Web buzz monitoring

1,441 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,441
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
16
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Web buzz monitoring

  1. 1. WEB MONITORING 2.0
  2. 2. Il web classico La maggior parte delle aziende e dei marchi ha maturato oggi una considerevole esperienza nel web “classico”. Le aziende hanno il loro sito istituzionale , siti di brand , mini siti , community . Fanno advertising e viral marketing. In questo ”web 1.0” le aziende raccontano e gli utenti ascoltano , interagendo solo con i contenuti e con gli strumenti previsti dall’azienda. In questo contesto l’azienda determina le sue strategie ed i suoi contenuti di comunicazione . Questo è il “web vetrina” concepito con una logica push di spinta verso i contenuti ed i messaggi che l’azienda vuole veicolare.
  3. 3. Ma cosa succede là fuori? Feedback, eco, parodie di campagne pubblicitarie e di viral marketing, sondaggi, opinioni sui prodotti…
  4. 4. Il Web 2.0 = Web Sociale o My Internet È nato negli ultimi anni il web 2.0, il web sociale, fatto dagli utenti , il cui successo è decretato dalla diffusione e condivisione delle informazioni e dalla credibilità riconosciuta ai contenuti pubblicati (“ Trust your user ”* ). Se volessimo tentare di definirlo è l’insieme di luoghi della rete dove l’utente è protagonista , in qualità di autore di contenuti o di “recensore” degli stessi (testi, immagini, video). Il re del web 2.0 è lo User Generated Content. E’ il web della conversazione e partecipazione* . E’ il web del protagonismo degli utenti. * Da “What Is Web 2.0” di Tim O’Reilly http://www.oreilly.com
  5. 5. I tanti luoghi del Web 2.0
  6. 6. La rete è autorevole Dopo la TV, Internet è oggi la seconda fonte per il reperimento di informazioni ( GFK Eurisko New Media ). <ul><li>Secondo l’analisi, il passaparola di opinioni e informazioni influenza il comportamento dei consumatori: </li></ul><ul><li>il 98% degli utenti considera molto credibili le recensioni e i consigli di altri utenti ; </li></ul><ul><li>l’ 82% ha comprato almeno un prodotto influenzato dal passaparola online . </li></ul>Occorre tenere presente che notizie mirate a screditare un marchio o un prodotto , opinioni di consumatori insoddisfatti, rimangono online e condizionano il comportamento di altri potenziali clienti.
  7. 7. La rete è condivisione Le categorie più visitate da questi utenti sono ( Elaborazioni Nielsen Online, dicembre 2008) : 1. Search 2. General Interest Portals & Communities 3. Member Communities Molti consumatori vivono oggi all’interno di cluster sociali, immersi in una rete di relazioni e interazioni che caratterizzano non solo il loro ambiente sociale ma anche il loro comportamento di acquirenti .
  8. 8. Aziende e marchi in rete <ul><li>Ma cosa può fare un’azienda oggi nel web? </li></ul><ul><li>Osservare il proprio target attraverso le “conversazioni”: sapere ciò che si dice e dove si dice. </li></ul><ul><li>Conoscere ciò che la gente del web scrive e pensa dell’azienda può essere un’utile fonte integrativa di consumer insight. Permette di sapere cosa il cliente vuole e come percepisce il prodotto. </li></ul><ul><li>Far parlare di sé : incrementare le conversazioni nei luoghi in cui serve, possibilmente sugli argomenti più utili. Non temere le critiche, verranno fatte comunque magari in luoghi di cui non si ha visibilità o dove non è possibile intervenire. Meglio “giocare in casa”. </li></ul><ul><li>e …. OVE OPPORTUNO </li></ul><ul><li>Partecipare alla conversazione . Solo come ultimo passo, quando il contesto lo richiede e lo permette, orientare la conversazione con notizie e dati che possono portare nuovi punti di vista sulla conversazione in atto. </li></ul><ul><li>Le conversazioni nel web 2.0 sono “eterne” : ciò che è stato scritto oggi in un forum, in un blog, ecc, rimane nel tempo, e viene indicizzato dai motori di ricerca, dunque è a disposizione di chiunque in ogni momento. </li></ul>
  9. 9. Il WebMonitoring di Websolute <ul><li>WebMonitoring è il servizio di monitoraggio, ascolto e orientamento del web 2.0 ideato da Websolute. </li></ul><ul><li>Permette di monitorare con frequenza giornaliera, settimanale o mensile i luoghi caldi della Rete in cui si parla dell’azienda, della marca. </li></ul><ul><li>Prevede il monitoraggio di: </li></ul><ul><li>opinioni e interventi su una marca, su un prodotto, su un servizio </li></ul><ul><li>l’uso/abuso di un marchio registrato in Rete </li></ul><ul><li>l’eco di attività di comunicazione o advertising in Rete </li></ul><ul><li>opinioni, idee e preferenze su argomenti definiti </li></ul><ul><li>L’intero servizio è fruibile attraverso un’interfaccia web. Dalla stessa interfaccia è possibile coordinare eventuali interventi, curati dalla nostra redazione . </li></ul>
  10. 10. Websolute WebMonitoring Oltre ai sistemi di monitoraggio automatico, Websolute WebMonitoring si compone di una redazione di esperti della Rete e dei suoi contenuti che completano la ricerca automatica con un’approfondita ricerca manuale. Attraverso una serie di keywords , la redazione individua i luoghi della rete di maggiore rilevanza o pertinenza per il brand e quelli il cui word of mouth è più autorevole e veloce.
  11. 11. Websolute WebMonitoring La redazione seleziona le occorrenze ritrovate per fornire al cliente solo le segnalazioni realmente significative e rilevanti. La presenza di una redazione consente di monitorare oltre a portali e blog anche community, social network e in generale tutti quei luoghi in cui è prevista una registrazione e partecipazione.
  12. 12. Websolute WebMonitoring La redazione si preoccupa di catalogare tutte le informazioni reperite in maniera sistematica e condivisa con il cliente. Attraverso diversi parametri, la redazione assegna valori di importanza sia dell’occorrenza che del luogo stesso della rete in cui l’occorrenza è stata trovata.
  13. 13. Websolute WebMonitoring La redazione si occupa dello studio e dell’analisi dell' evoluzione della percezione del brand in un luogo o in uno specifico momento. Ogni mese la redazione che si occupa del monitoraggio compila e invia un report per ogni singolo progetto . Il report ha come obiettivo quello di offrire una sintesi completa e significativa di quanto rilevato nel corso dell’ultimo mese monitorato. Contiene lo specchietto riassuntivo della occorrenze con livelli di criticità, grafici di evoluzione delle occorrenze, sintesi delle occorrenze più significative con relativi link.
  14. 14. www.websolute.it [email_address] Tel: 0721.411112 via Mengoli 23,25 61100 Pesaro

×