Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
EuroVelo 8
Mediterranean Route
Racconigi
Abbazia di
Staffarda
Stupinigi
Limone
piemonte
Villafranca
Piemonte
Carignano
Pan...
ORGANIZZAZIONETURISTICAREGIONALE
regionaltouristorganization
RegionePiemonte-AssessoratoalTurismo
promozione.turistica@reg...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Cartina Euro Velo 8

Il percorso EuroVelo 8, è dedicato all’esplorazione della costa nord del Mediterraneo, con 5.900 chilometri di percorso ciclabile da Cadice, in Spagna, fino a Cipro, passando per Francia, Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Albania e Grecia.

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Cartina Euro Velo 8

  1. 1. EuroVelo 8 Mediterranean Route Racconigi Abbazia di Staffarda Stupinigi Limone piemonte Villafranca Piemonte Carignano Pancalieri Vinovo Venaria cuneo Gabiano Valenza Guazzora Frassineto Po Moncalieri isola s. antonio CASALE MONFERRATO TORINO Caraglio SALUZZO CUNEO vernante borgo san dalmazzo roccavione robilante CUNEO LIMONE PIEMONTE 5 4 3 2 1 LIMONE PIEMONTE - cuneo cuneo - SALUZZO SALUZZO - TORINO TORINO - CASALE MONFERRATO CASALE MONFERRATO - ISOLA S. ANTONIO BUSCA COSTIGLIOLE SALUZZO verzuolo manta CASALE MONFERRATO TORINO SALUZZO SALUZZO carignano vinovo PANCALIERI VILLAFRANCA PIEMONTE CERVIGNASCO gabano CHIVASSO FRASSINETO PO VALENZA GUAZZORA moncalieri EuroVelo8 EuroVelo è la rete cicloturistica europea che comprende 14 tracciati a lunga percorrenza che attraversano 42 Paesi dell’Unione. L’ottavo fra gli itinerari, Eurovelo 8, è dedicato all’esplorazione della costa nord del Mediterraneo, con 5.900 chilometri di percorso ciclabile da Cadice, in Spagna, fino a Cipro, passando per Francia, Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Albania e Grecia. In Piemonte gli itinerari di EuroVelo 8 attraversano le zone del Cuneese, Torinese, Vercellese e Alessandrino. Gli appassionati di bici possono godere del meraviglioso paesaggio montano in cui è incastonata Limone Piemonte, delle pittoresche colline del Monferrato e delle numerose riserve naturali, tra cui il Parco Fluviale Po e Orba, punto di eccellenza naturalistica a tutela della biodiversità, che accompagna i ciclisti per buona parte del tracciato piemontese. Il percorso si snoda tra borghi medievali, castelli, dimore storiche, cittadine caratteristiche e fa tappa nel capoluogo sabaudo, che accoglie il visitatore con le sue bellezze storiche e artistiche. EuroVelo 8 rapprersenta un’occasione unica per conoscere luoghi, visitare musei e apprezzare il nostro territorio anche attraverso i piatti tipici della tradizione piemontese, naturalmente accompagnati da un buon calice di vino nostrano. LE TAPPE IN PIEMONTE: 54321 DA LIMONE PIEMONTE A CUNEO DA CUNEO A SALUZZO DA SALUZZO A TORINO DA TORINO A CASALEMONFERRATO DA CASALE MONFERRATO A ISOLA S. ANTONIO Robilante Vernante Roccavione Le Montagne e il Parco delle Alpi Marittime, tra sport e natura. Nel centro storico di Vernante è possibile ammirare i murales dedicati alla favola di Pinocchio. Cuneo famosa per le sue piazze, il centro storico e i cuneesi al Rhum. THE SIGHTS The Mountains and the “Parco delle Alpi Marittime” (Park of Maritime Alps): sport and nature. In the historical centre of Vernante visitors can admire the murales dedicated to Pinocchio’s fairy tale. Cuneo is famous for its squares, its historical centre and the “cuneesi al Rhum” (typical biscuits prepared with dark chocolate and Rum). Manta e il suo Castello misterioso e affascinante, ricco di affreschi. Il Filatoio di Caraglio un tempo la “fabbrica da seta” più antica d’Europa. SaluzzocittàmedievalesededellafamosaCastiglia,residenzafortificata dei Marchesi di Saluzzo. THE SIGHTS Manta and its misterious and charming Castle, full of frescoes . The“FilatoiodiCaraglio”usedtobethemostancient“silkfactory”inEurope. Saluzzo: Medieval city that housed the famous Castiglia, the Marquises of Saluzzo’s fortified residence. L’abbazia di Santa Maria di Staffarda, uno dei grandi monumenti medioevali del Piemonte. L’oasi della Lipu Centro cicogne e anatidi di Racconigi area di protezione della fauna. La Palazzina di Caccia di Stupinigi: Residenza Sabauda per la Caccia e le Feste progettata da Filippo Juvarra. THE SIGHTS The “Abbazia di Santa Maria di Staffarda” (Abbey of St. Mary of Staffarda): one of the greatest Medieval monuments in Piemonte. The Lipu Oasis, “Centro cicogne e anatidi di Racconig”i (Racconigi Storks and Anatidae Centre), fauna’s protected area. The “Palazzina di Caccia di Stupinigi” (The Hunting Residence of Stupinigi), the Savoy Residence for Hunting and Celebration, designed by Filippo Juvarra La Mole Antonelliana, simbolo architettonico di Torino attualmente sede del Museo Nazionale del Cinema. La Reggia di Venaria Reale una delle Residenze Sabaude patrimonio Unesco. La Sinagoga di Casale Monferrato uno dei migliori esempi di sinagoga barocca piemontese. THE SIGHTS The “Mole Antonelliana”, Torino’s architectural symbol, currently hosting the Museo Nazionale del Cinema (National Cinema Museum) . The “Reggia di Venaria Reale” (Venaria Reale Royal Palace), one of Savoy residences inscribed in the UNESCO World Heritage List. The“SinagogadiCasaleMonferrato”(SynagogueofCasaleMonferrato), one of the greatest examples of Baroque synagogues in Piemonte. Nocciolaia: uccello, dall’aspetto gradevole, colorato ed elegante, tipico del Parco Fluviale del Po e d’Orba. Valenza e i suoi orafi famosi in tutta Europa per la produzione di gioielli. Infernot cantine scavate interamente nella roccia e situate completamente sotto il livello del terreno. THE SIGHTS “Nocciolaia”: pleasant, colourful and elegant bird living in the Parco Fluviale del Po e d’Orba. Valenzaanditsgoldsmiths,famousallaroundEuropeforjewellerymaking. Infernot: cellars carved into the stone and entirely located under the ground level. Borgo San Dalmazzo 1 COSA VEDERE COSA VEDERE COSA VEDERE COSA VEDERE COSA VEDERE5 4 3 2 Manta Verzuolo Costigliole Saluzzo Busca Caraglio SALUZZO TORINO Cervignasco saluzzo torino Chivasso isola sant’antonio casale monferrato
  2. 2. ORGANIZZAZIONETURISTICAREGIONALE regionaltouristorganization RegionePiemonte-AssessoratoalTurismo promozione.turistica@regione.piemonte.it web:www.piemonteitalia.eu RegionePiemonte-Piemonteitalia.eu @piemonte_italia ATLAgenzieTuristicheLocali-LocalTouristAgencies ATLdiAlessandria&Monferrato“ALEXALA” tel.+390131288095 web:www.alexala.it ATLdiAsti“Astiturismo” tel.+390141530357 web:www.astiturismo.it ATLdiBiella tel.+39015351128 NumeroVerde800811800(Italia) web:www.atl.biella.it ATLdelCuneese tel.+390171690217 web:www.cuneoholiday.com ATLdelleLangheedelRoero tel.+39017335833 web:www.langheroero.it ATLdellaProvinciadiNovara tel.+390321394059 web:www.turismonovara.it ATL“TurismoTorinoeProvincia” TorinoCallcentre+39011535181 Pinerolotel.+390121795589 Ivreatel.+390125618131 web:www.turismotorino.org ATL“DistrettoTuristicodeiLaghi,MontieValli” tel.+39032330416 web:www.distrettolaghi.it ATL“TurismoValsesiaVercelli” Varallotel.+390163564404 Vercellitel.