Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Ara pacis presentazione completa - 2011-2012

611 views

Published on

Published in: Design
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Ara pacis presentazione completa - 2011-2012

  1. 1. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACISDi questa realizzazione il Rotary Club Roma Sud ha il merito precipuo della ideazione e della promozione,dovute a Giuseppe Furitano che, nellanno 1969, rivestiva contemporaneamente la carica di Direttore delleAntichità e Belle Arti di Roma e di Presidente della Commissione per le iniziative di pubblico interesseallinterno del Club. Dopo anni di inutili tentativi per lo stanziamento nel bilancio comunale delle sommeoccorrenti al restauro del monumento e alla ricostruzione della sua teca protettiva progettata dal Morpurgo,(le grandi lastre di cristallo erano andate distrutte nel bombardamento del Quartiere di San Lorenzo, in unmagazzino nel quale, allinizio della seconda guerra mondiale, erano state conservate), Furitano proposealla propria Commissione rotariana, al Presidente del Club Pasquale Carbonara, al Presidente del Comitatodei Club ospitanti il Congresso dellEnaem, Carlo dAmelio, ed allallora Governatore Cianci, lavocazione aiRotary romani, con la collaborazione e il contributo anche di altri enti ed istituzioni, dellonore e delloneredel ripristino del monumento e del relativo Mausoleo. Tutto questo sia perché esso simboleggiava la Pax Augustea, quella pace che da Roma - per volontà diAugusto e pochi anni prima della nascita di Cristo - era stata garantita per lungo tempo al mondo alloraconosciuto, sia perché il ripristino coincideva con il raduno a Roma di migliaia di Rotariani dEuropa e delbacino del Mediterraneo, sia, infine, perché liniziativa voleva costituire un atto damore per Roma, nellaricorrenza del primo centenario della sua proclamazione a Capitale dItalia.Lavvenimento suscitò enorme interesse ed elevati riconoscimenti al Rotary e la rivista "Dibattiti Rotariani"vi dedicò uno dei suoi fascicoli (n. 5-6, novembre 1970), contenente unampia illustrazione delle vicenderelative al ritrovamento e alla rimessa in luce dellAra, la minuziosa descrizione dei bassorilievi cheladornano, accompagnata da una completa documentazione fotografica, oltre alla testimonianza che lalodevole iniziativa era da attribuirsi al Rotary Club di Roma Sud, che aveva rotto, con lappoggiodellAssessore comunale alle Antichità e Belle Arti, Adriano Mazzarello, gli indugi, le incertezze e lepolemiche che avevano bloccato per vari decenni lazione del Comune.
  2. 2. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS La risonanza fu mondiale. La rivista "Le Rotarien" di Francia pubblicò un ampio servizio con il titolo:"Roma, un sogno di pace". Il saggista argentino Rafael dAuria, nel suo libro "San Martin en Rome y otrosEnsayos" (Biffignandi Ediciones, Cordoba, 1977, p. 188 e segg.) descrive lo storico evento nel capitolo "ElAra Pacis Augustae y el Rotary Club", esaltando liniziativa e sottolineando il plauso unanime che essoaveva ovunque suscitato.Allopera di ripristino collaborarono egregiamente tutti i Rotary Club romani - Comitato Ara Pacis - per ilfinanziamento, lassemblaggio e la sovraintendenza organizzativa ai lavori, con la sovraintendenza tecnicae artistica del Comune di Roma (Ripartizione Antichità e Belle Arti e Ripartizione del Tecnologico).Importanti furono anche i contributi della Co.Ge.Co. per le opere murarie, di tinteggiatura e diorganizzazione di cantiere, della la Fabbrica Pisana Saint Gobain per la fornitura dei cristalli temperatiSecurit e dei vetri retinati, armati e colorati, delllEdilvetro del Geom. Franco Amato per lesecuzione deitelai, la posa in opera dei prodotti vetrari e la formazione delle grandi vetrate e della ditta Ing. DellAquilaper la impermeabilizzazione del soffitto e altri lavori, oltre che del Prof. Fulvio Vettraino per le opere direstauro.I lavori furono condotti a tempo di primato. Iniziati nel maggio 1970, ai primi giorni di settembre dellostesso anno, e cioè in quattro mesi, erano terminati. Fatto questo sorprendente, ma reso possibiledallentusiasmo che animò imprese e maestranze, dalla perfetta organizzazione delle forniture dei materialie dellesecuzione delle opere, organizzazione in cui si distinse, per generosa dedizione, AntonioTranquilli, Socio e poi Presidente del Club di Roma Sud, che seguì personalmente e giornalmente, anchedurante i mesi estivi, il progredire delle delicate e complesse operazioni.A giusto titolo la Giunta municipale deliberò allunanimità di attribuirgli il titolo di Conservatore OnorariodellAra Pacis Augustae.
