Blog Codice Contratti Pp

4,487 views

Published on

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
4,487
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
532
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Blog Codice Contratti Pp

    1. 1. Il Codice dei contratti pubblici d.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 Gisella Guasti Roma- Firenze 2007- 2008
    2. 2. Leggi <ul><li>legge.11 febbraio 1994, n.109 Legge quadro in materia di lavori pubblici (Merloni) dl 3 aprile 1995, n. 101 convertito con modifiche dalla legge 2 giugno 1995 n. 216 (Merloni bis ) dalla legge 18 novembre 1998, n.415 (Merloni ter ) legge 1 agosto 2002 n. 166 (Merloni quater o Lunardi ) d.lgv. 22 gennaio 2004 n. 30 Modificazioni alla disciplina degli appalti pubblici concernenti i beni culturali legge 18 aprile 2005 n. 62 Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee </li></ul>
    3. 3. La legge quadro attuale <ul><li>D. lgs 12 aprile 2006 n. .163 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004 17/CE e 2004/18/CE </li></ul><ul><li>aggiornata col D. lgs. 26 gennaio 2007, n. 6 Disposizione correttive e integrative del d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163 </li></ul><ul><li>aggiornata col D. lgs. 31 luglio 2007, n. 113 Disposizione correttive e integrative del d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163 </li></ul>
    4. 4. Regolamenti <ul><li>DPR 21 dicembre 1999, n. 554. Regolamento di attuazione della legge quadro in materia di lavori pubblici 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modificazioni </li></ul><ul><li>DPR 25 gennaio 2000 n. 34 Regolamento del sistema di qualificazione per gli esecutori di lavori pubblici </li></ul><ul><li>D. 19 aprile 2000 n. 145 Regolamento recante il Capitolato generale d’appalto dei lavori pubblici </li></ul><ul><li>DPR 28 dicembre 2000 n. 445 Disposizioni amministrative in maniera di documentazione amministrativa </li></ul><ul><li>DPR 30 marzo 2004 n.93 Regolamento recante modifiche al DPR 34/2000. </li></ul><ul><li>DPR 13 febbraio 2007, n. 74 (in vigore dal 3.7.2007)Regolamento di modifica al DPR 34/2000 e smi </li></ul><ul><li>Bozza di Regolamento </li></ul>
    5. 5. Le figure <ul><li>Responsabile Unico del Procedimento </li></ul><ul><li>Direttore dei lavori </li></ul><ul><li>Progettista </li></ul><ul><li>Collaudatore </li></ul>
    6. 6. Caratteristiche del RUP art. 10 Codice e art. 5 Regolamento <ul><li>un tecnico (con titolo di studio adeguato al compito per cui è nominato e abilitato a esercizio professione) </li></ul><ul><li>funzionario con idonea professionalità con almeno 5 anni di servizio </li></ul><ul><li>nominato ufficialmente prima del progetto preliminare e, in alcuni casi, ancor prima dell’inserimento del progetto nell’eventuale atto di programmazione </li></ul>
    7. 7. Compiti del RUP <ul><li>Promuove l’accertamento della fattibilità del progetto </li></ul><ul><li>Coordina le attività per la redazione del progetto preliminare, definitivo ed esecutivo </li></ul><ul><li>Esegue la validazione dei progetti </li></ul><ul><li>Propone i sistemi di affidamento </li></ul><ul><li>Richiede all’amministrazione la nomina della Commissione giudicatrice </li></ul><ul><li>Accerta la sussistenza delle condizioni che giustificano l’affidamento dell’incarico di progettazione o direzione dei lavori a soggetti esterni all’Amministrazione </li></ul><ul><li>Nomina il direttore dei lavori e l’Ufficio di direzione dei lavori </li></ul><ul><li>Può valutare, in casi complessi, l’ammontare della copertura assicurativa per progettisti ed esecutori </li></ul>
    8. 8. Validazione dei progetti art. 56 Regolamento <ul><li>per beni mobili sotto soglia, RUP si avvale </li></ul><ul><ul><li>del redattore scheda tecnica (se non ha partecipato a progettazione) </li></ul></ul><ul><ul><li>ovvero </li></ul></ul><ul><ul><li>di un restauratore di specifica esperienza (che non abbia partecipato alla redazione del progetto) </li></ul></ul>