+39016158002 web:www.atlvalsesiavercelli.it Thesoleresponsibilityofthispublicationlieswiththeauthor.TheEuropeanCommissionisnot responsibleforanyusethatmaybemadeoftheinformationcontainedtherein CARTA TURISTICA EUROVELO 8 CARTA TURISTICA EUROVELO 8 EuroVelo8 MediterraneanRoute EuroVelo is the European cycling holidays network that includes 14 long trails, crossing 42 countries within the European Union. The 8th itinerary, Eurovelo8, is dedicated to the discovery of the Northern Mediterranean coast, including a 5900 Km bicycle path, from Cadiz, in Spain, to Cyprus, passing through France, Italy, Slovenia, Croatia, Bosnia-Herzegovina, Montenegro, Albania and Greece. In Piemonte EuroVelo 8’s itineraries pass through the areas of Cuneo, Torino, Vercelli and Alessandria. Bicycle lovers can enjoy the wonderful mountain landscape in which Limone Piemonte is inserted, the picturesquehillsoftheMonferratoarea,severalnaturalreserves,includingtheParcoFluvialePoeOrba,a natural excellence point for the protection of biodiversity, which accompanies cyclists during most of the trailinPiemonte.TheitinerarytwistsandturnsamongMedievalvillages,castles,historicalhouses,typical townsandlaysoverintheSavoy’scapitalcity,whichwelcomesvisitorswithplentyofhistoricalandartistic beauties.EuroVelo8isauniquechancetoseeplaces,visitmuseumsandappreciateourterritoryalsothrough our typical and traditional dishes from Piemonte, accompanied - of course - by a good glass of local wine. STAGES IN PIEMONTE Limone - Cuneo (29 km approximately) Torino - Casale Monferrato (75 km approximately) Cuneo - Saluzzo (33 km approximately) Casale Monferrato - Isola S. Antonio (40 km approximately) Saluzzo - Torino (57 km approximately) COSA VEDERE cuneo CASTELLLO DI MANTAFILATOIO DI CARAGLIO COSA VEDERE MOLE ANTONELLIANA REGGIA DI VENARIAMUSEO EGIZIO CUNEO - CARAGLIO - BUSCA - COSTIGLIOLE SALUZZO - VERZUOLO - MANTA - SALUZZO 3 5 2 4 1 2 3 4 5 EuroVelo 8 - 1ª tappa da Limone Piemonte a Cuneo Il tratto italiano di EuroVelo 8 parte dalla stazione climatica piemontese Limone Piemonte che sorge alle pendici delle Alpi Marittine in prossimità del valico del Colle di Tenda. Limone è stato storicamente un luogo di passaggio tra il Piemonte, la Riviera di Ponente e la Provenza. Dalla bella cittadina montana si percorre il tratto su strada asfaltata di circa 7,5 km che velocemente porta a Vernante, definita la cittadina dei murales di Pinocchio e famosa per l’ottima cucina di tradizione occitana e la birra alla castagna. Si prosegue quindi su strada ciclabile riservata, che porta fino a Cuneo, per un totale di 25 km circa. Lungo il percorso che si sviluppa nella Valle Vermenagna, si incontrano i comuni di Robilante e di Roccavione dominato dalla rupe detta del Santo Sudario ultima propaggine della catena divisoria delle vallate. Si è ormai oltre tre quarti del percorso quando si giunge a Borgo San Dalmazzo il cui abitato è delimitato dal corso della Stura di Demonte e dal torrente Gesso, qui sorge il Santuario di Monserrato, le cui origini risalgono alla prima metà del XVII secolo. Da qui con rapida pedalata si arriva nel capoluogo della provincia Granda, Cuneo. Cuneo è attraversata dai corsi d’acqua Gesso e Stura. Ricca di storia, la sua fondazione risale al periodo romano ma vede lo svilupparsi del suo splendore intorno all’anno 1000. Da non perdere la visita alla Chiesa di San Francesco e un giro nel centro storico, dove si può degustare il dolce principe il Cuneese al Rhum, nato nel 1923 da un’idea di Andrea Arione. EuroVelo 8 - 2ª tappa da Cuneo a Saluzzo La seconda tappa del tratto piemontese di EuroVelo 8 parte dalla capitale della provincia Granda e dopo 33 km raggiunge la cittàdiSaluzzo,percorrendolariccacampagnadell’exMarchesatodiSaluzzo.Procedendoindirezionenord-ovestdaCuneosi giungerapidamenteaCaraglio,dovesiincontral’omonimoFilatoioovverola“fabbricadaseta”piùanticad’Europachedopo il restauro è diventata sede del Museo del Setificio Piemontese e spazio espositivo. Risaliti in sella si prosegue alla scoperta della“RiservanaturaledeiCiciudelVillar”neipressidell’abitatodelcomunediVillarSanCostanzotraBuscaeDronero.ICiciu sono fenomeni di erosione detti “colonne di erosione” con una tipica forma a fungo, il cui cappello è costituito da un masso erratico (anche di notevoli dimensioni) ed il gambo da terra e pietrisco. Proseguendo