino... ma la realtà non è facile come le sue parole. Ha sparato a zero sulla bassa, senza sapere cosa in questi anni è stato fatto: impianto di compostaggio a Carpi, riciclo, porta a porta, impianti elettrici con fonti alternative creati dall'aimag (a biomasse se non erro). Come si permette grillo di venire qui e dire che i ds sono come forza italia, che sono i soliti affaristi... solo perché qui ancora non ricicliamo il 100% dei rifiuti. Si prendesse lui l'onere di governare, poi vedremmo come se la caverebbe. Non createvi falsi miti: Cofferati sindacalista era il mito della sinistra-sinistra. Cofferati sindaco è odiato dalla sinistra-sinistra. Altra critica su Soragni: troppo facile fare il populista e scrivere a Grillo una email con illazioni contro i ds. Ma lui fa parte dell'unione dei comuni. Tutte le amministrazioni, compresa la sua, avrebbero dovuto cercare una posizione comune e portarla avanti con convinzione, ma insieme. La sua sparata invece gli fa guadagnare punti coi comitati ma costringe tutte le altre amministrazioni nell'angolo: se non sono con lui, sono sodali dei ds affaristi. Scorretto, molto scorretto. Matteo 09-01-2007 23:47:33 Sito internet Quota evergreen Visitatore Il falso moralismo è nei ds che si sentono offesi, e vogliono pubbliche scuse oggi. Cioè, prima le vogliono poi va bene quello che dice Soragni dopo la lettera, poi dopo l'intervista a Grillo non basta più, e ne vogliono ancora... Grillo è un comico che denuncia una situazione intollerabile. Che riguarda il mondo intero, la nostra nazione e, mi duole, la nostra Bassa. Costi dice che non fa più ridere. Ieri sera ho guardato una registrazione dello spettacolo dello scorso anno. E' vero. Fa piangere... Il mondo di cui parla, fa proprio piangere. Cosa è stato fatto Matteo? L'impianto di compostaggio? Riciclo? Porta a porta? Senza entrare nel merito dell'impianto di compostaggio, ma cosa si è fatto per il riciclo? Novi ha delle percentuali di tutto rispetto, solo perchè ha avuto paura che a Fossoli raddoppiassero l'inceneritore. La gente, riunita in COMITATI, ha detto no. Ma si è anche rimboccata le maniche. Per il resto... Il porta a porta? Lo fanno in centro a Mirandola. Da poco più di un anno. Non senza proteste della gente. Ma per il resto non si fa. A Corlo di Formigine, ho letto che proprio in questi giorni si torna alla vecchia maniera. Perchè la gente, se non la educhi, non ce la fai a migliorarla... E sugli impianti a biomasse, ne avrei da dire. Le esperienze vicine - nel ferrarese - dimostrano che l'intenzione è buona: bruciare materiale vegetale proveniente dalle campagne. Ma alla fine per funzionare, perchè ci sia il ritorno economico quello che brucia è altro. Di molto meno naturale... Pagina 2 di 8 Democratici di Sinistra - Concordia s/S 31/01/2007 http://www.dsconcordia.it/punbb/upload/viewtopic.php?pid=822
  12. 12. Soragni populista... Forse è vero. Ha le sue responsabilità, e mi riferisco alla sua megadiscarica. Ma ci voleva almeno uno che la smettesse di riempirsi la bocca con parole come sviluppo, progresso, sviluppo sostenibile... che ahinoi, in bocca a molti, sono assolutamente vuote di significato. E pericolosissime. Soragni è stato scorretto... perchè non si è uniformato alla media? Della cautela. Dell'aspettiamo. Vediamo. Facciamo calmare le acque. Che poi l'abbia fatto anche per cavalcare l'onda del malcontento è probabile... Ma finalmente! Costringe le amministrazioni all'angolo? Ma finalmente... Anche se credo che abbiano fatto tutto da sole. Ricordati che quando si formano i comitati, per la politica non è un bel segno. Vuol dire che la gente non si sente rappresentata. Spero che qualcuno, di quelli che fanno politica con il cuore (se ancora ne esistono), ci rifletta su. Ma è difficile riuscire a vedere la realtà per quello che è. Troppi gli schermi davanti agli occhi. 10-01-2007 12:10:08 E-mail Quota vanni sandro compagno tesserato Da: Montopoli in Val d'Arno (PI) Registrazione: 18-04-2005 Messaggi: 158 Evidentemente usiamo metri di giudizio diversi. Io ho smesso da tempo di seguire il blog di Grillo proprio perché le sue idee non sono poi così “chiare e tonde” e sono piene zeppe di falsi moralismi. Grillo è stato un brillante comico, simpatico e intelligente, ma come “politico” non vale niente. Il suo peloso populismo, il suo criticare tutto e tutti venato di forte qualunquismo, l’incoerenza tra ciò che professa nei suoi sermoni e quello che pratica, ne fanno un personaggio squallido (almeno dal mio punto di vista). Scenda anche una sola volta dal suo piedistallo e tocchi con mano anche uno solo dei problemi sociali, economici, ambientali con cui si trovano a combattere tutti i giorni gli amministratori locali (siano essi di sinistra che di destra) e faccia delle scelte. Qualunque scelta faccia troverà il suo piedistallo occupato dal Grillo di turno, intento a spalare merda sul suo operato. No, le parole di Grillo non sono nobili e non rappresentano uno stimolo al cambiamento; al contrario, personaggi come lui sono i più conservatori e i più pericolosi per la sinistra, perchè tendono ad alimentare la sfiducia nella politica, mettendo tutti nel solito calderone. Ho imparato da tempo a diffidare di chi stà in cattedra a giudicare gli altri, senza mai "sporcarsi le mani", nemmeno per mettere in pratica le cose che sostiene. Spero che Grillo torni presto a fare quello che sa fare meglio, ovvero a divertirci con le sue battute satiriche graffianti. Il vestito da guru che si è messo ora, è francamente penoso. _______________________________________ L'estremismo, malattia infantile del comunismo. Vladimir Ilic Uianov (Lenin) Mattia Cavalieri scritto: Non disprezziamo troppo Grillo, tutti i torti non li ha in fondo...siamo un bel paese, ma...troppe cose vanno come non dovrebbero. Lui espone le sue idee chiare e tonde, prive di falsi moralismi e spara a 360°! Ciao a tutti! 11-01-2007 15:09:49 E-mail | Sito internet Quota against Visitatore Se il problema fosse davvero Grillo... La verità è che punta il dito su cose scomode. E dà fastidio. Alla sinistra. A quelli che si sono riuniti nella reggia di Caserta. A far cosa? Quante inutili chiacchiere, in roccaforte... La gente chiama. Ma, anche i Ds, sembrano non voler sentire... 12-01-2007 16:51:25 E-mail Quota Matteo Amministratore Pagina 3 di 8 Democratici di Sinistra - Concordia s/S 31/01/2007 http://www.dsconcordia.it/punbb/upload/viewtopic.php?pid=822
