Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Come ridurre l'introduzione di sale

747 views

Published on

Drssa Laura Erba
consigli per ridurre l'introito di sale

Il file e' distribuibile liberamente conservano il nome dell'autrice

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

Come ridurre l'introduzione di sale

  1. 1. A questo punto starai dicendo che tu o ciò è molto complesso e il cibo non avrà lo stesso sapore: si tra a solo di educare il palato (la differenza si percepisce solo i primi giorni), e gli effe sulla salute sono davvero notevoli: ridurre il consumo di sodio al di so o dei 2 gr, abbassa la pressione sistolica (la massima) fino ad 8 mm Hg, e la diastolica (la minima)finoa4. E’importantecheciascunodinoiprendacoscienzadelsodiocheassume quo dianamenteefacciailpossibileperridurlo...lasaluteringrazia! Bibliografia: «Prevenzione delle mala e cardiovascolari. Ridurre sale e sodio: tu possono riuscirci...ma perché e come?» Opuscolo realizzato dal Centro per la Valutazione dell’Efficacia dell’Assistenza Sanitaria (CeVEAS) - Servizio Sanitario Regionale, Regione Emilia-Romagna - per il «Proge o Cuore» dell’Is tuto Superiore di Sanità - Epidemiologiaeprevenzionedellemala ecardiovascolari.Dicembre2009 «Troppo sale: i consigli del Ministero della salute per ridurre l’eccessivo consumo. Il 54% proviene dagli alimen trasforma ar gianali ed industriali.» Il fa o alimentare,BeniaminoBonardi,11marzo2016. «Meno sale più salute per la prevenzione dell’Ictus» realizzato da SINU, Società Italiana Nutrizione Umana, e G.I.R.C.S.I., Gruppo di Lavoro Intersocietario per La riduzionediSaleinItalia. Se devi preparare un panino evita i salumi. Per uno snack o un aperi vo evita pata ne in busta, sala ni e arachidi sala . Aggiungi poco sale quando cucini carneepesce. Consumapanesenzasale. Per le tue zuppe e minestroni non usareprodo inscatolaeildadoda brodo. Evita di acquistare pesce e carne già panata poiché le panature contengonomoltosale. Non aggiungere dappertu o il parmigiano, con ene molto sodio e copreisapori. La pizza è un piacere irrinunciabile, ma può apportare da sola il valore totale di sodio che dovremmo assumereinunagiornata. Scegliformaggifreschieverdure. Opta per fru a secca non salata, popcorn prepara in casa senza aggiuntadisale. Insaporisci con succo di limone, aceto di mele, erbe aroma che e spezie. Ilpane èl’alimento responsabiledel maggiore introito di sale (può contenere fino a 1,7 gr / 100 gr), perché lo mangiamo più volte al giorno,tu igiorni. Acquista verdura fresca e legumi secchi. Realizza la panatura a casa, puoi arricchirla con curcuma, curry, paprikaetritodiprezzemolo. Riscopri i veri sapori dei cibi al naturale. Tu e le volte che puoi preparala in casa.Sevaiinpizzeria,sceglilepizze piùsemplici. Altri consigli pra ci: Do .ssa Laura Erba
  2. 2. E’ stato s mato che più della metà del sodio (54%) è contenuto proprio nei cibi conserva e preco . I cibi freschi ne apportano solo il 10%,mentreil36%èquelloaggiuntoincucinaointavola. Sapendoquestopossiamoseguireduesempliciconsigli: 1 Per ridurre il sale è u le evitare i cibi confeziona : sono anche più costosi, quindi evitarne il consumo ci aiuta anche a risparmiare; i più ricchi di grassi saturi e trans, zuccheri e conservan , quindi ridurne il consumo migliora lo stato di salute in genere. Preferiamo sempre i prodo freschi! La cucina, prima dello studio del medico, è il posto in cui ci prendiamo cura della nostra salute. Il consumo dei pia pron in Italia è in crescita, ed è a ribuito alla vita più frene ca; ma diciamoci la verità, spesso li acquis amo perché sono acca van e li consumiamoperpigrizia. 