    9. 9. RUP/D.LL/Progettista <ul><li>Le funzione del RUP possono coincidere con quelle di progettista o di direttore dei lavori tranne nel caso di interventi di importo superiore a </li></ul><ul><li>€ 500.000,00 o di opere impiantistiche di particolare complessità o interventi ad alta componente tecnologica </li></ul>
    10. 10. Ruolo del restauratore di beni culturali art. 202 c. 3 <ul><li>Esegue la Progettazione (3 livelli) </li></ul><ul><li>Redige la scheda tecnica del progetto preliminare (obbligatoria per beni mobili) </li></ul><ul><li>E’ nella Direzione lavori (obbligatorio) </li></ul><ul><li>E’ nelle Commissioni di collaudo (obbligatorio) </li></ul><ul><li>E’ di supporto al RUP </li></ul>
    11. 11. Progettista <ul><li>Può redigere ogni fase del progetto </li></ul><ul><li>Scheda tecnica (progetto preliminare) </li></ul><ul><li>Restauratore qualificato </li></ul><ul><li>Funzionario tecnico </li></ul><ul><li>Ditte esterne (restauratore qualificato) </li></ul>
    12. 12. Affidamento della progettazione all’esterno art. 91 Codice <ul><li>Per importi pari o superiori a € 100.000,00: disposizione di cui alla pt. II titolo I (contratti di rilevanza comunitaria)-II (contratti sotto soglia comunitaria) del Codice </li></ul><ul><li>Per importi inferiori a € 100,000,00: RUP può affidare a soggetti di cui all’art. 90 c. 1 lettere d)e)f)g)h), rivolgendo l’invito (art. 57 c. 6) </li></ul><ul><li>ad almeno 5 soggetti </li></ul>
    13. 13. Direzione dei lavori ( art. 130 Codice) <ul><li>E’ obbligatoria l’istituzione di un Ufficio di Direzione lavori da parte della S.A. </li></ul><ul><li>Coordinamento, direzione e controllo tecnico-contabile e amministrativo dell’esecuzione di ogni singolo intervento </li></ul><ul><li>Il Direttore dei lavori è nominato dal RUP prima di bandire la gara </li></ul>
    14. 14. Interventi sui beni culturali (art. 202 c. 5) <ul><li>La D.LL. deve comprendere tra gli assistenti, almeno un soggetto con qualifica di restauratore di beni culturali , qualificato a norma del DM 294/00 modificato col DM 420/2001. </li></ul>
    15. 15. D. LL. in carenza di organico <ul><li>Altre amministrazioni pubbliche </li></ul><ul><li>Progettista incaricato ai sensi dell’ art. 90 c.6 </li></ul><ul><li>Altri soggetti scelti per affidamento incarichi di progettazione </li></ul>
    16. 16. Compiti del Direttore dei Lavori art. 146 Regolamento <ul><li>accertarsi che l’esecuzione dei lavori cui è preposto siano effettuati ” a perfetta regola d’arte” secondo quanto previsto dal progetto e dal contratto </li></ul><ul><li>accettare i materiali </li></ul><ul><li>coordinare l’Ufficio di direzione dei lavori </li></ul><ul><li>interloquire in via esclusiva con l’appaltatore relativamente agli aspetti tecnici e contabili e fornire al RUP il parere nel caso di richiesta di varianti da parte dell’appaltatore. </li></ul><ul><li>provvedere alla consegna dei lavori all’impresa e al ricevimento degli stessi una volta restaurati. </li></ul><ul><li>emettere i SAL e rilasciare il certificato di regolare esecuzione al termine dei lavori. </li></ul><ul><li>verificare periodicamente il possesso e la regolarità documentazione rispetto a obblighi dell’appaltatore nei confronti dei dipendenti </li></ul><ul><li>essere obbligatoriamente presente al collaudo se effettuato dalla Commissione appositamente nominata </li></ul>
    17. 17. Ordine di servizio del D.LL <ul><li>Emanato dal D.LL all’appaltatore rispetto ad aspetti strettamente tecnici dell’appalto </li></ul><ul><li>Deve essere vistato dal RUP </li></ul><ul><li>Redatto in 2 copie </li></ul><ul><li>Comunicato all’appaltatore che lo restituisce firmato per conoscenza </li></ul><ul><li>Appaltatore è obbligato ad un uniformarvisi (non può iscrivere le RISERVE in questa sede) </li></ul>
