Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Agenda Digitale Urbana - Comune di Cagliari

217 views

Published on

Presentazione dell'Agenda Digitale Urbana del Comune di Cagliari illustrata durante l'evento del PON Città Metropolitane 2014-2020 di Cagliari del 14-14 dicembre 2016

Published in: Government & Nonprofit
  • can direct copy link Create DOWNLOAD for free ebook ===http://dayna.club/B01HE5TN10-Verde-a-scala-metropolitana-Strategie-e-metodi-di-sviluppo-e-gestione-srchttpsimageseusslimagesamazoncomimagesI61Gh1brwQYLSL218PIsitbstickerarrowdpTopRight1218SH30OU29ACUS218jpg-.html
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • free download here Create DOWNLOAD for free book ===http://dayna.club/B07HCMS35X-Riccardo-Morandi-Architettura-innovazione-tecnologia-e-progetti--Architecture-innovation-technology-and-projects-.html
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • DOWNLOAD FULL BOOKS, INTO AVAILABLE FORMAT ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. doc Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... 1.DOWNLOAD FULL. doc Ebook here { https://tinyurl.com/y3nhqquc } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks ......................................................................................................................... Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult,
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

Agenda Digitale Urbana - Comune di Cagliari

  1. 1. Nome Cognome | Titolo della presentazione1 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Sede dell’evento| Cagliari, 14-15 dicembre 2016 Agenda Digitale Urbana Riccardo Castrignano Dirigente del servizio Innovazione Tecnologica e Sistemi Informatici Comune di Cagliari
  2. 2. Nome Cognome | Titolo della presentazione2 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Digital Transformation Il quadro di contesto: • Tecnologia digitale come fattore di cambiamento nella PA • Digital Transformation: non più semplice informatizzazione dei processi ma reingegnerizzazione. La differenza? Sono stati ripensati i processi in termini di impatto sui portatori di interesse e vengono creati nuovi strumenti economico sociali • Si creano nuovi scenari e contesti: le relazioni tra dimensione analogica e digitale della realtà hanno un effetto dirompente sul senso delle cose, delle relazioni, dei mercati e delle persone
  3. 3. Nome Cognome | Titolo della presentazione3 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Background urbano • Background urbano: strategie di sviluppo economico locale mediante tecnologia digitale, web, rete mobile, social network. Transizione verso il paradigma Smart City • Smart City e aree urbane: elementi di base su cui programmare una strategia integrata e coordinata per affrontare le sfide territoriali sulla crescita intelligente, inclusiva e sostenibile – il PON Metro. • Da innovazione tecnologica a innovazione sociale al co-design e alla gestione dei beni comuni – direzione delle strategie europee Urban Platform
  4. 4. Nome Cognome | Titolo della presentazione4 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Smart City • Innovazione Tecnologica fattore abilitante nell’evoluzione delle città Intelligenti • Progetti «Smart» sempre meno verticali e sempre più trasversali e integrati: IoT, Big Data, Open Data, Sharing Economy (Crowfounding, Coworking, Bike Sharing, ecc.) • Progetti necessariamente coerenti con le esigenze espresse dal territorio: sensibilizzazione e condivisione dei processi di innovazione • Smart City: incremento della qualità del vivere urbano, città resilienti e attrattive per la competitività di impresa
  5. 5. Nome Cognome | Titolo della presentazione5 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Cagliari città Metropolitana e Smart City • Di recente istituzione: legge regionale nel febbraio 2016 • Cagliari e iCityRate 2016: difficoltà nel superamento del digital divide – bassa percentuale di servizi digitali e mancato utilizzo • Città in linea con la media nazionale in tema di connettività internet • Gap sulla velocità delle linee • Progetto Nazionale Banda Ultra larga • Convegno 14/12/2016 «#Socialcity - banda ultra larga e social al servizio dei cittadini»