  13. 13. Registrazione: 26-05-2004 Messaggi: 159 Cosa si può replicare ad una posizione simile? Non un'argomentazione, tutto pregiudizio... against scritto: Se il problema fosse davvero Grillo... La verità è che punta il dito su cose scomode. E dà fastidio. Alla sinistra. A quelli che si sono riuniti nella reggia di Caserta. A far cosa? Quante inutili chiacchiere, in roccaforte... La gente chiama. Ma, anche i Ds, sembrano non voler sentire... 12-01-2007 17:07:59 Sito internet Quota against Visitatore Invece no. Replica. Spiegami. Convicimi. Dimmi perchè sbaglio. Voglio capire. Se sono io che non ho fiducia. O voi che ne avete troppa. 12-01-2007 18:09:02 E-mail Quota Matteo Amministratore Registrazione: 26-05-2004 Messaggi: 159 non so cosa replicare al tuo precedente commento, per il semplice motivo che non dici granché... La mia posizione su Grillo l'ho espressa già. E' uno che fa leva sul malcontento della gente e spara a zero su tutti. Ma così è troppo facile. Riesco anche io a salire su un palco e dire che fanno tutti schifo, che sono tutti uguali, che tutti fanno i loro interessi. Consiglio a tutti quelli che hanno questa opinione della politica di provare ad avvicinarcisi. Trovate un partito che rappresenti al meglio le vostre idee e cercate di vedere come funziona. Iscrivetevi magari. Tanto siete sempre in tempo a stracciare la tessera se proprio vi fa schifo. Ma se vi ci addentraste un po', scoprireste che nei partiti ci sono tante persone, si fanno riunioni, ognuno dice la sua, non c'è un regime, le decisioni vengono prese sul serio consultando la base (lo vedo in prima persona nei ds, dove ci sono riunioni di direzione e consultazioni degli iscritti, se non altro per eleggere i rappresentanti). Poi e ovvio che ci sono anche gli apparati che, per necessità, devono muoversi in autonomia. Ma se nella base vi è fervore culturale e voglia di fare, la spinta dal basso trova sempre ascolto. Poi mi compari tu, against, che mi dici che snobbiamo grillo perché fa paura alla sinistra. E offendi il governo che supportiamo dicendo che fa chiacchiere inutili. Cosa vuoi che risponda ad una tale sterile polemica? No, l'antipolitica non l'accetto, ne da Grillo ne da altri. Soprattutto se non ci si è prima impegnati in prima persona. E questo vale per tutte le cose. Matteo 12-01-2007 18:21:30 Sito internet Quota vanni sandro compagno tesserato Da: Montopoli in Val d'Arno (PI) Registrazione: 18-04-2005 Messaggi: 158 La sinistra, e i DS in particolare, amministrano la stragrande maggioranza dei comuni, delle province e delle regioni italiane. Volenti o nolenti sono costretti a confrontarsi tutti i giorni con i problemi della gente, spesso against scritto: Se il problema fosse davvero Grillo... La verità è che punta il dito su cose scomode. E dà fastidio. Alla sinistra. A quelli che si sono riuniti nella reggia di Caserta. A far cosa? Quante inutili chiacchiere, in roccaforte... La gente chiama. Ma, anche i Ds, sembrano non voler sentire... Pagina 4 di 8 Democratici di Sinistra - Concordia s/S 31/01/2007 http://www.dsconcordia.it/punbb/upload/viewtopic.php?pid=822
  14. 14. drammatici, e a fare scelte di natura economica, ambientale e sociale spesso difficili e impopolari. Scelte che possono essere condivise o meno e su cui Grillo è liberissimo di scagliare i propri anatemi, ma che comunque sono fatti concreti. Le inutili chiacchiere sono quelle di Grillo, in quanto fini a se stesse. A Caserta i leader del centrosinistra non sono andati in ferie ma a discutere e fare scelte che, ti piccia o meno, influenzeranno anche la tua vita. Chi non fa non falla, dicevano i nostri vecchi e Grillo, appunto, non falla. Le sue prediche non sono scomode per nessuno, sono solo inutili. _______________________________________ L'estremismo, malattia infantile del comunismo. Vladimir Ilic Uianov (Lenin) 12-01-2007 18:28:33 E-mail | Sito internet Quota against Visitatore Sul fatto che siano chiacchiere inutili e fini a se stesse non mi trovate d'accordo. Proprio in questi giorni sto vedendo il dvd di una delle serate del suo tour portato in giro lo scorso anno. La cosa che più penso è che sia un uomo che si documenta, che va a fondo nelle cose. Per questo gli rendo merito. Non credo che parli a vuoto, o provochi solo. E' riduttivo liquidarlo così. Una delle battaglie che più mi ha colpito è quella "Per un parlamento pulito". Allora si riferiva alla legislatura precedente. Contava 24 parlamentari condannati in via definitiva. Credo che fosse legittimo, da cittadino italiano, chiedere che in parlamento, a legiferare, non siedano dei condannati. Poi sulle chiacchiere di Caserta, sarà banale ma lo dico: c'era bisogno di andare nella reggia? C'era bisogno di creare l'evento? Di spendere soldi? Io sono per la semplicità efficace. Cioè meno cornice, meno chiacchiere dunque, e più fatti. Matteo, accetta l'antipolitica perchè esiste. E non tutti possono o debbono impegnarsi in prima persona. Da troppo vicino non è detto che veda bene. Come da troppo lontano non è detto che si veda tutto. Il compromesso è la via di mezzo. Magari da chi "spara a zero" arrivano anche delle cose giuste. Non tutto, ovvio, ma qualche stimolo può darlo. E poi Matteo il tuo candore politico è quasi commovente. Lo dico con rispetto autentico. Vorrei crederci un po' anch'io. Ma non mi riesce. 12-01-2007 21:00:41 E-mail Quota vanni sandro compagno tesserato Da: Montopoli in Val d'Arno (PI) Registrazione: 18-04-2005 Messaggi: 158 Niente di male. against scritto: Sul fatto che siano chiacchiere inutili e fini a se stesse non mi trovate d'accordo. Proprio in questi giorni sto vedendo il dvd di una delle serate del suo tour portato in giro lo scorso anno. La cosa che più penso è che sia un uomo che si documenta, che va a fondo nelle cose. Per questo gli rendo merito. Non credo che parli a vuoto, o provochi solo. E' riduttivo liquidarlo così. Una delle battaglie che più mi ha colpito è quella "Per un parlamento pulito". Allora si riferiva alla legislatura precedente. Contava 24 parlamentari condannati in via definitiva. Credo che fosse legittimo, da cittadino italiano, chiedere che in parlamento, a legiferare, non siedano dei condannati. Poi sulle chiacchiere di Caserta, sarà banale ma lo dico: c'era bisogno di andare nella reggia? C'era bisogno di creare l'evento? Di spendere soldi? Io sono per la semplicità efficace. Cioè meno cornice, meno chiacchiere dunque, e più fatti. Matteo, accetta l'antipolitica perchè esiste. E non tutti possono o debbono impegnarsi in prima persona. Da troppo vicino non è detto che veda bene. Come da troppo lontano non è detto che si veda tutto. Il compromesso è la via di mezzo. Magari da chi "spara a zero" arrivano anche delle cose giuste. Non tutto, ovvio, ma qualche stimolo può darlo. E poi Matteo il tuo candore politico è quasi commovente. Lo dico con rispetto autentico. Vorrei crederci un po' anch'io. Ma non mi riesce. Pagina 5 di 8 Democratici di Sinistra - Concordia s/S 31/01/2007 http://www.dsconcordia.it/punbb/upload/viewtopic.php?pid=822
