Budget 2001 2003

517 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
517
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
17
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Budget 2001 2003

  1. 1. ELABORATO NOVEMBRE 2000
  2. 2. SINTESI DELLE PERFORMANCE Valori in € Valori considerati Anno 1996 Anno 1997 Anno 1998 Anno 1999 Anno 20001- Totale ricavi di esercizio 19.780.299 21.588.415 12.524.596 15.860.391 9.127.859(di cui capitalizzazioni) (26.339) (2.077.706) (196.524) (70.755)2- Costi diretti di 18.991.153 20.627.805 10.932.876 13.725.359 7.928.130Produzione3- Margine Lordo di 786.146 960.610 1.591.720 2.135.033 1.199.729Contribuzione (1-2) val % 4% 4% 13 % 13 % 13 %4- Spese Generali 1.070.099 1.714.120 1.446.079 1.880.420 1.205.926 (ammortamenti(note) al 50 %)5- Reddito Operativo (3-4) -280.953 -753.511 145.641 254.613 -6.197Val % -1 % -3 % 1% 2%6- Utile Netto val. % -301.094 -948.731 52.162 245.833 -89.863 -2 % -4 % 0% 2% -1 %
  3. 3. Sintesi dei motivi delle performanceAnno BUONE CATTIVE Aumento della produzione Difficoltà di gestione della produzione Aumento degli ordinativi Ritardi di consegna (c/74)1996 Gestione finanziaria con ottimi risultati Fallimento principale fornitore impianti elettrici (saldo interessi positivo (….) Difficoltà di controllo dei costi variabili Inserimento di nuovi progetti Insufficiente analisi tecnico progettuale del prodotto (……..c/86 87 82 89) Gestione produttiva in TILT1997 Ritardi di consegna ( c/72 e c/84), applicazioni penali Dimissioni del Direttore della Produzione Lavori per 2 miliardi (……) completamente contestati Inserimento della figura di Direttore Controversia con società ……. Generale Diminuzione volumi di produzione1998 Riassetto struttura direzionale a tutti i livelli Coinvolgimento dei fornitori Trasformazione del debito da breve a lungo termine Maggior efficienza della struttura di gestione Diminuzione degli ordinativi e controllo Mancato potenziamento della struttura di1999 Diminuzione dei costi fissi e minori costi di Marketing produzione Rallentamento del programma di ristrutturazione Nessuna iniziativa verso nuovi prodotti e nuovi mercati Elaborazione di strategie nuove per la Diminuzione della produzione Tommasi, tenendo in considerazione Splafonameto dei budgets relativi alla costruzione2000 partecipazioni da parte di altre società di due pescherecci Ulteriore miglioramento del clima e della Sfiducia da parte della base sociale mentalità direzionale Ulteriore rallentamento nei programmi di ristrutturazione Tentativi sporadici verso nuovi mercati Poca incisività nell’investimento in nuovi prodotti Assenza di nuovi ordini
  4. 4. Attenuazione degli effetti congiunturali e ciclici di settore Sviluppo di nuovi standard Penetrazione in nuovi mercati e in progettuali nuove aree di business Autonomia Azioni si Creazione di progettuale Ingegnerizza.ne marketing un’entità didella struttura del prodotto strategico gestione dello tecnica mirate shipping Stabilità dello sviluppo aziendale Acquisizione di know how Conoscenza approfondita delle possibilità di mercato e di business Economie di Qualità e Minor Creazione di scala tecnologia dispendio di sinergieRazionaliz.one Organiz.ne risorse Dislocazione dei processi Miglioramento manageriali del rischio produttivi gestione Maggiori risorse opportunità
  5. 5. Dichiarazione dell’attività: Sviluppo dell’area tecnico progettualeChe si deve fare: Che si ha:Valutare per ogni nuovo Abbiamo già iniziatoprodotto la possibilità di con la c/104 affidando airealizzare la capi reparto la stesura suprogettazione o parte di CAD degli schemi diessa internamente. impianti elettrici eDotandosi degli tubazioni. Ci siamostrumenti e del dotati del mininopersonale idoneo. necessario per fare i primi passi verso uno sviluppo dell’ufficio tecnico. Indicazione sugli orientamenti futuri: Nel nostro come in tutti i settori manifatturieri, dove la manodopera ha una funzione determinante sul costo del prodotto, la percentuale di terziarizzazione è sempre più alta. Il valore aggiunto è creato dalla tecnologia, dalla progettazione e dalla garanzia di una seria pianificazione delle attività. Non possiamo evitare di investire in questa area. Condizioni favorevoli Condizioni sfavorevoli Ci sono nuove esperienze La burocratizzazione che produttive da vagliare, ci sono richiede una gestione tecnica delle realizzazioni in corso, efficace, è difficilmente dobbiamo far tesoro oggi dei digeribile dalla base lavorativa, è dati tecnici acquisiti catalogarli un nostro dovere manageriale ordinarli conservarli, questa è divulgare questa mentalità, e la nostra ricchezza. non cadere nel quotidiano.
