Storia 2liceo

8,797 views

Published on

appunti di storia - dall'impero romano al medioevo (Carlo Magno) - 1 e 2 anno delle superiori

0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
8,797
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
53
Actions
Shares
0
Downloads
173
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Storia 2liceo

  1. 1. Appunti di STORIA - Roma - 2 liceo
  2. 2. Struttura del libroindice  1 – Preistoria – le rivoluzioni del neolitico  2 – Civiltà antiche del vicino Oriente: Egitto – Mesopotamia – Fenici, Ebrei  3 – civiltà dell’Egeo, antica Grecia: Sparta e Atene – Nascita della cultura  4 – la Grecia Classica, Guerre persiane, Macedoni, Ellenismo.  Età di Pericle – Alessandro Magno – cultura classica  5 – Antiche genti italiche – Etruschi  Espansione di Roma in Italia e nel Mediterraneo  Crisi e fine della Repubblica  Riforme Gracchi e guerra sociale – Silla – Cesare  Il Principato -– la società imperiale - dopo Augusto  Nel resto del mondo - religioni e cristianesimo – i “barbari”  L’impero nel III sec. – la fine – Regni barbarici Giustiniano – alto medioevo – islam – Carlo Magno
  3. 3. Popoli antica in Italiaindice l’Europa preistorica  Cultura di Hallstatt – i Celti Italia preistorica:  Le Terramare – cultura Villanoviana  L’uomo di Similaun – Oetzi Colonie greche e fenicie Gli Etruschi
  4. 4. Gli inizi di Roma – i Reindice Il luogo favorevole  popoli e culture: latini, etruschi, colonie greche… La leggenda di fondazione e inizi Periodo monarchico – i 7 re  Re – Senato – Comizi popolari  Religione – senso civico – organizzazione Dalla monarchia alla repubblica Struttura sociale: patrizi, plebei, clienti, schiavi  Forti contrasti tra patrizi-plebei
  5. 5. I 3 poteriindice Magistrati: potere esecutivo  Elezione secondo un cursus honorum  Consolato (2), Questura, edilizia, pretura, censura, Comizi/ass. popolari: potere legislativo  Curiati, centuriati (milizie), tributi (plebe)  Potere giudiziario: condiviso tra magistrati e comizi Senato: non ha potere ma svolge un ruolo via via più determinante Leggi delle XII tavole – nel Foro  pubbliche e valide per tutti – codifica leggi preced.
  6. 6. Espansione in Italiaindice Contrasti con città Etrusche e Lega Latina Scontro con la città di Veio Invasione dei Galli – Brenno Guerre contro i Sanniti Guerra contro Taranto – aiuto di Pirro Strumenti e Organizzazione dei territori  Le vie consolari  Municipi, città federate, colonie – divide et impera
  7. 7. vie consolariindice
  8. 8. Espansione mediterraneoindice Guerre Puniche Il ruolo egemone di Cartagine nel Mediterraneo Rapporti iniziali e scontri per il predominio  Dall’equilibrio allo scontro: 1 guerra punica Espansione romana  Nuovi domini: le province: Sicilia  Espansione a nord: Illiri 2 guerra punica – Annibale/Scipione  Provincia Gallia Cisalpina – conquista pian. padana
  9. 9. Linea del tempoindice TimeRime Memolane Tiki-Toki Con Excel
  10. 10. Espansione ad orienteindice 3 G Macedone 3 G Punica Perseo 2G M.P.Catone 1G Macedone b. Pidna Scipione Emiliano Macedone Ostaggi greci Fine Cartagine Filippo V Guerra Siriana La Grecia Antioco III (Ann) diventa provincia Spagna b. Termopili romana romanizzata b. Magnesia Gallia Cisalpina Gallia Acaia Transalpina215 a.C. 205 200 197 191 183 173 146 149 133
  11. 11. Conseguenzeindice dell’espansione Crisi delle piccole proprietà contadine  I proprietari sono soldati, lunghe assenze x la guerra -> abbandono e vendita  Crollo dei prezzi del grano… servono altre colture  Che richiedon investimenti e tempi lunghi: vite, olivo  Crisi della manodopera: -> troppi schiavi  Iniziano a formarsi i latifondi Gli ex-contadini si trasferiscono nella città  Proletariato – clienti delle grandi famiglie
  12. 12. Nuove fasce socialiindice Si accentua il contrasto Consoli-Senato  Rapporti con Scipione – timori di assolutismo Nuove figure: i “cavalieri” – equites  Commercio, appaltatori di imprese pubbliche  Pubblicani: incarico di esazione tasse nelle province Si forma l’aristocrazia del denaro  Esclusi dalle alte cariche  Riservate al Senato, i Patrizi Premesse scontro “di classe”
  13. 13. La schiavitùindice Aumenta la diffusione degli schiavi  Prigionieri di guerra – ostaggi  Impiegati in vari compiti, in base alle competenze  Polibio (greco), scrittore, segretario, storico… Vantaggi economici per il padrone  Costo zero – sfruttamento totale  Ma anche trattamento umano: familiari  Non utilizzati per la guerra Problemi delle rivolte  In Sicilia, tra il 135-132 – rivolta – soffocata  Lo schiavo è “proprietà” del padrone  Può essere affrancato (liberto) e i figli diventano cittadini
  14. 14. Cultura romanaindice Poesia ed Epica  Livio Andronico (greco di Taranto) – traduce Odissea  Nevio traduce commedie e tragedie greche  Scrive il “Bellum Punicum“ (partecipa alla 1a)  Quinto Ennio, Annales, storia di Roma in versi Commedia e satira  Plauto: commedie ispirate a modelli greci  Terenzio: approfondimento psicologico  Originalità della SATIRA – Caio Lucilio Prosa: oratoria – storici  M.P.Catone “Orazioni”- Annali: redazione dei “fatti”
  15. 15. incontro conindice la cultura GrecaDuplice atteggiamento:  Ostilità – conservatori - rifiuto ->  M.P.Catone: antiellenismo, difesa tradizione  Apertura – accoglienza ->  circolo Scipioni: il meglio dei valori delle 2 culture la cultura romana era  agreste, “semplice”, austera, virtus, concreta, ristretta La Cultura greca invece si presenta  raffinata, complessa, scientifica, razionale, universale Ruolo della Filosofia – dialettica – critica - scientifica
  16. 16. Riforme dei Gracchiindice 133 a.C.…….123………….106………...90… Età dei Gracchi  Tiberio  e Caio Ascesa del generale Mario  Riforma dell’esercito … Disagio dei popoli italici  Questione dei soci –> guerre sociali
  17. 17. Tiberio Graccoindice Malessere sociale, esclusione dei soci Tiberio, patrizio, eletto tribuno plebe 133 a.C. Riforma agraria “all’antica”  Limite di 125 ha x famiglia  Il resto allo stato, da dividere a lotti di 7 ha  Per dare lavoro ai disoccupati (canone) Comizi tributi approvano la riforma -> legge  Ostacolata fortemente dai patrizi, discredito  Tiberio si ricandida (!) – eliminato (“dittatore”)
  18. 18. Caio Graccoindice 123 eletto tribuno plebe il fratello, Caio Rilancio politica agraria e riforme  Cerca appoggio dei soci, città alleate  Promette la cittadinanza (vantaggi) agli italici Fortemente osteggiato dai cavalieri e patrizi Screditato e messo in minoranza  121 eliminato - riforma sospesa  Aumentano i problemi con gli italici  Premessa per nuovi disordini
  19. 19. Riforma agrariaindice LEX Grano alla plebe a Svincolare dal FRUMENTARIA prezzo politico clientelarismo LEX IUDICIARIA Nuovi giudici Per controllare i (cavalieri) nei magistrati tribunali Costruzione di Per dare lavoro ai strade e ponti disoccupati Fondazione di Dentro e fuori Risposta colonie l’Italia all’aumento demografico cittadinanza Agli italici Per calmare i soci
  20. 20. Mario al potereindice Alla fine del II sec. a.C. due partiti opposti  Ottimati: i migliori, aristocratici e proprietari  Popolari: democratici, a favore di plebe e soci La fine dei Gracchi favorisce gli ottimati Ascesa del generale Caio Mario (cavalieri), popolare Occasione della guerra contro Giugurta  Re della Numidia, corruttore dei politici romani  Guerra dal 111, umiliante, Mario vince nel 106  Vince anche sui pericolosi Teutoni e Cimbri (101)
  21. 21. Novità per l’esercitoindice Ristrutturazione dell’esercito  Non più riservato ai cittadini e proprietari  Sempre meno disponibili, diserzioni, problemi  Abolizione della leva basata sul censo (1600 sesterzi)  apertura ai soci e ai disoccupati  Conferimento di un salario  Di fatto nasce un esercito mercenario  Premessa per gravi conseguenze  Volontari ma … non per amor di patria
  22. 22. Riforma dell’esercitoindice Nasce un esercito mercenario (“salario”) Abolizione della leva basata sul censo (causa di diserzioni e malcontento) Arruolamento di disoccupati e italici Prolungamento del periodo di ferma Addestramento ed equipaggiamento migliori (i “muli mariani”) Ai veterani vengono assegnate terre e parte del bottino razziato in guerra
  23. 23. 100 a.c. domini romaniindice
  24. 24. Guerra socialeindice popoli italici subordinati e senza diritti  Il tribuno M.Druso propone la cittadinanza  Nuovo contrasto con i patrizi – eliminazione D  Grande rivolta: Sanniti, Piceni, Marsi, Lucani  Etruschi, Umbri e Galli restano fedeli a Roma  90 a.C – conflitto, esercito nemico di 100mila soldati  Roma organizza 10 nuove legioni  Gravi devastazioni, molte perdite (300mila!)  Concessione della cittadinanza a chi depone armi  88 a.C. Silla (arist) conclude e vince ultime resistenze
  25. 25. Guerra contro Mitridateindice Mitridate, re del Ponto (Asia min.)  dal 281 a.C. regno autonomo dall’impero persiano Mitridate si pone a capo di rivolta anti-romana 88 a.C. invade regioni limitrofe e poi la Grecia Roma dichiara guerra – incarico a Silla  Appena Silla parte al comando dell’esercito  …i popolari indicano Mario come comandante  Silla torna a Roma, riprende controllo, fuga di Mario  86 a.C. Riprende la guerra – Mitridate sconfitto
