Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
IL LAVORO DI RICERCA      Le sei tappe di un progetto di ricerca1. TappaDefinizione del problema - Analizzo il soggetto2. ...
1. Tappa     Definizione del problema - Analizzo il soggetto     Analizzo il lavoro da fare     Individuo che cosa so   ...
2. Tappa  Cerco le fonti di informazione   Identifico le fonti e gli strumenti necessari   Con l’aiuto delle mie parole ...
Nelle biblioteche == OPERE DI RIFERIMENTOTipo di opera              Cosa contengonoEnciclopediegenerali e specializzate   ...
3. TappaSeleziono i documenti Classifico e seleziono i documenti in mio possesso Identifico il contenuto necessario Ann...
Operazione successiva:    classificazione e annotazione del riferimentobibliografico = annotareautore / titolo / n. di edi...
B) La ricerca in bibliotecaUna volta predisposto il piano preliminare del lavoro di ricerca primo problema = individuare l...
La maschera di ricerca, solitamente, presenta alcuni campi   predefiniti (quelli sempre presenti sono autore, titolo,   so...
Ricerca per TITOLO = presuppone la conoscenza deltitolo di un’opera o, quanto meno, di una sua partesignificativa (in ques...
C) Il riferimento bibliograficoHa l’importante funzione di:a) conferire autorevolezza al lavoro di ricerca;b) consentire a...
1) UN LIBRO (DI UNO O PIÙ AUTORI)In nota: Autore/i (Cognome, Nome, anche abbreviato),Titolo del libro, n. di edizione, Luo...
2) UN SAGGIO SPECIFICO ALL’INTERNO DI       UN TESTO CHE CONTIENE PIÙ SAGGIIn nota: Autore/i (Cognome, Nome, anche abbrevi...
3) UN ARTICOLOa) DI GIORNALEAutore, Titolo dell’articolo, “in” Testata del giornale,data del giornaleEs.: Bartocci, C., Fe...
4) SITI INTERNETRiportare la stringa di indirizzo che compare nella “barra dinavigazione”, con la data di consultazione de...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Fare una ricerca

