Spedizione in A.P. - 45% art. 2 Comma 20/b legge 662/96 - Filiale di Firenze - Settimanale -     € 1,50                  F...
2 il bolscevico / fiat                                                                                                    ...
N. 47 - 29 dicembre 2011                                                                                                  ...
4 il bolscevico / strage neonazista di firenze                                                                            ...
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
ilbolscevico47mmxi
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

ilbolscevico47mmxi

930 views

Published on

Per combattere i revisionisti ispiriamoci ai discorsi di MAO durante la GRANDE RIVOLUZIONE CULTURALE PROLETARIA

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
930
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

ilbolscevico47mmxi

  1. 1. Spedizione in A.P. - 45% art. 2 Comma 20/b legge 662/96 - Filiale di Firenze - Settimanale - € 1,50 Fondato il 15 dicembre 1969 Nuova serie - Anno XXXV - N. 47 - 29 dicembre 2011 Nel 118° Anniversario della nascita di Mao, 26 Dicembre 1893, “Il Bolscevico” pubblica alcuni importanti discorsi di Mao, parzialmente inediti in Italia, pronunciati tra il 1966 e il 1969 PER COMBATTERE I REVISIONISTI, ISPIRIAMOCI AI DISCORSI DI MAO DURANTE LA GRANDE RIVOLUZIONE CULTURALE PROLETARIA PAGG. 7-101879 - 21 DICEMBRE – 2011. 132° Anniversario della nascita del grande maestro del proletariato internazionaleQUANDO IL PCI E “L’UNITÀ”ESALTAVANO STALIN PAG. 11 Il discorso di Scuderi su Mao e il Partito del proletariato rimarrà una pietra miliare del pensiero marxista-leninista Ringraziamo di cuore tutti i militanti, i simpatizzanti e gli amici del PMLI che sono intervenuti per appoggiarlo PAG. 12 La prima pagina de “l’Unità del 10 marzo 1953 interamente dedicata ai funerali di Stalin Marchionne impone il modello Pomigliano in tutti gli stabilimenti del gruppoNEOFASCISMO ALLA FIATLa FIOM estromessa dalle fabbriche del nuovo Valletta. Cancellato il contratto nazionale I RITOCCHI DI MONTI ALLA SUPERSTANGATA APPROVATA MONTI NON PUÒ FARE FINTA DI NULLA DALLA CAMERA NERA PAG. 2 Imponente manifestazione nazionale antirazzista e antifascista a Firenze Un fazzolettino 40 MILA IN PIAZZA A FIRENZE PER MOR E SAMB per asciugare lacrime INCENDIATO IL CAMPO ROM DI CASCINA CONTINASSA ASSASSINATI DAL NEONAZISTA CASSERI Pogrom antirom e sangue a Torino Contestato il neopodestà Renzi. Apprezzata NAPOLITANO: “ANCHE I MENO ABBIENTI Vergognosa presenza del segretario provinciale PD alla I marxisti-leninisti presenza del PMLI. DEVONO FARE SACRIFICI” PAG. 3 fiaccolata razzista PAG. 5 del Mugello e Manifestazioni della Val di Sieve di solidarietà a Milano, Viva il 42° Anniversario Napoli, Salerno, Caserta, studiano Bologna e Torino il documento SCIOGLIERE I del CC del PMLI GRUPPI FASCISTI E CHIUDERE I sui giovani LORO COVI de PAG. 13 PAG. 4 Milano, 17 dicembre 2011. Manifesta- zione antirazzista a cui ha partecipato il PMLI (foto Il Bolscevico)
  2. 2. 2 il bolscevico / fiat N. 47 - 29 dicembre 2011 Marchionne impone il modello Pomigliano in tutti gli stabilimenti del gruppoNEOFASCISMO ALLA FIATLa FIOM estromessa dalle fabbriche del nuovo Valletta. Cancellato il contratto nazionaleMONTI NON PUÒ FARE FINTA DI NULLA Ci è riuscito il nuovo Vallet- per punire il cosiddetto assentei- le lodi del nuovo Valletta cantate nostante tutto questo, perché a dueta, l’amministratore delegato del- smo (i primi due giorni di malat- ai sindacati collaborazionisti che anni dal suo annuncio Marchion-la Fiat, Sergio Marchionne, a por- tia non saranno pagati), la clausola gli hanno permesso di realizzare ne si rifiuta recisamente di svela-tare a compimento il suo piano di responsabilità in base alla qua- questa operazione. “A quei sinda- re i dettagli del fantomatico pianoantioperaio e antisindacale, rea- le chi non rispetta gli accordi verrà cati che hanno abbracciato con noi “Fabbrica Italia”?zionario e neofascista. L’epilo- sanzionato dall’impresa in termini questa sfida – dice Marchionne – Maurizio Landini, segretariogo era ormai scontato, dopo che di contributi e permessi sindacali. va riconosciuto il coraggio di cam- generale della FIOM, ha espres-la Fiat aveva deciso di uscire da Inoltre, non ci saranno più le RSU biare le cose, va dato atto di una so un giudizio critico e di rigettoConfindustria e dopo che con un (rappresentanze sindacali unitarie mentalità innovativa che è l’unica sull’accordo che peggiora le con-atto unilaterale senza precedenti aziendali) elette dai lavoratori che in grado di costruire una fase so- dizioni di lavoro e limita le liber-dal dopoguerra aveva disdetto tut- verranno sostituite con le RSA no- lida per il futuro”. Che faccia di tà sindacali per i lavoratori delti gli accordi sindacali dal 1950 in minate dalle organizzazioni sin- bronzo! Cosa c’è di innovativo nel gruppo. “Quest’intesa, che di fattopoi, tutti i contratti sia di livello dacali firmatarie del contratto; chiudere tre stabilimenti mettendo estende l’accordo di Pomiglianonazionale, sia di livello aziendale ciò sulla base di quanto previsto sulla strada 3.700 lavoratori? Cosa – afferma Landini – agli 86 milae territoriale; ma non per questo dal desueto e non più applicato da c’è di positivo e moderno nel can- lavoratori del Gruppo, rappresen-meno grave e deprecabile. Un tra- molti anni, art.19 dello Statuto dei cellare il contratto nazionale di la- ta un attacco ai diritti, alle libertàguardo raggiunto grazie alla com- lavoratori. Non essendo la FIOM voro, ossia il principale strumento e alla democrazia perché sancisceplicità determinate dei sindacati la cancellazione del contratto na-collaborazionisti, sfacciatamente zionale, senza aver ricevuto alcunfilo padronali e neo corporativi, mandato