    18. 18. Consegna dei lavori art. 151 Regolamento <ul><li>Autorizzata dal RUP </li></ul><ul><li>Non oltre 45 gg . dalla data di approvazione del contratto </li></ul>
    19. 19. Procedure per la consegna dei lavori <ul><li>D.LL comunica all’appaltatore giorno e luogo della consegna (oneri sono a spese dell’appaltatore) </li></ul><ul><li>Se appaltatore non si presenta, D.LL fissa nuova data (decorrenza termini contrattuali rimane quella della prima consegna) </li></ul><ul><li>Se appaltatore non si presenta nei termini stabiliti, S.A. può risolvere il contratto e incamerare la cauzione </li></ul><ul><li>Se consegna avviene in ritardo per colpa della S.A ., appaltatore può chiedere rescissione contratto con diritto a rimborso di tutte le spese contrattuali e spese sostenute </li></ul>
    20. 20. Processo verbale di consegna art. 152 Regolamento <ul><li>Redatto in doppia copia in contraddittorio fra D.LL e Impresa </li></ul><ul><li>Firmato da D.LL. e da appaltatore con 2 testimoni </li></ul><ul><li>Una copia inviata al RUP che ne rilascia copia conforme all’appaltatore se questo lo richiede </li></ul><ul><li>Dal verbale di consegna decorre termine utile per compimento dei lavori </li></ul><ul><li>La consegna può avvenire in più volte con successivi verbali di consegna secondo il cronoprogramma concordato tra S.A. e appaltatore </li></ul>
    21. 21. Documentazione amministrativa e contabile da tenere a cura della S.A. art. 178 Regolamento <ul><li>a) giornale dei lavori </li></ul><ul><li>b)libretti di misura delle lavorazioni e della provviste </li></ul><ul><li>c) le liste settimanali </li></ul><ul><li>d) il registro di contabilità </li></ul><ul><li>e) il sommario del registro di contabilità </li></ul><ul><li>f) gli stati di avanzamento lavori </li></ul><ul><li>g) i certificati di pagamento delle rate di acconto </li></ul><ul><li>h) il conto finale e la relativa relazione </li></ul>
    22. 22. Sospensione dei lavori art. 156 Regolamento <ul><li>Se circostanze speciali impediscono temporaneamente la effettuazioni dei lavori a regola d’arte, D.LL ne ordina la sospensione </li></ul><ul><li>D.LL. redige con appaltatore verbale di sospensione lavori (motivi sospensione, SAL, personale presente) e lo inoltra al RUP entro 5 giorni dalla sua redazione </li></ul><ul><li>Al momento della ripresa, D.LL redige un nuovo verbale e indica nuovo termine contrattuale </li></ul>
    23. 23. Proroga <ul><li>Appaltatore può richiederla se non è in grado di ultimare i lavori nei termini per cause a lui non imputabili </li></ul><ul><li>Richiesta con congruo anticipo </li></ul><ul><li>Disposta del RUP , sentito il D.LL. entro 30 gg . dal suo ricevimento </li></ul><ul><li>Penali </li></ul>
    24. 24. Varianti (art. 132 e art. 205) <ul><li>disposte dal RUP su proposta del direttore dei lavori sentito il progettista </li></ul><ul><li>ammesse: </li></ul><ul><ul><li>se giustificate dall’evoluzione dei criteri della disciplina del restauro </li></ul></ul><ul><ul><li>per presenza di eventi verificatisi in corso d’opera o di rinvenimenti imprevisti o non prevedibili in fase progettuale </li></ul></ul><ul><ul><li>per errori o omissioni nella progettazione </li></ul></ul>
    25. 25. “ Aspetti di dettaglio ” art. 159 del Reg. e art. 205 del Codice <ul><li>Non sono varianti gli aspetti di dettaglio disposti dal Direttore dei lavori finalizzati a prevenire e ridurre pericoli di danneggiamenti o deterioramento dei beni tutelati che non modifichino qualitativamente l’opera contenuti entro il 20% in aumento o in diminuzione, di ogni singola categoria di lavorazione senza modificare importo contrattuale </li></ul>
    26. 26. Contestazioni fra S.A. e appaltatore art. 162 Regolamento <ul><li>1. su aspetti tecnici, D.LL e appaltatore ne danno comunicazione al RUP </li></ul><ul><li>2. su fatt i </li></ul>