  15. 15. Abbiamo una concezione della politica diametralmente opposta. Per me la politica è partecipazione. Non ci si può limitare a stare in cattedra a giudicare gli altri, oltretutto senza essere coerenti tra ciò che si predica e ciò che si pratica. La politica o la fai o la subisci. L'antipolitica esiste, ma è semplicemente una scelta politica che difende interessi ben precisi. Il populismo e il qualunquismo sono il volto più conservatore della politica. Fanno di ogni erba un fascio e, per dirla con Sciascia, chiedono che tutto cambi affinchè niente cambi. Probabilmente sono proprio le nostre idee politiche diverse che ci fanno esprimere giudizi diversi su Grillo. _______________________________________ L'estremismo, malattia infantile del comunismo. Vladimir Ilic Uianov (Lenin) 12-01-2007 21:37:53 E-mail | Sito internet Quota against Visitatore Anche per me la politica è partecipazione. E così vorrei che fosse. Ho sentito "politiconi" e "politicini" parlare di partecipazione. Anche vicino vicino alla mia realtà. Di quaderni in cui raccogliere pensieri e richieste della gente, da pubblicare. Per avere il polso della propria cittadina, della propria gente. Ma poi... mai visti. Poi, l'antipolitica non per difendere interessi ben precisi. Il problema è che troppo spesso è la politica che vuole difendere senza dirlo interessi ben precisi. Da una parte e dall'altra. E allora non credo che sia questione di idee politiche diverse. Ma di visione della realtà. 12-01-2007 22:55:51 E-mail Quota vanni sandro compagno tesserato Da: Montopoli in Val d'Arno (PI) Registrazione: 18-04-2005 Messaggi: 158 Certo. Ho già avuto modo di dire in altri post che per me la politica non è dibattito filosofico ma lotta di classe, ovvero lotta tra interessi diversi. Io ho la mia visione della realtà, diversa dalla tua. Da questa visione (di parte) discende la mia impostazione culturale e politica che, appunto, è diversa dalla tua. Il qualunquismo e il populismo sono uno strumento politico della mia controparte politica. La politica difende interessi ben precisi per sua natura; è l'"antipolitica" che finge di essere neutrale e super partes. Ripeto, non c'è niente di male. Io stò orgogliosamente a sinistra e non mi vergogno affatto di essere "di parte". Qualcun altro, vergognandosi di stare a destra, usa l'antipolitica come maschera, ma gli interessi che difende sono ugualmente chiari. _______________________________________ L'estremismo, malattia infantile del comunismo. Vladimir Ilic Uianov (Lenin) 13-01-2007 19:55:01 E-mail | Sito internet Quota Anti-antipolitica Visitatore Secondo me, il blog di Beppe Grillo è piuttosto.. pessimo. Hanno ragione Sandro e Matteo, è pieno di luoghi comuni. Muove tante critiche, ma quante di queste sono costruttive? Guardare la realtà con oggettività e spirito critico (come suggerisce Against) è fondamentale, ma poi occorre scendere dal piedistallo e pensare non dico a una soluzione, ma almeno a un miglioramento. Finchè non si cerca di guardare un problema nella sua concretezza e ci si limita a gridare allo scandalo, non si ha mai torto. Solo che non avere torto non è una gran consolazione, se le proprie osservazioni restano sterili, infruttuose. L'antipolitica è un male piuttosto diffuso nella nostra società. Non credo, come invece afferma Sandro, che l'antipolitica (sul populismo non mi esprimo) sia una caratteristica della destra. E' una caratteristica di chi a votare non ci va, di chi se ne frega di tutto, di chi pretende che la propria immondizia sia smaltita in Emilia Romagna invece che a casa propria (visto che la discussione è partita proprio dal tema "pattume"), eccetera, eccetera, eccetera. Cioè, di tantissimi italiani, purtroppo. 14-01-2007 21:02:25 E-mail Quota against Visitatore Caro Vanni, il tuo discorso è legittimo, condivisibile a tratti, ma quando sostieni che l'antipolitica è la maschera di una destra che si vergogna... riduci, semplifichi, etichetti. E non mi va bene. L'antipolitica non finge di essere super partes o neutrale. Pagina 6 di 8 Democratici di Sinistra - Concordia s/S 31/01/2007 http://www.dsconcordia.it/punbb/upload/viewtopic.php?pid=822
  16. 16. Ma è semplicemente la reazione all'incapacità di credere in una parte o nell'altra. Non credo neppure che si traduca in non-voto, menefreghismo. Nel mio caso, al contrario, corrisponde a una penetrazione nelle questioni più pregnanti, almeno in quelle che interessano la mia realtà, in quelle più difficili, nei problemi ambientali e con grande attenzione per le prospettive future. Soltanto, che mi rattrista accorgermi che in troppi ragionano in piccolo. Che l'Unione - che di sicuro avrà fatto anche del bene ai 9 Comuni modenesi dell'Area Nord - non consente ancora di ragionare realmente in misura sovraccomunale, e che per certi progetti e decisioni politiche la prospettiva sia ancora "anche noi perchè se no lo fanno gli altri". Tornando a Grillo, mi ripeto. Non sono d'accordo con quanto dite. Perchè non sono solo critiche le sue, ma propone alternative, soluzioni. E non frutto della sua mente, ma sostenute e documentate da studiosi, esperti. Non solo un gridare allo scandalo. Riprendo l'esempio. Tra le sue battaglie c'è quella per un Parlamento pulito. Contro cioè i parlamentari già condannati in via definitiva. Ce ne sono da una parte e dall'altra. In molti per corruzione, finanziamento illecito. E' una critica a vuoto? E' giusto che a legiferare ci siano queste persone? Io penso alla difficoltà che una persona normale avrebbe nell'andare a chiedere lavoro se dovesse risultare che ha precedenti. 15-01-2007 09:40:57 E-mail Quota Mattia Cavalieri Simpatizzante Registrazione: 19-11-2005 Messaggi: 17 giusto, molto giusto against.. 