SlideShare a Scribd company logo
1 of 25
a cura di
Giuseppina La Mura
L’imperfezione perfetta
 parte integrante della comunità
 soggetto di arricchimento personale e
culturale
 destinatario di tutti i diritti umani e giuridici
 destinatario dell’acquisizione di tutti i percorsi
scolastici
 oggetto di pietismo
 cavia da laboratorio
 soggetto da curare
prima di essere
inserito
 avulso dai percorsi
didattici
 soggetto riluttante
(soprattutto in
presenza di tratti
somatici evidenti)
 affidato a persone
inesperte
 art. 34 della Costituzione
 art. 38 della Costituzione
 art. 28 Legge 30.03.71 n° 118
(legge Casati)
 artt. 2 e 7 Legge 517/77
 Legge Quadro 104/92
La scuola deve essere:
•luogo di apprendimento
•luogo di consolidamento della
socializzazione secondaria
•ambiente di informazioni
•ambiente di interscambio tra
coetanei
 Un maggior rafforzamento della
personalità nella fase evolutiva
 una maggiore autostima
 una maggiore struttura superegoica
 una proficua assimilazione dei nuovi
valori
 maggiori capacità di critica
 maggiori capacità di sintesi
 rafforzare le capacità di confronto
 rafforzamento delle abilità e capacità
logiche
 sviluppo e acquisizione di un metodo di
studio
 sviluppo delle capacità personali
Deve poter garantire
 sussidi vari
 materiali integrabili
 strutture e infrastrutture adeguate
 massima trasparenza
 collegamenti con Enti esterni
 abbattimenti delle barriere architettoniche
 Raggruppamenti consortili
 collegamenti in rete (interscambio
multimediale interattivo)
 raccordi continui con le scuole di ogni
ordine e grado
 rafforzare e migliore l’orientamento e
l’accoglienza
 ridurre al minimo la dispersione
scolastica migliorando e strutturando
nuove risorse territoriali
 Analisi della situazione di partenza
 specificazione degli obiettivi
 adozione metodologica
 scelta dei contenuti
 scelta degli strumenti
 verifica e valutazione
ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA
 Livello di maturazione degli alunni
 Realtà ambientali
 Risorse disponibili
 Competenze professionali degli insegnanti
 Funzionalità degli Organi Collegiali
SPECIFICITA’ DEGLI OBIETTIVI
 Capacità ed abilità da individuare, perseguire e
conseguire nel corso dell’anno scolastico secondo le
scansioni temporali previste dalla programmazione.
SCELTA DEI CONTENUTI
Dai programmi nazionali
Dalla esperienza maturata dagli alunni
Dall’ambiente circostante
Dai mass-media
Dai valori della convivenza democratica
ADOZIONE DELLA METODOLOGIA
Interdisciplinarità
Individualizzazione
Lavori di gruppo
Integrazione sociale
Gradualità e flessibilità
Sistematicità e intenzionalità
Problem solving
Razionalità e creatività
SCELTA DEGLI STRUMENTI
 rapportata alla definizione degli obiettivi ed alla
selezione dei contenuti
 integrativi, sussidiari, complementari dell’attività
didattica
 strutturati e non, di consumo, biblioteca,
tecnologici, stampa
VERIFICA E VALUTAZIONE
 dei risultati dell’insegnamento e del rendimento
degli alunni
 del rendimento degli obiettivi conseguiti
 delle conoscenze acquisite
 degli svantaggi
BRAINSTORMING
osservazioni
Cecklist
TEAM
TEACHING
P.O.F
LAVORO
DI
GRUPPO
INTERGRUPPO
Valorizzazione
Laboratorio
Multimediale
Sistematizzazione
Programmazione
curricolare
FINALITA’METODI
Verifica
Formativa
Verifica
Sommativa
Giuseppina la mura  prova online traccia 2 - tecnologie dei meda digitali

More Related Content

Similar to Giuseppina la mura prova online traccia 2 - tecnologie dei meda digitali

Istruzione e promozione umana
Istruzione e promozione umanaIstruzione e promozione umana
Istruzione e promozione umanaSilvio Vitellaro
 
Ambiente Di Apprendimento E Tic
Ambiente Di Apprendimento E TicAmbiente Di Apprendimento E Tic
Ambiente Di Apprendimento E Ticnicoletta65
 
Normativa in attività di sostegno scolastico
Normativa in attività di sostegno scolastico Normativa in attività di sostegno scolastico
Normativa in attività di sostegno scolastico Marcello Festeggiante
 
