Appunti diEconomia dei Gruppi      Autore: profman
Appunti diEconomia dei gruppi                                                                           Visto su: Profland...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                            Visto su: Profland   BILANCIO CON...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                            Visto su: ProflandDifferenza da c...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                             Visto su: Profland     IL BILANC...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                            Visto su: Profland               ...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                            Visto su: ProflandNOZIONE DI CONR...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                             Visto su: Profland              ...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                                 Visto su: ProflandJOINT VENT...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                         Visto su: Profland                  ...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                     Visto su: Profland                      ...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                       Visto su: Proflanda) TEORIA DELL’ OSTA...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                          Visto su: ProflandCONSOLIDATO: Norm...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                             Visto su: ProflandCONSOLIDAMENTO...
Appunti diEconomia dei gruppi                                          Visto su: Profland                                 ...
Appunti diEconomia dei gruppi                                                                           Visto su: Profland...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Appunti di Economia dei Gruppi

2,787 views

Published on

Appunti universitari per l'esame di Economia dei Gruppi

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,787
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
13
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Appunti di Economia dei Gruppi

  1. 1. Appunti diEconomia dei Gruppi Autore: profman
  2. 2. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: ProflandSi ricorda che:• luso degli appunti qui presenti è consentito per solo uso personale e di studio;• la consultazione è gratuita ed ogni forma atta a ricavarne lucro è vietata!• gli appunti sono fatti da studenti che non possono assumersi nessuna responsabilità in merito;• il materiale qui presente non è sostitutivo ma complementare ai libri di testo: - devi (e ti consiglio) di consultare e comprare i libri di testo;• il materiale qui presente è distribuito con licenza Creative CommonsTi ricordo che se vuoi contribuire mandando degli appunti o quantaltro possa essere utile ad altri puoifarlo inviando il materiale tramite: http://profland.altervista.org/mail.htmSpero che ciò che hai scaricato ti possa essere utile.Profman Il file è stato scaricato/visualizzato in forma gratuita da Profland: http://profland.altervista.org sezione Profstudio http://profland.altervista.org/profstudio/profstudio.htm oppure da qualche mirror, come: www.profland.cjb.net www.profland.135.it o dalla pagina dedicata su slideshare.net: www.slideshare.net/profman 2/16
  3. 3. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: Profland BILANCIO CONSOLIDATO: PRINCIPI CONTABILI ITALIANI (PC) E PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS)Area consolidamentoCiò che costituisce motivo di esclusione obbligatoria dal consolidamento nei PC non èun valido motivo di esclusione nell’ambito degli IAS.Due dei motivi di esclusione facoltativa secondo i PC, costituiscono per gli IAS motivodi esclusione obbligatoria: le imprese del gruppo il cui controllo è soggetto a severerestrizioni e/o per quelle il cui controllo è solo temporaneo.Per quanto riguarda l’esonero dall’obbligo di consolidamento, i PC lo consentono per leimprese madri di gruppi “minori”, mentre gli IAS non prevedono