dai lavoratori”. Per il se-ma anche con l’aiuto vergognoso gretario generale FIOM, sia FIMdell’ex governo Berlusconi e il ta- che UIL hanno ceduto al ricattocito consenso di quello in carica della Fiat e di fatto si sono ridot-Monti. ti “a ruolo di sindacato aziendale L’ultimo atto di questo piano è e corporativo, abdicando così allastato compiuto nell’Unione indu- loro storia di sindacato confede-striale di Torino il, 13 dicembre rale”. In chiusura Landini chiamascorso. Attorno al tavolo i rappre- in causa il governo Monti. Il qua-sentanti di Fiat, e quelli sindacali le non può stare e guardare con ledi FIM, UILM, UGL, FISMIC e mani in mano visto che “l’accordol’associazione dei capi e dei qua- non dice nulla degli investimen-dri della Fiat; esclusa provocato- ti ... e perché mette in discussioneriamente la FIOM in quanto orga- le libertà sindacali garantite dalla si muovano di loro spontanea vo- si legge – a tutte le iniziative dellenizzazione sindacale dissenziente Costituzione”. lontà. A riprova di ciò avrebbero lavoratrici e i lavoratori degli sta-dai voleri di Marchionne. Dopo Una lavoratrice e un lavoratore della FIAT durante la manifestazione del 12 Giusto il richiamo a Monti, non potuto abrogare l’articolo 8 del- bilimenti Fiat. Chiederemo ai la-una breve e soprattutto finta trat- dicembre a Torino denunciano il clima fascista instauratosi all’interno degli sta- bilimenti di Marchionne può far finta di nulla di fronte alla la vecchia legge finanziaria, che voratori di eleggere comunque itativa, costoro hanno firmato un più grande azienda privata italiana tra le altre cose concede la liber- nostri rappresentanti e difendere-accordo separato, l’ennesimo, che tra i firmatari di questo obbrobrio- per negoziare e migliorare le con- la quale, pur avendo goduto e go- tà di licenziamento, e non l’hanno mo il diritto alla libera scelta delestende il modello di Pomigliano a so contratto, usando questo vile dizioni di lavoro dei lavoratori in dendo tuttora di aiuti multiformi fatto. Solo sotto la pressione del- sindacato in tutte le sedi utili an-tutti gli stabilimenti Fiat non solo cavillo legale Marchionne preten- modo unitario su tutto il territorio dello Stato, si pensi solo alla rotta- la mobilitazione di piazza si può che quelle legali”.del settore auto ma anche di Fiat de con metodi dittatoriali e neo- nazionale? Cosa c’è di coraggioso mazione e alla cassa integrazione, sperare in un intervento positivo Il PMLI che ha sempre sotto-Industrial e a tutti gli 86 mila lavo- fascisti di mettere fuori la FIOM nel sopprimere in modo omoge- si permette di chiudere gli stabili- del nuovo esecutivo della grande lineato la grande importanza del-ratori in forza. Questo aveva chie- dalla Fiat. Cosicché la FIOM non neo e con il ricatto occupaziona- menti e di stravolgere l’intero im- finanza e della Ue. la lotta condotta dai metalmecca-sto il vertice del Lingotto in modo potrebbe avere più propri delega- le l’insieme dei diritti e delle tute- pianto normativo e legislativo sul A ogni modo la FIOM non si nici della FIOM contro il modelloperentorio e pubblicamente, non ti, non usufruire permessi sindaca- le dei lavoratori frutto di decenni e lavoro senza dire nulla, per giunta, arrende, fa sapere in un suo do- Marchionne e le sue relazioni in-senza minacciare un futuro di Fiat li, tenere assemblee nei luoghi di decenni di lotte? Cosa c’è da van- su quali sono i suoi programmi di cumento, non rinuncia al contrat- dustriali mussoliniane proseguiràfuori dall’Italia. E questo hanno lavoro, utilizzare le bacheche sin- tarsi nell’aver cancellato il diritto investimento, produttivi e occupa- to nazionale di lavoro, non lascerà a fornire il suo pieno e convintosottoscritto senza vergogna i vari dacali per attaccare i comunicati dei lavoratori di scegliere e vota- zionali in Italia. Tuttavia, è sperare soli e isolati i lavoratori del gruppo appoggio politico e sindacale mi-Bonanni e Angeletti e con loro i e soprattutto verrebbe privata dei re i propri delegati sindacali? No- invano che Monti e il suo governo Fiat. “Sosterremo e daremo voce – litante.vari segretari di categoria. A par- contributi dei propri iscritti che date qualche contentino, più formale sempre le aziende prelevano dal-che reale, nulla rispetto a ciò che ilavoratori perdono, fumo negli oc- le buste paga e girano ai sindaca- ti interessati. Si parla di un danno LO AFFERMA LA FIOMchi per confondere le idee. Hanno La FIAT viola le convenzioni internazionali economico di circa 1.500.000 eurofirmato senza avere uno straccio l’anno.di mandato da parte dei lavorato- I sindacalisti collaborazionistiri interessati. I quali non saranno hanno cercato di giustificare la fir-nemmeno consultati per la ratifica.Che carognata! Ecco le caratteristiche princi- ma sull’intesa sbandierando alcu- ni incrementi salariali che avreb- bero ottenuto. Ma è per lo più un per i diritti e le libertà sindacali Con l’accordo separato che membri di queste organizzazio- tare tutte le misure necessarie ed di lavoro, o, con il consenso delpali di questo accordo: sostitui- imbroglio. Si tratta di incrementisce un contratto aziendale a quello dovuti alla risistemazione di voci estende a tutto il gruppo Fiat i ni, alla sola condizione di osser- appropriate al fine di garantire datore di lavoro, durante le orecollettivo nazionale dei metalmec- già esistenti che non modificano la contenuti dell’accordo di Pomi- vare gli statuti di queste ultime. ai lavoratori ed ai datori di la- di lavoro.canici; peggiora complessivamen- retribuzione lorda e hanno effetti gliano e cancella tutti gli accor- Articolo 3 – Le organizza- voro il libero esercizio del diritto Articolo 2 – Le organizzazio-te e pesantemente le condizioni di solo di fronte ad aumento dei tur- di aziendali e il contratto nazio- zioni dei lavoratori e dei datori