  26. 26. 1a Guerra civileindice In assenza di Silla, il gen. Mario torna a Roma  Silla dichiarato nemico, strage dei suoi sostenitori  Mario, eletto console, muore poco dopo Silla affretta i tempi, pace con Mitridate  Torna a Roma, un anno di guerra civile  Sconfigge i seguaci di Mario  Anche il generale Gneo Pompeo aiuta Silla  Campagna in Africa contro i sostenitori di Mario  Quasi 500mila caduti per il controllo di Roma
  27. 27. Dittatura di Sillaindice Silla ottiene dittatura a tempo indeterminato Ha l’appoggio degli ottimati Prepara liste di proscrizione, elimina i nemici  Causa di molti abusi e vendette personali  Confisca di beni e terreni (a etruschi e sanniti)  Conseguenze gravi sull’agricoltura  chi prende i terreni non ha esperienza  Quali conseguenze?  Crollo della produzione e aumento prezzi
  28. 28. Riforme di Sillaindice Il suo intento = ridare potere al Senato  Da 300 a 600 membri – potere legislativo Riforma della costituzione Netta divisione tra potere militare e civile Estensione del “pomerio” a nord  Tema della difesa strategica di Roma  Dalle mura cittadine alla linea Magra-Rubicone Nel 79 a.C. Silla si ritira a vita privata  Ma parte della società è scontenta (ceti popolari)
  29. 29. 2 guerra civile:indice Cesare # Pompeo In Lusitania (Spagna) nuova rivolta  capeggiata da un seguace di Mario -> Q. Sertorio  76 Il Senato incarica Pompeo di risolvere  Esiti incerti, guerriglia, 4 lunghi anni di lotte  72 Morte di Sertorio (tradimento di un suo ufficiale)  aumenta il peso politico di Pompeo  Sulla strada del ritorno sconfigge bande di schiavi  Che avevano partecipato alla rivolta di Spartaco
  30. 30. Guerra servileindice In contemporanea con la rivolta lusitana  73, rivolta degli schiavi e gladiatori  Capeggiati da Spartaco (orig. della Tracia)  Sogno di liberare gli schiavi, ritorno a casa  2 anni di combattimenti, saccheggi, lotte Il pretore Crasso sconfigge le bande di schiavi  Battaglia di Apulia (Lucania) – Spartaco muore  6000 schiavi crocifissi sulla via Appia (da Capua)  Pochi fuggiaschi al nord eliminati da Pompeo 70 Crasso e Pompeo consoli – Silla “cancellato”
  31. 31. Guerra ai piratiindice Molti pirati attaccavano i trasporti romani  Grano, merci, che giungevano in Italia Allestimento di un grande esercito e flotta  500 navi, 230mila fanti  67 Il senato incarica Pompeo  3 mesi di rapidi attacchi: elimina il problema  Distrugge le basi in Illiria  Aneddoto di C.G.Cesare e i pirati
  32. 32. 2 guerra mitridaticaindice Dopo la resa Mitridate riprende le ostilità Il senato incarica di nuovo Pompeo  Apporto della flotta e dei successi contro i pirati  Isola l’avversario, lo attacca (x mare e terra)  Lo costringe al suicidio  Il “trionfo” del generale era umiliante Dal 66 al 63 riordina, nuove conquiste  Provincia di Ponto e Siria, 62 torna a Roma, il Senato delude le attese
  33. 33. Campagne di Pompeoindice
  34. 34. Scontro ottimati # popolariindice Le vittorie di Pompeo creano timori  Che possa diventare un capo assoluto gli Ottimati:candidano Cicerone, avv., grande oratore i Popolari: Catilina (nobile impoverito)  sogno demagogico per recuperare le ricchezze  Eletto Cicerone, Catilina sconfitto ripresenta la candidatura  Nuova delusione -> prepara una congiura militare  Appoggio di un esercito mercenario in Etruria  Scoperto da Cicerone: celebre orazione “Usque tandem…” 62 a.C. Catilina ucciso nella battaglia di Fiesole
  35. 35. Espansione ad orienteindice 3 G Macedone 3 G Punica Perseo 2G M.P.Catone 1G Macedone b. Pidna Scipione Emiliano Macedone Ostaggi greci Fine Cartagine Filippo V Guerra Siriana La Grecia Antioco III (Ann) diventa provincia Spagna b. Termopili romana romanizzata b. Magnesia Gallia Cisalpina Gallia Acaia Transalpina215 a.C. 205 200 197 191 183 173 146 149 133
  36. 36. Eventi e guerre 88-63indice 1a G contro Rivolta Lusitani Contro i Pirati Mitridate Sertorio viene sconfitto Pompeo li elimina Silla da Pompeo dal Mediterraneo 88-85 76-72 Guerra Servile Guerra civile In Lucania M.L. Crasso 2a G tra Mario e Silla sconfigge gli schiavi Mitridatica 86-82 di Spartaco Vittoria di 73-71 Pompeo88 82 76 73 72 71 67 66 63
  37. 37. Cesare – gli iniziindice Ascesa dell’ambizioso Caio Giulio Cesare  Famiglia di origini modeste, educazione raffinata  Grande equilibrio, fascino, senso pratico 60 a.C. a Lucca, 1° triumvirato  Pompeo, generale vittorioso, influente ->Spagna  Crasso, ricco e famoso -> Siria  A Cesare il consolato nel 59  Ricambia con favori (terre ai soldati di Pompeo)  Favorisce poveri e classe degli equites  Si fa nominare Proconsole in Gallia per 5 anni
  38. 38. Conquista la Galliaindice Solo la Gallia inferiore era romanizzata Cesare nel 58 a.C. inizia la conquista  Sfrutta le divisioni delle molte tribu  Che si alleano tardi con gli Alverni, Vercingetorige  52 a.C. Assedio di Alesia, doppio assedio, vittoria romana  Nel frattempo organizza 2 spedizioni in Britannia Nel 51 la Gallia è romanizzata, provincia  Vantaggi sociali, urbani ma alti costi umani
  39. 39. Verso la 2a guerra civileindice Nel 56 (durante la campagna in Gallia)  Nuovo accordo tra Cesare, Crasso e Pompeo  A Roma c’erano tumulti tra popolari e ottimati  Per controllare le tendenze si decide che  Crasso e Pompeo -> consoli  Cesare -> altri 5 anni nelle Gallie  Dopo: Pompeo -> Spagna e Crasso -> Siria Il Senato è preoccupato per Cesare  Grande trionfo, ricchezze e conquiste  Timori di supremazia – viene preferito Pompeo  Nel 53 a.C. muore Crasso… fine del 1° triumvirato
  40. 40. La guerra iniziaindice A Roma scoppiano disordini tra popolari e ottimati Il Senato affida a Pompeo la difesa di Roma  Viene nominato “console senza collega”  Possibilità di reclutare soldati  Anche Cesare si candida come Console  Il Senato gli impone di giungere a Roma senza armi  Cesare pretende condizioni uguali per Pompeo…  Il Senato dichiara Cesare… nemico della Repubblica  49 a.C. Cesare oltrepassa il Rubicone (pomerio)  Alea iacta est – inizia il conflitto
  41. 41. Le mosse di Pompeoindice  Pompeo, sorpreso, fugge in Macedonia  Con alcuni senatori - organizza la difesa  Cesare conquista l’Italia – poi in Spagna  48 Via mare giunge a Farsalo (Tessaglia)  Sbaraglia esercito di Pompeo  Che fugge in Egitto e viene assassinato da Tolomeo  che cerca aiuto da Roma per la successione  Ambizioni della giovane sorella Cleopatra  Varie altre guerre in Asia, ulteriori conquiste (Farnace)  A Tapso (N. Africa) sconfigge truppe pompeiane  Nel 46 a.C. Cesare torna da trionfatore a Roma  in Spagna sconfigge ultimi sostenitori Pompeo, a Munda
  42. 42. Cesare al potereindice Nominato dittatore a vita – padrone dello Stato  Potestà tribunizia, può opporsi al volere del Senato  Però mantiene tutte le istituzioni repubblicane  Rafforza il Senato (900  Tratta con clemenza gli avversari –  richiama esuli politici –ordine a Roma Iniziative di grande impatto  cittadinanza romana alla Gallia cisalpina  Colonie nelle provincie  Vantaggi per le famiglie numerose  Opere pubbliche: foro, porto Ostia, argini Tevere
  43. 43. Le idi di marzoindice Gli ottimati temono che Cesare diventi un re  di stampo ellenistico – insieme a Cleopatra Alcuni Repubblicani temono per la libertà  Bruto (figliastro), Cassio 44 a.C. organizzano complotto in Senato  Cesare non dà peso agli avvertimenti  Viene ucciso da numerosi cospiratori Ma inizia per Roma un nuovo periodo di crisi
  44. 44. Cronologia di Cesareindice 60 a.C. 1 triumvirato – 59 Cesare Console 58-52 Cesare proconsole in Gallia – conquista 56 nuovi accordi con Pompeo e Crasso 53 Crasso muore nella guerra contro i Parti (Asia) 52 Pompeo nominato console senza collega 49 gennaio, Cesare passa il Rubicone con l’esercito 49-48 guerra civile tra Cesare e Pompeo – Farsalo 47 rivolta del re del Ponto, stroncata da Cesare A Tapso (Africa) Cesare sconfigge esercito pompeiano 44 idi di marzo, congiura e uccisione di Cesare
  45. 45. Eredità di Cesareindice I congiurati Bruto e Cassio si rafforzano  Prima a roma poi in Oriente Marco Antonio, generale e sostenitore di Cesare Il testamento di Cesare nomina Ottaviano  Figlio adottivo (nipote della sorella) di Cesare  19 anni, deciso, fermo e capace Si prepara una nuova guerra civile per il potere
  46. 46. Eppure…indice Era un ragazzaccio chiacchierone, arrogante e dissipato che quando, rientrato a Roma nel 68, sì presentò candidato al posto di questore, era già carico di debiti. Li aveva contratti con Crasso dopo aver sedotto anche a lui la moglie Tertulla. Con quei soldi comprò i voti, fu eletto, ebbe un governatorato e un comando militare in Spagna. Combattè contro i ribelli, e tornò a Roma con la fama di bravo soldato e di accorto amministratore. Nel 65 si ripresentò alle elezioni, fu eletto edile e ringraziò i suoi sostenitori finanziando spettacoli mai visti. Tre anni dopo fu nominato propretore in Spagna, sottomise gli iberici quasi completamente, e riportò a Roma un tale bottino che il Senato gli accordò il trionfo.
