Bioetica

2,089 views

Published on

Liceo Scientifico “G. Vailati”
Attività di approfondimento nell'ambito del corso di Filosofia della Prof.ssa P. Nunnari
Anno Scolastico : 2010/2011
Classe : 3° C
Le slide e gli approfondimenti sono a cura di A. Campoli & B. Ferrante

Published in: Education
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,089
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
26
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Bioetica

  1. 1. La Bioetica “Il Diritto alla Vita”
  2. 2. INTRODUZIONE :Si Caratterizza per :° NOVITA’° INTERDISCIPLINARITA’Si Occupa di :° Questione dell’embrione° Fivet° Cellule staminali° Ingegneria genetica° Vendita e donazione diorgani° Clonazione° Eutanasia
  3. 3. L’EMBRIONE Che cos’è l’Embrione? E’ definito EMBRIONE l’incontro della cellula uovo e dello spermatozoo che dalla fecondazione al 15esimo giorno dopo di che fino alla nascita si chiama FETO.L’interesse verso l’Embrione ° Diagnostico ° Terapeutico ° Scientifico ° Industriale ° Commerciale
  4. 4. ABORTO Interruzione spontanea o provocata della gravidanza entro il 180esimo giorno di gestazione dopo di che l’interruzione dà luogo a parto prematuro. INTERRUZIONE VOLONTARIA GRAVIDANZA : avviene entro i primi 90 giorni ABORTO TERAPEUTICO :ammesso dalla Legge anche dopo il 90esimo giorno di gestazione e praticato soltanto in grave pericolo per la vita della donna.Differenze diPensiero :1. Si può parlare atutti gli effetti diindividuo DALMOMENTO DELLAFECONDAZIONE .2. Non si può parlare di“persona” FINO A UNCERTO STADIO DELLOSVILUPPO . (Gianna Jessen 1977)
  5. 5. Harris Vs Lombardi VallauriNon è possibile ritenere persona l’embrione nelle “Io sostengo che l’embrione umano fin dallo stadioprime fase del suo sviluppo di zigote è un individuo uomo in atto “ ° L’embrione non è un uomo in potenza ma lo è in atto e non potrà mai diventarlo più di quanto già lo sia(John Harris 1945)° La fecondazione può innescare losviluppo non di un embrione ma di ° Comparazione (Luigi Lombardi Vallauri 1936)un tumore (MOLA IDATIFORME) . di embrionicidio e omicidio .° L’ovulo fecondato non puòconsiderarsi un nuovo individuo inquanto può benissimo dar luogo adue individui .
  6. 6. “La maternità non è un doveremorale. Non è nemmeno un fattobiologico. È una scelta cosciente.” Oriana Fallaci “Lettera a un bambino mai Nato”
  7. 7. FECONDAZIONE ARTIFICIALESi parla di fecondazione artificiale tutte le volte in cui ènecessario un intervento medico per giungere alconcepimento :FECONDAZIONE FECONDAZIONE IN IN VIVO VITRO (FIVET) OMOLOGA ETEROLOGA I gameti provengono dalla Uno dei due gameti proviene coppia da un donatore esterno
  8. 8. FIVET Tecnica di fecondazione artificiale in cui i gameti si incontrano all’esterno del corpo della donna trasferendo poi l’embrione dopo le prime fasi di divisione nell’utero femminile La Legge N.40 consente la Fivet sotto determinate condizioni : 1. Non possono essere utilizzati più di tre embrioni per volta. 2. Le gravidanze anche se plurime devono essere portate a compimento(Louise Brown 1978)
  9. 9. CELLULE STAMINALI
  10. 10. Dove Sono ?° Embrione° Sangue cordone ombelicalee placenta° Adulti (sangue, midollospinale) Cellule Staminali Mesenchimatiche Isolate nel midollo osseo non sembrano andare incontro a degenerazioni tumorali
  11. 11. INGEGNERIA GENETICAIntervento diretto per modificare alcunigeni alterando in modo più o meno significativo le caratteristiche degli esseri viventi. Eugenetica :Impiego ingegneria genetica per ilmiglioramento della razza umanaintroducendo caratteristiche che di per sépotrebbero essere considerate positive. Obiezioni : 1. Lo stato attuale della tecnica non consente di fare interventi sicuri e privi di conseguenze indesiderate. 2. Una modificazione artificiale dell’uomo è comunque da condannare in via di principio perché va contro la sua dignità che è un valore da salvaguardare
  12. 12. Legge sull’interruzione distato interessante“ Lo Stato garantisce il diritto alla procreazione cosciente e responsabile,riconosce il valore sociale della maternità e tutela la vita umana dal suoinizio. Linterruzione volontaria della gravidanza, di cui alla presente legge,non e’ mezzo per il controllo delle nascite.” L. 22 maggio 1978, n. 194
  13. 13. “Mai due estranei legati allo stesso destinofurono più estranei di noi. Mai duesconosciuti uniti nello stesso corpo furonopiù sconosciuti, più lontani di noi.” Oriana Fallaci “Lettera a un bambino mai Nato”
  14. 14. Sitografia:° www.consultadibioetica.org/la_rivista_bioetica.html° www.portaledibioetica.it° www.mpv.orgBibliografia:° Il Pensiero Plurale “I Generi e i Percorsi”° Enciclopedia di Repubblica° ”Lettera a un bambino mai nato” Oriana Fallaci
  15. 15. Liceo Scientifico “G. Vailati” Attività di approfondimento nellambito del corso di Filosofia della Prof.ssa P. Nunnari Anno Scolastico : 2010/2011 Classe : 3° CLe slide e gli approfondimenti sono a cura di A. Campoli & B. Ferrante

×