Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Corso cellulari - Quinta lezione

Introduzione alla telefonia cellulare. 8 lezioni.
Panoramica sul mondo della telefonia cellulare, esposta in modo sintetico, per fornire una conoscenza di base.
Cellulare evoluto, Hardware: Alimentazione - Antenna - Microfono - Altoparlante - Suoneria - Vibrazione - Schermo

  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Corso cellulari - Quinta lezione

  1. 1. Introduzione alla telefonia cellulare 5 ago 2013 mngfnc@yahoo.com
  2. 2. ago 2013 mngfnc@yahoo.com Questi dispositivi, oltre ai componenti essenziali ed alla parte elettronica di un telefonino elementare già descritti, possono disporre di altri accessori come un microdiffusore per la riproduzione di musica, di una radio integrata, di un chip per la connessione ad internet senza fili, di uno slot per collegare il cellulare al Pc con un apposito cavo USB, di una fotocamera eccetera. In questo caso si parla di telefonini intelligenti (Smartphone), che integrano le funzioni proprie di un telefonino con quelle tipiche di altri dispositivi elettronici (computer, macchine fotografiche, apparecchi radio, riproduttori musicali e video, navigatori satellitari ecc.). In particolare i nuovi cellulari evoluti hanno soppiantato i computer portatili tascabili, detti anche palmari, dei quali hanno inglobato le funzionalità. I modelli sono in continua evoluzione. Le tipologie che si sono succedute sono molte. Quelle mostrate nelle tre figure sono le più diffuse tra i modelli monoblocco. Con Tastiera QWERTY Con schermo Tattile Classico “BAR” IL CELLULARE EVOLUTO – HARDWARE Tasto per spostare e selezionare gli elementi sullo schermo IL CELLULARE EVOLUTO – HARDWARE
  3. 3. ago 2013 mngfnc@yahoo.com Rappresentazione semplificata dei componenti interni di un cellulare evoluto IL CELLULARE EVOLUTO – HARDWARE
  4. 4. ago 2013 mngfnc@yahoo.com Batteria. Il consumo energetico dei cellulari è molto eterogeneo, e quindi il dimensionamento delle batterie riveste un aspetto basilare. Il consumo principale è dovuto alle funzioni di trasmissione, di elaborazione del segnale prima della sua trasmissione e dopo la sua ricezione ed infine al consumo elettrico dello schermo. Nei modelli più evoluti un maggior consumo è dovuto all'esecuzione di numerose attività quali la connessione dati e l’utilizzo per giochi o video. La potenza assorbita è bassa in condizioni di riposo (stand by) durante il quale si instaurano comunque dei saltuari collegamenti con la stazione Base. La Batteria di solito è specifica per ogni modello. Essa va ricaricata con appositi alimentatori che forniscono la quantità di corrente necessaria per una ricarica ottimale. Come per le altre batterie la capacità si indica in Amper forniti in un'ora (Ah = Amper Hour) o meglio, viste le piccole dimensioni, in millesimi di Amper, quindi mAh. Valori tipici sono fino a 1000mAh per telefoni semplici ed anche il doppio di questo valore per quelli più evoluti. Capacità insufficienti costringono a frequenti ricariche che mediamente non dovrebbero superare una alla settimana, mentre un uso intensivo può ridurre questo tempo a pochi giorni. Il numero totale di ricariche possibili di una batteria, prima del suo esaurimento, è di centinaia di volte, quindi in condizioni normali si prevede una durata di almeno 2-3 anni. Con guscio inferiore aperto IL CELLULARE EVOLUTO – HARDWARE
  5. 5. ago 2013 mngfnc@yahoo.com Antenna. Il cellulare scambia i dati con l'Antenna della Stazione base, della cella in cui si trova, mediante la sua Antenna. Questa nel tempo si è evoluta cambiando caratteristiche: dall'aspetto di un lungo filo si è ispessita ed accorciata. Inizialmente era esterna e talvolta estraibile (fino all'inizio del 2000 circa), mentre dal 2005 circa è racchiusa nell'involucro del cellulare o addirittura, in alcuni modelli, è parte del metallo che costituisce la scocca a fungere da antenna (periferica) . Singolo soluzione classica. Inizialmente i dispositivi trasmettevano il segnale captato dal microfono senza alcuna elaborazione, il che portava alla trasmissione anche dei rumori ambientali, mentre recentemente hanno iniziato