sindacale. ni dei lavoratori e dei datori dilavoro; inserisce meccanismi pu- ni e degli straordinari: se lavori di nale, non viola solo il diritto del di lavoro hanno il diritto di ela- lavoro devono beneficiare di unanitivi e persecutori in materia di più prendi più. Quanto al premio lavoro italiano, ma anche due convenzioni internazionali del- borare i propri statuti e regola- menti amministrativi, di eleggere CONVENZIONE 98 adeguata protezione contro tut-assenze in fabbrica; cancellando le straordinario di 600 euro per il ti gli atti di ingerenza delle uneRSU abolisce la democrazia sinda- 2012 esso è totalmente legato alla l’organizzazione internazionale liberamente i propri rappresen- Diritto di organizzazione e di verso le altre, che si realizzanocale alla Fiat; mette limiti arbitrari presenza e alla effettiva prestazio- del lavoro, la 87 sulle libertà di tanti, di organizzare la propria contrattazione collettiva sia direttamente sia per mezzoe inaccettabili al diritto di sciope- ne lavorativa di non meno di 870 associazione e la 98 sul diritto di gestione e la propria attività, e Articolo 1 – I lavoratori de- di loro funzionari o membri, nel-ro; colpisce al cuore le libertà sin- ore in sei mesi. Chissà in quanti ci organizzazione e contrattazione di formulare il proprio program- vono beneficiare di un’adeguata la loro formazione, nel loro fun-dacali arrogandosi il potere di te- riusciranno a ottenere questo pre- collettiva entrambe ratificate dal ma di azione. protezione contro tutti gli atti di zionamento e nella loro ammini-nere fuori dall’azienda la FIOM, il mio, dato che saranno considerate governo italiano. È quanto scrive Le autorità pubbliche devono discriminazione tendenti a com- promettere la libertà sindacale strazione.sindacato più rappresentativo; con assenze permessi retribuiti e non, la FIOM nell’appello “Io voglio astenersi da ogni intervento tale in materia di impiego. Sono considerati in partico-le clausole di garanzia, unitamen- ferie, mezz’ora di pausa, malattia, la Fiom in Fiat”. da limitare questo diritto o da ostacolarne l’esercizio legale. Tale protezione deve in parti- lare atti di ingerenza ai sensi delte al resto instaura relazioni indu- infortunio, maternità, donazione Di seguito pubblichiamo al- Articolo 4 – Le organizzazio- colare applicarsi a quanto con- presente articolo le misure ten-striali neofasciste in Fiat. di sangue, diritto di sciopero. cuni articoli significatiti di dette Nel concreto l’intesa separata Non meraviglia che Marchion- ni dei lavoratori e dei datori di cerne atti che abbiano lo scopo: denti a provocare la creazione di convenzioni.infatti prevede che: a regime si la- ne abbia commentato l’accordo lavoro non sono soggette a scio- a) subordinare l’impiego di un organizzazioni di lavoratori do- lavoratore alla condizione che minate da un datore di lavoro ovorerà su 18 turni (3 al giorno susei giorni), con una settimana di 6 come “una svolta epocale” per i padroni si intende; mentre per i la- CONVENZIONE 87 glimento o a sospensione per via amministrativa. egli non aderisca ad un sindaca- da una organizzazione di dato-giorni lavorativi e la successiva di voratori rappresenta caso mai una Libertà sindacali Protezione del diritto to o smetta di far parte di un sin- ri di lavoro, o a sostenere delle4 giorni. L’azienda potrà chiedere regressione epocale, un ritorno in- Articolo 2 – I lavoratori e i sindacale dacato; b) licenziare un lavora- organizzazioni di lavoratori condi lavorare al sabato e fino a 120 dietro almeno fino al ventennio datori di lavoro hanno diritto Articolo 11 – Ogni Stato tore o portargli pregiudizio con mezzi finanziari o altro modo,di straordinario (80 in più di quelle mussoliniano e al patto di Palazzo senza alcuna distinzione e sen- membro dell’Organizzazione In- ogni altro mezzo, a causa della allo scopo di porre queste orga-attuali). Sono previste anche le ri- Vidoni del 1925 che segnò la can- za autorizzazione preventiva, di ternazionale del Lavoro per il sua affiliazione sindacale e del- nizzazioni sotto controllo di unduzioni delle pause da 40 a 30 mi- cellazione d’autorità delle com- costituire delle organizzazioni di quale sia in vigore la presente la sua partecipazione ad attivi- datore di lavoro o di una orga-nuti con la monetizzazione in busta missioni interne e il varo dei sin- loro scelta, nonché di divenire convenzione si impegna ad adot- tà sindacali al di fuori delle ore nizzazione di datori di lavoro.paga dei 10 minuti tagliati, norme dacati corporativi. Ne sorprendono
  3. 3. N. 47 - 29 dicembre 2011 superstangata monti / il bolscevico 3 Un fazzolettino I RITOCCHI DI MONTI ALLA SUPERSTANGATA APPROVATA DALLA CAMERA NERAper asciugare lacrime e sangue NAPOLITANO: “ANCHE I MENO ABBIENTI DEVONO FARE SACRIFICI” Con 402 voti a favore e 75 con- 0,76% anche alle case detenute al- vatizzazione fosse di alto livello e o meno come prima, al netto o altrari la Camera nera ha approva- l’estero; come l’estensione da 936 che riguardasse, in primo luogo, lordo di certi sacrifici su pensioni,to il 16 dicembre con la fiducia a 1.400 euro lordi, ma solo per il la privatizzazione dell’acqua, che patrimoni, attività finanziarie, bar-il decreto cosiddetto “salvaItalia” 2012 e il 2013, del limite oltre il un dissennato referendum ha fat- che o auto. No, onorevoli deputa-del governo Monti, ossia la super- quale viene applicata la sterilizza- to saltare”: liberalizzazioni e pri- ti, in assenza di questo interventostangata da 30 miliardi che con- zione delle pensioni dall’aumento vatizzazioni sì, ma solo dei beni e di urgenza sono a rischio i rispar-tiene l’abolizione delle pensioni del costo della vita; come la possi- servizi pubblici, è l’avvertimento mi degli italiani, soprattutto quel-d’anzianità e altri tagli alla pre- bilità, “in via eccezionale”, e solo che il