  6. 6. Nome Cognome | Titolo della presentazione6 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Precondizioni di sviluppo Agenda Digitale Urbana • Necessità di colmare gravi ritardi rispetto ai paesi europei più attrezzati (cittadini e imprese) • Costruire reti e connessioni strategiche con i comuni dell’area metropolitana per catturare investimenti e attrarre funzioni di eccellenza • Incrementare la diffusione dei servizi digitali e creare nuovi strumenti secondo le strategie delineate • L’impegno di Cagliari: diventare fattore abilitante della strategia del digitale per l’area metropolitana • Propagazione di percorsi virtuosi già iniziati con effetti di trascinamento
  7. 7. Nome Cognome | Titolo della presentazione7 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 PON Metro Città di Cagliari Si propone di • Migliorare ed incrementare i servizi erogati on line attraverso azioni integrate • Realizzare nuovi modelli di interazione tra PA, cittadini e imprese Si articola in tre «driver tecnologici»: A. Razionalizzazione ed evoluzione in Cloud delle infrastrutture come fattore abilitante per i servizi on line B. Digitalizzazione dei processi amministrativi in ambito edilizio C. Contrasto al disagio abitativo: creazione dell’anagrafe integrata del patrimonio residenziale, dei dati catastali, dei bisogni e dei portatori
  8. 8. Nome Cognome | Titolo della presentazione8 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 PON Metro Città di Cagliari • Comune di Cagliari come aggregatore di competenze informatiche e fornitore di servizi ICT • A disposizione dei cittadini: validi strumenti di interazione con la PA, verifica della trasparenza di atti e decisioni e condivisione digitale • Programma articolato di inclusione, comunicazione e sensibilizzazione su stakeholder: democratizzazione della conoscenza e di open government promossi dall’UE • Modello di open innovation: crowdsourcing – condivisione di conoscenze su larga scala come precondizione di idee e sviluppo di nuovi progetti lavorativi e servizi orientati.
  9. 9. Nome Cognome | Titolo della presentazione9 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Progetto «A» Obiettivi: • migliorare i servizi esistenti attraverso piattaforme basate sul paradigma Cloud computing, l’integrazione e interoperabilità delle banche dati, la riduzione della frammentazione e disomogeneità dei servizi e l’adozione di tecnologie (sensori) IoT (Internet of Things) • Sviluppare nuovi servizi aumentando il livello di interattività, completezza funzionale e multicanalità: integrazione con servizi nazionali (PagoPA, SPID, etc.) • Basare i nuovi servizi sulla geolocalizzazione delle informazioni
  10. 10. Nome Cognome | Titolo della presentazione10 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Progetto «A» - DataCenter Vs Cloud: linee di azione 1. Evoluzione verso il cloud delle piattaforme tecnologiche 2. Realizzazione della Infrastruttura Dati Unitaria (IDU) 3. Sensoristica e Smart city 4. Servizi on line basati su geolocalizzazione 5. Realizzazione del sistema Istanze On Line per l’automazione su web dei procedimenti amministrativi.
  11. 11. Nome Cognome | Titolo della presentazione11 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 A1-Evoluzione verso il cloud delle piattaforme tecnologiche • Evoluzione dai data center al cloud: da risorse fisiche possedute (risorse qualificate, economiche e organizzative) a risorse non di proprietà – Vantaggi: • Tecnologia aggiornata sempre disponibile, ridondanza anche geografica, affidabilità, sicurezza, scalabilità…costi minori! • Schema progettuale che consente, indipendentemente dall’HW di definire i più svariati livelli di interoperabilità e condivisione delle risorse. Erogazione di API mediante Open Data e Open Services • Consente di poter «costruire» qualsiasi tipo di servizio anche in condizioni di picchi di carico • Sviluppo di servizi IoT basati su Big Data
  12. 12. Nome Cognome | Titolo della presentazione12 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016
  13. 13. Nome Cognome | Titolo della presentazione13 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 1-Case Study: le elezioni amministrative 2016
  14. 14. Nome Cognome | Titolo della presentazione14 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 1-Case Study: le elezioni amministrative 2016
  15. 15. Nome Cognome | Titolo della presentazione15 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 2-Case Study: Smart Parking
  16. 16. Nome Cognome | Titolo della presentazione16 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Open Data e Open Services
