La consulenza strategica finalizzata alla ristrutturazione delle aziende in crisi

1,177 views

Published on

Modello di analisi aziendale e interventi per migliorare la capacità competitiva dell’impresa. Valutazione del piano strategico, organizzativo, gestionale e delle risorse umane di un’impresa.

Published in: Business
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,177
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
91
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La consulenza strategica finalizzata alla ristrutturazione delle aziende in crisi

  1. 1. teoria e caso pratico A cura del dott. Vincenzo Presutto La consulenza strategica finalizzata alla ristrutturazione delle imprese in crisi:
  2. 2. Il percorso virtuoso dell’innovazione aziendale AZIENDA SOPRAVVIVENZA E REDDITIVITA' SINTO NIA CO N IL M ERCATO AG ENTE DEL CAMBIAMENTO AZIO NI INNO VATIVE
  3. 3. Il minimo che fa un’azienda orientata al cambiamento: 2
  4. 4. Normalmente l’azienda cambia nel tempo … 3
  5. 5. Altre risorse vengono coinvolte nell’organizzazione. 4
  6. 6. Il management comunica, internamente all’organizzazione, il proprio orientamento in modo chiaro e preciso. 5
  7. 7. Inoltre l’azienda indica specificamente dove intende arrivare. 6
  8. 8. … e cosa si aspetta dai propri collaboratori. 7
  9. 9. A questo punto l’organizzazione andrà probabilmente nella direzione desiderata. 8
  10. 10. Con una certa frequenza il management verificherà la coerenza e la comprensione delle comunicazioni. 9
  11. 11. Periodicamente potrebbe essere opportuno apportare delle variazioni al piano di navigazione aziendale, nel caso di cambiamento di rotta. 10
  12. 12. In conclusione sarà vitale definire e diffondere gli obiettivi strategici dell’impresa. 11
  13. 13. È molto probabile che, in questa fase, l’azienda ripenserà radicalmente il proprio sistema di gestione. 12
  14. 14. L’ azienda sa che il sistema di gestione è uno strumento essenziale per consentire alla propria organizzazione di realizzare gli obiettivi dichiarati. sistema di gestione organizzazione obiettivi 13
  15. 15. Gli obiettivi aziendali deriveranno direttamente dalla dichiarazione di missione. 14
  16. 16. L’azienda userà gli obiettivi anche come promemoria costante della motivazione del proprio sistema di gestione. 15
  17. 17. Esistono due tipi di obiettivi aziendali: 1) quelli concentrati sui risultati: - aumento del profitto - aumento delle vendite 16
  18. 18. 2) quelli concentrati sui fattori che consentono di ottenere tali risultati: - ampliamento delle competenze degli impiegati; - miglioramento delle comunicazioni con i clienti. - incremento della produttività; Esistono due tipi di obiettivi aziendali: 17
  19. 19. Obiettivi: Definire il percorso per raggiungere i risultati aziendali a lungo termine con tappe a breve termine. 1 fase: prospettiva finanziaria: • Tasso % di crescita annuale del fatturato; • tasso % di crescita annuale dell’utile; • fatturato per dipendente; • spese generali in % sul fatturato; • investimenti in % sul fatturato. 2 fase: prospettiva del cliente • Numero di clienti nuovi acquisiti per anno; • numero di clienti fidelizzati per anno; • misurazione della soddisfazione del cliente in base a specifici criteri; • misurazione del profitto del cliente al netto delle spese di gestione. 3 fase: prospettiva interna • Misurazione delle procedure interne aziendali in base a 4 parametri - la capacità di reazione, la velocità, la qualità e i costi - con la finalità di generare utili per l’imprenditore e di perseguire la soddisfazione del cliente . 4 fase: prospettiva di innovazione ed apprendimento • Misurazione delle ore di formazione su base annuale erogate per dipendente; • misurazione della capacità dei sistemi informativi interni di fornire notizie accurate sui clienti e sulle procedure interne; • misurazione dell’allineamento degli incentivi ai dipendenti con i risultati positivi conseguiti dall’impresa . L’azienda avrà definito i seguenti obiettivi: Processo di pianificazione e Balanced scorecard 18
  20. 20. • Marketing, • Gestione Risorse Umane, • Processo Produttivo, • Processo Innovazione, • Gestione degli Approvvigionamenti, • Gestione Dati ed Informazioni. L’azienda fisserà obiettivi specifici nei seguenti ambiti: 19
  21. 21. Per fissare e quantificare gli obiettivi per ciascuna area l’azienda misurerà e stabilirà le prestazioni correnti di ognuna. 20
  22. 22. 21 I traguardi aziendali saranno ambiziosi ma raggiungibili... meglio evitare lo spreco di risorse!
  23. 23. E’ vero che: sistema di gestione organizzazione obiettivi 22
  24. 24. Però l’organizzazione dell’azienda determinerà i propri fattori di successo per raggiungere gli obiettivi prefissati. 23
  25. 25. L’azienda sa che senza una visione chiara dei risultati da conseguire ogni sforzo si rivelerà vano! 24