Libro Ardizzone-Rivoltella
Libro Ardizzone-RivoltellaLibro Ardizzone-Rivoltella
Libro Ardizzone-RivoltellaGiuseppe Tortora
 
Valutazione Introduzione
Valutazione IntroduzioneValutazione Introduzione
Valutazione Introduzionefiloan
 
Otto competenze chiave mio
Otto competenze chiave mioOtto competenze chiave mio
Otto competenze chiave miolimparando
 
Il quadro delle Competenze - Checklist
Il quadro delle Competenze - ChecklistIl quadro delle Competenze - Checklist
Il quadro delle Competenze - ChecklistLaura Antichi
 
Terzo_Paesaggio_e_social_network_percors.pdf
Terzo_Paesaggio_e_social_network_percors.pdfTerzo_Paesaggio_e_social_network_percors.pdf
Terzo_Paesaggio_e_social_network_percors.pdfValentina Meli
 
Comunicazione didattica in ambienti digitali
Comunicazione didattica in ambienti digitaliComunicazione didattica in ambienti digitali
Comunicazione didattica in ambienti digitaliguestcdba24
 
Progetto reAct - metodologia e basi teoriche
Progetto reAct - metodologia e basi teoricheProgetto reAct - metodologia e basi teoriche
Progetto reAct - metodologia e basi teoricheG1ul1o
 
Matematici o Acusmatici? Motivazioni e condivisioni per una didattica 2.0
Matematici o Acusmatici? Motivazioni e condivisioni per una didattica 2.0Matematici o Acusmatici? Motivazioni e condivisioni per una didattica 2.0
Matematici o Acusmatici? Motivazioni e condivisioni per una didattica 2.0Nicola Chiriano
 
Il ruolo dei social network nell’innovazione tecnologica della didattica: la ...
Il ruolo dei social network nell’innovazione tecnologica della didattica: la ...Il ruolo dei social network nell’innovazione tecnologica della didattica: la ...
Il ruolo dei social network nell’innovazione tecnologica della didattica: la ...Scuola+
 

Similar to Giuseppina la mura prova online traccia 2 - tecnologie dei meda digitali (20)

Istruzione e promozione umana
Istruzione e promozione umanaIstruzione e promozione umana
Istruzione e promozione umana
 
Ambiente Di Apprendimento E Tic
Ambiente Di Apprendimento E TicAmbiente Di Apprendimento E Tic
Ambiente Di Apprendimento E Tic
 
Pof 2015
Pof 2015Pof 2015
Pof 2015
 
Normativa in attività di sostegno scolastico
Normativa in attività di sostegno scolastico Normativa in attività di sostegno scolastico
Normativa in attività di sostegno scolastico
 
Libro Ardizzone-Rivoltella
Libro Ardizzone-RivoltellaLibro Ardizzone-Rivoltella
Libro Ardizzone-Rivoltella
 
Per una scuola viva
Per una scuola vivaPer una scuola viva
Per una scuola viva
 
Valutazione Introduzione
Valutazione IntroduzioneValutazione Introduzione
Valutazione Introduzione
 
Otto competenze chiave mio
Otto competenze chiave mioOtto competenze chiave mio
Otto competenze chiave mio
 
Il quadro delle Competenze - Checklist
Il quadro delle Competenze - ChecklistIl quadro delle Competenze - Checklist
Il quadro delle Competenze - Checklist
 
Smart school
Smart school Smart school
Smart school
 
Scuola 2.0
Scuola 2.0Scuola 2.0
Scuola 2.0
 
Terzo_Paesaggio_e_social_network_percors.pdf
Terzo_Paesaggio_e_social_network_percors.pdfTerzo_Paesaggio_e_social_network_percors.pdf
Terzo_Paesaggio_e_social_network_percors.pdf
 
Comunicazione didattica in ambienti digitali
Comunicazione didattica in ambienti digitaliComunicazione didattica in ambienti digitali
Comunicazione didattica in ambienti digitali
 
Progetto reAct - metodologia e basi teoriche
Progetto reAct - metodologia e basi teoricheProgetto reAct - metodologia e basi teoriche
Progetto reAct - metodologia e basi teoriche
 
Scuola innovativa e didattica per competenze: il Liceo Guido Carli
Scuola innovativa e didattica per competenze: il Liceo Guido CarliScuola innovativa e didattica per competenze: il Liceo Guido Carli
Scuola innovativa e didattica per competenze: il Liceo Guido Carli
 
