Innovazione tecnologica veicolo di sviluppo per le imprese Gli strumenti predisposti dalla Regione Toscana nel POR CREO 20...
PRSE 2007-2010  e  POR Creo 2007-2013   Bando per l’acquisizione di servizi qualificati da parte delle PMI del settore del...
Obiettivi generali dell’intervento SOSTENERE  la domanda di servizi qualificati da parte delle PMI, come elemento cruciale...
Servizi qualificati di supporto all'innovazione commerciale  Supporto alla introduzione di innovazioni nella gestione dell...
Il bando – principali caratteristiche <ul><li>Modalità di accesso </li></ul><ul><li>Presentazione domanda su ARTEA con gra...
ULTERIORI REQUISITI DEL FORNITORE Il  fornitore deve impegnarsi ad effettuare un  numero di ore/uomo presso l'impresa bene...
SETTORI INTERESSATI B – Estrazione di minerali da cave e miniere, ad esclusione dei gruppi 05.1, 05.2 e della classe 08.92...
POR CREO FESR 2007-2013    Linea d’intervento 1.3c “Acquisto di servizi qualificati  -TURISMO e SETTORE TERZIARIO” 13/05/2...
Descrizione e obiettivi della misura L’azione configura un sistema di aiuto diretto alle imprese turistiche e commerciali ...
<ul><li>Soggetti beneficiari ammessi a presentare domanda Sono ammesse a beneficiare delle sovvenzioni le Medie, Piccole e...
 
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Reti di impresa: Presentazione Innovazione tecnologica veicolo di sviluppo per le imprese

1,148 views

Published on

reti d'impresa

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,148
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
17
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Reti di impresa: Presentazione Innovazione tecnologica veicolo di sviluppo per le imprese