17-01-2007 23:40:47 E-mail Quota Matteo Amministratore Registrazione: 26-05-2004 Messaggi: 159 Sbagliato, molto sbagliato against.. Anche chi crede nella politica si interessa in modo pregnante alle varie questioni. La differenza è che poi si scende coi piedi per terra e si cerca di fare la differenza col proprio impegno. L'antipolitico invece predica bene ma razzola male, standosene sul suo piedistallo a pontificare contro i partiti ed i politici. Su grillo confermo quanto detto in precedenza. Matteo 18-01-2007 00:54:08 Sito internet Quota against Visitatore Ci sono molti politici che predicano bene e razzolano male. Ci sono molti amministratori che vengono fatti scendere con i piedi per terra dalla politica (di partito). Altri che non ci provano nemmeno a volare alto, a fare la differenza... Su Grillo... ti invito ad ascoltarlo un po' di più. E di dirmi cosa pensi della battaglia sul parlamento pulito. 19-01-2007 10:20:52 E-mail Quota Matteo Amministratore Registrazione: 26-05-2004 Messaggi: 159 Non si può che essere antipolitici leggendo il blog di grillo: ogni giorno rifila una chicca velenosa (contro i politici) ai suoi lettori, i quali, ormai, avranno il fegato a pezzi per le esondazioni biliari che, il credergli, causa. Sul parlamento pulito sto raccogliendo le mie argomentazioni, che esporro in seguito. Comunque ti preannuncio di non essere d'accordo nemmeno su quello. Matteo 19-01-2007 13:40:28 Sito internet Quota against Visitatore Aspetto che tu abbia finito di studiare e che mi esponga le tue argomentazioni... 22-01-2007 12:28:26 E-mail Quota Matteo Amministratore Registrazione: 26-05-2004 Messaggi: 159 Colgo del sarcasmo? Guarda che non scappo, anzi, adoro sostenere le mie tesi controcorrente su questo forum... Comunque, le argomentazioni, varie, sono queste e cerco di esporle con un filo logico... La pena è riabilitativa? Pagina 7 di 8 Democratici di Sinistra - Concordia s/S 31/01/2007 http://www.dsconcordia.it/punbb/upload/viewtopic.php?pid=822
  17. 17. Una volta pagato il proprio debito con la società, ritengo sia doveroso che tutti i diritti tornino ad essere garantiti, dal diritto al lavoro, fino al diritto di sedere in Parlamento. Negare ciò è concettualmente sbagliato: 1) Implica infatti che scontare la pena non sia in realtà risolutivo nei confronti della società. Se un reato comporta una certa pena, una volta scontata si devono evitare il più possibile conseguenze nei confronti di chi ha sbagliato. Rispetto a tante parole inutili, credo che questo permetterebbe una vera reintegrazione della persona. 2) Presuppone che solo chi si pente e patteggia o chi paga giustamente il proprio debito con la società venga escluso, mentre chi riesce a farla franca (perché sfugge alla legge, per prescrizione, per rinvii del processo...) viene comunque premiato. Insomma, se contro i furbi non si può niente, accaniamoci su chi si è pentito o su chi ha giustamente pagato, no? 3) Dal punto due consegue che è un incitamento alla furbizia. Tra l'altro, se una volta scontata la pena la situazione non cambiasse in meglio, che incentivo se ne ricaverebbe a comportarsi bene? Se si deve continuare a vivere in ristrettezze, tanto vale continuare a delinquere... Altra considerazione: si vuole vietare ai condannati in via definitiva di fare i Parlamentari e si giustifica questa tesi con le difficoltà che un povero Cristo ha nel trovare lavoro. Ma invece di migliorare la situazione del povero Cristo, voi volete peggiorare quella del parlamentare. E' come voler combattere la poverta impoverendo i ricchi piuttosto che arricchendo i poveri (i poveri cosi non ci guadagnano niente) Infine: Dire che un condannato in via definitiva non può sedere in Parlamento, presuppone che non abbia la capacità di fare buone leggi (o non abbia la dignità per farle). Eppure penso che li si debba giudicare per quello che fanno, non per il loro passato. Difatti, questi condannati in via definitiva non votano leggi peggiori di quelle che votano i deputati incensurati. Anzi, oserei dire che tante leggi indegne del parlamento italiano vengono votate proprio da persone incensurate ma assolutamente incapaci o in malafede. Per di più le leggi vengono spinte dai partiti più che dai singoli deputati. Dovremmo quindi vietare a certi partiti di sedere in Parlamento? Ribadisco, li si giudichi per quello che fanno, non per il loro passato. E si aiutino quelli che faticano a trovare lavoro piuttosto che intestardirsi su battaglie ideologiche sui parlamentari. Matteo 22-01-2007 19:40:04 Sito internet Quota against Visitatore il sarcasmo aumenta... 22-01-2007 22:08:24 E-mail Quota Pagine: 1 2 Scrivi una risposta Vai a Di politica e attualità Vai Powered by PunBB Version: 1.1.4 © Copyright 2002-2004 Rickard Andersson Pagina 8 di 8 Democratici di Sinistra - Concordia s/S 31/01/2007 http://www.dsconcordia.it/punbb/upload/viewtopic.php?pid=822
  18. 18. Data: 2007-01-08 16:30:00 Argomento: Viabilità Primo passo verso la realizzazione della Cispadana In seguito all'avviso pubblico per la costruzione e gestione, mediante project financing, dell'autostrada regionale (dal casello di Reggiolo-Rolo sulla A 22 al casello di Ferrara Sud sulla A13), entro la data di scadenza fissata (2 gennaio 2007) sono arrivate agli uffici della Regione Emilia-Romagna sei proposte. Le proposte sono state presentate rispettivamente da: - A.T.I Cintra Concesiones De Infraestructuras De Trasporte S.A. - Merloni Finanziaria Spa - Ferrovial Agroman S.A.; - Mec Spa; - Lombardi Project Srl - A.T.I. Autostrada Del Brennero S.P.A. - Coopsette soc. coop. - Pizzarotti & c. Spa - Cordioli & c Spa - Edilizia Wipptel Spa - Oberosler cav. Pietro Spa - Impresa di Costruzioni Geom. Collini Spa - Consorzio stabile Co.Seam Srl - Consorzio ravennate - Mazzi impresa generale di costruzioni; - Società Autostrada Estense; - A.T.I. Astaldi Spa - Società Italiana Per Condotte D'acqua Spa. Ora sarà compito della Giunta regionale valutare le proposte e individuare quella maggiormente rispondente al pubblico interesse; successivamente verrà avviata - tenendo conto delle istanze dei territori interessati dall'opera - la gara pubblica per l'affidamento della concessione di costruzione e gestione dell'autostrada. Notizia pubblicata da Reggio2000.it: www.reggio2000.it Link diretto notizia: http://www.reggio2000.it/modules.php?name=News&file=article&sid=48 711 Pagina 1 di 1 di questo articolo in data 31.01.2007 alle ore 22.30 .