  6. 6. Dichiarazione dell’attività: Sviluppo dell’area di controllo e programmazione della produzioneChe si deve fare: Che si ha:Il problema risiede nella Il controllo a valle dellaprogrammazione, che a contabilità industriale ètutt’oggi è ancora riferita abbastanza accurato, maal prodotto piuttosto che ha i limiti dialle risorse, che cosa si un’impostazionedeve fare e non chi deve revisionale per macrofare che cosa. voci d’impiego delle risorse, quindi anche gli scostamenti sono difficilmente localizzabili Indicazione sugli orientamenti futuri: La ripresa produttiva è alle porte, occorre rischiare nell’inserimento di personale che possa almeno continuare il lavoro fin qui fatto dal personale tecnico. Elementi essenziali sono : • Ingegneri responsabili per ogni nuovo progetto • Operatori cad preparati per la realizzazione e l’archiviazione dei dati • Software adeguato Condizioni sfavorevoli Condizioni favorevoli: Gli alti costi iniziali in termini di La mentalità aziendale tempo e denaro da investire per L’esperienza fin qui acquisita avere ritorni posticipati. investendo nelle Il rischio che con la ripresa a progettazioni esterne pieno ritmo del cantiere si ricada La pausa che stiamo vivendo di nuovo nella problematica in attesa della ripresa contingente. produttiva
  7. 7. Dichiarazione dell’attività: Investimento nell’area del marketing strategicoChe si deve fare: Che si ha:Occorre dar voce a questa La mentalità giusta perarea, indicando la persona implementare questeche dovrà seguirne lo azioni che di fatto insviluppo. maniera artigianale eRealizzare continuamente poco incisiva vengonoBUSINESS PLAN che già intraprese.mirino ad ottimizzare Una struttura agilel’impiego delle risorse per facilmente convertibiliuna finalità di mercato. in qualsiasi progetto diDotare il responsabili di BUSINESSquei mezzi necessari allagestione dell’area. Indicazione sugli orientamenti futuri: Sempre di più CHIAREZZA e VELOCITA’ danno risultati di mercato. Stiamo vivendo l’esperienza dei nuovi strumenti che il WEB mette a disposizione. Contando sul suo inevitabile successo, dobbiamo considerare che l’unico problema sarà essere pronti a cogliere le opportunità che il mercato inevitabilmente potrà offrirci data la nostra VERSATILITA’ ed AGILITA’ proprie di una media impresa. Condizioni favorevoli Condizioni sfavorevoli I successi di una prima fase, Se pur irrisori si tratta pur sempre investimenti irrisori per una di investimenti, con ritorni comunicazione senza limiti enormi ma non fulminei. Le territoriali, fase positiva alla azioni vanno pianificate e gestite fine di un ciclo negativo di non con slanci di entusiasmo e mercato veloci ritirate, ma con una costante consapevolezza di cosa si vuole dal mercato.
  8. 8. Dichiarazione dell’attività: Creazione di un’entità di gestione dell’attività di shippingChe si deve fare: Che si ha:Dotare l’Adria shipping Una prima opportunità e’di un minimo di risorse già stata presentata agliumane e tecniche. Istituti per unOffrire fin da subito finanziamentoservizi nell’ambito dello (ALLEGATO 1)shipping, acquisire La gestione della naveun’identità commerciale, dal punto di vista dellee sottoscrivere i primi manutenzioni rientra tracontratti di nolo, le nostre principalitrasporto, attivitàintermediazione eccetera Indicazione sugli orientamenti futuri: Non appena l’acquisizione di nuovi contratti riaccenderà i riflettori sulla Tommasi, noi saremo in grado di finanziare progetti come quelli sopradescritti. La nostra non è un’improvvisarsi armatori, ma la consapevolezza di poter immettere sul mercato mezzi altamente competitivi nel più rigoroso rispetto delle norme ambientali e di sicurezza, in sostituzione delle famose “carrette del mare”. Condizioni sfavorevoli: Condizioni favorevoli Se non opereremo con una Attualmente le società di delocalizzazione delle leasing stanno valutando problematiche, diventerà l’investimento nel settore impossibile gestire un mercato a navale con un’altra ottica, noi sconosciuto, l’investimento contiamo molto sul loro iniziale, in mancanza di un appoggio per i nostri project- project-financing accettato, financing. sarebbe difficilmente sopportabile.
  9. 9. FATTORI CRITICI DI SUCCESSOLe poche cose chiave che, dal punto di vista del cliente, ogni azienda deve fare bene per avere successo Preventivi: Siamo ancora in una fase dove il tempo a 1. eseguiti in tempi ragionevoli disposizione per eseguire queste attività e’ 2. dettagliati e modulari marginale, rappresenta oggi il problema 3. economicamente corretti gestionale più IMPORTANTE 1. Nei rapporti c’è ancora confusione fra competenze tecniche e competenzeQualità: commerciali. 1. nel rapporto con i tecnici 2. E’ indispensabile l’acquisizione della (armatore) certificazione di qualità ISO. 2. nella realizzazione del prodotto 3. I tempi di consegna sono spesso 3. nei tempi di costruzione condizionati dalla prima fase di progettazione. Che affidandola a terzi risulta sempre difficilmente controllabile. 1. Ultimamente grazie all’esaleasing, siamo riusciti a convogliare l’interesse del cliente verso i ns prodotti offrendo anche un pacchetto finanziario. Ma questo non è sempre possibile specialmente quando siServizi: tratta di operazioni, che per la loro mole 1. pacchetti finanziari non riusciamo a cogarantire 2. manutenzione ordinaria 2. E’ un mercato al quale noi attingiamo in 3. agevolazioni fiscali maniere saltuaria, per interventi di garanzia o di manutenzione straordinaria 3. Non gestendo direttamente società di shipping, non siamo particolarmente preparati ed aggiornati sulle problematiche specifiche del settore. 1. Avvalendoci per la maggior parte di progettisti esterni, la nostra consulenza oltre ad avere costi molto elevati, ha unaConsulenza: disponibilità limitate alle richieste del 1. tecnico progettuale cliente che si trova spesso nella posizione 2. sulla gestione del mezzo propositiva e non in quella decisionale 3. sul mercato navale (…..). 2. Sulla gestione del mezzo valgono le considerazioni fatte sopra, non gestendo direttamente le imbarcazioni le nostre conoscenze sono marginali, 3. stesso dicasi per il mercato dei noli.
