Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
SICUREZZA
Linee guida per il formatore
L’istruttore



            L’istruttore che opera in ambito sicurezza deve avere le
            seguenti caratteristiche:...
Aree di formazione



         L’istruttore che deve stimolare un comportamento sicuro, può
         formare le persone co...
Lezione in aula



             La lezione tradizionale è minima.

             Viene dato molto spazio al lavoro di grupp...
Lavoro in gruppo



             Il lavoro in gruppo permette di ottenere:

             •   interesse dei partecipanti se...
Tecniche attive



             La tecniche attive si riferiscono all’utilizzo dell’aspetto pratico
             più vicin...
Metodo del caso



                  Consiste nel far leggere ai partecipanti un breve testo con un
                  prob...
Esercitazioni


                  Possono consistere in:

                  • elenchi “disorganizzati" che devono essere r...
Lavoro di gruppo


                  Nel lavoro di gruppo chiedere ai partecipanti di analizzare
                  autonom...
Il ruolo del formatore


                  Dando per scontato che gli adulti, imparano di più dal
                  confro...
Riunioni di addestramento



             Periodicamente l’azienda potrebbe prevedere delle riunioni di
             addes...
Crediti
            Materiale sviluppato da Question&mark.
            Silvia Belli –layout e impaginazione.

            ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Sicurezza Linee Guida Per Il Formatore-Questionmark- Silvia Belli

1,123 views

Published on

Published in: Business, Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Sicurezza Linee Guida Per Il Formatore-Questionmark- Silvia Belli

  1. 1. SICUREZZA Linee guida per il formatore
  2. 2. L’istruttore L’istruttore che opera in ambito sicurezza deve avere le seguenti caratteristiche: • non essere cattedratico • non essere un maestro tradizionale • essere dalla parte del lavoratore, visto l’argomento trattato • avere un abbigliamento più informale La figura • usare un linguaggio chiaro, base e comprensibile a tutti • utilizzare esempi inerenti la realtà del lavoratore. 1
  3. 3. Aree di formazione L’istruttore che deve stimolare un comportamento sicuro, può formare le persone con diversi metodi: • in AULA e con il LAVORO DI GRUPPO • con le TECNICHE ATTIVE • con RIUNIONI DI ADDESTRAMENTO. Metodi 2
  4. 4. Lezione in aula La lezione tradizionale è minima. Viene dato molto spazio al lavoro di gruppo, simulando casi vicini alla realtà lavorativa. Il lavoro in gruppo fa ottenere la partecipazione attiva di tutte le persone. Formazione La formazione è più efficace perché la tecnica si può applicare anche durante il lavoro. 3
  5. 5. Lavoro in gruppo Il lavoro in gruppo permette di ottenere: • interesse dei partecipanti sempre alto • stimolare il confronto con le discussioni dei casi trattati • considerare le opinioni degli altri • aumentare la collaborazione • l’esperienza diretta è formazione • modifica degli atteggiamenti pericolosi. Formazione 4
  6. 6. Tecniche attive La tecniche attive si riferiscono all’utilizzo dell’aspetto pratico più vicino alla vita lavorativa del partecipante: • metodo del caso • esercitazione • lavoro di gruppo. Formazione 5
  7. 7. Metodo del caso Consiste nel far leggere ai partecipanti un breve testo con un problema specifico (caso) allo scopo di stimolarne la successiva analisi e discussione, in base all’esperienza delle singole persone, per individuare i miglioramenti e gli aspetti utili. Tecniche attive • Distribuire la lettura a ciascun partecipante. • La lettura deve essere individuale. • Concedere 5 minuti per pagina. • L’istruttore deve riassumere e stimolare alla discussione gli aspetti meno palesi. • L’istruttore deve gestire i conflitti per indirizzare la discussione nella direzione utile per il caso. 6
  8. 8. Esercitazioni Possono consistere in: • elenchi “disorganizzati" che devono essere riordinati dai partecipanti • elenchi di situazioni pericolose e non pericolose: chiedere di segnalare le situazioni corrispondenti Tecniche attive • elenchi di comportamenti sicuri ed insicuri: chiedere di segnalare il proprio comportamento. • fotografie con situazioni di rischio: chiedere di individuare i rischi e quali sono più pericolosi. 7
  9. 9. Lavoro di gruppo Nel lavoro di gruppo chiedere ai partecipanti di analizzare autonomamente un problema proposto, di discuterlo tra di loro e di relazionare per proporre soluzioni e miglioramenti. Il formatore può impostare tale lavoro come segue: • porre se stesso come animatore del gruppo Tecniche attive • lasciare che il gruppo lavori da solo • dividere il gruppo in sottogruppi. 8
  10. 10. Il ruolo del formatore Dando per scontato che gli adulti, imparano di più dal confronto di esperienze personali che da una lezione tradizionale o da una conferenza, il formatore deve considerare: • il caso proposto • gestire il gruppo e le sue dinamiche mentre si discute • non andare fuori tema (l'argomento di discussione) Tecniche attive •gestire le diverse fasi della discussione • sottolineare il ragionamento, il cambio di atteggiamento e non la necessità di prendere decisioni • sottolineare e gestire i contributi personali. 9
  11. 11. Riunioni di addestramento Periodicamente l’azienda potrebbe prevedere delle riunioni di addestramento con discussioni di casi simulati o realmente accaduti. Il formatore dovrà: • disporre di una sala riunioni • aver preparato anticipatamente il materiale didattico Formazione • evitare che i partecipanti vengano chiamati per occuparsi di altri problemi • finalizzare la riunione • eventualmente essere aiutato nel suo ruolo da un co- istruttore. 10
  12. 12. Crediti Materiale sviluppato da Question&mark. Silvia Belli –layout e impaginazione. Contenuti: basati sulle linee guida fornite da ISPESL – Dipartimento Documentazione, Informazione e Formazione. FINE Crediti Questa presentazione può essere riprodotta nel rispetto della norma Creative Commons • Attribuzione • Non Commerciale • 2.5 Generico 11

×