  3. 3. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS Medaglie furono anche donate dallAmministrazione capitolina al Club Roma Sud, a Carlo dAmelio e allostesso Tranquilli, nel corso di una solenne cerimonia in Campidoglio.Da quel tempo, a più riprese, il Past Governor Carlo dAmelio, per tale sua qualità e come Presidente delComitato dei Club ospitanti la Convention di Roma del 1979, interessò le più alte autorità governativeperché fossero compiuti passi ufficiali presso il Governo francese per la restituzione allItalia di altriframmenti dellAra Pacis, custoditi al Museo del Louvre e a Villa Medici. E ciò sullesempio dei MuseiVaticani che, per volontà di Papa Pio XII, qualche anno prima, avevano restituito al Comune di Roma unframmento delle sculture di ornamento dellAra.Sotto la spinta di questi eventi (che, a ben ragione, possiamo oggi definire "gloriosi"), nella stessa,feconda, annata rotariana 1968-69, sotto la Presidenza di Carlo dAmelio, il Rotary Club di Roma Sud istituìil PREMIO ARA PACIS .In occasione dell’assegnazione del Premio ai Frati Francescani della Chiesa dellaNatività di Betlemme, su iniziativa del Presidente del Club Romolo Ghi, con il consenso unanime delConsiglio Direttivo, il 30 maggio 2002 si è svolta – nel Palazzo Barberini di Roma -, con la partecipazionedel Governatore del Distretto 2080, Antonio Lico, e dei Rotary Clubs romani, una Tavola Rotonda dal tema“ARA PACIS AUGUSTAE: un Monumento da tutelare” alla quale hanno preso parte autorevoliRappresentanze del Comune di Roma, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e delle Sovrintendenzeinteressate.
  4. 4. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACISDa sinistra a destra: Antonio Tranquilli, coordinatore del restauro, lAssessore alla Cultura A. Mazzarello, Carlo DAmelio e Giuseppe Furitano, Direttore delle Antichità e Belle Arti del Comune di Roma, nel 1970 durante un sopralluogo.