  1. 2. Innovazione tecnologica veicolo di sviluppo per le imprese Gli strumenti predisposti dalla Regione Toscana nel POR CREO 2007/2013 Domenico Smorto Settore Economico Internazionale  
  2. 3. PRSE 2007-2010 e POR Creo 2007-2013 Bando per l’acquisizione di servizi qualificati da parte delle PMI del settore dell’industria e dei servizi Modalità generali d’intervento Da politiche pubbliche basate su un paradigma di profonda separazione tra manifattura e terziario ed un modello di sviluppo estensivo Ad un approccio trasversale all’innovazione di un modello di sviluppo selettivo da sviluppare 13/05/2010
  3. 4. Obiettivi generali dell’intervento SOSTENERE la domanda di servizi qualificati da parte delle PMI, come elemento cruciale dell’innesco e della implementazione di processi duraturi di cambiamento organizzativo e di aumento di competitività attraverso la innovazione; SPECIALIZZARE ossia contribuire alla razionalizzazione e alla qualificazione dell’offerta di servizi reali alle imprese (pubblici, privati, misti) in Toscana, favorendo la specializzazione intorno a competenze distintive, la crescita delle professionalità interne, l’orientamento ai risultati, la capacità di guadagnare la fiducia e di supportare le imprese nel lungo periodo, la capacità gestionale; SELEZIONARE per qualificare ed aprire il mercato dei servizi alle imprese alla concorrenza. SEMPLIFICARE il quadro del sostegno alle PMI con strumenti agili 13/05/2010
  4. 5. Servizi qualificati di supporto all'innovazione commerciale Supporto alla introduzione di innovazioni nella gestione delle relazioni con i clienti Tipologia di servizi implementazione di software di CRM (Customer Relationship Management) • implementazione del sistema di fidelizzazione e di comunicazione e brand • supporto alla multicanalità • analisi della clientela e indicazioni per la gestione del portafoglio di clienti. • definizione di strumenti per la gestione dei dati di vendita • definizione delle procedure e della modulistica per le attività gestione dell’ordine Supporto allo sviluppo di reti distributive specializzate ed alla promozione di prodotti T ipologia di servizi • implementazione degli strumenti di business e market intelligence • implementazione dei supporti per azioni di branding digitale e marketing cooperativo • implementazione di piattaforme tecnologiche cooperative per la gestione a livello globale di transazioni e ordini • implementazione sistemi di pagamento online ad alto livello di sicurezza adatti ad un mercato mondiale • implementazione di sistemi di community building virtuali per la valutazione e la personalizzazione dei prodotti e la condivisione di esperienze e conoscenze 13/05/2010
  5. 6. Il bando – principali caratteristiche <ul><li>Modalità di accesso </li></ul><ul><li>Presentazione domanda su ARTEA con graduatoria quadrimestrale max 2 servizi; 2° domanda dopo rendicontazione </li></ul><ul><li>Intensità di aiuto </li></ul><ul><li>50% in conto capitale </li></ul><ul><li>Criteri di ammissibilità, selezione e premialità </li></ul><ul><li>Professionalità, descrizione progetto, dimensioni di performances </li></ul><ul><li>Durata dei progetti </li></ul><ul><li>12 mesi – il progetto si intende concluso quando è realizzato, le fatture interamente pagate. </li></ul><ul><li>Caratteristiche dei fornitori </li></ul><ul><li>Società di consulenza, Università, centri ricerca </li></ul><ul><li>Spese ammissibili </li></ul><ul><li>Micro da € 7.500 a € 30.000 Piccole da € 12.500 a € 40.000 Medie da € 20.000 a € 50.000 </li></ul>13/05/2010
  6. 7. ULTERIORI REQUISITI DEL FORNITORE Il fornitore deve impegnarsi ad effettuare un numero di ore/uomo presso l'impresa beneficiaria pari almeno ad 1/3 del monte ore/uomo previsto dal progetto . Esperienza nel settore Specifico di consulenza Tariffa max giornaliera (in euro): A Oltre 15 anni 600,00 B 10 – 15 anni 400,00 C 5 – 10 anni 200,00 D 3-5 anni 150,00 Ogni fornitore persona giuridica annualmente potrà partecipare alla selezione per un massimo di dieci progetti e in ogni caso per un importo complessivo del contributo pubblico non superiore ad Euro 1.000.000. Il consulente persona fisica potrà effettuare consulenze per un max di gg.200 annui. IMPORTANTE: 3 lettere di referenze che attestino la stessa tipologia di attività svolta nel triennio precedente – punteggio di premialità 13/05/2010
  7. 8. SETTORI INTERESSATI B – Estrazione di minerali da cave e miniere, ad esclusione dei gruppi 05.1, 05.2 e della classe 08.92 2C - Attività manifatturiere, ad esclusione del gruppo 19.1 E – Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento F – Costruzioni H – Trasporto e magazzinaggio, ad esclusione dei gruppi 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1 e 53.2 J – Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione della divisione 60 e dei gruppi 61.9,63.9 M – Attività professionali, scientifiche e tecniche, limitatamente ai gruppi 71.2, 72.1, 73.1, 74.1,74.2 S – Altre attività di servizi, limitatamente alla categoria 96.01.1 13/05/2010
  8. 9. POR CREO FESR 2007-2013 Linea d’intervento 1.3c “Acquisto di servizi qualificati -TURISMO e SETTORE TERZIARIO” 13/05/2010
  9. 10. Descrizione e obiettivi della misura L’azione configura un sistema di aiuto diretto alle imprese turistiche e commerciali finalizzato all’acquisizione di servizi qualificati, con particolare riferimento a: f) consulenze in materia di innovazione e servizi di supporto all'innovazione. Tempi di realizzazione: 18 mesi Spesa ammissibile max € 15.000 Bando aperto dal 1° al 30 settembre 2010 13/05/2010
  10. 11. <ul><li>Soggetti beneficiari ammessi a presentare domanda Sono ammesse a beneficiare delle sovvenzioni le Medie, Piccole e Micro imprese (come definite ai sensi della Raccomandazione della Commissione 2003/361/CE del 6.5.2003), singole e/o associate, anche di nuova costituzione, operanti nel turismo o nel commercio così come di seguito precisato: imprese che esercitano le attività ricettive di cui al Titolo II “Imprese Turistiche”, della L.R. 42/2000 e successive modifiche, oppure che svolgono un’attività relativa a strutture complementari al turismo come individuate nella delibera G.R. n. 349 del 2/4/2001 ; imprese che esercitano attività commerciali di cui alla Legge regionale del 7 febbraio 2005 n. 28 e successive modifiche; </li></ul>13/05/2010

×