  47. 47. Cesare nell’arteindice letteratura  Aut Caesar aut nihil  Dramma di Shakespeare Cesare al cinema Cesare nei fumetti Nella lingua  Caesar -> Czar …
  48. 48. Dopo Cesareindice Il generale Marco Antonio, amico, console  Assume ruolo di primo piano Bruto e Cassio, i repubblicani,  Senza un vero progetto, fiducia nell’ordine antico Cicerone invita alla calma  Il senato concede l’amnistia ai congiurati Discorso funebre di Antonio  Svela i doni di Cesare al popolo, lacrime..  I repubblicani lasciano Roma, oriente, si organizzano
  49. 49. Ascesa di Ottavianoindice Testamento: Ottaviano successore di Cesare  Ambizioso, capace, volitivo, fermezza, abile 43 Antonio blocca il generale Bruto a Modena  Si recava a governare la Gallia Cisalpina  Che Antonio pretendeva Il Senato invia Ottavio . Sua vittoria su Antonio  Che si rifugia Gallia Narb, con Lepido, generale amico Ottavio torna trionfante a Roma  Annulla l’amnistia – Antonio e Lepido dichiarati nemici
  50. 50. 2 triumviratoindice I repubblicani Bruto e Cassio -> esercito e flotta 43 Ottavio, Antonio e Lepido stringono alleanza  Magistratura straordinaria contro nemico comune  Nuove liste di proscrizione  X Finanziamento esercito – 130 senatori, 2000 cavalieri  Vittime eccellenti: Cicerone (Filippica contro Antonio) 42 a Filippi Bruto e Cassio sconfitti 40 spartizione impero tra i 3 (a Brindisi)  A Ottavio l’occid. Antonio in oriente, Lepido ->Africa
  51. 51. M.Antonio in Egittoindice Corte di Alessandria, influsso di Cleopatra  36 Scarsi risultati militari contro i Parti  Sconfitta degli Armeni  Ottaviano ridimensiona questi successi e fa passare Antonio come traditore, succube della cultura egizia  A. ripudia la moglie Ottavia e sposa Cleopatra Il senato scioglie il triumvirato  E dichiara guerra a Cleopatra  Per appropriazione di territori romani
  52. 52. Azio – principe Ottavioindice 31 Scontro navale ad Azio (Grecia occid.)  Antonio e Cleopatra fuggono  Ottavio insegue ->suicidio  29 Egitto -> provincia romana Trionfo di Ottavio – crisi della società romana  Il Senato ha perso dignità e potere  Territori in balia dell’esercito, saccheggi  Serve una nuova forma di governo  Fine della Repubblica – inizio del Principato
  53. 53. Eventi e guerre 88-63 40Nuova spartizioneindice dei territori: 44 – idi 43 secondo Triumvirato Ottavio -> Occidente 34 Roma dichiara Uccisione di Antonio -> Oriente guerra all’Egitto d Antonio Ottavio Lepido Lepido -> Africa Cesare Cleopatra 36 Deludenti scontri di 42 Battaglia di Antonio contro i Parti FILIPPI Battaglia 43 guerra di Modena 36 Ottaviano navale di Antonio e Ottaviano sconfigge ultime Azio Antonio contro il sconfiggono Bruto e gen. Dec. Bruto Cassio forze repubblicane Vittoria di Intervento di Ottavio su Ottaviano 36 Antonio vince Antonio contro gli Armeni44 43 40 36 31 29
  54. 54. Nasce il Principatoindice Nuova figura politica – PRINCEPS  40 anni di pax romana 27 a.C. -> 14 d.C  Fine delle guerre civili - fase di transizione sociale  continuano le istituzioni repubblicane Ruolo speciale di Ottaviano “Augustus” pontefice massimo, padre della Patria
  55. 55. Prerogative di Ottavianoindice Potestà tributizia  I poteri sacri e inviolabili del “tribuno della plebe” (Gracchi…) - Diritto di veto sulle leggi Imperium proconsolare  Comando assoluto delle legioni sempre e ovunque Principe del Senato  Primo a votare e proporre leggi Pontefice Massimo  Massima carica religiosa
  56. 56. Ritorno alle origini eindice fondazione del mito Recupero delle tradizioni Dello stile tradizionale:  Famiglia – leggi per consolidarla  Ripresa religione dei padri  latinizzazione delle divinità greche Nascita del culto imperiale  Apotheosis (divinizzazione post mortem)  Accanto ai lari e al Genio tutelare di famiglia
  57. 57. Assetto politicoindice & amministrativo Roma – gruppo di funzionari competenti scelti direttamente dal Principe  Viene Favorito il ceto dei cavalieri  Nuova organizzazione civica – i PREFETTI  Urbe ->ordine in città (100miglia) eletto dal Senato  Vigili ->polizia, vigil. Notturna, incendi -> cavaliere  Annona -> rifornimenti, cibo (poveri) -> cavaliere  Pretorio ->controllo militare, molto influente  Guarda pretoria (4500), esclusiva del Principe, privilegiati
  58. 58. Le provinceindice Riorganizzazione del territorio Province Imperiali  Poste ai confini – turbolente – rischio di attacchi  Tributi al fisco – direttamente all’imperatore  funzionari scelti dall’Imperatore Senatorie – più tranquille  Tributi all’erario –  Governate da Consoli e proconsoli (-> Senato) Regni clienti – trattati e convenienze reciproche
  59. 59. Province:indice
  60. 60. Organizzazione militareindice Molta attenzione ai veterani  Base per espansione di tipo coloniale Servizio militare 20 anni (leva) – 25 legioni  Specializzazioni: professionisti  Servizi e unità ausiliari  Flotta militare permanente  Contrasto pirateria, controllo del mare
  61. 61. Politica esteraindice Garantire ordine e sicurezza - “mission” di Roma  Pace e costruzione dell’impero Ripresa della lotta contro i “barbari”  Spagna, zona cantabrica – 20 a.C.  passi alpini, s. Bernardo – Augusta Pretoria (Ao)  Sottomissione Valcamonica - Liguri Reno e Danubio:  Tiberio e Druso: province del Norico, Rezia (metalli)  Pannonia (Ungheria), Mesia (Ju)  Germani: sconfitta romana di Teutoburgo (Varo) 9dC  Oriente: opera diplomatica (Crasso): regni clienti Tracia/Ponto
  62. 62. L’età di Augustoindice Il più felice della storia romana – pax augusta Ritorno alle tradizioni dei padri Grandiose opere pubbliche (lavoro) – Foro  Governo equilibrato e saggio Spazio alle arti – cultura e letteratura  Ruolo di Mecenate – circolo culturale  Poeti: Virgilio: Bucoliche, Georgiche – Eneide  Orazio – Properzio - Tibullo  Storici: Tito Livio Ab Urbe Condita, Tacito Annali – Storie  Svetonio – vite dei 12 Cesari
  63. 63. Cultura romanaindice Economia – tributi – tasse – commercio Lavoro - artigianato La casa La città La religione Società – potere e ruoli Arte: letteratura – teatro - architettura -
  64. 64. Ripresa economicaindice Agricoltura in crescita  Specializzazioni (grano: Africa, vini: Spagna…) Artigianato: ceramica, lana… Soldati in tempo di pace: operai (strade…) Forte commercio interno – rete stradale  Denario stabile, lingua comune, diritto romano Commercio “estero”  Oriente/India – spezie, Cina (diffic. con i Parti)  Africa: legnami, belve, schiavi  Europa nord: carni, pellicce, pesce salato, ambra
  65. 65. Le persone - societàindice Vastità impero: 50 mln persone, 3 mln Kmq Honestiores (senatori e cavalieri)  Curie: i consigli gestionali dei centri Humiliores: semplici, piccoli agricoltori  Schiavi – condizioni in miglioramento  Il padrone non ha più diritto di vita/morte  Impiegati anche in mansioni impiegatizie  Liberti – in forte crescita, ormai gruppo sociale  Segno del mutamento culturale (cristianesimo…)
  66. 66. Il Diritto Romanoindice Excursus affidato ad un esperto: Dott.Rosa C.