  10. 10. Concorrente principale ………. unico Cantiere Italiano interessato nella costruzione di rimorchiatori con una percentuale di mercato acquisito di circa il 25 % CANTIERI Punti deboli Punti di forza Gli stessi punti di forza sono NAVALI Accordi commerciali – un limite specialmente il ITALIANI prezzo - prezzo poco remunerativo Obbiettivi e strategie In un mercato così poco remunerativo, l’obbiettivo principale è la sopravvivenza, la battaglia commerciale si rileva alla fine una guerra fra poveri Concorrente principale Cantieri navali della regione Basca della Spagna del nord, poi cantieri del nord Europa in genere in particolare ……. Olandese Punti di debolezzaPunti di forza A parità di condizioni agevolativeLa famosa TAX LEASING soltanto la dimensione finanziariaun’agevolazione che eleva gli ci spaventa, cioè la capacità diattuali contributi spettanti ai CANTIERI NAVALI ottenere credito sotto forma dicantieri navali di un 15 % project-financing . Ma con un(BASCHI) EUROPEI divario del 15 % di prezzoPoi la capacità di finanziare il rispetto all’Italia, i loro punti diprodotto prima ancora di averlo debolezza potrebbero essere solo idestinato (DAMEN) cantieri Coreani Obbiettivi e strategie Chiaramente sono molto ambiziosi, continuando così riusciranno avere sempre meno concorrenti in Europa. Gli accordi con gli Istituti di credito garantiranno un afflusso di capitale indispensabile in questo settore.
  11. 11. PRODOTTI ATTUALI NUOVI PRODOTTI
  12. 12. ANALISI DEI PUNTI DI FORZA E DEBOLEZZA AREE AZIENDALI PERFORMANCE IMPORTANZA Elevata Leggera Neutra Leggera Elevata Bassa Media Alta Debolezza Debolezza Forza ForzaMARKETING- Immagine dell’azienda- Quota di mercato- Qualità percepita- Livello di servizio- Efficacia della promozioneVENDITA- Copertura del territorio- Professionalità della FdV- Profess. dell’Amm. Ven.PRODUZIONE E LOGISTICA- Costi industriali- Attrezzature/impianti- Economie di scala/Dim.lotti- Capacità produttiva- Forza lavoro specializzata- Rispetto tempi di consegna- Affidabilità scorte- Dimensione scorte- Affidabilità fornitoriRICERCA & SVILUPPO- Rapidità progettazione- Innovazione- Affidabilità dati tecniciAMMINISTR. FINANZA-Disponibilità finanziaria- Solidità- Affidabilità dati tecnici- Profittabilità- Impegni a breve termine- Impegni a medio termineCONTROLLO DI GESTIONE- Ammontare costi fissi- Contabilità analitica- Contabilità industriale- Sistema di pricing
  13. 13. - Budget- Reporting DirezionaleORGANIZZAZIONE ESISTEMA INFORMATIVO- Definizione mansioni ruoli eresponsabilità- Flessibilità- Management attivo- Quadri professionali- Cultura di costumer satisfction- Motivazione e clima- Efficacia sistema informativo
  14. 14. PORTAFOGLIO INTERVENTI TITOLO FINALIZZATO A LEGATO AL PROGETTOPassaggio all’EURO al Migliorare l’immagine Marketing strategico1/1/2001 aziendaleInserimento INGEGNERE Programmazione Ingegnerizzazione del prodottoInserimento OPERATORI Raccolta dei dati di stesuraCAD disegni tecnici operativi. Preventivazione degli schemi e Ingegnerizzazione del report degli stessi con i dati prodotto della produzione. Creazione e raccolta delle distinte basi.Acquisto programma software Creazione collegamento fra laper la gestione dei fabbisogni distinta base progettualedei materiali (disegno tecnico) e l’area di Ingegnerizzazione del gestione dei materiali dal prodotto magazzino all’ufficio acquisti alla produzione.Acquisto programma CAD Progettazione di parti nave Ingegnerizzazione delNAVALE prodottoCreazione di una procedura Elaborazione preventivi in(informatizzata) per la stesura tempo reale creando le basi perdi specifiche tecniche con una interattività nella scelta da E-COMMERCEautomatizzazione delle parte dell’utente finalepreventivazioni. (allegato 2)Inserimento operatore per Figura nuova in azienda,ricerche e sviluppo del assume la veste del ricercatoreMARKETING e dell’ottimizzatore di ogni azione di marketing. Dal E-COMMERCE semplice aggiornamento del sito WEB, alla pubblicità sulle riviste all’organizzazione di fiere ecc.Inserimento di un addetto alle Qualcosa di più di un sempliceCOMUNICAZIONI E segretario. Un pianificatoreLOGISTICA della logistica dei materiali e delle risorse umane. Un punto di riferimento nella gestione Area CLIENTI delle comunicazioni telefoniche degli incontri degli appuntamenti. Un filtro fra gli operatori aziendali e il mondo esterno. Un’immagine di efficienza dal primo contatto con l’azienda.Inserimento di un responsabile Un operatore capace didell’area SHIPPING – sviluppare tutta una serie di atti
  15. 15. amministrativi, per una prima ipotetica gestione di mezzi TOMMASI SHIPPING navali. Con conoscenze delle normative della navigazione, dell’armamento e della contrattualistica dei noli e dei trasporti via mare.Organizzazione di una rete di Stesura di contratti ed accordi aaccordi commerciali per la livello mondiale, da dovevendita di navi nuove ed usate, attingere preziose informazioni TOMMASI BROKERScon patti di rappresentanza di commerciali.incarico ecc.Inserimento di un Acquisire conoscenze significaINGEGNERE per la anche umilmente accettare ipreventivazioni e la propri limiti. La nostrarealizzazione di YACHTS su tecnologia sviluppata nellacommessa o di produzione realizzazione di barche daTOMMASI lavoro può generare un maggior valore aggiunto se TOMMASI YACHTING trasferita su imbarcazioni di lusso. Le conoscenze degli arredamenti degli ultimi ritrovati tecnologici per aumentare il confort, la qualità nel contatto personale con l’ armatore, il differente ambiente di lavoro, sono tutti elementi da non sottovalutare.Creazione di unità di gestione La creazione dell’AREA DIseparate, controllate da MARKETING STRATEGICOun’unica HODILG che comporta l’inevitabiledetiene la maggioranza delle necessità di finanziare ognistesse attivita ‘ con un capitale adeguato. Questo significa organizzare un sistema di imprese che pur gravitando TOMMASI HOLDING intorno all’esigenza primaria della TOMMASI che è quello di esercitare l’attività di CANTIERE NAVALE e quindi di dar lavoro ai propri soci; possa anche avere l’autonomia di intraprendere progetti che esulano da questa attivita ‘ primaria ma che comunque l’alimentano e la rafforzano.Inserimento di un ingegnere In collaborazione con cantieriper la gestione della più grandi per i quali il loro
  16. 16. costruzione di navi da carico business inizia con navi ditipo CHIMICHIERE – portata superiore ai 100 metri,GASIERE - e per i quali quindi non presenta un’esigenza primaria la costruzione di navi più piccole che sono comunque TOMMASI SHIPYARD richieste dall’armatore. Potremmo già per l’anno 2001 iniziare un’esperienza nuova che apporterebbe al cantiere una notevole mole di lavoro indispensabile per ammortizzare i costi fissi che inevitabilmente sono destinati a crescere.Costruzione di un nuovo scalo Permettere simultaneamenteper il varo di unita ‘ costruite lavorazioni interne ed esternenel capannone principale con all’area coperta, conuna piattaforma ad dimensioni fino a 100 metri di TOMMASI SHIPYARDimmersione. Dotare il lunghezza. Significa quindipiazzale e la banchina di gru evitare i problemi connessi allafisse per il sollevamento dei movimentazione dei blocchi,blocchi. Attrezzare il piazzale per l’allineamento all’area dicon una copertura mobile per varo, con la possibilità dipermettere comunque una costruire simultaneamente dueproduzione al coperto. scafi gia ‘ posizionati sulla linea di varo.Costruzione di un Siamo ad un avanzato livello diRimorchiatore ed una chiatta, trattativa per la gestione di unaatta al carico di materiale fino serie di trasporti dalla Croaziaa 10.000 tonnellate. all’Italia, questo rappresenta un’ottima occasione per TOMMASI SHIPPING finalizzare i nostri primi investimenti nell’attività di SHIPPING.