  19. 19. Fatti e misfatti dal briaticese Rosso Fajettu Home page Agenda Eventi Staff & Contatti 23 GENNAIO 2010 Il porto di Briatico presto una realtà di Mario Vallone Trent’anni d’attesa, di iniziative abortite sul nascere, di programmi irrealizzati e di sogni infranti, sono stati cancellati in un sol colpo: Briatico avrà il suo porto. Quello che all'atto dell'insediamento dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Niglia era un'idea appena abbozzata presto si concretizzerà in un'opera mastodontica che cambierà radicalmente volto al paese, sia sotto l'aspetto turistico (con un maggior numero di presenze durante la stagione estiva) sia in termini di crescita economica di un territorio a cui sono mancate le occasioni di sviluppo. Opportunità che ora sono offerte dall'approdo turistico, dotato di 420 posti barca (su una superficie di 18.000 metri quadrati) la cui costruzione è totalmente a carico della ditta aggiudicatrice dei lavori: il Consorzio Stabile Poliart - Lombardi Progeyet Srl Polyart-Lombardi Project, società capogruppo con sede a Bari. L'opera costerà qualcosa come 16 milioni di euro, che l’impresa recupererà con la gestione per 30 anni della struttura portuale. Nelle sue vicinanze, inoltre, sarà allestito un ampio parcheggio, su un'area di 4.000 metri quadrati, la cui copertura in pannelli solari fotovoltaici produrrà energia elettrica al servizio della stessa struttura. In più, una piccola zona sarà riservata all'insediamento di nuove attività turistiche e commerciali. Allo stato, l'iter burocratico è già partito con l'approvazione, mediante la determina del responsabile unico del procedimento (architetto Nicola Domenico Donato), dello schema di convenzione contenente le indicazioni delle tariffe da proporre ai futuri fruitori della banchina e il via libera, sotto l'aspetto della certificazione antimafia, da parte della prefettura. Ora si sta lavorando alacremente al progetto definitivo che è in itinere e sarà completato per fine mese, quando passerà al vaglio della Regione che dovrà valutarne l'incidenza e l'impatto ambientale. Il cantiere sarà aperto entro settembre dell'anno corrente con settembre del 2012 come data fissata per la consegna dell'opera finita. Lo scalo sorgerà in un punto strategico del comune, ossia in località “Marina di Briatico”, davanti alla torre saracena “La Rocchetta”(che si collocherà al centro dell'approdo turistico), una fascia costiera disseminata di strutture ricettive. Insomma, a Briatico si scrive la storia. Il sindaco Andrea Niglia e la suacompagine, nel mettere in Madison Antonietta Pdci Antonietta Groupsale Pino Iconio Felice Simone Rosso Fajettu su Facebook A 700 persone piace Rosso Fajettu. Mi piace Plug-in sociale di Facebook Consigli Rosso Fajettu: Torneo di calcetto Estate 2011 – Zambrone 3 persone consigliano questo elemento. Rosso Fajettu: Ultimo cetriolo estivo. Comunicato UGL Polizia di Stato VV 2 persone consigliano questo elemento. Rosso Fajettu: LA SPAZZATURA E' ENTRATA NEL "PAESAGGIO" LOCALE: FINO A QUANDO DOVREMO SOPPORTARE QUE 8 persone consigliano questo elemento. Rosso Fajettu: Emergenza rifiuti, soluzioni temporanee 2 persone consigliano questo elemento. Plug-in sociale di Facebook LETTORI Rosso Fajettu rossofajettu AIUTA ROSSO FAJETTU LEGGI ROSSO FAJETTU VIA EMAIL Email address... Submit Prestiti INPDAP 75.000! A Dipendenti e Pensionati anche con Altri Mutui in Corso, Tutto in 48h! www.DipendentiStatali.it/INPDAP Hotel Brucoli Village Brucoli Village 29 recensioni. Confrontare prezzi e recensioni! TripAdvisor.it/Brucoli_Village Eva Henger è 'Suor Celeste' in un film girato in Calabria Finalmente nel vibonese attrici di un certo calibro La bellissima e sensuale Eva Henger sarà in Calabria nelle insolite vesti di Suor Ce... Contromarra in piombo di eta’ greca (V- III secolo A.C.) trovata a largo della Costa degli Dei. Il reperto archeologico recuperato dai sommozzatori della Guardia di Finanza di Vibo Valentia, si trovava a 12 metri di profondita’. L'... La mappa delle cosche Una grande “famiglia” e tante ‘ndrine satellite. Venti cosche in una provincia con meno di 200 mila abitanti, crocevia della ‘ndrangheta cal... Emergenza rifiuti, soluzioni temporanee Tempi brevi per la realizzazione del centro di trasferenza nei pressi dello svincolo autostradale di Mileto di Nicola Lopreiato Da Pi... IN VOGA Ma la Provincia.. http://t.co/SdjBXo7 9 hours ago · reply · retweet · favorite Ma la Provincia.. 9 hours ago · reply · retweet · favorite Ultimo cetriolo estivo. Comunicato UGL Polizia di Stato VV http://t.co/k26UdLH 9 hours ago · reply · retweet · favorite Condividi Segnala una violazione Blog successivo» Crea blog Entra