verso nord si attraversa l’abitato di Busca,comunedellaValleMaira,einrapidasequenzaCostiglioleSaluzzo,VerzuolofinoagiungerealpiccoloborgodiManta. Qui sorge l’omonimo castello edificato quale struttura fortificata nel XII secolo e trasformato in splendida corte a castello nel corso dei secoli. Di notevole pregio la sala baronale con gli affreschi, ispirati al romanzo cortese Chevalier Errant, raffiguranti ilciclodeiNoveEroiedelleNoveEroineelascenadellaFontedellaGiovinezza.L’ultimotrattoportavelocementedaMantaa Saluzzoche,dalpuntodivistastoricoeculturale,rappresentaunosplendidoesempiodiarchitetturamedievalepiemontese. EuroVelo 8 - 3ª tappa da Saluzzo a Torino Il terzo itinerario della tratta piemontese di EuroVelo 8 prende avvio dalla capitale dell’ex Marchesato di Saluzzo. La città di origine medievale conserva intatto lo splendido Castello dei Marchesi, La Castiglia, situato nel centro storico ricco di edifici d’epoca e caratteristici locali. Il percorso che si sviluppa prevalentemente su strada statale pianeggiante porta velocemente a Villafranca Piemonte, comune del basso torinese tradizionalmente legato alla pesca d’acqua dolce, ricordata ancora oggi con la Sagra dei Pescatori. Proseguendo verso nord - est si giunge al “Paese della Menta” Pancalieri, dove la coltivazione di piante officinali e della menta piperita in particolare rappresenta l’attività economica prevalente. Continuando verso nord nel mezzo della pianura torinese, sulla sponda sinistra del Po, si arriva a Carignano. Si tratta di uno dei comuni piemontesi più vicini al corso del fiume, che nei secoli ne ha garantito ricchezza e sviluppo testimoniati dallo splendore dei suoi palazzi storici. Con pedalata veloce si lambisce l’abitato di Vinovo e da qui si prosegue verso Moncalieri. Moncalieri si sviluppa su un vasto territorio che va dalle sponde del fiume Po fino alla collina. Fondata dopo l’anno mille, divenne uno dei più importanti insediamenti della zona. Tra i suoi monumenti, sicuramente il più famoso è la residenza sabauda dove venne firmato l’omonimo Trattato. Da non perdere la degustazione del piatto tipico la “Tripa ‘d Muncalè”. Percorrendo la pista ciclabile all’interno del Parco Fluviale del Po Torinese si giunge a Torino, la Capitale Sabauda. EuroVelo 8 - 4ª tappa da Torino a Casale Monferrato Torino, con il Palazzo Reale, la Mole Antonelliana, il Museo Egizio secondo al mondo è anche il punto di partenza del quarto itinerario della tratta piemontese di EuroVelo 8. Il percorso si sviluppa seguendo il fiume Po e attraversa due aree protette: le Aree Protette del Po e della Collina Torinese e il Parco Fluviale del Po e dell’Orba. Il tratto ciclabile non possiede sede propria, ma utilizza tracciati a percorrenza promiscua con i veicoli a motore. Tali tracciati possono essere sia su sterrato, nelle campagne, sia su asfalto, laddove non è stato possibile individuare un tracciato alternativo. Saliti in sella si percorre un lungo tratto pianeggiante che costeggia l’abitato di San Mauro Torinese e Gassino fino a giungere Chivasso, cittadina dell’area metropolitana torinese che nel medioevo fu un’importante stazione di passaggio lungo la Via Francigena, famosa per i “nocciolini”, minuscoli dolci a base di meringa e Nocciole Piemonte I.G.P. Lasciato il territorio torinese si prosegue verso Crescentino nel Vercellese. Crescentino è il comune che delimita il confine tra le due aree protette da qui si entra quindi nel Parco Fluviale del Po e dell’Orba dove è possibile incontrare “cavalieri d’Italia”, “fraticelli”, “aironi guardabuoi” e molte altre specie autoctone. Attraversato il fiume e pedalando verso est si arriva a Gabiano piccolo paesino dell’alessandrino che conserva uno splendido castello già citato in documenti dell’VIII secolo, sempre sulla via dei castelli