  17. 17. Costruzione di un prototipo, Attualmente c’è richiesta dimodellino, e materiale miniyachts oldfashion conmultimediale del progetto caratteristiche di conduzioneTUG-YACHT proprie delle imbarcazioni costruite con carena dislocante. Per molti la richiesta si limita TOMMASI YACHTING alla ricerca di rimorchiatori usati da trasformare, ma questo comporta dei costi di ristrutturazione molto elevati quindi diviene economicamen- te più conveniente costruirli ex novo. Abbiamo già i piani generali di un mezzo da noi ideato e abbiamo già organizzato il lancio della campagna pubblicitaria. Questo rappresenterebbe un buon inizio sia per l’introduzione di uno standard progettuale, sia per iniziare la nuova attività della Tommasi Yachting.
  18. 18. PORTAFOGLIO PROGETTI TITOLO FINALIZZATO A LEGATO AL PROGETTO Ingegnerizzazione del Rendere ottimale l’impiego Creazione di standard prodotto delle risorse, per la creazione PROGETTUALI di un prodotto con i migliori standard qualitativi. Iniziando il cammino verso un’autonomia progettuale. E-COMMERCE Utilizzare la NET-ECONOMY Creazione dell’area di al meglio. Informando, MARKETING aumentando i contatti, e STRATEGICO promovendo quelli che sono i nostri punti di forza la QUALITA’ del prodotto e la SODDISFAZIONE del cliente. Area CLIENTI Uno strumento indispensabile Creazione dell’area di per qualsiasi azienda, operatori MARKETING in grado di sviluppare STRATEGICO praticamente tutte quelle azioni che si antepongono fra la stesura del contratto e l’attività di marketing.TOMMASI SHIPPING Solo operando su più fronti si Creazione dell’area di può arrivare a conoscere MARKETING veramente il mercato, Un STRATEGICO organizzazione che mira alla gestione delle navi, al loro nolo, alla gestione di trasporti via mare, all’attività di charter ecc, può apportare una grande ricchezza in termini di know- how ed addirittura di autonomia nella domanda di mezzi.TOMMASI BROKERS Espandere l’area di business, Creazione dell’area di anche alla MARKETING commercializzazione di STRATEGICO imbarcazioni usate per incrementare l’attivita’ di ristrutturazione. Collocarsi in una posizione mondiale di potenziale offerente e/o di acquirente, investire le conoscenze fin qui acquisite per sviluppare un’attività di consulenza preziosa quanto la costruzione delle stesse navi.TOMMASI YACHTING Diversificare e nel contempo Creazione dell’area di
  19. 19. penetrare, in punta di piedi in MARKETING un mercato dove attualmente il STRATEGICO vantaggio del design italiano e della leggerezza dell’EURO, stà fornendo moltissime opportunità di businessTOMMASI HOLDING Strumento tecnicamente Creazione dell’area di indispensabile per la gestione MARKETING ed il controllo di unita ‘di STRATEGICO gestione differenti tra loro.TOMMASI SHIPYARD Collegato ad un’attività dove Gestione dei risultati del simultaneamente vengono MARKETING seguite più linee produttive, STATEGICO diviene indispensabile dotare il cantiere dei mezzi indispensabili alla gestione delle stesse
  20. 20. EVOLUZIONE DELLA STRUTTURA SOCIETARIAStruttura attuale AREA AREA COMMERCIALE PRODUZIONE AREA AREA TECNICA AMMINISTR.NEStruttura in evoluzione AREA PROGETTAZIONE E PROGRAMMAZIONE LINEA PRODUZIONE LINEA GASIERE PRODUZIONE RIMORCHIATORI AREA LINEA PRODUZIONE AREA MARKETING YACHTS CLIENTI E COMUNICAZIONE STRATEGICO AREA AREA CONTABILITA’ E FORNITORI CONTROLLO DI MATERIALI GESTIONE LOGISTICA AREA ESTERO E NET-ECONOMY
  21. 21. STRUTTURA FINALE
  22. 22. BUDGET ECONOMICO STRATEGICO PERIODO 2001 – 2003 ANNO ANNO ANNO Responsabile COSTI VALORE 2001 2002 2003 AGGIUN NOTE TO ATTIVITA’ IN IN III TRIM. IV TRIM. III TRIM. IV TRIM. III TRIM. IV TRIM. MIGL. MIGL. II TRIM. II TRIM. II TRIM. I TRIM. I TRIM. I TRIM. DI DI € €Passaggio all’ € Rocchegiani 5 X Inserimento …. 208 434 Risparmio 4INGEGNERE per % sulla la X manodoperaprogrammazione Inserimento …. 124 434 Risparmio 4 X X operatori CAD % sulla manodopera Acquisto Rocchegiani Tot.15 105 Risparmio Amm. 10 % sui programma 20 %software per la materiali di magazzino gestione dei X 7,5 fabbisogni dei materiali Acquisto …. Tot.77 Tot. Progettazio- X Amm. 450programma CAD ne interna 20 % Amm. NAVALE 20 % 46 270 Creazione di una Rocchegiani 13 Velocità e procedura per la chiarezza stesura delle X nel contatto con il specifiche cliente tecniche Inserimento Rocchegiani 50 Avvio all’e- operatore per commerce ricerche e X sviluppo del MARKETINGInserimento di un Rocchegiani 25 Miglioramen addetto alle to immagine comunicazioni e X aziendale logisticaInserimento di un ……. 50 Avvio della responsabile fase nell’area X Tommasi shipping shipping