    27. 27. Assicurazione art. 90 codice /art. 279 Regolamento <ul><li>S.A. stipula polizze assicurative per l’espletamento di incarichi (RUP, D. LL. progettista) da parte dei propri dipendenti </li></ul><ul><li>se la progettazione è affidata a soggetti esterni la stipula è a carico degli stessi </li></ul><ul><li>RUP determina l’ammontare dell’assicurazione dei progettisti e degli esecutori (art. 202 c. 7) </li></ul>
    28. 28. Informazioni pratiche <ul><li>Compenso progettazione (art.92) </li></ul><ul><li>Parametri Offerta economicamente più vantaggiosa </li></ul><ul><li>Calcolo base d’asta </li></ul>
    29. 29. Compenso Progettazione <ul><li>2% dell’importo posto a base di gara </li></ul><ul><li>RUP </li></ul><ul><li>Progettista </li></ul><ul><li>Redattore piano di sicurezza </li></ul><ul><li>Direttore lavori </li></ul><ul><li>Collaudatori </li></ul><ul><li>Collaboratori </li></ul>
    30. 30. Tabella ripartizione compenso art. 92 Codice
    31. 31. Offerta Economicamente Piu’ Vantaggiosa <ul><li>esempio: </li></ul><ul><li>Ribasso: 60 punti </li></ul><ul><li>Merito tecnico: 40 punti </li></ul><ul><li>circolare Bonino </li></ul>
    32. 32. PARAMETRI OEV Merito tecnico <ul><li>OGGETTO VALUTAZIONE </li></ul><ul><li>1. direttore tecnico (oltre i requisiti) </li></ul><ul><li>2.,lavori effettuati ultimi 5 anni non analoghi </li></ul><ul><li>3. lavori analoghi </li></ul><ul><li>4. minor tempo rispetto a tempo massimo previsto nel bando di gara </li></ul><ul><li>presenza restauratori (requisito non </li></ul><ul><li>punteggio) </li></ul><ul><li>SUDDIVISIONE PERCENTUALE (40 punti) </li></ul><ul><li>1. 10 punti(oltre i requisiti) </li></ul><ul><li>2. 12 punti </li></ul><ul><li>3. 15 punti </li></ul><ul><li>4. 3 punti </li></ul>
    33. 33. Calcolo base d’asta <ul><li>Somme a disposizione S. A </li></ul><ul><li>Importi impegnati : </li></ul><ul><ul><ul><li>accreditamento pervenuto (meno oneri per sicurezza dove da calcolare) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>IVA contratto (accreditamento pervenuto diviso per 1,2) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>compenso progettazione: 2% dell’importo di gara </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>importo assicurazione (RUP, D.LL., PROGETTISTI) </li></ul></ul></ul><ul><li>Importi preventivati </li></ul><ul><ul><ul><li>missioni (n. x n. persone) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>missioni collaudatori (n. missioni x n. collaudatori) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>missioni collaudi in corso d’opera(n. missioni x n. collaudatori) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Imprevisti </li></ul></ul></ul>
    34. 34. Calcolo base d’asta
    35. 36. IL COLLAUDO <ul><li>Verifica della conformità dell’esecuzione dei lavori con quanto previsto da progetto e contratto </li></ul>
    36. 37. Certificato di regolare esecuzione e Collaudo Soglie degli Importi art. 141 c. 3 Codice <ul><li>per importi fino a € 500.000,00 </li></ul><ul><li>per importi fra € 500.000,00 e 1 ml: la S.A. può sostituire il certificato di collaudo con quello di regolare esecuzione </li></ul><ul><li>oltre 1 ml di euro: obbligatorio il collaudo </li></ul>
    37. 38. Tipologia delle verifiche <ul><li>CERTIFICATO DI REGOLARE ESECUZIONE </li></ul><ul><li>emesso dal D.LL </li></ul><ul><li>entro 3 mesi dalla data di ultimazione dei lavori e confermato dal RUP </li></ul><ul><li>in contraddittorio con l’impresa </li></ul><ul><li>COLLAUDO </li></ul><ul><li>eseguito dalla Commissione di collaudo </li></ul><ul><li>entro 6 mesi (collaudo finale) dalla ultimazione dei lavori </li></ul><ul><li>in contraddittorio con l’Impresa </li></ul>