si giunge a Camino famoso per la “Rocca delle donne” e l’omonimo castello. Ancora poche pedalate e si raggiunge Casale Monferrato. EuroVelo 8 - 5ª tappa da Casale Monferrato a Isola S. Antonio L’ultima tappa del tratto piemontese di EuroVelo 8 parte dalla cittadina di Casale Monferrato, ricca di beni architettonici e culturali, tra cui: il Duomo di Sant’Evasio, la Sinagoga e la Torre civica. In età moderna, Casale si è distinta quale polo industriale della celebre regione vitivinicola di cui è considerata la capitale storica. Il percorso si sviluppa seguendo il fiume Po e il confine regionale per buona parte del suo tratto e utilizza tracciati a percorrenza promiscua con i veicoli a motore, addentrandosi anche nell’area protetta del Parco Fluviale del Po e dell’Orba. Proseguendo in direzione est si lambisce il piccolo abitato di Frassineto Po e da qui, con veloce pedalata in direzione sud, si arriva a Valenza, dalla fine dell’Ottocento uno dei più importanti centri in Italia per la lavorazione artigianale di gioielleria e oro. Tornati in sella si percorrono ancora pochi chilometri e si giunge a Guazzora. Situato nella piana tra il Po e lo Scrivia, il borgo agricolo prende il nome dai guadi che obbligatoriamente si dovevano attraversare per trasferirsi a piedi o con le barche dal Tortonese alla Lomellina, al Vogherese e al Pavese, separati dai fiumi Tanaro e Scrivia qui confluenti nel Po. Un’ultima pedalata e si giunge sul confine tra Piemonte e Lombardia presso l’abitato di Isola Sant’Antonio, un tempo circondato dalle acque del Po, del Tanaro e dello Scrivia e oggi terra ferma, in seguito ai cambiamenti dell’alveo dovuti ad alluvioni ed esondazioni. EuroVelo 8 - 1st stage from Limone Piemonte to Cuneo The Italian stretch of EuroVelo 8 starts in Limone Piemonte, the holiday resort on the slopes of the Maritime Alps, near the Colle di Tenda mountain pass. Historically Limone Piemonte was a crossing place among Piemonte, the Riviera di Ponente (the Western Coast of Liguria) and Provence. From this nice mountain town, cyclists go through a 7,5 km hard-surface stretch and quickly reach Vernante, which is defined as Pinocchio’s wall paintings village and is famous for its traditional Occitan cuisine and chestnut beer. Cyclists then continue on a reserved bike path, leading to Cuneo, in approximately 25 km. Along the itinerary in the Valle Vermenagna, visitors see the districts of Robilante and Roccavione, overlooked by the Holy Shroud Crag, the ultimate offshoot of the mountain range separating the two valleys. Once cyclists reach Borgo San Dalmazzo, they have already traveled two thirds of the journey. This town is delimited by the river Stura di Delmonte and the Gesso creek and here we find the Santuario di Monserrato, dating back to the first half of the 17th century. From this point a quick bike ride takes to the capital of the so called “Provincia Granda”, Cuneo. Cuneo is crossed by the rivers Gesso and Stura. This city has got a rich history; its foundation dates back to the Roman period, although it reached its highest splendor around the year 1000. Visitors should not miss a visit to the Church of San Francesco and a walk in the historical centre, where it is possible to taste the main dessert “Cuneese al Rhum”, created in 1923 by Andrea Arione. EuroVelo 8 - 2nd stage from Cuneo to Saluzzo The second stage of the Piedmontese stretch of EuroVelo8 starts in the capital of the “Provincia Granda” and it reaches the city of Saluzzo in 33 km, passing through the rich countryside of the former Marchesato di Saluzzo. Proceeding from Cuneo and heading north-west, cyclists quickly reach Caraglio, where the Filatoio di Caraglio is located, i.e. the most ancient “silk factory” in Europe, which was renovated and transformed in the Museo del