  67. 67. Sistema di tassazioneindice Finanziamento esercito e ordine comune Imposte dirette – tributo  Iugum -> sui beni fondiari (suolo arabile 1g x 2buoi)  Caput -> sulle persone, in base alla manodopera disponibile  Importanza del censimento e degli accertamenti (magistrati) indirette  Manumissione 5% pagata dallo schiavo che si libera  Successione 5% prelevata sulle eredità  Sulle merci 2,5% pesava sui mercanti  Altre richieste straordinarie
  68. 68. Cultura romanaindice Due grandi aree provinciali  Occidente: Italia e Roma  latino, urbe Roma, cultura + originale, riflessiva  In Oriente:  greco (+colto), vari centri cittadini, ellenismo Urbanizzazione: processo diffuso  Lungo i fiumi europei: Bonn, Vienna, Budapest  Antichi centri: Cartagine (rinasce), Palmira (snodo commerciale con oriente), Antiochia (3 città), Efeso (seta)  Luoghi comuni: foro, edifici pubblici,
  69. 69. Dopo Augustoindice  4 dinastie famigliari di imperatori  Giulio-Claudia  gens Julia (Cesare, Ottaviano) e Claudia (Tiberio, adottato)  Flavi  seconda età augustea  Antonini – adozione del successore  Periodo d’oro  Severi – il potere in mano all’esercito
  70. 70. Dinastia Giulio-Claudiaindice Tiberio  Processo di riorganizzazione – sospesi i comizi, il popolo vede ridotti i suoi poteri, il Senato assume ruoli elettivi, e di corte di giustizia, propone le leggi Caligola  Atti dispotici e arbitrari, follia (un cavallo senatore!) Claudio – Nerone  Grandi opere, acquedotti, vie alpine (Brennero, s.Bernardo)  Incendio di Roma (attribuzione) – ricostruzione dell’Urbe, Domus Aurea – porto di Ostia  Muore senza lasciare successori – caos  Lotte per la successione  69 anno dei 4 imperatori
  71. 71. I Flavi 69-96indice 4 imperatori acclamati dagli eserciti  Concessione cittadinanza alle province Prevale Vespasiano (province d’oriente)  Nessun titolo o parentela, nessun legame con il Senato o l’aristocrazia… L’esercito si arroga il diritto di elezione  Tito (79-81) amici, diem perdidi ! Domiziano (81-96) Periodo di stabilità e prosperità  Recupero finanze, Colosseo, attività edilizia e viaria, sviluppo città, scuole e centri di cultura (finanze prospere)  Gen. Agricola, Scozia, Britannia,  70 - Israele, distruzione tempio di Gerusalemme, diaspora  79 eruzione Vesuvio, distruzione Pompei, Ercolano…
  72. 72. Principato adottivoindice gli Antonini 96-192 96 Estinti i Flavi, il senato nomina Nerva, super partes Che adotta un generale, Traiano:  modello da seguire per le successive elezioni Periodo d’oro di Roma – imperatori esemplari  98-117 - Traiano, saggio e umano  117-138 Adriano, raffinato intellettuale  138-161 Antonino Pio, sensato e magnanimo con gli schiavi  161-180 Marco Aurelio, filosofo stoico, impegnato nella difesa dei confini (contro i Daci e Marcomanni)  Il figlio Commodo, dissoluto e incapace (-> cfr Il Gladiatore!)  Foro e colonna Traiana, basilica Ulpia, Pantheon, Mausoleo, Villa Adriana, porti di Ostia, Ancona, Civitavecchia
  73. 73. Sotto gli Antoniniindice Il Senato diventa veramente rappresentativo di tutte le province  numerosi i senatori orientali  massima stabilità burocratica e organizzativa  massima estensione dell’impero  Traiano completa le conquiste:  Arabia, Armenia, Mesopotamia e Assiria  Dacia, Britannia – 126, Vallo Adriano  Il Diritto, la lingua e la stabilità unificano l’impero
  74. 74. indice
  75. 75. I Severi 193-235indice Dopo Commodo -> anarchia  Ruolo dei pretoriani, il potere messo all’asta!  193-211 – Settimio Severo, dittatura militare  Scioglie i pretoriani, introduce germani nell’esercito  211-217 Caracalla, editto di cittadinanza  Per fare cassa, ma unifica realmente tutti i cittadini  Gli imperatori successivi vengono tutti assassinati  Macrino, Eliogabalo, il valido Alessandro Severo  Imperatore padrone, non più servitore dello stato  Il Senato svuotato di potere, forte assenteismo L’imperatore si avvale del consilium principi
  76. 76. Dinastie imperialiindice Dinastia Giuliio-Claudi Flavi Antonini Severi Tiberio, Caligola Traiano Settimio Severo Claudio Vespasiano, Adriano Caracalla Nerone Tito, Antonino Pio Macrino Domiziano Marco Aurelio Eliogabalo Commodo Alessandro Severo14 d.C 68 69 96 192 235
  77. 77. Visita ad Ercolanoindice Leggenda – Ercole – 10 fatica… misoginia  Forse influsso greco – impianto urbanistico  Origine italica, IV sec. a.C - Osci?  G. Sannitiche? Forse – guerra sociale (contro Roma)  Piccolo centro, sul mare, meta di facoltosi romani  Già danneggiata nel 62 a.C. (terremoto)  Eruz. 79 Ricoperta da 15/20 m. ceneri e fango  Incertezze su temperature (300°) e causa morti  Riscoperta nel 17° sec, casualmente  Offre documenti eccezionali per conoscere l’antichità romana – case, opere d’arte, papiri, lapidi…
  78. 78. Nel resto del mondo…indice Superare una visione Eurocentrica  È un lascito della cultura occidentale Studiamo la storia che “ci riguarda”  Ma tanti sono gli aspetti che “ci coinvolgono”  Ad esempio… la via della seta Medio oriente India Cina  Costretti a circoscrivere le nostre “indagini”
  79. 79. Regno dei PARTIindice
  80. 80. Eventi da ricordareindice La Partia (attuale Iran)  scontri alterni con Roma – forte cavalleria  Dal II sec. a.C indipendenti e autonomi  Dinastia degli Arsacidi  Molti contatti commerciali con il mondo ellenico Economia basata sull’agricoltura  Domina la classe aristocratica latifondista Subisce influenza greca  Ma recupera la religione Mazdeista (dualismo +-)
  81. 81. Intanto in INDIA…indice
  82. 82. Eventi -> Indiaindice Civiltà antichissima – dal 3 millennio  Ruolo del fiume Indo (-> industria…)  Civiltà Dravidica – scrittura ancora sconosciuta Invasione degli Arii (ariani – indoeuropei) Sistema delle caste – rigide e separate  Bramini – guerrieri – artigiani – servi  Resta al di fuori la casta degli intoccabili – paria Religione: veda – brahmanesimo  Induismo – trimurti – reincarnazione – riti  V sec. Buddha – nuova impostazione
  83. 83. La Cinaindice
  84. 84. In Cinaindice Civiltà fluviali dal III millennio a.C. Varie dinastie al potere  1500 aC – Shang  Dal 1200 a.C. dinastia Chu – moneta – seta  Nel 221 a.C. inizia il Celeste Impero (-> regge fino 1912!)  Costruzione Grande Muraglia (difesa, 8000 km)  Nel 589 l’imperatore sceglie funzionari mediante concorsi Economia: agricola – commercio  Struttura immutata per secoli Religione – antenati –  Confucio (rispetto gerarchie) – taoismo (più vitale)  Diffusione del buddismo (che scompare dall’India
  85. 85. Sintesi x la verificaindice La cultura romana La società nella Roma Imperiale  Il DIRITTO  Il sistema tributario La successione delle dinastie imperiali La massima espansione geografica (mappa) Le principali realtà storiche extra-Europee  Medio Oriente – India - Cina
  86. 86. Nuove Religioniindice Ruolo della religione durante l’impero  Sincretismo religioso  Influsso dei culti misterici di provenienza orientale  Cerimonie segrete e riservate a piccoli gruppi  Misticismo, magia, gesti simbolici  Risposta alla speranza di una vita ultraterrena  Attis – forze della natura – speranza immortalità  Iside – divinità egiziana, forte carica materna  Mitra – divinità solare in lotta contro il male  Grande rigore, attesa di un giudizio post-mortem, premio
  87. 87. Israele - ebraismoindice Fase ellenica – dominazione dei Tolomei  Tentativi di indipendenza: rivolta dei Maccabei  63 a.C Roma conquista la Palestina  Viene lasciata una certa autonomia  Il governatore Erode diventa re-alleato di Roma  Nel 44 diventa prov. romana di Giudea  66 d.C Ribellione dei Giudei, repressione  70 Tito distrugge Gerusalemme e il Tempio  133 nuova rivolta – 135 Gerusalemme è rasa al suolo  Inizia la dispersione degli ebrei -> DIASPORA