alcun tipo di esoneroper motivi di carattere dimensionale.Inoltre i PC disciplinano che per le controllate escluse per attività dissimile e per lepartecipate in imprese collegate venga adottato il metodo del patrimonio netto per lavalutazione delle partecipazioni, che deve essere quindi iscritta per un valorecorrispondente alla quota di PN della partecipata; gli IAS ammettono, oltre al metododel patrimonio netto, anche il metodo del costo.Interessi di terziSecondo i PC gli interessi di minoranza si iscrivono in una voce del PN consolidatodenominata “capitale e riserve di terzi”.Gli IAS stabiliscono che tale voce debba essere distinta sia dal PN che dalle passività,includendola in una voce imprecisata del passivo, in quanto viene considerata quasi undebito complessivo che la società controllante ha nei confronti dei soci minoritari.Criteri di valutazioneIl bilancio consolidato espone la situazione patrimoniale-finanziaria ed il risultatoeconomico di un gruppo di imprese visto come un’unica impresa, superando le singolepersonalità giuridiche. Una delle finalità è quella di fornire un’informazione circa lo statodel gruppo, informazione necessaria sia verso i terzi che per il controllo di gestione.IAS: il bilancio consolidato deve essere predisposto utilizzando principi contabiliuniformi; consente comunque l’utilizzo di criteri eterogenei se l’uniformità sia di difficilerealizzazione e di ciò ne venga data notizia nella nota integrativa insieme adun’esplicitazione percentuale dei diversi criteri nell’ambito delle voci di bilancio. Se siabbandona il metodo del PN, l’unico ammesso è quello al minore tra costo e valore dimercato (con conseguente rivalutazione della partecipazione).PC: per effettuare una corretta aggregazione è stabilito che i bilanci delle singole societàsiano redatti in base a principi contabili e criteri uniformi; a questa norma è possibilederogare quando la conservazione di criteri difformi sia più idonea a realizzare l’obiettivodella rappresentazione veritiera e corretta. In caso di abbandono del metodo del PN, ilvalore contabile deve essere assunto come costo. 3/16
  4. 4. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: ProflandDifferenza da consolidamentoSe le attività (e le passività) non genereranno benefici futuri (o non assorbiranno risorsefuture dell’acquirente) e non possono essere determinate nel loro valore corrente, allorasi avrà una differenza tra il costo sostenuto per l’acquisizione ed il PN corrente.Se costo > PN si avrà un avviamento positivo:• se è un buon affare: questo maggior valore costituisce un pagamento anticipato su benefici economici futuri e sarà iscritto nella voce dell’attivo “differenza da consolidamento”;• se è un cattivo affare: trattamento simile al precedente, l’imputazione a CE avverrà solo in caso di perdite.Se costo < PN si avrà un avviamento negativo, che potrebbe essere indice di unasovrastima di attività (o sottostima di passività): se si prevedono costi o perdite future: si rileverà in diminuzione delle attività nella stessa classificazione dello SP utilizzata per l’avviamento positivo e tra i proventi del CE, quando queste previsioni si realizzeranno; se non se ne prevedono: da rilevarsi come provento nel CE; nel caso di attività monetarie: se immediate si rileveranno nel CE come un ricavo.I PC sono orientati a lungo periodo, infatti si basano sul rispetto del principio diprudenza, per non compromettere la futura redditività del gruppo: tra i componentipositivi di reddito si devono contabilizzare solo gli utili realmente realizzati e tra quellinegativi sia perdite presunte che i rischi prevedibili, poiché di competenza dell’esercizio.Gli IAS sono invece orientati all’immediatezza, prevale quindi il criterio della sostanzasulla forma: in genere proventi ed oneri si rilevano direttamente nel CE.Data di riferimento del BCPC: è quella di chiusura del bilancio della controllante, se le date di chiusura sono diversela controllata deve redigere un bilancio infrannuale.IAS: i bilanci devono essere redatti alla stessa data, se c’è difformità la controllataprepara il bilancio d’esercizio alla data di chiusura del BC (con menzione nella notaintegrativa). 4/16