  26. 26. E’ necessario partire con obiettivi ben definiti 25
  27. 27. 26 Tutti comprenderanno i motivi per i quali è richiesto un determinato modello gestionale.
  28. 28. Se tutto questo non accadesse, l’azienda potrebbe trovarsi con maggiore probabilità in una condizione di crisi, con la necessità di un intervento di turnaround. 27
  29. 29. E’ un piano di risanamento e di ristrutturazione profonda di un’azienda in crisi. 28 IL TURNAROUND
  30. 30. 1 fase: Porre termine, ove possibile, alle cause che hanno portato alla crisi. 2 fase: Perseguire un piano di recupero della redditività. IL TURNAROUND 29
  31. 31. Analisi delle criticità ed interventi risolutivi il Check Aziendale 30
  32. 32. Consiste in un modello di analisi aziendale e di interventi per migliorare la capacità competitiva dell’impresa. Prevede la valutazione del piano strategico, organizzativo, gestionale e delle risorse umane di un’impresa. il Check Aziendale 31
  33. 33. In questa direzione gli interventi di turnaround per un’azienda in crisi riguardano le analisi: il Check Aziendale - di bilancio; - del piano strategico; - del piano organizzativo; - del piano gestionale; - del piano risorse umane. 32
  34. 34. il Check Aziendale, interventi Analisi di bilancio Viene eseguita un’analisi economico, patrimoniale e finanziaria relativa all’andamento storico dell’azienda esaminata. 33
  35. 35. il Check Aziendale, interventi Analisi di bilancio: attendibilità dei dati Le analisi spesso sono basate su documenti contabili che presentano forti limitazioni per effetto di scelte di natura fiscale. 34
  36. 36. il Check Aziendale, interventi Analisi di bilancio: riclassificazione dei dati I documenti vanno interpretati e rivisitati in quanto solo parzialmente rispondenti alla realtà aziendale. 35
  37. 37. il Check Aziendale, interventi Analisi di bilancio: audit Per una valutazione più attendibile e conforme alla realtà sarebbe necessaria la revisione legale del bilancio. 36
  38. 38. il Check Aziendale, interventi Analisi di bilancio: Le criticità, positive o negative, emergono lo stesso - attraverso l’applicazione delle tecniche di valutazione contabile aziendale; - grazie all’esperienza e all’intuito del professionista. 37
  39. 39. il Check Aziendale, interventi Analisi di bilancio: riclassificazione del bilancio Collocando in modo diverso i valori economici e patrimoniali di bilancio è possibile calcolare degli indici. 38
  40. 40. il Check Aziendale, interventi Analisi di bilancio: indici Fotografano la situazione economica, patrimoniale e finanziaria di un’azienda in un determinato istante. 39
  41. 41. Prospetto che consente di calcolare l’andamento dei flussi finanziari di un’azienda. 40 il Check Aziendale, interventi Analisi di bilancio per flussi: cash flow
  42. 42. il Check Aziendale, interventi Analisi di bilancio per flussi: rendiconto finanziario Prospetto che fornisce informazioni sulle fonti e sugli impieghi delle risorse finanziarie di un’azienda. 41
  43. 43. il Check Aziendale, interventi Analisi di bilancio: confronto con i competitors E’ una valutazione comparata degli aspetti economico, patrimoniali e finanziari, che evidenzia le differenze 42
  44. 44. il Check Aziendale, interventi Piano strategico Diffondere in azienda cultura e consapevolezza sull’importanza dei modelli organizzativi performanti. 43
  45. 45. il Check Aziendale, interventi Piano strategico CULTURA del MANAGEMENT e dei DIPENDENTI OBIETTIVI AZIENDALI 44
  46. 46. il Check Aziendale, interventi Piano strategico BUSINESS DI SUCCESSO 45
  47. 47. il Check Aziendale, interventi Piano strategico Verificare il seguente allineamento: organizzazione Posizionamento sul mercato utili 46
  48. 48. il Check Aziendale, interventi Piano strategico Fornire alcuni elementi fondamentali per la lettura e l’interpretazione dei comportamenti organizzativi posti in essere dalle persone all’interno dell’azienda. 47
  49. 49. 48 il Check Aziendale, interventi Piano strategico … finalizzata alla verifica della necessità di una eventuale ridefinizione della struttura organizzativa. Aprire una fase di riflessione interna ai vertici aziendali …
  50. 50. 49 il Check Aziendale, interventi Piano strategico Il modello di riferimento utilizzato negli interventi riunisce, in un’unica sintesi, gli elementi interni ed esterni all’organizzazione:
  51. 51. il Check Aziendale, interventi Piano strategico, elemento 1: Strategia 50
  52. 52. il Check Aziendale, interventi Piano strategico, elemento 2: Struttura 51
  53. 53. il Check Aziendale, interventi Piano strategico, elemento 3: Risorse Umane - attività, - responsabilità, - informazioni, - risorse, - potere. Modalità di ripartizione di: 52
  54. 54. il Check Aziendale, interventi Piano strategico, elemento 4: Meccanismi operativi 53