  23. 23. Responsabile ANNO ANNO ANNO COSTI VALORE NOTE AGGIUN ATTIVITA’ 2001 2002 2003 TO IN IN III TRIM. IV TRIM. III TRIM. IV TRIM. III TRIM. IV TRIM. MIGL. MIGL. II TRIM. II TRIM. II TRIM. I TRIM. I TRIM. I TRIM. DI DI € € Inserimento ….. Costruzione ingegnere per la di uno yacht linea di X 360 produzione YACHTInserimento di un ….. Costruzione Ingegnere per la di una linea di X 360 chimichiera produzione CHIMICHIERE Costruzione di … Tot.1035 Permettere Amm. alle tre una piattaforma 10 % per il varo di linee di produzione unita ‘ costruite X di nel capannone 207 procedere principale simultanea menteCostruzione di un …. Tot.155 Costruzione Amm. di una prolungamento 10 %dello scalo per la chimichiera costruzione di Xnavi fino a 100 m 38 di lunghezza Acquisto di due … Tot.1035 Per Amm. aumentare capannoni centrali mobili X 10 % la produttivitàcon carroponti, e 207 nella 2 gru fisse costruzione della chimichieraCostruzione di un … Tot.5.733 Contratto (in per ilRimorchiatore ed leasing) una chiatta atta trasporto di inerti per 6 al carico di X 2.149 2.159 anni attività materiale per Tommasi10.000 tonnellate ShippingProgettazione Attivita ‘definitiva TUG- TommasiYACHT e lancio X 78 Yachtingcampagnapubblicitaria
  24. 24. BUDGET DEI LAVORI PERIODO 2001 – 2003 BUDGET ECONOMICO STRATEGICO PERIODO 2001 – 2003 LAVORI ANNO ANNO ANNO COSTI VALORE NOTE TOMMASI AGGIUN 2001 2002 2003 TO IN IN III TRIM. IV TRIM. III TRIM. IV TRIM. III TRIM. IV TRIM. MIGL. MIGL. II TRIM. II TRIM. II TRIM. I TRIM. I TRIM. I TRIM. DI DI € € COSTRUZIONE 2.552 Primo DI DUE SHIPYARD contratto in SUPPLIES via di acquisizione VESSEL DA 40 MT COSTRUZIONE Accordo DI UNA conCHIMICHIERA DA SHIPYARD 1.550 cantiere di importanza 100 MT nazionale COSTRUZIONE Accordo DI UNO con societàYACHT DA 44 MT YACHTING 1.450 di chartering COSTRUZIONE Project DI UN financingRIMORCHIATORE SHIPYARD 410 presentato alle società PER LA di leasing TOMMASI SHIPPING COSTRUZIONE ProjectDI UNA CHIATTA financing PER LA SHIPYARD 100 presentato alle società TOMMASI di leasing SHIPPING LINEA DI Piano COSTRUZIONE Pubblicita- TUG-YACHT YACHTING 1.030 rio in via di ultimazione COSTRUZIONE Ipotesi di DI 2 nuoveRIMORCHIATORI SHIPYARD 1.312 acquisizioni di contratti TOTALE DARE AVERE RISULTATO BILANCIO GESTIONE STRATEGICO STRAT.CA 3.927 11.986 8.059
  25. 25. BILANCIO ISTITUZIONALE 2001-2003 VOCI ANNO ANNO ANNO COSTI NOTE 2001 2002 2003 € € € IN III TRIM. IV TRIM. III TRIM. IV TRIM. III TRIM. IV TRIM. MIGL. II TRIM. II TRIM. II TRIM. I TRIM. I TRIM. I TRIM. DI € Si ipotizzano AMMORTAMENTI costanti ed 1.860 effettuati ad 155 155 155 155 155 155 155 155 155 155 155 155 aliquota piena Si ipotizza un SPESE incremento GENERALI 2.776 dal budget 225 225 225 225 231 231 231 231 238 238 238 238 2001 del 3 % annuo Si ipotizza un STIPENDI incremento 1.596 dal budget 129 129 129 129 133 133 133 133 137 137 137 137 2001 del 3 % annuo Si ipotizza un PERSONALE incremento INDIRETTO 1.116 dal budget 2001 del 3 % 90 90 90 90 93 93 93 93 96 96 96 96 annuo TOTALE 7.348 BILANCIO ISTITUZIONALE RISULTATO UTILE del DEFINITIVO periodo BILANCIO DEL 711 2001-2003 GRUPPO
  26. 26. PREVISIONE FABBISOGNO FINANZIARIO STRATEGICO 2001 2003 2001- CASH FLOW VALORE AGGIUNTO STRATEGICO 2001/2003 COSTI STRATEGICI 2001/2003 SPESE GENERALI FINE LAVORI 2000 ESPOSIZIONE RESIDUA 2000 1500 1000 996 500 472 0 414 -200 -500 -890 -1000 ESPOSIZIONE RESIDUA 2000 I TRIM 2001 FINE LAVORI 2000 III TRIM 2001 SPESE GENERALI I TRIM 2002 COSTI STRATEGICI 2001/2003 III TRIM 2002 I TRIM 2003 VALORE AGGIUNTO STRATEGICO 2001/2003 III TRIM 2003 CASH FLOW
  27. 27. ALLEGATO 1 PROJECT FINANCING• FINALITA’ DEL PROGETTO Il nostro investimento e’ rivolto in maniera indiretta verso un settore che attualmente stà attraversando un momento molto favorevole; quello delle costruzioni edili. Esiste una forte domanda di materie prime in special modo di materiali inerti, come sabbia, ghiaia, pietrisco ecc. Questi materiali sono attualmente difficilmente reperibili in Italia, in virtù dei vincoli ambientali che regolamentano in maniera molto rigida la gestione delle cave, aumentandone i costi e diminuendone la produzione. Nel contempo esiste invece una consistente offerta nei paesi della ex Jugoslavia, in particolare la Croazia. Si tratta quindi di rendere competitivo il trasporto via mare dai porti della Croazia ai porti Italiani dell’Adriatico, con un sistema a bassi costi di gestione e con un’ottimale capacità di carico.• I PROMOTORI E LA FORMA AZIENDALE SCELTA La Project Company (PC) sarà la società armatrice Adria Shipping Srl , in comunione di intenti con il cantiere costruttore la Coop. Tommasi e la società di trasporti terrestri, ogni società ‘ parteciperà autonomamente alla realizzazione del progetto, con questa sequenza di eventi; la societa’ di trasporti terrestri stilera’ un contratto per il il ritiro del materiale inerte per una durata di 6 anni garantendo tale ritiro e il conseguente pagamento del trasporto via mare con idonea fideiussione bancaria, l’Adria Shipping commissionera’ la costruzione dei mezzi al Cantiere Navale Tommasi il quale si impegnera’ nella consegna dei mezzi in 9 mesi. L’Adria Shipping a sua volta garantira’ il servizio di trasporto marittimo alla societa’ di trasporti terrestri per la durata di 6 anni.