  88. 88. La fede ebraica e Gesùindice In Israele monoteismo stretto  Yaweh, la Torah (Legge), rivelazione  Preghiera, festa del sabato, 613 precetti Ma coesistono vari gruppi religiosi  Farisei, Sadducei, Esseni, Zeloti  Tutti attendono un Messia  Ma con differenti aspettative  in chiave sociale – politica - religiosa
  89. 89. Gesùindice La sua storia La sua dottrina e il suo esempio Opera degli apostoli; Pietro – ruolo di Paolo Diffusione del Vangelo nell’impero Contrasto e persecuzione dei cristiani  Gruppo potenzialmente “pericoloso” e indipendente  64 Nerone – 249 Decio – 303 Diocleziano  Tentativi di ripristino del paganesimo Lentamente l’impero diventa cristiano
  90. 90. La chiesa di organizzaindice Inizialmente ceti sociali bassi  Su tutti i territori dell’impero Organizzazione della Ecclesia  Presbiteri (preti), diaconi  Sul territorio – segue il modello imperiale  diocesi guidate da un vescovo  e comunità parrocchiali – culto dei martiri Ruolo prevalente del vescovo di Roma - papa
  91. 91. Dottrina cristianaindice I Vangeli sono fissati nei 4 canonici (I sec) I concetti teologici vengono sistematizzati Padri apostolici – testimoni diretti Apologisti (difensori verità), durante le persecuzioni – fino al 3° sec.  Confronto con i pagani – Giustino Padri della Chiesa – dal 3° sec.  Ireneo (Francia, Lione…)  Tertulliano (convertito, vescovo di Cartagine)
  92. 92. prime Eresieindice Idee e concetti teologici non ortodosse Gnosticismo: conoscenza – filosofia  La salvezza si raggiunge con la conoscenza  Nega incarnazione, Gesù = emanazione spirituale Manicheismo: religione persiana  Sincretismo: mix di zoroastrismo e cristianesimo  Dualismo: contrasto tra bene/male (stesso piano) Arianesimo: dottrina di Ario, prete egiziano  Dio non si è incarnato in Cristo  È solo una creatura scelta da Dio, con doni speciali
  93. 93. I popoli “barbari”indice Origine della popolazione nel nord-Europa  Migrazioni (indo) verso il 1000 a.C. espansione da nord  Sbarramento ad opera dei Celti (controllo Reno-Marna)  I “foederati” – popoli alleati, qc. diritto Due gruppi: occidentali e orientali  Angli, Sassoni, Alamanni, Burgundi (centro ovest)  Orientali: ->Vandali, Goti (visi/ostro), Sciri Primi contatti: 102 a.C.- scontri con l’esercito (Mario)  Cesare: ne riduce la pressione “sfruttando” i Galli  Nuove pressioni, migrazioni, sforzo Romano (M.Aurelio)  Contenimento, valli, divisione, linea del Danubio, tenuta del limes
  94. 94. Società germanicaindice Struttura tribale – economia sussistenza  Prevaleza di caccia-pesca, agricolt. dal I sec. d.C Gestione comunitaria dei territori Stratificazione sociale delle “sippe” (gruppi famigliari)  Arimanni (guerrieri) /semiliberi/ Aldii (operai) / Servi  Ruolo degli Adalingi (consiglieri del re), base del feudalesimo Giustizia primitiva e violenta  La faida (vendetta, sangue, per generazioni)  Guidrigildo (riparazione in natura o denaro)  Ordalia – giudizio divino Miti religiosi e poetici – politeismo (Odino, Thor..)
  95. 95. Fattori decadenza romanaindice Crisi demografica  Leve militari, sconfitte, insicurezze Guerre e pestilenze  Scontro con i Parti, peste, italici decimati Imbarbarimento delle legioni – caos  Mancanza di soldati italici, contratti con i barbari  Vantaggi e limiti: l’esercito sempre più indipendente  Guerre per l’elezione degli imperatori (21 in pochi anni) Economia in crisi  Ripresa del brigantaggio e pirateria, scarsi commerci Pesante INFLAZIONE  Viene coniata nuova moneta (con leghe di basso valore)
  96. 96. Premesse del medioevoindice L’impero fatica a farsi rispettare Nasce il “colonato” (alla base della servitù gleba)  Le persone si “commendano” ad un signore locale  Vincoli di protezione e servitù  Famiglie legate alla terra (non possono cambiare) Numerose rivolte - ripresa brigantaggio  Gallia, Spagna, nord Africa – tentativi di secessione Le città iniziano a svuotarsi – fortificazioni  Le “villae” dei potenti locali si ingrandiscono
  97. 97. Cartina imperoindice
  98. 98. L’impero nel III secoloindice 235 – fine dinastia Severi Inizio dell’anarchia militare Numerosi imperatori (30 tiranni) molti contrasti  Si devono arginare rivolte in molte località  Esercito sempre più critico e determinante Fase degli imperatori Illirici  Aureliano: grandi opere pubbliche – Mura a Roma  Impone la continuità del lavoro paterno 284 – diventa imperatore Diocleziano
  99. 99. Temi da approfondireindice Demografia La «demografia storica» Elenchi, genealogie, lapidi… registri Inflazione e andamento dei prezzi  Nell’antichità  E oggi…  Il «paniere» e il costo della vita
  100. 100. Dioclezianoindice Dopo l’anarchia vince Diocleziano Regna dal 284 al 305 – lungo periodo Energico, esercita un potere assoluto Ristabilisce ordine nelle province 303-304 scatena persecuzione cristiani  Per il loro rifiuto dell’autorità imperiale  Ma ottiene effetto opposto
  101. 101. La Tetrarchiaindice Per gestire l’impero lo divide Al suo amico Massimiano l’occidente Governano i 2 “Augusto” e ciascuno sceglie un «Cesare» aiutante  Diocleziano + Galerio Massimiano + Costanzo Cloro 4 prefetture  Ciascuna divisa in 12 diocesi  E suddivise in province
  102. 102. Le riformeindice Politiche – tetrarchia Militari – esercito con soldati barbari Amministrativo – suddivisione diocesi/province  Rafforzamento burocrazia Economiche – lotta all’inflazione  Editto per fissare i prezzi e costo del lavoro  Creazione del catasto  Imposizione ereditarietà dei mestieri
  103. 103. Costantinoindice Momento di confusione alla morte di Diocleziano Scontri per la successione, crisi tetrarchia 305 Vittoria contro Massenzio – Ponte Milvio Alleanza politica con Licinio – esilio ed eliminazione Cambio capitale:  da Roma (pagana) a Bisanzio (cristiana) Riforma monetaria: solidus, contro inflazione  Duratura, ma causa maggiori differenze sociali Riforma militare: l’esercito segue l’imperatore,  non si concentra nella capitale
  104. 104. Editto di Milanoindice scontro contro Massenzio - ponte Milvio (Roma) - leggende  In hoc signo vinces – JHS inciso sullo scudo solare (culto di Mitra) Alleanza (formale) con Licinio Nel 313 insieme promulgano a Milano un editto di tolleranza  Segna la fine delle persecuzioniò  La religione cristiana diventa ora possibile e riconosciuta  Rimane per quella pagana: convivono le 2 anime  Costantinto rimane “pontefice” massimo  Convergenza: culto solare (Mitra) e cristianesimo  Unificazione di riti: Dies natalis – viene scelta la domenica come festa  Dubbi sulla conversione o abile opportunismo?  Evidente il coraggio nello schierarsi con una minoranza (10%)
  105. 105. Costantino “cristiano”indice Preoccupazione , per un cristianesimo “funzionale”  Donazione costantiniana – il “giallo” linguistico (Valla) 325 favorisce e condiziona il Concilio di Nicea  1 concilio ecumenico - Epurazione dei testi sacri  Chiarezza contro la dottrina dell’arianesimo  viene proclamata omousia Padre=Figlio – nasce il CREDO Ruolo e figura della madre s. Elena  Estrazione popolare, convertita, fervente  valorizza e cerca reliquie, la croce (poi perduta),  chiese a Gerusalemme: Sepolcro, Betlemme 327 C. si fa battezzare solo in fin di vita  Non è esente da numerose colpe – primogenito, moglie…
  106. 106. Giuliano l’apostataindice 361-363 – formazione cristiana Rivincita del paganesimo Non perseguita ma “allontana” dai ruoli  I cristiani esclusi dai ruoli importanti  Impone un Pontefice massimo in ogni provincia Tentativo poco duraturo Ormai il cristianesimo diventa maggioritario
  107. 107. Teodosioindice 379-385 il tema religioso cresce d’importanza 380 editto di Tessalonica  Cristianesimo diventa religione di stato  Il “paganesimo” inizia il suo esilio nelle campagne 395 – divide l’impero in due settori, ai 2 figli Oriente: Arcadio -> Costantinopoli Occidente: Onorio -> Ravenna, 404 capitale