Setificio Piemontese and exhibition space. Back on the bicycle, cyclists continue in the discovery of the “Riserva naturale dei Ciciu del Villar”, near the residential area of Villar San Costanzo, located between Busca and Dronero. The “Ciciu” are generated by erosion and are called “erosion columns” with a typical mushroom shape. The mushroom’s cap is made of an erratic rock (even of very large dimension) and the stipe is composed of ground and stones. Heading north, cyclists cross the town of Busca, in Val Maira, and then they quickly reach Costiglione Saluzzo, Verzuolo and finally arrive in the small town of Manta. Here we find the Castle of Manta, built as a fortress in the 12th century and later transformed into a wonderful court castle during the course of the centuries. It is worth mentioning the very refined baronial hall with its frescoes, inspired by the courtly novel Chevalier Errant, portraying the cycle of the Nine Heroes and the Nine Heroines and the scene of the Fountain of Youth. The last stretch of the itinerary quickly takes cyclists from Manta to Saluzzo, which is a wonderful example of Piemonte’s Medieval architecture, from the historical as well as cultural point of view. EuroVelo 8 - 3rd stage from Saluzzo a Torino The third itinerary of EuroVelo 8’s Piedmontese stretch starts in the capital city of the former Marchesato di Saluzzo. This Medieval town has preserved the wonderful Castle of the Marquises, La Castiglia, located in the historical centre of the town which is also full of ancient buildings and typical places. The itinerary mainly follows the flat state highway and quickly takes cyclists to Villafranca Piemonte, a town in the southern part of the province of Torino, traditionally known for fresh water fishing, still recalled nowadays with the Sagra dei Pescatori. Heading north-east, cyclists get to Pancalieri, the “Town of Mint”, where the cultivation of officinal herbs and peppermint in particular is the main economic activity. Continuing towards the north, in the middle of the plain of Torino, cyclists arrive in Carignano, located on the left bank of the river Po. Being one of Piemonte’s towns rising closest to the river, Carignano enjoyed richness and development over the centuries, as it is shown by the splendor of its historical buildings. With a quick ride cyclists pass by the borders of the town of Vinovo and then continue towards Moncalieri. Moncalieri covers a wide territory, stretching from the banks of the river Po to the hills. It was founded after the year 1000 and later became one of the most important settlements in the area. The most famous among its monuments is the Savoy’s residence where the Treaty of Moncalieri was signed. Visitors must not miss the chance to try the typical local dish, “Tripa ‘d Muncalè” (Moncalieri’s tripe). Following the bike path inside the Parco Fluviale del Po Torinese, cyclists arrive in Torino, the Savoy’s capital city. EuroVelo 8 - 4th stage from Torino to Casale MonferraTO Torino, with its Palazzo Reale, Mole Antonelliana and the second most important Egyptian Museum in the world, is also the starting point for the fourth itinerary of EuroVelo 8’s Piedmontese stretch. The itinerary follows the river Po and crosses two protected areas: the “Aree Protette del Po e della Collina Torinese” (protected areas of the river Po and Torino’s hills) and the “Parco Fluviale del Po e dell’Orba” (the river park Po and Orba). There is not a dedicated bike lane for cyclists who bike along the same roads used by motor vehicles. These itineraries include dirt tracks, in the countryside, as well as tarmacked roads, where it was not possible to identify an alternative way. Visitors bike on a flat road bordering the towns of San Mauro and Gassino, until they reach Chivasso, a city