Iuavcamp pietro bellini fotogrammetria digitale laser DEFINITIVA

1,000 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,000
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Iuavcamp pietro bellini fotogrammetria digitale laser DEFINITIVA

  1. 1. Fotogrammetria digitale laser Pietro Bellini (mat. 268800)
  2. 2. Fotogrammetria digitale laser <ul><li>La caratteristica essenziale della tecnologia “laser-scanning” è quella di permettere l’acquisizione autonoma di milioni di punti 3D in brevissimo tempo. </li></ul><ul><li>La fotogrammetria digitale laser permette, per mezzo di una stazione dotata di un laser scanner 3d e di una fotocamera digitale, di realizzare modelli tridimensionali fotorealistici di elevate proprietà metriche (ortoimmagini). </li></ul>
  3. 3. Fotogrammetria digitale laser Il laser, dal punto di vista fisico, è una radiazione elettromagnetica, cioè un'onda luminosa, avente le seguenti caratteristiche: monocromaticità : deve essere composta da una sola frequenza di luce. unidirezionalità : deve essere composta da un'onda che non viene irradiata in tutte le direzioni come quella delle sorgenti di tipo tradizionale, ma si propaga a grande distanza e con estrema direzionalità.
  4. 4. Fotogrammetria digitale laser <ul><li>I distanziometri ad onde possono funzionare secondo due diversi principi: </li></ul><ul><li>Strumenti che prevedono la misura di tempi trascorsi tra due impulsi o tra due treni d'onda (distanziometri ad impulsi) </li></ul><ul><li>Strumenti che prevedono la misura dello sfasamento tra l'onda emessa e quella ricevuta (distanziometri a misura di fase). </li></ul><ul><li>A seconda dei principi di funzionamento utilizzati variano precisione e portata </li></ul>
  5. 5. Fotogrammetria digitale laser <ul><li>L'unione di un distanziometro con queste caratteristiche ad un insieme di apparati meccanici di alta precisione ha reso possibile la realizzazione dei sensori laser scanner. </li></ul><ul><li>Il risultato della scansione effettuata con questi apparecchi è un insieme di punti </li></ul><ul><li>sparsi nello spazio chiamato “nuvola di punti”. </li></ul><ul><li>Per ottenere da questa nuvola un modello 3d completo e corretto dell’oggetto bisogna ordinare la nuvola di punti attraverso varie operazioni: scalatura, filtratura (eliminazione punti superflui), allineamento delle scansioni. </li></ul><ul><li>Da queste operazioni si ottiene una nuvola di punti complessa e completa dell’oggetto dalla quale si possono ricavare i prodotti volti all’utilizzo finale dei dati. </li></ul>
  6. 6. Fotogrammetria digitale laser <ul><li>I prodotti ottenibili con la tecnologia laser possono essere di vario tipo ed è possibile dividerli in due categorie: </li></ul><ul><li>Prodotti ottenibili utilizzando la sola tecnologia laser (modelli tridimensionali a superfici, curve di livello, sezioni) </li></ul><ul><li>Prodotti ottenibili dall’integrazione dei dati forniti dalla tecnologia laser scanner con i dati fotografici (modelli 3D fotorealistici) </li></ul>
  7. 7. Fotogrammetria digitale laser <ul><li>I principali campi di applicazione della tecnologia laser scanner 3d sono: </li></ul><ul><li>- rilievo architettonico </li></ul><ul><li>- progettazione urbana </li></ul><ul><li>- ingegneria civile </li></ul><ul><li>- Monitoraggio del costruito </li></ul><ul><li>- rilievo e catalogazione del patrimonio storico ed archeologico </li></ul><ul><li>- Rilievo topografico </li></ul>
  8. 8. Fotogrammetria digitale laser <ul><li>Esempi di applicazione della tecnologia laser scanner 3d: </li></ul><ul><li>- Rilievo propedeutico al progetto di restauro </li></ul><ul><li>Oltre a garantire la completa misurabilità dell’oggetto architettonico, attraverso la definizione di piani e sezioni trasversali, individuazione di bordi, la misurazione di distanze e superfici, l’elaborazione dei dati permette di produrre analisi dettagliate dei dissesti strutturali e degli stati di degrado delle superfici. Tali informazioni costituiscono la base per lo sviluppo del processo di progettazione del restauro. </li></ul>
  9. 9. Fotogrammetria digitale laser <ul><li>Rilievo del fronte di crollo della rupe, propedeutico al progetto di consolidamento </li></ul><ul><li>Attraverso la triangolazione e la texturizzazione delle nuvole di punti prodotte dalla scansione laser 3D, è possibile rilevare e misurare l’evoluzione dei fenomeni franosi, fornendo dati dimensionali accurati sull’evoluzione dei quadri fessurativi, sui cedimenti dei terreni e sui volumi in fase di distacco. </li></ul>

×