  5. 5. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS - 1° Anno 1° Anno del Premio ARA PACIS Anno 1968-1969 al giornalista Giovanni Russo Il Premio ARA PACIS negli anni successivi Anno 1969-1970 al medico Raffaele Cortesini MOTIVAZIONE Anno 1970-1971 al giornalista Giovanni Spadolini Anno 1971-1972 al chirurgo Benedetto Strampelli «La sua opera "Il fantasma tecnologico" è la sintesi di un ampio Anno 1972-1973 al Centro Internazionale Radio Medico lavoro di documentazione condotto in tutta lEuropa, e analizza il cosiddetto Anno 1974-1975 al Cardinale Alfredo cui si intrecciano i «divario» tecnologico intorno a Ottaviani Anno 1975-1976 alla Divisione Meccanizzata Mantova principali temi della politica mondiale. Lopera costituisce una Anno 1976-1977 alla Unione Italiana Assistenza all’Infanzia indispensabile e Anno 1977-1978 a Virgilio Testa degli sforzi di utilissima premessa teorica quanto operano nei vari campi per la soluzione dei problemi Anno 1978-1979 al Papa Giovanni Paolo II° europei e assume il 1979-1980 alle Forze contributo al concreto Anno valore di ottimo Armate Anno 1980-1981 alla Repubblica Araba d’Egitto sviluppo della solidarietà umana nella nostra società». (Roma, Palazzo Stato di Israele ed allo Braschi, 27 giungo 1969). Anno 1981-1982 al Centro Italiano di Solidarietà Anno 1982-1983 a don Vittorio PastoriMedaglione coniato per il premio ARA PACIS
  6. 6. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS Il Premio ARA PACIS negli anni successiviAnno 1983-1984 al Corpo dei Volontari del SoccorsoAnno 1984-1985 all’Aeronautica MilitareAnno 1985-1986 al Corpo Soccorso AlpinoAnno 1986-1987 all’Accademia di FranciaAnno 1987-1988 alla Caritas ItalianaAnno 1988-1989 al Padre Luigi FerlautoAnno 1989-1990 alla Associazione della Stampa Estera in ItaliaAnno 1990-1991 al Corpo Infermiere VolontarieAnno 1991-1992 alla Associazione Italiana Volontari SangueAnno 1992-1993 all’Arma dei CarabinieriAnno 1993-1994 ai Medici Senza FrontiereAnno 1994-1995 all’Associazione Pionieri dell’AreonauticaAnno 1995-1996 al Corpo Nazionale dei Vigili del FuocoAnno 1996-1997 al Centro Riabilitazione Equestre “Tina de Marco”ed al Club Volovelistico AcrobaticoAnno 1997-1998 alla Comunità di Sant’EgidioAnno 1998-1999 al National Geographic MagazineAnno 1999-2000 al Circolo di San Pietro
  7. 7. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS Il Premio ARA PACIS negli anni successiviAnno 2000-2001 alle Suore Missionarie della Carità di Madre Teresa di CalcuttaAnno 2001-2002 ai Padri Francescani Custodi della Chiesa della Natività di BetlemmeAnno 2002-2003 alla Città di New YorkAnno 2003-2004 alle Forze Armate ItalianeAnno 2004-2005 all’UnicefAnno 2005-2006 all’ A.I.R.C. Associazione Italiana per la Ricerca sul CancroAnno 2006-2007 alla Lega del Filo d’OroAnno 2007-2008 all’Istituto Rizzoli di Bologna, Dipartimento Oncologia MuscoloscheletricaAnno 2008-2009 all’A.I.L. - Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e MielomaAnno 2009-2010 all’Istituto Nazionale Tumori Regina ElenaAnno 2010-2011 al F.A.I. - Fondo Ambiente Italiano
  8. 8. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 3° Anno Anno 1970-1971 al Prof. Giovanni Spadolini MOTIVAZIONE «A Giovanni Spadolini, storico e studioso delle correnti politiche e sociali del mondo contemporaneo, la storiografia italiana del novecento è debitrice di alcuni dei suoi più importanti traguardi. Linsigne scrittore fiorentino, che ha avuto lonore di essere il primo professore di storia contemporanea dellUniversità italiana, ha al suo attivo fino ad oggi ben quattordici volumi di ricerche storiche, oltre ad una intensissima e feconda produzione di commentatore politico di grande rilievo anche quale direttore de «Il Resto del Carlino» e, attualmente, del «Corriere dellaSera».Degni di essere ricordati, perché essenziali nel quadro della cultura italiana contemporanea, sono gli studi dedicati al tema dei rapporti tra Stato e Chiesa nella società moderna, studi che infatti hanno soprattutto contribuito a conferire allo Spadolini la unanime, ammirataconsiderazione del mondo scientifico per laccuratezza dellindagine e la profondità del pensiero storico. Si tratta di volumi largamente noti come "Il Papato socialista", "Lopposizione cattolica", "Giolitti e i cattolici", "Il mondo di Giolitti", "Firenze capitale", "Il Tevere più largo" e, ultimo in ordine di tempo, il saggio compreso nel volume "Il XX settembre nella storia dItalia". A questa ricchissima bibliografia, per avere la misura delvalore e dei meriti scientifici dello Spadolini, bisogna peraltro aggiungere lattività di docente che, in ventanni di insegnamento presso la Facoltà di Scienze Politiche e Sociali "Cesare Alfieri" dellUniversità di Firenze, ha sempre rinnovato i corsi monografici, dedicandoli a temi di ampio respiro e di profondo interesse, quali i rapporti tra lItalia e lEuropa, fra la Chiesa e lo Stato, fra i partiti e le forze sociali del nostro Paese e delle nazioni occidentali». Roma, Palazzo dei Conservatori in Campidoglio, 24 giugno 1971).