• LA TECNOLOGIA Il punto di pareggio che garantira’ un’adeguata remunerazione al progetto, è stato raggiunto in via previsionale con una valutazione della quantità di carico che l’imbarcazione deve garantire e con una frequenza dei trasporti in un anno. L’imbarcazione capace di trasportare il carico idoneo è stata già progettata dal cantiere navale Tommasi, si tratta di una chiatta sprovvista di apparato propulsivo costruita in acciaio aventi dimensioni di metri 120 di lunghezza e metri 20 di larghezza per un totale di peso a secco di 1.200 tonnellate atto al trasporto di materiale alla rinfusa per 10.000 tonnellate. Il mezzo idoneo al traino che permetterà di effettuare il trasporto con una velocità di navigazione a pieno carico di 7 nodi/h, e’ un rimorchiatore azimutale bielica di 26 metri, con una potenza di 3.000 HP, già progettato dal cantiere Navale Tommasi. Questo mezzo garantira’ per una distanza media di 80 miglia marine un tempo di navigazione a pieno carico di circa 14 ore e di 9 ore scarico (velocità 9 nodi/h) , quindi considerando anche i tempi di carico e scarico circa tre giorni per effettuare un trasporto completo. Con questi tempi, considerando i trasporti anche nei giorni festivi e le condizioni atmosferiche, possiamo tranquillamente considerare 60 viaggi completi all’anno.• I COSTI DEL PROGETTO COSTI FISSI Il costo delle imbarcazioni da costruire, sono di € 2.065.000 per il pontone da 10.000 tonnellate di carico e € 2.582.000 per il rimorchiatore da 3.000 HP, a questo costo dobbiamo sommare il costo finanziario dell’intervento della società di Leasing che vorrà finanziare l’operazione con leasing a 6 anni con preammortamento di 10 mesi per garantire il pagamento di 5 stati di avanzamento del 20 % al cantiere costruttore. Considerando un tasso di interesse del preammortamento (Pime rate abi) pari al 7, 75 % ed un costo dei canoni di leasing calcolato (IRS 6 anni rate semestrali + 1,1 punti) al 6,77 % ; avremo un costo del preammortamento pari a € 367.123 e pari a € 1.084.956 per il leasing, quindi un totale costi finanziari per € 1.452.079 (valutazioni cautelative), costi fissi totali € 6.099.079 . COSTI VARIABILI - PERSONALE composto da 1 comandante 1 direttore di macchina e 3 marinai costo annuale € 144.607 annue, consumi di gasolio per l’esercizio di traino del rimorchiatore € 361.519 annue , costo di agenzia per l’attracco al molo € 154.937 annue, manutenzione ordinaria e straordinaria dei mezzi € 77.468 annue, totale costi annui variabili € 738.531 annui, costi totali variabili per 6 anni € 4.431.186 . A questi costi variabili non vengono aggiunti altri costi finanziari per il capitale circolante in quanto la liquidazione dei viaggi avverra’ settimanalmente così da generare liquidità sia per i costi varibili che per i costi fissi seguira’ poi il calcolo. TOTALE COSTO DEL PROGETTO € 10.530.265• I RICAVI DEL PROGETTO La societa’ di trasporti ci ha già comunicato che attualmente il prezzo pagato per il trasporto di detto materiale si aggira intorno a € 3,62 la tonnellata noi cautelativamente prevediamo un ricavo di € 3,1 la tonnellata. Ogni trasporto e’ per tonnellate 10.000 quindi per 60 trasporti annui avremo 600.000 tonnelate che in sei anni diventeranno 3.600.000 tonnellate moltipicate € 3,1 avremo un RICAVO TOTALE DEL PROGETTO € 11.160.0000• IL MERCATO Crediamo molto in questa ed altre attività di shipping che potrebbero nei prossimi anni aprire delle nuove prospettive di PROJECT FINANCING e quindi di lavoro per il cantiere navale Tommasi e per la sua controllata Adria Shipping. Nei prossimi sei anni avremo a disposizione un utile a lordo delle imposte di € 630.000
  28. 28. che intendiamo investire nella ricerca di nuovi possibilità di mercato avvalendoci degli strumenti che la new economy stà offrendo, potenzieremo quindi l’area del marketing strategico dedicandoci sempre più ad analisi e ricerche di mercato. Arriveremo alla fine del 7 anno di attività con la piena propietà dei due mezzi e con un’organizzazione efficente per restare sul mercato dello shipping.