partito di Berlusconi lancia li piccoli; è a rischio il benesserevidenza, il ripristino dell’Ici sulla per il 2012, di andare in pensione al governo in carica dopo avergli accumulato da generazioni, c’è ilprima casa, l’aumento dell’Iva e con meno di 41 anni di anzianità fatto capire chi è che detiene anco- rischio di vedere evaporare granaltre misure da massacro sociale. (per le donne) e 42 anni (per gli ra la maggioranza in parlamento. parte dei redditi degli italiani, so-Il provvedimento passa ora al Se- uomini). Potranno infatti andar- Non per nulla il nuovo Musso- prattutto i più modesti, di metterenato nero, dove si prevede un’ap- ci coloro che hanno maturato 35 lini è tornato a pigiare su tasto del a rischio le tutele della previdenzaprovazione in tempi rapidi senza anni di anzianità, a patto però che governo Monti che “non c’è cer- e della salute pubblica”.modifiche al testo e sempre col abbiano almeno 64 anni di età (sai tezza che duri per tutta la legisla- Quanto alle accuse di mancan-voto di fiducia, probabilmente en- che progresso!). tura” e che il suo successore “è za di equità, anche su questo hatro Natale. In questo ambito rientra anche disperato” perché dopo aver pre- respinto con alterigia ogni critica: A votare contro sono stati solo la riduzione (il PD ne aveva chie- sentato un decreto “è stato costret- “Basta con i luoghi comuni. Nonl’Italia dei valori e la Lega, ma sto l’annullamento) dal 2% all’1% to a fare marcia indietro su tutto”. è vero che pagano sempre i solitimentre PD e Terzo polo hanno vo- del taglio della pensione a chi esce Tutto ciò per tornare a ribadire, noti. Riteniamo di aver introdotto,tato compatti il provvedimento, con 41 o 42 anni di anzianità ma mentre all’ennesima presentazio- senza drammi, l’imposta patrimo-dopo che Bersani aveva ammoni- prima dei 62 anni (a 60 o 61). Per- ne di un libro di Vespa dichiara- niale fattibile per il nostro Paese into i “malpancisti” del suo partito centuale che torna però al 2% per va di leggere assiduamente i dia- questo momento storico”. Musi-che “chi vota no non vota contro ogni ulteriore anno di anticipo. È ri di Mussolini e di “ritrovarcisi” ca per le orecchie della “sinistra”il governo ma contro di me”, tra stato accolto anche un emenda- in piena sintonia, che occorre fare borghese, impegnata a far digeri-i banchi del PDL figuravano vi- mento della Lega che porta da 500 con urgenza la controriforma pre- re alle masse come una “medici-stosi vuoti per l’assenza di molti a 980 euro il limite per la riscos- sidenzialista della Costituzione se na amara ma necessaria” la super-deputati del partito di Berlusconi; sione in contanti della pensione, superbollo sulle auto oltre i 185 sa linea liberista, privatizzatrice, si vuol governare davvero. stangata del governo della grandetra questi diversi ex ministri del ciò che avrebbe costretto tantis- KW e sugli aerei privati e la tas- antipopolare e di massacro sociale finanza, della UE e del massacroprecedente governo, “autorizza- simi pensionati a dover aprire un sa giornaliera sui posti barca per del governo Monti che ora finge di Il ricatto sociale: “Non siamo riusciti in tut-ti” dallo stesso neoduce a marcare conto corrente bancario. i natanti sopra i 10 metri, che di- contrastare. to, vi siamo riusciti in parte. Sia-così il loro “dissenso” di stampo È vero che il governo ha accol- minuiscono fino ad estinguersi in A smascherarla basterebbero le del tecnocrate Monti mo orgogliosi di quanto abbiamoelettoralistico nei confronti di al- to due proposte del PD che lo im- proporzione all’età del mezzo. Per parole dello stesso fino a ieri loro Intervenendo in aula prima del ottenuto, perché abbiamo fattocune misure del provvedimento. pegnano a trovare una soluzione coprire questo sconto ai vip si è stretto alleato Cicchitto, il piduista voto Monti ha respinto con pun- una scelta difficile, certo, moltoUn chiaro segnale lanciato al go- per i lavoratori delle classi ’51 e pensato bene di aumentare l’acci- capogruppo dei deputati PDL, che tiglio il maligno giudizio del suo più difficile di quella dell’Italiaverno Monti per ricordargli chi è ’52 e che si trovano di colpo a do- sa sui tabacchi sfusi, dato che no- nel suo intervento ha ribadito an- predecessore, dichiarando di non dei Valori e di Di Pietro, che han-il suo “azionista di maggioranza” ver lavorare 5 o 6 anni in più per la toriamente sono i ricchi a rollarsi cora una volta che “vi è una conti- essere affatto “disperato”, e atti- no scelto di cavalcare il disagio eche può staccargli la spina in qua- pensione; così come per quei lavo- le sigarette da sé per risparmiare. nuità tra questo governo e ciò che randosi per questo i mugugni del cavalcare la protesta”, ha detto illunque momento. ratori di aziende in crisi che aveva- ha fatto quello precedente”. Il PDL PDL e gli applausi entusiasti inve- capogruppo PD Franceschini van- L’approvazione della manovra è no scelto la mobilità in attesa della Demagogia della Lega e infatti non ha chiesto modifiche al ce dei suoi sostenitori più convinti, tando i pannicelli caldi introdottiavvenuta ponendo la fiducia su un pensione (si parla di 50 mila per- provvedimento, ma si è limita- PD e Terzo polo. Uno “sgarbo” che nella manovra di lacrime e san-maxiemendamento concordato nei sone), e che rischiano di trovarsi avvertimenti di Berlusconi to più che altro a vigilare in dife- però ha cercato di sanare inviando gue. Quanto all’ultra liberalizza-giorni precedenti tra il governo e i per alcuni anni senza lavoro e sen- Da parte della Lega neofasci- sa degli interessi del suo elettorato subito un bigliettino conciliante al tore Bersani si è spinto addirittu-partiti parlamentari nelle commis- za la pensione. Ma si tratta appun- sta, secessionista, razzista e xeno- di riferimento (alti redditi, rendi- neoduce che era rimasto rabbuiato. ra