  9. 9. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 6° Anno Anno 1974-1975 al Cardinale Alfredo Ottaviani MOTIVAZIONE«In riconoscimento dei meriti acquisiti per le sue attività sociali e umanitarie cui ha dedicato con slancio e fervore di operare il suo agire, fedele al proprio motto "Semper idem"». (Roma, Palazzo Barberini, 5 giugno 1975).
  10. 10. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 10° Anno Anno 1978-1979 al Pontefice Giovanni Paolo II° MOTIVAZIONE«A Sua Santità il Sommo Pontefice Giovanni Paolo II che dallalto della Cattedra di Pietro con la parola, lesempio, il sacrificio è guida di tutte le genti sulle vie della pace, illuminate dalla solidarietà, dalla carità, dallamore». (Roma, Sala Paolo VI in Vaticano, 14 giugno 1979).
  11. 11. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 11° Anno Anno 1979-1980 alle Forze Armate Italiane MOTIVAZIONE «Immagine della migliore gioventù dItalia, le Forze Armate di terra, di mare e di aria, pur adempiendoal compito di vigili scolte dellintegrità della Patria, servono in silenzio la causa della solidarietà umana, prodigandosi nel settore terrestre ed aereo in zone colpite da cataclismi e disastri portando i mezzi navali in mari lontani per assicurare la salvezza a popolazioni profughe e affrontando rischi fino al sacrificio della propria vita in difesa delle istituzioni patrie contro ogni violenza eversiva, in una lotta senza quartiere che impegna particolarmente Carabinieri, Guardie di Pubblica Sicurezza e Guardie di Finanza». (Roma, Palazzo Barberini, 18 giugno 1980).
  12. 12. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 12° Anno Anno 1980-1981 alla Repubblica Araba d’Egitto ed allo Stato d’Israele MOTIVAZIONE «Alla Repubblica Araba dEgitto ed allo Stato dIsraele, che, sotto la guida coraggiosa e tenace dei rispettivi governi, hanno saputo superare, anche a prezzo di sacrifici e rinunce, la tragica frattura della guerra e che, ispirandosi agli alti idealidella Umana solidarietà, hanno intrapreso insieme le ardue e luminose vie di comprensione e della pace tra i popoli, confermando così i valori propri del Rotary». (Cairo, Gerusalemme, 8 maggio 1981).
  13. 13. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 13° Anno Anno 1981-1982 al Centro Italiano di Solidarietà MOTIVAZIONE«Impegnato con le sole armi della carità e dellamore nella strenua silenziosa battaglia contro la droga e animato da profonda fede nei trascendenti valori della persona umana, affronta ogni giorno la disperazione di innumerevoli giovani vite per ridonarle indenni alla famiglia e alla patria». (Roma, Palazzo Barberini, 18 giugno 1982).
