Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

Riforma forense: lettura critica di una occasione mancata

Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad

Check these out next

1 of 21 Ad

More Related Content

Similar to Riforma forense: lettura critica di una occasione mancata (20)

Advertisement

More from Renato Savoia (20)

Recently uploaded (20)

Advertisement

Riforma forense: lettura critica di una occasione mancata

  1. 1. La nuova legge professionale: riforma o controriforma forense? Lettura critica di una riforma mancata Legnago (VR) – 1 febbraio 2013 www.renatosavoia.com
  2. 2. “Il nuovo ordinamento professionale richiede una maggiore qualificazione degli avvocati, con l’introduzione delle specializzazioni, favorisce il tirocinio e l’ingresso dei giovani nella professione, introduce trasparenza nei compensi professionali liberamente concordati con il cliente, migliora il controllo disciplinare, prevede l’assicurazione obbligatoria della responsabilità professionale, rafforza il segreto professionale e crea lo sportello del cittadino, delega il Governo ad emanare una disciplina articolata sulle società di capitali, con esclusione del mero socio di investimento, essendo l’autonomia e l’indipendenza coessenziali alla natura stessa della attività professionale forense.” (estratto dall'intervento per l'inaugurazione dell'anno giudiziario presso la Corte di Cassazione, 25/01/2013)
  3. 3. Secondo il presidente del CNF la riforma comporta: - maggiore qualificazione degli avvocati (specializzazioni); - favorisce il tirocinio e l’ingresso dei giovani nella professione (“i giovani avranno maggiori opportunità di lavoro”); - offre migliori opportunità all'avvocatura (cfr. comunicato stampa CNF 21/12/12)
  4. 4. 15 PROBLEMI 1) legge con troppe deleghe in bianco e troppo diluite nel tempo (16 per il CNF, 5 per i COA, 15 al ministro, 3 al governo – da 6 a 24 mesi. Forse...) 2) una norma inutile, ovvero la falsa esclusiva (art.2);
  5. 5. LA FALSA ESCLUSIVA – ART.2 5. Sono attività esclusive dell’avvocato, fatti salvi i casi espressamente previsti dalla legge, l’assistenza, la rappresentanza e la difesa nei giudizi davanti a tutti gli organi giurisdizionali e nelle procedure arbitrali rituali.
  6. 6. 6. Fuori dei casi in cui ricorrono competenze espressamente individuate relative a specifici settori del diritto e che sono previste dalla legge per gli esercenti altre professioni regolamentate, l’attività professionale di consulenza legale e di assistenza legale stragiudiziale, ove connessa all’attività giurisdizionale, se svolta in modo continuativo, sistematico e organizzato, è di competenza degli avvocati
  7. 7. 3) il no al socio di capitale (ma le banche vanno bene – art.5); 4) non voler riconoscere la realtà, ovvero la mancata disciplina degli avvocati-dipendenti (esempio: Bonelli Erede Pappalardo);
  8. 8. 5) la specializzazione teorica o affidata al CNF (art.9); Per definirsi specialista occorre superare positivamente un percorso formativo almeno biennale oppure comprovata (dal CNF...) esperienza professionale (8 anni di iscrizione + prova di assidua, prevalenza e continuativa attività nel settore negli ultimi 5 anni)
  9. 9. 6) l'ossimoro della pubblicità solo informativa, in una norma scritta male (art.10); - che differenza tra organizzazione e struttura? - se informazione deve essere veritiera per forza non è ingannevole 7) le ridicole esenzioni dall'obbligo della formazione continua (art.11); - oggi no formazione oltre 40 anni attività, perchè 25?
  10. 10. 7) le ridicole esenzioni dall'obbligo della formazione continua (art.11); - dopo 25 anni di attività si può smettere di aggiornarsi? - la vita professionale è sempre più lunga: perchè l'obbligo smette a 60? - avvocati-politici - docenti/ricercatori 8) l'assicurazione contro gli infortuni: perchè solo noi? (art.12)
  11. 11. 9) il caos-compensi, e l'anacronistica battaglia di retroguardia sul patto di quota lite (art.13, altra norma scritta malissimo) (a oggi il patto quota lite, per restare in Europa, è ammesso, seppur talvolta con limitazioni in Germania, Francia, Olanda, Grecia, Spagna, Regno Unito)
  12. 12. Il contrasto nell'art. 13 3° comma: La pattuizione dei compensi è libera: è ammessa la pattuizione ... a percentuale sul valore dell’affare o su quanto si prevede possa giovarsene 4° comma: Sono vietati i patti con i quali l’avvocato percepisca come compenso in tutto o in parte una quota del bene oggetto della prestazione o della ragione litigiosa.
  13. 13. 10) cassa e continuità professionale (art.21) Iscrizione albo avvocati => Contestuale iscrizione Cassa Permanenza nell'albo subordinata (controlli triennali) a: - effettività - continuità - abitualità - prevalenza * esclusione di ogni riferimento al reddito *
  14. 14. 11) tornare a scuola per essere cassazionisti (art.22); 8 anni + scuola superiore dell'avvocatura (con verifica finale) Perchè non vale solo per i nuovi iscritti??? Vecchia normativa per chi matura 12 anni entro 3 anni – norma irragionevole!
  15. 15. 12) C.O.A.: mandato quadriennale (perchè?) ma senza incarichi giudiziari (perchè?) (art.28); 13) sportello gratuito (per il cittadino) = cioè pagano gli avvocati (art.40); 4° comma: gli oneri derivanti dall'espletamento delle attività di sportello di cui al presente articolo sono posti a carico degli iscritti...
  16. 16. 14) tirocinio incomprensibile (art.41+43); - 18 mesi - possibile per 6 mesi durante il corso di laurea - il diploma presso le scuole di specializzazioni per le professioni legali di cui all'art. 16 d.lgs.398/97 vale un anno di tirocinio - minimo di 6 mesi (!) presso un avvocato o avvocatura dello Stato (segue)
  17. 17. - scompare il tirocinio provvisorio in proprio 12° comma: ...decorsi 6 mesi dall'iscrizione nel registro dei praticanti… può esercitare attività professionale in sostituzione dell'avvocato presso il quale svolge la pratica e comunque sotto il controllo e la responsabilità dello stesso anche se si tratta di affari non trattati direttamente dal medesimo - il tirocinio consiste ANCHE nella frequenza obbligatoria e con profitto per non meno di 18 mesi di corsi di formazione
  18. 18. 15) esame mostruosamente teorico (art.46); - no codici commentati - materie orali obbligatorie: 1) civile + procedura civile 2) penale + procedura penale 3) ordinamento e deontologia forensi + 2 a scelta (lavoro, commerciale, comunitario e internazionale privato, tributario, ecclesiastico, ordinamento giudiziario e penitenziario)
  19. 19. CONCLUSIONI - è una legge utile per l'avvocatura? NO - è una legge moderna? NO - è una legge a favore dei giovani? NO - è una legge scritta bene? NO
  20. 20. GRAZIE PER LA PAZIENZA! Renato Savoia www.renatosavoia.com

×