oltre, ribadendo al governo delsioni parlamentari, dopo una ser- to solo di un “impegno” forma- foba di Bossi e Maroni l’occasione te e patrimoni, evasori fiscali, au- Subito prima Monti aveva tagliato tecnocrate borghese Monti, an-rata trattativa per definire alcune le, ancora tutto da tradurre in un è stata sfruttata al massimo a fini tonomi e professionisti), arrivando corto alle sceneggiate della Lega, che in polemica con Berlusconi,modifiche “migliorative” al testo. provvedimento concreto. Lo stes- propagandistici per “rifarsi (paro- fino alla prova di forza per stop- ai distinguo dell’IDV (che con Di un’apertura di credito illimitata eIn realtà si tratta solo di qualche so dicasi per gli ordini del giorno le di Bossi) una verginità” eletto- pare un timido tentativo del gover- Pietro si doleva di dover votare senza condizioni, aprendo così ilpannicello caldo applicato qua e là di IDV e Lega che il governo ha rale, scatenando l’ostruzionismo, no di introdurre un primo pacchet- contro la manovra perché giudi- suo intervento conclusivo a nomeper cercare di dare una spolvera- accolto (per paura di andare sotto proponendo valanghe di emenda- to di liberalizzazioni di farmacie, cata “iniqua”, pur confermando la del suo partito: “Signor Presi-ta di “equità” ad una superstangata e certificare una sconfitta di Ber- menti e inscenando gazzarre nelle taxi, negozi e ordini professionali: fiducia nel governo) e anche agli dente del Consiglio, noi abbiamotanto “rigorosa” e spietata contro lusconi se messi in votazione) e commissioni e in aula ad uso del- a giustificazione di questo arroc- opposti malumori e “mal di pan- promesso lealtà al suo Governoi ceti meno abbienti, quanto inof- che lo “impegnano” a vendere al- le telecamere per spacciarsi da pa- camento Cicchitto ha dichiarato cia” nel PD e nel PDL, lanciando in nome di un impegno naziona-fensiva e compiacente contro i ceti l’asta le frequenze televisive rese ladina dei pensionati e dei contri- che le liberalizzazioni “non posso- all’intero parlamento il suo solito le. Manterremo la promessa oggipiù ricchi, i grandi patrimoni, gli libere dal digitale, anziché regalar- buenti “del Nord”. Come se fosse no concentrarsi nell’eliminazione, ricatto del “baratro incombente” e domani - voglio dirlo a qualcheevasori fiscali. Nient’altro che un le a Mediaset come aveva imposto sempre stata all’“opposizione” e con metodi stalinisti, delle farma- che tutto giustifica: “Mi permetto commentatore frettoloso - senzafazzolettino per asciugare le lacri- l’ex ministro Romani. Bisogne- non avesse invece sostenuto negli cie, dei tassisti e degli avvocati o di ricordare a tutti noi – ha detto alcun limite temporale che non siame e il sangue di cui essa gronda rà vedere se poi il suo successore scorsi anni e fino a poche settima- degli ordini professionali. Noi ab- il premier con la consueta, altera la fine naturale della legislatura”.da tutte le parti. Così da giustifica- Passera avrà il coraggio di metter- ne fa, nel governo neofascista Ber- biamo sempre ritenuto che il pro- freddezza - la posta in gioco. Non Ogni ulteriore commento ci sem-re meglio l’aver scaricato la crisi si davvero contro il neoduce Ber- lusconi di cui faceva parte, la stes- getto di liberalizzazione e di pri- si tratta di continuare a vivere più bra superfluo.del capitalismo tutta sulle spal- lusconi, già furente fin da adessole dei pensionati, dei lavoratori e per l’“imboscata” che lamenta didelle masse popolari che, come hapontificato il nuovo Vittorio Ema- aver subito in parlamento. I fondi per coprire queste “cor- Presa di posizione della Rete della Conoscenza che attacca il ministro Forneronuele III, Napolitano, devono con-tribuire anch’essi ai sacrifici chie-sti dall’Italia: “agli italiani di tuttii ceti sociali, anche agli italiani deiceti meno abbienti (sic), perché si rezioni” dovrebbero provenire da un ulteriore “contributo di so- lidarietà” del 15% a carico del- le “pensioni d’oro” (sulla parte che eccede i 200 mila euro) e da NO AL CONTRATTO UNICO PRECARIO Ampi stralci. una generazione di giovani dalla precarietà e garantire l’universali- sono definiti “il solito segmento iperprotetto”, la condizione di costo della crisi. (...) Non si capisce, davvero, in chefacciano le scelte indispensabili al una diversa modulazione del pre- Diciamo la verità: ci avevamo tà e la sostenibilità di un sistema precarietà dei giovani viene stru- modo la libertà di licenziamentofine di preservare lo sviluppo del- lievo sui capitali scudati: anziché sperato. Nonostante il nostro di welfare inclusivo. mentalizzata per lanciare un at- universale potrebbe far uscire ila nostra economia e della nostra l’1,5% una tantum ci sarà un’im- scetticismo sul governo Monti, L’intervista del 18 dicembre tacco a 360° al diritto di lavoro. giovani dalla precarietà. Monti esocietà in un clima di libertà e di posta dell’1% nel 2012 che sale diretta espressione delle lobby fi- della ministra Fornero al Corrie- È il solito trucchetto: si sfrut- Fornero vogliono davvero occu-maggiore giustizia”. all’1,35% nel 2013 per poi di- nanziarie che stanno causando la re della Sera va invece in senso tano il disagio della precarietà e parsi dei giovani precari? Bene, ventare permanente allo 0,4% nel crisi, credevamo che il ricambio opposto. La ministra lancia il la sacrosanta richiesta di riunifi- intanto inizino a confrontarsi con del personale politico di governo, percorso di riforma del mercato care il mondo del lavoro per far le loro proposte minime di digni- Le “correzioni” 2014. La contropartita di questa dopo gli anni tragicomici di Berlu- del lavoro citando apertamente passare una riforma che sempli- tà. E poi, se vogliono costruire un alla manovra infima tassa sarà il mantenimento sconi, Tremonti, Gelmini e Sacco- le linee guida del famigerato mo- cemente estende