  14. 14. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 14° Anno Anno 1982-1983 a don Vittorio Pastori MOTIVAZIONE «Animato da eccezionale spirito di carità cristiana e dotato di profondo senso di solidarietà umana,si è fatto instancabile promotore e organizzatore di soccorsi a popolazioni africane colpite da siccità e carestia, dedicandosi personalmente alla raccolta e al trasporto di ingenti quantità di viveri, medicinali e generi di conforto laddove più acute si manifestano le sofferenze.Esempio di generosa sollecitudine per i fratelli sventurati, illuminata da amore e sacrificio mirabili». (Roma, Palazzo Barberini, 26 maggio 1983).
  15. 15. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 16° Anno Anno 1984-1985 all’Aeronautica Militare MOTIVAZIONE «Per il validissimo contributo allo sviluppo della solidarietà umana fornito, senza limiti di frontiera, con il Servizio di Ricerca e Soccorso, con le attività di trasporto urgente di ammalati e traumatizzati gravi e di rifornimento di generi di necessità alle popolazioni colpite da calamità, operando diuturnamente con equipaggi pienamente consapevoli dellimportanza della missione assegnata e del suo significato altamente umanitario, animati da generoso slancio ed a rischio stessodella vita, fedeli alle più alte tradizioni aeronautiche di eroismo, di ardimento e di generosità». (Roma. Palazzo Aeronautica, 24 maggio 1985).
  16. 16. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 23° Anno Anno 1991-1992 alla Associazione Volontari Italiani donatori di Sangue MOTIVAZIONE « Con dedizione e generosa attività promuove e regola l’impegno altruistico dei Volontari del Sangue. Essi, donando senza trarne vantaggio una parte di se stessi a favore di chi ne ha necessità perriacquistare la salute o aver salva la vita, compiono un altissimo e prezioso atto di umana solidarietà ». (Roma, Hotel Ambasciatori, 28 maggio 1992).
  17. 17. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 24° Anno Anno 1992-1993 all’Arma dei Carabinieri MOTIVAZIONE « All’Arma dei Carabinieri, suprema sintesi di quei valori profondi di lealtà, di fedeltà e di servizioal Paese, alle Istituzioni ed ai Cittadini, fino all’estremo sacrificio, che tengono alto l’ideale di Patria ». (Roma, Hotel Ambasciatori, 27 maggio 1993).
  18. 18. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 27° Anno Anno 1995-1996 al Corpo dei Vigili del Fuoco MOTIVAZIONE « perché l’unica fiamma che non riusciranno a spegnere è quella che, ardendo nei loro cuori,li rende sempre pronti ad intervenire in soccorso dei cittadini in ogni situazione di emergenza ». (Roma, Hotel Ambasciatori, 13 giugno 1996).
  19. 19. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 32° Anno Anno 2000-2001 Alle Suore Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta MOTIVAZIONE“per le 500mila famiglie che nutrono, i 90mila lebbrosi che curano, i 20mila bimbi ai quali danno un insegnamento, i 17mila disadattati che accolgono e assistono nelle loro 456 case in oltre 100 paesi del mondo, e 4000 sorelle e i 500 fratelli di Madre Teresa operanti con la croce di Cristo in mano ovunque manca il conforto dell’amore e ci sia da tergere lacrime di dolore”. (Roma, Palazzo Barberini, 24 maggio 2001).
  20. 20. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 33° Anno Anno 2001-2002 ai Frati Francescani della Chiesa della Natività di Betlemme MOTIVAZIONE”per l’altissimo significato della costante opera di speranza e carità che, anche con grave rischio della vita, essi prestano in un contesto di pericolo e di grande travaglio delle coscienze, dei popoli e delle religioni, senza mai abbandonare il Luogo Santo in cui Nostro Signore ha voluto venire in questo mondo” (Roma, Palazzo Barberini, 30 maggio 2002).
  21. 21. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 35° Anno Anno 2003-2004 alle Forze Armate MOTIVAZIONE“Chiamate in Iraq allo svolgimento di una importante operazione di pace e di ricostruzione sociale, hanno subito – nell’attentato di Nassiriya – il sacrificio di tanti giovani votati con entusiasmo al bene di quelle popolazioni travolte dalla guerra e bisognose di tutto. Esse continuano ad essere portatrici di una speranza: togliere alle armi e al terrore il potere di decidere, per affidare al popolo iracheno il proprio destino e la propria vita.” (Roma, Palazzo Barberini, 27 maggio 2004).