  20. 20. Pubblicato da rossofajettu @ 08:09 Etichette briatico, infrastrutture, servizi Briatico Vecchia, sì alla riqualificazione Le note musicali di Fabio Conocchiella arrivano a Betlemme Il fotogramma del disastro pratica l'ambizioso progetto, hanno tenuto bene in mente non soltanto le ricadute economiche insite nella presenza dell'approdo turistico, ma anche e soprattutto i preventivabili risvolti sociali che si si accompagneranno ad esso: si parla di almeno 15 posti di lavoro. Tutto il progetto (curato dal capogruppo ingegnere e professore Ruggero Lecario) è a costo zero per l'ente comunale che è ricorso ad uno strumento agevolato per i lavori pubblici garantito dalla normativa europea: la finanza a progetto. Il Comune si limiterà ad assumersi l'onere di una strada alternativa, compresa nel Piano Triennale delle Opere pubbliche presentato dall'esecutivo municipale, larga 12 metri e lunga 100, destinata a consentire tranquillamente l'accesso dei natanti al molo e prevenire il possibile danneggiamento del vicino Arco del Mulino, monumento appartenente al patrimonio storico-artistico di Briatico che, quindi, non subirà alcun deturpamento. «Negli ultimi tre anni - ha dichiarato il primo cittadino Andrea Niglia - abbiamo lavorato intensamente per far sì che ai buoni propositi seguissero fatti concreti. E' stato effettuato uno studio preliminare e aperto un confronto con i responsabili della Cassa Depositi e Prestiti - Sezioni Grandi Mutui - di Roma, al fine di trovare una soluzione accettabile e minimizzare i costi di quella che io amo definire “un'impresa”. Sono contento di averla portata a buon fine. E' stato molto difficile raggiungere la meta ma finalmente ci siamo riusciti. Briatico avrà il suo porto, candidato a diventare un polo d'eccellenza per l'intero Vibonese. Tra l'altro, è in fase di progettazione un Centro servizi riservato ai diportisti e alla comunità briaticese dei pescatori, depositaria di una tradizione ittica che si perde nei tempi. Infine, Briatico e il suo comprensorio - ha concluso il giovane amministratore - non potranno che ricevere giovamenti dal costituendo approdo». fonte: http://tropeaperamore.myblog.it/archive/2010/01/22/il-porto-di- briatico-presto-una-realta.html Ti potrebbero anche interessare: LinkWithin 0 8 commenti: Associazione ha detto... ...e ci potremo dimenticare di queste belle fotografie con l'acqua trasparent. Per quelli che ci sono cresciuti, è il posto più bello del mondo, con la spiaggia, "i guzzi" e tutto il resto...ben presto però se quello che dicono è vero ci potremo dimenticare i bagni "a' marina" e "i tuffi du' molu"... quando dappertutto l'acqua era sporca e l'unico posto pulito era la marina...il nuovo porto distruggerà tutto questo e metterà al suo posto cemento su cemento...porterà certamente dei posti di lavoro...sempre che il lavoro venga dato ai Briaticesi,ma mi domando se è proprio questo quello che vogliamo... sicuramente ci mancherà questo panorama che è da sempre simbolo della nostra città. Sergio 23 gennaio, 2010 19:06 Fajettu ha detto... Join the conversation Prestiti INPDAP 75.000! A Dipendenti e Pensionati anche con Altri Mutui in Corso, Tutto in 48h! www.DipendentiStatali.it/INPDAP Villaggi Last Minute -90% La tua vacanza perfetta con sconti fino al 90%. Iscriviti Gratis! Groupalia.com/villaggi_vacanze Le creazioni di Carmela Promote your Page too RFJ GALLERY - INVIATE LE VOSTRE FOTO! RFJ VIDEO LA SPAZZATURA E' ENTRATA NEL "PAESAGGIO" LOCALE: FINO A QUANDO DOVREMO SOPPORTARE QUEST'ALTRA VERGOGNA !!?? Possibile che non si possa fare nulla per sbloccare la vergognosa ed incivile situazione che "blocca" da mesi, ormai, la regolare raccolta... Rifiuti, si torna in Prefettura Critico Gaetano Vallone: l'intervento di Scopelliti non ha prodotto nulla di Viviana Mazzocca Vertice in Prefettura con i sindaci del com... Bella iniziativa e grazie per continuare a ricorda... - brasilandia e cosa mi dite dei cassonetti dati alle fiamme con... - maria Purtroppo e' ormai ufficiale sembriamo una dis... - Antonio Parbonetti LE COSE CHE HO VISTO ANCHE QUESTA ESTATE A BRIATIC... - mario56 Grande Briatico.. ben detto... 2500 euri... quasi ... - Francesco LA VOSTRA VOCE Prime immagini alluvione Marina di Briatico Sei vibonesi finiti nelle maglie della maxi- operazione "Il Crimine" Eva Henger è 'Suor Celeste' in un film girato in Calabria La mappa delle cosche Mare sporco da Pizzo a Vibo Marina Spaccio di droga a Vibo: Operazione “Ghost”, 39 arresti. I DETTAGLI Alluvione alla Marina di Briatico Briatico. Donna denuncia aggressione al marito Vibonesi in trasferta. Rapinavano in Lombardia le pompe di benzina 'Ndrangheta, le cosche riprendono a sparare PIÙ LETTI DI SEMPRE Comune di Briatico Amministrazione Briatico (FB) Carabinieri di Briatico (FB) INFORMAZIONI UTILI Ultimo cetriolo estivo. Comunicato UGL Polizia di Stato VV 9 hours ago · reply · retweet · favorite
  21. 21. Al porto sono stato sempre estremamente favorevole, e lo sono tuttora, a Briatico serve eccome, significa più opportunità, nuove possibilità. Di tutti quelli che ho sentito, e non da ora, criticare questa infrastruttura nessuno ha mai accennato ad alternative tali da poter rianimare quel cadavere dell'economia briaticese, mai. 24 gennaio, 2010 20:45 Associazione ha detto... Io non critico le possibilità di crescita economica che potrebbe dare questa infrastruttura all'economia del nostro paese, anzi... il mio commento è solo una nota nostalgica per un immagine che è stata simbolo della mia e della nostra gioventù, ma se questo è il prezzo che dobbiamo pagare per questa "ripresa", sono disposto a sacrificarla. Soltanto, rimango un po scettico quando leggo che la gestione del porto rimarrà in mano di privati per i prossimi 30 anni; spero che in qualche modo l'amministrazione pubblica tuteli i cittadini di Briatico dando loro l'opportunità di partecipare attivamente a questa nuova fonte economica e non solamente di restare a guardare mentre come al solito i "forestieri" vengono e si arricchiscono sfruttando le NOSTRE RISORSE! Sergio 25 gennaio, 2010 13:11 Giusy Staropoli ha detto... Dire no ad un porto che potrebbe "Forse" cambiare volto a questo piccolo paesello