• LE GARANZIE E I CONTRATTI COMMERCIALI La garanzia principale è rappresentata dalla fidejussione che la compagnia di trasporti terrestri rilascerà all’Adria shipping per garantire il ritiro del materiale nei 6 anni. La garanzia dell’efficenza dei mezzi e’ data dalla professionalità aquisita dal cantiere navale Tommasi, che con il numero di rimorchiatori costruiti si è guadagnata una leadership nazionale. I contratti principali sono quello di acquisto dal parte della societa’ di leasing dei due mezzi, quello di costruzione stipulato con la cooperativa Tommasi, quello di locazione per un termine di 6 anni da parte dell’Adria shipping e quello di ritiro del materiale da parte della società di trasporti terrestri.• LE AGEVOLAZIONI Le costruzioni sopracitate rientrano nei benefici dell’attuale legge 234/89, sono entrambe contribuibili per un importo pari al 4,75 % del prezzo contrattuale (legge scadente il 31/12/2000). Il beneficio che ne deriverebbe sarabbe pari a € 220.732 , importo che verrebbe utilizzato per aumentare la capitalizzazione della controllata Adria Shipping. Esiste inoltre, sempre in termini di benefici, la possibilità che il DDL attualmente all’esame delle camere (allegata copia) venga approvato; in questo caso i benefici per l’Adria Shipping sarebbero : un credito d’imposta pari al 12 % del prezzo nave (€ 557.640) ed un ristorno di interessi per mezzo dell’erogazione di un contributo del 1,45% per dodici anni (€ 808.578). Parliamo di un totale di benefici che andrebbero comunque a favore della PC pari a € 1.586.950• ANALISI ECONOMICO FINANZIARIA Senza considerare i benefici sopraesposti esponiamo la previsione economica della gestione dei mezzi da parte dell’Adria shipping, appositamente ricapitalizzata dalla controllante Coop. Tommasi con una sottoscrizione pari a € 350.000; AN NI P E M O T M L A IN R A M RA ES G C SI V R B I O T A IA IL R AI IC V UIL /P R IT TE E D A 2001 367.123,00 238.877,00 183.264,00 465.000,00 -324.264,00 2002 955.510,00 738.531,00 1.860.000,00 165.959,00 2003 955.510,00 738.531,00 1.860.000,00 165.959,00 2004 955.510,00 738.531,00 1.860.000,00 165.959,00 2005 955.510,00 738.531,00 1.860.000,00 165.959,00 2006 955.510,00 738.531,00 1.860.000,00 165.959,00 2007 716.631,00 553.896,00 1.395.000,00 124.473,00 TOTALE 367.123,00 5.733.058,00 4.429.815,00 11.160.000,00 630.004,00 Al settimo anno di attività avremo riscattato i mezzi e quindi la piena propietà degli stessi passerebbe all’Adriashipping, il patrimonio della societa’ salirebbe per gli utili conseguiti e per la sottoscrizione effettuata inizialmente a €980.000 (al lordo delle imposte), questo permetterebbe nell’ipotesi di ulteriori sei anni di lavoro di finanziare lacostruzione di altri mezzi avendo a disposizione utili stimati (nei sei anni) pari a € 6.728.814 (al lordo delle imposte). ANNI CO I VA IA IL S R B I R VI ICA UT E/ PER A IL DIT 2008 738.531,00 1.860.000,00 1.121.469,00 2009 738.531,00 1.860.000,00 1.121.469,00 2010 738.531,00 1.860.000,00 1.121.469,00 2011 738.531,00 1.860.000,00 1.121.469,00 2012 738.531,00 1.860.000,00 1.121.469,00 2013 738.531,00 1.860.000,00 1.121.469,00 TOTALE 4.431.186,00 11.160.000,00 6.728.814,00
  29. 29. ALLEGATO 2 SPECIIFIICA TECNIICA IINTERATTIIVA SPEC F CA TECN CA NTERATT VAGLI OBBIETTIVI DI QUESTA ELABORAZIONE, IN ORDINE DI PRIORITÀ SONO: 1. STENDERE IN MANIERA CHIARA E MODULARE UNA SPECIFICA TECNICA, SEGUENDO UNO SCHEMA DI SEMPLICE LETTURA E DI FACILE MODIFICA, MULTILINGUA. 2. COLLEGARE CON LA STESSA MODULARITÀ LE VOCI DI PREVENTIVO, PERMETTENDO UNA STESURA PARALLELA DI VOCI DI COSTO, RAGGRUPPATE SECONDO UNA CODIFICA GIÀ FUNZIONANTE (CATEGORIE OMOGENEE DI MATERIALI ED ORE DI REPARTO PER LA MANODOPERA) FINALIZZATE ALLA REALIZZAZIONE DEL CAPITOLO RICHIAMATO NELLA SPECIFICA TECNICA. 3. COLLEGARE I CAPITOLI DI SPECIFICA AI DISEGNI CAD, E QUINDI A LORO VOLTA (VEDI PUNTO 2) AI FABBISOGNI IN TERMINI DI MATERIALI E DI ORE.I PRODOTTI DI QUESTELABORAZIONE SARANNO RISPETTIVAMENTE: 1. SPECIFICA TECNICA 2. PREVENTIVO DI COMMESSA – LISTA DEI MATERIALI DA ORDINARE – PLANNING DEI FABBISOGNI DEI MATERIALI NEL TEMPO – LISTA DELLA MANODOPERA DA IMPIEGARE – PLANNING DELL’IMPIEGO DELLA MANODOPERA- ANALISI FINANZIARIA DI COMMESSA 3. DISTINTA BASE DI SPECIFICA – PER OGNI CAPITOLO DI SPECIFICA UNA O PIÙ DISTINTE BASI FORMATE DA DISEGNI – FABBISOGNO DI MATERIALI – IMPIEGO DI MANODOPERA – TEMPI DI REALIZZAZIONE.LE FUNZIONI DELLE ELABORAZIONI DOVRANNO PERMETTERE: 1. UNA VELOCE TRASMISSIONE AL CLIENTE DELLA DESCRIZIONE DEL PRODOTTO, MODIFICANDO CON SEMPLICI FUNZIONI DI SCELTA LA DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEI SINGOLI APPARATI, DOTAZIONI, DIMENSIONI, POTENZE, CAPACITÀ, PRESTAZIONI ECCETERA. PER MEZZO DI COLLEGAMENTI IPERTESTUALI, CON LINK SU TABELLINE GIÀ PREDISPOSTE DI SCELTA, CON RELATIVO ADEGUAMENTO AUTOMATICO DEI CAMPI COLLEGATI. ESEMPIO. SE VARIAMO LA POTENZA DEI MOTORI AUTOMATICAMENTE POTREBBE (A PARITÀ DI SCAFO) CAMBIARE IL SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO, LA VELOCITÀ DEL MEZZO E LA PRESTAZIONE DI TIRO.