a elaborare il segnale in modo da ridurre o rimuovere il rumore di fondo. Doppio questa soluzione ha visto le prime applicazioni nel 2005. Uno dei microfoni è posto vicino alla bocca, mentre l'altro è generalmente nella parte opposta del telefono, o comunque distanziato. Questo permette di avere due segnali differenti in modo che il microfono principale possa registrare in modo ottimale la voce dell'utilizzatore, mentre il secondo microfono registra il rumore dell'ambiente che viene sottratto elettronicamente dall’altro segnale: si ha così l'isolamento della voce pulita. Inoltre il doppio microfono può in alcuni casi essere usato anche per la registrazione di musica, suoni e video con audio stereo. Microfono. Permette di parlare con altre persone. Esistono due soluzioni: IL CELLULARE EVOLUTO – HARDWARE
  6. 6. ago 2013 mngfnc@yahoo.com Altoparlante. Consente di ascoltare l'interlocutore. Vi sono varie soluzioni: Singolo, che dal 1995 poteva avere la funzione viva-voce che consente di ascoltare la telefonata a volume alto, evitando di portare il telefono vicino all'orecchio. Non è quindi necessario l’uso delle mani durante la guida o in altre situazioni particolari. Doppio soluzione utilizzata dal 2000 per molti cellulari, in modo d'avere una cassa specificamente studiata per la comunicazione normale e una utilizzata per il viva-voce ed eventualmente anche per l'ascolto dei file multimediali. Suoneria. Un segnale radio particolare è inviato al cellulare all'arrivo di una telefonata. Conseguentemente i primi telefonini emettevano dei semplici suoni o una combinazione di note predefinite (polifoniche) mediante un apposito congegno associato all'antenna. Successivamente le suonerie potevano essere emesse da un altoparlante e selezionate fra vari tipi presenti nell'apparecchio. Ora è possibile personalizzare le suonerie con suoni e musiche in formati digitali classici (ad esempio MP3) ed anche abbinare diverse suonerie a diverse persone. E’ anche possibile configurare i moderni cellulari ad avvertire l'utente all'arrivo di messaggi di diverso tipo (SMS, E-Mail ecc.) con diverse suonerie. Vibrazione. Questo congegno, inserito nei cellulari verso la fine degli anni novanta, fa vibrare il cellulare all'arrivo di una chiamata o di un messaggio. Si può così disattivare la suoneria in situazioni ove questa potrebbe arrecare fastidio; oppure si può attivare la vibrazione dove la suoneria potrebbe non essere udita. IL CELLULARE EVOLUTO – HARDWARE
  7. 7. ago 2013 mngfnc@yahoo.com Lo Schermo (Display) equivale a quello di un computer. Inizialmente utilizzava una tecnologia a cristalli liquidi come quella dei quadranti dei vecchi orologi digitali, che poi si è evoluta in una tecnologia analoga a quella dei classici monitor, cosicché oggi abbiamo telefoni con schermi ampi fino ad oltre 4 pollici di diagonale e con un numero di pixel che può avvicinarsi a quello di un PC. Sono prodotti anche Schermi tattili (touchscreen). Su questi si agisce sullo schermo, sensibile al tocco, toccando tasti e menu virtuali con la punta delle dita o con apposite penne per una maggior precisione. Questi schermi hanno una pellicola sensibile alla pressione, che deteriora la qualità dell'immagine. In certi telefonini si può utilizzare una combinazione tra le due tecnologie Schermo tattile e tastiera, Multi-touch (traducibile in italiano come multitocco) si differenzia per il fatto che lo schermo è sensibile al contatto contemporaneo in più punti diversi della superficie. Questo consente ad esempio l'ingrandimento di una immagine sullo schermo allontanando due punti di contatto delle dita sullo stesso. Lo Schermo capacitivo si differenzia da quello tattile perché rileva la presenza di un dito nelle vicinanze della superficie dello schermo. Il suo responso è veloce, ma meno preciso, infatti non consente l'utilizzo di apposite penne come nel caso tattile. Secondo Display. In alcuni modelli con apertura a conchiglia è stato inserito un piccolo schermo sul lato esterno del coperchio che permette di mostrare alcune informazioni (tipo l'ora corrente o dati delle chiamate) con l'apparecchio chiuso. IL CELLULARE EVOLUTO – HARDWARE

×