Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Lettera al governatore del 11.6

272 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Lettera al governatore del 11.6

  1. 1. _______________________________________________ Le Segreterie Sindacali Aziendali e Territoriali COMUNICATO SINDACALE A S.E. il Governatore dell’Ospedale Miulli e, p.c. Al Chiar.mo Governatore della Regione Puglia Chiar.mo Assessore alle Politiche della Salute della Regione Puglia Al Chiar.mo Sindaco della Città di Acquaviva delle Fonti Agli Uffici Legali delle OO.SS. CGlL-CISL-UIL Alle altre OO.SS. dell’Ospedale Miulli Ai lavoratori del Miulli Ai cittadini del Territorio Ai mass media L O R O S E D I Eccellenza Reverendissima, queste Organizzazioni Sindacali, nel fare il punto della grave situazione dell’Ospedale Miulli, esprimono piena soddisfazione per l’interesse generale con cui da più parti si seguono, con la dovuta premura ed attenzione, le nostre vicende. Ci siamo sentiti rassicurati sia dal’ultimo incontro, tenutosi negli Uffici della Presidenza della Regione Puglia con l’Assessore Gentile, ma in particolar misura, dalle Sue successive dichiarazioni rese alla stampa, a smentita dei ventilati esuberi e dei costi del personale del Miulli non in linea con i trattamenti percepiti dai lavoratori pubblici. Tutto ciò premesso, Le chiediamo, già a partire dai trattamenti economici del mese di Giugno 2013, il ripristino di tutte le voci paga unilateralmente sospese dall’Amministrazione Miulli e la restituzione di quanto non assegnato al personale per i mesi di Aprile e Maggio 2013.
  2. 2. Ciò deriva proprio dalla necessità di dare concreto riscontro alla straordinaria mobilitazione dei lavoratori e dei cittadini di Acquaviva delle Fonti, che ha permesso di ottenere l’attenzione delle Istituzioni ed i primi immediati e concreti interventi assunti dalla Regione Puglia, a sostegno dell’opera di risanamento economico e finanziario dell’Ente che, ovviamente, dovrà guardare ai lavoratori come ad un patrimonio inestimabile dell’azienda a cui riservare ogni premura, attenzione e tutela, Tale richiesta riscontra, peraltro, gli stessi orientamenti già espressi dai rappresentanti istituzionali della Regione Puglia. Tale istanza, inoltre, viene assunta a seguito delle intese raggiunte con i propri rispettivi Uffici Legali, deputati a porre in essere, nell’eventualità di una risposta negativa alla presente istanza, tutte quelle misure utili ad un pieno recupero del credito vantato nei confronti dell’Amministrazione Miulli dagli iscritti ai nostri Sindacati. Inoltre, nell’ottica di una responsabile e generalizzata verifica dei costi, della complessiva attività di gestione dell’Ospedale Miulli e della stessa situazione patrimoniale del nostro Ente, queste Organizzazioni Sindacali, preoccupate del resto anche dalle voci raccolte a testimonianza di una loro crescita esponenziale, Le chiedono una rendicontazione analitica dei costi di manutenzione annuale vantati dalla società “Hopitecna S.r.l.”, a partire dall’anno 2006, le modalità di assegnazione alla suddetta Ditta degli interventi da eseguire, la natura dei controlli tecnici effettuati su tali interventi e gli organi tecnici preposti a tali incombenze. Per le stesse ragioni, si richiedono: o elementi utili a rappresentare il quadro complessivo dei costi e dei ricavi delle società partecipate dal Miulli; o una analisi dei costi/ricavi delle società a cui sono stati affidati in gestione servizi istituzionali dell’Ente; o una rendicontazione delle metodologie, dei criteri di individuazione dei fornitori, dei criteri di scelta nell’acquisizione dei beni e servizi; o il quadro dei consulenti e collaboratori presenti nell’Istituzione, ivi compresi i componenti di organismi interni dell’Ospedale Miulli (Consiglio per gli Affari Economici, Collegio dei Revisori, etc.) con indicazioni delle funzioni assicurate e dei compensi percepiti; o dati sul patrimonio dell’Ente Ecclesiastico Ospedale Generale Regionale Miulli con l’indicazione di eventuali proventi rivenienti dall’utilizzo dei cespiti patrimoniali; o gli atti concernenti l’apertura del procedimento di concordato preventivo in continuità aziendale presentati presso il Tribunale fi Bari e le relazioni periodiche presentate dall’Ospedale Miulli a riscontro della sostenibilità di tale richiesta. Nell’attesa di Sue decisioni di merito rispetto alla richiesta di reintegro delle voci paga sospese a partire dalla corrente mensilità, della restituzione di quanto non attribuito per i mesi di Aprile e Maggio 2013 e delle informazioni richieste a corredo della presente istanza, La informiamo che il giorno 28 Giugno 2013, al termine dell’ iniziativa, già deliberata dall’Assemblea Generale dei lavoratori, “il corteo delle 100 auto”, alle ore 18,30 circa, una delegazione di dirigenti sindacali, lavoratori, cittadini, rappresentanti delle Istituzioni Le chiederà di essere ricevuta presso la Sua Sede Episcopale in Gravina di Puglia al fine di aprire istituzionalmente un comune confronto sulla gestione e sul destino dell’Ospedale Miulli. Certi che vorrà dare ascolto alle voci della ragione e del cuore secondo alcuni degli intendimenti che lo stesso Papa Francesco ha voluto indicare ai Pastori della Chiesa che devono “disporsi a camminare in mezzo e dietro al gregge: capaci di ascoltare il silenzioso racconto di chi soffre e di sostenere il passo di chi teme di non farcela; attenti a rialzare, a rassicurare e a infondere speranza”, Le porgiamo cordiali saluti. Acquaviva delle Fonti, lì 10.06.2013 Le Segreterie Sindacali Aziendali e Territoriali CGIL CISL UIL

×