nessuno potrebbe farlo.... Ma ad un porto impiantato in un sito unico come quello della marina allora fa' tanto riflettere! Perche' non il progetto del porto sotto il lungomare che sarebbe decisamente a stretto contatto-diretto- con il paese o nella zona di Cocca, dove non creerebbe invasione alcuna ne'di paesaggi ne' di memorie? Nell'articolo sul quotidiano si e' letto :con il nuovo porto turistico Briatico incomincera' a scrivere la sua storia.... Bhe' io invece penso che con la realizzazione del porto turistico alla marina, Briatico cancellera' l'intera pagina della sua storia che dopo la sepoltura tra le spine e l'abbandono delle spoglie di Briatico vecchio, i resti impolverati della sua storia sono rimasti tutti racchiusi li', in quello scorcio di marina tra le affrante e soleggiate pietre della torre e l'ormai sedotto mulino della rocchetta! Lo sviluppo di un paese non puo' avvenire mirando solamente al potere economico, ma un vero sviluppo e' un perfetto connubio tra tutto cio' che lo caratterizza storia, arte, economia e non e' rinunciando o meglio pagando dei prezzi che si potra' risorgere a vita nuova in questa terra amara...... Non saprei contarle le pagine di storia, le riviste i giornali e le televisioni in cui si e' mostrata una Calabria e dunque non solo la piccola Briatico , fatta di quella torre e quel mare ..... e come si puo' allora sgualcire cio' che racconta la storia dei padri, cio' che la racconta la storia dei figli , la nostra storia per questo dannato e forzato modernismo sconsiderato...... Il Porto sara' certo una grande risorse se misurato nei giusti modi e con gli obiettivi di un vero sviluppo sociale , ma chi abbia coscienza non permetta uno squilibrio innato e nel tempo immutato di quel lembo di terra e di mare e venga considerata l'idea di spostare questo seppur splendido progetto ovunque altro posto si voglia..... ma non si tocchi Briatico al centro del suo cuore: "la marina"...... perche' non c'e' piu' gente senza storia come non c'e' storia senza gente...... 28 gennaio, 2010 16:05 Lorenzo ha detto... Se si è scelto di impiantarlo nella località della Marina, è perchè è l'unica zona che si presta al progetto. Sia sotto il lungomare che nella zona di Cocca, non ci sono i requisiti per la realizzazione del porto. Richiede un ampio spazio, una certa posizione che solo la marina ha. Inoltre, nella zona Marina ci sono due ampie zone di parcheggio che, invece, nelle altre due zone sopracitate powered by briatico (383) cronaca (238) disservizi (148) eventi (142) comune briatico (123) 'ndrangheta (122) vibo valentia (110) tutela ambiente (104) cultura (88) politica (82) tradizioni (79) personaggi (72) servizi (67) turismo (66) vibo marina (55) alluvione (53) tropea (51) pizzo calabro (40) musica (39) odissea (32) frodi (31) inquinamento (31) abusivismo (30) lavoro (29) volontariato (28) droga (24) imprese (24) cinema (23) storia (23) calcio (21) malasanità (21) chiesa (20) pesca (20) letteratura (19) scuola (19) comunali 2010 (18) elezioni (17) infrastrutture (16) tutela beni culturali (16) racket (15) arte (14) iniziative (13) sport (13) legalità (12) parghelia (12) incendi (11) poesia (11) monitoraggi (10) zambrone (10) SI PARLA DI: cessaniti (9) lavoro nero (9) maierato (9) contributi (8) ricadi (8) sicurezza stradale (8) usura (8) disagi (7) dissesto (7) nicotera (7) pubblicità (7) Blogsfera (6) cucina (6) mileto (6) associazionismo (5) dialettu calabrisi (5) estorsioni (5) euriatikon (5) moda (5) willy (5) astronomia (4) dibattiti (4) recensioni (4) referendum (4) sciopero (4) sindacato (4) statistiche (4) terremoto (4) armi (3) diritti (3) ecologia (3) esterni (3) massoneria (3) prostituzione (3) san costantino (3) serra san bruno (3) video (3) antimafia (2) archeologia (2) baroni (2) depurazione (2) economia (2) estate (2) giovani (2) lettere (2) libri (2) limbadi (2) potenzoni (2) sesso (2) televisione (2) vandalismo (2) autonomie locali (1) brattirò (1) democrazia (1) denuncia sociale (1) edilizia scolastica (1) facebook (1) federalismo (1) fiere (1) governo berlusconI (1) informazione (1) islam (1) nautica (1) nord (1) penitenziari (1) proibizionismo (1) religiosità (1) san gregorio (1) satira (1) spilinga (1) teatro (1) twitter (1) viabilità (1) vino (1) ! 2011 (233) " 2010 (399) ! dicembre (35) ! novembre (30) IL PASSATO RITORNA Statuto Comune di Briatico(pdf) Briatico (Wikipedia) Mappa Briatico Tropea Transfer (3476089024) Dolomiti sul Mare**** Lido San Giuseppe**** Green Garden Club*** Baia della Rocchetta*** VILLAGGI TURISTICI Palazzo Marzano**** Hotel Solari*** HOTEL Eleutheria - San Costantino di Briatico ASSOCIAZIONI Eterni sapori di Calabria E-COMMERCE ©2011 ilMeteo.it Briatico Oggi Sera Nubi sparse Domani - 25/08 Mattino Nubi sparse Pomeriggio Nubi sparse Sera Nubi sparse Dopo domani - 26/08 Mattino Sereno Pomeriggio Nubi sparse Sera Nubi sparse METEO BRIATICO Amici della Calabria Cardeto Mcmamauri @ Flickr Montebello Ionico nell'orizzonte non c'è solo il tramonto Nicola Conocchiella Blog Oltre l'infinito... Parghelia85 Percorsi di autonomia amministrativa e mentale PizzoCalabro.it SOS Briatico Tropea per amore Vibo Marina.eu Vibonesiamo Zetapetrolio RFJ LINK CANALI YOUTUBE
