Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

L'Agenda digitale nel PON Città Metropolitane

249 views

Published on

Presentazione del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020 Daniela Venanzi, Staff Autorità di Gestione Cagliari del 14-15 dicembre 2016

Published in: Government & Nonprofit
  • DOWNLOAD THAT BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (2019 Update) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book that can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer that is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story That Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money That the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths that Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

L'Agenda digitale nel PON Città Metropolitane

  1. 1. | Cagliari, 15 dicembre 20151 Cagliari, 15 dicembre 2016 L’ Agenda digitale nel PON Città Metropolitane Daniela Venanzi
  2. 2. | Cagliari, 15 dicembre 20152 Il contesto italiano Nell’ultimo anno, In Italia, in media solo il 33,1% della popolazione maggiore di 14 anni ha usato internet per relazionarsi con la PA e con i gestori di servizi pubblici, 37,7 % nei Comuni centro delle aree metropolitane e 35,4 % nella periferia dell’area metropolitana. Fonte: Infratel, http://www.infratelitalia.it/, dicembre 2016 Fonte: Istat, ICT PA Locale, 2012 Popolazione con accesso a banda 30Mb Popolazione con accesso a banda 100Mb Italia 26,4 % Italia 10,1 % Europa 68 % Europa 18,7 % Fonte: Istat, Cittadini e nuove tecnologie, 2013 SERVIZI'OFFERTI'ONLINE' 2012' 2009' Enti%locali%con%sito%web%di%cui%% 99,4%%% 91,3%%% • Visualizzazione%e/o%acquisizione%di%informazioni% 90,5%%% 89,8%%% • Acquisizione%(download)%di%modulistica% 75,9%%% 67,8%%% • Inoltro%online%della%modulistica% 36,7%%% 15,6%%% • Avvio%e%conclusione%per%via%telematica%dell’intero%iter%relativo%al% servizio%richiesto% 19,1%%% 7,6%%% Enti%locali%con%sito%web%che%consente%il%pagamento%online% 16,3%%% 13%%% !
  3. 3. | Cagliari, 15 dicembre 20153 La programmazione 2014-2020 Per l’Obiettivo Tematico 2 si mira a migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nonché l’impiego e la qualità delle medesime attraverso: A cui si aggiungono risorse dedicate ad altri Obiettivi tematici (ICT per le imprese, la scuola, la cultura, energia, trasporti, etc. Risultato atteso Programmi FESR 2014-2020 Risorse FESR totali disponibili OT 2 (milioni di euro) Riduzione dei divari digitali nei territori e diffusione di conne@vità ̀ in banda ultra larga ("Digital Agenda" europea) PON Imprese e competitività POR 1.400,4 Digitalizzazione dei processi amministrativi e diffusione di servizi digitali pienamente interoperabili (digitalizzazione PA, eGovernment, interoperabilità delle banche dati pubbliche) PON Governance PON Legalità PON METRO POR 1.047,4 Potenziamento della domanda di ICT di cittadini e imprese in termini di utilizzo dei servizi online, inclusione digitale e partecipazione in rete POR 198,4
  4. 4. | Cagliari, 15 dicembre 20154 L’ Agenda digitale nel PON Città Metropolitane Il PON Città Metropolitane
  5. 5. | Cagliari, 15 dicembre 20155 Un Programma Nazionale • rivolto a 14 Città Metropolitane • dedicato allo sviluppo urbano sostenibile • unico nel panorama della programmazione europea
  6. 6. | Cagliari, 15 dicembre 20156 Impatto territoriale Coinvolge 1.274 Comuni e una popolazione di oltre 21 milioni di abitanti (fonte: Istat, censimento 2011) La distribuzione delle risorse sul territorio prevede: • circa 8 milioni di euro per ciascuna città del Nord e per Cagliari • circa 15 milioni per quelle del Sud. Per un totale di quasi 152 milioni di euro. 8 Meuro 15 Meuro
  7. 7. | Cagliari, 15 dicembre 20157 • Il Programma mira ad incrementare al 70 % il numero di Comuni delle Città metropolitane che offrono servizi pienamente interattivi, e almeno al 50 % la quota di popolazione che usa internet per relazionarsi per uso privato con la PA e con i soggetti di gestori di servizi pubblici. • Attraverso l’adozione di tecnologie per migliorare i servizi urbani della città per i residenti e gli utilizzatori della città, la digitalizzazione dei processi amministrativi e la diffusione di servizi pienamente interattivi e disponibili online in 7 aree tematiche Obiettivi e Ambiti di intervento 1. Assistenza e sostegno sociale 2. Edilizia, catasto 3. Cultura e tempo libero 4. Lavoro e formazione 5. Tributi locali 6. Ambiente e territorio 7. Lavori pubblici