487 views

Published on

Un breve percorso

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Fare una ricerca

  1. 1. IL LAVORO DI RICERCA Le sei tappe di un progetto di ricerca1. TappaDefinizione del problema - Analizzo il soggetto2. TappaCerco le fonti di informazione3. TappaSeleziono i documenti4. TappaPrelevo delle informazioni  5. TappaElaboro le informazioni6. TappaComunico le informazioniValuto il lavoro
  2. 2. 1. Tappa Definizione del problema - Analizzo il soggetto Analizzo il lavoro da fare Individuo che cosa so   Mi costruisco una visione d’insieme dell’oggetto della ricerca Scelgo l’angolatura sotto la quale tratterò il mio soggetto Elaboro un piano provvisorio e un piano di lavoro Individuo le mie conoscenze sull’argomento = lezioni, manuali in uso, altri testi eventualmente reperibili. Ipotizzo dei link all’interno delle singole discipline (v. anche il manuale in uso). Scelgo l’angolatura sotto la quale il soggetto verrà trattato.Questa scelta, in parte, determina i link fra le discipline ( v.anche la selezione dei documenti).
  3. 3. 2. Tappa Cerco le fonti di informazione  Identifico le fonti e gli strumenti necessari  Con l’aiuto delle mie parole chiave, delimito il campo di ricerca  Trovo documenti che mi sembrano pertinentiReperire le fonti: diversi strumenti con diversi “livelli” di accessibilità -->in ordine decrescente = fonti più o meno vicine•Il manuale scolastico della disciplina di partenza = spesso corredato di un apparato bibliografico•La biblioteca di casa•Internet•La biblioteca scolastica (link a pagina biblioteca scolastica)•La biblioteca comunale, (link a sito biblioteca Montebelluna)•Biblioteche della provincia (link a sito
  4. 4. Nelle biblioteche == OPERE DI RIFERIMENTOTipo di opera Cosa contengonoEnciclopediegenerali e specializzate riportano articoli sintetici su singoli argomentiDizionari / Glossarigenerali e specializzati forniscono la definizioni di terminiAnnuari (dei fatti) riportano informazioni politiche e economiche ; notizie su persone, associazioni, imprese,…Repertori bibliografici riportano informazioni bibliografiche su libri, articoli di quotidiani, riviste ecc.
  5. 5. 3. TappaSeleziono i documenti Classifico e seleziono i documenti in mio possesso Identifico il contenuto necessario Annoto il riferimento bibliografico Cosa significa “selezionare” i documenti =  non tutto il materiale individuato torna utile al lavoro di approfondimento;  non tutto, di un testo, o di un saggio o di un articolo individuato, è utile per il lavoro di ricerca;  operare una scelta tra i documenti e all’interno dei singoli documenti. • attenta lettura dell’indice (generale e/o analitico) • breve scorsa ai capitoli • lettura veloce (se si tratta di articoli).
  6. 6. Operazione successiva: classificazione e annotazione del riferimentobibliografico = annotareautore / titolo / n. di edizione / editore (o luogo diedizione) / anno / pagina dove compare un passaggio cheriteniamo importante per il nostro lavoro E’ necessario, ovviamente, aver sempre ben presente l’argomento che s’intende approfondire e il taglio che gli si vuol dare per giudicare la pertinenza del documento
  7. 7. B) La ricerca in bibliotecaUna volta predisposto il piano preliminare del lavoro di ricerca primo problema = individuare la presenza dei documenti negli “archivi” di cui ci si intende servireRicerca che si avvale di strumenti informatici =consultazione di cataloghi informatizzati presso le bibliotecheconsultazione di OPAC OPAC (On line Public Access Catalogues) = cataloghi di archivi e biblioteche consultabili in Internet. Informano della PRESENZA di un documento in una biblioteca, ma, ovviamente, NON NE PERMETTONO la consultazione on line
  8. 8. La maschera di ricerca, solitamente, presenta alcuni campi predefiniti (quelli sempre presenti sono autore, titolo, soggetto) entro i quali digitare il nome o termine ricercato.Esempio = ricerca in Biblioteca di Istituto (link a pagina conmaschera di ricerca) 1) Ricerca libera = utilizzare qualsiasi termine che possa essere inerente 2) Ricerca per AUTORE (o PER RESPONSABILITÀ) = presenza di un’opera o di più opere di un autore = lista completa della produzione di un autore (o curatore)
  9. 9. Ricerca per TITOLO = presuppone la conoscenza deltitolo di un’opera o, quanto meno, di una sua partesignificativa (in quest’ultimo caso, verrà fornita la lista dititoli che contengono al loro interno quella parte)Ricerca per SOGGETTO = più adatta per sapere cosa èstato pubblicato circa un determinato argomento (il“soggetto”), ma più complessa = soggettazione NONarbitraria, ma secondo precisi criteri = non tutte le parolecorrispondono a un soggetto.
  10. 10. C) Il riferimento bibliograficoHa l’importante funzione di:a) conferire autorevolezza al lavoro di ricerca;b) consentire a chiunque la verifica di quanto affermato nel lavoro di ricerca.Alcuni tipi di riferimento bibliografico:1) un libro (di uno o più autori)2) un saggio specifico all’interno di un testo che contiene più saggi3) un articolo di giornale o di rivista periodica4) siti Internet
  11. 11. 1) UN LIBRO (DI UNO O PIÙ AUTORI)In nota: Autore/i (Cognome, Nome, anche abbreviato),Titolo del libro, n. di edizione, Luogo di edizione (e/oeditore), Anno di pubblicazione, n. della/e pagina/epresa/e in considerazione.Es. Calvino, I., Il sentiero dei nidi di ragno, 5. ed., Milano,1975, pagg. 32-36N.B.: a) Nelle successive note che si riferiscano a questotesto, è sufficiente la dicitura:Es.: Calvino, op. cit., pagg. 37, 41, 44b) Nel caso di note che si riferiscano a testi diversi di unostesso autore citati in bibliografia, si riporta l’autore conl’anno di pubblicazioneEs.: Calvino, 1974, pagg. 37, 41, 44Nella bibliografia conclusiva, va omessa la citazionedelle pagine
  12. 12. 2) UN SAGGIO SPECIFICO ALL’INTERNO DI UN TESTO CHE CONTIENE PIÙ SAGGIIn nota: Autore/i (Cognome, Nome, anche abbreviato),Titolo del saggio, “in” Autori (non più di tre, in casocontrario, citarne uno seguito dalla dicitura “et al.”),Titolo dell’opera complessiva, n. di edizione, Luogo diedizione (o editore), Anno di pubblicazione, n. della/epagina/e presa/e in considerazione.Es.: Asor Rosa, A., Letteratura anagrammata, in Pippo, S.,Pertica, P., Palla A., La letteratura sconosciuta, 2. ed.,Milano, 1975, pagg. 66-67
  13. 13. 3) UN ARTICOLOa) DI GIORNALEAutore, Titolo dell’articolo, “in” Testata del giornale,data del giornaleEs.: Bartocci, C., Fermi, l’amorale della bomba, in LaStampa, 21 dicembre 2003b) DI PERIODICO (rivista specialistica, settimanale,mensile…)Autore, Titolo dell’articolo, “in” Testata del periodico, n.del periodico, data del periodico (mese di pubblicazione,se presente), pagineEs.: Bartocci, C., Fermi, l’amorale della bomba, in LeScienze, n. 64, dicembre 2003, pagg. 34-37
  14. 14. 4) SITI INTERNETRiportare la stringa di indirizzo che compare nella “barra dinavigazione”, con la data di consultazione della paginaEs.: www.filosoficonet.it/index/schopenhauer/pgp?203/…(consultato in data 30 giugno 2008)

×