Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Hobbes

4,215 views

Published on

La presentazione è stata realizzata da Matteo Del Brocco, Gabriele
D’Eramo, Flaminia Gentili, Roberta Sinopoli nell’ambito di
un’attività di webquest coordinata dal Prof. Pietro Volpones

Published in: Education
  • Be the first to comment

Hobbes

  1. 1. Thomas Hobbes
  2. 2. Biografia Metodo e Filosofia Linguaggio Conoscenza Etica e Politica Opere Religione
  3. 3. Berlino Firenze Parigi Londra Thomas Hobbes nacque a Malmesbury, nel Wiltshire, in Inghilterra, il 5 aprile 1588. Cresciuto con il fratello maggiore, Hobbes fu istruito nella chiesa di Westport dall'età di quattro anni, passò alla scuola di Malmesbury e, poi, ad una scuola privata mantenuta da un giovane chiamato Robert Latimer; infine si diplomò all’università di Oxford. Cominciò a lavorare come precettore e ebbe subito grande successo. Questo gli permise di fare molti viaggi in Europa, che acceserò il suo interesse per i dibattiti filosofici. Nell'ottobre del 1679 fu colpito da una paresi della quale morì, nel suo novantaduesimo anno. Fu tumulato nel cimitero di Ault Hucklain nel Derbyshire, in Inghilterra.
  4. 4. La concezione hobbesiana è rigorosamente MATERIALISTICA e MECCANICISTICA : tutto è materia e tutto è spiegabile attraverso il movimento.
  5. 5. Il Metodo ..Il metodo utilizzato è quello deduttivo molto simile a quello cartesiano nonostante alcune differenze.. Annientamento del mondo Per cogliere I Principi Generali
  6. 6. Immaginiamo di poter far sparire il mondo ne rimarrebbero soltanto Materia Movimento Leggi Generali Non si parte dall’esperienza ma proprio dall’eliminazione di questa
  7. 7. I Principi Generali <ul><li>La materia esiste fuori di noi; </li></ul><ul><li>Noi non conosciamo le cose in sé ma soltanto come idee della nostra mente; </li></ul>
  8. 8. Spazio In quanto le cose Esistono Fuori di noi Tempo In quanto le cose Si dispongono Nello spazio In modo successivo Si ammette l’esistenza… .. dei Corpi Materiali e del Movimento.. Sono rappresentazioni mentali non estensioni
  9. 9. La Fisica La linea Movimento del . Punto La superficie movimento della linea Il punto è la quantità minima di materia detto CONATO
  10. 10. Questo meccanismo può essere ricondotto alla psicologia .Le sensazioni infatti possono essere ricordate come movimenti interni ai corpi provocati dall’urto di particelle provenienti dall’esterno
  11. 11. Conoscenza Le sensazioni vengono originate dal contatto del mondo esterno con i nostri sensi. Esse sono l’unico modo per conoscere il mondo esterno
  12. 12. Due Metodi di Conoscenza Induttiva,quella sensoriale Deduttiva,quando ci sono Le leggi generali
  13. 13. Anche se ci sono questi due metodi, la conoscenza è però limitata. La sensazione non ci dà né la conoscenza vera della realtà, né la possibilità di formulare leggi universali; è limitata a corpi e a oggetti particolari e a ciò che appare ai nostri occhi. È movimento provocato dall’urto di particelle provenienti da ciò che tocchiamo o vediamo. Dà origine ad un’immagine che permane dentro di noi; l’insieme dell’immagine dà vita al pensiero. L’immagine che permane è definita sensazione illanguita. Quando desideriamo qualcosa cerchiamo il mezzo per ottenerla, cioè vogliamo sapere la causa dell’effetto desiderato. Questo procedimento è in comune con gli animali ma l’uomo può anche procedere diversamente dalla causa agli effetti: noi immaginiamo qualcosa e ci chiediamo quali possano essere gli effetti.
  14. 14. E’ possibile conoscere solo ciò che si può fare. Principio Generale La Conoscenza = Fare