  108. 108. Monachesimoindice In oriente si diffonde la “fuga mundi” Dal III sec. fase degli anacoreti (individuale)  In Egitto, Tebaide, Palestina, Siria…  Antonio abate, grande influenza Fase cenobitica (piccole comunità)  Monaci riuniti sotto il governo di un abbate (padre)  320, Pacomio (ex-soldato) fonda un cenobio  La vita religiosa (non sacerdotale) si diffonde  Ascetismo molto radicale: scontri con altri xtiani
  109. 109. Inizio della Patristicaindice Fine delle persecuzioni – diffusione capillare Serve una rielaborazione anche teorica Confronto con la cultura filosofica  Elementi di contatto con il platonismo Origene – tema del decadimento dell’anima Agostino – vita complessa (354-430)  Contatto con Ambrogio, vescovo di Milano  Riflessione e approfondimento: interiorità  L’uomo viene salvato dalla grazia divina
  110. 110. Verso la Cadutaindice dell’impero Si era raggiungo un certo equilibrio I Popoli barbari  lungo i confini Alleati, arruolati Difficile integrazione
  111. 111. La spinta degli Unniindice  Verso la fine del IV sec. Arrivano gli Unni  già conosciuti: simbolo del peggiore barbaro, rozzi, incivili  Aumento demografico? Mutamenti di clima?  Iniziano a migrare verso il centro Europa Rompono il fragile equilibrio  Causano nuove migrazioni verso il sud  376 Ostrogoti e Visigoti passano il Danubio  406 Vandali, Svevi, Burgundi passano il Reno  Iniziano il cammino verso la Francia e la Spagna Intervento romano vittoria del gen. Stilicone  402-406 diverse vittorie, ma… invidie-> giustiziato
  112. 112. Migrazioni barbaricheindice 410 i Visigoti di Alarico: sacco di Roma  Grande ripercussione e paura in Italia  Prosegue la discesa verso il sud  Morte del re, sepoltura (Busento) ritorno  Verso la Gallia, Spagna, regno di Toledo (Islam) I Vandali, verso la Spagna, sud (V)Andalusia  E poi in Africa, un regno presso Cartagine 450 Angli (danesi) e Sassoni (germanici)  Iniziano la conquista dell’isola britannica Popolazioni Franche si spostano in Gallia
  113. 113. Invasione degli Unniindice 451 – il re Attila: fermato dal gen. Ezio  Di origine barbarica, esercito romano+visigoti 452 A. scende in Italia, conquista Aquileia  Forti paure, la gente si rifugia in laguna (Venezia)  Intervento di papa Leone I (Magno)  Proposta di tributi e sudditanza  Realisticamente: Attila si ritira per i rischi  Gravi perdite, malattie, arrivo di eserciti dalla Gallia  La minaccia unna svanisce con la morte del re Nei territori occupati subentrano popoli slavi
  114. 114. Ultimi eventiindice 455 Intrighi e giochi di potere  Nela capitale Ravenna, il gen. Ezio viene eliminato  Italia senza difese - nuovo oltraggio a Roma  455 I Vandali, con il re Genserico, 2° saccheggio 476 Odoacre (re Eruli) depone l’imperatore  un ragazzino sui 13 anni! Romolo Augustolo  Le insegne rinviate a Costantinopoli  Un solo imperatore è sufficiente  Governa l’Italia e riceve il titolo “patrizio romano”
  115. 115. Solo “disfatte” e rovine?indice La “caduta” èun evento graduale I “barbari” sono ormai diffusi ovunque  Ma quasi mai sono integrati con la popolazione La Chiesa cresce in prestigio  Prende il posto delle istituzioni civili Fine del dispotismo e corruzione imperiale Cambi sociali ed economici  Anche in agricoltura ci sono migliorie  Non più “schiavi”, ma coloni, più motivati
  116. 116. Per approfondireindice La tomba di Alarico http://www.calabriaonline.com/specialecol /rubriche/tomba_alarico/index.php Libri e film sulla caduta dell’impero  Valerio M. Manfredi  L’Ultima legione  Agorà – scontro tra cultura ellenistica, “fede” pagana e intransigenza cristiana
  117. 117. Regni romano-barbariciindice Colmano il vuoto di potere dell’impero Fragili, variabili e molto incerti  AngloSassoni, Franchi, Vandali, Burgundi, Visigoti Doppia “anima” – romana e barbarica  Convivono ma non si fondono: separazione  Doppia legislazione e amministrazione  Due fedi: ariana (barbari) e cattolica (italici)  Amministrazione romana (residui istituzionali)  Ma difesi e protetti dall’aristocrazia ed esercito barbari
  118. 118. Gli spazi dei regniindice romano-barbarici
  119. 119. Regni romano barbariciindice Franchi: lungo il bacino del Reno – Gallia Vandali: nordAfrica, isole del medit. Burgundi: valle del Rodano (Lione) Visigoti: Francia meridionale, nord Spagna AngloSassoni: Inghilterra  Bretagna: popolazioni inglesi emigrate in Francia Italia: Odoacre (Eruli) e Teodorico (Ostrogoti)
  120. 120. Rapporti tra i 2 popoliindice Grande disparità numerica I barbari rimangono tra il 2 e il 20% Le due società restano separate  Società barbara alla base della corte medievale:  Re, duces (duchi) e Comites (conti) Occupano circa 1/3 delle terre I barbari occupano il settore e attività militari L’amministrazione resta ai latini
  121. 121. Odoacreindice Deposto l’ultimo imperatore si espande in Italia  Ottiene la Sicilia dal vandalo Genserico  Occupa la Dalmazia Ma non si pone in contrasto con i latini Decreta l’occupazione di 1/3 delle terre Riserva ai barbari il controllo militare Suscita i timori dell’imper. d’Oriente: Zenone  Che teme il suo rafforzamento in Italia  Zenone chiede l’aiuto del popolo dei Goti (Bulgaria)
  122. 122. Teodoricoindice Formazione culturale latina:  10 anni a Costantinopoli come ostaggio Entra in Italia nel 489: scontri con gli Eruli Assedio di Ravenna: 3 anni,  Promette a Odoacre di condividere il potere  Ma lo elimina subito dopo  Ottiene riconoscimento dall’imper. d’Oriente 493-526 Governa 30 anni in modo equilibrato Si avvale dell’aiuto e consulenza dei latini
  123. 123. Politica di Teodoricoindice Figure notevoli: Boezio, Cassiodoro, Simmaco Ma il suo popolo non gradisce le “simpatie” Politica estera: espansione e controllo  Contro Burgundi, trattati di pace Vandali e Visigoti  Controllo del mare in accordo con l’Imp. Oriente Politica interna: potere al Senato  Conferma leggi e procedure equilibrate  Editto che ripristina leggi e consuetudini imperiali Opere e costruzioni: bonifiche, strade, monumenti (a Ravenna , chiese, battistero)
  124. 124. Contrasti con i romaniindice Nazionalismo dei Goti – non approvano le simpatie del Re Teodorico per la società latina Risentimenti, invidie e congiure  I consiglieri Boezio e Simmaco processati e uccisi  Il papa Giovanni I imprigionato (arianesimo)  Problemi di tolleranza tra ariani (Goti) e cattolici 526 muore Teodorico,  Mausoleo a Ravenna – capolavoro arte gotica  la figlia Amalasunta reggenza per il nipote (10 anni)
  125. 125. Intervento Giustinianoindice Amalasunta governa in modo saggio  Continua la politica del padre  Ma viene costretta a sposare il duca Teodato  Che la imprigiona (Bolsena) Chiede intervento dell’imp. Giustiniano Che tenta la riunificazione Inizia periodo di guerre  Con alterne vicende  Parte della società resta legata all’impero  Motivi economici, commercio, viabilità, diritto
  126. 126. Giustinianoindice Grande personalità e momento favorevole  Integrità e tranquillità territoriale  Confini sicuri e recuperi territoriali  Africa, Isole, Spagna merid., Italia Corpus Iuris Civilis: enorme lavoro di sistemazione del diritto latino (538-533) Coglie l’invito della regina Amalasunte per intervento in Italia  Iniziano le guerre greco-gotiche
  127. 127. Guerre Greco-Goticheindice Amalasunta chiede l’intervento dell’imperatore d’Oriente Dal 535 al 553: 20 anni scontri, assedi, alterne vicende  I Goti con il re Totila sembrano avere la meglio  Stragi, battaglie navali, editti “di favore”… l’imperatore Giustiniano vince e riporta l’Italia sotto la giurisdizione di Costantinopoli 554 – Prammatica sanzione: leggi che ripristinano la società romana  E limitano il potere dei barbari  Cresce il ruolo della Chiesa di Roma  Mentre in oriente cresce il cesaropapismo