  30. 30. 2. IL CAMBIAMENTO DELLE CARATTERISTICHE TECNICHE DOVREBBE PERMETTERE UNA RIFORMULAZIONE DEL PREVENTIVO, COME NEL CASO SOPRA DESCRITTO, CAMBIANDO LA POTENZA DEL MOTORE, IL MOTORE STESSO E TUTTE LE PARTI AD ESSO COLLEGATE CAMBIEREBBERO GENERANDO UN DIVERSO FABBISOGNO DEI MATERIALI ED UN DIVERSO COSTO DEL PRODOTTO FINITO. COSÌ COME CAMBIANDO IL MODO DI PAGAMENTO CI SAREBBE UN DIVERSO COSTO PER MAGGIOR O MINOR INTERESSI CALCOLATI SUL PLANNING FINANZIARIO COLLEGATO. 3. OGNI CAMBIAMENTO PRESUPPONE UNA DIVERSA ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E QUINDI UN ADEGUATA COMBINAZIONE DI DISTINTE BASI CON TEMPI DI REALIZZAZIONE DIVERSI PER MAGGIOR O MINOR DIFFICOLTÀ DEL LAVORO O CON MAGGIOR O MINOR FACILITÀ DI REPERIRE I MATERIALI.GLI SCOPI DEL PROGRAMMA: • E-COMMERCE IL LINGUAGGIO UNIVERSALE DEL FARE BUSINESS SARÀ UNO SOLO, IL MODO DI FARE AFFARI DOVRÀ TRANSITARE OBBLIGATORIAMENTE SULLE AUTOSTRADE INFORMATICHE. QUESTO PROGRAMMA PONE LE BASI PER UNA CONSULTAZIONE CHIARA ED INTERATTIVA DEL PRODOTTO, CON COLLEGAMENTI A DETTAGLI, PRESTAZIONI, DISEGNI COSTI E TEMPI DI REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO. • ORGANIZZAZIONE LA STESURA DI UN PREVENTIVO IN QUESTA FORMA PRESUPPONE UN’ORGANIZZAZIONE DEI DATI A MONTE MOLTO CAPILLARE ED ATTENTA, QUESTO NON SIGNIFICA INFALLIBILE, I DATI PER CIASCUNO STANDARD DIVERRANNO AFFIDABILI DOPO CHE I REPORT AVRANNO AGGIORNATO I DATI DI PREVISIONE. IL COMPILARE UNA SPECIFICA TECNICA CON QUESTO DETTAGLIO PONE LE BASI PER UNA PREANALISI ALLA QUALE TUTTI SONO COINVOLTI E TUTTI SONO CONSAPEVOLI DI QUALI SONO I MARGINI DI RISCHIO, CON UN FATTORE IN PIÙ LA CHIAREZZA DI CONOSCERE A PRIORI IL DETTAGLIO DI COSA SI ANDRÀ A COSTRUIRE. • MARKETING TUTTO QUESTO MIGLIORERÀ LA NOSTRA IMMAGINE, NEI CONFRONTI DI QUEI POTENZIALI CLIENTI CHE NON CI CONOSCONO O MELGIO CHE CI HANNO CONOSCIUTO IN MOMENTI NON OPPORTUNI. L’AFFIDABILITÀ DI CHI GARANTISCE A PRIORI UN CERTA QUALITÀ NELLA SCELTA DELLE SOLUZIONI TECNICHE , MOTIVANDO I SUOI PREZZI IN QUANTO COSTRUITI SU UN’ANALISI OBBIETTIVA ED OGGETTIVA DEL PRODOTTO. • PROGRAMMAZIONE E REALIZZAZIONE LE DUE ENTITÀ FACENTI ENTRAMBE CAPO ALLA STRUTTURA TECNICA, POTREBBERO FINALMENTE LAVORARE SIMULTANEAMENTE, DA UNA PARTE UNA PROGRAMMAZIONE CONTINUA DEL FUTURO E DELLE POSSIBILITÀ CHE IL MERCATO POTRÀ OFFRIRE E DALL’ALTRA UN CONTROLLO
  31. 31. SULLE REALIZZAZIONI IN CORSO D’OPERA. QUESTE DUE ENTITÀ DOVRANNO ESSERE FISICAMENTE DUE PERSONE, CON DUE OBBIETTIVI DIVERSI, VALUTANDO DUE SITUAZIONI TEMPORALI DIVERSE, CONTINUAMENTE IN COLLEGAMENTO FRA LORO PER STENDERE I REPORT RIELABORARE LE PREVISIONI SEGUENDO ENTRAMBE I PROPRI OBBIETTIVI DI BUDGET.ALLEGATO 3

×