  15. 15. Per Hobbes conoscere il cerchio significa saperlo generare cioè conoscere le regole su cui si basa, non dobbiamo imitarlo .Per esempio se disegnassimo un cerchio imitandolo e basta non ne capiremo la struttura .se ne comprendessimo la struttura potremmo disegnare il cerchio di qualsiasi dimensione E’ possibile conoscere solo ciò che si può fare Dunque non è oggetto di analisi filosofica perché non conoscibile : la teologia e la metafisica
  16. 16. Linguaggio Convenzionale Nomi Propri Nomi Comuni
  17. 17. La conoscenza è sempre particolare e soggettiva e quindi sarebbe meglio utilizzare i nomi propri ma è più pratico utilizzare i nomi comuni perché richiamano un qualunque oggetto della stessa classe .Se io dicessi cavallo il mio interlocutore penserebbe ad un altro individuo della stessa specie ma ci intendiamo perché restiamo sempre nella stessa classe di enti
  18. 18. Il linguaggio consente il ragionamento e distingue gli uomini dagli animali. Nomi e definizioni sono il fondamento del pensiero. L’uomo pensa sostituendo alle realtà fisiche e alle immagini che da esse derivano dei simboli che sono parole. Quest’ultime possono essere combinate in vario modo. La verità è nel discorso e nelle cose non nelle parole.
  19. 19. Filosofia Come scienza Giusnaturalista Filosofia Naturale Filosofia Civile
  20. 20. Ognuno di noi dentro di sé ha un movimento vitale Tutto ciò che lo favorisce Sensazione di piacere Tutto ciò che lo ostacola Sensazione di dolore Buono e cattivo sono reazioni non proprietà delle cose
  21. 21. STATO DI NATURA Gli Uomini Soddisfano i propri desideri HOMO HOMINI LUPUS
  22. 22. Per evitare ogni conflitto Rinunciare ad ogni diritto e dunque anche alla libertà Nascita del Patto Sociale e dello Stato
  23. 23. <ul><li>Evitare il conflitto permanente e sforzarsi alla pace; </li></ul><ul><li>Per avere la pace deporre ogni diritto; </li></ul><ul><li>Mantenimento dei patti; </li></ul>LEGGI DI NATURA DETTATE DALLA RAGIONE
  24. 24. Il patto sociale è quel patto stipulato tra il popolo e il sovrano e nasce per necessità .Il popolo dona tutti i suoi diritti in cambio di protezione rinunciando alla libertà. Tutti i poteri devono far capo ad un’unica persona o ad un’unica assemblea
  25. 25. <ul><li>Conservare integri i diritti di sovranità; </li></ul><ul><li>Istruire il popolo; </li></ul><ul><li>Educare il popolo ad ubbidire; </li></ul>I compiti del sovrano sono:
  26. 26. Opere De cive De Homine De Corpore Leviatano
  27. 27. La Religione Hobbes distingue nettamente il credere dal sapere.Si crede sulla base di una testimonianza in quanto si ha fiducia in una determinata persona.Il sapere invece richiede le prove. La religione non può avere un fondamento razionale
  28. 28. Hobbes affronta il problema di come il materialismo possa essere conciliato con il riconoscimento dell’esistenza di Dio Ma Hobbes non arriva ad una conclusione ed egli afferma che l’uomo non può conoscere né comprendere la natura di Dio
  29. 29. <ul><li>A.S. 2009 – 20010 </li></ul><ul><li>Liceo Scientifico “G. Vailati” di Genzano di Roma </li></ul><ul><li>Classe IV A </li></ul><ul><li>La presentazione è stata realizzata da Matteo Del Brocco, Gabriele </li></ul><ul><li>D’Eramo, Flaminia Gentili, Roberta Sinopoli nell’ambito di </li></ul><ul><li>un’attività di webquest coordinata dal Prof. Pietro Volpones </li></ul><ul><li>Insieme alle presentazioni, gli studenti hanno realizzato l’ebook “Razionalismo ed </li></ul><ul><li>empirismo”, reperibile al seguente indirizzo web: </li></ul><ul><li>http://www.liceovailati.it/doceboKms/index.php?modname=documents&op=documents </li></ul>

×