La didattica
La didatticaLa didattica
La didattica
 
Introduzione TIC
Introduzione TICIntroduzione TIC
Introduzione TIC
 
Etwinning reloaded
Etwinning reloadedEtwinning reloaded
Etwinning reloaded
 
Matematici o Acusmatici? Motivazioni e condivisioni per una didattica 2.0
Matematici o Acusmatici? Motivazioni e condivisioni per una didattica 2.0Matematici o Acusmatici? Motivazioni e condivisioni per una didattica 2.0
Matematici o Acusmatici? Motivazioni e condivisioni per una didattica 2.0
 
Il ruolo dei social network nell’innovazione tecnologica della didattica: la ...
Il ruolo dei social network nell’innovazione tecnologica della didattica: la ...Il ruolo dei social network nell’innovazione tecnologica della didattica: la ...
Il ruolo dei social network nell’innovazione tecnologica della didattica: la ...
 

Giuseppina la mura prova online traccia 2 - tecnologie dei meda digitali

  • 1. a cura di Giuseppina La Mura L’imperfezione perfetta
  • 2.
  • 3.
  • 4.  parte integrante della comunità  soggetto di arricchimento personale e culturale  destinatario di tutti i diritti umani e giuridici  destinatario dell’acquisizione di tutti i percorsi scolastici
  • 5.  oggetto di pietismo  cavia da laboratorio  soggetto da curare prima di essere inserito  avulso dai percorsi didattici
  • 6.  soggetto riluttante (soprattutto in presenza di tratti somatici evidenti)  affidato a persone inesperte
  • 7.  art. 34 della Costituzione  art. 38 della Costituzione  art. 28 Legge 30.03.71 n° 118 (legge Casati)  artt. 2 e 7 Legge 517/77  Legge Quadro 104/92
  • 8. La scuola deve essere: •luogo di apprendimento •luogo di consolidamento della socializzazione secondaria •ambiente di informazioni •ambiente di interscambio tra coetanei
  • 9.
  • 10.  Un maggior rafforzamento della personalità nella fase evolutiva  una maggiore autostima  una maggiore struttura superegoica  una proficua assimilazione dei nuovi valori
  • 11.  maggiori capacità di critica  maggiori capacità di sintesi  rafforzare le capacità di confronto  rafforzamento delle abilità e capacità logiche  sviluppo e acquisizione di un metodo di studio  sviluppo delle capacità personali
  • 12. Deve poter garantire  sussidi vari  materiali integrabili  strutture e infrastrutture adeguate  massima trasparenza  collegamenti con Enti esterni  abbattimenti delle barriere architettoniche
  • 13.  Raggruppamenti consortili  collegamenti in rete (interscambio multimediale interattivo)  raccordi continui con le scuole di ogni ordine e grado  rafforzare e migliore l’orientamento e l’accoglienza  ridurre al minimo la dispersione scolastica migliorando e strutturando nuove risorse territoriali
  • 14.
  • 15.  Analisi della situazione di partenza  specificazione degli obiettivi  adozione metodologica  scelta dei contenuti  scelta degli strumenti  verifica e valutazione
  • 16.
  • 17. ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA  Livello di maturazione degli alunni  Realtà ambientali  Risorse disponibili  Competenze professionali degli insegnanti  Funzionalità degli Organi Collegiali SPECIFICITA’ DEGLI OBIETTIVI  Capacità ed abilità da individuare, perseguire e conseguire nel corso dell’anno scolastico secondo le scansioni temporali previste dalla programmazione.
  • 18. SCELTA DEI CONTENUTI Dai programmi nazionali Dalla esperienza maturata dagli alunni Dall’ambiente circostante Dai mass-media Dai valori della convivenza democratica ADOZIONE DELLA METODOLOGIA Interdisciplinarità Individualizzazione Lavori di gruppo Integrazione sociale Gradualità e flessibilità Sistematicità e intenzionalità Problem solving Razionalità e creatività
  • 19. SCELTA DEGLI STRUMENTI  rapportata alla definizione degli obiettivi ed alla selezione dei contenuti  integrativi, sussidiari, complementari dell’attività didattica  strutturati e non, di consumo, biblioteca, tecnologici, stampa VERIFICA E VALUTAZIONE  dei risultati dell’insegnamento e del rendimento degli alunni  del rendimento degli obiettivi conseguiti  delle conoscenze acquisite  degli svantaggi
  • 20.
  • 21.
  • 22.
  • 23.