    38. 39. Commissione di collaudo art. 141 Codice <ul><li>Nominata entro 30 giorni dalla data di ultimazione lavori </li></ul><ul><li>Collaudatori scelti di norma dalle Stazioni appaltanti nell’ambito delle proprie strutture tra tecnici di elevata e specifica qualificazione con riferimento al tipo di lavori salvo nell’ipotesi di carenza di organico </li></ul><ul><li>Il collaudatore o i componenti della Commissione di collaudo non devono aver svolto alcuna funzione nelle attività di progettazione, di direzione, di vigilanza e di esecuzione di lavori sottoposti a collaudo </li></ul>
    39. 40. Componenti delle commissioni di collaudo Art. 246 Regolamento <ul><li>Per beni di categoria OS2 è.obbligatoria </li></ul><ul><li>presenza di un restauratore qualificato con 5 anni di anzianità con competenze specifiche coerente con l’intervento </li></ul><ul><li>presenza di storico dell’arte/archivista/bibliotecario con competenze specifiche e capacità professionale coerente con l’intervento </li></ul>
    40. 41. Procedure per l’effettuazione del Collaudo <ul><li>Commissione stabilisce data del collaudo, la comunica al RUP che la comunica all’appaltatore </li></ul><ul><li>se questo non si presenta il collaudo avviene ugualmente alla presenza di 2 testimoni estranei all’Amministrazione </li></ul><ul><li>il D.LL. è obbligato a essere presente al Collaudo </li></ul>
    41. 42. Documenti da fornire alla Commissione di collaudo <ul><li>contratto </li></ul><ul><li>cronoprogramma </li></ul><ul><li>verbali di consegna </li></ul><ul><li>eventuali verbali di sospensione </li></ul><ul><li>originali di tutti i documenti contabili </li></ul><ul><li>conto finale dei lavori </li></ul>
    42. 43. Certificato di collaudo <ul><li>emesso dopo il collaudo </li></ul><ul><li>ha carattere provvisorio </li></ul><ul><li>diventa definitivo dopo 2 anni </li></ul><ul><li>pagamento rata a saldo (entro 90 gg . da emissione certificato provvisorio o regolare esecuzione) non costituisce presunzione di accettazione dell’opera da parte della S.A. </li></ul>
    43. 44. Collaudo in corso d’opera art.141 c. 7 Codice <ul><li>obbligatorio </li></ul><ul><ul><ul><li>quando D.LL. affidata a soggetti esterni all’amministrazione (art. 130 ) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>quando D.LL è anche progettista </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>in casi di particolare complessità </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>lavori in concessione </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>altri casi </li></ul></ul></ul>
    44. 45. Sopralluoghi <ul><li>effettuati dal Direttore dei lavori </li></ul><ul><li>anche senza comunicazione all’Impresa </li></ul>
    45. 46. Stato Avanzamento Lavori art. 191 Regolamento <ul><li>per effettuare pagamento di una rata in acconto (contratto) </li></ul><ul><li>redatto dal D.LL </li></ul><ul><li>vi sono riassunte tutte le lavorazioni eseguite fino a quel momento </li></ul><ul><li>ricavato dal Registro di contabilità </li></ul>
    46. 47. Stato Avanzamento Lavori (SAL) Ufficio amministrativo Saldo fattura RUP Emissione certificato di pagamento Impresa Emissione fattura D.LL Consegna copia registro di contabilità all’Impresa e al RUP contemporaneamente a firma R.C. N.B. da confermare entro 30 gg. dall’emissione del SAL pena la loro decadenza Impresa Apposizione di eventuali riserve sul registro di contabilità entro 30 giorni dal verbale di consegna alla S.A. D.LL. e Impresa firma SAL entro 30 gg. dal verbale di consegna alla S.A. D.LL emissione SAL D.LL compilazione Registro di contabilità prima dell’emissione del I (o unico) SAL D.LLRUP invio registro di contabilità al D.LL