  22. 22. Post più recente Post più vecchio Home page Iscriviti a: Commenti sul post (Atom) Posta un commento Crea un link mancano. Quindi, pensate ai grandi disagi di traffico (e non solo) se si decidesse di spostare la realizzazione nella zona lungomare o Cocca. Per cui, l'unica zona adatta al progetto è la Marina. Ma non la prenderei come una notizia negativa, perchè è stata assicurata la conservazione del Mulino e della Rocchetta, che saranno invece valorizzati e assolutamente non distrutti (ci mancherebbe!). 31 gennaio, 2010 10:34 angelo ha detto... io nn capisco xchè l'ammodernamento di un paese deve sempre e solo passare da opere di cemento e mai da opere di valorizzazione eco-sostenibili..il porto secondo me nn valorizza, semmai distrugge x imporsi cm risorsa unica..in qsto caso io avrei rivalutato la marina secondo gli standard ke gli competono, cioè,con la ristrutturazione totale del borgo, della torre e del mulino e con in più la messa in sicurezza del porto dei pescatori, ke cn le sue barchette colorate avrebbe potuto essere un punto di esclusività regionale..così invece avremo un "nuovo" ke distrugge un "vekkio", senza che il nuovo sia per forza nuovo, xchè nn si sta realizzando nulla di esclusivo..solo un copia e incolla visto e rivisto, cn l'eccezione però che in altri posti (vedi Tropea) si è prima riedificata la cultura e la tradizione tramite il rilancio morale della città, poi hanno costruito il porto..qui partiamo al contrario, sperando nell'effetto domino, ke secondo me nn avverrà..GENTE DI BRIATICO, RICORDATEVI KE IL PORTO NON SARA' IL VOSTRO, MA SARA' DI UNA SOCIETA' ESTERNA X 30 ANNI KE LO GESTIRA' A SUO PIACIMENTO, NON A VOSTRO! A voi nn resta altro ke guardarlo da lontano e farvi una passeggiata e dire "una volta qua c'era la marina"..ma qsta amministrazione c ha abituati alle sue privatizzazione degli spazi pubblici e soprattutto c ha abituati alla disapprovazione della cultura paesana..la nostra identità andrà a morire sotto tonnellate di cemento, poi però potremo dire "a briaticu avimu u portu"..DISASTRO AMMINISTRATIVO! 05 febbraio, 2010 17:36 Poetessa del Cuore ha detto... Mai stata cosi' daccodro Angelo su quello che dici..... e' importante riedificare con forza cio' che gia' c'e' e non versare cemento su pezzi di storia che fanno vivva la civilta' del nostro paese...... Si ascolti bene...un posto come la marina , un altro uguale non c'e'.. 06 febbraio, 2010 08:09 nino ha detto... 16 milioni di euro per "almeno" 15 posti di lavoro ... il conto è presto fatto: più di 1 milione a posto di lavoro ... diamoglieli direttamente ai "lavoratori"!!! e cerchiamo di ripristinare l'equilibrio naturale totalmente violentato a Briatico. Non sarà solo campagna elettorale? Nino 12 febbraio, 2010 22:26 Permalink LINKWITHIN ! ottobre (43) ! settembre (30) ! agosto (40) ! luglio (42) ! giugno (31) ! maggio (26) ! aprile (33) ! marzo (33) ! febbraio (33) " gennaio (23) Briatico - Tipiche barche dei pescatori Capitaneria di porto, "sentinella" del mare Movimentazione del pet-coke Indagine scientifica d... Briatico. Vendeva pesce avariato, arrestato Il porto di Briatico presto una realtà ASC Briaticese. Aria di satira ASC Briaticese. BATTUTA D’ARRESTO ! Briatico: Vende pesce accatastato nell'auto sporca... Sicurezza, sono sei i progetti finanziati dal mini... Smaltimento illegale di rifiuti, un arresto e due ... Gelmini - Rocco Cantafio Briatico. Uccise due cugini e ferì l'autista di un... Briaticese. Che bravi i nostri pulcini! Briaticese. L’Asc della seconde linee ritorna a co... Briatico. Arrestato per scontare una pena di un me... Criminalità, Libera innesca la miccia del riscatto... Niente più polistirolo in discarica l'isola ecolog... Briaticese. Derby da paura! Piano di rientro, così la sanità punta a dare serv... Briatico. Il presepe vivente nel racconto ricordo ... Alluvione Vibo, Idv: «Si proceda alla liquidazione... Tutto pronto per il Calabria Day Racket: bruciato mezzo per la raccolta dei rifiuti... filippoanile mussutu Robyr87 Google News Repubblica.it Corriere.it Il Quotidiano Giornale di Calabria INFORMAZIONE Rate My Blog --
  23. 23. ! 2009 (274) ! 2008 (121) ! 2007 (137) ! 2006 (96) Briatico Vibo Valentia Calabria Reperto archeologico trovato a largo della Costa degli Dei ANSA.it Un prezioso reperto archeologico e' stato recuperato in mare al largo della costa di Briatico, nella Costa degli Dei, dai sommozzatori della Guardia di finanza di Vibo Valentia. Il reperto e' una contromarra in piombo, del tipo a tre fori, ... Articoli correlati » E' ancora guerra sulla piramide di San Costantino di Briatico CN24 Non accennano le polemiche sl monumento piramide a San Costantino di Briatico. In merito, c'è da registrar la nota di Agostino Vallone. "Piazza Baracche, nella frazione di San Costantino ospita un monumento di forma piramidale di recente costruzione e ... Articoli correlati » Briatico: violenza a pubblico ufficiale, un arresto e 2 denunce CN24 Il fatto e' avvenuto ieri a Briatico, un centro turistico sulla costa vibonese. I militari dell'Arma diretti dal maresciallo Antonio Alaia, si erano recati presso l'abitazione del giovane per invitarlo in caserma dopo che aveva avuto un animato ... Articoli correlati » Oggi, domenica 14 agosto 1° Galà di danza in piazza Briatico (VV) InfoOggi 1° Galà di danza in piazza a Briatico e l'amministrazione comunale premia Nino Grasso e Luigi m. Lombardi Satriani Briatico- Oggi, domenica 14 agosto, in Piazza IV Novembre a Briatico, si svolgerà il "1° Galà Città di Briatico". ... powered by Speech by ReadSpeaker ASCOLTA
  24. 24. Rosso Fajettu. Modello Picture Window. Powered by Blogger.

×