a tutti i lavo- contratto unico, lo facciano tute- dell’anonimato. A ciò si aggiunge ni, avrebbe almeno spazzato via dello Ichino: un unico contratto di ratori il ricatto della perdita del lato e stabile per tutti. È in questo quadro ipocrita e l’estensione del bollo a tutti i tito- un po’ di luoghi comuni e portato lavoro, che parta con un basso posto del lavoro. Liberalizzare i Questa è la sfida che lancia-demagogico che sono state inse- li e gli investimenti finanziari, che il dibattito a un livello dignitoso. livello di tutele e salario e poi cre- licenziamenti vorrebbe semplice- mo: fate il contratto unico, marite certe “correzioni” agli aspetti dal 2013 diventa proporzionale al- La nomina di Elsa Fornero, sca, ma senza mai raggiungere la mente dire rendere tutti precari. Il non fatelo precario. Altrimenti, ipiù eclatanti e odiosi della mano- l’investimento (0,15%) e senza più un’accademica seria e compe- garanzia dal licenziamento. famoso contratto unico di Ichino, giovani che dite di voler aiutarevra, come l’aumento della detra- il limite massimo di 1.200 euro. A tente, al ministero del lavoro e Ma a fare particolarmente im- (...) anche se davvero eliminasse i saranno di nuovo in piazza, perzione di 200 euro dell’Ici sulla parziale compensazione per i pic- delle politiche sociali, ad esem- pressione è la retorica di Fornero, contratti atipici, toglierebbe a tutti dire no alla precarietà universale,prima casa di ulteriori 50 euro per coli depositi, è stato abolito il bol- pio, poteva fare piazza pulita del- degna del peggior Sacconi: lo la possibilità di ambire a un posto per chiedere una vera riforma delogni figlio di età inferiore ai 26 lo di 34,2 euro per quelli fino ad la retorica della guerra generazio- statuto dei lavoratori è definito di lavoro stabile e tutelato. lavoro, per rivendicare un nuovoanni fino ad un massimo di 400 un importo di 5 mila euro. nale e dell’ossessione di Sacconi una vittoria della generazione dei Insomma; un contratto unico welfare universale.euro, misura in parte finanziata per la libertà di licenziamento, in padri contro i figli, i lavoratori che sì, ma precario. Il contratto unico precario È stata diminuita invece la co-con l’applicazione dell’Ici dello modo da rendere possibile un stanno pagando duramente sul- È evidente il tentativo di scari- non ci rappresenta, NOT IN OUR siddetta “tassa sul lusso”, ossia il vero dibattito su come far uscire la propria pelle i costi della crisi care ulteriormente sui lavoratori il NAME!
  4. 4. 4 il bolscevico / strage neonazista di firenze N. 47 - 29 dicembre 2011 Imponente manifestazione nazionale antirazzista e antifascista40 MILA IN PIAZZA A FIRENZE PER MOR E SAMB ASSASSINATI DAL NEONAZISTA CASSERIContestato il neopodestà Renzi. Apprezzata presenza del PMLI. Manifestazioni di solidarietà a Milano, Napoli, Salerno, Caserta, Bologna e Torino Redazione di Firenze Immediata la reazione alla stra- SCIOGLIERE I GRUPPI FASCISTI E CHIUDERE I LORO COVI di “Casaggi” in occasione della “giornata del ricordo”.ge del 13 dicembre della comuni- passerella dei politicanti borghe- Il governatore della Toscanatà senegalese e della Firenze an- si e rappresentanti istituzionali. Enrico Rossi (PD), pur infarcendotifascista e antirazzista. A poche Calati in massa a Firenze i mas- il suo discorso di tanta demago-ore dalla strage in piazza Dalma- simi dirigenti di PD, SEL, ecc. gia, in realtà ha rilanciato quellazia, richiamati dal passa parola, si Con grande faccia tosta non che in fondo è la linea del PD:sono ritrovati diverse centinaia di sono mancati esponenti del PDL, abbiamo bisogno degli immigratisenegalesi, che hanno espresso il come l’ex ministro Rotondi, re- per sostenere l’attuale economia,dolore e la rabbia con un corteo sponsabili della politica razzista cioè come carne da sfruttare alimprovvisato che ha attraversa- del governo del neoduce Berlu- servizio del profitto capitalisti-to la città fino al mercato di San sconi. Anche in questa occasio- co. Non è sufficiente chiedere laLorenzo, dove sono rimasti fino a ne il neopodestà fiorentino Mat- cittadinanza italiana per i figli ditarda sera fronteggiati dalla poli- teo Renzi si è collocato a destra, immigrati nati nel nostro Paese,zia in tenuta antisommossa. partecipando a titolo personale, secondo noi occorre rivendicare Mercoledì 14, nel pomeriggio, senza la fascia tricolore e sen- l’abrogazione della legge Bossi-si è tenuto un primo presidio an- za il gonfalone della città. Una Fini e delle precedenti che limi-tirazzista e antifascista in Piazza presenza sottotono rispetto a tano l’afflusso degli immigrati eDalmazia, luogo della strage, a quella di tanti sindaci dell’hinter- ne favoriscono l’espulsione; unacui hanno partecipato numerose land fiorentino presenti in forma sanatoria generalizzata per tuttiforze politiche e sociali fra cui il ufficiale, alla provincia di Firenze gli immigrati sprovvisti di permes-PMLI, distribuendo a tambur bat- e alla regione Toscana, che in- so di soggiorno; la persecuzionetente il Comunicato di solidarietà nalzavano i propri gonfaloni. In con sanzioni economiche o condel Comitato provinciale di Firen- Firenze, 17 dicembre 2011. Uno spezzone del grande e combattivo corteo organizzato in risposta alla strage dei migranti se- un’intervista rilasciata durante la la reclusione chi sfrutta al nero glize, pubblicato sul n. 46/11 de Il negalesi per mano di un neonazista. Al centro della delegazione dei marxisti-leninisti, con la bandiera, si nota la compagna manifestazione non ha mancato immigrati; la chiusura dei CentriBolscevico e dal titolo “Piena Claudia Del Decennale, Responsabile del PMLI per la Toscana (foto Il Bolscevico) di richiamarsi alla necessità della di identificazione ed espulsione; ilsolidarietà alla comunità sene- “legalità”. Tradotto vuol dire che libero accesso su