2 Nel caso in cui, non possiamo fare a meno di consumarli, bisogna saperli scegliere, prestando par colare a enzione all’e che atura nutrizionale. Qui viene indicato il contenuto di sale o di sodio, in questo modo possiamo evitare quelli che ne contengono di più. Inoltre ci sono linee di alimen iposodici, u li a chi soffre di ipertensione. Comeconsiderareivaloririporta nell’e che aturanutrizionale? L’OMS consiglia di consumare gli alimen a basso contenuto di sale, preferibilmenteinferiorea 0,3gsu100g. Come si calcola il contenuto di sale partendo dalla quan tà di sodio indicatosull’e che a? Basta mol plicare per 2,5 il valore del sodio (esempio 0,5 g di sodio equivalgonoa1,25gdisale) ALTO superiore a 1 - 1,2 gr / 100 gr superiore a 0,4 - 0,5 gr / 100 gr BASSO inferiore a 0,3 gr / 100 gr inferiore a 0,12 gr / 100 gr MEDIO da 0,3 a 1 gr / 100 gr da 0,12 a 0,5 gr / 100 gr CONTENUTO SALE SODIO «Haiscordatoilsale!» A tu è capitato di dirlo almeno una volta al malcapitato che ci ha preparato da mangiare, e dopo la lamentela, ci siamo affre a a sfoderare la fidata saliera che ha rimesso tu o a posto! Oppure di considerare l’invito del medico a ridurre l’introito di sale come la peggiore delle condanne. Questo avviene perché si iden fica «il salato» con «il saporito»; in realtà sappiamo che ogni cibo ha un suo sapore, che non dipende dal sale che aggiungiamo. Anche se consideriamo il sale amico del nostro palato e re delle nostre tavole (non c’è pia o in cui manchi, anche negli insospe abili DOLCI), non lo è per la nostra salute: diversi studi hanno dimostrato che l’eccessivo consumo di sale è collegato con le patologie cardio vascolari, quali infarto e ictus, patologie renali, indebolimento delle ossa (osteoporosi) e addiri ura cancro allo stomaco. Per questo la riduzione dell’apporto di sale è importante, non solo per chi soffre di ipertensione, ma per tu a la famiglia e a qualsiasietà! Tu amiamo cibi come: pata ne, noccioline, olive, affe a , sala ni e pizza; mol di ques sono quelli che sgranocchiamo davan alla TV o durante un aperi vo facendo due chiacchiere, cioè li con nuiamo a mangiare indipendentemente dal senso di fame; essi, infa , agiscono su rece ori che aumentano il grado di appagamento e di benessere, spingendoci a mangiarne in grandi quan tà. Ques però sonoancheipiùricchidisaleequindiiprimidaevitare. L’OMS raccomanda un’assunzione di sodio di 2gr al giorno che equivalgono a 5gr di sale (circa un cucchiaino da caffè). E’ stato s matocheilconsumodisaleprocapiteè di10-15gralgiorno,quindi 2-3volteivaloriraccomanda .ABBIAMOUNPO’DISTRADADAFARE! Purtroppo, non basta assicurarsi di usare al massimo un cucchiaino di sale al giorno nella preparazione delle pietanze, ma bisogna considerare il sale contenuto nei cibi trasforma e quindi, nella maggior parte dei prodo confeziona ; come: grissini, crackers (anche quelli non sala in superficie); zuppe pronte e legumi in scatola; pesce e carne panata; pesce e carne in scatola; salumi e insacca inclusi quelli a rido o apporto calorico a base di pollo e tacchino; formaggi stagiona ; tu i pia pron incluse le pizze surgelate; merendine; bisco e cereali per la colazione; salse e condimen come ketchup, maionese, salsa di soia, sughi pron dado dabrodo. Do .ssa Laura Erba Do .ssa Laura Erba

×