  5. 5. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: Profland IL BILANCIO CONSOLIDATO NEI PRINCIPI CONTABILI INTERNZIONALI CONSOB Consolidato secondo IAS QUALI SOCIETA’? Tutte le società quotate in borsa DUE DISCIPLINE A CONFRONTO (P.C. nazionali e IAS) Rappresentazione Prevalenza della so- veritiera e corretta stanza sulla forma UNITING OF INTEREST ex IAS 221. Maggioranza delle azioni messe in comune2. Il valore corrente delle due imprese non differisce3. Gli azionisti delle rispettive imprese mantengono gli stessi diritti di voto e quote di partecipazione4. I valori contabili di attività e passività vengono mantenuti nell’impresa risultante5. Non si contabilizza nessun avviamento6. Rielaborazione dei bilanci ACQUISITION o incorporazione ex IAS 22 5/16
  6. 6. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: Profland QUANDO SI APPLICA LO IAS 22? Integrazioni tra imprese Tranne Società sotto comune controllo Società sotto controllo ( gruppo di imprese, IAS 27) congiuntoCASI DI ESCLUSIONE1. Aggregazioni e acquisizioni ex IAS 222. Società collegate ex IAS 283. Joint-ventures NOTE AL CONSOLIDATO1. Elenco delle controllate2. Motivi di mancato consolidamento3. Natura dei rapporti tra holding company e controllata con meno del 50 % dei diritti di voto4. Nome di imprese in cui si possiede più del 50 % dei diritti di voto ma che non rientrano tra le controllate5. Effetto di acquisti e vendite di controllate6. Metodo di contabilizzazione delle controllate 6/16
  7. 7. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: ProflandNOZIONE DI CONROLLO • CONTROLLO DI DIRITTO • CONTROLLO DI FATTO • CONTROLLO CONTRATTUALESONO IMPRESE CONTROLLATE 1) Le imprese in cui un’altra dispone della maggioranza dei voti (controllo di diritto); 2) Le imprese in cui un’altra dispone di un’influenza dominante (controllo di fatto); 3) Le imprese in cui un’altra esercita un’influenza dominante in virtù di un contratto o di una clausola statuaria (controllo contrattuale); 4) Le imprese in cui un’altra, in base ad accordi con altri soci, controlla da sola la maggioranza dei voti.NOZIONE DI CONTROLLO ( IAS N°27 ) Potere di governare le politiche finanziarie ed operative per ottenere benefici.SONO IMPRESE CONTROLLATE • Le imprese in cui un’altra possiede più della metà dei diritti di voto; • le imprese in cui un’altra possiede meno della metà dei diritti di voto ed ha: 1) il potere di indirizzare la maggioranza dei voti alle riunioni del consiglio di amministrazione; 2) il potere di nominare ho revocare la maggioranza dei componenti del consiglio di amministrazione; 3) il potere di determinare le scelte amministrative e gestionali dell’impresa in virtù di una clausola statutaria odi un contratto; 4) il controllo di più della metà dei diritti di voto in virtù di un accordo con altre società partecipanti. 7/16
  8. 8. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: Profland AREA DI CONSOLIDAMENTOESCLUSIONE OBBLIGATORIA (PC 17): 1) Le controllate, la cui attività compromette la true and fair view; 2) Le controllate che svolgono attività dissimili rispetto al resto del gruppo.IAS N°27:Non è prevista alcuna esclusione per le controllate che svolgono attività dissimili.ESCLUSIONE FACOLTATIVA (PC N°17): 1) è irrilevante ai fini della true and fair; 2) l’esercizio del controllo è soggetto a gravi e durature restrizioni; 3) informazioni indisponibili o eccessivamente onerose; 4) le azioni sono possedute per una successiva alienazione.IAS N°27:L’esclusione non è facoltativa ma obbligatoria quando: 1) l’esercizio del controllo è soggetto a gravi e durature restrizioni; 2) le azioni sono possedute per una successiva alienazione. ESONERO PER LIMITI QUANTITATIVI:Sono esonerate le controllate che per 2 esercizi non hanno superato 2 dei seguenti limiti: 1) £19.000.000.000 per gli attivi totali degli stati patrimoniali; 2) £38.000.000.000 per i ricavi totali da vendite e prestazioni; 3) 250 dipendenti occupati in media in dette imprese;L’impresa controllante o la controllata non ha emesso titoli in Borsa.IAS N°27:I principi contabili internazionali non prevedono alcun esonero per limiti quantitativi. 8/16
