Droni e Protezione Civile

916 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
916
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9
Actions
Shares
0
Downloads
23
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Droni e Protezione Civile

  1. 1. I sistemi a pilotaggio remoto na-scono dallesigenza di coprire letipologie di missioni che i milita-risonosolitiidentificareconlap-pellativo “D3’ (Dirty, Dull,Dangerous), vale a dire quellemissioni che risultano essere ri-petitive e sostanzialmente peri-colose per lincolumità dei pilotia bordo - come ad esempio im-pieghi di sorveglianza e ricogni-zione. In questi sistemi, di cui sisente parlare sempre più spessoe si ne vedono immagini sui me-dia, la parte più evidente, anchese non la più importante, è costi-tuita dal drone, è composto daun vettore, senza presenza uma-na a bordo; una stazione di con-trollo a terra (UCS - UnmannedControl Station) per il pilotaggio;un sistema on-board così da es-sere completamente automatiz-zati (cioè seguire un profilo dinavigazione preprogrammato) osemi automatizzati, telecoman-dati a distanza dalla stazione dicontrollo; un sistema di comuni-66a cura della RedazioneSistemi a pilotaggio remoto:impieghi per la Protezione civilePRODOTTIENUOVETECNOLOGIEVIRTUALROBOTIXEsistono da oltre cinquanta anni e sono noti principalmente nella loro ver-sione aerea: si tratta dei sistemi a pilotaggio remoto (Unmanned System).Sono venuti alla ribalta in concomitanza di conflitti come quello deiBalcani, dellIraq e dellAfghanistan. A fronte delle ricche esperienze matu-rate in ambito militare, l’impiego di sistemi senza pilota a bordo in ambitocivile è divenuto recentemente di grande interesse, conseguentemente al-levolversi delle tecnologie implementa-te e alla crescita dellaffidabilità e alla ri-duzione dei costi di tali velivoliSistema a pilotaggio remoto
  2. 2. cazione (communication links) e un sistema di lan-cio e recupero (qualora necessario per sistemi aereiad ala fissa).Inoltre i vettori vengono suddivisi in funzione del-l’ambiente in cui si trovano ad operare in:G Sistemi aerei (UAV - Unmanned Aerial Vehicle);G Sistemi marini di superficie (USV - UnmannedSurface Vehicle);G Sistemi sottomarini (AUV/UUV - AutonomousUnderwater Vehicle o Unmanned UnderwaterVehicle);G Sistemi terrestri (UGV - Unmanned GroundVehicle);G Robot sottomarini (ROV - Remote OperatedVehicle - quest’ultimi in realtà filoguidati).G Sistemi di video ispezione per tubazioni di qual-siasi natura e diametroG Sistemi di rilevamento batimetrico autonomoL’impiego di questi sistemi trova la sua migliore 67LaProtezionecivileITALIANAaprile2013-4GoolaKeLe: inseguimento e sganciodel modulo salvagente autogonfiante
  3. 3. collocazione in attività riguardanti:G Sicurezza territoriale, delle frontiere e del narco-traffico;G Monitoraggio nel tempo di centrali termoelettri-che e impianti industriali, utilizzando appositi sen-sori (termocamere, camere multispettrali ecc.) epossibilità di mappatura delle dispersioni termi-che di edifici;G Telerilevamento e video-ispezioni: creazione dimappe di vigore di colture agricole e monitorag-gio dello stato di salute della vegetazione, mappedi copertura e uso del suolo, per lanalisi e il sup-porto nelle fasi immediatamente successive a ca-lamità naturali;G Aerofotogrammetria e rilievo dellarchitettura:creazione di Modelli digitali del terreno, produzio-ne ortofoto e, allo stesso tempo, rilievo architetto-nico di infrastrutture ed edifici per la creazione dimodelli 3D;G Monitoraggio ambientale e calamità naturali, adesempio in aree colpite gravemente da terremoti einondazioni, dove si presenta la necessità di analisidella situazione senza compromettere vite umane;G Biodiversità e monitoraggio fauna, come peresempio il monitoraggio degli animali selvatici e ilcontrollo numerico periodico per quelle speciecon un alto tasso di riproduzione;G Operazioni di ricerca e soccorso dove i dronipossono svolgere un ruolo importante, consen-tendo di effettuare delle ricognizioni in tempi rapi-di, in particolare a seguito del verificarsi di situa-zioni di emergenza.VIRTUALROBOTIX costituisce uno dei principaliriferimenti nell’ambito dell’industria nazionale delsettore e, seppur di nuova costituzione, in realtà èattiva e ha maturato tramite gli studi, gli sviluppi,e le realizzazioni dei suoi partners, una plurienna-le esperienza e competenza nella totalità delle tec-nologie necessarie, per poter realizzare e impiega-re con successo sistemi a pilotaggio remoto, dota-ti di notevole levatura tecnica.68PRODOTTIENUOVETECNOLOGIEVettore unmanned