  55. 55. il Check Aziendale, interventi Piano strategico, elemento 5: Sistemi informativi, decisionali, di pianificazione, di controllo, di sviluppo. 54
  56. 56. il Check Aziendale, interventi Piano strategico, elemento 6: Risorse Umane Uomini e donne con i loro valori, bisogni e conoscenze. 55
  57. 57. il Check Aziendale, interventi Piano strategico, elemento 7: Sistemi di comportamento Per individuare all’interno dell’azienda ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. 56
  58. 58. il Check Aziendale, interventi Piano strategico, elemento 8: Sistema premiante e sistemi incentivanti. 57
  59. 59. il Check Aziendale, interventi Piano strategico: Modalità di intervento Interviste ed analisi con i responsabili e con il personale aziendale. 58
  60. 60. il Check Aziendale, interventi Piano strategico: Modalità di intervento Dialogo aperto con i responsabili per comprendere come la loro indole, il carattere e il sistema di valori influenzino la conduzione dell’impresa. 59
  61. 61. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale Gli imprenditori devono individuare il sistema di lavoro più consono alle caratteristiche della propria realtà aziendale e agli obiettivi da raggiungere … 60
  62. 62. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale … utilizzando coerentemente gli strumenti disponibili … 61
  63. 63. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale … valorizzando e sviluppando le competenze dei collaboratori. 62
  64. 64. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale Rappresentare l’impresa come un insieme di processi, analizzando la sequenza di operazioni svolte nell’ambito di ciascun processo … 63
  65. 65. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale … il metodo di lavoro adottato dalla risorse dedicate, 64
  66. 66. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale .. il sistema di interazioni interne ed esterne all’azienda. 65
  67. 67. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale Rilevare le criticità, 66
  68. 68. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale ... le inefficienze, 67
  69. 69. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale … le potenzialità inespresse, 68
  70. 70. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale … le attività superflue 69
  71. 71. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale … e quelle mancanti. 70
  72. 72. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale Suggerire le azioni di miglioramento dell’organizzazione e relativa gestione … 71
  73. 73. 72 il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale … per ottenere maggiore armonia
  74. 74. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale … e velocità. 73
  75. 75. 74 il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale Seguire gli attori impegnati nel cambiamento, per aiutarli ad interpretare pienamente la “parte” loro assegnata:
  76. 76. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale 1) Analisi dei processi e delle attività aziendali, 75
  77. 77. 76 il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale 2) Ottimizzazione dei sistemi di lavoro,
  78. 78. il Check Aziendale, interventi Piano organizzativo e gestionale 3) Organizzazione dei processi aziendali. 77
  79. 79. il Check Aziendale, interventi Il controllo di gestione Misura le performance interne dell’azienda 78
  80. 80. il Check Aziendale, interventi Il controllo di gestione Responsabilizza sui parametri obiettivo 79
  81. 81. 80 il Check Aziendale, interventi Il controllo di gestione Contribuisce ad accrescere la cultura aziendale volta al perseguimento degli obiettivi.
  82. 82. il Check Aziendale, interventi Piano risorse umane Valutare il potenziale delle persone inteso come attitudini inespresse presenti in ciascuno di noi. 81
  83. 83. il Check Aziendale, interventi Piano risorse umane Ottimizzare il rapporto tra obiettivi individuali ed obiettivi aziendali: 82
  84. 84. il Check Aziendale, interventi Piano risorse umane 1) Analisi delle esigenze formative 83
  85. 85. il Check Aziendale, interventi Piano risorse umane 2) Analisi della cultura e del clima aziendale. 84
  86. 86. il Check Aziendale, interventi Finalità Questi interventi sono volti ad ottenere un significativo miglioramento dell’efficacia … 85
  87. 87. il Check Aziendale, interventi … dell’efficienza, Finalità 86
  88. 88. il Check Aziendale, interventi … della competitività Finalità 87
  89. 89. il Check Aziendale, interventi Finalità … e delle capacità imprenditoriali della realtà aziendale valutata. 88
  90. 90. il Check Aziendale, soluzioni Ristrutturazione ed innovazione aziendale 89
  91. 91. Grazie per l’attenzione. Dott. Vincenzo Presutto Dott. Giovanni Graziano Grafica:martamatano

×