  128. 128. Giustinianoindice In Oriente l’impero prosegue integro  Sviluppo economico:seterie imperiali – moneta forte  Classe media legata al governo (burocrazia)  Necessità di controlllo del mare 527: Giustiniano: saggio ed equilibrato  Grande peso alla cultura  Sistemazione del Diritto: Corpus Iuris Civilis  Tutte le leggi della giurisprudenza romana  Prammatica Sanzione: per l’Italia  ripristina diritti dell’aristocrazia e della Chiesa
  129. 129. Dopo Giustinianoindice Impero lacerato da numerose guerre Visigoti in Spagna e Longobardi in Italia  Vengono persi questi territori  Difficoltà ad oriente: Lotte contro Persiani  Oltre 50 anni di guerre:  610-641: L’imperatore Eraclio ristabilisce ordine  Ordinamento tematico: suddivide i territori  E li affida a generali locali, più motivati  Evitando le truppe mercenarie
  130. 130. La Chiesa in Orienteindice Fortemente legata al potere dell’imperatore -> cesaropapismo; ruolo subalterno Grande diffusione del monachesimo  E aumento del loro “peso” culturale e politico  Forte impulso alle reliquie e alle immagini (icone) Per limitare questa “forza”.. L’imperatore Leone III proibisce il culto delle immagini  Lotta iconoclastica - forte attrito con il papato
  131. 131. Sintesi regni barbariciindice 476 Regno di Odoacre Intervento di Teodorico – 30 anni pacifici Frattura goti-latini Intervento bizantino – Guerra greco-gotica Importanza di Giustiniano  Organizza il Corpus iuris civilis L’impero d’Oriente prosegue Relazioni tra Chiesa e Impero
  132. 132. Inizi del medioevo –indice Longobardi Nuovi protagonisti: invasione longobarda  Pasqua del 568 – dal nord inizia conquista  Da nord a sud, vari insediamenti – ducati  L’Italia risulta divisa in 2 zone  Longobardia  Nord – Pavia capitale  Centro/sud: Spoleto e Benevento  Romània - zona bizantina  Centro e zone costiere  Ravenna capitale
  133. 133. Re longobardiindice 568 – arrivo in Italia dei longobardi 568-572 regno di Alboino 569 assedio e conquista di Milano 572 conquista di Pavia – capitale 584-591 – regno di Autari 591-615 – regno di Agilulfo  Conversione della regina Teodolinda al cristianesimo  636-652 – regno di Rotari  643 editto valido per latini e longobardi (in latino)
  134. 134. Dominazione longobardaindice Tentano il controllo totale del territorio ma solo al nord – ducati del sud + indip. avvicinamento culturale tra 2 popoli  Conversione al cristianesimo del figlio del Re  Ruolo decisivo del papa Gregorio Magno (604)  Tregua con l’impero d’Oriente – pace 643 editto di Ròtari, in latino, leggi scritte  Limiti alla faida, cresce il guidrigildo, integrazione  L’artistocrazia romana si sposta -> bizantini La struttura sociale romane disgregata
  135. 135. Organizzazioneindice Il Re – a Pavia, potere centrale Duchi – esercitano il potere  Spesso autonomi e poco legati al potere centrale Gasindi – collaboratori dei duchi  Ricompensati con doni e privilegi Gastaldi – funzionari del Re  Amministrano le proprietà sparse in Italia  Cercano di controllare i duchi
  136. 136. Nuove presenze: slaviindice Lo spostamento dei longabardi crea un “vuoto” Subito colmato da nuovi popoli dal nord Europa Popoli Slavi migrano molto lentamente a sud  Si stanziano tra l’Adriatico e il fiume Sava  Economia agricola, arretrata  Organizzazione sociale tribale, famiglie  La terra posseduta in comune Bloccano i collegamenti con l’Imp. Orientale Cancellata la presenza cristiana
  137. 137. Crisi alto medioevoindice Profonda crisi demografica  Forte diminuzione popolazione (50%!) <30milioni  Molteplici cause: malattie, mortalità infantile, epidemie, schiavitù (figli), raccolti scarsi, fame Regresso culturale  Processi amministrativi ridotti, trasporti critici Crollo urbano  Le città si svuotano (Roma ->20mila!) L’economia si sposta in campagna
  138. 138. Fervore religiosoindice Chiesa, e vescovi ultimo baluardo  Sostituiscono e proseguono opera sociale romana  Difesa, autorità morale e politica, civiltà, cultura Diffusione del cristianesimo nei “pagus”  Semplificazione e sopravvivenza del paganesimo  Riti, processioni, litanie, esorcismi, culto dei santi  Spiritualità popolare semplice, concreta  Talvolta intrisa di superstizione e magia  Culto delle reliquie (iconoclastia), pellegrinaggi
  139. 139. Monachesimoindice 529 S. Benedetto e i benedettini  Vita, fuga mundi, Subiaco, Montecassino  La Regola – ora et labora – organizzazione abbazia  La scuola, gli amanuensi, l’agricoltura Monachesimo anglosassone  Irlandese – s.Patrizio, mov. autonomo da Roma  Ampia opera di diffusione, numerosi centri, itinerante  Bretagna – 596 il papa invia Agostino – Canterbury  Si diffonde in modo più radicato nel territorio Nascono le lingue volgari – declino del latino  Rimane lingua dei riti, preghiera, cultura, ma non più “viva”
  140. 140. Islamindice I luoghi - arabia pre-islamica Favorevole snodo commerciale – Egitto-India Carovane e centri di incontro  Mecca, Yathrib – coste del M.Rosso Tribu di beduini nelle zone steppose e desertiche  pastorizia Elementi comuni: codici tribali  Ospitalità, lealtà, vendetta se viene leso l’onore
  141. 141. Maometto – il lodatoindice 570 – Mecca – pastore e carovane A 25 anni matrimonio con ricca vedova Periodo mistico e di riflessione religiosa Rivelazione e scrittura del Corano  M rimane cmq ‘analfabeta’: Corano -> ‘dettato’ Scontri con aristocrazia meccana  Tentativo di “sintesi” con ebrei e cristiani  622 – Egira – fuga verso Medina - inizio era musulmana  Capo religioso e militare – scontro con i Meccani – vittorie 630 rientro vittorioso alla Mecca – “pulizia” religiosa
  142. 142. religiosità islamicaindice Testo sacro: Corano (114 sure)  Sunna (hadith, detti e opere del profeta) La vita deve seguire la sharia (legge islamica) 5 pilastri: professione di fede, preghiera sa(5v), digiuno, elemosina, pellegrinaggio (1 Mecca)  Umma -> comunità dei credenti (chiesa)  Jihad -> sforzo personale e collettivo fede senza complessità teologiche  Monoteismo assoluto, sottomissione La condizione della donna
  143. 143. Dopo Maomettoindice 632 Primi 4 Califfi eletti dalla Umma: Medina 661 Califfato ereditario: Omayadi Damasco 711 espansione e invasione della Spagna 732 i Franchi li respingono a Poitiers 750-1250 dinastia degli Abbasidi – Baghdad 827-902 attacco e conquista della Sicilia  I vari stati islamici si rendono più autonomi  Forte unità culturale e religiosa  Contrasto tra sciiti (radicali) e sunniti (moderati)
  144. 144. Organizzazioneindice Carattere populista e liberatorio dell’islam  Viene incontro alle necessità dei poveri Si forma una complessa gerarchia sociale Gli arabi conquistatori:  Proprietari, privilegiati, governo Musulmani non arabi  Esclusi dalle cariche più importanti, clienti commerc. Sudditi non musulmani:  Tollerati ma sottoposti a forti tasse Schiavi…
  145. 145. Civiltà islamicaindice Grande sviluppo nelle arti e conoscenze Economia e finanza:  Nuove colture, spezie, mulini, assegno, cambiali Scienza e Tecnica  Matematica: Al Khuwarazmi,sist. Posizionale, 0123…  Medicina, chirurgia, astronomia, astrolabio  Letteratura: traduzione delle opere classiche  Conservano l’eredità ellenistica e greca  Arte e architettura avanzate
  146. 146. Islam: approfondimentiindice La condizione della DONNA nell’Islam  Ieri e oggi (attenzione ai pregiudizi) La “tolleranza” religiosa nell’Islam Il conributo arabo allo sviluppo scientifico  E gli apporti indiani e cinesi
  147. 147. I Franchi e l’Europaindice Le tribu dei Franchi occupano la ex-Gallia 481-511 conquiste del re Clodoveo Conversione al cristianesimo  Dinastia che discende da Meroveo->merovingi  Appoggio dei gallo-romani e della Chiesa Ruolo marginale dei re – “maestri di palazzo”  Re fannulloni, frantumazione del regno  Riunificato da Pipino di Heristal, maggiordomo  E dal figlio Carlo Martello – 732 Poitiers – arabi