  4. 4. Le competenze di VIRTUALROBOTIX consen-tono di:1 analizzare, tramite stazioni di comando, dotatedi motori cartografici 3D e di sistemi di gestioneproprietari, le informazioni rilevate nell’ambientedai vettori, progettati e costruiti per consentire, an-che in condizioni estreme e ognitempo, le più am-pie performances di raccolta dati;2 condurre corsi di istruzione all’uso dei sistemicomprendendo l’ addestramento necessario alcontrollo e pilotaggio del vettore e l’ addestra-mento alla lettura delle informazioni rilevate daisensori, sfruttando il vicendevole e proficuo tra-sferimento di tecnologia e know-how, in partner-ship con una realtà israeliana attiva nell’uso deidroni da ben 25 anni;3 condurre lo studio, lo sviluppo e la realizzazio-ne di soluzioni estremamente personalizzate.VIRTUALROBOTIX, inoltre, è assiduamente pre-sente presso gli organi certificativi sia civili(ENAC) che militari (DGAA, NAVARM, DGAT),per contribuire, con il proprio lavoro e sensibili-tà, a formare le normative sia di impiego che dicostruzione dei vettori Unmanned, che riscon-trano particolari limitazioni operative e costrut-tive, soprattutto in ambito aeronautico, in cui lasicurezza di terzi sorvolati al suolo e del trafficocommerciale in aerovia costituisce l’ obiettivoprimario.Sfruttando i sistemi di comando, comunicazio-ne e controllo, realizzati da LASER NAVIGA-TION, membro e socio fondatore, VIRTUALRO-BOTIX, può garantire con l’impiego di proprivettori, (ala fissa, ala rotante, ibridi, ma anchemini-cingolati/ruotati, subacquei e di superfi-cie), l’ esecuzione di una vastissima gamma dioperazioni di Protezione civile.Tra queste rientrano missioni di prevenzione econtrollo ambientale pre-evento (ad es. antin-cendio boschivo), sia missioni operative duran-te-evento, (ad es. monitoraggio esondazioni) epost-evento (ad es. analisi e monitoraggio va-langhe e frane).Nel range delle operazioni che VIRTUALROBO-TIX può coprire, sono inclusi alcuni tipici com-piti di istituto di enti come Vigili del Fuoco,Corpo Forestale dello Stato, Corpo NazionaleSoccorso Alpino e Speleologico, Capitanerie diPorto, come ad esempio l’attivazione delle pri-me operazioni per il salvataggio della vita uma-na in mare o in montagna.Con questa logica è stata eseguita anche unaesercitazione con la Protezione civile del nucleodi Alzano Lombardo (BG). Una delle particolariprove, svolte dal vettore GoolaKeLe, è stata losgancio del modulo salvagente autogonfiante,un’anteprima assoluta di attività di Protezionecivile, in cui il vettore Unmanned non si limitaad eseguire missioni di analisi e monitoraggio,ma interviene attivamente nello svolgimentodelle operazioni, innalzando il livello di prontez-za operativa dei nuclei di intervento, garanten-do un’immediata prima risposta ad una emer-genza.Lo scopo, in questo caso, era fornire, rapida-mente e con precisione, un supporto di galleg-giamento ad un naufrago, in attesa che le unitàprincipali di soccorso svolgessero le proceduredi salvataggio e recupero.Con diverso scopo, ma con grandi benefici, i si-stemi a pilotaggio remoto sono stati utilizzatidurante l’emergenza del terremoto emiliano perl’ispezione, il controllo e l’analisi dei danni degliedifici colpiti dal sisma, dove non era consiglia-to l’intervento umano, a causa dei rischi di crol-lo degli edifici.VIRTUALROBOTIX è, dunque, fin da oggi in gra-do di rispondere alle più pressanti esigenze diProtezione civile, garantendo lo sviluppo di so-luzioni altamente innovative e professionali,fornendo agli operatori non solo lo strumentoper l’esecuzione delle operazioni, ma anche ilnecessario addestramento per il dispiegamentodelle risorse tecnologiche realizzate. IPer informazioni:VIRTUALROBOTIXVia Matteotti 34 24054 Calcio BGTel.: +39 0363 968520info@virtualrobotix.comhttp://www.virtualrobotix.com/page/protezione-civile 69LaProtezionecivileITALIANAaprile2013-4

×