  22. 22. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 36° Anno Anno 2004-2005 all’UNICEF MOTIVAZIONE“per l’impegno fondamentale nell’aiutare i paesi più poveri a difendere da soli la vita dei loro bambini, che rappresentano la risorsa più importante di una nazione”. (Roma, Sala della Protomoteca in Campidoglio, 29 aprile 2005).
  23. 23. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 37° Anno Anno 2005-2006 all’A.I.R.C. Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro MOTIVAZIONE“per la tenacia nella promozione della ricerca scientifica nel campo della cura e dello studio dei tumori, con risultati ampiamente riconosciutiper la loro valenza scientifica ai massimi livelli internazionali”. (Roma, Hotel Ambasciatori, 9 maggio 2006).
  24. 24. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 38° Anno Anno 2006-2007 alla Lega del Filo d’Oro MOTIVAZIONE“per l’impegno profuso nell’assistere, riabilitare, recuperare e reinserire le persone sordocieche e pluriminorate sensoriali”. (Roma, Museo dell’Ara Pacis, 17 maggio 2007).
  25. 25. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 39° Anno Anno 2007-2008 all’ Istituto Ortopedico Rizzoli Dipartimento di Oncologia Muscoloscheletrica di Bologna. Direttore prof. Mario Mercuri. MOTIVAZIONEListituto Ortopedico Rizzoli è un centro superspecialistico traumatologico-ortopedico con attività di assistenza, ricerca scientifica ed insegnamento. Il fiore allocchiello di questo Istituto è la 5° Divisione, quella di Oncologia Muscoloscheletrica diretta dal prof. Mario Mercuri in cui si effettuano trattamenti su rari e devastanti tumori con risultati particolarmenti brillanti. E il centro di oncologia muscoloscheletrica più importante nel mondo. (Roma, Museo dell’Ara Pacis, 4 aprile 2008).
  26. 26. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 40° anno Anno 2008-2009 all’A.I.L. - Associazione Italiana contro le Leucemie - linfomi e Mieloma Presidente F. Mandelli. “In occasione della cerimonia di consegna del Premio ARA MOTIVAZIONE PACIS la lotta che conduce contro le malattie del sangue ed in favore “Per 2009. Il Presidente della Repubblica esprime apprezzamento deiper le finalita culturali e solidaristiche qualità della vita” relativi malati e per migliorare la loro perseguite. A quarant’anni dalla sua nascita, la manifestazione come significativo (Roma, Museo dell’Ara Pacis, 7 maggio 2009).appuntamento volto ad evidenziare il contributo di eminenti personalita in favore della pace e della solidarieta tra i popoli.
  27. 27. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 41° anno Anno 2009-2010 all’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena MOTIVAZIONE“centro di eccellenza nella ricerca scientifica e nella cura del cancro, che sta attuando un processo di umanizzazione dell’Ospedale attraverso un modello organizzativo altamente innovativo, capace di mettere al centro dell’Ospedale il paziente in quanto persona umana” (Roma, Museo dell’Ara Pacis, 28 aprile 2010).
  28. 28. Azione di Pubblico Interesse Il Premio ARA PACIS 42° anno Anno 2010-2011 al F.A.I. – Fondo Ambiente Italiano MOTIVAZIONE ““Fondazione che ha come scopo esclusivo l’educazione e l’istruzione della collettività alla difesa dell’ambiente e del patrimonio artistico e monumentale, la tutela, promozione e valorizzazione deiBeni di interesse artistico, storico e paesaggistico, della natura e dell’ambiente, della cultura e dell’arte” (Roma, Museo dell’Ara Pacis, 12 maggio 2011).
  29. 29. Rotary Club Roma SudRiavvolgimento della presentazione MF

×