  17. 17. Nome Cognome | Titolo della presentazione17 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 A2-Realizzazione Infrastruttura Dati Unitaria Digitalizzazione dei procedimenti ed erogazione di servizi: richiedono la produzione di informazioni certificate e di qualità Stato dell’arte oggi: poca integrazione e omogeneità dei sistemi informativi a disposizione dell’Amministrazione. Svantaggi: • Duplicazione, non circolarità del dato, assenza metadati e attendibilità • Applicativi non interoperabili e «verticali» sulle informazioni trattate Occorre centralizzare l’erogazione e «normalizzare» le banche dati IDU: insieme di risorse (tecnologiche e umane) e procedure destinate a garantire la qualità, disponibilità, omogeneità, accessibilità delle informazioni in possesso all’Amministrazione
  18. 18. Nome Cognome | Titolo della presentazione18 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 A3-Sensoristica e Smart City • Sperimentazione su progetti «pilota»: parcheggi per persone con disabilità – sensori intelligenti basati sul paradigma IoT • Risultati: potenzialità per servizi avanzati con scambio di informazioni in tempo reale. Applicazioni su vasta scala: turismo, mobilità, etc. • Limite strutturale: mancanza di integrazione tra le diverse soluzioni: diversi protocolli «poco standard», contenitori dei dati «ermetici». • Linea di azione: superare i limiti di integrazione delle soluzioni di mercato mediante una nuova infrastruttura IoT pubblica basata su standard e in grado di far comunicare e gestire i dati provenienti dai diversi sensori (rete IoT, back-end IoT Cloud – piattaforma web)
  19. 19. Nome Cognome | Titolo della presentazione19 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016
  20. 20. Nome Cognome | Titolo della presentazione20 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 A4-Servizi on line basati su geolocalizzazione Sviluppo delle tecnologie «mobili» su dispositivi «smart»: importanza della geolocalizzazione dell’informazione e dello sviluppo di strumenti idonei per la sua fruizione/utilizzo Stato dell’arte: applicazioni webGIS proprietarie, funzionalità limitate e applicazioni verticali non integrate con quest’ultimo. La conoscenza del territorio e tutte le possibilità che offre la gestione evoluta delle informazioni cartografiche è indispensabile per erogare servizi multicanale. Geoportale completo di strumenti di rappresentazione, navigazione, ricerca, analisi, elaborazione, trasformazione, comunicazione attiva (segnalazioni, GeoBlog, processi partecipativi).
  21. 21. Nome Cognome | Titolo della presentazione21 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 A5-Realizzazione del Sistema istanze on line per i processi Verticalità dei sistemi informativi specifici per contesto: spesso non erogano informazioni ai cittadini (destinatari dei procedimenti) Creazione di una infrastruttura unica e interoperabile con applicativi specifici che offre ai cittadini: • Strumenti di base comuni e standard (es. accesso SPID e PagoPA) • Punto di accesso e controllo unico ( dashboard sui tutti i procedimenti utente e guide d’uso su applicativi specifici) • Esperienza d’uso uniforme, usabile, accessibile, facilmente consultabile in accordo con le linee guida AGID Revisione del Portale Istituzionale nel percorso verso il portale della Città Metropolitana
  22. 22. Nome Cognome | Titolo della presentazione22 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Progetto «B» - digitalizzazione processi edilizi
  23. 23. Nome Cognome | Titolo della presentazione23 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Progetto «C» - Contrasto al disagio abitativo Realizzazione di un sistema applicativo capace di superare i problemi di corretta identificazione dei soggetti portatori dei bisogni e degli immobili da mettere a disposizione Necessaria integrazione tra gli archivi, certi e univoci, informazioni geo referenziate e ulteriori elementi di conoscenza: rilevazione e progetto • Costruire l’anagrafe generale delle prestazioni sociali erogate e dei beneficiari • Automatizzare la raccolta dei dati (descrizione soggetti, immobili, e titolari degli immobili) e renderle disponibili dinamicamente (disponibilità, manutenzione etc.) • Analisi «intelligente» dei diversi strati informativi
  24. 24. Nome Cognome | Titolo della presentazione24 Sede dell’evento| Bologna, 13 dicembre 2016 Grazie per l’attenzione! riccardo.castrignano@comune.cagliari.it

×