    47. 48. Registro di contabilità Contenuto <ul><li>sulla prima facciata : </li></ul><ul><ul><ul><li>tutte le notizie relative al contratto (importo) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>di quanti fogli è composto </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>a quale lotto si riferisce </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>la data in cui il RUP lo ha inviato al D.LL. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>all’interno </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>tabella con costo di ciascun volume accettato al SAL dal D.LL inclusa IVA moltiplicato per il numero dei volumi </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>firmato da D.LL e Impresa (eventuali Riserve) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Copia SAL a Impresa </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>copia SAL al RUP che deve confermarlo e firmare il Certificato di pagamento con cui l’Impresa viene saldata </li></ul></ul></ul>
    48. 51. Riserve dell’appaltatore art. 187 Regolamento <ul><li>firma con riserva Registro di contabilità </li></ul><ul><li>entro 15 giorni: esplicazione delle riserve (pena la decadenza)quantificando nel registro di contabilità le cifre del compenso cui crede di aver diritto </li></ul><ul><li>D.LL. nei successici 15 giorni esprime sul registro le sue deduzioni </li></ul>
    49. 52. Certificato di ultimazione lavori Art. 195 Regolamento <ul><li>D.LL.effettua necessari accertamenti in contraddittorio con Impresa e rilascia certificato di ultimazione lavori in doppio esemplare </li></ul>
    50. 53. Conto finale dei lavori art. 196 Regolamento <ul><li>compilato dal D.LL con le stesse modalità del SAL </li></ul><ul><li>trasmesso dal D.LL. al RUP </li></ul><ul><li>relazione del D.LL che indichi tutte le vicende cui è stato soggetta l’esecuzione dei lavori, di accompagnamento al conto finale </li></ul>
    51. 54. Certificato per pagamento art. 192 Regolamento <ul><li>rilasciato dal RUP </li></ul><ul><li>sulla base del SAL compilato dal D.LL </li></ul><ul><li>inviato alla S.A. appaltante in due copie per mandato di pagamento </li></ul><ul><li>(firmato anche dal D.LL.) </li></ul><ul><li>Certificato a rate o a saldo </li></ul>
    52. 55. Certificato di pagamento entro 30 gg. dalla data di emissione del certificato di pagamento a saldo S.A. Ufficio amministrativo mandato di pagamento a saldo entro 90 gg. dall’emissione del certificato di collaudo provvisorio o del certificato di regolare esecuzione RUP Certificato di pagamento a saldo entro 30 gg. dalla data di emissione del Certificato di pagamento S.A. Ufficio amministrativo mandato di pagamento del D.LL ( che firma anche lui il certificato di pagamento) dichiarazione assicurazione degli operatori dell’Impresa totale importo da pagare all’Impresa e delle eventuali deduzioni numero certificati di pagamento emessi precedentemente entro 45 giorni dall’emissione del SAL emesso dal RUP sulla scorta del SAL emesso dal D.LL. emissione Certificato di pagamento (a rate)
    53. 56. Consuntivo scientifico art. 244 Regolamento <ul><li>D.LL. redige relazione che esplicita risultati culturali e scientifici raggiunti </li></ul>
    54. 57. Le parti del Codice che riguardano i Beni culturali <ul><li>Parte II Titolo IV Capo II ( artt. da 197 a 205 ) </li></ul><ul><li>riproduce con qualche modifica il d. lgs. 22 gennaio 2004 n. 30 </li></ul><ul><li>inoltre le parti comuni del Codice </li></ul><ul><li>Parte I </li></ul><ul><li>Parte II Titolo III capi I-III </li></ul><ul><li>Parte IV </li></ul><ul><li>Parte V </li></ul>
    55. 58. Le parti del Regolamento che riguardano in particolare i Beni culturali <ul><li>Parte II, Titolo II capo I artt. 11-40 </li></ul><ul><li>Titolo XI Lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale </li></ul><ul><li>Capo I artt.235 e 236 </li></ul><ul><li>Capo II artt. 237-246 </li></ul>
    56. 59. In caso di necessità…. <ul><li>www. bosettiegatti.it www.simone.it/appaltipubblici/ </li></ul><ul><li>www.autoritalavoripubblici.it </li></ul><ul><li>www. attestazione.net </li></ul><ul><li>www.progettotrio.it </li></ul><ul><li>Carmelo Giurdanella, Commento al Codice dei contratti . Napoli, Gruppo editoriale Esselibri-Simone, 2007 </li></ul><ul><li>II edizione </li></ul>

    ×