belonging to Torino’s metropolitan area. In the Middle Age this city was an important station along the “Via Francigena” and it is known for its small sweets prepared with meringue and I.G.P. local hazelnuts, called “nocciolini”. Later visitors leave the territory of Torino and they continue heading towards Crescentino, in the province of Vercelli. Crescentino is the municipality marking the border between the two protected areas: from here visitors enter into the “Parco Fluviale del Po e dell’Orba” where they can meet autochthonous species of birds such as the “cavalieri d’Italia”, “fraticelli”, “aironi guardabuoi”. After crossing the river, cyclists head East and arrive in Gabiano, a small village in the province of Alessandria, where a wonderful castle mentioned in ancient documents from the 8th century is still preserved nowadays; continuing on the road of castles, visitors reach Camino, famous for its castle and the “Rocca delle donne”. With a further short bike ride cyclists arrive in Casale Monferrato. EuroVelo 8 - 5th stage from Casale Monferrato to Isola S. Antonio The last stage of EuroVelo 8’s Piedmontese stretch starts in Casale Monferrato, a town that is rich in architectural and cultural heritage, such as: the Duomo di Sant’Evasio, the Synagogue and the Civic Tower. In the modern age, Casale became the industrial hub of the famous wine-producing district for which it has always been considered as the historical capital city. For the majority of its length the itinerary follows the river Po and the regional border and it runs along roads that are also used by motor vehicles; it also penetrates into the protected area of the “Parco fluviale del Po e dell’Orba”. Heading east, cyclists pass by the small village of Frassineto Po and from here, biking south, they get to Valenza, which has been one of the most important centres for jewellery-making and gold-working in Italy since the end of the 19th century. Back on their bikes, cyclists reach Guazzora after a few kilometers. Guazzora is a farming village located in the plain delimited by the rivers Po and Scrivia and it derives its name from the so called “guadi”, i.e. fords that had to be crossed on foot or by boat to go from Tortonese to Lomellina, Vogherese and Pavese areas, separated by the rivers Tanaro and Scrivia that here flow into the river Po. With a final biking effort, visitors reach the border between Piemonte and Lombardia and arrive in Isola Sant’Antonio. In ancient times this town was an island surrounded by the rivers Po, Tanaro and Scrivia, while today it is on solid ground, after the changes of the riverbed due to floods and overflows. 1 INFORMAZIONI UTILI LUNGHEZZA DEL PERCORSO: 29 KM QUOTA DI PARTENZA: 2070 M QUOTA DI ARRIVO: 500 M INFORMAZIONI UTILI LUNGHEZZA DEL PERCORSO: 57 KM QUOTA DI PARTENZA: 2070 M QUOTA DI ARRIVO: 500 M INFORMAZIONI UTILI LUNGHEZZA DEL PERCORSO: 40 KM QUOTA DI PARTENZA: 116 M QUOTA DI ARRIVO: 76 M 1ª TAPPA DA LIMONE PIEMONTE A CUNEO 3ª TAPPA DA saluzzo A torino 5ª TAPPA DA casale monferrato A isola s. antonio 2ª TAPPA DA cuneo A saluzzo 4ª TAPPA DA torino A casale monferrato INFORMAZIONI UTILI LUNGHEZZA DEL PERCORSO: 33 KM QUOTA DI PARTENZA: 500 M QUOTA DI ARRIVO: 395 M INFORMAZIONI UTILI LUNGHEZZA DEL PERCORSO: 75 KM QUOTA DI PARTENZA: 395M QUOTA DI ARRIVO: 245 M LIMONE PIEMONTE - VERNANTE - ROBILANTE - ROCCAVIONE - BORGO SAN DALMAZZO - CUNEO COSA VEDERE alpi faunaMURALES VERNANTE SALUZZO palazzina di caccia di stupinigi ABBAZIA DI STAFFARDA SALUZZO - CERVIGNASCO - VILLAFRANCA PIEMONTE - PANCALIERI - CARIGNANO - VINOVO - moncalieri - TORINO COSA VEDERE SINOGAGA CASALE M. VALENZAPARCO FLUVIALE DEL PO CASALE MONFERRATO - FRASSINETO PO - VALENZA - GUAZZORA - ISOLA S. ANTONIO COSA VEDERE TORINO - CHIVASSO - GABIANO - CASALE MONFERRATO

×