  9. 9. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: ProflandJOINT VENTURE COME AGENTI DEL CAMBIAMENTO TECNOLOGICO JOINT VENTURE VS ACCORDI PER LICENZE (+) guadagni (-) guadagni royalty (+) sfruttamento tecnologia (+) esclusione dai rischi (+) penetrazione mercato (+) commercializ.ne scoperteTRAVASO: diffusione delle conoscenze, non protette da accordi formali, ottenuta lavorando con i partner nelle venture spostamento del personale“IMPOLLINAZIONE DIRETTA” le idee vengono diffuse tra il personale quindi trasferite alle org. degli azionisti (PRO)SINDROME DA INVENZIONE ESTERNA lamentele di ricercatori/ing sulla tecnologia dei partner (CONTRO) 1) mantenere strutture doppie per replicare gli esperimenti e RIMEDI verificare le informazioni provenienti dalle venture 2) trasferire alla venture tutte le strutture di ricerca e farle usare dall’ azienda come braccio di ricerca 9/16
  10. 10. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: Profland ANALISI CONDOTTA DA K. R. HARRIGAN (U.S.A.) UTILIZZAZIONE DELLE J. V. PER IL TRASFERIMENTO DI TECNOLOGIA E PER L’ INNOVAZIONE JOINT VENTURE VS ACCORDI PER LICENZE (+) Sfruttamento conoscenze in (+) Settori ad alta tecnologia nuove applicazioni/mercati (-) Settore delle R&S di base BREVETTO protezione scarsa (2-3 anni) Scarse strategie cooperative vicinanza dell’ attività al MANAGER non disposti a sottomettersi fulcro strat. alle differenze delle culture aziendali probabilità che l’ azienda faccia PARTNERS non aperti l’uno nei affidamento sulle venture confronti dell’ altro (=diffidenza) 1) TRASGRESSIONE DEI DIRITTI ESCLUSIVI 2) DIFFICOLTA’ A PROTEGGERE LE CONOSCENZE 3) COMPLESSITA’ DIRITTI PROPRIETA’ ( software) SCELTA DEI CLIENTI “FIDUCIA PERSONALE” CONCLUSIONI Benché esistano i problemi di travaso, i manager considerano talefenomeno positivo per la collegialità. Le venture rappresentano un difficile mezzo per adattarsi ai cambiamentitecnologici. Dove esiste il problema della gelosia per le invenzioni esterne, sipreferiscono strutture intra-aziendali e sforzi nel campo della ricerca in gruppiliberamente costituiti. 10/16
  11. 11. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: Profland PER UNA TEORIA DELLE JOINT VENTURE PARADOSSO COMPETIZIONE/COOPERAZIONE TEORIE 1) Con le alleanze si cerca di limitare la concorrenza. 2) Le alleanze non riducono la concorrenza, ma la spostano a livello di reti. 3) Le alleanze aumentano la concorrenza. VERIDICITA’ 1) Non rappresenta la norma 2) Si ( COLLUSIONE BARRIERE ALL’ ENTRATA ) Si ( SETTORI CON TASSI ELEVATI DI INTRODUZIONE DI INNOVAZIONI TECNOLOGICHE) PER UNA TEORIA DELLE JOINT VENTURE MERCATO – IMPRESA – JOINT VENTURE 1) RIFLESSIONE TEORICA PIU’ AMPIA INADEGUATEZZA DELLA NOZIONE NEOCLASSICA DI CONCORRENZA 2) RIPENSAMENTO DELLA TEORIA DELL’ IMN IPOTESI STATICA (a) E IPOTESI DINAMICA (b) 11/16
  12. 12. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: Proflanda) TEORIA DELL’ OSTAGGIO (POSTO A GARANZIA DI UNCONTRATTO) J.V. = forme organizzative finalizzate a superare l’incertezza e i rischi dicomportamenti opportunisticiOSTAGGIO = conferimento di parte del cap. soc. della nuova impresaFUNZIONE = rendere reciprocamente vulnerabili i partners offrendo possibilitàdi ritorsioneLIMITE = inadatto in situazioni di efficienza economica b) TEORIA DELL’ APPRENDIMENTOJ.V. = strumento di apprendimento per l’impresa, di acquisizione di conoscenzetecnologiche, organizzative e sui mercatiCONFRONTO = le j.v. non si limitano a rafforzare un contratto, ma accresconole competenze interne all’imp CREARE ECONOMIE DI VELOCITA’ NEI PROCESSI DI APPREND. APPRENDIMENTO CIRCA LE RISORSE MANAGERIALI VANTAGGI “LEARNING BY COOPERATING” 12/16