  148. 148. Il regno dei Franchiindice 751 Pipino il breve (di bassa statura) re  Incoronato da un legato del papa - prestigio Roma  Inizio dinastia Carolingi – forti legami con la chiesa  X legittimazione, x diffusione fede,  X avere protezione da Bisanzio Esercito formato da clientele armate  “masnade” fornite dai grandi proprietari di terre  Che vedono ampliare i loro possessi  Vincolo personale del vassallaggio, investitura  Obbligo di difesa e aiuto reciproco ->beneficio
  149. 149. VIII sec. 3 realtà politicheindice Islam  Forte espansione, verso l’Europa Franchi  Nel centro Europa, spinti dall’Islam, verso il Nord Bizantini  Difensiva contro l’Islam, poco presente nell’occid. La Chiesa “governa” di fatto il lazio  Teoricamente sottomesso a Bisanzio  Il papato cerca una autonomia  Contrasti coi longobardi, alleanza con i Franchi
  150. 150. Crisi longobardaindice 652 Dopo Rotari confuse lotte di potere 712-744 Riprende il comando Liutprando Ristabilisce i confini, contrasti con Bisanzio  Papa Gregorio II teme l’occupazione  Appoggia quindi i bizantini  Anche i ducati di Spoleto e Benevento con la Chiesa  728 Liutprando si riconcilia con la Chiesa - donazioni  749-756 Il nuovo re Astolfo si oppone  Tenta la conquista di Romagna e centro Italia
  151. 151. Nasce lo stato dellaindice Chiesa Papa Stefano II chiede intervento dei Franchi  In accordo con l’impero bizantino  Per contrastare i longobardi e l’Islam 754 Pipino scende in Italia e impone ai longobardi un trattato – Ravenna libera 756 nuova discesa: toglie i territori della Pentapoli e dell’Esarcato E li dona alla Chiesa (non a Bisanzio!) Nasce così lo stato della Chiesa
  152. 152. Parole chiaveindice Vassallaggio  Dal celtico gwassal, servitore, vincolo personale del re con un suddito, per reciproci vantaggi (difesa e servizio) Beneficio  Consiste in territori o vantaggi economici Potere temporale  La Chiesa dovrebbe occuparsi dell’eternità, non del tempo comune; invece…. è potere politico a tutti gli effetti  Donatio costantiniana, castello di Sutri e Nepi, Pipino Dinastia  In Francia, principio del sangue, ruolo sacro del re bisanzio – costantinopoli – bizantini – impero d’oriente
  153. 153. Lavoro personaleindice Lo studio delle fonti storiche Dossier da p. 173-177 Classificazione delle fonti  Materiali, involontarie, volontarie Fonti scritte, iconografiche – classificazione Discipline coinvolte
  154. 154. Carlo Magnoindice Pipino divide il regno dei Franchi tra i 2 figli  Carlo Magno, zone al nord  Carlomanno regioni centro-meridionali  Matrimoni d’interesse e alleanze con i Longobardi  Sposano le 2 figlie di Desiderio, re dei longobardi (Erm.) Diventa papa Adriano I, contrario ai longobardi  il re Desiderio attacca lo stato d.Chiesa  Carlo Magno interviene – vittoria dei Franchi  Fonda il Regno d’Italia, capitale a Pavia
  155. 155. Conquiste dei franchiindice 804 – Sassonia (Germania) deportazioni e conversioni forzate al cristianesimo Intervento in Spagna (emirati ribelli a Cordova)  Episodio di Roncisvalle – Orlando – epica  Marca spagnola (catalogna) – “base cristiana” Conquiste verso oriente  Baviera (duca ribelle al vassallaggio) + clero locale  Popolo degli Avari (pericolosi e ‘barbari’)  Carinzia e Ost-mark (Austria…)  Controllo sugli slavi (loro riduzione a ‘schiavi’)
  156. 156. Carlo Imperatoreindice Fa rivivere l’estensione dell’impero romano Papa Leone III ne sancisce il ruolo cristiano  Diffusione del vangelo, conversioni  Incoronazione - Primato del “cielo” sulla terra I Bizantini non riconoscono l’incoronazione  812 Trattato di Aquisgrana per conciliare  Bisanzio riconosce il regno “franco”, ma non sui “romani” Buoni rapporti con il mondo arabo  Un califfo si accorda per il pellegrinaggio a Jerusalem
  157. 157. Organizzazione dell’Imperoindice Dopo anni di itineranza, sede centrale ad Aquisgrana Istituzione di ruoli di corte Suddivisione del territorio:  250 contee – rette dai conti  Alcune marche (di confine) rette da marchesi (+ militare)  Si governa in nome dell’imperatore Organi di controllo: i missi dominici  In carica 1 anno, di solito in coppia (laico+clero)  Controllo dell’esecuzione dei capitolari dell’imperatore  Campo di maggio – riunioni e programmazione guerre  Che si svolgono nella bella stagione…
  158. 158. Economiaindice Conio di una nuova moneta in argento  Affianca il dinar (arabo) e il mancuso (bizantino) Vantaggi: stabilità, minori frodi, riferimento unico  Nuove unità di misura agraria e di capacità Ma l’economia non decolla ancora  Mancanza di una “massa critica”
  159. 159. Impulso della culturaindice  Nuove Scuole, studi grammaticali, scrittura carolina  Scuola Palatina e persone illustri  – Alcuino -  Paolo Diacono – storico  Pietro da Pisa – grammatico  Eginardo, monaco, biografo di C.Magn Istituzione dei corsi del  Trivio (grammatica, retorica, dialettica)  Quadrivio (geom. Aritmetica, musica, astronomia  Recupero del senso artistico
  160. 160. Unificazione dellaindice liturgia Uniformità dei riti religiosi – codifica Norme per i sacramenti principali  Battesimo ed eucarestia  Messa domenicale, riposo obbligatorio  I riti “copiano” la gestualità feudale  Inginocchiarsi… rivolgersi, diversità di livelli
  161. 161. Il sistema Feudaleindice Ruota intorno a 3 elementi fondanti Beneficio concesso dal sovrano  Territorio o ruolo Vassallaggio – legame personale  Che lega l’umo libero al sovrano Immunità  Diritto ad esercitare il potere nel proprio feudo Feudo –> dal celtico foed=concessione Si sviluppa “a cascata” e in modi diversi
  162. 162. La fine dell’Imperoindice carolingio 814 muore Carlo Magno Suddivisione tra i 3 figli  Lotario – titolo Imp. +centro Francia, nord/centro Italia  Carlo I il calvo -> Francia ovest  Ludovico il germanico - > Germania –Austria Viene stabilito il criterio di ereditarietà Si frantuma il potere centrale Verso la fine dell’800 situazione di anarchia
  163. 163. Situazione italianaindice Affidata a Lotario – passa al figlio Ludovico Teoricamente fino al Garigliano  Ma lo stato della Chiesa prevale – indipendente Il Regno d’Italia è più teorico che “di fatto” Venezia inizia uno sviluppo autonomo I ducati longob. (Spoleto e Benevento) in crisi Capua e Salerno si separano – La zona di Napoli rimane legata all’impero bizantino Gli Arabi in Sicilia – occupazione  Altre basi islamiche a Taranto e Bari – Frassineto (Provenza)
  164. 164. Nuove invasioni –indice anarchia feudale I Normanni (Vichinghi) – diffusione in Europa  Islanda, Sud Italia, Sicilia, Normandia… Incursioni di pirati saraceni (musulmani)  Basi in Puglia e Provenza  Controllo dei mari, razzie, fino al X sec. Invasione di Ungari – Europa centro Ottone I li sconfigge nel 955 batt. Lechfield  Nasce regno di Ungheria (Pannonia) – re S.Stefano
  165. 165. Castelli e Cavalieriindice Ruolo del castello – rifugio e fortezza  Luogo di riparo per la popolazione  Ruolo del castellano  Centro di sviluppo dei nuovi borghi La cavalleria  Istituzione riservata ai cadetti (dal 2° figlio)  La Chiesa interviene per evitare degenerazioni  Da “prevaricatore con le armi”  A difensore della fede  Veglia d’armi, doveri, giuramento, tregue, “paci di Dio”
  166. 166. Feudalesimo eindice investiture In Francia prevale Ugo Capeto  Inizia la dinastia dei Capetingi 951 l’anarchia termina – Ottone I di Sassonia  Incoronato re d’Italia a Pavia 962 Germania: ripristino Sacro Rom. Impero Privilegium Othonis  Possibilità di nominare vescovi-conti  Per evitare il problema dell’ereditarietà dei feudi
  167. 167. Crisi nella Chiesaindice Profonda crisi di valori e di comportamenti Frequenti casi di concubinato  Tra gli ecclesiastici, forma#contenuto Simonia per accedere alle cariche  Che vengono “comprate”  Danno prestigio e potere Riforma di Cluny – liturgia gregoriana … lotta per le investiture: CHI detiene il potere supremo?

×