  8. 8. | Cagliari, 15 dicembre 20158 Azioni attivabili • Il potenziamento, lo sviluppo, l’acquisizione e la messa in esercizio di sistemi tecnologici gestionali per rendere disponibili servizi pienamente interattivi nelle sette aree tematiche individuate • Adeguamento e/o sviluppo di componenti funzionali all’erogazione dei servizi nelle 7 aree • Adeguamento e/o sviluppo di componenti abilitanti trasversali e ricollegabili alle 7 aree di intervento
  9. 9. | Cagliari, 15 dicembre 20159 Logica di intervento Potenziamento di servizi esistenti o realizzazione di nuovi servizi nelle 7 aree tematiche individuate Evoluzione di piattaforme e servizi per l’erogazione di prestazioni nei comuni dell’area metropolitana
  10. 10. | Cagliari, 15 dicembre 201510 I progetti delle città – uno sguardo d’insieme • Ad oggi sono stati presentati 12 Piani Operativi per un totale di 85 interventi e un budget complessivo di 122,6 milioni di euro. • Sono state fatte scelte strategiche differenti • Tutte le Città prevedono azioni trasversali, ammissibili purché strettamente funzionali all’erogazione di servizi, per favorire lo switch off analogico (azioni di sistema come l’adozione di modelli gestionali basati su infrastrutture virtuali o il miglioramento dell’interoperabilità sistemica e miglioramenti endoprocedimentali necessari per l’erogazione di specifici servizi, ad es. armonizzazione e integrazione di banche dati). • In linea generale, vi è un forte interesse, già emerso durante i tavoli di lavoro, per gli ambiti Ambiente e territorio, Assistenza e sostegno sociale, ed Edilizia e catasto.
  11. 11. | Cagliari, 15 dicembre 201511 Cambio di paradigma • ruolo centrale delle Città coinvolte direttamente nella realizzazione delle strategie (da beneficiario a organismo intermedio) • sostegno al processo di transizione verso la Città metropolitana grazie al coinvolgimento di tutti i Comuni dell’area • rafforzamento della capacità delle cià di potenziare segmenti locali di specifiche filiere produttive • adozione di una visione citizen-centred • adozione di una approccio sistemico – sostegno di interventi innovativi, progettati ed implementati in ottica di replicabilità, scalabilità e interoperabilità sviluppati in sinergia con altre filiere di programmazione e diversi soggetti
  12. 12. | Cagliari, 15 dicembre 201512 Ricerca di sinergie e chiara demarcazione degli ambiti di competenza del PON rispetto a quelli di altri strumenti di pianificazione: • i temi “anagrafe”, “istruzione”, “sanità”, “giustizia” non sono oggetto di intervento in quanto su di essi le Strategie nazionali hanno già previsto azioni dedicate (AgID, MIUR, Min. Salute), supportate dai PO nazionali GOV, Istruzione, Legalità • il tema dei “servizi alle imprese” non rientra negli ambiti di intervento poiché molte Regioni prevedono di dematerializzare i processi amministrativi legati al SUAP nell’ambito dei propri POR Visione di sistema …
  13. 13. | Cagliari, 15 dicembre 201513 Ricerca di: • azioni integrate in cui l’adozione di soluzioni tecnologiche diventa servente rispetto ad obiettivi più ampi del Comune capoluogo (es. energy management, contrasto al disagio abitativo) • collaborazioni tra e diffusione dei servizi agli altri Comuni della Città • sinergie tra Agenda digitale Urbana e Agenda digitale regionale attraverso un confronto con le Amministrazioni regionali o su eventuali progettualità di interesse e competenza comune o sul potenziale interesse di replicare e adottare quanto sperimentato dalla Città sull’intero territorio regionale (CM come pilota) … a livello territoriale
  14. 14. | Cagliari, 15 dicembre 201514 Il Programma sostiene e favorisce la creazione di sinergie • tra una o più Città • tra le Città e Amministrazioni Centrali Abbiamo già esempi di proficue attività di co-progettazione, in particolare tra Genova, Torino e Milano, sul tema del “sociale” attraverso l’adozione e sviluppo della piattaforma informatica ‘ICare’ che consente la creazione di un sistema informativo per la gestione dei Servizi Sociali, ma possiamo segnalare la presenza di forme di collaborazione anche sul tema dei “tributi” Oltre ai confini territoriali
