Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Presentazione 2012 -13

538 views

Published on

presentazione Scuola dell'Infanzia di Vas

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Presentazione 2012 -13

  1. 1. Scuola dell’infanzia di VasVia Madonna del Piave,332030 Vas0439-787314
  2. 2. FINALITA’ DELLA SCUOLA:SVILUPPO dell’IDENTITA’:star bene e sentirsisicuri.SVILUPPO dell’AUTONOMIA:acquistare lacapacità di interpretare e governare il propriocorpo.SVILUPPO delle COMPETENZE: impararesull’esperienza attraverso l’esplorazione.SVILUPPO della CITTADINANZA: scoprire glialtri ed il loro bisogno;accettare e condividere leprime regole.
  3. 3. Orario della scuolaLa scuola è aperta dalle 07.50 alle 17.30.Per i bambini delle frazioni di Vas l’orario è dalle 7.30 alle 16.50.Ai genitori che lo richiedono si dà la possibilità di anticipare l’entratadalle 7.30.L’entrata di tali bambini è garantita da un collaboratore e l’uscita da uninsegnante.Orario insegnantiL’orario delle insegnanti viene pensato e attuato in modo flessibile alfine di garantire la compresenza nelle attività, in orario antimeridiano.
  4. 4. Utenti:I bambini e le bambine iscritti alla scuola dell’infanzia di Vas sono 68,divisi in tre sezioni per età:3 anni gialli4 anni verdi5 anni rossiPersonale della scuola:6 insegnanti,due per sezione,2 collaboratori scolastici,1 cuoca della cucina interna
  5. 5. SPAZILa scuola e disposta su due pianiPrimo piano:•Salone per i momenti di condivisione tra tutti i bambini,•3 aule,•una stanza addebita a palestrina e dormitorio,• servizi,•aula insegnanti.Piano inferiore:•Biblioteca della scuola,•cucina,•mensa.La scuola dispone di uno spazio esterno strutturato conattrezzi per giochi motori e manipolativo-creative.
  6. 6. GLI ANGOLI DEL SALONEtravestimentocucinettaGiochi a tavolino costruzioniDisegno libero
  7. 7. ORGANIZZAZIONE DELLA GIORNATA SCOLASTICA DEL BAMBINOLa giornata del bambino a scuola si svolge in una serie di esperienze:1. attività di routines2. gioco libero3. attività programmate4. LaboratoriATTIVITA’ DI ROUTINES sono importanti perché aiutano il bambini ad acquisiresicurezza, autonomia e competenze. Vengono gestite dalle insegnanti con tempi eregole condivise perché i bambini hanno bisogno di ritualità nei comportamenti.
  8. 8. GIOCO LIBERO i bambini sono tutti insieme e liberi di organizzarsi in gruppispontanei, scegliere materiali e spazi desiderati.
  9. 9. LABORATORI nel corso dell’anno vengono predisposti dei laboratori per etàomogenea in cui vengono svolte attività grafico-pittoriche, logico-matematiche,linguistiche, motorie…
  10. 10. ATTIVITA’ PROGRAMMATE rientrano nei progetti che le insegnanti hanno concordatoper l’anno scolastico.
  11. 11. PROGETTI PREVISTIPROGETTI DISTITUTOAccoglienza:vivere con serenità la scuola. Finalità è di accogliere ibambini in modo individualizzato con le loro emozioni, renderemeno traumatico il distacco dallambiente famigliare.Continuità: in verticale con lasilo di nido e con le scuoleInglese: coinvolge solo i bambini dellultimo anno per un totale di 17ore.IPDA:vede coinvolti i bambini dellultimo anno con delle prove divalutazione,coordinate dalla psicopedagogista dellistituto.
  12. 12. PROGETTI DI PLESSOIl castello di Salterello:il progetto intende guidare i bambinialla scoperta del mondo fantastico del castello. I contenutidel progetto hanno un uguale filo conduttore nelle tre sezioni.
  13. 13. Biblioteca:si suddivide in due parti:Animazione alla lettura:che si propone di far conoscere ai bambinila biblioteca comunale, per avvicinarli al libro.A scuola tutti intorno ad un libro:la finalità del progetto nascedalla consapevolezza dellimportanza formativa di un approccioprescolare e piacevole al libro e alla lettura. Nella realizzazionedel progetto ci sarà la classificazione e catalogazione dei libri e illoro prestito.
  14. 14. Attento a non farti male:progetto di sicurezza nellambiente conlintervento del 118.Diventiamo tutti sportivi: il progetto nasce dallesigenza di darela possibilità ai bambini di poter giocare in uno spazio motorioattrezzato con gli strumenti ginnici che lesperto metterà loro adisposizione .
  15. 15. Scuola in festa:la finalità è di programmare un percorso musicale ecreativo condiviso,che coinvolga tutti i bambini e tutte le insegnantiin rapporto di stretta collaborazione, che stimoli i bambini adesprimersi e a maturare nellio e nelle competenze. Incontrare ecoinvolgere i genitori.Festa di fine anno
  16. 16. Un mondo di suoni: la finalità è di attivare linteresse delbambino per il mondo dei suoni attraverso giochi di percezione edi produzione musicale utilizzando la voce, il movimento con ilcorpo e gli strumenti musicali. Il progetto è coordinato daesperti.
  17. 17. LABORATORIlinguisticomotoriomatematici espressivi
  18. 18. RAPPORTO SCUOLA FAMIGLIADurante lanno scolastico sono programmate delle assemblee edei colloqui individuali per informare le famiglie:*assemblea inizio anno per presentare lorganizzazioneeducativo-didattico della scuola.*assemblea per lelezione dei rappresentanti del consiglio diintersezione,*4 incontri per lintersezione per valutare landamento delleattività didattiche.*2 colloqui individuali per comunicare il percorso di maturazionedel bambino.
  19. 19. RAPPORTO CON IL TERROTORIOLa scuola programma con il contesto socio-culturale delterritorio momenti educativi da condividere insieme:* festa dellalbero con lassociazione degli Alpini,* semina e raccolta della zucca con la pro-loco di Caorera,* storie animate con la biblioteca del comune,* momenti di giochi motori con lassociazione sportiva delpaese.Festa degli alberiSemina e raccolta zucca

×