  13. 13. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: ProflandCONSOLIDATO: Normativa • Art.32-VII direttiva: concessione agli stati membri di autorizzare o prescrivere il consolidamento proporzionale delle cosiddette filiali comuni • Art.37-D.Lgs. 127/1991: prevede la possibilità (non l’obbligo) di includere nel consolidato le imprese su cui un’impresa inclusa nell’area di consolidamento abbia il controllo congiuntamente con altre imprese ed in base ad accordi con le stesse. (limitazione quantitativa: art.2359 3°comma del Cod.Civ.)Autorizzare o prescrivere?Relazione ministeriale al D.Lgs.127/91: • Seguita una prassi diffusa negli stati membri (es.Germania) • Controllo comune => Inesistenza di una vera influenza dominanteATTENZIONE: Se un’impresa non è tenuta per altre ragioni alla redazione delconsolidato non incorre in quest’obbligo per il solo fatto di essere titolare di controllocongiunto.CONTROLLO CONGIUNTODefinizione (IAS 31): controllo su di un’attività economica suddiviso tra le particontrattualmenteRequisiti degli accordi contrattuali: • Nessun singolo partecipante alla J.V. deve essere in una posizione tale da controllare unilateralmente l’attività • Individuare le decisioni strategiche della J.V. per le quali è richiesto il consenso unanime e quelle per le quali è sufficiente la maggioranza • Se uno dei partecipanti è il gestore esso non deve essere in grado di governare le politiche finanziarie e gestionali della j.v. (deve agire nell’ambito delle politiche concordate tra le parti). 13/16
  14. 14. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: ProflandCONSOLIDAMENTO PROPORZIONALELo IAS 31 prevede due forme alternative che conducono allo stesso risultato: 1. Aggregazione linea per linea della quota parte di attività, passività, costi e ricavi della J.V. alle proprie voci del consolidato. (es. quota dei crediti della J.V. + crediti delle altre imprese consolidate) 2. Consolidamento proporzionale ridotto: si includono nel consolidato, esponendole in voci separate (aggregate per classi) la quota parte di attività, passività, costi e ricavi della J.V. • Si evidenzia esclusivamente la quota di proprietà del gruppo • Sono riportate le frazioni di attività,passività,costi e ricavi della J.V.corrispondenti alla quota parte di P.N. posseduto dal gruppo • Non compaiono le voci patrimonio e utile di pertinenza dei terzi per cui nell’eliminazione della partecipazione si procede come per il metodo integrale con la differenza che non si genera il patrimonio dei terzi (eventuali differenze di consolidamento sono trattate analogamente)OPERAZIONI INFRAGRUPPO • l’eliminazione dei crediti e debiti, dei proventi e oneri tra imprese consolidate integralmente e J.V. si effettua limitatamente alla quota posseduta dal gruppo nella J.V. e procedendo ad una riclassificazione della voce. • l’eliminazione degli utili e delle perdite derivanti da un’operazione tra un’impresa consolidata integralmente e la J.V. relativi a valori ancora nel patrimonio dell’una o dell’altra, viene effettuata limitatamente alla quota posseduta dal gruppo nella J.V.ESEMPIO • partecipazione di A nella J.V. B al 33,3% pagata 150 • Maggior valore pagato è differenza da consolidamento • Nel corso dell’esercizio A ha venduto a B per €30 a credito • Nel magazzino di B ci sono utili non realizzati per €15 14/16
  15. 15. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: Profland B RETTIFICHE TOT. DA VOCI A valori di valori da CONSOL. bilancio consolid. DARE AVERE S. P.Immobilizzazioni 700 330 110Partecipazioni 150 0 0Differ. da consolid.Scorte 500 300 100Crediti 600 300 100Crediti v/s impreseconsolid.Cassa 100 30 10Debiti 1250 450 150F. rischi e oneri 200 150 50F. rischi e onerifuturi da cons.Ris. da consolid.Capitale netto 500 300 100Reddito netto 100 60 20 C. E.Val. della produz. 2000 1500 500Costi della produz. 1750 1320 440 A-B 250 180 60Prov/Oneri finanz. -84 -80 -26,7 Reddito lordo 166 100 33,3Imposte 66 40 13,3Reddito netto 100 60 20 15/16
  16. 16. Appunti diEconomia dei gruppi Visto su: Profland Il file è stato scaricato/visualizzato in forma gratuita da Profland: http://profland.altervista.org sezione Profstudio http://profland.altervista.org/profstudio/profstudio.htm oppure da qualche mirror, come: www.profland.cjb.net www.profland.135.it o dalla pagina dedicata su slideshare.net: www.slideshare.net/profman 16/16

×