  15. 15. | Cagliari, 15 dicembre 201515 Strumenti – Gruppo di lavoro Agenda Digitale E’ stato istituito un Gruppo di lavoro tematico sull’Agenda Digitale che 1) produce le Linee guida per dare un indirizzo alle Autorita’ Urbane nella realizzazione degli interventi in ogni fase (pianificazione, attuazione e monitoraggio) 2) rappresenta un importante punto di contatto • per tutte le AU, che potranno scambiarsi informazioni, conoscenze ed esperienze, oltre che sviluppare progetti comuni • con Autorità Centrali che sono state di volta in volta coinvolte (es. AgID) Stiamo studiando come fare evolvere questo strumento per rispondere alle esigenze delle Città e sostenerle nella realizzazione degli interventi.
  16. 16. | Cagliari, 15 dicembre 201516 Tante sfide e altrettante opportunità • Migliorare il rapporto con i cittadini sviluppando progetti realmente innovativi e sostenibili nel tempo • Rafforzare il rapporto con gli altri comuni della Città metropolitana cogliendo l’opportunità del dispiegamento dei servizi a livello metropolitano, praticando esperienze da condividere e riutilizzare per la diffusione dei migliori modelli e prassi • Migliorare la gestione della Città, raccogliendo ed utilizzando il patrimonio di dati che verranno “messi in moto” dagli interventi • Sfruttare eventuali sinergie con altri interventi attivati dai POR tra Agenda digitale Urbana/Agenda digitale regionale/Agenda digitale nazionale
  17. 17. | Cagliari, 15 dicembre 201517 Grazie per l’attenzione! Daniela Venanzi Daniela.venanzi.exp@agenziacoesione.gov.it
  18. 18. | Cagliari, 15 dicembre 201518 Coordinamento PON/POR su OT2 Risultato atteso n. Azione Azione PON Azione POR/PSR RA 2.1 Riduzione dei divari digitali nei territori e diffusione di connettività in banda ultra larga (Digital Agenda europea) 2.1.1. Contributo all’attuazione del “Progetto Strategico Agenda Digitale per la Banda Ultra Larga” e di altri interventi programmati per assicurare nei territori una capacità di connessione a almeno 30 Mbps, accelerandone l’attuazione nelle aree produttive, e nelle aree rurali e interne , nel rispetto del principio di neutralità tecnologica e nelle aree consentite dalla normativa comunitaria POR 2.1.2 Interventi volti a promuovere l’accessibilità, l’uso e la qualità delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) nelle zone rurali (Focus area 6c) PSR RA 2.2 Digitalizzazione dei processi amministrativi e diffusione di servizi digitali pienamente interoperabili 2.2.1 Soluzioni tecnologiche per la digitalizzazione e innovazione dei processi interni dei vari ambiti della Pubblica Amministrazione nel quadro del Sistema pubblico di connettività quali ad esempio la giustizia (informatizzazione del processo civile), la sanità , il turismo, le attività e i beni culturali , i servizi alle imprese PON Governance PON Legalità POR 2.2.2 Soluzioni tecnologiche per la realizzazione di servizi di e-Government interoperabili, integrati (joined-up services) e progettati con cittadini e imprese, e soluzioni integrate per le smart cities and communities (non incluse nell’OT4) PON Governance PON METRO POR 2.2.3 Interventi per assicurare l’interoperabilità delle banche dati pubbliche [gli interventi comprendono prioritariamente le grandi banche dati pubbliche – eventualmente anche nuove basi dati, nonché quelle realizzate attraverso la gestione associata delle funzioni ICT, in particolare nei piccoli Comuni ricorrendo, ove opportuno, a soluzioni cloud PON Governance PON Legalità POR RA 2.3 Potenziamento della domanda di ICT di cittadini e imprese in termini di utilizzo dei servizi online, inclusione digitale e partecipazione in rete 2.3.1. Soluzioni tecnologiche per l’alfabetizzazione e l’inclusione digitale, per l’acquisizione di competenze avanzate da parte delle imprese e lo sviluppo delle nuove competenze ICT (eSkills), nonché per stimolare la diffusione e l’utilizzo del web, dei servizi pubblici digitali e degli strumenti dialogo, la collaborazione e partecipazione civica in rete (open government) con particolare riferimento ai cittadini svantaggiati e alle aree interne e rurali. PON Governance POR
  19. 19. | Cagliari, 15 dicembre 201519 Il contesto italiano Con una situazione molto diversificata sul territorio nazionale <5.000 5.001-10.000 10.001-20.000 20.000-60.000 >60.000 Avvio e conclusione per via telematica dell’intero iter relativo al servizio richiesto 14,9 % 23,6 % 28,3 % 35,1 % 56,5 %

×