Insegnare 2.0 (1° incontro)

1,515 views

Published on

Intervento a un corso di aggiornamento per docenti dell'ISIS Romero.
Primo incontro: "Adeguare le pratiche didattiche ad alunni "nativi digitali" e ai nuovi strumenti digitali di comunicazione"

Published in: Education, Business, Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,515
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
44
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Insegnare 2.0 (1° incontro)

  1. 1. Pierfranco Ravotto Adeguare le pratiche didattiche ad alunni "nativi digitali" e ai nuovi strumenti digitali di comunicazione Insegnare 2.0 di 29
  2. 2. Momenti epifanici … Prof, voglio mettere un effetto acqua … di un immigrante digitale Prof, posso usare il cellulare? Prof, non ho fatto l’esercizio, perché l’ho visto solo a mezzanotte Sofia Jessica Katia di 29
  3. 3. Momenti epifanici … Prof, voglio mettere un effetto acqua … di un immigrante digitale Prof, posso usare il cellulare? Prof, non ho fatto l’esercizio, perché l’ho visto solo a mezzanotte Sofia Jessica Katia Prof, posso andare in bagno? … Marza di 29
  4. 4. E’ la rete, baby … CHAT Videogioco Download YouTube di 29
  5. 5. E’ la rete, baby … CHAT Videogioco Download YouTube Attività per la scuola di 29
  6. 6. Nativi digitali Ardizzone e Rivoltella di 29 Media e le ICT sono la cultura in cui i giovani oggi vivono, costruiscono e scambiano significati.
  7. 7. Nativi digitali Prensky I nostri studenti sono cambiati radicalmente . Gli studenti di oggi non sono più quelli per cui il nostro sistema educativo è stato progettato. Essi sono la prima generazione cresciuta con le nuove tecnologie . Hanno passato la loro intera vita usando ed essendo immersi in computer, videogames, riproduttori musicali, videocamere, cellulari e ogni altro gioco e strumento dell’era digitale. … Videogiochi, email, Internet, cellulari, chat sono parte integrante delle loro vite. … Sono nativi digitali … … I cervelli dei nativi digitali sono probabilmente fisicamente differenti , effetto dell’input digitale che hanno ricevuto crescendo. di 29
  8. 8. Nativi digitali Gardner di 29 … le menti si differenziano l'una dall'altra in modo significativo a seconda che si siano sviluppate in una cultura pre-alfabetizzata, in una cultura classica o moderna in cui il testo è fondamentale, o in una cultura post-moderna dove l'alfabetizzazione riguarda una varietà di segni che operano congiuntamente, talora in sinergia, talaltra in caotica mescolanza . .
  9. 9. Insegnare nella tecnologia Calvani Insegnare come la si usa (tecniche e consapevolezza)‏ Usare le tecnologia per insegnare Considerarla l'ambiente naturale in cui si realizza l'apprendimento Forse è il momento di passare dall'insegnare la tecnologia o con la tecnologia all'insegnare nella tecnologia di 29 Insegnare la tecnologia Insegnare con la tecnologia Insegnare nella tecnologia
  10. 10. Nativi e migranti di 16 di 29
  11. 11. L'educazione è conversazione Raffaello di 29
  12. 12. Conversazione educativa nell’IT di 29
  13. 13. Conversazione educativa nell’IT Gli insegnanti devono scegliere di volta in volta gli strumenti più adatti alla conversazione educativa . di 29
  14. 14. Web 2.0 di 29
  15. 15. GOOGLE Comunicazione (anche chat) Calendario Ambiente di lavoro con permessi Documenti condivisi di 29
  16. 16. Skype Videoconferenze (a due) Audioconferenze (in molti) di 29
  17. 17. Wiki Scrittura collaborativa di 29
  18. 18. FaceBook Ambiente di interazione di 29
  19. 19. Slideshare Condivisione slide (con audio) + Audacity di 29
  20. 20. YouTube Condivisione video di 29
  21. 21. YouTube Se ascolto, dimentico. Se vedo, ricordo. Se faccio, capisco. Vedere Fare <ul><li>Un’esperienza di fisica </li></ul><ul><li>La soluzione di un’equazione </li></ul><ul><li>Un esercizio di ginnastica </li></ul><ul><li>Un filmato sulla cellula, sull’astronomia, … </li></ul><ul><li>Uno spezzone di documentario storico </li></ul><ul><li>Benigni che legge Dante </li></ul><ul><li>… </li></ul>Gli studenti hanno il videofonino: perché non farglielo usare? di 29
  22. 22. Scribd Condivisione documenti di 29
  23. 23. Cmap Condivisione di mappe mentali di 29
  24. 24. Dipity Timeline di 29
  25. 25. Blog Ambiente di comunicazione e interazione di 29
  26. 26. MOODLE Ambiente di comunicazione e interazione progettato per la didattica di 29
  27. 27. Non è possibile … <ul><li>… restare al modello di scuola novecentesco , caratterizzato: </li></ul><ul><li>dal processo lezione-studio individuale-esercizi applicativi-verifica , </li></ul><ul><li>da una rigida divisione del sapere in discipline , </li></ul><ul><li>da un orario scolastico che definisce in modo rigido non solo il tempo attribuito a ciascuna disciplina/insegnante ma anche alla lezione e al laboratorio. </li></ul><ul><li>da un paradigma dell'apprendimento basato sulla trasmissione ordinata sistematica e sequenziale della conoscenza, </li></ul><ul><li>dalla centralità del docente e dalla disposizione della classe con i banchi rivolti alla cattedra, </li></ul> di 29
  28. 28. Una rivoluzione copernicana … <ul><li>dalla centralità del docente alla centralità dello studente , </li></ul><ul><li>dall'insegnamento all' apprendimento , </li></ul><ul><li>dalla trasmissione della conoscenza secondo un modello compartamentista o cognitivista alla produzione di conoscenza secondo un modello costruttivista o connettivista , </li></ul><ul><li>da un sistema gerarchico (docente-studenti) ad un sistema reticolare in cui ) sia valorizzato il contributo dei pari all'apprendimento, </li></ul><ul><li>dall'ordine sistematico, lineare e sequenziale al disordine ipermediale , </li></ul><ul><li>dai tempi lunghi ai tempi brevi , </li></ul><ul><li>dalla scuola come tortura alla scuola come gioco , </li></ul><ul><li>dall'apprendimento formale alla contaminazione con l'informale , </li></ul><ul><li>dalla scuola tradizionale ad una scuola 2.0 . </li></ul> di 29
  29. 29. Pierfranco Ravotto [email_address] Grazie per l’attenzione di 29 Potete usare, modificare e distribuire liberamente in base alla licenza CreativeCommons “Attribution-Share alike” o altra licenza equivalente, a patto di citare l'autore originario e di lasciare sul prodotto derivato le stesse libertà.

×