tutto il territoriogalese e alle vittime di Firenze”. di fatto in contrapposizione con il da fiori, candele, messaggi, gran- Presente il PMLI con una de- non farà un passo indietro nella nazionale agli immigrati, senza leDurante il presidio numerosi gli presidio di massa in Piazza Dal- di i cartelli di solidarietà dei com- legazione di militanti e simpa- sua politica di persecuzione degli limitazioni previste nelle “quote”;interventi, fra cui quelli della co- mazia. Gli unici ad abbandonare mercianti e degli ambulanti della tizzanti di Firenze, guidata dalla ambulanti abusivi, lavavetri, men- il diritto di asilo ai perseguitatimunità peruviana e algerina; in il Consiglio in segno di protesta piazza. compagna Claudia Del Decenna- dicanti, politica che contribuisce politici e ai rifugiati senza limita-tanti hanno chiesto la chiusura sono stati Ornella De Zordo e Insieme ai senegalesi ha ma- le, Responsabile del PMLI per la a far crescere i pregiudizi razziali zioni e parificando la normativadel covo neofascista Casapound Tommaso Grassi. nifestato la Firenze antirazzista e Toscana. I compagni innalzavano e xenofobi. Il destro Renzi è stato legislativa alla migliore condizio-e condannato la politica della Dal presidio la comunità se- antifascista, quella che non vuole le bandiere del Partito abbrunate ben individuato da molti manife- ne; il riconoscimento di pari dirittigiunta di “centro-sinistra” Renzi negalese ha lanciato la manife- la caccia agli ambulanti abusivi e e locandine con la solidarietà alla stanti, che non hanno mancato di sociali, civili e politici per tutti glidi persecuzione degli ambulanti. stazione di sabato 17 dicembre, ai lavavetri. Presenti anche tanti comunità senegalese e la richie- contestarlo. immigrati; il diritto al lavoro, allaNella stessa giornata partecipate che è diventata a carattere nazio- altri immigrati. Numerose le fa- sta di scioglimento dei gruppi fa- Sul palco di piazza Santa Ma- casa, all’assistenza sanitaria emanifestazioni si sono tenute a nale, raccogliendo una grandissi- miglie con i bambini, si vedevano scisti e la chiusura dei loro covi. ria Novella si sono alternati in sociale, all’istruzione per i bam-Livorno e a Santa Croce sull’Arno ma partecipazione. Tantissime le famiglie miste, bambini africani Diffuso ancora il Comunicato del tanti. Da notare che il Comune di bini e i ragazzi in età scolare, per(Pisa). adesioni di associazioni grandi e adottati, bambini di alcune scuo- Comitato provinciale di Firenze, Firenze è stato rappresentato da tutti gli immigrati extracomunitari. Sempre mercoledì pomeriggio piccole di tutta Italia, di organismi le elementari organizzati con le molto apprezzato anche da tanti Eugenio Giani (PD), noto in città Contemporaneamente a Firenzesi è tenuta una seduta aperta del di migranti, partiti e sindacati, fra insegnanti e studenti delle scuole senegalesi che ci hanno ringra- per il suo feeling con i neofascisti, si sono tenute manifestazioni an-Consiglio comunale fiorentino cui il Comitato provinciale di Fi- medie superiori. ziato; diffuso Il Bolscevico n. 46. espresso ad esempio con la sua tirazziste a Milano, Napoli, Saler-durante il quale, dopo l’intervento renze del PMLI. Un lungo serpentone colorato, Alcuni immigrati senegalesi si presenza alla parata neofascista no, Caserta, Bologna, Torino.dell’imam di Firenze Izzedin Elzir, Decine di migliaia, forse che si è unito nel grido “Basta raz- sono voluti far fotografare conprovocatoriamente, per “contro- 40.000, sono scesi in piazza a zismo”, riecheggiato lungo tutto il noi. La delegazione ha ricevutobilanciare”, è stato scelto di far fianco dei senegalesi venuti da corteo anche se gli organizzatori telefonicamente l’incoraggiamen-parlare Marco Cellai (consigliere tutta Italia. Rabbia e combattività avevano chiesto una presenza si- to e il sostegno del Responsabilecomunale PDL, fascista), facen- hanno segnato la manifestazio- lenziosa e di preghiera. Una larga della Commissione per il lavorodo finta di ignorare che l’imam ne, insieme al ricordo delle due partecipazione che ha sfidato il di Organizzazione del Comitatoin quell’occasione non rappre- vittime, i cui ritratti aprivano il clima di allarme creato nei giorni centrale del Partito. Successi-sentava “una parte” ma le vittime corteo. precedenti dai mass-media, che vamente ai compagni fiorentinidella strage neonazista. Renzi ha All’arrivo in Piazza Dalmazia cercavano di scoraggiare gli an- sono arrivati i ringraziamenti dellainoltre protratto i lavori del Con- tanti sono passati in raccoglimen- tirazzisti parlando di “infiltrazioni” suddetta Commissione per “aversiglio fino al pomeriggio inoltrato, to sul luogo della strage, segnato e “black bloc”. reso un grande servizio all’intero Partito che senza le vostre inizia- tive sarebbe stato completamen- STRAGE NEONAZISTA DI SENEGALESI: te assente in un avvenimento che ha scosso la coscienza e la sen- sibilità antirazziste e antifasciste Firenze, 17 dicembre 2011. La diffusione del volantino col comunicato del Co- 2 MORTI E 3 FERITI GRAVI Redazione di Firenze viveva con i proventi delle pro- un mazzo di chiavi che non cor- della popolazione fiorentina”. Nel corteo non è mancata la mitato provinciale di Firenze del PMLI sulla condanna della strage e riprodotto a lato (foto Il Bolscevico) Martedì 13 dicembre Firenzeè stata insanguinata dalla strage prietà immobiliari, ragioniere, era un cultore e propagandista delle risponde a nessun immobile co- nosciuto di quelli a disposizione APPELLO DEL COORDINAMENTO REGIONALE SENEGALESE DELLA TOSCANAperpetrata dal neonazista Gianlu-ca Casseri, che con fredda pre-meditazione prima si è recato al idee neonaziste, con il guazzabu- glio di miti celtici, negromanzia e neopaganesimo che le contraddi- del killer. Tutti elementi che fanno pensare a un collegamento con una sigla