Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

10 cose che ho imparato come community manager

1,944 views

Published on

Intervento a TagBoLab del 21 marzo 2011

Published in: Business

10 cose che ho imparato come community manager

  1. 1. 10 cose che ho imparato su LinkedIn come community manager
  2. 2. Due parole due su di me ...
  3. 3. Due parole due su di me ...
  4. 4. LinkedIn Business Awards 2010
  5. 5. LinkedIn in cifreLanciato il 5 maggio 2003... da un’idea di Reid Hoffman, co-fondatore.Business Social Network... LA piattaforma di riferimento per il business. Follower: Viadeo, XING.Quasi 100 mln di profili... “in media ogni giorno le iscrizioni avanzano al ritmo di un nuovo membro al secondo.1 mlnn di nuovi membri ogni 12 giorni”Oltre 1,5 mln di utenti italiani
  6. 6. in cifreNasce come gruppo LinkedIn... da un’idea di Roberto Ciacci, il 14 maggio 2008Group DNA:Business. Cultura Digitale. Rete. Locale & Globale. Online & Offline.Oltre 2800 adesioni... in media 30 nuove richieste di adesione a settimana. Sono accolte generalmente solo le richieste di adesioni provenienti dalla“Bologna Area” (geografia di LinkedIn!)Oltre 20 eventi dal vivo... abbiamo “mosso” circa 1500 persone in poco più di due anni di attività. Eventi NO budget. Attenzione al Live Storytelling e ainuovi format.
  7. 7. #1 - Aggrega la tua audience attorno ad un brand
  8. 8. Social Network o Social DB?
  9. 9. Single Sign OnUsare intelligentemente iSocial DBFacebook, Twitter, LinkedIn, Google .... It’s all about APIs.
  10. 10. #2is local ...
  11. 11. BusinessCommunity Map
  12. 12. # 3 - Partecipa (was: Ascolta)
  13. 13. #4 - online & offlineNews TemiAggregazione di notizie ed eventi legati al Contenuti info/formativi legati alla cultura digitalemondo del business locale bolognese. e al businessServizi Format informaliPer le aziende e per il professionista. Raccontiamo storie. Dal vivo e rompendo lo schema dei ruoli.AttivitàEventi. Media Partnership. Iniziative Networkingeditoriali. Creiamo e cementiamo relazioni.
  14. 14. #5 - diffondi i tuoi contenuti
  15. 15. #6 - Le regole empiriche del Community Management
  16. 16. L’arte del community manager ... o dell’engagement
  17. 17. # 7 - spam 2.0 serial tagger ... ti tagga nelle note su Facebook, nelle foto o negli aggiornamenti di stato (e ti costringe a dedicare la tua attenzione speculando sulla micro-audience abituale della tua bacheca sociale) serial social (o delle relazioni pubbliche di massa) ... posta lo stesso identico messaggio su decine di community differenti (nessuna personalizzazione, massimo rumore, pessimo rapporto segnale/rumore)fake social player... apre account o profili fasulli per parlare di un prodotto, di un’iniziativa o di un marchio “sporcando” la conversazione;interviene nei forum e nei commenti, appositamente pagato, per parlare bene (o male) di un prodotto o di un brand.hard buzz generator... al motto di “facciamo più rumore possibile!” travasa nell’imbuto social ogni sorta di feed …Non ha adottato un modello di comunicazione ma un approccio a forza bruta (brute force attack).Da Facebook a Twitter, poi da Twitter a Friendfeed e a Google Buzz, e ancora da Friendfeed di nuovo indietro verso Twitter eFacebook … (ma si può complicare a piacere aggiungendo LinkedIn, Plaxo e ogni sorta di socialcoso dotato di API e status update).Non ha capito che in Rete l’attività più importante è l’ascolto. Tipicamente su Twitter si sente un pesce fuor d’acqua e non necomprende l’utilità.
  18. 18. # 7 - spam 2.0 serial tagger ... ti tagga nelle note su Facebook, nelle foto o negli aggiornamenti di stato (e ti costringe a dedicare la tua attenzione speculando sulla micro-audience abituale della tua bacheca sociale) serial social (o delle relazioni pubbliche di massa) ... posta lo stesso identico messaggio su decine di community differenti (nessuna personalizzazione, massimo rumore, pessimo rapporto segnale/rumore)fake social player... apre account o profili fasulli per parlare di un prodotto, di un’iniziativa o di un marchio “sporcando” la conversazione;interviene nei forum e nei commenti, appositamente pagato, per parlare bene (o male) di un prodotto o di un brand.hard buzz generator... al motto di “facciamo più rumore possibile!” travasa nell’imbuto social ogni sorta di feed …Non ha adottato un modello di comunicazione ma un approccio a forza bruta (brute force attack).Da Facebook a Twitter, poi da Twitter a Friendfeed e a Google Buzz, e ancora da Friendfeed di nuovo indietro verso Twitter eFacebook … (ma si può complicare a piacere aggiungendo LinkedIn, Plaxo e ogni sorta di socialcoso dotato di API e status update).Non ha capito che in Rete l’attività più importante è l’ascolto. Tipicamente su Twitter si sente un pesce fuor d’acqua e non necomprende l’utilità.
  19. 19. # 8 - KRI = Key Reputation Indicators?Dimensione del NetworkIl numero di connessioni ha un valore, ma non è il principale indicatoredi Reputazione.RaccomandazioniLe opinioni di chi lavora o ha lavorato on te sono fondamentali.SkillsDocumenta le tue competenze e ... non barare!Composizione del networkNon ha senso mettersi in connessione con tutti i colleghi della tua azienda/organizzazione. Queste connessioni hanno valore nullo,ma acquistano valore solo se cambi azienda/organizzazione. Più è vario il tuo network, maggiori saranno le opportunità che potraicogliere. LinkedIn InMap.TracceLinkedIn Answers. Eventi organizzati. Gruppi moderati. LinkedIn Signal (integrazione con Twitter).
  20. 20. #9 - Fare Marketing con LinkedIn
  21. 21. #9 - Fare Marketing con LinkedIn
  22. 22. #9 - Fare Marketing con LinkedIn
  23. 23. # 10 - Analytics
  24. 24. # 10 - Analytics
  25. 25. # 10 - Analytics
  26. 26. Lessons LearnedDiventa un brand (se non lo sei già)Non solo onlineIl rapporto con la propria audience (territoriale) non si costruisce online. Gli eventi sono una leva di marketing straordinaria.Push & Pull EngagementOvvero Maometto e la Montagna. Contenuti ed Audience. Fai in modo che si incontrino ed interagiscano. Sempre!Add Meanings. Not Media.Act on data. Not intuition.Strumenti per monitorare i risultati delle iniziative. Impara ad usare le analytics e capire cosa piace e cosa non piace!Pianificazione!Pianificazione redazionale, pianificazione eventi, pianificazione e coordinamento attività. BolognaIn usa Google Apps.DisseminationUn albero che cade nella foresta ...
  27. 27. Roberto Ciaccicell. 349-2400120 | rc@robertociacci.itTwitter: @robertociacciLinkedIn: it.linkedin.com/in/robertociacciYouTube: it.youtube.com/robertociacci

×