neonazista, che se non “Far uscire i migranti dalla marginalità.mercato di Piazza Dalmazia, dovesi è avvicinato a un gruppo di am-bulanti senegalesi armato di una stinguono, sostenitore della teoria antisemita del complotto mondia- le degli ebrei e del negazionismo. è l’organizzatrice della strage è certamente l’humus di Casseri. Dopo la strage, infatti, non sono Chiudere Casapound” Redazione di Firenze Occorre andare più a fondo denti asilo e dei profughi, elimi-Magnum 357, ha fatto fuoco a di- Su questi temi ha fondato, e dato mancati i post su Internet a lui Pubblichiamo ampi stralci e individuare tutte e tutti in- nando i molti ostacoli istituzio-stanza ravvicinata freddando Mor alle stampe per alcuni anni una inneggianti. Il procuratore di Fi- dell’appello del coordinamento sieme come si è costruito nel nali che contribuiscono a tenereDiop e Samb Modou e ferendo rivista dal titolo “La soglia”, ha renze Quattrocchi sta indagando regionale senegalese della To- tempo il clima che rende pos- in condizione di marginalità lagravemente Moustapha Dieng; scritto libri e tenuto conferenze; sugli autori, da perseguire per scana per la manifestazione del sibile l’esplodere della violenza vita di molti migranti in Italia.quindi è risalito in macchina mi- ha tenuto dibattiti all’associazione apologia di reato. 17 dicembre. razzista come è avvenuto il 13 Occorre dare piena applica-nacciando chi cercava di fermar- Sur Les Murs di Pistoia, collocata La matrice politica della strage I nostri fratelli Mor Diop e dicembre a Firenze e solo due zione al dettato costituzionalelo, è andato in centro, trovando tra destra sociale e Giovane Ita- è chiara per la comunità senega- Samb Modou sono stati as- giorni prima a Torino con il po- e alle leggi ordinarie che con-il tempo di ricaricare l’arma, e al lia, legata al PDL. Più volte è stato lese di Firenze che, scesa in piaz- sassinati e Moustapha Dieng, grom contro un insediamento sentono la chiusura immediatamercato di San Lorenzo è riuscito invitato come relatore a iniziative za immediatamente, ha chiesto la Sougou Mor e Mbenghe Cheike Rom. Bisogna interrogarci su dei luoghi e dei siti come Casaa ferire gravemente altri due am- di Casapound a Firenze, a cui era chiusura di Casapound. gravemente feriti da una mano come siano stati dati spazi, per Pound, dove si semina l’odio ebulanti senegalesi, Sougou Mor iscritto. Casseri ha scritto più vol- Chi erano invece le vittime? armata dall’odio xenofobo, luci- disattenzione e/o per complicità, si incita alla violenza xenofoba.e Mbenghe Cheike. Casseri ha te sull’Ideodromo, dove ci sono Lavoratori da lungo tempo immi- do e determinato. Tutti sono vit- ai rigurgiti nazifascisti di gruppi Nel 1990 Firenze fu teatropoi cercato di recuperare l’auto, le linee teoriche del gruppo. Fino grati in Italia, che arrotondavano time della manifestazione estre- come Casa Pound, quale ruolo di spedizioni punitive contro glilasciata nel parcheggio sotterra- a qualche ora dopo la strage sul con il mercato ambulante durante ma di un razzismo quotidiano abbiano avuto in questa esca- immigrati e vi fu una reazioneneo del mercato, ma qui, vistosi sito di Casapound compariva una i periodi di disoccupazione, “Mor che umilia sistematicamente la lation non solo i veleni sparsi popolare, che dette luogo adcircondato dalla polizia si è sui- recensione della sua biografia su Diop – raccontano gli amici con nostra dignità. dalle forze “imprenditrici” del una grande manifestazione dicidato. Romualdi, teorico del neonazismo le foto della moglie e della figlia La strage del 13 dicembre razzismo, ma anche gli atti isti- carattere nazionale. La personalità di Casseri e le italiano, morto negli anni ’70. - è venuto in Italia esattamente 13 a Firenze necessita di una ri- tuzionali che, a livello nazionale Facciamo un appello ad unir-circostanze della strage ne rendo- Dopo l’identificazione del suo anni fa. È partito quando sua mo- sposta ampia e plurale che e locale, hanno creato, in nome si a noi, in una manifestazioneno chiara la matrice neonazista. cadavere la polizia si è recata glie era da tre mesi in attesa della esprima lo sdegno per i barbari dell’ordine e della sicurezza, di- ampia di carattere nazionale.Non si tratta solo, come ha soste- nell’appartamento vicino piazza loro figlia. Non era un ambulan- assassinii e la ferma volontà di scriminazioni e ingiustizie. Una manifestazione che se-nuto una parte della stampa bor- Dalmazia in cui Casseri si era te, era andato in piazza Dalmazia operare concretamente perché Chiediamo l’impegno di tutte gni una svolta e l’inizio di unghese, in particolare di destra, del trasferito da pochi mesi, e l’ha solo per far due chiacchiere con simili fatti non si ripetano. È e tutti per cambiare strada. cammino nuovo, onorando legesto di un “folle”. Questo indivi- trovato “ripulito”. Addirittura era degli amici. Era in attesa dei do- necessario che non ci si limiti È necessario avere come persone uccise e ferite in quelladuo, descritto come un cinquan- stato asportato l’hard disk di un cumenti per far ritorno in Sene- all’abbraccio solidale verso la punto di riferimento costante il tragica giornata e capace di af-tenne solitario e riservato, nato computer, mentre nella macchi- gal, da quella figlia che non aveva nostra comunità colpita ed alla riconoscimento dei diritti socia- fermare in modo inequivocabi-e vissuto fino a pochi mesi fa a na è stata trovata la custodia di mai visto”. Documenti pronti in partecipazione al nostro dolore li, civili e politici delle persone le: mai più atti di barbarie comeCireglio, un paesino nella provin- un altro computer portatile, an- questi giorni e che non potrà mai solo per un giorno. immigrate, dei rifugiati e richie- la strage del 13 dicembre.cia di Pistoia, di famiglia ricca che ch’esso sparito. Trovato anche ritirare.

×